Il Primo Miglio (startup non siete sole!)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

Il Primo Miglio (startup non siete sole!)

  • 2,669 views
Uploaded on

"Fare startup" ormai va di moda. Essere uno startupper è quasi uno status symbol. Ma la distanza che separa gli aspiranti startupper dal successo è spesso molto lunga e costellata di errori che ne......

"Fare startup" ormai va di moda. Essere uno startupper è quasi uno status symbol. Ma la distanza che separa gli aspiranti startupper dal successo è spesso molto lunga e costellata di errori che ne possono minare le prospettive.
A volte troppi per potercela fare con le sole proprie competenze, energie e risorse.

Ecco quindi che entrano in gioco una moltitudine di "cavalieri bianchi" in soccorso degli imprenditori più meritevoli: incubatori, acceleratori d'impresa, business angel. Tutti attori dell'ecosistema dell'innovazione italiano che accompagnano le startup nei primi passi della propria attività.

Quali sono gli errori più comuni in fase di avvio di una startup, quali sono gli attori che aiutano i team nel "primo miglio" della loro avventura imprenditoriale, che servizi offrono e come possono concretamente aumentare le possibilità di successo degli imprenditori?

Di questo e di molto altro si parla nella tavola rotonda su "Il primo miglio", organizzata da Francesco Inguscio (Nuvolab) insieme ai protagonisti di riferimento nel panorama italiano (in ordine alfabetico):
- Acceleratore d'Impresa PoliMi (incubatore pubblico)
- IAG (business angels network)
- Innovation Factory di Area Science Park (parco scientifico tecnologico)
- M31 (incubatore privato)
- Uqido (case study)

More in: Technology
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
No Downloads

