Your SlideShare is downloading. ×

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
330
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
15
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Istituto Marconi - Piacenza VALUTARE LE COMPETENZE: RUBRICHE VALUTATIVE Mario Castoldi novembre 2009
  • 2. VALUTARE LE COMPETENZE: RUBRICHE VALUTATIVE VALUTAZIONE COMPETENZA INSEGNAMENTO APPRENDIMENTO Mario Castoldi
  • 3. LA NATURA DELL’INSEGNAMENTO QUALI SFIDE PER L’INSEGNAMENTO E PER LA VALUTAZIONE? CONSIDERARE I SAPERI COME RISORSE DA MOBILITARE INTEGRARE PROCESSI E PRODOTTI DELL’APPRENDIMENTO CONDIVIDERE PROGETTI FORMATIVI CON I PROPRI ALLIEVI CONVINCERE GLI ALLIEVI A CAMBIARE MESTIERE PRATICARE UNA VALUTAZIONE PER L’APPRENDIMENTO ANDARE VERSO UNA MINORE CHIUSURA DISCIPLINARE “Se si cambiano solo i programmi che figurano nei documenti, senza scalfire quelli che sono nelle teste, l’approccio per competenze non ha nessun futuro” (P. Perrenoud, Costruire competenze a partire dalla scuola, Roma Anicia 2003)
  • 4. COMPETENZA DA PROMUOVERE: MAPPA CONCETTUALE DUE MODI DIVERSI DI AVVICINARSI AL SAPERE “LETTURA” DEL PROBLEMA FORMARE/VALUTA RE PER CONOSCENZE/ABILI TÀ PROBLEMI MODO DI AFFRONTARLO “CHIUSI”: UN SOLO MODO DI INTERPRETARE IL PROBLEMA UNA SOLUZIONE UNIVOCA MODO PER VALUTARE LA PROPRIA AZIONE FEEDBACK GIUSTO/SBAGLIAT O FORMARE/VALUT ARE PER COMPETENZE PROBLEMI “APERTI” A PIÙ INTERPRETAZIONI PIÙ STRATEGIE DI SOLUZIONE RIFLESSIONE SULLE PROPRIE STRATEGIE
  • 5. COMPETENZA DA PROMUOVERE: MAPPA CONCETTUALE DIMENSIONI DEL “SAPER AGIRE” • RISORSE (conoscenze, abilità padroneggite dall’allievo) • STRUTTURE DI INTERPRETAZIONE (come l’allievo “legge” le situazioni) • STRATEGIE DI AZIONE (come l’allievo agisce in risposta ad un problema) • DISPOSITIVI DI AUTOREGOLAZIONE (come l’allievo apprende dall'esperienza e cambia le proprie strategie in funzione delle sollecitazioni provenienti dal contesto)
  • 6. COMPETENZA DA PROMUOVERE: MAPPA CONCETTUALE DIMENSIONI DELLA COMPETENZA SAPER AGIRE → mobilitazione del sapere (risorse, interpretazione, azione, autoregolazione) VOLER AGIRE → disposizioni ad agire (motivazione, immagine di sé, …) POTER AGIRE → rapporto con il contesto (interazione sociale, sensibilità al contesto, …)
  • 7. LA PROPOSTA UNO SGUARDO TRIFOCALE SOGGETTIV O ABIL ITA’ E SCENZ CONO GNO IMPE IVAZ MOT INTERSOGGETTIV O STR META ATEGIE COG NITIV E RUOL O SO IONE CIALE IIMMAGINE DI SE’ AP CONS significati personali ISTANZA AUTOVALUTATIVA EZZ EVOL A SEN S AL C IBILITA ’ ONT EST O OGGETTIVO sistema di attese ISTANZA SOCIALE evidenze osservabili ISTANZA EMPIRICA
  • 8. LA PROPOSTA UNO SGUARDO TRIFOCALE: REPERTORIO DI STRUMENTI AUTOVALUTAZION E Diario di bordo ETEROVALUTAZIONE RUBRICA VALUTATIVA ANALISI PRESTAZIONI Autobiografie Osservazioni in itinere Strategie autovalutative Commenti docenti e genitori Compiti autentici Prove di verifica Selezione lavori Interazioni tra pari
