• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Strategie a supporto dell'innovazione di prodotto le Pmi della Valle d'Aosta
 

Strategie a supporto dell'innovazione di prodotto le Pmi della Valle d'Aosta

on

  • 482 views

L'impegno di Attiva a favore delle Pmi valdostane

L'impegno di Attiva a favore delle Pmi valdostane

Statistics

Views

Total Views
482
Views on SlideShare
410
Embed Views
72

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

7 Embeds 72

http://impresavda.blogspot.it 46
http://www.impresavda.blogspot.it 12
http://impresavda.blogspot.com 7
http://impresavda.blogspot.fr 3
http://impresavda.blogspot.com.br 2
http://www.impresavda.blogspot.ch 1
http://impresavda.blogspot.de 1
More...

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Strategie a supporto dell'innovazione di prodotto le Pmi della Valle d'Aosta Strategie a supporto dell'innovazione di prodotto le Pmi della Valle d'Aosta Presentation Transcript

    • Gli strumenti di animazionetecnologica per le imprese valdostane Federico Molino Attiva s.r.l.Verrès, 19 Luglio 2012
    • Attiva S.r.l., Agenzia per il Trasferimento Tecnologico e lInternazionalizzazione in Valle dAosta, è lo strumento in house di intervento della Chambre Valdôtaine.La società, operativa da dicembre 2006, ha come mission la promozione ed il sostegno delle attività economiche del territorio, favorendo i processi di internazionalizzazione, di innovazione e di ricerca e trasferimento tecnologico delle imprese locali. Attiva è membro della rete europea Enterprise Europe Network (oltre 500 punti di contatto e 4.000 esperti), la principale rete europea per quanto riguarda la fornitura di competenze e servizi alle imprese
    • Enterprise Europe Network Rete che fornisce servizi integrati di sostegno alle imprese e all’innovazione attraverso: • L’informazione comunitaria • L’assistenza nel campo del trasferimento tecnologico a livello europeo • L’assistenza alle PMI per la partecipazione ai programmi di finanziamento comunitari alla ricerca scientifica
    • Il Consorzio ALPS (Aosta Liguria Piemonte system)
    • Attiva fornisce informazioni, assistenza e consulenza gratuita alle imprese ed enti che cercano un punto di riferimento nei settori Ricerca e Innovazione Tecnologica, al fine di aumentare la propria competitività. Fornisce inoltre consulenza nel trasferimento tecnologico, nello sfruttamento dei risultati dei progetti di ricercafinanziati dall’Unione Europea e informazioni per accedere ai finanziamenti comunitari per la ricerca e lo sviluppo tecnologico.
    • Tra le varie attività e servizi erogati alle imprese ed enti: o Assistenza per il trasferimento tecnologico (TT) o Audits tecnologici presso le imprese per identificare offerte/richieste di TT o Consulenza specialistica tecnico-scientifica o Ricerca di partners per TT o per progetti europei o Organizzazione di seminari tecnici a tema o Promozione di bandi ed eventi legati allinnovazione o Borse di studio per promuovere la cultura dellinnovazione e la ricerca applicata (Borsa Rinaldo Bertolin)
    • Business Bulletin System (BBS)• È Il principale strumento fornito dalla rete europea Enterprise Europe Network• Si tratta di una banca dati nella quale vengono inserite, in forma anonima, le offerte (TO) e le richieste (TR) di tecnologia. Il tipo di collaborazione che può essere ricercato, può essere di vario genere, fra cui:• Technical co-operation• Commercial agreement with technical assistance• Joint Venture agreement• Licence agreement• Manufacturing agreement• Financial resources
    • Ricerca Partner tecnologici• Sul sito http://www.madeinvda.it esiste un’apposita sezione dove sono pubblicate, suddivise per RICHIESTE e OFFERTE, delle interessanti proposte di cooperazione tecnologica, selezionate e raccolte attraverso la rete Enterprise Europe Network.• È anche possibile effettuare unaccurata ricerca tra tutti i profili tecnologici attualmente presenti nella banca dati Business Bulletin System (BBS) di Enterprise Europe Network.
