Your SlideShare is downloading. ×
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Portico 274
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Portico 274

1,155

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,155
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. TAZZA D’ORO di Catellani Letizia & C. BAR - PIZZERIA TAVOLA CALDA NOVELLARA (RE) via Cavour, 48 tel. 3465772503ANNO XXX MENSILE NOVELLARESE DINFORMAZIONE Gennaio 2011 n.274 Immagine proiettata durante lo spettacolo “So-sta re nella follia” della associazione AltrArte Foto realizzate presso la vecchia officina della Fossetta
  • 2. 2 La pagina politica questa legge elettorale il centrosinistra ha di fronteDopo la non sfiducia al governo due possibilità. La prima è andare alle elezioni con tre poli. Chi arriva primo avrà la maggioranza alla Camera, ma non al Senato e qui dovrà allearsi pro-Berlusconi babilmente con il centro, considerato che è altamen- te improbabile che sia il centro il primo polo. Quindi: se ci va male Berlusconi domina, destra e centro go-Non ce l’abbiamo fatta a far cadere il Governo Berlusconi. Se tutti coloro che han- vernano e noi siamo marginalizzati. Se ci va bene –no firmato le mozioni di sfiducia le avessero votate essa avrebbe avuto la mag- cosa che ha realisticamente non altissime possibilitàgioranza: 316 a 310. Anche con solamente i due ex deputati di Italia dei Valori – alla Camera siamo autosufficienti ma poi al Senato occorre fare un’alleanza con il centro per dar vita adsarebbe finita a 313 a 312 per la sfiducia. un Governo. Vale non solo per il PD ma anche per dell’  On.  Maino  Marchi IdV e Sel. L’altra possibilità è lavorare per l’alleanza più ampiaPer tre voti il Governo non è stato sfiduciato. Se non Penso che si debba partire da qui. Il PD deve defi- da subito di tutte le forze di opposizione, per propor-è stato un successo non si può dire, a mio avviso, nire una piattaforma programmatica, partendo dalle re una legislatura di riforme di sistema, per regoleche l’iniziativa sia stata un fallimento. E’ stato invece proposte approvate unitariamente nelle Assemblee democratiche che abbiano ampio consenso e perun passaggio positivo: il Governo si è indebolito, ha Nazionali di maggio a Roma e di ottobre a Varese, le riforme econonico-sociali essenziali per il Paese,una maggioranza risicata e non è in grado di gover- All’interno di tale piattaforma occorre scegliere alcuni tenendo fermo il ragionamento su crescita, risana-nare (al massimo può vivacchiare); la maggioranza punti su cui dare una più spiccata identità al PD e svi- mento, equità. Io credo che sia meglio evitare gli az-di destra che ha vinto le elezioni nel 2008 non c’è luppare un’azione nel Paese. A questi temi, io penso, zardi e provare subito a costruire l’alleanza che hapiù e l’opposizione è cresciuta sia come numero di si deve poi collegare una battaglia parlamentare che, più possibilità di vincere e governare.parlamentari che di forze politiche. La maggioran- forte di un consenso sociale già costruttivo, sia in Non sarà possibile? Chi dirà di no si assumerà leza è andata in crisi riguardo a questioni su cui non grado di “portare a casa qualche risultato utile per sue responsabilità. Io credo però che il Partitoha retto il rapporto con il Paese e su cui il Partito la vita dei cittadini, dei lavoratori e delle imprese”. Democratico questa proposta debba farla. Ritengo,Democratico ha maggiormente sviluppato la sua Solo così, credo, i nostri elettori potranno percepire infine, che il primo appuntamento per mettere allainiziativa di opposizione. Mi riferisco in particolare l’utilità del PD. prova queste possibilità è il decreto legislativo sulai temi economico-sociali relativi alla crisi e a quelli Ritengo che dobbiamo sviluppare le nostre proposte federalismo fiscale municipale. E’ un passaggio deli-della legalità e giustizia. nell’ottica di quanto verrà richiesto al nostro Paese catissimo, sul quale la Commissione bicamerale sulE’ indubbio che vi sono anche aspetti negativi. E’ re- a livello europeo, cioè una vera azione di riduzione federalismo e le Commissioni bilancio di Cameraalisticamente quasi impossibile realizzare un nuovo del debito pubblico. Coniugare crescita, risanamento e Senato devono dare i pareri sulla proposta delgoverno di responsabilità nazionale in questa legisla- ed equità con il consenso sociale e politico del Paese Governo. Una proposta che non sta in piedi, nontura, così come è molto più difficile qualsiasi ipotesi deve essere la nostra missione, da indicare ai cittadi- regge sotto nessun profilo. Il PD ha una sua con-di modifica della legge elettorale prima del voto, sia ni come unica via per la riscossa dell’Italia. troproposta. Se riesce a costruire il consenso diesso anticipato o alla scadenza naturale. Tutto ciò può dare più forza al PD, ma non è in con- tutta l’opposizione può vincere in bicamerale e allaOltre a questo il PD deve fare ancor più i conti rela- trasto con la politica delle alleanze. Commissione bilancio della Camera, o almeno pa-tivamente al suo rapporto con il Paese. E’ evidente Per vincere qualche battaglia parlamentare è indi- reggiare.che vi è un problema di consenso, di condivisione e spensabile l’unità di tutte le opposizioni. Partire da questo appuntamento mi pare importanteche riemergono divisioni interne. Se si dovesse andare alle elezioni anticipate con per il futuro del Paese e anche per il PD.Il PD