Laboratorio di Informatica - Lezione 7 (Classi V)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

Laboratorio di Informatica - Lezione 7 (Classi V)

  • 1,448 views
Uploaded on

Lezione 7 del Laboratorio di Informatica, classi V. Docente: Cataldo Musto, Liceo Classico "A.Oriani", Corato (BA)

Lezione 7 del Laboratorio di Informatica, classi V. Docente: Cataldo Musto, Liceo Classico "A.Oriani", Corato (BA)

More in: Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
1,448
On Slideshare
1,312
From Embeds
136
Number of Embeds
4

Actions

Shares
Downloads
32
Comments
0
Likes
0

Embeds 136

http://informaticaoriani.blogspot.com 95
http://informaticaoriani.blogspot.it 29
http://www.informaticaoriani.blogspot.com 11
http://www.informaticaoriani.blogspot.it 1

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Laboratorio di Informatica Lezione 7 - Classi V Liceo Classico “A.Oriani” - Corato - A.S. 2010/11 20.gen.11 docente: Cataldo Musto
  • 2. Via! 2/25 Basi di Dati e Microsoft Access Concetti introduttivi, modello relazionale Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 3. A cosa servono? 3/25•Cosa è una base di dati ? •Anche se può sembrare un termine nuovo, quotidianamente interagiamo con delle basi di dati •Per semplificare, chiamiamoli “archivi” :-) Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 4. A cosa servono? 4/25• Cosa è una base di dati ? • Anche se può sembrare un termine nuovo, quotidianamente interagiamo con delle basi di dati • Per semplificare, chiamiamoli “archivi” :-) • Rubrica telefonica • Film di una videoteca • Libri di una biblioteca • Pazienti dell’ospedale • ...anche Internet è una base di dati! Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 5. Diamo una definizione 5/25 “ Una base di dati è una particolare tipologia di archivio in cui vengono immagazzinate informazioni di tipo omogeneo, al fine di semplificare la memorizzazione e il ritrovamento delle informazioni “ Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 6. Basi di Dati 6/25• Una base di dati è un archivio dove immagazziniamo informazioni. • Quali sono i requisiti? • Le informazioni devono essere di tipo omogeneo • Omogeneo: di tipo uguale. Ciò significa che in un archivio di libri possono essere memorizzati solo dei libri. In una rubrica telefonica solo dei contatti, ecc. • La base di dati deve essere organizzata in modo tale da facilitare l’accesso e il ritrovamento delle informazioni • Facciamo un esempio! Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 7. Basi di Dati | Scenario 7/25•Biblioteca •Archivio di libri (cartaceo) •Come sono organizzati i libri nell’archivio? Con che criterio sono ordinati? Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 8. Basi di Dati | Scenario 8/25• Biblioteca • Archivio di libri (cartaceo) • Come sono organizzati i libri nell’archivio? Con che criterio sono ordinati? • Generalmente: alfabetico • Questo tipo di organizzazione rende “semplice” esaudire alcune richieste • Esempio: trovami tutti i libri che cominciamo con la A • Allo stesso tempo è molto complicato rispondere a richieste di altro tipo • Esempio: trovami tutti i libri di un certo autore • Esempio: trovami tutti i libri pubblicati nel 2008 Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 9. Basi di Dati | Scenario | 2 9/25•Per rispondere a richieste di tipo diverso dovremmo ogni volta riordinare l’archivio oppure scorrere tutti gli elementi a uno a uno •Impossibile e poco efficiente! •L’informatica ci fornisce supporto per rendere più efficace queste attività e risolvere questa tipologia di problemi? Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 10. Basi di Dati | Scenario | 2 10/25•Per rispondere a richieste di tipo diverso dovremmo ogni volta riordinare l’archivio oppure scorrere tutti gli elementi a uno a uno •Impossibile e poco efficiente! •L’informatica ci fornisce supporto per rendere più efficace queste attività e risolvere questa tipologia di problemi? •Si :-) Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 11. Basi di Dati | Ricapitoliamo 11/25• Una base di dati è una evoluzione di un archivio cartaceo • Permette di memorizzare più informazioni • Perchè ovviamente lo spazio “fisico” necessario a contenere un archivio è più grande dello spazio “virtuale” necessario a contenere dei dati • Permette di ritrovare le informazioni più facilmente • Nelle basi di dati è possibile fare delle ricerche complesse (es. trovami tutti i libri pubblicati da un certo autore nel 2007). Queste ricerche si chiamano “interrogazioni”• Ragionate in modo astratto • Internet è una enorme base di dati dove è contenuta la “conoscenza” • Conoscenza originariamente orale, poi divenuta scritta, stampata, digitale e infine distribuita in Rete Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 12. Modello Relazionale 12/25• Ma come si realizzano le basi di dati? • L’attività di progettazione (e realizzazione) delle basi di dati segue un modello che prende il nome di modello relazionale• Secondo questo modello in ogni base di dati ci sono delle entità, ciascuna delle quali è descritta da una serie di attributi. Queste entità sono legate tra di loro da alcune relazioni e ogni oggetto presente nella base di dati deve essere identificato da un “codice” detto chiave.• Ricapitolando, lo studio del modello relazionale richiede la comprensione di tre concetti • Entità • Attributi • Relazione • Chiave Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 13. Modello Relazionale | Entità 13/25•Cos’è un’entità?•Per definizione, un’entità è una cosa che “esiste”.