Viaggio di istruzione a Ravenna

4,324
-1

Published on

Viaggio di istruzione a Ravenna
Classi: 5^ A – B
Sc. pr. G. Pascoli a.s. 2010-2011

Published in: Education, Spiritual, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
4,324
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Viaggio di istruzione a Ravenna

  1. 1. VIAGGIO DI ISTRUZIONE <ul><li>RAVENNA </li></ul><ul><li>20 maggio 2011 </li></ul><ul><li>Classi: 5^ A - B </li></ul><ul><li>Scuola Giovanni Pascoli </li></ul>
  2. 2. IL NOSTRO VIAGGIO… <ul><li>L’itinerario del viaggio </li></ul><ul><li>Mappa della città </li></ul><ul><li>Ravenna… Breve storia </li></ul><ul><li>La basilica di San Vitale  </li></ul><ul><li>Mausoleo di Galla Placidia </li></ul><ul><li>Basilica di Sant'Apollinare Nuovo </li></ul><ul><li>Basilica di Sant'Apollinare in Classe   </li></ul><ul><li>Giochiamo </li></ul>
  3. 3. L’itinerario del viaggio
  4. 4. Mappa della città
  5. 5. Ravenna… Breve storia <ul><li>Le origini di Ravenna si perdono nella leggenda. Originariamente, il Delta del Po era molto più vasto dell'attuale: si allargava in uno immenso intreccio di acquitrini, che occupavano gran parte del territorio orientale dell'Emilia. Fu proprio su una di queste isolette lagunari che sorse, nella preistoria, il villaggio su palafitte, da cui ebbe origine Ravenna. Alcuni storici ritengono che abbia un fondamento di verità la leggenda che considera i Tessali (la Tessaglia era un'antica regione greca) i primi abitanti, nel II millennio a. C., di alcune isole del cordone litoraneo; altri invece pensano sia stata fondata dagli Etruschi (il nome &quot;Ravenna&quot; infatti è di origine etrusca). </li></ul><ul><li>Notizie certe si hanno quando nel II° secolo a.C. buona parte della Valle Padana venne colonizzata da Roma e, di conseguenza, anche Ravenna divenne città romana. In quel tempo la sua posizione lagunare formata da varie isolette, garantiva una sicurezza per la popolazione e nello stesso tempo gli abitanti erano collegati con tutta la zona della terraferma. Dotata da Augusto del porto militare di Classe, destinato ad essere la principale base della flotta del Mediterraneo orientale, Ravenna diventò inespugnabile ed acquistò un'importanza notevole per la difesa dell'Impero. </li></ul>
  6. 6. <ul><li>Ravenna capitale </li></ul><ul><li>Il periodo più importante della storia di Ravenna inizia nel 402, quando divenne la capitale dell'Impero Romano d' Occidente. Fu proprio allora che sorsero i magnifici monumenti, per i quali Ravenna è ancor oggi celebre nel mondo; e fu allora che, divenuta erede di Roma, la città ebbe quell'importanza storica che doveva durare per molti secoli. Nel 476 l' Impero cadde e il re barbaro Odoacre assume il titolo di re d' Italia e sceglie ancora Ravenna come sede. </li></ul><ul><li>Nel 493 Ravenna è occupata da Teodorico. In questo periodo la città raggiunge il suo massimo splendore. Nel 540 entrò a Ravenna l'esercito bizantino comandato da Belisario e finisce così anche il regno dei Goti. Sotto l'influsso del nuovo Imperatore Giustiniano, che cullava il grande sogno di unire nuovamente l'oriente con l'occidente sia politicamente che culturalmente, la città conobbe un nuovo periodo di grande splendore. In quell'epoca essa superò la stessa Roma in magnificenza ed in bellezza. </li></ul><ul><li>Nel 1431 la città passò sotto l' influsso dei veneziani fino a quando nel 1500, tutta la Romagna divenne parte integrante dello Stato Pontificio il quale la privò della propria identità culturale. </li></ul><ul><li>Nel 1849 la città protesse la fuga di Garibaldi inseguito dagli Austriaci. Il 13 giugno del 1859 insorse contro il dominio della Chiesa e nel marzo dell'anno successivo, finalmente si unì alla Patria. Dopo l'unità di Italia le cose non sembrano cambiare molto fino alla ricostruzione del dopoguerra. Nel XX sec. la città si ampliò in ogni direzione, con nuovi quartieri residenziali e commerciali, tanto da essere il secondo comune d'Italia per espansione, dopo Roma.  </li></ul>
