RILIEVI SISMICI A RIFLESSIONE  con il metodo VIBROSEIS
Permesso di ricerca “Ponte del Diavolo”
Geotec S.p.A. <ul><li>La Geotec nasce nel 1974 operando nel settore delle ricerche geofisiche </li></ul>Acquisizioni Geofi...
1° STRATO 2° STRATO GEOFONI CHE COS’E’ LA SISMICA A RIFLESSIONE? <ul><li>Una “RADIOGRAFIA”  del sottosuolo:  </li></ul><ul...
Come si realizza un Rilievo Sismico a Riflessione con il metodo Vibroseis? <ul><li>Scouting </li></ul><ul><li>Permitting <...
PROGETTAZIONE 2.Definizione della spaziatura tra i punti di energizzazione 1. Definizione della spaziatura tra le stazioni...
<ul><li>Indagine 3D: </li></ul>geofoni energizzazioni
Mappa del rilievo “Ponte del Diavolo”
SCOUTING <ul><li>Individua le caratteristiche territoriali e ambientali </li></ul>Presenza di vincoli naturalistici e paes...
PERMITTING <ul><li>Richiesta delle autorizzazioni agli enti </li></ul><ul><li>Acquisizione delle mappe tematiche </li></ul...
OPERAZIONI TOPOGRAFICHE Rilevamento topografico dei punti di energizzazione e registrazione, con il posizionamento di picc...
Coordinate teoriche Coordinate reali
Nel posizionamento dei punti vibrata, i topografi si attengono alle seguenti distanze di sicurezza dai diversi manufatti, ...
OPERAZIONE DI STENDIMENTO/RACCOLTA CAVO Lo stendimento dei cavi e geofoni avviene manualmente tramite il personale che seg...
<ul><li>In corrispondenza di strade e di centri abitati si adottano soluzioni per evitare disagi e pericoli alla popolazio...
REGISTRAZIONE DATI SISMICI <ul><li>Le   operazioni di acquisizione dati avvengono con il registratore SN428XL montato su d...
L’osservatore controlla l’efficienza dei cavi precedentemente stesi in campagna.  Dopo aver accertato che il gruppo dei vi...
<ul><li>Vibroseis:  Massa vibrante montata su autocarro </li></ul><ul><li>Peso: 16 tonnellate </li></ul><ul><li>Lunghezza:...
Controllo contatto radio Le energizzazione avviene  in superficie mediante l’impiego di 4 vibroseis sincronizzati disposti...
 
 
Avanzamento della registrazione del dato sismico
CONTROLLO QUALITA’ ED ELABORAZIONE DATI SISMICI Controllo di qualità e processing del dato acquisito per assicurare il ris...
I rilievi sismici sono uno strumento fondamentale per esplorare le  caratteristiche geologiche e le risorse del nostro sot...
GRAZIE PER L'ATTENZIONE
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

3D Seismic Imaging

1,010 views
904 views

Published on

3d seismic imaging

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,010
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
11
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Per incarico della società AleAnna Resources, la Geotec realizzerà un rilievo sismico a riflessione, denominato “Ponte del Diavolo” ubicato nella provincia di Ferrara e che interesserà parti del territorio dei comuni indicati in figura, per un area complessiva di circa 150 kmq. Il permesso di ricerca è stato conferito ad AleAnna dal Ministero dello Sviluppo Economico con D.M. 2 febbraio 2009, previa delibera della Giunta regionale dell’Emilia Romagna n°1338/2007 che ha espresso parere favorevole al conferimento dopo l’espletamento della procedura di verifica (screening) ambientale. Per l’esecuzione del rilievo sismico AleAnna ha ottenuto l’autorizzazione dell’ente minerario competente UNMIG – Ufficio Nazionale Minerario Idrocarburi e Geotermia – sede di Bologna.
  • Da decenni impegnata nell’acquisizione di rilievi sismici, in Italia e all’estero, eseguendo lavori non solo per le maggiori aziende italiane in campo energetico (ENI, EDISON, ENEL) ma anche per Università e Istituti di ricerca.
  • Il metodo si basa sulla proprietà delle onde elastiche che propagandosi nel terreno subiscono delle riflessioni quando incontrano strati con caratteristiche diverse in termini di densità e proprietà fisiche generali. Le onde riflesse ritornano verso la superficie e vengono registrati da strumenti chiamati geofoni collegati da cavi telemetrici disposti secondo appositi allineamenti. La registrazione di tali onde viene poi elaborato per ottenere le immagini che ci permettono di interpretare le caratteristiche e l’assetto del sottosuolo
  • 560 m distanza tra linee sorgenti 440 m distanza tra linee ricevitori
  • 3D Seismic Imaging

