Your SlideShare is downloading. ×
0
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MACERATA
FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
SCIENZE DELL’EDUCAZIONE E DELLA
FORMAZIONE
DIDATTIC...
IL NEO-COGNITIVISMO
•IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE
•LA SECONDA RIVOLUZIONE COGNITIVISTA:
LA PSICOLOGIA SOCIALE
LA PSI...
IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE
• Fine 800:
• Piattaforma biologica agli studi sulla mente.
• Cervello e mente non distin...
IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE
Problemi:
Atteggiamento riduzionista (disaggregazione dei fenomeni,
delle variabili).
Cau...
IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE
Alcuni precursori dell’ibridazione tra scienze nel 900:
- Hebb
- Edelman:
- Spiegare le f...
IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE
• Teoria dell’attività del cervello per capire il cervello
stesso (La sfida cognitiva di ...
IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE
Ne consegue:
•Nascita di nuove discipline
•Transdisciplinarità e discipline di confine
IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE
La neuropsicologia cognitivista:
– partendo dalle conseguenze dei danni cerebrali,
analiz...
IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE
Nuove spinte influenzate data da:
• Cibernetica
• Matematica
• Computazione digitale
• El...
IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE
Cibernetica:
Metafora del computer
• Cervello = processore
• Mente/cervello = programma/c...
IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE
Matematica:
Teoria dell’Intelligenza Artificiale: macchina di Turing che
esegue operazion...
IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE
Elettronica:
Nuovi approcci basati su come la mente elabora,
immagazzina, richiama, gesti...
IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE
LIMITI
• Considerazione ristretta della mente: al computer
sfuggono i processi di coscien...
IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE
Limiti del computazionismo
• Riduzione della mente a un programma.
• Aderenza alla teoria...
IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE
Gardner :
Paradosso computazionale
• diversità della mente dai sistemi elettronici.
• Imp...
IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE
Sviluppi
• Teorie basate sulla novità e sulla creatività degli eventi
mentali.
• Affermaz...
IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE
Si affermano due orientamenti
 MODULARISMO
 CONNESSIONISMO
IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE
MODULARISMO
Fodor: Mente modulare: la mente funziona per moduli
coordinati tra loro, con ...
IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE
Karmiloff-Smith: congiunzione di modularismo e
connessionismo.
Ruolo dello sviluppo e ruo...
IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE
CONNESSIONISMO
Ricerche sulle reti neurali (connessioni tra neuroni e che
sono comunicant...
IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE
MODULARISMO CONNESSIONISMO
•Moduli e specializzazione
settoriale
•Distinzione tra sistemi...
IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE
SVILUPPI DEL MODULARISMO
• Influenza dei processi di apprendimento
• Influenza delle fasi...
SECONDA RIVOLUZIONE COGNITIVISTA
E’ un assetto socio-costruttivista e culturale assunto
dalle scienze cognitive.
Si esprim...
LA PSICOLOGIA SOCIALE
CONTRIBUTO DI VYGOTSKIJ
• Ruolo del contesto sociale e culturale.
• Presenza di simboli e di strumen...
LA PSICOLOGIA SOCIALE
 Interazione tra attività cognitiva e socio-affettiva.
 Socio-costruttivismo.
 Complessità delle ...
LA PSICOLOGIA SOCIALE
Schaffer: approccio interattivo-costruzionista nel rapporto
bambino-madre.
Funzione tutoria della ma...
LA PSICOLOGIA SOCIALE
Carugati: concetto di natura sociale dell’intelligenza.
Si struttura attraverso il progressivo rappo...
LA PSICOLOGIA SOCIALE
Usa strategie di pensiero e di ricerca di tipo immediato:
Procedure euristiche, per tentativi, misco...
LA PSICOLOGIA CULTURALE
Teoria culturale della mente:
Insiste sul tema della ricerca del significato.
La cultura ha in sé ...