Views

Total Views
2,669
On Slideshare
2,461
From Embeds
208
Number of Embeds
3

Actions

Shares
Downloads
63
Comments
2
Likes
5

Embeds 208

http://www.scoop.it 171
http://www.linkedin.com 30
https://www.linkedin.com 7

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. CH STARTUP19 Il primo miglio Startup Festival 2011 23 Settembre 2011
  • 2. AgendaAgenda I.  Introduzione: la situazione II.  Le aggravanti III.  La speranza IV.  Ospiti V.  Ultime considerazioni 2
  • 3. Il primo miglio e il primo pezzo di strada… Il “primo miglio” è… quel tratto iniziale del percorso di sviluppo imprenditoriale che va dalla buona idea all’avvio della operations di una startup. Servono: formazione imprenditoriale, analisi di fattibilità, valutazione tecnologica, assistenza tecnica ed economica…e molto altro ancora… Le restanti miglia sono… la distanza che separa una startup promettente da un’azienda che ha saputo mantenere le promesse. PRIMO MIGLIO 3 Fonte: Private Equity Partners, 2007
  • 4. … una strada che per le startup è molto lunga Startup tecnologiche (stima) Aziende classiche Fonte: The Illusions of Entrepreneurship: The Costly Myths that Entrepreneurs, Investors, and Policy Makers Live By 4 Copyright © 2011 Nuvolab - All Rights Reserved
  • 5. I 18 errori che uccidono le startup (secondo PaulGraham, fondatore di Y-Combinator) If you make something users want, youll probably be fine, whatever else you do or dont do. And if you dont make something users want, then youre dead, whatever else you do or dont do. So really this is a list of 18 things that cause startups not to make something users want. Nearly all failure funnels through that. 1.  Single Founder 10.  Having No Specific User in Mind 2.  Bad Location 11.  Raising Too Little Money 3.  Marginal Niche 12.  Spending Too Much 4.  Derivative Idea 13.  Raising Too Much Money 5.  Obstinacy 14.  Poor Investor Management 6.  Hiring Bad Programmers 15.  Sacrificing Users to Profit 7.  Choosing the Wrong Platform 16.  Not Wanting to Get Your Hands Dirty 8.  Slowness in Launching 17.  Fights Between Founders 9.  Launching Too Early 18.  A Half-Hearted EffortFonte: http://www.paulgraham.com/startupmistakes.html 5 Copyright © 2011 Nuvolab - All Rights Reserved
  • 6. Le 20 principali cause di “morte prematura” per unastartup (secondo ChubbyBrain, database VC e BA)Fonte: http://www.chubbybrain.com/blog/top-reasons-startups-fail-analyzing-startup-failure-post-mortem/ 6 Copyright © 2011 Nuvolab - All Rights Reserved
  • 7. Errori fatali per una startup: top 20 1.  Being inflexible and not actively seeking or using customer feedback  45% 2.  Building a solution looking for a problem, i.e., not targeting a “market need”  30% 3.  Not the right team  30% 4.  Poor Marketing  28% 5.  Ran out of cash  25% 6.  I got this product. Now I just need a business model  25% 7.  Release product at the wrong time  20% 8.  Lack Passion and Domain Expertise  19% 9.  Do not cut your losses a la Pivot at the right time  19% 10.  A “User Un-Friendly” Product  16%Fonte: http://www.chubbybrain.com/blog/top-reasons-startups-fail-analyzing-startup-failure-post-mortem/ 7 Copyright © 2011 Nuvolab - All Rights Reserved
  • 8. Errori fatali per una startup: top 20 (continua) 11.  Pricing Issues  16% 12.  Do not use your connections  16% 13.  Disharmony with Investors/Co-founders  12% 14.  Lose Focus – Distracted by Shiny Objects  12% 15.  Burn Out  12% 16.  Get outcompeted  10% 17.  Be unable to Attract Investors  6% 18.  Location, Location, Location  6% 19.  Not working on it full time  6% 20.  Start the company at the wrong time  6%Fonte: http://www.chubbybrain.com/blog/top-reasons-startups-fail-analyzing-startup-failure-post-mortem/ 8 Copyright © 2011 Nuvolab - All Rights Reserved
  • 9. AgendaAgenda I.  Introduzione: la situazione II.  Le aggravanti III.  La speranza IV.  Ospiti V.  Ultime considerazioni 9