    1. 1. RILIEVI SISMICI A RIFLESSIONE con il metodo VIBROSEIS
    2. 2. Permesso di ricerca “Ponte del Diavolo”
    3. 3. Geotec S.p.A. <ul><li>La Geotec nasce nel 1974 operando nel settore delle ricerche geofisiche </li></ul>Acquisizioni Geofisiche su terraferma Indagini Geologiche-Geotecniche del Sottosuolo Esplorazione Mineraria Ingegneria del Sottosuolo
    4. 4. 1° STRATO 2° STRATO GEOFONI CHE COS’E’ LA SISMICA A RIFLESSIONE? <ul><li>Una “RADIOGRAFIA” del sottosuolo: </li></ul><ul><li>Obiettivo della sismica a riflessione è la ricostruzione delle strutture geologiche del sottosuolo, in termini di assetto, geometria e stima della profondità. </li></ul>
    5. 5. Come si realizza un Rilievo Sismico a Riflessione con il metodo Vibroseis? <ul><li>Scouting </li></ul><ul><li>Permitting </li></ul><ul><li>Operazioni Topografiche </li></ul><ul><li>Operazioni di Energizzazione/Registrazione dati sismici </li></ul><ul><li>Controllo Qualità ed Elaborazione dati </li></ul><ul><li>Progettazione </li></ul><ul><li>Liquidazione danni </li></ul>
    6. 6. PROGETTAZIONE 2.Definizione della spaziatura tra i punti di energizzazione 1. Definizione della spaziatura tra le stazioni di ricevitori 3. Determinazione del numero di punti di energizzazione e di stazioni per garantire gli obbiettivi della ricerca Analisi tecnica per stabilire i parametri di registrazione
    7. 7. <ul><li>Indagine 3D: </li></ul>geofoni energizzazioni
    8. 8. Mappa del rilievo “Ponte del Diavolo”
    9. 9. SCOUTING <ul><li>Individua le caratteristiche territoriali e ambientali </li></ul>Presenza di vincoli naturalistici e paesaggistici Presenza centri abitati Geomorfologia Vegetazione e Colture Accessibilità area indagine Sopralluoghi preliminari per ottimizzare i tracciati sismici e indagine geomorfologica ed ambientale del territorio
    10. 10. PERMITTING <ul><li>Richiesta delle autorizzazioni agli enti </li></ul><ul><li>Acquisizione delle mappe tematiche </li></ul><ul><li>Contatti e accordo con i proprietari dei terreni interessati </li></ul><ul><li>Stima e rimborso danni </li></ul>
    11. 11. OPERAZIONI TOPOGRAFICHE Rilevamento topografico dei punti di energizzazione e registrazione, con il posizionamento di picchetti di legno (con nastro rosso per i punti di vibrata e bianco per i punti dei ricevitori)
    12. 12. Coordinate teoriche Coordinate reali
    13. 13. Nel posizionamento dei punti vibrata, i topografi si attengono alle seguenti distanze di sicurezza dai diversi manufatti, dedotte da uno studio, nell’area di lavoro, delle vibrazioni indotte dai vibroseis e secondo la normativa DIN 4150. 78,0 61,1 44,2 32,5 40,3 36,4 32,5 28,6 Opere Sensibili (cat. 03) 40,3 36,4 32,5 26,0 32,5 26,0 19,5 19,5 Opere Civile Abitazione (cat. 02) 32,5 29,9 26,0 19,5 26,0 19,5 15,6 13,0 Opere Industriali (cat. 01) 4 Vib 3 Vib 2 Vib 1 Vib 4 Vib 3 Vib 2 Vib 1 Vib 80 % (High Force) 40 % (Low Force) Categorie di Costruzione [def. DIN 4150] DISTANZE MINIME DI SICUREZZA (m)
    14. 14. OPERAZIONE DI STENDIMENTO/RACCOLTA CAVO Lo stendimento dei cavi e geofoni avviene manualmente tramite il personale che segue i tracciati topografici. GEOFONO
    15. 15. <ul><li>In corrispondenza di strade e di centri abitati si adottano soluzioni per evitare disagi e pericoli alla popolazione: </li></ul><ul><li>passacavi </li></ul><ul><li>attraversamenti aerei </li></ul><ul><li>geofoni raggruppati in sacchi di sabbia </li></ul><ul><li>utilizzo di sottopassaggi esistenti </li></ul>
    16. 16. REGISTRAZIONE DATI SISMICI <ul><li>Le operazioni di acquisizione dati avvengono con il registratore SN428XL montato su di un laboratorio mobile chiamato “Registro” </li></ul>
    17. 17. L’osservatore controlla l’efficienza dei cavi precedentemente stesi in campagna. Dopo aver accertato che il gruppo dei vibro sia nella corretta posizione e pronto all’energizzazione, avvia il programma di vibrata. Automaticamente il laboratorio acquisisce le registrazioni. Terminata la registrazione giornaliera l’osservatore provvede a trasferire i dati all’ufficio per i controlli di qualità e per l’elaborazione preliminare .
    18. 18. <ul><li>Vibroseis: Massa vibrante montata su autocarro </li></ul><ul><li>Peso: 16 tonnellate </li></ul><ul><li>Lunghezza:7,35 m </li></ul><ul><li>Larghezza circa 2,20m </li></ul><ul><li>Altezza: 3,25 m </li></ul>OPERAZIONE DI ENERGIZZAZIONE
    19. 19. Controllo contatto radio Le energizzazione avviene in superficie mediante l’impiego di 4 vibroseis sincronizzati disposti in fila. Processo di vibrata: i 4 vibroseis immettono energia tramite una piastra appoggiata al terreno che emette una vibrazione continua per un periodo di tempo determinato (circa 12-16 sec) in un intervallo di frequenza che può variare tra 5 e 100 Hz.
    20. 22. Avanzamento della registrazione del dato sismico
    21. 23. CONTROLLO QUALITA’ ED ELABORAZIONE DATI SISMICI Controllo di qualità e processing del dato acquisito per assicurare il rispetto dei parametri imposti dal progetto e a valutare la qualità del dato sismico
    22. 24. I rilievi sismici sono uno strumento fondamentale per esplorare le caratteristiche geologiche e le risorse del nostro sottosuolo Le attività sismiche hanno la caratteristica di poter adattare la tecnica di acquisizione alle locali esigenze del territorio e quindi il grado di compatibilità ambientale di questo tipo di cantiere è sempre significativamente elevato. Tutto il personale coinvolto nelle fasi lavorative è adeguatamente formato al fine di utilizzare elevati standard di sicurezza e sensibilizzato alle problematiche civili e ambientali. CONSIDERAZIONI FINALI
    23. 25. GRAZIE PER L'ATTENZIONE

    ×