LA PSICOLOGIA CULTURALE
Bruner: teoria culturalistica
– Relazione tra mente e sistemi di simboli che
compongono la realtà....
LA PSICOLOGIA SOCIALE E LA PSICOLOGIA
CULTURALE
PSICOLOGIA SOCIALE PSICOLOGIA CULTURALE
•Intreccio tra individuo, gruppo e...
IL CULTURALISMO E LA CONOSCENZA
SOCIALE IN BRUNER
FARE SIGNIFICATO
• Conoscere vuol dire fare significato.
• Fare come azi...
IL CULTURALISMO E LA CONOSCENZA
SOCIALE IN BRUNER
FARE SIGNIFICATO
Contesti culturali interpersonali.
I contesti culturali...
IL CULTURALISMO E LA CONOSCENZA
SOCIALE IN BRUNER
PRINCIPI DELLA CONOSCENZA
1. PROSPETTIVA
2. LIMITAZIONI
3. COSTRUTTIVISM...
IL CULTURALISMO E LA CONOSCENZA
SOCIALE IN BRUNER
1. PROSPETTIVA (dimensione soggettiva e dialogo con i saperi
accreditati...
IL CULTURALISMO E LA CONOSCENZA
SOCIALE IN BRUNER
NATURA DELLA CONOSCENZA
1. COSTRUTTIVISTA
2. PER CONCETTI
3. RAPPRESENTA...
IL CULTURALISMO E LA CONOSCENZA
SOCIALE IN BRUNER
NATURA DELLA CONOSCENZA
1. COSTRUTTIVISTA (livello esecutivo, iconico, s...
IL CULTURALISMO E LA CONOSCENZA
SOCIALE IN BRUNER
EDUCAZIONE E CULTURA
Duplice funzione della cultura:
– Plasma le menti
–...
LE SCIENZE COGNITIVE
Le funzioni accreditate alla mente:
1. Registrazione e organizzazione delle informazioni
(APPRENDIMEN...
LE SCIENZE COGNITIVE
E’ il processo distinto o integrato di apprendimento e di
elaborazione delle informazioni.
La cognizi...
LE SCIENZE COGNITIVE
APPRENDIMENTO
Individuale, personale, originario
CONOSCENZA
Competenza ampia, connessa a conoscenze p...
LE SCIENZE COGNITIVE
La conoscenza è connessa a:
• osservazione
• conoscenze pregresse
• linguaggio
• giudizio
LE SCIENZE COGNITIVE
La conoscenza è:
• rappresentabile
• costruttiva di nuovi concetti e di relazioni tra concetti
• di n...
LE SCIENZE COGNITIVE
Considerazione e attenzione a:
• Mente come funzione del cervello
• Natura individuale dei processi c...
LE SCIENZE COGNITIVE
Valorizzazione di:
• Rappresentazione mentale e processi simbolici
• Coscienza
• Intenzioni del compo...
IL COSTRUTTIVISMO
• Processo di costruzione della conoscenza.
• E’ l’espressione matura del cognitivismo.
• Esamina la cos...
IL COSTRUTTIVISMO
• Rintracciabile in:
• Attivismo (Decroly)
• Operazionismo (Piaget)
• Cibernetica(mente elaboratrice)
• ...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Lezione2

195

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
195
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Lezione2"

  1. 1. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MACERATA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE SCIENZE DELL’EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE DIDATTICA GENERALE - MODULO A I SEMESTRE A.A. 2010/11
  2. 2. IL NEO-COGNITIVISMO •IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE •LA SECONDA RIVOLUZIONE COGNITIVISTA: LA PSICOLOGIA SOCIALE LA PSICOLOGIA CULTURALE IL CULTURALISMO E LA CONOSCENZA SOCIALE IN BRUNER •LE SCIENZE COGNITIVE •IL COSTRUTTIVISMO
  3. 3. IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE • Fine 800: • Piattaforma biologica agli studi sulla mente. • Cervello e mente non distinti. • James: Parallelismo tra origine biologica (cervello) e fisiologica (coscienza) della mente. 900: mente come configurazione autonoma
  4. 4. IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE Problemi: Atteggiamento riduzionista (disaggregazione dei fenomeni, delle variabili). Causalità lineare (non c’è retroazione). Tecniche naturali inadeguate per approcciarsi allo studio della mente. Non totale condivisione delle relazioni tra neurobiologia e psicologia/pedagogia.