  • 10. Fare business in Italia: conseguenze di una sceltainfelice    …. Prima di noi (80°): Cipro (37°), Slovenia (42°),    Azerbaijan (54°), Ghana (67°), Namibia (69°),   Tonga (71°), Zambia (76°), Bahamas (77°)… e   l’Albania si avvicina (82°)    Copublication - The World Bank and the  International Finance Corporation - 2011     10  
  • 11.  Fare business in Italia: i trend (2006-2011)                                 11
  • 12. Fare business in Italia: dettaglio dei 9 indicatori                        12 
  • 13. Fare business in Italia: dettaglio dei 9 indicatori 13
  • 14. AgendaAgenda I.  Introduzione: la situazione II.  Le aggravanti III.  La speranza IV.  Ospiti V.  Ultime considerazioni 14
  • 15. It’s a long way home, ma non siamo soli New York, April, 2011 RESEARCH IN ITALY “If you want to go quickly, Land of « Hidden gems » How and Where to Invest in Italian Scientific go alone. and Technological Excellence second edition If you want to go far, go together.” (Proverbio Africano) 15 Copyright © 2011 Nuvolab All Rights Reserved.
  • 16. Ci sono ottimi compagni di viaggio che aiutano lestartup nel loro primo miglio di strada (e oltre) Esempi: n  Business angel  smart money n  Incubatori d’impresa  la fabbrica delle startup n  TTO  dall’università all’impresa n  PST  i “distretti” delle startup n  Advisor  i jolly n  … 16 Copyright © 2011 Nuvolab All Rights Reserved.
  • 17. AgendaAgenda I.  Introduzione: la situazione II.  Le aggravanti III.  La speranza IV.  Ospiti V.  Ultime considerazioni 17
  • 18. Oggi con noi BAN PST CASE STUDY INCUBATORI PRIVATI INCUBATORI UNIVERSITARI 18 Copyright © 2011 Nuvolab All Rights Reserved.
  • 19. AgendaAgenda I.  Introduzione: la situazione II.  Le aggravanti III.  La speranza IV.  Ospiti V.  Ultime considerazioni 19
  • 20. Ultime considerazioni n  Tavola rotonda sulle soluzioni, più che sui problemi n  Focus sulle attività più che sui soggetti n  Esempi concreti n  Domande dal pubblico su bisogni reali n  (Followup) n  Obiettivo: scrollarsi di dosso gli “alibi” 20 Copyright © 2011 Nuvolab - All Rights Reserved
  • 21. Grazie per l’attenzione Francesco Inguscio francesco.inguscio@nuvolab.com
  • 22. IL PRIMO MIGLIODELLE HIGH TECH STARTUPIl primo miglioStartup Festival23 Settembre 2011Milano M31 Italia Srl www.m31.com e-mail info@m31.com Tel. +39 049.781.18.11 Fax +39 049.781.18.99
  • 23. M31 è COMPANY ENGINEERING M31 progetta ed avvia imprese nel campo tecnologico: ● trasformando giovani ricercatori e dottori di ricerca in imprenditori ● valorizzando la ricerca universitaria ed i talenti del territorio ● selezionando ed identifcando le più innovative e promettenti tecnologie ● creando una rete di imprenditori, business angels, università, aziende intorno alle sue startup Once upon a... Timeline 2006 - M31 2010 - M31 USA 2011 - work in progress..M31 Italia Srl © 2010-2011www.m31.com / P.IVA 04447620289 2
  • 24. IL GRUPPO DI STELLE DELLA GALASSIA M31 M31 supporta la creazione e la rapida crescita di nuove aziende innovative operanti nei campi biomedicale, delle telecomunicazioni e dellinformatica avanzata.M31 Italia Srl © 2010-2011www.m31.com / P.IVA 04447620289 3
  • 25. LA SFIDA DI M31 M31 è un ecosistema imprenditoriale avanzato, basato su un modello di "innovazione aperta" allinterno del quale le startup crescono e, dove possibile, collaborano al fne di raggiungere il successo dellimpresa. I SERVIZI DI M31 Incubation function - condivisione di spazi e di uffci Financing Function – da seed a 2nd + rounds Management function – pianifcazione strategica ed esecuzione Garante - coordinamento tra aziende, enti, istituti bancari e fnanziariM31 Italia Srl © 2010-2011www.m31.com / P.IVA 04447620289 4
  • 26. TEAMWORK e AFFIANCAMENTO MANAGERIALE costante COSA GARANTISCE M31 ? ● supporto nella stesura del business plan e del piano di impresa ● defnizione delle strategie aziendali Entrepreneurship is ● costante affancamento e formazione a state of mind.. manageriale del team but it can be taught ● gestione nelle fasi critiche del business ● management recruitment ● condivisione del network di contatti ● approccio win-winM31 Italia Srl © 2010-2011www.m31.com / P.IVA 04447620289 5