  • 9. RUBRICHE VALUTATIVE FRAMEWORK EUROPEO DELLE COMPETENZE LINGUISTICHE ELEMENTARE - A1 ELEMENTARE - A2 INTERMEDIO - B1 Ascolto Riesce a riconoscere parole familiari ed espressioni molto semplici riferite a se stesso, alla sua famiglia, al suo ambiente Riesce a capire espressioni e parole di uso molto frequente ed afferrare l’essenziale di messaggi semplici Riesce a capire gli elementi principali in un discorso chiaro in lingua su argomenti familiari Lettura Riesce a capire i nomi e le persone familiari e frasi molto semplici Riesce a leggere testi brevi e semplici e a trovare informazioni essenziali in materiale di uso quotidiano Riesce a capire testi scritti di uso corrente legati alla vita quotidiana Parlato Riesce ad usare espressioni e frasi semplici per descrivere il luogo dove abita e la gente che conosce Riesce ad usare una serie di espressioni e frasi per descrivere la sua famiglia e la sua vita Riesce a descrivere i suoi sentimenti, le sue esperienze dirette e indirette, le sue opinioni Scritto Riesce a scrivere una breve e semplice cartolina, ad esempio per mandare i saluti dalle vacanze Riesce a prendere semplici appunti e a scrivere messaggi su argomenti relativi a bisogni immediati Riesce a scrivere testi semplici e coerenti su argomenti noti e lettere personali sulle sue esperienze ed impressioni
  • 10. RUBRICHE VALUTATIVE FRAMEWORK EUROPEO DELLE COMPETENZE LINGUISTICHE INTERMEDIO – B2 AVANZATO – C1 AVANZATO – C2 Ascolto Riesce a capire la maggior parte delle trasmissioni TV e dei film in lingua standard Riesce a seguire un discorso lungo, anche se poco strutturato e con relazioni implicite Riesce a comprendere qualsiasi discorso in lingua parlata, anche se tenuto da un madrelingua Lettura Riesce a leggere articoli d’attualità e testi narrativi contemporanei Riesce a capire testi letterari e informativi lunghi e complessi e sa apprezzare le differenze di stile Riesce a capire con facilità tutte le forme di lingua scritta, anche quelle strutturalmente o linguisticamente complesse Parlato Riesce ad interagire normalmente con parlanti nativi e a partecipare ad una discussione in contesti familiari Riesce ad usare la lingua in modo flessibile ed efficace nelle relazioni sociali e professionali Riesce a partecipare senza sforzi a qualsiasi conversazione e discussione, rendendo le sfumature di significato Scritto Riesce a scrivere testi chiari e articolati su un’ampia gamma di argomenti che lo interessano Riesce a sviluppare analiticamente il suo punto di vista ed a scegliere lo stile più adatto Riesce a produrre le diverse tipologie testuali in modo chiaro, scorrevole e stilisticamente appropriato
  • 11. RUBRICHE VALUTATIVE CONFRONTO TRA VALUTAZIONI Pienamente raggiunto Raggiunto Parzialmente raggiunto Ascolto Riesco a capire gli elementi principali in un discorso chiaro in lingua su argomenti familiari Riesco a capire espressioni e parole di uso molto frequente ed afferrare l’essenziale di messaggi semplici Riesco a riconoscere parole che mi sono familiari ed espressioni molto semplici riferite a me stesso, alla mia famiglia, al mio ambiente Lettura Riesco a capire testi scritti di uso corrente legati alla vita quotidiana Riesco a leggere testi brevi e semplici e a trovare informazioni essenziali in materiale di uso quotidiano Riesco a capire i nomi e le persone che mi sono familiari e frasi molto semplici Parlato Riesco a descrivere i miei sentimenti, le mie esperienze dirette e indirette, le mie opinioni Riesco