Luci fqcywcksdwbnkzaqadhcs
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Luci fqcywcksdwbnkzaqadhcs

on

  • 151 views

 

Statistics

Views

Total Views
151
Views on SlideShare
151
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Luci fqcywcksdwbnkzaqadhcs Luci fqcywcksdwbnkzaqadhcs Presentation Transcript

  • Maria Montessori la casa dei bambini e l’educazione per un mondo nuovo
  • Educare all’umanità “Gli uomini non sono sufficientemente educati per controllare gli avvenimenti e così ne divengono vittime”
  • Chi era Maria Montessori? (1870-1952)  Contro il volere dei suoi genitori(che volevano che diventasse insegnante) s‟iscrive alla Facoltà di Medicina dell‟Università „La Sapienza‟ a Roma, diventa nel 1896 la prima donna italiana medico dopo l‟unità d‟Italia con una tesi sul ritardo mentale nei bambini(la prima donna medico in Italia fu la socialista anarchica Anna Kuliscioff , a Padova nel 1886, con una tesi sull‟origine batterica delle febbre puerperali) Si specializza in neuropsichiatria infantile con Sante De Sanctis(fondatore della neuropsichiatria infantile in Italia, apre gli „asili scuola „ per i bambini con insufficienza mentale) e inizia il suo tirocinio alla clinica psichiatrica universitaria lavorando con bambini con disabilità intellettive
  • Le prime influenze Maria Montessori è influenzata dal positivismo e lo scientismo organicistico. Subisce l‟influenza delle teorie avanzate dall‟antropologo Giuseppe Sergi che sostiene un determinismo somatico sviluppato poi dallo psichiatra Cesare Lombroso fondatore della criminologia in Italia. . Determinismo somatico e biologico . Teoria dell‟atavismo sociale e teorie razziali . Idea della ineducabilità e della non modificabilità dei soggetti dei soggetti oligofrenici . Principio di separazione rispetto al resto della società
  • L’approccio deterministico di Lombroso
  • Determinismo, biologismo, darwinismo sociale e malthusianesimo  Spiegazione causa – effetto univoca: i tratti somatici determinano e spiegano i comportamenti, la configurazione biologica determina il carattere, la frenologia spiega tutti i comportamenti con il sistema nervoso , l‟apparato neurologico è alla base di tutti i comportamenti(i comportamenti „anormali‟ e devianti‟; „pazzi‟, idioti, imbecilli, delinquenti, prostitute, anarchici)  Biologismo: primato dall‟aspetto organicistico su quelli sociali, relazionali, mentali, psicologici e culturali  Darwinismo: (Charles Darwin ritradotto socialmente per giustificare le diseguaglianze) la selezione naturale, sopravvivono i più forti e i più „capaci‟  Malthusianesimo: la miseria rappresenta un processo di eliminazione naturale degli „incapaci‟ (Robert Malthus: Saggio sul principio della popolazione. Crescita geomotrica e crescita aritmetica)
  • Primi scritti e prime esperienze  Maria Montessori lavora nell‟asilo scuola della clinica psichiatrica universitaria di Roma (collabora con Giuseppe Montesano, esperto di freniatria), pubblica “Antropologia pedagogica” e riprende alcune tesi di De Sanctis nel suo lavoro con i bambini: 1.l‟accoglienza e l‟organizzazione degli spazi 2.La „carta biografica‟ del bambino compilata in ingresso 3.La preparazione dei maestri che lavorano con „bambini anormali‟ 4.Prime sperimentazioni di una possibile educabilità dei bambini „idioti‟
  • L’incontro con J.M.G Itard e E.Séguin  Si reca a Parigi ad un Congresso di freniatria : letture dei testi di Itard e Séguin. Maria Montessori trova conferma delle sue prime intuizioni. 1. L‟educabilità dei „bambini idioti‟ 2. L‟importanza dell‟osservazione scientifica per rispondere ai bisogni specifici del bambino 3.Costruzione di un contesto adeguato a misura di bambino 4. Utilizzo di metodi e strumenti in grado di promuovere lo sviluppo delle capacità del bambino 5. Formazione pedagogica specifica dei maestri che lavorano con bambini che presentano disturbi dell‟apprendimento e un ritardo mentale 6. Importanza dell‟apprendimento del linguaggio(i disturbi del linguaggio) 7. Elaborare una „pedagogia emendativa‟: pedagogia speciale
  • Una pedagogia emendativa con ‘bambini speciali’  La presenza del deficit necessita di alcuni „emendamenti‟ cioè di alcune mediazioni specifiche per favorire lo sviluppo degli apprendimenti del bambino disabile  Si dà molta importanza all‟educazione sensoriale  Il progetto didattico deve essere strutturato analiticamente con strumenti specifici ed adeguati allo sviluppo del bambino . Maria Montessori scrive „Il metodo della pedagogia scientifica‟ dove ritrascrive brani interi dei testi di Itard e Séguin.  None siste un‟educazione separata per il bambino disabile perché viviamo tutti nella stessa società  Molte delle tecniche didattiche inventate nel lavoro con i disabili possono essere trasferite nel lavoro con tutti i bambini  Scuola di ortofonia, uso del canto, utilizzo del disegno come esercizio introduttivo alla scrittura
  • Osservare, rispettare ed amare
  • La Casa dei bambini (1907)  Maria Montessori crea nel 1907 la prima Casa dei bambini nel quartiere San Lorenzo a Roma  Tutto è fatto a misura di bambino(arredamento, ambiente, amteriali didattici)  Il bambino trova un ambiente dove potersi esprimere in maniera originale e allo stesso tempo apprendere il sentimento della vita in comunità  L‟insegnante è l‟organizzatore dell‟ambiente educativo: deve creare le condizioni dell‟apprendimento , della concentrazione del bambino e deve sapere osservare  Rispettare livello di capacità, ritmi, tempi e modalità del bambino
  • Strumenti  M.Montessori realizza un materiale didattico specifico per l‟educazione sensoriale e motoria del bambino e lo suddivide in: - Materiale didattico analitico (incentrato su un‟unica qualità dell‟oggetto: peso, forma, dimensioni).Educa i sensi isolatamente - Materiale didattico autocorrettivo (educa il bambino all‟autocorrezione dell‟errore e il controllo dell‟errore) - Matirale didattico attraente(oggetti di facile manipolazione e uso, creato per invogliare il bambino all‟attività di gioco)
  • Una pedagogia attiva  L‟importanza degli esercizi di concentrazione  L‟importanza dell‟educazione senso-motorio  L‟individualizzazione del percorso di apprendimento  L‟uso di mediazioni e mediatori per favorire gli apprendimenti(materiali didattici specifici)  L‟importanza di un ambiente e di oggetti su misura  L‟importanza dei giochi educativi per lo sviluppo di competenze relazionali nel bambino  L‟importanza dell‟osservazione pedagogica: imparare ad osservare  Sviluppare la socialità e promuovere „l‟educazione morale‟ cioè imparare a relazionarsi con l‟altro diverso da sè
  • Una educazione per un mondo nuovo  Maria Montessori lascia l‟Italia durante il fascismo(antifascista con simpatie socialiste); le sue scuole vengono chiuse dal regime  Esilio in Inghilterra; viene arrestata e deportata in un campo di prigionia in India; viene liberata: incontra Rabindranath Tagore e Gandhi; molto influenzata dalle filosofie indiane  Maria Montessori ha vissuto le due guerre mondiali, gli orrori del fascismo e del nazismo; la discriminazione nei confronti degli ebrei: è convinta che solo una educazione alla relazione con l‟altro diverso da sé , solo lo sviluppo equilibrato di tutte le potenzialità del bambino potrà creare le basi per generazioni pacifiche, tolleranti ed aperte all‟altro. Educare ad un mondo di pace e di dialogo