•Nel nostro caso, poichè lo scopo della base di dati è rappresentare “una porzione” del mondo reale, un’entità è qualcosa che esiste in questa rappresentazione•Esempio: una biblioteca Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 14. Modello Relazionale | Entità | 2 14/25• Cosa “esiste” in una biblioteca? • i libri • gli utenti della biblioteca (più il bibliotecario, eventualmente) • Una base di dati che si occupa di modellare un archivio di una biblioteca dovrà quindi contenere almeno due entità: i libri e gli utenti Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 15. Modello Relazionale | Attributi 15/25•Ogni entità è descritta da un insieme di attributi•Un attributo è una caratteristica dell’entità•Esempio •Quali sono gli attributi di un libro? •Quali sono gli attributi di un utente? (o più in generale di un individuo) Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 16. Modello Relazionale | Attributi | 2 16/25• Ogni entità è descritta da un insieme di attributi• Un attributo è una caratteristica dell’entità• Esempio • Quali sono gli attributi di un libro? • Titolo, Autore, Genere, Casa Editrici, Codice ISBN, Anno di Pubblicazione, ecc. • Quali sono gli attributi di un utente? (o più in generale di un individuo) • Codice Fiscale, Nome, Cognome, Data di Nascita, Città di Nascita, Residenza, ecc. Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 17. Modello Relazionale | Chiave 17/25•Ogni entità possiede un’attributo che è detto “chiave” •La chiave è un attributo che permette di identificare l’entità in modo “univoco” •Quale attributo ci permette di identificare in modo univoco un libro? •Quale ci permette di identificare in modo univoco l’utente? Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 18. Modello Relazionale | Chiave | 2 18/25• Ogni entità possiede un’attributo che è detto “chiave” • La chiave è un attributo che permette di identificare l’entità in modo “univoco” • Quale attributo ci permette di identificare in modo univoco un libro? • Il codice ISBN • Quale ci permette di identificare in modo univoco l’utente? • Il codice Fiscale Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 19. Modello Relazionale | Ennupla 19/25•L’ultimo concetto da spiegare che riguarda il modello relazionale è il concetto di “ennupla”•Definizione formale: •Una ennupla è una istanza dell’entità•Definizione intuitiva: •Una ennupla è un “oggetto” presente nella base di dati. Ad esempio un libro. Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 20. Modello Relazionale | Ennupla | 2 20/25• Data una entità, come si costruisce una ennupla? • Associando a ciascuno degli attributi un valore valido • Ad esempio, supponendo che l’entità sia “film”, e che gli attributi siano “titolo”, “regista”, “anno di produzione”, “durata”, ecc. una possibile ennupla è • Titolo: V per Vendetta • Regista: J. McTegue • Anno: 2005 • Durata: 132 min. Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 21. Modello Relazionale | Ennupla | 3 21/25• Associate a ciascuna entità ci possono ovviamente essere un numero infinito di ennuple. Le entità possono anche essere chiamate “tabelle”• Ps • Ora possiamo anche dare una definizione più precisa di “chiave” • La chiave è un attributo che identifica univocamente una ennupla! Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 22. Modello Relazionale | Relazioni 22/25•Una relazione è un legame che unisce due entità modellate nella stessa base di dati•Ad esempio, nello scenario della biblioteca, date come entità “utente” e “libro” che tipo di relazione possiamo definire? Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 23. Modello Relazionale | Relazioni 23/25• Una relazione è un legame che unisce due entità modellate nella stessa base di dati• Ad esempio, nello scenario della biblioteca, date come entità “utente” e “libro” che tipo di relazione possiamo definire? • Noleggio • Una relazione è dunque un atto che “lega” due entità. • Memorizziamo le informazioni relative a quali libri sono stati presi in prestito dagli utenti della biblioteca Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 24. Modello Relazionale | Interrogazioni 24/25• Il modello relazionale ci offre degli strumenti per rappresentare le informazioni in modo efficace• Come facciamo però per estrarre dati interessanti dalla base di dati? • Quanti libri prendono in prestito in media gli utenti ogni anno? • Qual è il libro più scelto dagli utenti nati nel 1995 • Chi sono gli utenti che abitano a Corato ? • Quali libri di oltre 200 pagine vengono tenuti in prestito per meno di un mese? • ....e così via • Con un archivio “cartaceo” sarebbe impossibile estrarre questo tipo di informazioni • Con un archivio “digitale” lo strumento delle interrogazioni ci permette di estrarre rapidamente queste informazioni. Vedremo come fare con Microsoft Access :-) Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 25. Conclusioni 25/25• I database rappresentano un’evoluzione dei classici archivi cartacei• L’informazione è organizzata in modo tale da facilitare l’organizzazione e il ritrovamento• Le basi di dati vengono progettate seguendo il modello relazionale• Il modello relazionale prevede che la base di dati venga modellata rappresentando entità, relazioni ed attributi• Il modello relazionale permette interrogazioni complesse su oggetti memorizzati all’interno della base di dati Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 26. Fine Domande? Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 27. Riferimenti• eMail • cataldomusto@gmail.com• Web • Blog: http://informaticaoriani.blogspot.com • Pagina Facebook: Laboratorio Informatica 2011 • http://www.facebook.com/pages/Laboratorio-di- Informatica-2011-Liceo-Oriani/135750309808710 • Account SlideShare: http://www.slideshare.net/informaticaOriani Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  • 28. Prossima Lezioneven 19 nov 2010 • Esercitazione • Microsoft Windows • Microsoft Word • Microsoft Excel • Le lezioni dello scorso anno sono disponibili online: • Microsoft Windows (Lezione 09-10) • Microsoft Word (Lezione 09-10) Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto