• Save

Loading…

Flash Player 9 (or above) is needed to view presentations.
We have detected that you do not have it on your computer. To install it, go here.

Like this presentation? Why not share!

Linux e OpenSource - una introduzione politica

on

  • 3,087 views

Linux e OpenSource - Seminario della Sinistra Giovanile di Latina

Linux e OpenSource - Seminario della Sinistra Giovanile di Latina

Statistics

Views

Total Views
3,087
Views on SlideShare
3,085
Embed Views
2

Actions

Likes
1
Downloads
0
Comments
0

1 Embed 2

http://www.linkedin.com 2

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-NoDerivs LicenseCC Attribution-NonCommercial-NoDerivs LicenseCC Attribution-NonCommercial-NoDerivs License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Linux e OpenSource - una introduzione politica Linux e OpenSource - una introduzione politica Presentation Transcript

  • INNOVAZIONE E AMMINISTRAZIONE Linux e OpenSource Incontro della Sezione Comunale di Latina DS - Sinistra Giovanile
  • Innovazione e Amministrazione Mettere la tecnologia al servizio della comunità: diffondere conoscenza e saperi ● creare occupazione ● fare impresa ● diffondere benessere ●
  • Obiettivi Comprendere la rivoluzione digitale e la sua portata globale Individuarne dinamiche, attori e opportunità Delineare strategie per creare - partecipazione - sviluppo - servizi a cittadini e imprese
  • La rivoluzione digitale la rivoluzione digitale si basa sulla centralità del dato e della sua gestione i dati sono intorno a noi la gestione necessita la digitalizzazione
  • L'informatica oggi L'informatica abbatte le distanze e permette di agire in un ambiente globale: telefoni cellulari, posta elettronica, voip – servizi di pagamento, bancomat (telepass) – scienza e medicina (analisi, conoscenze) – Il dato digitale si muove alla velocità della luce e può essere replicato all'infinito quale influenza sulla vita delle comunità? • chi garantisce la democraticità di questi processi? •
  • Dove va la tecnologia? Chi indirizza lo sviluppo tecnologico in un sistema globalizzato? – il MERCATO i consumatori le merci le multinazionali
  • Dove va la tecnologia? e gli Stati? la politica spesso rinuncia al suo ruolo o è indirizzata dal potere economico
  • Mercato e nuove tecnologie La libertà è ammessa finchè non danneggia gli ● affari Le maggiori società di informatica collaborano col – governo cinese Nuove norme e nuovi indirizzi tecnologici tendono a ● rendere internet un luogo asimmetrico, di consumo e non di proposta. norme restrittive su proprietà intellettuale, che – limitano l'accesso alle informazioni accordi tra imprese per impedire l'utilizzo di – software “non autorizzati” (trusted computing)
  • La gestione dei dati oggi La gestione del dato assume maggiore rilevanza in occidente si consumano sempre più servizi e – “contenuti” i nostri dati e i nostri consumi delineano la nostra – identità (visa,gmail) L'informazione diviene una merce preziosa competizione per la gestione dei dati – gestione sempre più automatizzata – € volume d'affari in crescita –
  • Nuovi diritti Problematiche tipiche dei mercati monopoli nella gestione dei dati – tutela della “proprietà intellettuale” – conflitti fra diversi tipi di diritti – coscenza di nuovi diritti e problematiche diritto alla privacy – diritto di accesso – copyright © – brevetti –
  • Come salviamo i dati? I dati vengono salvati su disco in vari formati, che servono a descrivere il contenuto dei file Esistono due tipi di formati proprietari: frutto di una tecnologia posseduta – in esclusiva da un soggetto che ne mantiene segreto il funzionamento e può modificarla a proprio piacimento. aperti: sono quei formati le cui specifiche sono – rese pubbliche e documentate esaustivamente. Fonte: Indagine Conoscitiva sul Software Libero nella PA a cura del Ministero per Innovazione e le Tecnologie