ad usare una serie di espressioni e frasi per descrivere la mia famiglia e la mia vita Riesco a usare espressioni e frasi semplici per descrivere il luogo dove abito e la gente che conosco Scritto Riesco a scrivere testi semplici e coerenti su argomenti noti e lettere personali sulle mie esperienze ed impressioni Riesco a prendere semplici appunti e a scrivere messaggi su argomenti relativi a bisogni immediati Riesco a scrivere una breve e semplice cartolina, ad esempio per mandare i saluti dalle vacanze come mi vedo io come mi vede l’insegnante
  • 12. RUBRICHE VALUTATIVE LE RUBRICHE COME DESCRIZIONE DEI LIVELLI DI PADRONANZA DI UNA COMPETENZA INSE T NAN G I IDENTIFICARE I RISULTATI ATTESI RENDERE PIU’ TRASPARENTE IL GIUDIZIO UD ST CHIARIRE LA DIREZIONE DEL PERCORSO FORMATIVO TI DIMENSIONI EN DISPORRE DI PUNTI DI RIFERIMENTO PER L’AUTOVALUTAZIONE COMPONENTI CHIAVE DI UNA RUBRICA QUALI ASPETTI CONSIDERO? CRITERI IN BASE A COSA GIUDICO? INDICATORI QUALI EVIDENZE OSSERVABILI? LIVELLI QUALE GRADO DI RAGGIUNGIMENTO? ANCORE ESEMPI CONCRETI DI PRESTAZIONE
  • 13. FRAMEWORK PISA UN ESEMPIO: IL PROGETTO PISA COMPETENZA NELLA LETTURA Comprendere, usare e riflettere su testi scritti, allo scopo di realizzare i propri obiettivi, sviluppare il proprio potenziale di conoscenza e partecipare alla società ORGANIZZAZIONE DELL’AMBITO LE SITUAZIONI D’USO DELLE COMPETENZE DI LETTURA I DIFFERENTI TIPI DI TESTO IN RAPPORTO ALLA STRUTTURA E ALLA FUNZIONE LE OPERAZIONI COGNITIVE CONNESSE ALLA LETTURA DI UN TESTO
  • 14. FRAMEWORK PISA PISA - COMPETENZA NELLA LETTURA: SITUAZIONI DI LETTURA LETTURA PER USO PRIVATO LETTURA PER USO PUBBLICO LETTURA PER LAVORO LETTURA PER ISTRUZIONE INTERLOCUTORI Se stessi Parenti Amici Anonimi Oggetti Colleghi Superiori Insegnanti USO PREVALENTE Curiosità Contatto Informazione Fare Imparare FORME TESTUALI Lettere Storie Biografie Libri e riviste Mappe Saggi Programmi Articoli Voci Istruzioni Manuali Procedure Memo Rapporti Tabelle/grafici Testi Mappe Schemi Tabelle
  • 15. FRAMEWORK PISA PISA - COMPETENZA NELLA LETTURA: TIPI DI TESTO TESTI CONTINUI TESTI NON CONTINUI NARRATIVO GRAFICI DESCRITTIVO TABELLE INFORMATIVO FIGURE ARGOMENTATIVO MAPPE ISTRUZIONI MODULI IPERTESTI ANNUNCI PUBBLICITARI DOCUMENTI/ATTI UFFICIALI FOGLI INFORMATIVI
  • 16. FRAMEWORK PISA PISA - COMPETENZA NELLA LETTURA: OPERAZIONI COGNITIVE COMPETENZA NELLA LETTURA UTILIZZARE INFORMAZIONI FORNITE DAL TESTO ATTINGERE DA CONOSCENZE ESTERNE AL TESTO CONCENTRARSI SU PARTI SPECIFICHE CONCENTRARSI SULLE RELAZIONI INTERNE AL TESTO TESTO PARTI DEL INTERO TESTO INDIVIDUA- COMPRENDERE RE INFORSIGNIFICATO MAZIONI GENERALE SVILUPPARE UNA INTERPRETAZIONE CONTENUTO RIFLETTERE SUL CONTENU TO DEL TESTO FORMA RIFLETTERE SULLA FORMA DEL TESTO
