• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Limite nella Filosofia - Festa Inquietudine 2010
 

Limite nella Filosofia - Festa Inquietudine 2010

on

  • 2,836 views

Tra le due concezioni del limite – classica e cristiana - oscilla il soggetto moderno soprattutto nella nostra epoca di illimitatezza esasperata in cui le nuove tecnologie e i nuovi media hanno ...

Tra le due concezioni del limite – classica e cristiana - oscilla il soggetto moderno soprattutto nella nostra epoca di illimitatezza esasperata in cui le nuove tecnologie e i nuovi media hanno compresso il tempo e vanificato lo spazio fino a condurre al rifiuto dell'idea della fine, del confine e del limite, e con essa e dell'idea della morte.

Statistics

Views

Total Views
2,836
Views on SlideShare
2,783
Embed Views
53

Actions

Likes
0
Downloads
20
Comments
0

4 Embeds 53

http://lacivetta.wordpress.com 26
http://www.slideshare.net 13
http://www.circoloinquieti.it 13
https://twitter.com 1

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Limite nella Filosofia - Festa Inquietudine 2010 Limite nella Filosofia - Festa Inquietudine 2010 Presentation Transcript

    • festa dellÊinquietudine III edizione 14 – 15 –16 maggio 2010 Finale Ligure SV, Riviera delle Palme Il Limite in Filosofia Francesca Rigotti
    • Executive Summary La Festa dell'Inquietudine è un evento performativo di Cultura & Intrattenimento dedicato alla “Inquietudine”. La Festa è strutturata su 5 gruppi di eventi: Dibattiti & Incontri Mostre & Spettacoli Inquieto InquietaMente Inquietus Celebration dell’Anno Agli eventi partecipano personalità di primo piano del mondo Culturale, Scientifico e dello Spettacolo italiano e mondiale. Filo conduttore del 2010: “Inquietudine & Limite” in Filosofia Matematica Scienza & Specie Sport Economia Tecnologia & Organizzazioni & Vita, Aldilà, & Risorse Ingegneria Leadership Altri Mondi Sede: Complesso Monumentale di Santa Caterina a Finalborgo e Fortezza di Castelfranco a Finalmarina Periodo: 14 - 15 -16 Maggio 2010. 2
    • Contenuti Festa dell’Inquietudine • Festa dell’Inquietudine 2010 • Inquietudine & Limite in … • Andare oltre … Limite in Filosofia Inquietudine & Limite Positività del Limite e svolta cristiana L’epoca della Illimitatezza Doppia valenza del Limite Luoghi della Festa dell’Inquietudine 2010 Organizzazione della Festa dell’Inquietudine 2010 • Eventi • Inquieto dell’anno Citazioni & Links Inquieti Channels 3
    • Evento performativo di Cultura e Intrattenimento dedicato alla “Inquietudine” 4
    • inquietudine è conoscenza e crescita culturale e sentimentale inquietudine non caratterizza solo chi vive stati d’angoscia o d’ansia inquietudine avvolge e pervade chi ama, chi è tormentato dalla creatività artistica, chi ha desiderio di conoscenza, chi è pervaso dal dubbio, chi è affascinato dal mistero, chi è sedotto dalla vita, chi partecipa ai drammi dell’umanità contemporanea e, ancor più, chi ne è afflitto direttamente. 5
    • Festa dell’Inquietudine 2010 Limite 1. Linea che divide 2. Punto estremo a cui può arrivare qualcosa 3. Termine che non si può o non si deve superare [anche in senso figurato] * Nella III edizione della Festa dell’Inquietudine si lavora sulla relazione: «inquietudine e limite» * fonte: www.dizionario-italiano.it 6
    • Inquietudine & Limite in … Filosofia Sport Matematica Tecnologia & Ingegneria Economia, Risorse, Organizzazioni & Ambiente, Situazioni Leadership Vita, Altri Mondi, Scienza & Specie Aldilà 7