    • Alcuni esempi di offerte e richieste di tecnologia• Technology for obtaining highly concentrated extracts from natural products (Richiesta di tecnologia) A Latvian chemical company specialised in production of liquid detergents is looking for a technology to obtain highly concentrated extracts from natural products, e.g. pine and fir needles, aromatic plants, berries. The requested technology should be fully developed. The company is looking for technical cooperation and/or manufacturing agreement. Country: Latvia• Oblique Parallelepiped Brick for Civil Construction (Offerta di tecnologia) A Portuguese inventor has developed a new concept of brick. Its oblique parallelepiped brick in expanded polystyrene was conceived to be a cost-effective solution for the construction industry, in terms of workmanship, time and materials. Industrial partners interested in bringing this product onto the market are sought. Country: Portugal
    • Automatic Matching Tool • Cosa è? Servizio gratuito di ricezione automatica via e-mail delle offerte e richieste di tecnologia promosse dai vari sportelli EEN in unCome iscriversi: determinato settore.Direttamente dal sito web • Come?http://www.madeinvda.it/datapage.asp?id=103&l=1 Selezionando i codici SIC che hanno maggiore attinenza con le proprie attività • Obiettivi Favorire la diffusione locale di opportunità tecnologiche provenienti da tutta Europa
    • Evento di Brokeraggio TT• Che cosa è? Incontro tra chi possiede e chi richiede know-how/capacità tecniche specifiche• Obiettivi: Favorire negoziazioni e accordi TT• Come? Contattando PMI a livello europeo, raccogliendo bisogni e tecnologie e organizzando incontri pre-definiti Agrofood innovation day Aprile 2011 - DNA Italia Novembre 2011 Energethica Maggio 2012 ITN Settembre 2012 BIMU Ottobre 2012
    • EEN + animazione territoriale: un nuovo approccio integrato e innovativo Le azioni svolte nell’ambito dell’Animazione territoriale di carattere economico sono caratterizzate da un approccio integrato e innovativo che viene coordinato dall’Assessorato alle Attività produttive. Pertanto, tutti i servizi relativi alla promozione dell’innovazione già erogati dalla Chambre e da Attiva a imprese ed enti valdostani e finanziati attraverso fondi camerali e di Enterpise Europe network sono ora integrati daiservizi finanziati dall’Amministrazione regionale a valere sul Programma Operativo FESR competitività regionale 2007/2013.
    • Animazione territoriale 2010-2015Il ruolo di Attiva all’interno della convenzione con l’Assessorato alle Attività produttive :• Incentivare le imprese della regione a sviluppare la cooperazione tra di esse e tra il sistema produttivo e quello della ricerca favorendone linterazione sistemica e la creazione di reti• Promuovere la divulgazione scientifica finalizzata alla promozione della cultura dellinnovazione in seno alla comunità regionale e accrescere la propensione alla cooperazione• Attività di coordinamento e gestione
    • Incentivare le imprese della regione a sviluppare la cooperazione tra di esse e trail sistema produttivo e quello della ricerca favorendone linterazione sistemica e la creazione di reti• realizzazione audit tecnologici periodici presso le imprese a più elevato potenziale innovativo e presso i centri di eccellenza facenti parte della rete regionale• realizzazione incontri domanda/offerta tra imprese e/o tra imprese e centri di eccellenza• realizzazione assistenze alle imprese finalizzate alla realizzazione di network fra loro, anche per la partecipazione a progetti comunitari o nazionali, allincontro con consulenti, con società di servizi, con venture capitalist o con business angels;• elaborazione e diffusione profili tecnologici delle imprese mediante banche dati
    • Diffusione dei profili tecnologici a livello locale ed europeo• I profili tecnologici vengono elaborati e diffusi delle imprese mediante banche dati europee (quale la BBS - Business Bulletin System) nelle quali vengono inserite le offerte e le richieste di tecnologia• Le imprese e gli enti interessati si registrano in strumenti informatici (quale lAMT - Authomatic Matching Tool) che, sulla base di specifiche parole chiave concordate con limpresa, permetter di ricevere via e-mail e in automatico informazioni sulle offerte di tecnologia e sulle richieste di tecnologia attualmente presenti allinterno di tutta la rete
