PALERMO 04/02/2013                  IL GIORNALE DEL LICEO CANNIZZARO                                                      ...
2                                                                                                                         ...
4                                                                                                                         ...
6                                                                                                                         ...
8                                                                                                                         ...
10                                                                                                                        ...
12                                                                                                                        ...
14                                                                                                                        ...
16                                                                                                                        ...
febbraio 2013
febbraio 2013
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

febbraio 2013

1,105

Published on

Il primo numero dell'a.s. 2012-13 del giornalino scolastico del L.S. Cannizzaro di Palermo

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,105
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

febbraio 2013

  1. 1. PALERMO 04/02/2013 IL GIORNALE DEL LICEO CANNIZZARO NUMERO 1ELEZIONI 2013: SARÀ ASANTE SANA AFRICA! LA VOLTA BUONA? FEDERICA RESTIVO IV R S ono passati ormai mesi dal mio ritorno dall’Africa eppure sembraMANFREDI LAGUARDIA III P & ieri. Mi sembra ancora di riuscire a sentire l’odore della terra secca,RICCARDO BELLAVISTA IV G cercando il suo colore rosso tra il triste grigio dell’asfalto. Mi alzoI l 24 e il 25 febbraio 2013 si terranno le elezioni politi- ogni mattina con la voglia di un po’ di silenzio, ma ciò che trovo è solo che italiane a causa dello scioglimento anticipato delle confuso rumore. È questo il tanto famoso “mal d’Africa”? Può essere. Camere avvenuto il 22 dicembre 2012. Mario Monti e Ricordo il mio viaggio con una precisione sensazionale... ►PAGINA 7i “tecnici”, dopo aver preso un paese ormai in ginocchio acausa della crisi economica e dell’inadeguatezza del governoprecedente che non ha saputo fronteggiare le problematicheche stavano incombendo sul paese, ha ridato ai cittadini lapossibilità di scegliere i propri rappresentanti, cosa non acca-duta con l’insediamento del governo tecnico poiché, trattan-dosi di una situazione di emergenza, le massime cariche dellostato avevano deciso di incaricare Monti affinché formasseun nuovo governo che riuscisse a portare fuori dalla crisi ilnostro paese.Nonostante tutto, Monti ha deciso di ricandi-darsi formando una sua lista, portando avanti il programmapolitico che aveva intrapreso durante la sua legislatura e veri-ficando se il popolo italiano crede realmente nel suo progettopolitico. Anche Berlusconi, nonostante il fallimento politicodel suo precedente governo, ha deciso di ricandidarsi per il“bene degli italiani”, promettendo di togliere l’Imu...►PAGINA 4 LA PROPAGANDA ALLA SCOPERTA DELLA NOSTRA TERRA DELL’OMOSESSUALITà ANDREA LICANDRO IV GValentina Cardella IV FU I na notizia comparsa recentemente sui quotidiani internazionali riguar- l giorno 14 dicembre 2012 presso i locali del li- da l’emanazione in Russia d’una legge che punisce “la propaganda” ceo scientifico S. Cannizzaro il primo incontro dell’omosessualità tra i minori, approvata praticamente all’unanimità del progetto Librospot ha avuto l’onore di ave-dal parlamento della federazione russa, anche se il voto appare falsato da alcuni re come ospite la scrittrice Marcella Croce, che haparlamentari che hanno votato anche per gli assenti. 
«D’ora in poi sarà dunque presentato il libro Guida ai sapori perduti e la suareato parlare in pubblico dei diritti dei cittadini gay. La definizione, strategica- ultima opera Viaggio nella Sicilia profonda. Mar-mente un po’ vaga, di “propaganda” darà al giudice la possibilità di punire con cella Croce ha al suo attivo una ricca bibliografia epesanti multe (fino a 15mila euro) artisti, attori ma anche comuni cittadini colti una vita sorprendente e interessante: ha conseguitoad esprimere un’opinione in pubblico sulla situazione degli omosessuali. Ma il dottorato in letteratura italiana presso la Univer-soprattutto mettere al bando o vietare preventivamente eventi, manifestazioni, sity of Wisconsin-Madison (USA), ha tenuto con-concerti, che possano essere ritenuti a rischio di propaganda gay» spiega un ferenze negli Stati Uniti, in Giappone e in Israele,giornalista della Repubblica. 
C’è da considerare che nella società russa vige un è giornalista e collabora con il quotidiano La Re-forte integralismo politico e religioso in favore dell’omofobia, atteggiamento pubblica. Durante la conferenza ha raccontato didiscriminatorio della maggioranza della popolazione nei confronti delle persone come nacque in lei l’interesse per la sua terra, laLGBT (lesbiche, gay, bisessuali, transessuali)... ►PAGINA 11 Sicilia, e il desiderio di conoscerla...►PAGINA 11
  2. 2. 2 3 vita scolastica vita scolastica PROGETTO LAVORARE IN EUROPA: ALLA SCOPERTA DELLA NOSTRA TERRA L’ESPERIENZA CHE TI CAMBIA ANDREA LICANDRO IV G LUCA GENCHI V E millenaria, al che decise di approfondirne anche le feste e i cibi, ritenendo che questi fossero la chiave per analizzare la nostra cultura, segnata da una moltitudine di popoli.I l miglior modo di crescere come individuo è quello di fare e riuscire ad apprezzare differenze e punti d’incontro tra diffe- Facendo le sue ricerche scoprì alcuni cibi sconosciuti dei esperienza. renti culture e tradizioni. Il confronto con gente diversa da te e quali poche persone erano e sono a conoscenza. Tra questi la Chi vi scrive è uno dei trenta ragazzi che ha partecipato al da ciò che sei abituato a conoscere, può darti veramente tanto professoressa Croce ha citato: le Minni di Virgini dette diprogetto POR C5 “Lavorare in Europa”, svoltosi tra il 23 set- a livello umano. Sant’Agata a Catania in onore della Santa patrona della città; latembre ed il 21 ottobre 2012. Quattro settimane in una delle Londra è una città capace di lasciarti a bocca aperta. Difficile Ventre, cioè una delle parti in cui veniva diviso lo stoccafisso; lecittà più grandi ed affascinanti del mondo, Londra, possono riuscire ad immaginare quanto sia grande finché non la si visi- alghe e i mauri; il suino nero dei Nebrodi; lo zuzzu di Randaz-davvero cambiare il tuo modo di pensare. ta, difficile anche riuscire a comunicare la suggestione che tra- zo, cioè un insieme di varie parti del maiale; le ossa di morto;Oltre ad esserci calati in un clima diverso, siamo entrati a con- smette. Per entrare nello spirito della città, però, non bisogna i baci di Pantelleria; la pasta reale di nocciole dei Nebrodi; latatto con il mondo del lavoro. Impiegati come volontari in vari fermarsi a visitare solamente le zone turistiche come il centro cuddrinedda, un cibo molto elaborato che fino a poco tempo“charity shop” (negozi gestiti da volontari nei quali si vendo- o le zone commerciali. Per comprenderne veramente lo spirito fa solo tre donne sapevano fare; le pecorelle pasquali di Erice; ino oggetti di seconda mano donati dai cittadini; una parte del bisogna visitare le zone residenziali, entrare a contatto con i panarieddi di Caltagirone, le frascatole; gli nfasciatieddi; i fun-ricavato va in beneficienza) sparsi per tutta la città da soli o veri londinesi e rendersi conto come all’interno della stessa me- ciddi; i piscirè; le nfigghiulate e molto altro ancora. Molti diin piccoli gruppi, siamo stati messi in ottime condizioni per tropoli possano coesistere delle realtà completamenti differenti questi cibi sono nati in conventi, introdotti da suore come Suormigliorare