Fabbriche di parole
per piccoli consumatori
Roma, 13 gennaio 2006
Dott.ssa Laura Di Ferrante
I bambini e la lingua
Le prim...
Da 0 a 12 mesi
Nel 1967 Jean Piaget costruisce una complessa mappa dello sviluppo mentale del bambino
articolata in tre pe...
I tre e i quattro anni
Questo è il periodo della funzione simbolica che inaugura quello designato da Piaget delle
operazio...
Il baby talk
mezzi linguistici che sono messi in atto dai
parlanti per interagire con i piccoli
• Linguaggio fortemente se...
AGATHITA DEL MIO
CUORE
UNA SORPRESA TI FARÒ
CON UN BACIO
E TANTO AMORE
UN CUORE AZZURRO
TI DARÒ
AGATHITA TOGLI
E METTI
AGA...
La segmentazione degli spot46 ZAINI ONE PIECE
INQ DOVE COLORE MDP PERSONAGGIO/OGG. AZIONE
VF
C
C/
P
LUCCIC
ANZA
1 eg giall...
La segmentazione degli spot
   46   ZAINI ONE PIECE
in
q SCRITTO PARLATO CANTATO
1   ahhh  
    all'arrembaggio  
2      
...
FORESTIERISMI
ACTION (4), ADVANCE(8), AIR(4), ALPINE, BAG, ALL(25),BEAUTIFUL, BOBBY(17), BOX
(4), BOY (8), CARD, CATCH (14...
COMPLEMENTO DI MEZZO O STRUMENTO
• DIVENTA SPECIALE ANCHE TU CON I NUOVI ZAINI DRAGON BALL;
• CON ROSSANA DIVENTI UNA STAR...
LINGUA DEGLI SPOT PER BAMBINI
RIEPILOGOriepilogo dati
0 %
20 %
40 %
60 %
80 %
1 0 0 %
1 2 0 %
p er masch i 2 1% 2 5 % 0 % 8 % 3 1% 5 0 % 3 1 % 6% 25 % 2...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

griglia psicolinguistica

345 views
177 views

Published on

Published in: Internet
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
345
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • il momento in cui il bambino interiorizza gli schemi d’azione che diventano operazioni mentali. In questa fase tali operazioni sono ancora concrete nel senso che sono collegate agli oggetti e alle loro relazioni
  • griglia psicolinguistica

