Your SlideShare is downloading. ×
0
“Misurare” la qualità della vita urbana dei bambini: un modello basato sul capability approach, di Ivan Blečić, Arnaldo Cecchini, Valentina Talu
“Misurare” la qualità della vita urbana dei bambini: un modello basato sul capability approach, di Ivan Blečić, Arnaldo Cecchini, Valentina Talu
“Misurare” la qualità della vita urbana dei bambini: un modello basato sul capability approach, di Ivan Blečić, Arnaldo Cecchini, Valentina Talu
“Misurare” la qualità della vita urbana dei bambini: un modello basato sul capability approach, di Ivan Blečić, Arnaldo Cecchini, Valentina Talu
“Misurare” la qualità della vita urbana dei bambini: un modello basato sul capability approach, di Ivan Blečić, Arnaldo Cecchini, Valentina Talu
“Misurare” la qualità della vita urbana dei bambini: un modello basato sul capability approach, di Ivan Blečić, Arnaldo Cecchini, Valentina Talu
“Misurare” la qualità della vita urbana dei bambini: un modello basato sul capability approach, di Ivan Blečić, Arnaldo Cecchini, Valentina Talu
“Misurare” la qualità della vita urbana dei bambini: un modello basato sul capability approach, di Ivan Blečić, Arnaldo Cecchini, Valentina Talu
“Misurare” la qualità della vita urbana dei bambini: un modello basato sul capability approach, di Ivan Blečić, Arnaldo Cecchini, Valentina Talu
“Misurare” la qualità della vita urbana dei bambini: un modello basato sul capability approach, di Ivan Blečić, Arnaldo Cecchini, Valentina Talu
“Misurare” la qualità della vita urbana dei bambini: un modello basato sul capability approach, di Ivan Blečić, Arnaldo Cecchini, Valentina Talu
“Misurare” la qualità della vita urbana dei bambini: un modello basato sul capability approach, di Ivan Blečić, Arnaldo Cecchini, Valentina Talu
“Misurare” la qualità della vita urbana dei bambini: un modello basato sul capability approach, di Ivan Blečić, Arnaldo Cecchini, Valentina Talu
“Misurare” la qualità della vita urbana dei bambini: un modello basato sul capability approach, di Ivan Blečić, Arnaldo Cecchini, Valentina Talu
“Misurare” la qualità della vita urbana dei bambini: un modello basato sul capability approach, di Ivan Blečić, Arnaldo Cecchini, Valentina Talu
“Misurare” la qualità della vita urbana dei bambini: un modello basato sul capability approach, di Ivan Blečić, Arnaldo Cecchini, Valentina Talu
“Misurare” la qualità della vita urbana dei bambini: un modello basato sul capability approach, di Ivan Blečić, Arnaldo Cecchini, Valentina Talu
“Misurare” la qualità della vita urbana dei bambini: un modello basato sul capability approach, di Ivan Blečić, Arnaldo Cecchini, Valentina Talu
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

“Misurare” la qualità della vita urbana dei bambini: un modello basato sul capability approach, di Ivan Blečić, Arnaldo Cecchini, Valentina Talu