il nostro inglese relazionandoci col pubblico e con i tra loro. Virginia che inventò le già citate Minni di Virgini.colleghi, e soprattutto per crescere come individui. L’esperienza Sono davvero entusiasta di aver potuto partecipare a questo L’incontro è stato reso ancora più coinvolgente grazielavorativa è stata molto positiva, sia perché ovviamente rappre- progetto. Un’esperienza stancante ma pienamente soddisfacen- all’attenzione del pubblico e ad alcuni ragazzi che gentilmentesentava per noi un’assoluta novità, sia perché abbiamo avuto te, capace di mostrarci una quotidianità differente da quella in hanno preparato dolci tipici siciliani da far assaggiare. La pro-modo di conoscere gente fantastica che ha reso il tutto meno cui viviamo, in una città completamente diversa dalla nostra fessoressa è riuscita a riscoprire cibi e usanze che molti di noi avevamo dimenticato o di cui non avevamo mai sentito parlare, Ipesante ed il più piacevole possibile. Palermo. l giorno 14 dicembre 2012 presso i locali del liceo scientifi- ha saputo emozionare e incuriosire i lettori ed ascoltatori tra-E’ sorprendente rendersi conto di quanto possa essere impor- Non uno dei partecipanti si farebbe scappare l’occasione di ri- co S. Cannizzaro il primo incontro del progetto Librospot smettendo la passione che l’ha accompagnata in questo lungo etante riuscire a comunicare con gli altri. Attraverso l’inglese, è petere quelle quattro settimane, se solo ne avesse l’occasione. ha avuto l’onore di avere come ospite la scrittrice Marcella accurato studio della nostra fantastica terra.possibile confrontarsi con gente proveniente da tutto il mondo Croce, che ha presentato il libro Guida ai sapori perduti e la sua ultima opera Viaggio nella Sicilia profonda. Marcella Croce ha al suo attivo una ricca bibliografia e una vita sorprendente e interessante: ha conseguito il dottorato in letteratura italiana presso la University of Wisconsin-Madison (USA), ha tenuto conferenze negli Stati Uniti, in Giappone e in Israele, è giornalista e collabora con il quotidiano La Re- pubblica. Durante la conferenza ha raccontato di come nacque in lei l’interesse per la sua terra, la Sicilia, e il desiderio di conoscerla fino in fondo per riscoprire tradizioni antiche e cadute in di- suso, ma sempre affascinanti. Ha saputo utilizzare le passioni come occasione di ricerca documentata condotta con rigore scientifico, ha saputo mettere in evidenza una sapienza multi- forme che deriva dalla ricchezza della nostra cultura. Guida ai sapori perduti non è solo un libro di ricette, 40 per essere precisi, ma è anche un saggio di etnografia che sa affasci- nare il lettore. Questi scopre che in ogni città la stessa ricetta viene declinata in modi diversi. La scrittrice ha raccontato di aver capito di sapere molto poco sulla cultura siciliana quando un professore le suggerì di trattare l’argomento dei pupi sicilia- ni per la tesi di dottorato negli Stati Uniti. Si è resa conto allora di quanto la nostra terra fosse affascinante e ricca di una cultura
  3. 3. 4 5 IL COLLETTIVO ATTUALITÀ E CULTURA ELEZIONI 2013: SARÀ LA VOLTA BUONA? NATALE A NEWTOWN MANFREDI LAGUARDIA III P & VINCENZO MANFRÈ II A RICCARDO BELLAVISTA IV G “A well regulated Militia, being necessary to the secu- Era ora, commenteranno in molti, ricordando che quest’orroreI l 24 e il 25 febbraio 2013 si terranno le elezioni politiche Antonio Ingroia, in vista delle elezioni, decide di scendere in costituisce l’ultimo di una gamma di eccidi che hanno fatto italiane a causa dello scioglimento anticipato delle Camere politica a capo della coalizione Rivoluzione Civile, formata da rity of a free State, the right of the people to keep and sprofondare l’America nel terrore e nello sconforto… E uno avvenuto il 22 dicembre 2012. Italia dei Valori, Rifondazione Comunista, Comunisti Italiani bear Arms, shall not be infringed.” stato che possa definirsi tale, a mio parere, non dovrebbe per-Mario Monti e i “tecnici”, dopo aver preso un paese ormai e Federazione dei Verdi. Così, il 7 Gennaio, una volta tornato (2° emendamento della Costituzione degli Stati Uniti d’Ame- mettere che avvengano simili atrocità: dovrebbe al contrario di-in ginocchio a causa della crisi economica e dell’inadeguatez- dal Guatemala, inizia la sua campagna elettorale che punta a ri- rica) fendere la sua popolazione, e, in particolar modo, le fasce piùza del governo precedente che non ha saputo fronteggiare le solvere molti problemi di tipo socio-economico in Italia, attra- deboli, gli anziani, i BAMBINI… Si riaccende dunque l’asproproblematiche che stavano incombendo sul paese, ha ridato ai verso i seguenti provvedimenti: proposta di una nuova politica 1789, Tredici Colonie unite, odierni Stati Uniti. E’ appena dibattito sul diritto di armarsi a piacimento, diritto sancito ap-cittadini la possibilità di scegliere i propri rappresentanti, cosa antimafia, archiviazione dei progetti TAV e ponte di Messina, terminata la furiosa e cruenta Guerra d’Indipendenza ameri- punto nel 2° emendamento della Costituzione americana. Dif-non accaduta con l’insediamento del governo tecnico poiché, ripristino dell’articolo 18 dei lavoratori, contrasto di razzismo e cana. Essa ha portato, nel giro di alcuni mesi, ad una completa ficile da comprendere se pensiamo che l’ovetto Kinder è statotrattandosi di una situazione di emergenza, le massime cariche omofobia, abbattimento del tasso d’interesse sul debito pubbli- scissione del territorio, che allora si configurava come Tredici bandito per il timore che i bambini possano morire soffocati in-dello stato avevano deciso di incaricare Monti affinché formas- co, tagli sulle spese militari e ritiro delle truppe italiane attual- Colonie, dal Regno di Gran Bretagna. E’ perciò prioritario re- gerendo la sorpresa contenuta al suo interno… Altro che ovet-se un nuovo governo che riuscisse a portare fuori dalla crisi il mente occupate nei teatri di guerra. digere una legge fondamentale dello Stato, una “Costituzione”, ti, qui è bastato un ragazzo con dei seri problemi mentali che,nostro paese. Infine, ultimo ma non per importanza, Pier Luigi Bersani, che che uniformi tutte le disposizioni esistenti. Molto discusso e dopo essersi procurato le armi dalla madre, si è recato a scuolaNonostante tutto, Monti ha deciso di ricandidarsi formando dal lontano 1980 è dentro il mondo della politica, ricopren- dibattuto fu il 2° emendamento della suddetta costituzione, che uccidendo decine di innocenti. E l’interrogativo che in molti siuna sua lista, portando avanti il programma politico che aveva do l’incarico di Ministro dello Sviluppo Economico nel primo afferma il principio secondo il quale ogni cittadino è libero di pongono è… Ma è veramente giusto così?intrapreso durante la sua legislatura e verificando se il popolo Governo Prodi e, dal 2009, quello di segretario del Partito De- armarsi al fine di garantire la propria libertà. Ma ripensandoci, potremo mai risolvere il problema impeden-italiano crede realmente nel suo progetto politico. mocratico, si candida a capo della coalizione di centro-sinistra. 2012, Stati Uniti. Furia omicida si abbatte su una cittadina do ai cittadini di armarsi? NO… certamente ai criminali nonAnche Berlusconi, nonostante il fallimento politico del suo Nel luglio 2012 Bersani si è candidato alle elezioni primarie del Connecticut; è STRAGE. 