  7. 7. La basilica di San Vitale  <ul><li>La  basilica di San Vitale  è una delle chiese più famose di Ravenna, perfetta opera d'arte paleocristiana e bizantina. </li></ul><ul><li>Di pianta ottagonale ; si presenta all'esterno in laterizio. </li></ul><ul><li>Il punto più importante è situato nell'abside, dove due angeli in volo a mosaico reggono il simbolo della croce, similmente alla calotta dell'abside dove quattro angeli tengono un medaglione con l'Agnello sacrificale sullo sfondo azzurro . </li></ul><ul><li>I più importanti mosaici si trovano ai lati dell'altare e presentano i due celebri pannelli: l'Imperatore Giustiniano e Teodora circondati dalle rispettive corti. </li></ul><ul><li>Altri due mosaici, più in alto, mostrano il  Sacrificio di Abramo  e il  vescovo Ecclesio che dona un modello della basilica. </li></ul><ul><li>Ulteriori scene sono quelle che rappresentano i sacrifici di Abele e Melchisedech . </li></ul>
  8. 15. Mausoleo di Galla Placidia <ul><li>Il  Mausoleo di Galla Placidia  monumento fatto edificare da Galla Placida verso metà del V secolo, si trova a Ravenna, poco distante dalla Basilica di San Vitale. </li></ul><ul><li>Piccola costruzione a forma di   croce latina , poiché il braccio longitudinale dell'ingresso è leggermente più lungo degli altri; guardando però nel complesso il mausoleo si ha la sensazione di centralità, come se fosse a croce greca e lo spazio è dominato dalla cupola posta all'incrocio dei bracci. </li></ul><ul><li>Presenta un esterno in modesta struttura in laterzio. </li></ul><ul><li>Il Mausoleo è decorato da una serie di mosaici, fra i più antichi della città. </li></ul><ul><li>La cupula domina lo spazio interno, affiancata sui lati da quattro lunette; altre tre lunette si trovano alle estremità dei bracci, mentre le Volte a botte dei bracci sono coperte da un tappeto stilizzato di fiori a sfondo azzurro. </li></ul><ul><li>La cupola è dominata dalla Croce in una volta di stelle , su sfondo blu. </li></ul><ul><li>Le lunette della cupola presentano coppie di santi e di apostoli, con le braccia alzate in adorazione verso il centro ideale dell'edificio, la Croce. </li></ul><ul><li>Nella lunetta sopra l'ingresso si trova il mosaico con la rappresentazione del  Buon Pastore , Cristo, raffigurato seduto su una roccia e circondato da pecore che si rivolgono tutte verso di lui. </li></ul><ul><li>Nella lunetta di fondo, san Lorenzo sulla graticola, davanti a un armadietto che contiene i Vangeli. Nelle lunette laterali, cervi fra tralci di arbusti e colombe che bevono alla fonte (simbolo delle anime cristiane che si abbeverano alla grazia divina). </li></ul>
  9. 22. Basilica di Sant'Apollinare Nuovo <ul><li>La basilica fu fatta erigere dal re goto Teodorico nel 505. Fu la chiesa palatina di Teodorico. </li></ul><ul><li>Esternamente si presenta con una facciata a capanna, realizzata in laterizio. </li></ul><ul><li>Nella parte anteriore sinistra rispetto alla Basilica, si innalza verso il cielo un campanile dalla pianta circolare, anch'esso in mattoni. </li></ul><ul><li>L’interno, diviso in tre navate, è decorato con meravigliosi e coloratissimi mosaici. </li></ul><ul><li>Nella scena dell’Ultima Cena nella fascia inferiore, sulla parete di destra (guardando verso l'altare), è rappresentato il famoso  Palazzo di Teodorico riconoscibile dalla scritta latina PALATIUM (Palazzo) nella parte bassa del timpano. </li></ul><ul><li>Sulla parete di fronte è raffigurato invece il porto di Classe, che in quel tempo era il più grande di tutto l‘Adriatico. </li></ul>