  • 27. TRASFERIMENTO TECNOLOGICO di valore COSA GARANTISCE M31 ? ● studio e valutazione critica della tecnologia ● selezione delle tecnologie commerciabili Technology or product: e di valore that is the question! ● da tecnologia, a prototipo per arrivare al prodotto ● marketing strategico ● proprietà intellettuale e brevetti ● ricerca e defnizione di partnership strategiche, affancamento con enti di ricerca e laboratori ● apertura ai mercati internazionali (M31usa)M31 Italia Srl © 2010-2011www.m31.com / P.IVA 04447620289 6
  • 28. INVESTIMENTI e CONTROLLO COSA GARANTISCE M31 ? ● high tech startup richiede alto sforzo economico ● condivide il rischio dimpresa con le startup Million dollar startup ● investe direttamente nei progetti in modalità seed e refll ● ricerca ulteriori investimenti ● controllo di gestione ● pianifcazione fnanziariaM31 Italia Srl © 2010-2011www.m31.com / P.IVA 04447620289 7
  • 29. IL GRUPPO M31 OGGI - Settembre 2011 Dal 2006 M31 ha lanciato 6 startup. Dipendenti e collaboratori: circa 80. Raccolta patrimoniale dai soci in M31: 5 milioni di Euro. Investimenti di terzi nelle imprese del Gruppo M31: altri 3 milioni di Euro. Fatturato di gruppo 2010: 3.2 milioni. Fatturato di gruppo atteso nel 2011: maggiore di 9 milioni. In Centervue, Adaptica, Uqido e Adant stanno entrando fondi di venture a partecipazione pubblica, nazionali e stranieri riconoscendo una valutazione complessiva di circa 14 milioni di Euro. Case history a breve con Uqido!M31 Italia Srl © 2010-2011www.m31.com / P.IVA 04447620289 8
  • 30. GRAZIE DELLATTENZIONE RICCARDO.FONTANELLI@M31.COMIL PRIMO MIGLIODELLE HIGH TECH STARTUP M31 Italia Srl www.m31.com e-mail info@m31.com Tel. +39 049.781.18.11 Fax +39 049.781.18.99
  • 31. Un’idea diventa impresa Prima del primo miglio: Innovation FactoryDott. Fabrizio Rovatti – Direttore Innovation Factory s.c.a r.l. -1-
  • 32. Campus di Padriciano Campus di Basovizza 1. Parco Scientifico Tecnologico 2. Ente di RicercaCampus di Gorizia Basilicata Innovazione vigilato dal MIUR -2-
  • 33. Ente di Ricerca: principali attivitàPrincipali attività•  Trasferimento tecnologico•  Alta formazione imprenditoriale•  Networking internazionale•  Coordinamento degli Enti di Ricerca della Regione•  Sviluppo del parco scientifico e tecnologico -3-
  • 34. -4-
  • 35. Innovation Factory Innovation Factory è un “incubatore di primo miglio” che accoglie “gruppi di sviluppo” provenienti dalla ricerca o dall’industria interessati a realizzare un proprio progetto di impresa basata su nuove competenze e idee innovative. Mette a disposizione:•  spazi adeguatamente attrezzati•  servizi di consulenza e assistenza (manageriale, tecnica, ...)•  supporto economico per lo sviluppo del progetto d’impresa•  apertura e accompagnamento verso il mercato dei capitali•  formazione tecnica e imprenditoriale … IDEE e PERSONE… -5-
  • 36. A chi si rivolgeRicercatori di università e enti di ricerca interessati avalorizzare i risultati delle proprie ricerche attraverso lacostituzione di uno spin-off in Friuli Venezia Giulia;Giovani interessati a valorizzare un’idea imprenditorialeinnovativa;Imprenditori interessati a diversificare la propria attivitàcon l’obiettivo di creare una nuova impresa nel FriuliVenezia Giulia. -6-