  • 17. FRAMEWORK PISA PISA - COMPETENZA NELLA LETTURA: RUBRICA VALUTATIVA RIFLETTERE E VALUTARE INTERPRETARE IL TESTO INDIVIDUARE INFORMAZIONI 1 2 3 Localizzare, sulla base di un singolo criterio, una o più informazioni indipendenti formulate in modo esplicito nel testo, con poche o senza informazioni che possono essere confuse con quelle richieste. Localizzare una o più informazioni, ciascuna delle quali può dover soddisfare molteplici criteri. Gestire informazioni che possono essere confuse con quelle richieste. Localizzare e, in alcuni casi, riconoscere la relazione tra singole informazioni, ciascuna delle quali può dover soddisfare molteplici criteri. Gestire informazioni messe in rilievo che possono essere confuse con quelle richieste. Riconoscere l’idea principale o lo scopo dell’autore, in un testo su un argomento familiare in cui l’informazione richiesta è in evidenza Identificare l’idea principale di un testo, comprendere relazioni, creare o applicare semplici categorie oppure interpretare il significato di una porzione limitata di testo nei casi in cui le informazioni non sono in evidenza e vengono richieste inferenze poco complesse. Integrare diverse parti di un testo al fine di identificarne l’idea principale, di comprendere una relazione o di interpretare il significato di una parola o di una frase. Confrontare, contrapporre o classificare tenendo conto di molteplici criteri. Gestire informazioni che possono essere confuse con quelle richieste. Stabilire una semplice connessione tra informazioni presenti nel testo e nozioni comuni della vita quotidiana Stabilire paragoni o connessioni tra il testo e conoscenze extratestuali oppure spiegare un aspetto del testo attingendo dalla propria esperienza e dalle proprie opinioni personali. Stabilire connessioni o paragoni, fornire spiegazioni su un aspetto di un testo o valutarlo. Dimostrare una comprensione dettagliata di un testo mettendolo in relazione a nozioni familiari o della vita quotidiana, oppure attingendo a nozioni meno comuni.
  • 18. FRAMEWORK PISA PISA - COMPETENZA NELLA LETTURA: RUBRICA VALUTATIVA INDIVIDUARE INFORMAZIONI Localizzare, ed eventualmente ordinare ed integrare, più informazioni non immediatamente evidenti, ciascuna delle quali può dover soddisfare molteplici criteri, all’interno di un testo il cui contesto o la cui forma non sono familiari. Inferire quali tra le informazioni del testo sono pertinenti rispetto al compito da svolgere. Localizzare, ed eventualmente ordinare o integrare più informazioni non immediatamente evidenti, alcune delle quali possono trovarsi al di fuori del corpo principale del testo. Inferire quali tra le informazioni del testo siano pertinenti rispetto al compito, discriminandole tra più informazioni plausibili. INTERPRETARE IL TESTO 5 Utilizzare inferenze complesse basate sul testo per comprendere e applicare categorie a un testo di argomento non familiare e per interpretare il significato di una porzione del testo tenendo conto del testo nel suo insieme. Saper affrontare ambiguità, idee contrarie alle aspettative e concetti espressi in forma negativa. Cogliere il significato di sfumature del linguaggio oppure dimostrare una piena e approfondita comprensione del testo. RIFLETTERE E VALUTARE 4 Servirsi di nozioni di carattere formale o di cultura generale per formulare ipotesi su un testo o per valutarlo criticamente. Dimostrare di comprendere in modo accurato testi lunghi e complessi. Valutare criticamente e formulare ipotesi basandosi su conoscenze di carattere specialistico. Saper affrontare concetti contrari alle aspettative e basarsi su una conoscenza approfondita di testi lunghi e complessi.
