Laboratorio di Informatica - Lezione 4 (Classi V)

804 views
740 views

Published on

Lezione 4 del Laboratorio di Informatica. Docente: Cataldo Musto, Liceo Classico "A.Oriani", Corato (BA)

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
804
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
25
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Laboratorio di Informatica - Lezione 4 (Classi V)

  1. 1. Laboratorio di Informatica Lezione 4 - Classi V Liceo Classico “A.Oriani” - Corato - A.S. 2010/11 05.nov.10 docente: Cataldo Musto
  2. 2. Via! Parte 1 Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto Hardware
  3. 3. Hardware e Software •Come sono strutturati i computer al loro interno? •Le componenti presenti nel computer possono essere suddivise in due categorie: Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  4. 4. Hardware e Software •Come sono strutturati i computer al loro interno? •Le componenti presenti nel computer possono essere suddivise in due categorie: •Hardware •Software Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  5. 5. Hardware e Software • Come sono strutturati i computer al loro interno? • Le componenti presenti nel computer possono essere suddivise in due categorie: • Hardware • Le componenti “fisiche” di un computer • Tutto ciò che è “collegato” al computer • Software • I “programmi” • La componente “intangibile” del computer • Quella che utilizziamo concretamente quando interagiamo con il PC Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  6. 6. Hardware e Software L’hardware di un computer è quello che puoi prendere a calci quando il software non funziona (cit.) Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  7. 7. Hardware Interno ed Esterno • A sua volta l’hardware può essere classificato in due categorie • Hardware interno • Tutto ciò che è presente all’interno del PC • Dischi, Memorie, Processore, ecc. • Hardware esterno • Tutti i dispositivi che sono collegati all’esterno • Monitor, Tastiera, Casse, Mouse, ecc. Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  8. 8. Hardware Interno Alimentatore Dischi Schede (Video, Audio, ecc.) Processore Memoria Lettori (Floppy, CD, DVD, Masteriz zatore, ecc.) Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  9. 9. Il Processore •Detta anche CPU •Acronimo di Central Processing Unit Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  10. 10. Il Processore •Detto anche CPU •Acronimo di Central Processing Unit •Unità centrale di elaborazione •E’ la componente chiave dei moderni PC •Perchè? Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  11. 11. Il Processore • Detto anche CPU • Acronimo di Central Processing Unit • Unità centrale di elaborazione • E’ la componente chiave dei moderni PC • Perchè? • Perchè il processore è la componente che effettua materialmente i calcoli operati dal computer Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  12. 12. Il Processore Un computer può funzionare senza mouse, senza tastiera, senza monitor, senza stampante, senza dischi, ecc. Un computer non potrà mai funzionare senza processore perchè mancherebbe la componente in grado di operare i calcoli e di garantire il funzionamento dell’intero elaboratore Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  13. 13. Come è strutturata la CPU ? Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto •Ogni programma che eseguiamo all’interno del computer non è altro che un insieme di istruzioni impartite dal programmatore, colui che realizza il software •Ad esempio: se premo questo bottone, visualizza questa finestra, se premo questo tasto effettua questa operazione, ecc. •La CPU deve quindi prevedere almeno tre componenti
  14. 14. Come è strutturata la CPU ? Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto •Le componenti della CPU •Una componente deve occuparsi di capire qual è la prossima istruzione da eseguire •Una componente deve occuparsi di eseguire materialmente l’istruzione •Una componente deve occuparsi di memorizzare in modo temporaneo i risultati delle elaborazioni
  15. 15. Come è strutturata la CPU ? Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto • Le componenti della CPU • Una componente deve occuparsi di capire qual è la prossima istruzione da eseguire • Si chiama CU. Control Unit. • Una componente deve occuparsi di eseguire materialmente l’istruzione • Si chiama ALU. Arithmetical-Logical Unit. • Una componente deve occuparsi di memorizzare in modo temporaneo i risultati delle elaborazioni • Queste memorie, molto piccole e veloci, si chiamano Registri
  16. 16. Dispositivi di memorizzazione Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto • I dispositivi di memorizzazione presenti nel computer possono essere di due tipi • Memoria volatile • L’obiettivo è quello di memorizzare in modo temporaneo dei dati (ad esempio i programmi in esecuzione, il testo inserito in un documento non salvato, ecc.) • Devono quindi essere principalmente molto veloci • Memoria permanente • L’obiettivo è quello di memorizzare in modo permanente i risultati delle elaborazioni (ad esempio una foto, un video, un documento, ecc.) • Il requisito principale in questo caso è la capienza
  17. 17. Dispositivi di memorizzazione Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto • I dispositivi di memorizzazione presenti nel computer possono essere di due tipi • Memoria volatile • RAM • Random Access Memory • Si occupa di memorizzare tutti i dati relativi a ciò che avviene in un determinato istante nel PC (tutti i programmi aperti, ad esempio) • Può essere modificata • ROM • Read-Only Memory • Memoria di sola lettura, memorizza i dati relativi al sistema operativo in esecuzione e altre informazioni di sistema (il cosiddetto BIOS) • Non può più essere modificata dopo la prima scrittura.
  18. 18. Dispositivi di memorizzazione Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto • I dispositivi di memorizzazione presenti nel computer possono essere di due tipi • Memoria permanente •Dischi Fissi • Hard Disk •Dischi Rimovibili • Floppy Disk • Penne USB • CD , DVD