20 il numero delle vittime di risulterebbe affatto difficile procurarsi un fucile! Non tutti peròprecedente governo, ha deciso di ricandidarsi per il “bene degli della coalizione di centro-sinistra insieme a Renzi, Tabacci, età compresa tra i 5 e 10 anni, mentre il bilancio complessivo se lo chiedono… i bambini e i docenti ammazzati non potran-italiani”, promettendo di togliere l’Imu (Imposta Municipale Vendola e Puppato ed il 2 dicembre ha vinto il ballottaggio ammonta a 28. Un pazzo, un folle, (non vi è altro modo per no farlo; il Natale loro lo passeranno così: a pensare, a pensa-Propria) cioè un’imposta patrimoniale che si applica sulla ren- contro Renzi, grazie a 1.706.457 voti, pari al 60,9% del totale. definirlo), armato con tre fucili d’assalto irrompe in una scuola re che forse tutto ciò si sarebbe potuto evitare… Ma è inutiledita degli immobili posseduti, introdotta proprio dallo stesso Con la sua candidatura a premier egli si propone, tra le altre elementare e spara contro tutto ciò che incontra… oggetti, ma- piangere sul latte versato: quello da fare ADESSO è impediregoverno Berlusconi nel 2011; via Equitalia, una società pubbli- cose, di dare più peso al mondo del lavoro, anche dal pun- teriale scolastico e, purtroppo, anche docenti, ragazzi, bambini. che tali stragi si ripetano: si pensa già ad un premio in denaro daca italiana incaricata della riscossione dei tributi, molto critica- to di vista delle medio-piccole imprese, modificare la riforma Una delle peggiori e più efferate stragi nella storia degli States. assegnare a coloro i quali consegneranno i propri fucili di grossota per i lunghi tempi d’attesa, elevati tassi d’interessa, frequente Fornero, investire maggiormente sulla cultura e sulla ricerca, e “I nostri cuori sono infranti” commenta il presidente Barack calibro, di certo non indispensabili per la difesa personale; tuttipignoramento dei beni, anche essa attivata da Berlusconi nel attuare una revisione dell’Imu e della patrimoniale. Obama con un moto appena velato di amarezza e rassegnazio- noi, intanto, possiamo solo sperare; sperare che questo cancro2005; e promettendo infine meno tasse per tutti, della serie Ebbene ci troviamo di nuovo di fronte a questo emozionante ne; e conclude: “Diremo basta alle armi facili…” della società moderna venga definitivamente estirpato.‘più facile a dirsi che a farsi’. Ovviamente, il cavaliere scende di “spettacolo” elettorale, in cui, col passare degli anni e dei gover-nuovo nel faticoso campo delle elezioni con il suo solito cavallo ni, gli italiani sono sempre più stanchi di votare il cosiddettodi battaglia, forse in ritardo di trent’anni, “contro i magistrati “male minore”. Abbiamo scritto quest’articolo per informare ipoliticizzati e i comunisti”! lettori ancora ignari dei cambiamenti del teatro politico italia-Un altro candidato alle elezioni è Beppe Grillo, il quale nel no, sempre più scabroso e raccapricciante.2009 dopo la sua entrata in politica ha creato il MoVimen- Forse tu non ti interessi della politica ma la politica si interessato cinque stelle. Grillo ed il suo movimento si propongono di di te.prendere provvedimenti mirati alla riduzione dell’inquinamen-to e al miglioramento dei servizi pubblici come incentivi allaricerca di fonti rinnovabili, installazione di una rete di pisteciclabili cittadine, espansione del verde urbano, miglioramentodei trasporti pubblici non inquinanti, piano di mobilità per idisabili, connessione web gratuita per i residenti dei comuni.Alla presentazione delle liste sono spuntate le cosiddette “listecivette”, cioè liste create per confondere le idee agli ignari vo-tanti con simboli palesemente simili a quelli di altre liste, comeè accaduto per una lista con lo stesso logo del MoVimento cin-que stelle.Inoltre, l’ex procuratore aggiunto della procura distrettuale an-timafia di Palermo nonché editorialista del Fatto Quotidiano,
  4. 4. 6 7 ATTUALITÀ E CULTURA ATTUALITÀ E CULTURA @PONTIFEX ASANTE SANA AFRICA! LAURA BONAFEDE V E FEDERICA RESTIVO IV R “È con gioia che mi unisco a voi”. atto la loro grande potenzialità, le persone che vi parte- Sono passati ormai mesi dal mio ritorno dall’Africa eppure sembra dagli sguardi incontrati sulla nostra strada, molto presto. La voglia cipano devono sforzarsi di essere autentiche, perchè in ieri. Mi sembra ancora di riuscire a sentire l’odore della terra secca, di fare e di vita che esprimono i volti incontrati per strada io non È con queste parole che il santo padre, anche detto questi spazi non si condividono solamente idee e infor- cercando il suo colore rosso tra il triste grigio dell’asfalto. Mi alzo l’ho mai vista. Nemmeno in Italia, nemmeno sul volto della perso- pontefice, anche detto Papa, anche detto Bene- mazioni, ma in ultima istanza si comunica se stessi>>. ogni mattina con la voglia di un po’ di silenzio, ma ciò che trovo na più benestante al mondo. E in questo consiste la straordinarietà detto XVI esordisce su twitter ‘’benedendo’’ tutti Ed eccola qui la Chiesa, quella che con tanta baldanza è solo confuso rumore. È questo il tanto famoso “mal d’Africa”? dell’Africa: nel sapere apprezzare la semplicità delle piccole azioni di cuore. E questa si che è una novità. E’ vero che con di orpelli cela i suoi paradossi moralisti. Perchè, sen- Può essere. Ricordo il mio viaggio con una precisione sensazio- con la certezza che esse diventeranno grandi. Papa Giovanni avevamo visto il vaticano aprirsi, am- za reticenza, è indispensabile denunciare questa sopita nale. D’altronde, come potrei mai dimenticare qualcosa? L’africa Dopo aver trascorso una settimana nei pressi di Kongwa, visitan- pliare i propri orizzonti (se così si può dire), insomma ‘’presa per i fondelli’’.Essa infatti si dichiara apertamen- travolge senza dare la possibilità di selezionare ciò che vorrai ricor- do i villaggi in cui erano state realizzate opere idriche con i fondi adattarsi al così detto progresso, ma twitter rappresenta te contro l’omosessualità, contro la sessualità prima del dare e allora, per non dimenticare, devi prendere tutto. E io ho raccolti tra il 2011 e il 2012, ci siamo spostati ad Iringa. Altra un vero e proprio salto in avanti, o magari nel vuoto... matrimonio, contro..., contro..., contro... Poi però un preso tutto: l’ansia e l’entusiasmo, la gioia e la paura, la diffidenza esperienza sensazionale: abbiamo conosciuto Lucio e Bruna, due e la fiducia. Non voglio scrivere quanto sia bella l’Africa... chi c’è pensionati bolognesi che alle partite di burraco hanno preferito chissà. E’ di certo un modo ben studiato per avvicinarsi giorno Papa Ratzinger apre felicemente la sua twitt-fi- già stato lo sa, chi non c’è stato lo immagina. Voglio scrivere di istituire un centro di accoglienza per bambini disabili. Essi difatti ai giovani la cui maggior parte, detto tra noi, preferisce nestra e incoraggia i giovani a comunicare se stessi. Parla come quindici giorni in Africa possono cambiarti la vita. In realtà vengono allontanati dalla famiglia, perchè ritenuti vittime di stre- tenersi alla larga da quella che è sempre stata una spe- di ‘’autenticità’’ sua eminenza, quell’autenticità che nega è iniziato tutto a Palermo: l’organizzazione del viaggio e i pre- goneria, e costretti a mendicare in strada abbandonati a se stessi. cie di fabbrica-tabù. <<Non so stabilire se il suono delle alle preferenze sessuali ‘’diverse’’, alle persone ‘’diverse’’. parativi hanno incrementato la nostra voglia d’Africa e ci hanno La pazienza e la dedizione di questa splendida coppia ha restituito campane contribuisca alla pace dei morti. Per i vivi esso Forse questo Benedetto pontefice, il Vaticano e la Chiesa resi sempre più coscienti di ciò a cui andavamo incontro. Eppure, la dignità che era stata tolta a questi bambini, garantendo loro le è orribile>> diceva Georg Lichtenberg. E così improvvi- prima di pensare di affacciarsi dalla loro finestra virtuale per quanto tu possa immaginare, per quanto tu possa cercare di cure necessarie e l’affetto di una famiglia. Da Iringa ci siamo spo- samente i social network diventano qualcosa di positivo dovrebbero camminare tra la gente e guardarli negli oc- prepararti, quando poggi il primo piede sulla terra del continente stati a Pomerini, dove abbiamo fatto la conoscenza di fra Paolo, anche agli occhi dei moralisti per eccellenza, si, proprio chi questi giovani, riconoscere la loro autenticità nel loro nero, ti rendi conto di non essere mai abbastanza pronto. Che missionario italiano che da più di dieci anni dedica la sua vocazio- quelli che