  • 37. Il processo di supporto in sintesiFase 1. Valutazione e selezione dell’idea imprenditorialeIl futuro imprenditore sottopone al comitato tecnico-scientifico di Innovation Factory unadescrizione della propria idea imprenditoriale e un piano di attività propedeutico allanascita della nuova impresa. La valutazione avviene sia dal punto di vista tecnico che dalpunto di vista imprenditoriale.Fase 2. Pre-incubazioneUna volta accolta la proposta e sottoscritta una convenzione per l’avvio e la gestione del“Gruppo di Sviluppo” della futura impresa, Innovation Factory mette a disposizione spaziadeguatamente attrezzati e avvia le diverse attività progettate. Innovation Factory assisteil futuro imprenditore offrendo i servizi e le risorse necessarie per concludere consuccesso il percorso che porta alla creazione di una nuova impresa.Fase 3. Costituzione dell’impresaNel momento in cui sussistono le condizioni di sostenibilità economica e autonomiaoperativa, il proponente e Innovation Factory costituiscono la nuova impresa. InnovationFactory assume una partecipazione nella nuova società con una quota di minoranza, evengono previsti meccanismi di way-out entro un triennio dalla costituzione. -7-
  • 38. Il processo di pre-incubazione 100% 60% 20% 15% The mile up to the first one = pre-seed phase“START-UP TO BE” candidates “START UP TO BE” “START-UP” first mile = seed phase innovation entrepreneur Job #1 potential potential = first order evaluation criteria -8-
  • 39. Life Cycle di una start up company Supporto tecnico, imprenditoriale e finanziario: ai gruppi di sviluppo alle start-up USCITA Start up risk Start up price Stage 1 Stage 2 Stage 3 Stage 4 Stage 5 Stage 6SELEZIONE • Idea • Brevetti Primo Prime Mercato • Vendita innov. • Prototipi prodotto vendite stabile • IPO • Attività da lanciare sul • … R&D mercato Pre-seed Seed Start up Expansion Incubatori “classici” Innovation Factory -9-
  • 40. Dall’idea al Business PlanMancanza diun mercato Opportunity … Piano Strategico Risorse … Idea insufficienti Business Model Business Plan Tratto da Verstraete, Saporta, 2006 - 10 -
  • 41. Processo di pre-incubazioneMancanza diun mercato Opportunity … Piano Strategico Valutazione e Raccolta selezione Pre- Creazione idee idee incubazione impresa Risorse … Idea insufficienti Business Model Business Plan - 11 -
  • 42. Il percorso: dal Business Dream al Business Plan Formazione imprenditoriale Scouting e Sviluppo del Creazione Venture valutazione Progetto dell’impresa Capital Supporto tecnico, imprenditoriale e finanziario“Business Dream” Business Plan IF supporta IF supporta il Gruppo di Sviluppo l’impresa 1 – 1,5 anni 1 – 3 anni - 12 -
  • 43. Business ModelOsterwalder, 2010 - 13 -
  • 44. UscitaAlla fine del periodo di pre-incubazione del Gruppo di sviluppo:Alcune milestones Non si costituisce l’impresa, enon sono state Innovation Factory perderaggiunte l’investimento L’imprenditore e Innovation Factory costituiscono la Start up; l’imprenditoreSuccesso ha sempre il controllo della società, IF è socio di minoranza - 14 -
  • 45. RisultatiAd ora:•  Innovation Factory ha valutato più di 90 idee imprenditoriali•  Sono stati preincubati 16 Gruppi di Sviluppo•  Tre di questi hanno fondato la società AMPED s.r.l 90 16 14 3 modeFinance s.r.l. g&life s.r.l. 100% 60% 20% 15% The mile up to the first one = pre-seed phase “START-UP TO BE” candidates “START UP TO BE” “START-UP” first mile = seed phase innovation entrepreneur Job #1 potential potential = first order - 15 -
  • 46. Contatti dott. Fabrizio Rovatti Innovation Factory s.c.r.l.Consorzio per lAREA di ricerca scientifica e tecnologica di Trieste Padriciano, 99 - 34149 Trieste e.mail: segreteria@innovationfactory.it tel. +39 040 3756720 - 16 -
  • 47. Acceleratore d’Impresathe Business Incubator of the Politecnico di Milano September 2011©
  • 48. The Business Incubator Acceleratore d’Impresa is the Business Incubator of the Politecnico di Milano managed by the Fondazione Politecnico di Milano. Key Facts: v Founded in 2000 v Supported by the Municipality of Milan v Located on 3 Campuses in Lombardy v Strong collaborations with Italian VCs & BAs v Strong focus on internationalization 2September 2011©
  • 49. Mission To promote and support high-tech and industrial entrepreneurship, creating synergies with university and markets for the development of the territory 3September 2011©