  5. 5. IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE Alcuni precursori dell’ibridazione tra scienze nel 900: - Hebb - Edelman: - Spiegare le funzioni psicologiche in termini neurali. - Teoria del darwinismo neurale: le funzioni cerebrali superiori evolvono in base alle variazioni fisiologiche e funzionali del cervello.
  6. 6. IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE • Teoria dell’attività del cervello per capire il cervello stesso (La sfida cognitiva di Gardner). • Capire le strutture alla luce delle sue funzioni. • Ibridazione tra scienze neurologiche e psicologiche.
  7. 7. IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE Ne consegue: •Nascita di nuove discipline •Transdisciplinarità e discipline di confine
  8. 8. IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE La neuropsicologia cognitivista: – partendo dalle conseguenze dei danni cerebrali, analizza i processi cognitivi normali, – si affianca alla psicologia sperimentale Si basa su: – Associazione disfunzionalità psichiche/danni neurologici. – Valorizzazione dell’ approccio clinico nello studio delle patologie.
  9. 9. IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE Nuove spinte influenzate data da: • Cibernetica • Matematica • Computazione digitale • Elettronica
  10. 10. IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE Cibernetica: Metafora del computer • Cervello = processore • Mente/cervello = programma/computer
  11. 11. IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE Matematica: Teoria dell’Intelligenza Artificiale: macchina di Turing che esegue operazioni relazionali in sequenza. - Operazioni mentali = operazioni in sequenza razionale - Correlazione tra processori elettronici e reti neurali del cervello. Minsky: strutture predefinite (frames) che guidano le azioni cognitive. Neisser: La mente svolge la funzione di processazione delle informazioni con dei programmi come il computer (si avvia la distinzione tra apprendimento e conoscenza).
  12. 12. IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE Elettronica: Nuovi approcci basati su come la mente elabora, immagazzina, richiama, gestisce le informazioni: Teoria dell’informazione (Human Information Processing), Teoria della mente computazionale, Teoria dell’I.A.
  13. 13. IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE LIMITI • Considerazione ristretta della mente: al computer sfuggono i processi di coscienza, retroazione, autoriflessione. • Scarsa attenzione all’elaborazione. SVILUPPI dell’I.A. MODELLO DELLA MENTE COMPUTAZIONALE: centrato su come avviene l’elaborazione e la gestione delle informazioni. • Mente governata da regole. • Valorizzazione dei processi di creazione e trasformazione di significato.
  14. 14. IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE Limiti del computazionismo • Riduzione della mente a un programma. • Aderenza alla teoria associazionistica. • Il conoscere non è un atto così netto o riducibile. • Non considerazione dell’immaginazione, dell’intenzionalità.
  15. 15. IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE Gardner : Paradosso computazionale • diversità della mente dai sistemi elettronici. • Impossibilità di accesso ai processi affettivi, emotivi, dinamici.
  16. 16. IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE Sviluppi • Teorie basate sulla novità e sulla creatività degli eventi mentali. • Affermazione della valenza dei processi psicodinamici, affettivi, emotivi. • Oliviero: Riconoscimento di: - Complessità dei processi mentali - Natura qualitativa del lavoro mentale - Ruolo dello sviluppo e della maturazione - Diversità della mente in ciascun individuo
  17. 17. IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE Si affermano due orientamenti  MODULARISMO  CONNESSIONISMO
  18. 18. IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE MODULARISMO Fodor: Mente modulare: la mente funziona per moduli coordinati tra loro, con sistemi periferici e un sistema centrale che elabora. Olson: visione modulare dell’intelligenza, intreccio di frames differenziati adattabili ai contesti culturali e simbolici. Intelligenze diverse e sensibili alle situazioni, non gerarchia tra esse. Insegnare a padroneggiare i sistemi simbolici. Privilegio di una intelligenza sulle altre.