hanno sempre sostenuto che bisogna guardarsi sguardo e, soprattutto prima di chiedere loro di comu- fare allora? Sorridere. Si, perchè ciò di cui si ha più bisogno in ne ai bambini sordomuti. Su modello del progetto di Lucio e Bru- negli occhi per comunicare. Ma ecco che sua EMINEN- nicare se stessi la chiesa dovrebbe essere pronta e aperta Africa è il sorriso: il sorriso dei bambini, degli adulti, di chi è na, con l’aiuto di volontari ha costruito un centro di riabilitazione ZA ritratta: <<Se i network sono chiamati a mettere in al messaggio che potrebbe arrivare, qualunque esso sia. con te. E proprio questo sorriso il nostro gruppo di viaggio se frequentato da tantissimi piccoli pazienti che vengono educati e l’è portato dietro sempre: da Kongwa a Dar es Salaam. Dopo le aiutati per affrontare nel migliore dei modi il loro handicap. Ciò prime dieci traumatiche ore di strada su un dalla-dalla, abbiamo che più colpisce di più di fra Paolo non è il suo carisma, non è la fatto la splendida conoscenza di Emanuela e Martina. Due ragazze sua bontà... sono i suoi piedi: due piedi che rifiutano le scarpe, sensazionali, volontarie dell’L.V.I.A., che ci hanno accompagnato che non vogliono portare alcuna calzatura. Due piedi scalzi, scalzi nel nostro primo approccio con questa cultura totalmente diffe- come quelli dei bambini. Due piedi che hanno fatto tanta strada, rente. Loro, insieme ad Italo, sono state due figure estremamente e tanta gliene auguro di fare. Due piedi che non conoscono riposo, importanti nel nostro viaggio. Mi chiedo come sarebbe stato senza che si muovono il giorno come la notte sui pedali di un automobi- di loro... in realtà non credo di voler conoscere la risposta. Sono le che all’occorrenza diventa ambulanza, che corrono veloci verso stati un’esempio di vita per me. Due ragazze, giovani e belle, in un chiunque abbia bisogno d’aiuto. Fra Paolo non è un medico, ma periodo tanto emblematico della loro vita, hanno deciso di dedi- ha imparato ad esserlo: il villaggio non dispone di alcun ospedale, care una spessa fetta della loro esistenza ad un progetto nel quale di alcun centro sanitario, e nel momento del bisogno è lui che credono fermamente. Questa cosa mi ha profondamente toccato. mette a disposizione di chiunque le sue conoscenze. La gratuità di Nel momento in cui ci si chiede chi essere nella vita, piombano quest’uomo non conosce eguali. Lasciato Pomerini ci siamo spo- nella propria esistenza due figure del genere. La mia stima nei loro stati verso Dar es Salaam, dove siamo stati ospitati presso la sede confronti, e nei confronti di chi come loro, è inesprimibile. del COPE. È stata l’ultima tappa del viaggio nella vera Africa, da Dicono che il viaggio sia la meta, probabilmente è così. Non è lì infatti ci siamo poi spostati verso Zanzibar per cinque giorni importante dove siamo arrivati, ma come... ogni singola tappa, di pura vacanza. È stato quasi un trauma passare dalla povertà ogni villaggio ci ha insegnato qualcosa che nel complesso perde- più assoluta dei villaggi al lusso sfrenato di una località turistica. rebbe il suo autentico valore. Ogni villaggio è stato un’esperienza Eppure, anche lì abbiamo trovato qualcosa di unico... la gentilezza di vita, unica e irripetibile, che ci ha permesso di costatare quanto di coloro che offrivano qualsiasi servizio per potersi guadagnare importante sia il fare bene per fare del bene. E in questo i volontari da vivere, la loro totale disponibilità verso qualsiasi capriccio di sono stati bravissimi. Probabilmente il loro lavoro è una goccia in turisti da tutto il mondo, la loro pazienza nell’imparare un po’ di un oceano, per sanare le lacerazioni nel sistema sociale africano c’è tutte le lingue. Tirando un po’ le somme, è questo il vero splen- bisogno di molto di più che una validissima squadra di associa- dore dell’Africa: la sua dinamicità, la voglia di vita che trasmette, zioni e volontari. Un proverbio africano però, ci ricorda che ogni l’entusiasmo, la speranza che un giorno anche per lei arriverà la baobab ha per genitore un piccolo seme. Quando potremo, allora, pace e la gloria che tanto si merita. raccogliere i frutti di quanto si continua a seminare? A giudicare
  5. 5. 8 9 ATTUALITÀ E CULTURA ATTUALITÀ E CULTURA ‘68 TRA IERI E OGGI Il movimento per comunicare co- minciò ad utilizzare una rete di fax. Accanto alla rete fax nacque Okku- za di un tunnel di 730 km... le occupazioni durarono relativamente poco rispetto a quelle viste in preceden- persone contro le migliaia del ‘68, i me- todi precedenti vengono attuati da pochi nostalgici che cercano di coinvolgere tut- MICHELE MINARDI II B panet, un blog che aveva la pretesa za, pur mantenendo una certa attrazione ti gli studenti e che vogliono cambiare le di unire tutto il movimento, dall’Ita- mediatica. cose, le occupazioni sono viste da tutti lia alla Cina passando per la Francia. Diversi scontri fecero perdere di credibi- come un pretesto per perdere giorni di Ad un seminario di una facoltà romana lità il movimento che dopo due anni non scuola (non che nascano per questo) . intervenne un ex brigatista, accenden- riuscì più a farsi sentire mediaticamente. Le proteste studentesche in Italia nasco- do nell’opinione pubblica l’idea che la Ma dopo quasi mezzo secolo dal ‘68, no e sono nate soprattutto da un malore Pantera stesse creando una forza armata cosa porta ancora una volta gli studenti interno, ma non mancano le situazioni contro lo stato. Dopo questa vicenda il nelle piazze? In quest’ultimo decennio internazionali come quella del ‘68. movimento si disgregò e tutte le facol- caratterizzato da una mal-politica, che ha Sono fatte da occupazioni, che restano tà disoccuparono, l’ultima fu quella di portato una situazione di crisi nazionale, comunque la forma di protesta social- architettura di Palermo dopo ben 127 l’Italia ha deciso di adottare una politica mente accettata, e di scontri con la Poli- giorni. Arriviamo all’ultimo grande mo- di “austerity” tagliando i fondi alla scuole zia. Si sono susseguiti anni di apparente vimento studentesco fino ad oggi , quello pubbliche (ma aumentando quelli delle calma, ma comunque interessati da cor- dell’Onda Anomala. scuole private) e ad altri enti pubblici. tei e manifestazioni per mostrare il dis- La protesta contro quasi 10 anni di go- Gli studenti di scuole fatiscenti dove senso. La maggior parte dei movimenti, verno Berlusconi raggiunge l’apice con la i calcinacci cadono addosso (appunto pur dichiarandosi apartitici, possono es-T ra governi tecnici, mass me- di assemblee e laboratori. Le manife- suale, l’antiproibizionismo per la lega- legge 133 del ministro Maria Stella Gel- scuole pubbliche) scendono in piazza sere collocati in una sinistra democratica dia, multinazionali al coman- stazioni, furono lo strumento più uti- lizzazione della marjuana. Gli scontri in mini , che riduce le ore di insegnamento, per chiedere non un taglio ai fondi ma e non violenta. do dell’intero pianeta, i giovani lizzato, poiché bloccavano le strade e piazza portarono diversi morti, ricordia- accentua il valore del voto in condotta e un aumento dei suddetti. Centinaia di Una visione a 360° dei moti studenteschicercano il modo di farsi sentire dal ‘68 rendevano inevitabile il coinvolgimento mo Francesco Lorusso, che durante una taglia tutte le sperimentazioni(portando pagine Facebook riguardanti collettivi, evidenzia un adattamento della protestaad oggi, e così iniziano le occupazioni, dei passanti, permettendo una maggio- carica della polizia fu colpito da diversi il livello d’insegnamento Italiano tra i centri sociali, orari di assemblee e gior- al periodo storico a cui appartiene e lale autogestioni, le cogestioni ed i cortei. re diffusione delle idee e dei problemi. proiettili. più bassi in Europa). nate di manifestazione. Il web diventa protesta odierna non può che rispecchia-Metodi di protesta che si vedono e rive- Giornali e manifesti rivestivano muri Questi