  • 50. Main Sponsors 4 September 2011©
  • 51. How we Work we look for bringing our finding Business Network Entrepreneurs Ideas supporting Investments Technologies Talents Product and Business Development Start-Up Go to Market 5 September 2011©
  • 52. Research Labs 1 Students Ideas ScoutingEntrepreneurs Companies 2 Academia Ideas and Team Pre-Incubation Companies Validation 3 Start-Up phase Incubation Product Development 4 Business Go to Market Post-Incubation Network Internationalization 6 September 2011©
  • 53. Internationalization Silicon Valley Boston Area Shanghai 7 September 2011©
  • 54. Our Start-Ups 61 Companies in 11 Years 8 September 2011©
  • 55. Our Entrepreneurs what they studied Engineering (no Architecture POLI) 3% (no Poli) 1% Philosophy 1% Information Other 8% Science 1% Graduated Mathematics Students POLIMI 1% 72%High School 6%Economics 5% Law 2% 9 September 2011©
  • 56. Our Entrapreneurs their previous job University Research Assistant students 9% Assistants 12% Professors 8% Phd students 7%Professors 12% Employees 22% Graduated 21% Entrepreneurs 9% 10 September 2011©
  • 57. I2P Idea To Product We support the Development of High-Potential Prototypes for Global MarketsIdeas/Labs Prototypes Markets 11 September 2011©
  • 58. 468 Business Ideas & 340 Business Plans collected in 8 years 12September 2011©
  • 59. Contacts Acceleratore d’Impresa Politecnico di Milano Via Durando, 38/A 20158 Milano T: +39 02 2399 2991 F: +39 02 2399 2990 Email: acceleratore@ai.polimi.itSeptember 2011©
  • 60. “Primo Miglio”23 Settembre 2011 i www.italianangels.net
  • 61. Italian Angels for Growth! I l Gruppo parte nel Dicembre 2007 con 9 soci fondatori!  IAG conta ad oggi 90 soci con competenze in tutti i principali settori di innovazione! Sono stati effettuati 11 investimenti, 3 secondi Round e 3 investimenti   individuali, per complessivi € 4.100.000 nei settori Internet, Biotech, Medicale, Elettronica, ICT, Agro-Ambiente, New Media e CleanTech! Ad oggi 32 deal hanno ricevuto un commitment dai soci per un totale di €   12.2 milioni. 2
  • 62. Cosa cerca IAGSettori: generalisti, a condizione che in IAG ci sia almeno un angel esperto nel settore.Fase di intervento: talvolta seed, anche se è preferibile aver raggiunto la fase di start-up;facciamo anche development capital in coinvestimento con altri investitoriTipo di azienda: start-up (0 a 2 mil € di fatturato) che abbiano un elevatissimo potenzialedi crescita e scalabilità, che permettano di arrivare almeno a 5-10 mil € di fatturato alterzo-quinto anno.Innovazione: forte innovazione proprietaria, spesso tecnologica, di prodotto o di processoche permetta di individuare un vantaggio competitivo sostenibile nel tempo, in settori siainnovativi che tradizionali.Investimento: da 300.000 a 800.000 € circa, con possibilità di co-investimento in roundfino a 2 Mil €.Area geografica: Italia, in zone facilmente raggiungibili da almeno un socio. Estero, inzone geograficamente vicine o interrelate al mercato italiano. 3
  • 63. Contributi alle startup!   Apporto di capitale di rischio!   Esperienza nel settore industriale di riferimento!   Esperienza gestionale nella fase di startup!   Relazioni e contatti Alcuni esempi: 4
  • 64. © Italian Angels for Growth – www.italianangels.net
  • 65. BUSINESS MODELthis creates the business opportunity UQIDO is valuable for: • waiting room • users • nearby services these give us the money
  • 66. FULL TIME JOB n°1
  • 67. THINK GLOBAL. ACT LOCAL. n°2 MILESTONES MONTHLY REPORTS OUT OF THE TECHNICAL GAME
  • 68. EXPERTISE n°3WHAT DO THEY WANT FROM ME? SHOULD I TRUST THEM?
  • 69. REPUTATION n°4“YOU CAN’T BUILD A REPUTATION ON WHAT YOU ARE GOING TO DO” HENRY FORD
  • 70. ATTRACT INVESTORS n°5
  • 71. SPEED IS EVERYTHING WHAT’S A STARTUP? DON’T BE THE BOTTLE NECK
  • 72. piermattia.avesani@uqido.com +39 049 781 1811 SMAU 19-20-21 OCTOBER