  • 19. FOCUS FORMATIVO - SAPER LEGGERE Elaborazione rubriche valutative (primaria/media) PADRONANZA LESSICALE INTERPRETAZIONE INDIVIDUAZIONE INFORMAZIONI COMPRENSIONE SIGNIFICATO GENERALE RIFLESSIONE E VALUTAZIONE UTILIZZO CONOSCENZE EXTRATESTUALI CONCENTRAZIONE POLO DEL SOGGETTO POLO DELL’OGGETTO MOTIVAZIONE
  • 20. FOCUS FORMATIVO - SAPER LEGGERE Elaborazione rubriche valutative (primaria/media) Dimensioni Decodifica Individuazione informazioni intertestuali Conoscenza lessico Indicatori 1. Individua le componenti del testo ( titolo, paragrafi, note..) 2. Individua testo nella sua totalità 3. Individua le sequenze-paragrafi 1. Coglie idea principale 2. Individua informazioni esplicite 3. Individua informazioni implicite 1. Conosce in generale il significato dei termini 2. Attiva strategie per comprendere termini sconosciuti ( contestualizza- usa dizionario..) Riflessione- Interpretazione 1. 2. 3. Coglie relazioni tra le informazioni testuali-extratestuali Fa paragoni, confronti ( con altri testi, vissuto..) Sostiene il proprio punto di vista. Capacità logiche 1. 2. 3. 1. 2. 3. Individua rapporti logici- cronologici Fa deduzioni e inferenze su diversi aspetti dei testo. Contestualizza il contenuto Esprime un giudizio sul testo Coglie messaggio e funzione comunicativa Lo utilizza in nuovi contesti 1. 2. Postura Richiesta chiarimenti Valutazione Motivazione/concentrazione
  • 21. FOCUS FORMATIVO - SAPER LEGGERE Elaborazione rubriche valutative (primaria/media) Dimensione Individua le informazioni Parziale Individua solo qualche componente del testo. Non individua tutte le informazioni esplicite e ha difficoltà a metterle in relazione. Essenziale Individua il testo nella sua totalità, incontra qualche difficoltà nella divisione in sequenza. Individua le informazioni esplicite. Medio Individua totalità e parti del testo, informazioni esplicite, ma non sempre quelle implicite. Eccellente Individua tutte le informazioni contenute nel testo, trae inferenze, mette in relazione titolo,parti, note.. Conoscere il lessico Dimostra una limitata conoscenza lessicale, che gli impedisce di comprendere le informazioni principali contenute nel testo. Riesce a comprendere i termini, ma non sempre sa contestualizzarli, individuare sinonimi.. Conosce termini, anche difficili, non di uso comune, attiva qualche strategia per comprenderne il significato. Dimostra un’ottima padronanza lessicale, coglie le sfumature di significato dei termini, li contestualizza e li utilizza in modo corretto. E’ in grado di interpretare le sfumature di significato di un termine. Interpretare Riconosce l’idea chiave solo se le informazioni sono evidenti e il testo è di uso familiare. Individua l’idea chiave del testo utilizzando le informazioni esplicite, difficilmente sa fare deduzioni più sottili. Collega le diverse parti del testo e le informazioni, esplicite ed implicite, per interpretarlo, cogliendo anche alcune sfumature di significato.. Coglie pienamente il significato del testo, deduce intenzione comunicativa e scopo .
  • 22. COMPETENZA CHIAVE Osservare , descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà naturale e artificiale e riconoscere nelle sue varie forme i concetti di sistema e complessità.
  • 23. SPECIFICAZIONE DI DIMENSIONI E INDICATORI PER LA VALUTAZIONE DELL’ATTIVITÀ DI INDAGINE. DIMENSIONI OSSERVAZIONE DEI DATI Biologici e chimico-fisici secondo Le schede allegate CATALOGAZIONE e tabulazione dati RAPPRESENTAZIONE GRAFICA INDICATORI Riconosce gli organismi vegetali e animali e i parametri chimico fisici da misurare e sa usare gli strumenti di monitoraggio e misura. Sa stimare e valutare quantitativamente gli organismi spiaggiati, i parametri chimicofisici e tabularli in maniera sistematica . Sa costruire semplici tabelle dei dati sia qualitative che numeriche-quantitative e costruire istogrammi e aerogrammi significativi e di facile lettura.
  • 24. DIMENSIONI INDICATORI RIFLESSIONI E VALUTAZIONI Sa usare i dati e le relative rappresentazioni elaborate per evidenziare e collegare fenomeni naturali e loro eventuali variazioni e alterazioni, Acquisisce consapevolezza della necessità di uniformare i metodi di rilevo usati perché i dati siano confrontabili su scala nazionale e internazionale, e utilizzabili in collaborazione con i ricercatori . Trarre da questa ricerca utili indicazioni per una valutazione dello stato di salute bio-climatica dell’ambiente monitorato. PRESENTAZIONE LAVORO Sa organizzare la scansione temporale della esposizione, sa utilizzare in maniera essenziale il software di presentazione. Sa esporre in modo sintetico e con proprietà di linguaggio le varie fasi del progetto.