  19. 19. IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE Karmiloff-Smith: congiunzione di modularismo e connessionismo. Ruolo dello sviluppo e ruolo dell’apprendimento. Ruolo della metacognizione.
  20. 20. IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE CONNESSIONISMO Ricerche sulle reti neurali (connessioni tra neuroni e che sono comunicanti), natura unitaria e sinergica della processazione, azione cognitiva che appartiene all’intera rete.
  21. 21. IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE MODULARISMO CONNESSIONISMO •Moduli e specializzazione settoriale •Distinzione tra sistemi centrali e periferici •Immagine poliedrica e plurale della mente •Visione modulare dell’intelligenza •Processazione mentale delle informazioni •Reti neurali (circuiti, sinapsi) •Andamento reticolare, illineare. •Azione in parallelo •Processazione delle informazioni •Flessibilità, gradualità e dinamicità del pensiero
  22. 22. IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE SVILUPPI DEL MODULARISMO • Influenza dei processi di apprendimento • Influenza delle fasi dello sviluppo personale • Natura cognitivista e metacognitivista del pensiero Gardner: - Connessioni nella mente tra neurobiologico, culturale. - Individualità, singolarità, pluralità della mente umana. - Natura qualitativa del pensiero. - Ruolo della soggettività, dei contesti, dell’età.
  23. 23. SECONDA RIVOLUZIONE COGNITIVISTA E’ un assetto socio-costruttivista e culturale assunto dalle scienze cognitive. Si esprime in due versanti: PSICOLOGIA SOCIALE PSICOLOGIA CULTURALE
  24. 24. LA PSICOLOGIA SOCIALE CONTRIBUTO DI VYGOTSKIJ • Ruolo del contesto sociale e culturale. • Presenza di simboli e di strumenti di comunicazione. • Ruolo del linguaggio. • Dimensione interpersonale o sociale che favorisce lo sviluppo cognitivo.
  25. 25. LA PSICOLOGIA SOCIALE  Interazione tra attività cognitiva e socio-affettiva.  Socio-costruttivismo.  Complessità delle dinamiche cognitive, intellettive, relazionali.  Azione mentale come espressione di una pluralità di entità.  Rapporto uomo-cultura.
  26. 26. LA PSICOLOGIA SOCIALE Schaffer: approccio interattivo-costruzionista nel rapporto bambino-madre. Funzione tutoria della madre per: o la costruzione del pensiero nel bambino. o favorire gli scambi con l’ambiente fisico e umano o costruire conoscenza sociale.
  27. 27. LA PSICOLOGIA SOCIALE Carugati: concetto di natura sociale dell’intelligenza. Si struttura attraverso il progressivo rapporto con l’ambiente. È un processo individuale e sociale. Ross, Arcuri, Taylor … : concetto di social cogniton o conoscenza sociale. Uomo attivo costruttore degli schemi cognitivi che conferiscono significato alla realtà e la strutturano in senso sociale.
  28. 28. LA PSICOLOGIA SOCIALE Usa strategie di pensiero e di ricerca di tipo immediato: Procedure euristiche, per tentativi, misconcetti, intuizioni, preconcetti, categorizzazioni e generalizzazioni. Due versanti: Social cognition più attento a dinamiche individuali? Il socio –costruttivismo più attento a dinamiche sociali.
  29. 29. LA PSICOLOGIA CULTURALE Teoria culturale della mente: Insiste sul tema della ricerca del significato. La cultura ha in sé simboli e codici, significati e valori. La cultura attiva e orienta i processi cognitivi.