    • Divulgazione scientifica finalizzata alla promozione della cultura dellinnovazione in seno alla comunità regionale e accrescere la propensione alla cooperazione• organizzazione attività di divulgazione scientifica (eventi tematici, seminari e convegni tecnico scientifici di durata pari a mezza giornata) di elevato contenuto tecnologico• realizzazione pagine web specifiche per lattività di animazione tecnologica• acquisizione competenze e best practices a livello europeo attraverso missioni tecnologiche• realizzazione assistenze tecniche alle imprese/enti mediante risposte a quesiti specifici relativamente a tematiche di ricerca e sviluppo, innovazione, somministrazione di risorse umane specializzate ed altri temi, da parte di personale esperto in materia di aiuti finanziari e servizi erogabili dalle pubbliche amministrazioni alle imprese.
    • Workshop “Valorizzazione degli asset immateriali in impresa”Il workshop, rivolto ad imprese,in particolare PMI, si proponeva di fornire un’introduzione ai concetti fondamentali di valutazione economica degli asset immateriali, tra cui brevetti e marchi. 15 Novembre 2011 Altri temi affrontati: nanotecnologie, sistemiinnovativi di visione artificiale, tecnologie fotovoltaiche con materiali organici , Batterie e sistemi di accumulo
    • Missione Tecnologica presso l’IIT di Genova LIIT è una Fondazione di diritto privato che, istituita congiuntamente dal Ministero dellIstruzione,dellUniversità e della Ricerca e dal Ministero dellEconomia e Finanze, si pone come obiettivo la promozione, lo sviluppotecnologico del paese e lalta formazione in ambito scientifico/tecnologico. 29 Giugno 2011
    • Missione Tecnologica presso il JRC di Ispra Il Centro Comune di Ricerca (CCR) è una Direzione Generale (DG) della Commissione Europea: il suo principale obiettivo è di contribuire a creare unEuropa più sicura, più pulita, più sana e più competitiva. 07 Novembre 2011 Prossime missioni tecnologiche: Settembre: Area science park Trieste Novembre: Cern di Ginevra
    • Il portale delle imprese valdostane, per le imprese valdostaneSu www.madeinvda.it è presente un database, di facile consultazione, nellaquale sono inserite le imprese che desiderano far conoscere i loro prodottid’eccellenza dentro e fuori i confini della nostra Regione.Made in VdA è gestito da Chambre valdôtaine per il tramite della sua societàin house Attiva Srl – ALPS Enterprise Europe Network. Sul sito si possonotrovare informazioni sugli eventi dedicati all’imprenditoria, notizie suifinanziamenti per le imprese e consultare le opportunità di cooperazionecommerciale e tecnologica provenienti da tutta Europa.
    • Il progetto Alcotra InnovationIl progetto intende creare e sviluppare una cultura ed azioni di partenariato tragli attori dell’innovazione da una parte e dall’altra della frontiera alpina, al fine dimigliorare le loro capacità di innovazione per competere a livello internazionalecon migliori risultati. Partners• Regione Piemonte• Regione Autonoma Valle dAosta• Conseil Régional Provence Alpes Côte d’Azur• Conseil Régional Rhône-Alpes• Regione Liguria• Provincia di Torino
    • In che modo?Utilizzando il modello living lab come strumento operativo e associando adesso un ulteriore elemento di innovazione, ovvero la sperimentazione di unametodologia di lavoro transnazionale per la realizzazione ed il funzionamentodi living labs transfrontalieri.L’idea alla base dei living labs è la creazione di ambienti aperti in condizionireali di progettazione, sperimentazione e validazione di nuovi prodotti eservizi, in cui gli utenti possono interagire e sperimentare tali prodotti eservizi, fornendo feedback importanti per la loro messa a punto e successivacommercializzazione da parte di imprese innovative.
    • Scopo dei living labs è dunque quello di stimolare linnovazione trasferendo laricerca dai laboratori verso contesti di vita reale, dove i cittadini e gli utenti sonoinvitati a cooperare con ricercatori, sviluppatori e progettisti per contribuire alprocesso innovativo nel suo insieme.Un living lab è un’infrastruttura (fisica ed immateriale) per la sperimentazione dinuove tecnologie (prodotti, servizi, metodologie, ecc.) in condizioni reali, in uncontesto geografico circoscritto con l’obiettivo di testarne la realizzabilità ed ilgrado di utilità per gli utenti finali (cittadini, imprese, consumatori, pubblicheamministrazioni, ecc.).
    • Le 4 aree tematicheRegione Intelligent Automotive E-health Creative Energy /transport/ industries logisticsPiemonte Supporter Leader SupporterValle d’Aosta Leader SupporterLiguria Supporter Supporter SupporterPACA Supporter Supporter Leader SupporterRA Supporter Supporter Supporter Leader