    • “PLVS VLTRA”, andare oltre … «Viviamo in un’epoca in cui tutto sembra “superabile”: dalle prestazioni sportive alle acquisizioni scientifiche, fino alla stessa “specie umana” ». «Per noi, del Circolo degli Inquieti, è ovvio pensare che sia l’inquietudine a spingere l’uomo al limite e, magari, oltre ». “PLVS VLTRA” (Plus Ultra) in latino significa “andare oltre”, superare i propri limiti, in contrapposizione all'altro motto latino “NEC PLVS VLTRA” (Nec Plus Ultra), "non più avanti“, che indica il limite estremo. 8
    • Sono andati oltre … Della mitologia di Eracle-Ercole ci piace quel sentenzioso “Nec plus ultra” scolpito sulle Colonne omonime. Veniva dopo imprese straordinarie in cui l’Eroe aveva sfidato e vinto divinità e mostri; e indicava un limite. Ma ancor più ci affascinano coloro che quelle Colonne hanno superato! Ulisse, Cristoforo Colombo ma anche Platone che “oltre” vi colloca la perduta Atlantide. 9
    • Plus Ultra Ci piace, persino, Carlo V del Sacro Romano Impero (Carlos I de España ) che trasforma il divieto in incoraggiamento ad andare oltre; e “Plus ultra” diventa il suo motto». Fonte: wikipedia 10
    • Filosofia Inquietudine & Limite Positività del Limite e svolta cristiana L’epoca della Illimitatezza Doppia valenza del Limite Francesca Rigotti 11
    • Francesca Rigotti Nata a Milano nel 1951. Dopo aver insegnato presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Göttingen, è attualmente docente presso la Facoltà di Comunicazione della Università della Svizzera Italiana. Ha pubblicato diverse monografie dedicate alla metaforologia filosofico-politica e all’etica. I suoi saggi sono apparsi su numerose riviste italiane e straniere. Attualmente ha in preparazione un saggio sulla creatività. Svolge attività di consulenza editoriale e di recensione libraria, soprattutto per Il Sole24 Ore. Tra le sue ultime pubblicazioni ricordiamo Gola. La passione dell’ingordigia. I 7 vizi capitali (Il Mulino, 2008), Le piccole cose di Natale. Un’interpretazione laica (Interlinea, 2008), Il pensiero delle cose (Apogeo, 2007), Il pensiero pendolare (Il Mulino , 2006), Agli estremi della filosofia ( Tre Lune, 2005) e La filosofia delle piccole cose (Interlinea, 2004). 12
    • Inquietudine & Limite L’uomo contemporaneo vive oscillando tra una concezione “positiva” del limite di derivazione classica e una di impron- ta cristiana che indica imperfezione e mancanza. Esistono limiti ingiusti e limiti che offrono opportunità. Forse nessun altro tema si lega così opportunamente all'inquietudine come quello del limite. Il soggetto moderno vive la condizione di «essere costantemente al limite, al di là del limite, nel limite, e proprio per questo in grado di sostenere il limite, di tenerlo fermo come limite tra la scena e il mondo» (Bruno Morosini) 13
    • Positività del Limite Oggi avvertiamo il concetto di limite in maniera prevalentemente negativa, intendendolo come costrizione, impedimento, soffocamento. Il realtà tale concetto ebbe nel passato, soprattutto nel pensiero greco classico, una connotazione marcatamente positiva. La «limitatezza» non alludeva per gli antichi greci a una imperfezione o a una privazione quanto a una condizione di pienezza, quella della forma conchiusa tenuta insieme dal limite (péras) come da una benda, una fascia, una cintura che cinge l'essere permettendogli di realizzarsi nella sua forma compiuta e perfetta: limite dunque come fattore di legge, ordine e perfezione. 14
    • La svolta cristiana Nel pensiero cristiano, dove l'universo non è già sempre tutto dato ab aeterno bensì creato nel tempo da un creatore perfetto, le posizioni si invertono: l'onnipotente, onnisciente, increato, necessario, perfetto, non può che aggiungere ai suoi attributi quello di infinito. Così l'uomo creato, contingente e imperfetto non potrà che essere finito, e pertanto limitato. Nel pensiero cristiano il limite diventa segno di dipendenza, imperfezione e mancanza. 15