    1. 1. Fabbriche di parole per piccoli consumatori Roma, 13 gennaio 2006 Dott.ssa Laura Di Ferrante I bambini e la lingua Le prime indagini sullo sviluppo del linguaggio verbale cominciano ad essere condotte negli ultimi anni del 1800. Nel 1893 Stephenson rileva le prime frasi isolate del bambino intorno al primo anno d’età: OLOFRASI, frasi in boccio che col passar del tempo diventeranno frasi vere e proprie. •Nel 1907 Clara e Wilhem Stern classificano le produzioni linguistiche di tre bambini e arrivano a distinguere tre stadi di sviluppo linguistico nel bambino: 2. 1. stadio dei sostantivi (sostanza) 3. stadio dei verbi (azione) 4. stadio degli aggettivi, avverbi, preposizioni etc. (relazioni e attributi). Nel 1927 Guillaume mette in rilievo la funzione comunicativa e pragmatica del linguaggio verbale e intuisce che gli amalgami comunicativi infantili (parole, gesti e azioni) sono il presupposto della combinazione delle parole nei successivi stadi di sviluppo. Tra il 1939 e il 1949 Leopold studia la produzione linguistica della figlia Hildegard bilingue e si impegna a decifrare il contenuto semantico delle parole della bambina
    2. 2. Da 0 a 12 mesi Nel 1967 Jean Piaget costruisce una complessa mappa dello sviluppo mentale del bambino articolata in tre periodi: • 1 dell’intelligenza senso-motoria - schemi d’azione - • 2 delle operazioni concrete • 3 delle operazioni formali Intelligenza senso-motoria costruzione delle categorie pratiche (di pura azione, non come concetti del pensiero): • 1. dell’oggetto • 2. dello spazio • 3. della causalità • 4. del tempo Il bambino inizia a “parlare” • La prima parola consapevole e intenzionale del bambino appare più o meno intorno al dodicesimo mese di vita • la lingua procede per gradi di complessità grammaticale: intorno al 15° mese d’età produce frasi di due parole dette “dirematiche” Verso la fine del secondo anno d’età subentra, nel bambino, la funzione simbolica, ossia la capacità di riconoscere che certe cose stanno per altre, che è alla base della lingua Ma anche del gioco dell’immaginazione, del sogno, dell’imitazione, che sono ricchi di tutti momenti espressivi invasi e caratterizzati dai simboli.
    3. 3. I tre e i quattro anni Questo è il periodo della funzione simbolica che inaugura quello designato da Piaget delle operazioni concrete In questi anni le regole linguistico-grammaticali si consolidano e la mente del bambino è finalmente “predisposta” all’incontro con la lingua LAD Chomsky (1970) e Mc Neill (1973) teorizzano che lo sviluppo del linguaggio del bambino sia governato dal Dispositivo di Acquisizione Linguistica meccanismo grammaticale universale di cui tutti gli uomini sono provvisti fin dalla nascita. •“Nel LAD si immette un corpus linguistico, cioè un insieme di espressioni, alcune grammaticali, altre no (…) Da questo corpus il LAD crea un sistema grammaticale (…) Il LAD costruisce una grammatica facendo passare i dati contenuti nel corpus attraverso qualche particolare struttura interna”. •corpus linguistico ⇒ LAD ⇒ sistema grammaticale •(Mc Neill, 1974, p. 33) Il quinto e il sesto anno • affinamento del sistema grammaticale-sintattico in relazione alle strutture fondamentali della lingua, che però vedrà la sua realizzazione completa verso i dieci anni. • definizione del sistema fonologico (la pronuncia). • scoperta della convenzionalità e dell’arbitrarietà della parola che riesce definitivamente ad essere un signifiant linguistico in grado di evocare l’oggetto, l’azione etc. Da sei a dodici anni In questo periodo la sintassi del bambino comincia quasi a coincidere con quella dell’adulto: il bambino perfeziona la sua competenza linguistica, arricchisce il vocabolario soprattutto grazie agli stimoli sociali e culturali oltre che affettivi
    4. 4. Il baby talk mezzi linguistici che sono messi in atto dai parlanti per interagire con i piccoli • Linguaggio fortemente semplificato, caratterizzato da frasi brevi e sintatticamente semplici • Poche proposizioni subordinate • Completamento o ripetizione delle frasi prodotte dai bambini • Vocabolario ristretto • Vasta gamma di diminutivi e vezzeggiativi legati alla esperienza del bambino • Intonazione alta • Vocali lunghe • Ridondanza (ripetizioni o parafrasi) • Feed-back positivi di gratificazione madre-figlio.