  • 25. RUBRICA DI VALUTAZIONE DIMENSIONI Motivazione/Individuazione problemi e domande Parziale Necessita di stimoli continui per il coinvolgimento Essenziale Si mostra interessato solo se sollecitato al lavoro che svolge in modo non del tutto autonomo Medio Si mostra curioso e interessato alle attività, porta avanti il lavoro in modo autonomo e continuativo. Osservazione e raccolta dati Percepisce parzialmente i contenuti dell’argomento, e identifica solo alcuni strumenti. Riconosce pochi organismi ma non li sa inquadrare nelle categorie sistematiche. Sa registrare alcuni dati e sa mettere in relazione strumenti per la misurazione. Sa riconoscere alcuni organismi e classificarli in grandi categorie sistematiche. Identifica i dati utili e gli strumenti adatti per le misurazioni e sa valutarli con congruità e correttezza. Sa riconoscere gran parte degli organismi e sa classificarli nelle varie categorie sistematiche. Eccellente Mostra particolare interesse e curiosità per l’attività scientifica e sollecita la trattazione di argomenti di interesse comune nella quale apporta contributi originali. Mostra una piena consapevolezza e capacità di osservazione e misurazione dei dati da raccogliere. Sa riconoscere tutti gli organismi monitorati e sa classificarli nelle varie categorie sistematiche.
  • 26. Catalogazione/Elaborazione rappresentazione grafica Sa raccogliere dat solo secondo alcuni criteri(Grandezza fisica) compila semplici tabelle. Sa raccogliere più dati mettendoli in relazione, indica correttamente unità di misura. elaborando tabelle e semplici diagrammi Sa operare una selezione critica dei dati ordinato e sa elaborare almeno due tipi di diagramma, i grafici sono chiari e completi. Cataloga i dati in modo ordinato e chiaro, criteri richiesti, sa elaborare tutti i diagrammi utilizzabili scegliendo i più efficaci nella situazione specifica. Riflessioni/valutazioni Solo in piccola parte riesce a valutare il lavoro svolto. Non Partecipa fattivamente alle riflessioni e alle valutazioni, Col supporto del gruppo o dell’insegnante sa valutare il lavoro svolto. Nelle riflessioni di gruppo acquista coscienza delle problematiche ambientali. Sa fare le opportune considerazioni sul lavoro svolto e trarre alcune conclusioni. Mostra consapevolezza delle conseguenze delle attività e del Comportamento Umano sull’ambiente. Apporta personali considerazioni e sviluppa Collegamenti interdisciplinari in modo autonomo. Elabora considerazioni autonome sulle conseguenze del comportamento umano sulla salute ambientale.
  • 27. Presentazione del lavoro Se guidato sa esporre In maniera approssimativa il contenuto dell' Sa esporre in maniera schematica le linee generali del progetto, utilizzando in maniera accettabile il linguaggio scientifico Sa esporre in maniera articolata tutte le fasi dell’attività svolta utilizzando in modo adeguato il Linguaggio scientifico. Espone in maniera articolata ed efficace tutte le fasi dell’attività svolta utilizzando appieno i termini scientifici , illustrando in maniera chiara i grafici dei risultati ottenuti, apportando commenti e conclusioni personali. Comportamento/Atteggiamento Non mostra sufficiente attenzione e collaborazione. Migliora il proprio atteggiamento nel contesto ambientale Assume un Atteggiamento positivo e fattivo. Assume un atteggiamento consapevole, critico e coinvolgente.
  • 28. RUBRICHE VALUTATIVE PARAMETRI DI PROGRESSIONE DI UNA COMPETENZA CONSAPEVOLEZZA PADRONANZA RESPONSABILITA’ AUTONOMIA TRASFERIBILITA’ FLESSIBILITA’ CREATIVITA’
  • 29. COMPETENZA DA PROMUOVERE: MAPPA CONCETTUALE UNA STRUTTURA DI BASE DISPONIBILITA’ AD APPRENDERE LETTURA DEL “COMPITO” RISORSE COGNITIVE CONTROLL STRATEGIE O/ D’AZIONE REGOLAZIO NE SENSIBILITA’ AL CONTESTO
  • 30. VALUTARE LE COMPETENZE VALUTAZIONE COMPETENZA INSEGNAMENTO APPRENDIMENTO “Se si cambiano solo i programmi che figurano nei documenti, senza scalfire quelli che sono nelle teste, l’approccio per competenze non ha nessun futuro” (P. Perrenoud, Costruire competenze a partire dalla scuola, Roma Anicia 2003)