  19. 19. Dispositivi di memorizzazione Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto • I dispositivi di memorizzazione presenti nel computer possono essere di due tipi • Memoria permanente • In entrambi i casi lo scopo è quello di memorizzare dati in modo permanente. I vari dispositivi differiscono per: • Capacità di memorizzazione • Velocità di accesso • Possibilità di riscrittura
  20. 20. Capacità di memorizzazione Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto • Unità di misura: bit • 8 bit = 1 byte • 1024 byte = 1KByte • 1024 KByte = 1MByte • 1024 MByte = 1GByte • 1024 GByte = 1TByte • 1024 TByte = 1 PByte http://it.wikipedia.org/wiki/Byte
  21. 21. Velocità e riscrittura Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto •La velocità di accesso cambia da dispositivo a dispositivo •Le penne USB sono generalmente i dispositivi più lenti, seguiti dai CD e DVD. I più veloci sono i dischi rigidi •La riscrittura non è possibile per CD e DVD (a meno che non siano riscrivibili) mentre invece è possibile per hard disk, floppy disk e penne USB
  22. 22. Hardware esterno Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto • Dispositivi di input • Si usano per comunicare dati al computer • Mouse, Tastiera, Microfono, Scanner • Dispositivi di output • Servono al computer per restituirci il risultato dell’elaborazione • Monitor, Casse, Stampante
  23. 23. Pausa Parte 2 Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto Software
  24. 24. Software Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto •Cosa è il software? •I cosiddetti “programmi” che l’utente utilizza quando interagisce con il PC •Come possiamo classificarlo? •In funzione dello scopo •In funzione della tipologia di licenza •In funzione della tipologia di installazione
  25. 25. Software | Classificazione 1: lo scopo Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto • Software di produttività • Word, Excel, Powerpoint • Software multimediali • Audio/Video Player (VLC, Windows Media Player) • Audio/Video Editing (Windows Movie Maker, ecc.) • Grafica e Fotoritocco (Gimp, Adobe Photoshop, Paint)
  26. 26. Software | Classificazione 1: lo scopo Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto • Software di utilità • Masterizzazione (CDBurnerXP, Nero, ecc.) • Antivirus (AVG, Avast, ecc.) • Pulizia (CCleaner) • Lettori di documenti (Adobe Reader) • Browser (Explorer, Firefox, Google Chrome, Safari, ecc.) • Software di svago • Chat (MSN Messenger, mIRC, ecc.) • Videogiochi • Download (eMule, Torrent, ecc.)
  27. 27. Software | Classificazione 2: la licenza Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto • Software licenziati • Acquistati in negozio o via web sotto il rilascio di una licenza, un codice che identifica la nostra copia e prova l’acquisto del prodotto • Software freeware • Scaricati da Internet o installati dai CD/DVD che possono trovarsi nelle riviste di informatica. Sono programmi gratuiti, utilizzabili senza vincoli • Software shareware/demo • Scaricabile da Internet o anche in questo caso da CD/DVD, si tratta di software con delle limitazioni. Limitazioni temporali nel caso del software shareware (generalmente dopo 15 o 30 giorni la licenza scade ed è necessario acquistarlo) , limitazioni nelle funzionalità nel caso delle demo. A volte le limitazioni possono essere combinate. Per questi software è possibile scaricare una licenza d’uso • Software open source • Software gratuito, di cui viene messo a disposizione il codice sorgente. Si tratta di sistemi che possono essere modificati a piacimento (a patto di saperlo fare) e nuovamente rilasciati in forma diversa o con più funzionalità
  28. 28. Importante ! Non dimenticate la differenza tra freeware e open-source Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto Quasi tutti gli open-source sono freeware Non tutti i freeware sono open source!
  29. 29. Software | Classificazione 3 Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto • L’ultima classificazione riguarda in che modo il software viene installato sul PC • Software integrati • I software che si trovano già installati sul PC al momento dell’acquisto • Software installati • I software che si acquisiscono secondo una delle modalità viste in precedenza e si installano successivamente • Software non installati • I software (detti “web-based”) che non si installano perchè sono accessibili e utilizzabili attraverso un browser
  30. 30. Applicazioni web-based Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto • Le applicazioni web-based rappresentano il futuro dei PC. La tendenza è quella di mettere a disposizione su Internet versioni “semplificate” dei software in modo totalmente gratuito. • Il vantaggio è quello di poter accedere ai propri dati da qualunque postazione collegata a Internet, svincolandosi dal concetto di “computer”. • Esempi • Caselle di posta elettronica • GMail (www.gmail.com), Hotmail (www.hotmail.it) • Condivisione di documenti e oggetti multimediali • PicasaWeb (http://picasaweb.google.it) , Google Docs (http://docs.google.com) • Fotoritocco • Picnik (http://www.picnik.com) • Calendario • Google Calendar (http://calendar.google.com)
  31. 31. Fine Domande? Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  32. 32. Riferimenti • eMail • cataldomusto@gmail.com • Web • Blog: http://informaticaoriani.blogspot.com • Pagina Facebook: Laboratorio Informatica 2011 • http://www.facebook.com/pages/Laboratorio-di- Informatica-2011-Liceo-Oriani/135750309808710 • Account SlideShare: http://www.slideshare.net/informaticaOriani Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto
  33. 33. Prossima Lezione ven 11 nov 2010 • A scelta • Due volontari per l’interrogazione • Approfondimento (due persone volontarie) • Storia dell’informatica • Caricamento sul Gruppo Facebook del materiale individuato • Uno volontario per l’interrogazione e un volontario per l’approfondimento Laboratorio di Informatica - Liceo Classico “A.Oriani” (Corato) - A.S. 2010/2011 - docente: Cataldo Musto

×