  • Formati aperti e proprietari <cittadino> aVj!y?t?kk??A??[* <nome>Paolo</nome> ?B:lAkx;Hz*X!/,X{ <cognome>Rossi</cognome> ?Sm?X?@%ENw?F°”£$ </cittadino> =5K*FKAPG°#&/$=9A #:?U]4?t?X?L.0Ot? ?e?X??O'fJa&X???& U?*X?X??7#;.9h/?E L'informazione deve rimanere ● k>5???K?Z???Qs~N$ sempre accessibile. ?.ESJAXI{=<6vkil? :_?W?C9?$dCL|432# I formati proprietari limitano ● l'accesso all'informazione.
  • Formati aperti e proprietari Benefici dei formati aperti – accessibilità – indipendenza dalla soluzione Problemi dei formati proprietari – dipendenza da un fornitore e dalle sue strategie commerciali non accessibilità ai dati – problemi ad integrare infrastrutture – diverse
  • Formati aperti e proprietari L' Indagine Conoscitiva sul Software Libero nella Pubblica Amministrazione a cura del MIT riporta: “si auspica l'emanazione di norme che impongano alle PA di rendere i documenti disponibili[..] attraverso [...] più formati dei quali uno [...] aperto.”
  • ©opyright e Pubblico dominio Il copyright è il diritto concesso ad un “autore” di decidere le modalità di distribuzione di una sua opera. Sono sotto copyright: Il copyright ha una scadenza che dipende dal tipo di opera
  • ©opyright e Pubblico dominio Terminato il periodo di © l'opera diviene di pubblico dominio, ossia liberamente utilizzabile da tutti sono sotto pubblico dominio: Eccezioni al copyright: diritto di critica e di cronaca.
  • Software proprietario e software libero Il software è importante perchè tratta i dati, anche personali. In virtù del suo valore economico, anche il software è protetto da copyright. Esistono due categorie di software libero o open: software che [...] può essere – liberamente utilizzato, studiato, redistribuito, modificato proprietario: software dove l'utilizzo, la – redistribuzione e la modifica sono proibiti o richiedono un'autorizzazione
  • Free as in freedom dove nasce il software libero MIT anni 70-80, l'utilizzo di software proprietari – crea impedimenti alla ricerca si scrivono i primi programmi con licenza open – per essere liberi di utilizzarli e modificarli senza preoccuparsi di denuncie e segreti industriali software libero non significa software gratis, ma utilizzabile – studiabile – modificabile – redistribuibile –
  • Free software e publico dominio ci sono primcipalmente due tipi di licenze libere General Public License (GPL): obbliga chi modifica – il software a rendere pubbliche le modifiche Berkeley Software Development (BSD): chiede di – riconoscere la paternità del software software libero non è pubblico dominio non ci sono vincoli di utilizzo al software in – pubblico dominio.
  • Vantaggi del software libero qualità tecniche stabile: la pubblicità del codice sorgente fa in modo ● che gli errori vengano trovati e corretti in breve tempo sicuro: l'accessibilità del codice permette a ● chiunque di poter collaborare al miglioramento del programma (ex. tesi universitarie) qualità sociali (il software libero è patrimonio unesco) abbatte il digital divide perchè diffonde le ● conoscenze e abbatte i costi stimola uno sviluppo economico diffuso ● è trasparente: posso sapere esattamente cosa fa il ● programma (fondamentale se tratto dati personali).
  • Cos'è Linux? Linux è il più diffuso sistema operativo open source: è molto diffuso nel modo aziendale e per la gestione delle reti. Essendo libero e' gratuito, il suo utilizzo permette risparmi notevoli per la pubblica amministrazione.
  • Riassumendo La rivoluzione digitale cambia le nostre vite e le ● nostre relazioni eliminando le distanze. Se la politica non fa' il suo ruolo, si creano dei ● monopoli nella gestione delle informazioni. Un modo per rafforzare i monopoli è una visione ● sbagliata del copyright. La via democratica per la gestione dei dati passa ● per i formati aperti ed il software libero. Linux e gli altri software liberi contribuiscono allo ● sviluppo ed aiutano la PA ad abbassare i costi