600

Published on

Sesta Conferenza Nazionale in Informatica e Pianificazione Urbana e Territoriale

Sesta Conferenza Nazionale in Informatica e Pianificazione Urbana e Territoriale

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
600
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
9
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  1. Laboratorio di Analisi e Modelli per la Pianificazione Dipartimento di Architettura, Design, Urbanistica Facoltà di Architettura - Università di Sassari Qualità della vita urbana e capability approach : verso una definizione operativa delle capabilities urbane dei bambini INPUT 2010 Potenza, 13–15 settembre 2010 Ivan Blečić, Arnaldo Cecchini, Valentina Talu
  2. Costruire uno strumento per la “misurazione” della qualità della vita urbana basato sulla teoria del capability approach , utile per la valutazione delle politiche urbane sulla promozione della qualità della vita. INPUT 2010 Potenza, 13–15 settembre 2010 Obiettivo della ricerca
  3. <ul><li>Il capability approach: concetti chiave </li></ul><ul><li>Qdv urbana e capability approach </li></ul><ul><li>Uno strumento per la misurazione della qdv urbana basato sul capability approach : requisiti e struttura concettuale </li></ul><ul><li>La qdv urbana dei bambini: un primo tentativo di applicazione del modello ad Alghero </li></ul><ul><li>Prospettive e questioni aperte </li></ul>Struttura della presentazione INPUT 2010 Potenza, 13–15 settembre 2010
  4. Functionings Capabilities Stati o azioni che l’individuo raggiunge o fa. Acquisizioni effettive dell’individuo. Ciò che l’individuo è in grado di poter essere o poter fare. Il capability-set di un individuo è l’insieme delle combinazioni alternative di functionings che può scegliere e acquisire e rappresenta dunque la sua libertà di acquisire. 1. Il capability approach: concetti chiave (1/2) Lo spazio di valutazione del benessere individuale è lo spazio dei functionings e delle capabilities. INPUT 2010 Potenza, 13–15 settembre 2010
  5. 1. Il capability approach: concetti chiave (2/2) L’acquisizione del benessere è un processo di interazione dell’individuo con il contesto: all’interno di questo processo, le risorse disponibili sono uno strumento per ottenere il benessere Il livello di benessere che un individuo può raggiungere dipende dalla sua capacità di convertire i beni in suo possesso in benessere <ul><li>Il processo di conversione è influenzato da (Sen, 2009): </li></ul><ul><li>caratteristiche personali dell’individuo </li></ul><ul><li>condizioni ambientali </li></ul><ul><li>clima sociale </li></ul><ul><li>modelli di comportamento </li></ul>INPUT 2010 Potenza, 13–15 settembre 2010
  6. 2. Qualità della vita urbana e capability approach (1/2) <ul><li>Per le discipline che si occupano del progetto della città. </li></ul><ul><li>guardare alle capabilities , ovvero alla libertà di acquisire il benessere, e non solo ai functionings , ovvero al benessere acquisito. </li></ul><ul><li>considerare le capabilities individuali , ovvero l’effettiva possibilità per ciascun individuo di “usare” la città , invece di rilevarne le caratteristiche intrinseche e assumere che queste si convertano automaticamente in un determinato livello di capabilities </li></ul>INPUT 2010 Potenza, 13–15 settembre 2010
  7. Gli strumenti correntemente utilizzati per misurare la qdv urbana spesso fanno riferimento a numero o dimensione di un paniere di luoghi, servizi e opportunità disponibili nella città. 2. Qualità della vita urbana e capability approach (2/2) I contributi che guardano la città attraverso le lenti del CA sono pochi. Quelli che lo fanno in maniera implicita spesso non ne colgono la complessità e l’essenza. Quelli che lo fanno in maniera esplicita non arrivano a definire un vero e proprio strumento per la misurazione della qdv urbana INPUT 2010 Potenza, 13–15 settembre 2010
  8. Capability = Ability + Opportunity ( Magni, 2006) Ci concentriamo sulle capabilities che sono direttamente condizionate dalla forma e dall’organizzazione della città (“urban capabilities”). L’azione pubblica può agire sulle urban capabilities individuali, nello specifico, sulla componente di queste capabilities che Magni chiama opportunity . Per rilevare le capabilities si identificano per ciascuno dei functionings considerati gli eventuali ostacoli, reali o anche solo percepiti, che limitano tale esercizio (Anand, 2009; Nussbaum, 2002; Saith 2001) 3. Uno strumento per misurare la qdv urbana basato sul CA (1/3) INPUT 2010 Potenza, 13–15 settembre 2010
  9. (1) Adozione di una prospettiva individuale (2) Definizione operativa (parziale) del concetto di capability (3) Spazializzazione delle informazioni (dati e valutazioni) 3. Uno strumento per misurare la qdv urbana basato sul CA (2/3) INPUT 2010 Potenza, 13–15 settembre 2010 CAPABILITIES Abitazione Ambiente Salute Lavoro/Istruzione Gioco Partecipazione