  30. 30. LA PSICOLOGIA CULTURALE Bruner: teoria culturalistica – Relazione tra mente e sistemi di simboli che compongono la realtà. – La mente costruisce, elabora, conserva e tramanda. – Cultura superorganica (superiore alle culture individuali). – Fornisce orientamenti per la costruzione di significato (fare significato). – Pensiero al congiuntivo (per interpretare il mondo l’uomo usa categorie, simboli, metafore, pensiero creativo, illogico, alternativo).
  31. 31. LA PSICOLOGIA SOCIALE E LA PSICOLOGIA CULTURALE PSICOLOGIA SOCIALE PSICOLOGIA CULTURALE •Intreccio tra individuo, gruppo e contesto •Interazione di fattori soggettivi •Approccio interattivo/costruzionista •Conoscenza come azione di co- costruzione •Paradigma della conoscenza sociale •Costruzione di schemi cognitivi •Ricerca del significato •Cultura che offre contesti e linguaggi •Conoscenza = azione che trova significato nella cultura di appartenenza, nei valori, simboli, conoscenze pregresse… •Confronto e comunicazione
  32. 32. IL CULTURALISMO E LA CONOSCENZA SOCIALE IN BRUNER FARE SIGNIFICATO • Conoscere vuol dire fare significato. • Fare come azione attiva. • Significato nei contesti appropriati. • Azione ermeneutica del conoscere sganciata da procedure consuete e prevedibili. • Senso dell’agire mentale come sede dell’agire mentale. • Collocazione culturale dei significati e di tutta l’attività mentale. • Creazione e Negoziazione dei significati = conoscere e comunicare.
  33. 33. IL CULTURALISMO E LA CONOSCENZA SOCIALE IN BRUNER FARE SIGNIFICATO Contesti culturali interpersonali. I contesti culturali favoriscono lo sviluppo mentale. Interdipendenza tra conoscere e comunicare. La soggettività non è trascurata perché le dinamiche personali hanno peso e rilevanza. Ruolo dell’insegnamento e dell’educazione.
  34. 34. IL CULTURALISMO E LA CONOSCENZA SOCIALE IN BRUNER PRINCIPI DELLA CONOSCENZA 1. PROSPETTIVA 2. LIMITAZIONI 3. COSTRUTTIVISMO 4. INTERAZIONE 5. ESTERNALIZZAZIONE 6. STRUMENTALISMO 7. IDENTITA’ E AUTOSTIMA 8. NARRAZIONE
  35. 35. IL CULTURALISMO E LA CONOSCENZA SOCIALE IN BRUNER 1. PROSPETTIVA (dimensione soggettiva e dialogo con i saperi accreditati) 2. LIMITAZIONI (ancoraggio alla soggettività e al vissuto – difficoltà di accesso ai molteplici simboli e linguaggi) 3. COSTRUTTIVISMO (i significati sono costruiti) 4. INTERAZIONE (narrazione e intersoggettività) 5. ESTERNALIZZAZIONE (produrre opere e mostrarle all’esterno) 6. STRUMENTALISMO (competenze strumentali e abilità) 7. IDENTITA’ E AUTOSTIMA (apprezzamento dello stato mentale proprio e altrui- metacognizione-teoria della mente) 8. NARRAZIONE (invenzione di storie e narrazione)
  36. 36. IL CULTURALISMO E LA CONOSCENZA SOCIALE IN BRUNER NATURA DELLA CONOSCENZA 1. COSTRUTTIVISTA 2. PER CONCETTI 3. RAPPRESENTABILE 4. QUALITATIVA 5. INTERSOGGETTIVA 6. CONNESSA AL PREGRESSO 7. CONNESSA AL SE’
  37. 37. IL CULTURALISMO E LA CONOSCENZA SOCIALE IN BRUNER NATURA DELLA CONOSCENZA 1. COSTRUTTIVISTA (livello esecutivo, iconico, simbolico – inferenze, schemi, strutture, linea multipla e discontinua) 2. PER CONCETTI (concetto = esito essenziale del lavoro mentale e organizzatori del pensiero) 3. RAPPRESENTABILE (in varie forme linguistiche) 4. QUALITATIVA (profondità e curricolo a spirale) 5. INTERSOGGETTIVA (dimensione oggettuale, regole e criteri, reciprocità) 6. CONNESSA AL PREGRESSO (conoscenze pregresse e tradizioni) 7. CONNESSA AL SE’ (costruzione dell’esperienza di sé e metacognizione)