anni furono quelli dell’inizio del- L’anticostituzionalità delle leggi era alla quello che erano i muri prima, permet- re un periodo caratterizzato dal qualun-dono da ben 44 anni. Non c’era studente delle facoltà, con date di assemblee e le Brigate Rosse, della lotta armata allo base delle manifestazioni, seguite poi da tendo però un aggiornamento continuo. quismo e dal menefreghismo .che non appartenesse a qualche corrente cortei. La musica fu influenzata moltis- stato e del rapimento di Aldo Moro. alcune gaffe del ministro, come l’esisten- Ai cortei poche centinaia dipolitica/filosofica, non un’università non simo dalle proteste, in Italia famosissima Molti studenti decisero di lasciare la po-occupata o quanto meno autogestita, le “La canzone del Maggio” di De André. litica e le proteste per la paura di essereradio passavano While My Guitar Gen- Il ‘68 siciliano fu segnato dal terremoto coinvolti in atti di terrorismo. A palermotly Weeps (Beatles). Era il ‘68, passato del Belice nel mese di Gennaio che la- già nel ‘76 10 000 studenti medi mani-alla storia come l’anno della rivoluzione sciò senza casa circa 70 000 persone. Nel festavano occupando per primi le scuole.studentesca, del Maggio francese. Cosa post Belice ci fu una migrazione verso L ‘89 vide la nascita di un altro movimentoportava le masse a scendere in piazza? Il Palermo. La creazione di case dove poter studentesco, iniziato con l’occupazio-sistema scolastico classista e obsoleto, la far alloggiare gli sfollati fu relativamen- ne della facoltà di lettere di Palermo.visione capitalistica del lavoro che a di- te breve, lunghi, come al solito, furono Il nome di quest’ultimo fu datoscapito del lavoratore incentivava il pro- i tempi burocratici per l’assegnazione di dall’avvistamento di una pan-fitto. Gli allievi rivendicavano una voce esse. tera a Roma, «la pantera siamodentro gli organi decisionali scolastici, Oltre agli studenti e gli operai dunque noi» fu lo slogan del movimento.affinché si potesse avere una scuola am- trovarono le azioni di protesta come Dopo pochissimo tempo 7 facoltà e al-ministrata da studenti per studenti. strumento di rivalsa anche gli sfollati, trettante scuole superiori occuparono,Spontaneamente si accesero dibattiti che occuparono le case. Il movimento permettendo la diffusione della Panteranelle scuole, favorendo la diffusione di del ‘77 fu il primo a dichiararsi aparti- in tutto lo stivale, ricreando il clima delquelli che erano i problemi scolastici e tico, fuori dalle logiche dei sindacati. ‘6. Nel febbraio dell’anno successivo ci fusuccessivamente mondiali, come la di- Il ‘68 permise l’entrata nelle universi- un’assemblea nazionale del movimento ascriminazione razziale e i governi au- tà di quella che era la classe operaia del Palermo, che aveva come punto del gior-toritari dell’America latina. Strumenti tempo, con un relativo aumento della no l’allargamento del movimento ad al-di protesta studentesca nel ‘68 furono popolazione benestante grazie all’istru- tre categorie quali : docenti, personale dile occupazioni di spazi inutilizzati o zione (sopprimendo, seppur in mini- amministrazione. La suddetta non portòdi strutture scolastiche e universitarie ma parte, l’immobilismo culturale). a nessuna forma alternativa di protestacome mezzo di propaganda o creazio- interessò il ‘77 lo sviluppo del movimen- lasciando la decisione a tutte le facoltà eni di centri sociali per lo svolgimento to femminista e di liberazione omoses- scuole.
  6. 6. 10 11 ATTUALITÀ E CULTURA ATTUALITÀ E CULTURA MA…. TUTTO QUESTO A COSA SERVE?! LA PROPAGANDA DAVIDE MARLETTA II A DELL’OMOSESSUALITà Valentina Cardella IV F UDal primo momento in cui ho letto l’articolo “Mittente: Cultura; Destinatario: Noi” sono nate dentro di me delle riflessioni na notizia comparsa recentemente sui quotidiani internaziona-spontanee. Così, vorrei ampliare, o meglio approfondire quanto detto dai nostri compagni. li riguarda l’emanazione in Russia d’una legge che punisce “laA cosa serve la cultura? Già, questa domanda sembra ridicola; credo che molti vedano la cultura come qualcosa di impegnativo e propaganda” dell’omosessualità tra i minori, approvata pratica-noioso, ma anche chi se ne interessa sarebbe messo in difficoltà da una domanda del genere. Chi non ne sente il bisogno la vede mente all’unanimità dal parlamento della federazione russa, anche se ilcome “una vecchia nonna con gli occhiali, seduta preferibilmente su una poltrona di fronte al fuoco scoppiettante” e chi invece voto appare falsato da alcuni parlamentari che hanno votato anche per gline è in possesso in fondo in fondo, crede che sia qualcosa di discriminante, fatta per pochi e solo per il gusto di sbatterla in faccia assenti. 
«D’ora in poi sarà dunque reato parlare in pubblico dei diritti deiad altri. Effettivamente da questi punti di vista, questa parolona non significa proprio nulla! Perché noi potremmo vivere tran- cittadini gay. La definizione, strategicamente un po’ vaga, di “propaganda”quillamente senza discorrere di attualità, storia o filosofia. darà al giudice la possibilità di punire con pesanti multe (fino a 15milaLa cultura non è fatta solo per chi ha tempo o condizioni economiche migliori di altri, è per tutti e non dev’essere mai un ele- euro) artisti, attori ma anche comuni cittadini colti ad esprimere un’opi-mento subordinante come spesso si rivela. Ancora una volta, a cosa serve??? In merito ho un’esperienza personale. Di recente è nione in pubblico sulla situazione degli omosessuali. Ma soprattutto met-venuta a fare supplenza nella mia classe un’insegnante di filosofia e iniziando un dialogo con la classe, ora non ricordo bene l’ar- tere al bando o vietare preventivamente eventi, manifestazioni, concerti,gomento, mi sono trovato su posizioni differenti rispetto all’insegnante. Ne ho approfittato per parlarne con il mio compagno di che possano essere ritenuti a rischio di propaganda gay», spiega un giornalista della Repubblica. 
C’èbanco, illustrando dove secondo me la professoressa avesse torto, nel momento in cui terminai la mia riflessione il mio compagno da considerare che nella società russa vige un forte integralismo politico e religioso in favore dell’o-commentò: “Sai troppe cose.”. mofobia, atteggiamento discriminatorio della maggioranza della popolazione nei confronti delleQuesto per dire come il mio stile di pensiero, formatosi con la cultura, divergendo da quello della professoressa abbia fatto presa persone LGBT (lesbiche, gay, bisessuali, transessuali) originato da una tradizione culturale e politicasul mio compagno. Quindi la cultura non serve proprio a nulla! Ragionando per assurdo, si presenta un aspirante capo del gover- di demonizzazione dei “diversi”; “diversi”, questi ultimi, che tutelano l’eterogeneità e garantiscono Numerosi sonono dicendo: “La democrazia fa schifo! Io ho la saggezza per governarvi senza alcun bisogno di costituzione!” e la folla festante gli l’equilibrato processo evolutivo di ogni società umana. È solo nel 1993, cioè 4 anni dopo la caduta stati gli scontri inva dietro, allora chi ha gli strumenti e la conoscenza adatta si fa avanti dicendo: “Cavolate! La democrazia ha una serie infinita di del “muro” e delle “cortine di ferro sovietiche”, che l’omosessualità viene depenalizzata in Russia at- tutta la Russia dopovantaggi!” e comincia ad elencarli, distruggendo il discorso del candidato. traverso l’abrogazione dell’articolo 121 del codice criminale, che puniva con l’arresto l’omosessualità l’approvazione dellaTorniamo alla realtà, nel mondo reale non esistono dibattiti così elementari, ci sono purtroppo oratori dalla lingua sottile e con volontaria; il perdurare di un radicato sentimento omofobico ha però fatto sì che si ripercorressero Legge anti-gay.scopi contorti e nella realtà chi non ha certi requisiti è facilmente vittima di falsi profeti. Aggirare la massa è sempre molto facile alcune delle infime strade della discriminazione sessuale.