  10. <ul><li>Le capabilities sono misurate per l’ individuo e in riferimento alle 3 proprietà </li></ul><ul><li>disponibilità (“ quanto è presente/disponibile?”) </li></ul><ul><li>qualità (“ come è organizzato/qual è il livello di qualità?) </li></ul><ul><li>accessibilità (“ come, con quale mezzo e quanto spesso è accessibile? ”) </li></ul><ul><li>dei luoghi, dei servizi e delle infrastrutture presenti nella città. </li></ul>2. Ciascuna proprietà è misurata su una scala ordinale (ad es. 1,2,3); il “livello” di ciascuna capability si ottiene aggregando i valori assunti dalle tre proprietà (ad es. prodotto prestazioni convertite con un metodo Borda) 3. Uno strumento per misurare la qdv urbana basato sul CA (3/3) INPUT 2010 Potenza, 13–15 settembre 2010
  11. Scopo dell’indagine pilota è testare il questionario, la procedura di somministrazione e la metodologia di analisi dei dati, in vista dell’indagine che verrà effettuata nel corso dell’anno scolastico 2010/2011 che coinvolgerà un campione significativo di bambini delle scuole primarie di Alghero e di alcuni quartieri di Sassari 47 questionari somministrati (70 distribuiti) ai genitori dei bambini di 3 classi terze (3 scuole: Fertilia, S. Agostino, Sacro Cuore) capability GIOCO 4. Un primo tentativo di applicazione: la qdv urbana dei bambini INPUT 2010 Potenza, 13–15 settembre 2010
  12. 4. Un primo tentativo di applicazione: la qdv urbana dei bambini <ul><ul><li>Domanda 1.1 (disponibilità + qualità) </li></ul></ul><ul><ul><li>Nella prima colonna della tabella sottostante sono riportati alcuni luoghi della città dove i bambini giocano. Può succedere, però, che i bambini non possano giocare in questi luoghi a causa di ostacoli diversi. Abbiamo riportato alcuni di questi possibili ostacoli nelle altre colonne della tabella. Ti chiediamo di indicare quanto ognuno degli ostacoli limita la possibilità di tuo figlio di giocare nei luoghi indicati. </li></ul></ul>INPUT 2010 Potenza, 13–15 settembre 2010
  13. 4. Un primo tentativo di applicazione: la qdv urbana dei bambini One-way analysis p-value=0.0352 Kruskal-Wallis test p-value=0.1093 Disponibilità - qualità INPUT 2010 Potenza, 13–15 settembre 2010 0.318 0.0 0.2 0.4 0.6 0.8 1 0.521 0.608 0.689 0.547 0.735
  14. 4. Un primo tentativo di applicazione: la qdv urbana dei bambini <ul><ul><li>Domanda 1.3 (accessibilità) </li></ul></ul><ul><ul><li>Indica quanto spesso tuo figlio utilizza i mezzi di trasporto indicati nelle colonne per raggiungere i luoghi di gioco. </li></ul></ul>INPUT 2010 Potenza, 13–15 settembre 2010   A piedi Bicicletta Mezzo pubblico Automobile o moto Parchi urbani, giardini Mai Talvolta Spesso Mai Talvolta Spesso Mai Talvolta Spesso Mai Talvolta Spesso Natura (bosco, spiaggia, ...) Mai Talvolta Spesso Mai Talvolta Spesso Mai Talvolta Spesso Mai Talvolta Spesso Strade, piazze, cortili Mai Talvolta Spesso Mai Talvolta Spesso Mai Talvolta Spesso Mai Talvolta Spesso Ludoteche Mai Talvolta Spesso Mai Talvolta Spesso Mai Talvolta Spesso Mai Talvolta Spesso Casa degli amici Mai Talvolta Spesso Mai Talvolta Spesso Mai Talvolta Spesso Mai Talvolta Spesso
  15. 4. Un primo tentativo di applicazione: la qdv urbana dei bambini One-way analysis p-value=0.0352 Kruskal-Wallis test p-value=0.1093 Disponibilità - qualità Accessibilità One-way analysis p-value=0.0031 Kruskal-Wallis test p-value=0.0197 INPUT 2010 Potenza, 13–15 settembre 2010 0.318 0.0 0.2 0.4 0.6 0.8 1 0.521 0.608 0.689 0.547 0.735 0.366 0.0 0.2 0.4 0.6 0.8 1 0.201 0.265 0.289 0.331 0.138
  16. 4. Un primo tentativo di applicazione: la qdv urbana dei bambini One-way analysis p-value=0.0352 Kruskal-Wallis test p-value=0.1093 One-way analysis p-value=0.0031 Kruskal –Wallis test p-value=0.0197 One-way analysis p-value=0.762 Kruskal-Wallis test p-value=0.7745 Disponibilità - qualità Accessibilità INPUT 2010 Potenza, 13–15 settembre 2010 0.318 0.0 0.2 0.4 0.6 0.8 1 0.521 0.608 0.689 0.547 0.735 0.366 0.0 0.2 0.4 0.6 0.8 1 0.201 0.265 0.289 0.331 0.138 0.356 0.0 0.2 0.4 0.6 0.8 1 0.361 0.436 0.443 0.427 0.396
  17. <ul><li>Selezione delle dimensioni del benessere (capabilities) </li></ul><ul><li>Scelta di luoghi, servizi, opportunità urbane per dimensione </li></ul><ul><li>Coinvolgimento dei bambini </li></ul><ul><li>Stima delle sinergie fra le dimensioni del benessere </li></ul><ul><li>Definizione di una metodologia per ottenere indagini significative ed effettivamente replicabili </li></ul><ul><li>Estensione dell’indagine ad altri gruppi </li></ul><ul><li>Definizione delle modalità di integrazione delle informazioni raccolte mediante il questionario con i dati disponibili </li></ul><ul><li>Stima degli effetti delle politiche urbane sulle capabilities individuali </li></ul>5. Prospettive e questioni aperte INPUT 2010 Potenza, 13–15 settembre 2010
  18. Grazie per l’attenzione! INPUT 2010 Potenza, 13–15 settembre 2010 [email_address] [email_address] [email_address]

×