    5. 5. AGATHITA DEL MIO CUORE UNA SORPRESA TI FARÒ CON UN BACIO E TANTO AMORE UN CUORE AZZURRO TI DARÒ AGATHITA TOGLI E METTI AGATHITA METTI E TOGLI AGATHITA DEL MIO CUORE TANTO AMORE TI DARÒ YUPPIIIII MI DIVERTE UN SACCO AGATHITA TOGLI E METTI SEI PRONTO A SFIDARE IL TERRIBILE CYBORG CON LE TUE HOT WHEELS? MMMMHHHHHHH HO FAME DI HOT WHEELS IL POTERE È NELLE TUE MANI LANCIA IL TUO BOLIDE LUNGO LA PISTA MA ATTENTO SE TI PRENDE TI MANGIA O TI GETTA NELLA FOSSA VISCHIOSA SEI IN TRAPPOLA SUPERA TUTTI GLI OSTACOLI E SCONFIGGI IL CYBORG NON RIUSCIRAI A PORTARMI VIA LE HOT WHEELS E INVECE SÌ AMICO CYBORG CITY LANCIA LA SFIDA AL CYBORG ROBOT
    6. 6. La segmentazione degli spot46 ZAINI ONE PIECE INQ DOVE COLORE MDP PERSONAGGIO/OGG. AZIONE VF C C/ P LUCCIC ANZA 1 eg giallo 2 bambini si lanciano con le liane ma cl ca giallo Robber si lancia con la liana ma cl 2 ig giallo gambe e piedi atterrano ma cl ig giallo carr a-d 2 bambini aprono la cassa del tesoro ma cl nella cassa ig rosso zaini nella cassa scintillano ma pp nella cassa ig azzurro stacco bambino si mette lo zaino sulla spalla ma cm ig azzurro carr s-d bambino 2 guarda lo zaino ma pp 3 ca azzurro stacco zaino, Robber, air system la mano preme l'air system ma pulsante 4 eg azzurro stacco bambino pirata si gira guardando nel cannocchiale ma pp 5 ca rosso stacco personaggi cartone salutano ma cm 6 ca azzurro dissolvenza tramonto e logo logo appare sul tramonto ma pp 7 ca azzurro stacco zaini, quaderni, astucci ma cm
    7. 7. La segmentazione degli spot    46   ZAINI ONE PIECE in q SCRITTO PARLATO CANTATO 1   ahhh       all'arrembaggio   2           ecco il tesoro       i coloratissimi zaini di       one piece       e c'è anche   3   la versione con l'esclusivo air system    4   cerca anche tu il tesoro   5   e parti per l'avventura   6   di one piece all'arrembaggio   7 www.sjnet.it da sj  
    8. 8. FORESTIERISMI ACTION (4), ADVANCE(8), AIR(4), ALPINE, BAG, ALL(25),BEAUTIFUL, BOBBY(17), BOX (4), BOY (8), CARD, CATCH (14), CHEESE, CITY (2), COOL (4), CYBORG (4), DAY (3), DISNEY (4), DRAGON (25), EXTREME, FANTASY, FASHION (5), FISHER, FOR (4), FUSION (2), GAME (8), GIRL, GO, GUNDAM (4), HARRY (10), HOT (43), IS (4), JUNIOR, KART (3), KETCHUP, KINGDOM, LOOK (2), MAG (14), MAN (4), MR (5), MUFFIN, NURSERY, ONE (2), PASSION (4), PEN (4), PETS (3), PIECE (2), POTTER (10), PREST, WOOD, PRICE, RACING (4), RECORD (2), ROBOT, SCHOOL (4), SLUMP(2), SNOWBORD, SNOWBORDER, SPIDERMAN(7), SPRING (2), STAR, SUPER (3), SUPERCIRCUIT, SYSTEM (4), THE (2), TOTAL, TRENDY (4), WACKO'S (3), WARS, WHEELS (43), WIG (4), WITH, WRECK'N'ROLL (6), YEAH, COUPON, PELUCHE (2). PAROLE COMPOSTE E NEOLOGISMI BLOCCALIBRI, COCCOLOTTI, COPRIZAINO, FASHIONBAG, FURBYBABY, IMAGINEXT, MICROCUCCIOLI, MICROPETS, MORBIDOSI, PROFUMAZAINO, SUPERCIRCUIT, SUPERMODELLA, SUPERSFERA, SUPERSFERE, TIRAMOSTRI, TIRAMOSTRO. ELATIVI ANCORA PIÙ ORRIBILI, BELLISSIME, COLORATISSIMI, DIVERTENTISSIMI, ECCEZIONALI, ESCLUSIVO FANTASTICA, FANTASTICO, GOLOSISSIMO, IL MIGLIOR, LE PORTE GIGANTI, L'UNICA, MASSIMA POTENZA, MIGLIORE, MITICO ROBBER, NUOVISSIMA, PIÙ MAGICO CHE CI SIA, SCHERMO PIÙ GRANDE, SEMPRE SEMPRE DI PIÙ, SIMPATICISSIMI, SPECIALE, SUPER, SUPER MARIO, SUPER SAYAN, SUPERCIRCUIT, SUPERMARIO, SUPERMODELLA, SUPERSFERA, SUPERSFERE, SVEGLIA SVEGLIA, TUTTI SNODABILI, DORMIGLIONE, GIUGGIOLONE, MATTACCHIONE, SEGGIOLONE
    9. 9. COMPLEMENTO DI MEZZO O STRUMENTO • DIVENTA SPECIALE ANCHE TU CON I NUOVI ZAINI DRAGON BALL; • CON ROSSANA DIVENTI UNA STAR ANCHE TU; COMPLEMENTO DI FINE O DI SCOPO • con il bloccalibri per bilanciare il peso nello zaino; • (…) hanno (…) il coprizaino per la pioggia; • l’unica pista subito pronta per giocare con i suoni veri della formula 1; • …e per essere una vera principessa c’è il cofanetto di bellezza per splendere come una stella FRASI NOMINALI “Ecco la fabbrica di magica Doremì il forno delle magie (spot n. 14); Alla vostra destra l’allegra fattoria (…) alla vostra sinistra le porte giganti – ehi! L’albero di Prezzemolo! (spot n. 16); In carrozza, galleria, passaggio a livello, stazione!
    10. 10. LINGUA DEGLI SPOT PER BAMBINI
    11. 11. RIEPILOGOriepilogo dati 0 % 20 % 40 % 60 % 80 % 1 0 0 % 1 2 0 % p er masch i 2 1% 2 5 % 0 % 8 % 3 1% 5 0 % 3 1 % 6% 25 % 2 5% p er femmin e 3 7% 2 1 % 1 0 0% 13% 3 8% 3 1 % 3 1 % 5 0 % 6 % 3 8% g en eralisti 1 3% 2 1 % 2 5 % 0 % 1 3% 4 4 % 3 1 % 3 1 % 6 % 4 4% lu ccican za an glicimi diminu tivi e vezzegg iativi p aro le co mposte n eolo g ismi co mp osti co mp lemen ti d i mezzo e stru mento co mp lemen to di fin e e di scopo rime o n o mato pee frasi n ominali

    ×