    • L’epoca della Illimitatezza L’epoca della Illimitatezza Tra queste due concezioni – classica e cristiana - oscilla il soggetto moderno soprattutto nella nostra epoca di illimitatezza esasperata in cui le nuove tecnologie e i nuovi media hanno compresso il tempo e vanificato lo spazio fino a condurre al rifiuto dell'idea della fine, del confine e del limite, e con essa e dell'idea della morte. Per molti la necessità è morta, vincoli e limiti non esistono o sono superabili, i contratti comunque annullabili, le relazioni di lavoro effimere e sostituibili, le parole d'onore ridicole. Eppure, anche se Internet ci illude, facendoci credere che tempo e spazio non finiscono mai, tempo e spazio sono lì, duri come i sassi, e finiscono eccome. 16
    • La percezione del tempo La percezione del tempo e dello spazio e dello spazio Le immagini di tempo e spazio si modificano continuamente grazie alle analisi della fisica e della filosofia; La percezione del tempo e dello spazio muta e altera i nostri comportamenti, ma essi ci sono sempre e anche se la speranza di vita dei popoli ricchi si è enormemente allungata non siamo ancora divenuti immortali come gli dei greci; e anche se la globalizzazione riuscirà a farci credere che siamo in grado di invadere tutto il globo, anche il globo finisce perché è solo una sfera, rotonda e conchiusa. 17
    • Ananke o la necessità Il soggetto moderno avverte sia il bisogno di protezione e sicurezza offerto dal limite sia la tensione a superarlo. Il vincolo del limite tiene insieme ma allo stesso tempo può stringere fino a soffocare. Non è un caso che la dea greca della necessità porti il nome di Ananke, termine che indicava il cappio, la corda, l'anello al collo del bestiame. L'uomo vincolato e limitato in tutto dalla necessità non è altri infatti che una bestia al giogo priva di vie d'uscita, e l'anello che la stringe un legame che non può essere infranto e dal quale non si può liberare. 18
    • Etimologia di Ananke Significativo è anche il fatto che l'etimologia del termine greco anánke rimandi a una radice semitica chananke basata su tre consonanti, hnk. Ad essa sono collegati il greco àncho («strangolare») ma anche il germanico eng («stretto»), da cui Angst («paura»), i latini angor, angustus, angina, l'italiano angoscia. Anche l'etimologia proposta da Platone nel Cratilo collega il termine anánke a una situazione di strettezza. La parola è costruita, spega Platone, «ad immagine del cammino lungo gli ánke (gole), poché questi, essendo impraticabili, aspri e selvosi, trattengono dall'andare». 19
    • Doppia valenza del Limite Il limite/vincolo/confine sempre si presenta a noi con una doppia valenza, positiva e negativa. Ci sono limiti che stringo- Ma ci sono anche vincoli no e costringono, che che offrono opportunità, sono ingiusti e prevarica- vincoli che «aiutano a tori e che vanno spezzati, crescere» e a superare anzi che tutti, in quanto paradossalmente il limite cittadini, dovremmo stesso. impegnarci a spezzare. Come il filo che Arianna … ma dall'altra, in offre a Teseo per farlo quanto filo del ragiona- uscire dal labirinto: che mento e bandolo della da una parte, in quanto matassa, aiuta a ritro- filo, fune e legame, vare la strada per uscire vincola e lega; … dal labirinto stesso. 20
    • Aneddoto di Cleante Come l'anello, che da … in forma di corona o di una parte è giogo e ghirlanda (concessa per collare di schiavitù e esempio al vincitore dei dall'altra, … giochi olimpici), è imma- gine di premio e di esaltazione della vittoria. Per meglio chiarire questo punto si può ricorrere a un aneddoto di origine stoica ripreso dal grande saggista del 500, Montaigne, nei suoi Saggi: “come diceva Cleante [filosofo stoico, III° sec a.c.], nello stesso modo in cui la voce, racchiusa nella stretta canna di una tromba esce più acuta e più forte…” 21