  38. 38. IL CULTURALISMO E LA CONOSCENZA SOCIALE IN BRUNER EDUCAZIONE E CULTURA Duplice funzione della cultura: – Plasma le menti – Fornisce gli strumenti del pensiero, concetti, relazioni, memorie e simbologie Educazione e apprendimento = cultura – Due modalità di costruzione: • Sintetica e razionale (indicativo) • Simbolica e creativa (congiuntivo) • Curricolo a spirale e dotato di struttura logica
  39. 39. LE SCIENZE COGNITIVE Le funzioni accreditate alla mente: 1. Registrazione e organizzazione delle informazioni (APPRENDIMENTO) 2. Elaborazione delle informazioni (CONOSCENZA) 3. Rappresentazione della realtà mediante simboli e codici (SIMBOLIZZAZIONE)
  40. 40. LE SCIENZE COGNITIVE E’ il processo distinto o integrato di apprendimento e di elaborazione delle informazioni. La cognizione è una funzione psichica/mentale che organizza il comportamento umano, l’apprendimento delle informazioni, l’elaborazione della conoscenza, l’ideazione, la programmazione, il controllo. Svolge una funzione regolatoria del comportamento. Poiché il comportamento è orientato dal pensiero, la funzione cognitiva gestisce il pensiero.
  41. 41. LE SCIENZE COGNITIVE APPRENDIMENTO Individuale, personale, originario CONOSCENZA Competenza ampia, connessa a conoscenze pregresse, confrontata con i saperi accreditati, Sociale, comprendente concetti e relazioni tra concetti, tendente alla consapevolezza, a conferire significato alla realtà, a organizzazioni gerarchiche
  42. 42. LE SCIENZE COGNITIVE La conoscenza è connessa a: • osservazione • conoscenze pregresse • linguaggio • giudizio
  43. 43. LE SCIENZE COGNITIVE La conoscenza è: • rappresentabile • costruttiva di nuovi concetti e di relazioni tra concetti • di natura sociale, intersoggettiva • parzialmente valutabile La conoscenza: • Lavora per concetti • Realizza gerarchie sequenziali di concetti
  44. 44. LE SCIENZE COGNITIVE Considerazione e attenzione a: • Mente come funzione del cervello • Natura individuale dei processi cognitivi • Valorizzazione dei processi mentali superiori • Valorizzazione del contenuto nel processo apprenditivo • Contesti culturali e sociali • Natura sociale della conoscenza • Area di potenzialità • Pluralità di stili • Attività metacognitive • Rilancio degli aspetti motivazionali
  45. 45. LE SCIENZE COGNITIVE Valorizzazione di: • Rappresentazione mentale e processi simbolici • Coscienza • Intenzioni del comportamento proprio e altrui • Connessioni tra pensiero e linguaggio
  46. 46. IL COSTRUTTIVISMO • Processo di costruzione della conoscenza. • E’ l’espressione matura del cognitivismo. • Esamina la costruzione dei concetti all’interno dell’esperienza individuale.
  47. 47. IL COSTRUTTIVISMO • Rintracciabile in: • Attivismo (Decroly) • Operazionismo (Piaget) • Cibernetica(mente elaboratrice) • Bruner (principio della costruzione per mezzo della cultura) • Ausubel, Novak, Gowin (metacognizione, costruzione concetti) • Rosati (teoria della cultura)
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×