  10. 23. <ul><li>Sulla sinistra, i tasselli del mosaico compongono la figura di tre imbarcazioni allineate verticalmente, che sostano sull'acqua azzurra e calma del porto protette da una coppia di alte torri in pietra. Continuando verso destra, si possono osservare le alte e possenti mura merlate cittadine, all'interno delle quali si intravedono vari edifici notevolmente stilizzati: un anfiteatro, un portico, una basilica, una costruzione civile a pianta centrale coperta da un tetto conico. Sopra la porta d'ingresso alla città, sull'estrema destra, si leggono le parole latine: CIVI CLASSIS ( Città di Classe ). </li></ul><ul><li>Le contrapposte processioni di  Santi Martiri  e  Sante Vergini, evidenziano alcuni dei caratteri dell'arte propria dell‘Impero d’Oriente quali: la ripetitività dei gesti, la preziosità degli abiti, la quasi monocromia degli sfondi (un abbagliante oro), l'impiego degli elementi vegetali a scopo puramente riempitivo e ornamentale. </li></ul>
  11. 29. Basilica di Sant'Apollinare in Classe    <ul><li>La  basilica di Sant'Apollinare in Classe  è una basilica situata a circa 5 chilometri dal centro di Ravenna. </li></ul><ul><li>La basilica è a tre navate . </li></ul><ul><li>A sinistra della chiesa c'è il campanile del IX secolo che si alza con la sua forma cilindrica.  </li></ul><ul><li>All'interno della basilica le pareti sono spoglie, eccetto la zona absidale, ricoperta da un &quot;manto policromo&quot; di mosaici. </li></ul><ul><li>Nella zona absidale superiore, è raffigurato  Cristo  dentro un medaglione circolare. Ai suoi lati stanno i simboli alati degli evangelisti: l'Aquila (Giovanni), l'Uomo alato (Matteo), il Leone (Marco), il Vitello (Luca). </li></ul><ul><li>La zona sottostante presenta alle estremità le raffigurazioni di due città che hanno le mura adorne di pietre preziose: sono Gerusalemme e Betlemme, dalle quali escono i dodici apostoli rappresentati come agnelli. </li></ul><ul><li>Nella parte superiore un grande disco racchiude un cielo stellato nel quale risalta una croce gemmata, che reca all'incrocio dei bracci il volto di Cristo. Sopra la croce si vede una mano che esce dalle nuvole: è la mano di Dio. </li></ul><ul><li>Nella zona più bassa si estende una verde valle fiorita, dove ci sono rocce, cespugli, piante e uccelli. Al centro si innalza solenne la figura di sant’Apollinare, primo vescovo di Ravenna. </li></ul>
  12. 35. Giochiamo.. <ul><li>DIMMI SE… LO SAI!! </li></ul><ul><li>In quale regione si trova Ravenna? </li></ul><ul><li>Ravenna è capoluogo di regione? </li></ul><ul><li>Quale fiume incontreremo nel nostro viaggio? </li></ul><ul><li>Dove sfocia? E con quale tipo di foce? </li></ul><ul><li>Che notizie si hanno sulle origini di Ravenna? </li></ul><ul><li>Perché i Romani scelsero Ravenna come capitale dopo Roma? </li></ul>
  13. 36. <ul><li>ACROSS </li></ul><ul><li>The colour of strawberries. </li></ul><ul><li>It’s a fruit. </li></ul><ul><li>I … blue eyes. </li></ul><ul><li>the number after seven. </li></ul><ul><li>The first month of the year. </li></ul><ul><li>How many noses have you got? </li></ul><ul><li>the last day of the week. </li></ul><ul><li>DOWN </li></ul><ul><li>Our Journey </li></ul>

×