    • Attività su territorio• Nel biennio 2010-2011 sono state visitate, auditate e profilate oltre 48 tra imprese ed enti: l’audit è consistito in una visita in loco, la somministrazione di un questionario dettagliato sulle esigenze e capacità dell’impresa in termini di innovazione e trasferimento tecnologico e in una presentazione dettagliata dei servizi di animazione territoriale.• Sono stati organizzati 24 incontri bilaterali tra imprese locali e tra imprese e centri di eccellenza: in alcuni casi l’incontro ha permesso di instaurare una collaborazione tra le due controparti per attività commerciali, trasferimenti tecnologici, stesura di progetti di ricerca (realizzazione di una banca dati sui pectidi della fontina, partenariati di ricerca che hanno ottenuto un finanziamento a valere sulla L. R. 84/93 e successive modificazioni, candidature alle unità di ricerca e partecipazione al bando sui living- labs).• Sono state erogate circa 600 assistenze (telefoniche, e-mail, skype, allo sportello), di cui 119 mediante risposte a quesiti specifici relativamente a tematiche inerenti l’innovazione, la ricerca e sviluppo e bandi comunitari.
    • Alcune considerazioni conclusiveUn’indiscutibile valore aggiunto è costituito dagli audits tecnologici periodici presso leimprese a più elevato potenziale innovativo e presso i centri di eccellenza facenti parte dellarete regionale, al fine di evidenziare, da un lato, i loro fabbisogni tecnologici e, dallaltro, lecapacità tecnologiche che essi possono trasferire alle imprese stesse.La filiera breve si conclude facendo incontrare imprese e centri di eccellenza.Trattasi quindi di un servizio di taglio generalista (né specialistico, né consulenziale)finalizzato a profilare l’impresa/ente e a mettere in contatto domanda e offerta tecnologicasia a livello regionale (convenzione R.A.V.A.), sia a livello transnazionale (Enterprise Europenetwork) e ora anche a livello transfrontaliero (Progetto R.A.V.A. Alcotra Innovazione).La regia unica dell’Assessorato ha quindi evitato la realizzazione di eventi e di iniziativeslegate tra di loro, ha permesso delle economie di scala (ottimizzando le performance deivari progetti finanziati a valere su leve differenti) e ha ridotto il disagio arrecato in passatoagli imprenditori, sollecitati da svariati attori locali che proponevano servizi similari,chiedendo in numerose occasioni gli stessi dati alle imprese.
    • Alcune considerazioni conclusiveL’attività condotta su territorio ha permesso di stimolare le imprese ad utilizzare almeglio le agevolazioni e i contributi disponibili (incentivi per la ricerca industriale, aiutiall’innovazione, azioni per il trasferimento tecnologico), generando consapevolezzasugli strumenti esistenti ed un’efficace attività di signposting verso gli enti che sioccupano di politiche industriali (Direzione assistenza alle imprese, ricerca, qualità eformazione professionale, Finaosta S.p.A., Struttura Valle d’Aosta S.r.l. etc.).La partecipazione, concertata con l’Assessorato alle Attività Produttive, ai vari gruppi dilavoro regionali (comitato di valutazione Start-cup, incontri informativi con i portatoridi interesse su unità di ricerca e borse di ricerca, riunioni del Tavolo Permanente perl’Innovazione tecnologica) ha rafforzato un approccio sistematico a 360°, evitando lareplicazione di attività in essere e permettendo la condivisione di iniziative e risultaticon tutti gli attori regionali che si occupano di Innovazione.
    • Alcune considerazioni conclusivePer il futuro si dovrà evitare di erogare servizi già esistenti e generalisti (che comunqueverrebbero erogati nel prossimo triennio, essendo di natura camerale o già finanziati), madi integrare quanto già esiste sul territorio con nuove attività richieste dalle imprese e nonancora presenti sul territorio regionale, quali a titolo non esaustivo:• servizi di prevalutazione su progetti a valere sul VII PQ;•servizi di Technology Review o di valutazone di fattibilità tecnica sui progetti a valeresulle varie leve regionali co-finanziate, considerato che non esistono profili tecnico-scientifici di alto livello come quelli che potrebbero essere porposti dal Politecnico diTorino;•tecnology foresight per proprietà industriale e intellettuale;
    • Per ulteriori informazioni ATTIVA Srl Tel. (+39) 0165 573092 Fax. (+39) 0165 573090Email: innovazione@ao.camcom.it Piazza Chanoux, 15 11100 Aosta, Italy