Si tratta evidentemente di una perpetua-per chi è dotato di una certa cultura, ma è proprio questo uno dei problemi fondamentali di chi è acculturato, si fraintende la zione di condanna di comportamenti sessuali specifici, che attengono alla libertà di orientamentocultura, la si pensa spesso come un mezzo di potere e non di servizio. Dite di no? Provate sinceramente a chiedervi a cosa serva la personale. Mascherato sotto la parola di “ostacolo alla propaganda dell’omosessualità”, si vuole dicultura se credete di averne, se non saprete rispondere vorrà dire che in fondo la vedete come qualcosa per sopraelevarvi rispetto fatto impedire e punire la diffusione di comportamenti omosessuali che trovano ostacoli e resistenzaagli altri. nell’oscurantismo della simil-dittatura putiniana ed in generale nella società russa, tradizionalmente Ma questi ancora potrebbero essere discorsi lontani da noi ragazzi…. Invece no! Come potrebbe confermare la mia esperienza, orientata verso la limitazione della libertà delle idee e dei comportamenti della persona, favorevoleperché l’ignoranza è un campo molto fertile per chi ci vuole comandare come burattini! Basta guardare il mondo di oggi, siamo invece alla diffusione della cultura dettata dal partito dominante. 
Ma è forse giusto che una cultu-tutti omologati in base a standard comuni lanciati dai “burattinai” della nostra epoca, quali le grandi multinazionali dell’abbiglia- ra nazionale diventi un campo minato dove le libertà individuali, le espressioni autentiche e puremento, i mass media, la pubblicità ecc... Tutto questo esiste con lo scopo di illudere su un’eventuale possibilità di una vita migliore dell’Ego vengono messe a repentaglio insieme ai diritti, alle speranze e ai sogni di giustizia dell’indi-grazie a quel prodotto e a non farci pensare che noi potremmo benissimo vivere senza. viduo?
A voi le necessarie conclusioni.Ma la cultura è noiosa! Dipende cosa intendete voi per cultura! Ne esiste di tanti tipi, molti non si formano sui libri di scuola,ma con un approccio pratico. Si dice tanto che sbagliando si impara, non è forse vero? Ma a volte gli sbagli sono dolorosi, quindinon sarebbe meglio prevenire? Per questo esistono i libri e quant’altro, “La storia per capire il presente!” dice sempre la mia prof,anziché ripetere certi errori dalle conseguenze catastrofiche perché non impariamo da millenni fatti da storie di altri uomini? Unaltro mio professore dice che alla base di ogni disciplina risiede il perché delle cose, solo se ci interroghiamo un argomento ciinteresserà davvero! Forse perché la vita per molti è tutta un perché!Quindi da ogni singola cosa si può imparare, anche dalla più insignificante, perché l’individuo si forma con la conoscenza e l’e-sperienza. Vi invito quindi a distaccarvi dai soliti stereotipi, ad aver voglia di conoscere più cose possibili; pensate, immaginatee guardate oltre quel che vedete, già, si conosce anche aprendosi a punti di vista diversi dal proprio, cercando di capire quellialtrui….In conclusione vorrei far notare che la libertà di pensiero è alla base della democrazia, come sappiamo, ma se ci fosse qualcun chevolesse “liberamente” farci pensare quel che vuole lui? La cultura è un’arma importantissima al giorno d’oggi, indispensabile perla nostra reale libertà.
  7. 7. 12 13 LO SAI CHE? SCIENZA E TECNOLOGIA Storia della stazione spaziale LA DEMOCRAZIA VIRTUALE internazionale ALICE CALANDRA III H DAVIDE ANGELINI II C “S unu2012”: in wolof, la lingua più diffusa ritarismo che aveva caratterizzato Diouf, e una antide- La Stazione Spaziale Internazionale (ISS, ovvero Inter- sovietici sembrano avere un notevole vantaggio rispetto nel Senegal, vuol dire “il nostro 2012”, e nel mocraticità che si è appunto manifestata nella violazio- national Space Station) è in orbita dal 20 novembre agli altri Paesi, ma l’URSS inizia a sgretolarsi nel 1990 Febbraio scorso ha svolto la funzione di fon- ne della legge costituzionale sulle ricandidature. 1998 e dal 2 Novembre del 2000 è abitata a turno da compromettendo situazione. damentale piattaforma di partecipazione civica in vista Nasce così Sunu2012, un sito libero e aperto in cui i vari equipaggi. La Russia post-comunista naviga nel vuoto dal punto delle presidenziali. Infatti, le ultime elezioni senegalesi cittadini possono esprimere le loro opinioni, condivi- Siamo nel 1972: la Nasa vorrebbe costruire una base di vista politico, ma è decisa a non abbandonare Mir e sono state precedute da proteste e scontri: la rabbia da dere notizie e quindi stimolare la gente ad un controllo spaziale e contemporaneamente decide di mandare gli altri progetti, i quali avevano dato fama e credibili- parte dei cittadini trova causa nella candidatura dell’ex maggiore nei confronti dell’attività del governo. Il cre- avanti il progetto dello shuttle, una navetta in grado di tà in passato. In questo clima particolare interviene in presidente Abdoulaye Wade; nonostante la Costituzio- atore è il trentenne Cheikh Fall, che fino al 2007 non portare grossi carichi nello spazio. Nasce così Skylab, la aiuto all’ex-rivale il presidente americano Bill Clinton. ne imponga il limite massimo di due mandati, il Con- aveva mai votato. <<Ho sfruttato la mia passione per il prima stazione orbitante americana, dotata di attrezza- Questa scelta è stata fatta anche per motivi politici: siglio Costituzionale senegalese (composto da cinque web per rimettere il cittadino al centro della democra- ture scientifiche di alta tecnologia. il presidente voleva impedire che altri stati potessero giudici, tutti nominati da Wade) ha convalidato la sua zia. Non avevo mai sentito parlare di e-democracy, ma Tempo prima l’Unione Sovietica aveva già realizzato usufruire dei potentissimi ed efficienti veicoli di lan- terza candidatura il 27 Gennaio. era proprio quello che avevo in mente>>. E-democra- la Salyut 1, la prima stazione spaziale esistente, e suc- cio russi (i Soyuz). La costruzione di una base spaziale Abdoulaye Wade, nel 2000, era succeduto al prece- cy: è grazie a questo che Wade è stato alla fine scon- cessivamente l’Almaz. In seguito verranno costruiti dei internazionale risulta essere un potenziale strumento dente presidente socialista Abdou Diouf sotto il segno fitto da Macky Sall (che ha tra l’altro dichiarato: <<il sostituti alla Salyut 1, fino ad arrivare alla Salyut 7. diplomatico. Viene scelto il nome di “International del sopi, il cambiamento. La politica di Diouf era stata vincitore è il popolo senegalese. Abbiamo dimostrato Dopo dieci anni James Beggs, amministratore della Space Station”, al posto di “Freedom”, il nome scelto incentrata sulla riorganizzazione amministrativa e fi- al mondo che la nostra democrazia è matura>>) ? Nasa, vuole cercare un appoggio internazionale nella da Reagan in epoca di rivalità. nanziaria a causa delle difficoltà economiche del paese, Sicuramente è un fenomeno indubbiamente inte- costruzione di una stazione spaziale ed alcuni paesi Il primo componente mandato in orbita nel 20 novem- a discapito della cultura e del sociale; Wade, eletto, fu ressante e soprattutto in crescita: in Italia svolge una europei si mostrano disponibili; in quanto membro bre 1988 è Zayra, un modulo di fabbricazione russa. celebrato come simbolo della democrazia e favorì la funzione simile OpenParlamento, che offre un aggior- dell’Esa (European Space Agency, Agenzia Spaziale Due settimane dopo parte il primo space shuttle. In promozione delle arti e degli artisti in Senegal (citiamo namento quotidiano (anche via e-mail) sui lavori del Europea), anche l’Italia