    • Limiti che offrono opportunità La canna, vuol dire Montaigne*, comprime l'aria, la limita e la vincola, ma la fa anche uscire più forte e squillante. Che limiti e vincoli abbiano la stretta funzione di quella stretta canna? Nell'ambito dell'arte, tipi particolari di costrizioni (le dimensioni di un dipinto, la struttura di un sonetto, il tempo di un'esecuzione musicale) si sono sempre rivelate produttive e hanno stimolato la creatività. Per quanto riguarda la vita quotidiana, chi non sa che l'avere a disposizione poco tempo è una sfida a trasformarlo in tempo ricco e produttivo? * Michel Eyquem de Montaigne (Bordeaux, 28 febbraio 1533 – Saint-Michel- de-Montaigne, 13 settembre 1592) filosofo, scrittore e politico francese 22
    • Luoghi della Festa Finale Ligure, “locus finalis” Finalborgo Finalmarina Ci piace pensare che, per tre giorni, le Colonne della Conoscenza segneranno lì il luogo di confine. 23
    • Complesso monumentale di Santa Caterina a Finalborgo Chiuso tra mura medievali ancora ben conservate, intervallate da torri semi- circolari e interrotte solo in corrispondenza delle porte, il Borgo di Finale (Finalborgo da Burgum Finarii, terra di confine (ad fines) ai tempi dei Romani) offre al visitatore una sensazione di protezione e raccoglimento. 24
    • Fortezza di Castelfranco a Finalmarina www.scalo.org/images/finaliu.jpg Il complesso fortilizio, che risale alla seconda metà del XIV secolo, si articola in una pianta a forma stellata, a stretto contatto con l'abitato del centro di Finale. Castelfranco fu attivo come fortezza ancora nel 1745, quando respinse l'attacco di quattordici navi inglesi. Dal 1938 è di proprietà del Comune di Finale Ligure. 25
    • Organizzazione della Festa Comitato promotore: Città di Finale Ligure Fondazione A. De Mari - Cassa di Risparmio di Savona Provincia di Savona Turismo in Liguria Ideazione e organizzazione: Circolo degli Inquieti di Savona 26
    • Eventi Dibattiti e Incontri: promozione dell’Inquietudine come condizione dell'essere umano e sinonimo di conoscenza e crescita culturale. Mostre & Spettacoli: proposizione di aspetti difformi di creatività artistica. InquietaMente: progetti innovativi e inquieti dedicati ai giovani e alle imprese. Inquietus Celebration (IV edizione): “celebrazione” di personalità inquiete che si sono distinte per l'elevata vivacità intellettuale e sentimentale in ambiti specifici dell'attività umana. Inquieto dell'Anno (XIII edizione): “celebrazione” della personalità che si è contraddistinta per il suo essere inquieto. 27
    • Inquieto dell’anno “Anno” Edizione Celebrazione Inquieto dell’Anno 2009 XIII 2010 ? 2008 XII 2009 Don Luigi Ciotti 2007 XI 2008 Milly & Massimo Moratti 2006 X 2007 Raffaella Carrà 2005 IX 2006 Règis Debray 2004 VIII 2005 Costa Gavras 2003 VII 2004 Oliviero Toscani 2002 VI 2003 Barbara Spinelli 2001 V 2002 Antonio Ricci 2000 IV 2001 Gino Paoli 1998 III 1999 Francesco Biamonti 1997 II 1998 Gad Lerner 1996 I 1997 Carmen Llera Moravia 28
    • Inquieto dell'Anno 2008 29
    • Citazioni & Link Il logo del Circolo è di Ugo Nespolo www.nespolo.com Il logo della Festa è di Oliviero Toscani - La Sterpaia www.lasterpaia.it Le foto della Festa sono di Emilio Rescigno www.emiliorescigno.it 30
    • 31
    • Arrivederci alla Festa … L’atmosfera unica di Finale Ligure, del suo storico Borgo e di Varigotti nonché della Riviera di Ponente, la curiosità degli eventi proposti durante la festa e i sapori della cucina e del buon vino ligure renderanno i tre giorni della festa davvero indimenticabili. 32