partecipa, sotto il governo del seguito collaborano anche altre quindici nazioni, tra la costruzione del Monumento alla Renaissance Afri- Parlamento da fonti ufficiali (Camera, Senato, Mini- premier Bettino Craxi. cui undici dell’Esa (Belgio, Danimarca, Francia, Ger- caine e il sostegno alla terza edizione del Festival Mon- stero dell’Interno), oltre la possibilità di discuterne Il 25 gennaio 1984 il presidente americano Ronald Re- mania, Paesi Bassi, Norvegia, Spagna, Svezia Svizzera e dial des Arts Nègres); inoltre fu lui che nel 2001 in- nel forum della comunità; in Egitto, invece, il sito agan, temendo la rivalità sovietica, fa un annuncio im- Regno Unito). Tra le varie componenti più importanti trodusse il limite dei due mandati presidenziali. Negli MorsiMeter (con relativo account Twitter) monitora portante: <<Ho dato mandato alla Nasa di sviluppare fornite da essa, troviamo un braccio meccanico, alcuni ultimi anni i cittadini senegalesi avevano però notato da Giugno il presidente Muhammed Morsi, il primo una stazione spaziale con equipaggio permanente, e di particolari della stiva e il modulo laboratorio Colum- un graduale cambiamento del presidente verso l’auto- democraticamente eletto. farlo entro un decennio. Vogliamo coinvolgere i nostri bus. Il modulo Leonardo è stato costruito in Italia ed è Paesi amici a condividere questa sfida e i benefici. Così, finora l’ultimo aggiunto (24 febbraio 2011). E’ perma- uniti, possiamo rafforzare la pace, la prosperità costrui- nente e contiene pezzi di ricambio ed altre forniture. Il re e aumentare la libertà di tutti coloro che condivido- prossimo componente ad essere inviato sarà Nauka, di no i nostri obiettivi>>. fabbricazione russa, nell’estate del 2013. L’Unione Sovietica però ancora una volta precede gli Oggi la Stazione Spaziale Internazionale ospita vari altri paesi: il 19 febbraio 1986 lancia il primo compo- laboratori scientifici e i principali ambiti di ricerca ri- nente di Mir, “Pace”, la sua nuova stazione spaziale. I guardano medicina spaziale, fisica, biologia, scienza dei materiali, astronomia, cosmologia e meteoro- logia. Ancora oggi è in continua costruzione e sarà ultimata entro la fine del decennio. Questo miracolo dell’ingegneria aerospaziale ogni giorno purtroppo è esposto a numerosi pericoli, malfunzionamenti nei vari impian- ti, collisioni con detriti spaziali, esposizione a radiazioni cosmiche. Capita di frequente che l’equipaggio debba uscire in fretta dalla stazione, per il forte rischio di collisioni con rocce e meteore. Fino ad oggi, fortunatamen- te, non è mai accaduto nulla di grave.
  8. 8. 14 15 EUGENIO CANNATA IV C & EUGENIO CANNATA IV C & CLARA LA LICATA IV E CLARA LA LICATA IV E Questo mese la nostra rubrica tratterà di alcune delle colonne sonore più significative della Questo mese la nostra rubrica tratterà di alcuni dei film western più significativi della storia storia del cinema del cinema Titolo originale: Django Unchained E nnio Morricone può essere considerato a ragione uno dei Nazione: tati Uniti S più grandi compositori di colonne sonore della storia del Anno: 012 2 cinema. Le sue colonne sonore hanno accompagnato ed TOP TEN Genere: paghetti Western; Pulp S esaltato le scene più significative delle opere di grandi registi italia- Durata: 165’ ni, come Bernardo Bertolucci, Sergio Leone, Pier Paolo Pasolini, 1. Il buono, il brutto, il Regia: Quentin Tarantino Elio Petri e Giuseppe Tornatore e di grandi registi internazionali, cattivo – Ennio Morricone Cast: Jamie Foxx, Leonardo Di Caprio, Christoph Waltz, Samuel L. Jackson, come Brian De Palma e Roland Joffè. Grazia alla sua immensa Franco Nero, Kerry Washington vena creativa, Morricone ha conferito al genere della colonna so- 2. Furyo – Ryuichi N nora una dignità artistica che la rende uno dei generi più apprez- Sakamoto on si vedeva un western da ormai parecchi anni e l’ultimo è stato realizzato dal direc- zati sia dal pubblico che dalla critica. Tra i suoi innumerevoli ca- 3. Easy Rider – The tor tanto amato Quentin Tarantino. Egli aveva dichiarato già nel 2007, in un’intervista, polavori, la colonna sonora dello splendido film di Sergio Leone Birds, Bob Dylan, Jimi Hen- che avrebbe prima o poi realizzato uno spaghetti western probabilmente per omaggiare i Il buono, il brutto, il cattivo rappresenta sicuramente l’opera più drix grandi Sergio Leone e Sam Peckinpah da cui prende sempre tantissimi spunti e citazioni. Django apprezzata nonché la più amata dal grande pubblico, come dimo- Unchained è, in particolare, un omaggio a Django di Sergio Carbucci, girato nel ’66. La trama è 4. This Must Be the stra il lunghissimo elenco di tributi e cover realizzati, tra gli altri, differente dal film precedentemente citato ma troviamo delle linee comuni: Il protagonista è lo da artisti come Metallica, Ramones, Muse o Bruce Springsteen. Place – David Byrne stesso e, in entrambi i film, egli è alla ricerca della moglie. Django Unchained è ambientato in Te- La caratteristica principale della colonna sonora è la presenza di 5. The Wall – Pink xas e la prima scena si apre con una litania in sottofondo a scandire i passi degli schiavi incatenati fischi, spari e jodel che contribuiscono a ricreare in modo magi- Floyd che stanno per essere portati al mercato degli schiavi dai fratelli Speck, ma di certo il protagonista strale l’atmosfera western e che costituiscono gli elementi essen- 6. Koyaanisqatsi – Phi- (Jamie Foxx) non continuerà la sua vita da schiavo! Ecco che a salvarlo arriva il dottor Schultz ziali del motivo, divenuto poi celebre, che si ripropone durante lip Glass (Christoph Waltz), un ex dentista diventato cacciatore di taglie. Schultz ha bisogno di Django per tutto il film, senza apparire mai scontato né ripetitivo. Il tema riconoscere i fratelli Brittle, dei banditi sui quali pende una grossa taglia e che quindi potrebbero musicale ricorda il verso del coyote e, come ha affermato lo stesso 7. Coffee and Cigaret- fargli guadagnare una grossa somma di denaro. Per questo motivo “convincerà”, con molta persua- Morricone in un’intervista, è stato realizzato grazie alla sovrap- tes – Tom Waits, Iggy Pop sione, i fratelli Speck a vendergli lo schiavo. Fatto il colpaccio con i Brittle, Schultz scopre l’abilità posizione di due voci maschili, inoltre esso assume una tonalità 8. Giulietta degli Spiriti di Django con le armi da fuoco e tra i due inizia ad instaurarsi una forte amicizia che li spingerà acuta alla comparsa del Biondo (Clint Eastwood), un’altra scan- – Nino Rota a proseguire per un anno intero la loro attività di cacciatori di taglie. La seconda parte del film è zonata a quella del Brutto (Eli Wallach) ed una più cupa a quella 9. Apocalypse Now incentrata sulla ricerca della moglie di Django, Broomhilda, una schiava venduta al sadico Calvin del Cattivo (Lee Van Cliff). Dopo i titoli di testa, troviamo il Candie (Leonardo Di Caprio), un uomo che possiede molte terre e che gestisce il sistema delle lotte – The Doors, Francis Ford brano “Il Forte”, in cui una tromba ed un’armonica scandiscono tra mandingo. A mio parere è spettacolare l’interpretazione del 64enne Samuel L. Jackson nel ruolo una melodia molto lenta e triste, a sottolineare la solitudine e Coppola del capo della servitù di Candyland. Il film tratta il tema della schiavitù negli Stati meridionali del l’esasperazione dei soldati del reggimento sudista che non hanno 10. Trainspotting – New Nordamerica, che risulta molto delicato nonché controverso. Infatti, nell’intervista rilasciata nel neppure di che mangiare. Dopo “Il Deserto”, che parte piano e Order, Iggy Pop, Brian Eno, 2007, Tarantino affermò che avrebbe voluto trattare questo argomento proprio perché è uno dei cresce progressivamente creando un’atmosfera densa di suspense, Lou Reed, Underworld temi più complessi della storia americana e perché nessuno prima di lui aveva avuto il coraggio di e “La Carrozza dei Fantasmi”, in cui compare all’improvviso una esporlo in tale modo. Ovviamente, non può mancare il sangue! Tipico dei film tarantiniani un po’ tromba solista dando l’idea di un miraggio o dell’accendersi di splatter e sadici, in cui, tuttavia, se si è abituati al genere, si può prendere tutto con molta ironia. una speranza per il Biondo, è il momento della “Marcetta”, che Molto bella la scena dell’uccisione di uno dei fratelli Brittle in un campo di cotone, in cui il rosso rappresenta una bellissima melodia suonata con l’armonica a boc- del sangue contrasta con il bianco del cotone, rappresentando “la metafora perfetta della vendetta ca e fischiata dai prigionieri che dà l’idea della loro stanchezza nei confronti della guerra civile. Tema da parte degli schiavi e la realtà stessa di questi che, tagliandosi con le piante, macchiavano il coto- ancor più evidente nella struggente “La storia di un soldato”, il cui testo commovente mette a nudo ne” (Tarantino). E ancora molto divertenti la scena in cui i personaggi indossano dei sacchetti in gli orrori e le tragedie della guerra civile e che confluirà nella seguente “La morte di un soldato”. Alla testa alla maniera del Ku Klux Klan, che sembra tratta da un film di Mel Brooks, e la comparsa di fine del film arrivano i due capolavori che rendono indimenticabili le sequenze finali della pellicola di Tarantino che finirà per morire dopo poche battute, al solito suo! Sergio Leone: “L’estasi dell’oro”, in cui percussioni, fiati, archi e la splendida voce di Edda Dell’Orso Troviamo tantissime citazioni dei classici del western, da Giù la testa a Il buono, il brutto, il cattivo in un crescente continuo accompagnano il Brutto nella sua corsa verso l’oro e “Il triello” che, con le e tutta la storia di Broomhilda è tratta dall’opera di Wagner L’anello del Nibelungo. sue melodie di chitarra spagnoleggianti, scandisce la celebre sequenza del “triello” tra i tre protagonisti Possiamo sicuramente affermare che il film è riuscito molto bene e può essere anche un grande per la conquista dell’oro. spunto di riflessione sulle tematiche riguardanti lo schiavismo. Inoltre è impreziosito dall’incon- Il Capolavoro di Sergio Leone è dunque tale anche con il contributo dell’immensa colonna sonora di fondibile colonna sonora di Ennio Morricone e da un cast eccezionale composto dal grandissimo Morricone, che, come racconta il compositore stesso, egli adorava pensare come ciò che avrebbe reso Samuel L. Jackson, che lavora con Tarantino dal ’94 (Pulp Fiction), Leonardo Di Caprio, Jamie poesia ogni sequenza del film. Foxx, Christoph Waltz e lo stesso Franco Nero, protagonista del primo Django! Le sue ultime due pellicole hanno molto in comune… aspettiamo solamente l’arrivo di Killer Crow per completare La trilogia storica.
  9. 9. 16 RECENSIONI 17 RECENSIONI A VOLTE RITORNO LA MIGLIORE OFFERTA federica restivo iv r andrea perinzano V E E è recentemente uscito nelle sale cinematografiche il film “La Mi- se... Dio esistesse sul serio? E se avesse come figlio davvero un gliore Offerta” di Giuseppe Tornatore, il film tratta della storia di tipo chiamato Gesù? E se questo tipo suonasse divinamente Virgil Oldman, interpretato da Geoffrey Rush (Il discorso del Re, (ahah!) la chitarra? E se sette giorni in paradisso valessero cin- Pirati dei Caraibi), abilissimo e rinomatissimo battitore d’aste, esperto que secoli sulla terra? Dio, il capo, non potrebbe permettersi nem- d’arte e restauro ed uomo dall’intelligenza e dalla perspicacia eccezionali, meno una settimana di ferie senza trovare al suo ritorno l’umanità e di come il suo mondo perfettamente inquadrato e “sterilizzato” sia stato stravolta! E così fu... Dio lasciò l’uomo nel medioevo e lo ritrovò nel sconvolto a partire da una semplice telefonata. Eccezionale il personaggio ventunesimo secolo. Trovò il Vaticano nel pieno del suo delirio d’on- che Tornatore ci propone, un uomo decisamente fuori dal comune, appas- nipotenza, il buco nell’ozono, un quarto delle foreste che aveva lascia- sionato e motivato in quello che fa al punto da divenire il migliore nel suo to e l’uomo convinto di poter fare quello che gli pare: non si doveva campo. E’ tuttavia il suo spessore quello che tiene gli spettatori incollati forse infuriare? Ovviamente! Le soluzioni erano due: l’apocalisse (ma alle poltrone del cinema, il risvolto umano oltre la facciata, il tormento, la chi di voi passerebbe migliaia di giorni a guardare qualche procario- misantropia, il tentativo di dare a tutto un valore per cui essere venduto/ te?) o... farLo tornare! E così, nella prima settimana dell’Aprile 1979, comprato, l’uomo nascosto sotto la corazza. Il binomio Rush/Tornatore una vergine ragazza da qualche parte nel Midwest degli Stati Uniti offre allo spettatore un personaggio in cui rivedersi, un personaggio da inizia a nutrire qualche preoccupazione perchè ha saltato il ciclo... osteggiare, o, addirittura, con cui mettersi in competizione nel tentativo Le parole di Niven ci raccontano quello che abbiamo sempre sperato di cogliere il tassello sempre mancante del puzzle che permetterebbe di di sentirci dire. Vi renderete conto leggendo che a un Dio così sareste districare il fittissimo intreccio che il regista e gli altri personaggi creano disposti a credere. Questo libro è l’unica possibilità di coniugare fede attorno ad Oldman, un intreccio che non lascia passare luce che possa e ragione, di riappropriarci della nostra spiritualità. Attenzione: con- illuminare il filo conduttore dei nostri pensieri e che una volta compreso tiene tutte le risposte che avete rinunciato a cercare, a patto che siate e districato ci stupisce e abbaglia per la sua genialità . La storia ed i per- dotati di una mentalità sufficientemente aperta. Leggetelo, ma fatelo sonaggi secondari, tra cui spicca un ammirevole Jim Strugges (Across The senza pregiudizi. Vi renderete conto che, nel bene o nel male, questa Universe, 21), manipolano il protagonista e lo spettatore, rendendo il film sarà in ogni caso un’esperienza unica. un’iniezione di adrenalina pura; in definitiva l’ultimo film di Tornatore si rivela davvero “La Migliore Offerta”.John Niven (Irvine (Regno Unito), 1972) è uno scrittore scoz-zese.Nato nella contea di Ayrshire, si è laureato in letteratura inglesenel 1991 alla Glasgow University.Conclusi gli studi, per circa dieci anni ha lavorato per diver-se etichette musicali tra le quali anche la London Records. Nel2002 ha lasciato l’industria della musica per dedicarsi a tempopieno alla scrittura.Come scrittore ha debuttato con il romanzo breve intitolatoMusic from Big Pink, pubblicato nel 2005 e subito opzionatodalla CC Films per ricavarne un adattamento cinematografico.Il successo arriva nel 2008 con Kill Your Friends, un romanzosatirico basato sulla breve esperienza di Niven quale scoprito-re di nuovi talenti per le etichette musicali. Il sito web WordMagazine ha definito l’opera di Niven, tradotta in sette lingue,come “il miglior romanzo britannico dopo Trinspotting”.Dopo Kill Your Friends Niven ha pubblicato altri tre roman-zi: The Amateurs (2009), A volte ritorno (2011) e Cold Hands(2012). Ha inoltre scritto sceneggiature originali e collaboratocon quotidiani e riviste tra cui Q magazine e The Independent.

×