novellarese e il gruppo consiliare“Uniti per Novellara” dicono NO al nucleareDa qualche settimana, presso le reti televisive di Rai e Mediaset, democraticamentee pluralmente gestite aleggia uno spot che invita in modo più o meno velato ilpopolo italiano a tarare la propria posizione in merito ad una tematica quanto maicombattuta ovvero “il nucleare”. Sarà un caso? Certo che no! di  Alessandro  Baracchi delle energie rinnovabili quali mezzi per ilDal giorno 9 Luglio 2009, con l’approvazione e nemmeno una velleità puramente politica. E’ raggiungimento dell’efficienza e dell’autonomiadel cosiddetto “Ddl Sviluppo”, il ritorno del una scelta di responsabilità che le istituzioni locali energetica compatibilmente con la necessità dinucleare in Italia è legge dello Stato. Un dato di devono avere il coraggio di prendere per dare abbassare la produzione di anidride carbonica.fatto che giustifica il sopraccitato tentativo, da un segnale che sia sintomo del “sentiment” dei Infatti l’idea che il nucleare porti all’indipendenzaparte dell’attuale governo, di coccolare l’opinione territori, ovvero i destinatari delle conseguenze energetica non è supportata dai fatti. Il ciclo dipubblica e di preparare il terreno per una delle scelte concepite a livello centrale produzione di energia atomica è interamenteprospettiva energetica futura che fino a qualche Innanzitutto la scelta del nostro governo è in dipendente dalla disponibilità di uranio, risorsaanno fa avremmo ritenuto “antistorica” nel nostro piena antitesi con gli orientamenti emanati non presente in Italia ed il cui prezzo è oggettopaese. dalla Comunità Europea che con varie direttive di oscillazioni imprevedibili essendo divenutaDire no al nucleare non è una scelta ideologica sancisce il risparmio energetico e lo sfruttamento oramai scarsa e a completo appannaggio di
  • 3. 3 Lettere al giornale Residenti di serie “C”: C come via “Cavour” Spettabile redazione A seguito della lettera al giornale apparsa sul Portico del mese di dicembre scorso inviata dagli abitanti di via Costa nella quale minacciavano di scomo- dare striscia la notizia per la mancanza di visibilità allo stop per immettersi verso la piazza o in direzione viale Roma ed ora tranquillizzati in previsione dell’attuazione del progetto di un senso unico in detta via Costa, noi abitanti di via Cavour, facciamo presente alcuni dati di fatto. Questo progetto ci è noto perché apparso su Novellara Notizie nel 2002 e noi allora richiedemmo a mezzo lettera al sindaco Calzari, con relative firme di noi tutti, una sospensione del progetto. Al riguardo fummo convocati ed imparammo che da un sondaggio del traffico effettuato di lunedì dalle 7 allepoche e potentissime società estere. 19 nell’aprile del 2002 risultarono transitanti nella nostra via ben 1848 mezzi e 561 motocicli. Ora dobbiamo di nuovo temere il carico di tutti gli altri mez-Anche i presunti minori costi legati allo sfruttamento dell’energia nucleare zi che non entreranno in paese da via Costa?sono tutt’altro che assodati. Diversi studi dimostrano che nel mondo, i Via Cavour ha, soprattutto nell’ultimo tratto, dal bar Tazza d’oro alla piazza,progetti di costruzione di centrali nucleari in corso presentano costi molto al la carreggiata più stretta e le abitazioni alte che incombono direttamentedi sopra di quelli previsti, fino ad arrivare al 300 per cento di costi superiori sulla carreggiata. Di conseguenza si formano lunghe code di auto ferme,rispetto alle previsioni. quando le stesse devono parcheggiare o quando i mezzi pesanti effettuanoI continui ritardi riscontrati nella fase di costruzione delle centrali nucleari , fino carico e scarico o ritiro di rifiuti. Soffriamo perciò di un alto inquinamentoa 4 anni in più rispetto alle previsioni , stanno contribuendo ad aumentare con i davanzali coperti da polveri sottili.i costi e le preoccupazioni degli investitori. Questi ritardi, aggiunti ai normali Un tempo potevamo respirare un po’ il giovedì, giorno di mercato, ora nontempi di pianificazione e costruzione, dimostrano semplicemente che le più poiché via Cavour è l’unica via del centro in cui si circola tranquillamente:nuove centrali nucleari non sono una soluzione ai cambiamenti climatici che via Veneto, Viale Roma,Via Costa sono chiuse.necessitano di misure immediate e concrete. Altro punto dolente è la settimana della fiera di San Cassiano. In quel perio-L’industria nucleare sta promuovendo una nuova generazione di reattori non do dobbiamo augurarci che non debbano intervenire i mezzi di soccorso inancora testati a sufficienza che stanno accusando seri problemi di sicurezza via Cavour poiché, con le bancarelle che occupano tutta la carreggiata , nongià in fase di costruzione. riuscirebbero ad entrare (si parla tanto di sicurezza!...).Inoltre non esistono ad oggi soluzioni concrete al problema dello Alla luce di tutto quanto sopra esposto, siamo o no abitanti di serie C?smaltimento dei rifiuti radioattivi derivanti dall’attività delle centrali e dalloro smantellamento, soluzioni che devono ovviamente essere alternative aldeplorevole uso di questi residui nel campo bellico. Il Natale che volevo…La stessa Francia che vanta la quasi totalità della propria autonomia energetica Grazie a chi la sera del 21 dicembre ha ritrovato un portafoglisulla produzione di energia nucleare non può dormire sonni tranquilli in nel parcheggio del Conad…..consegnandolo ai carabinieri…quanto continua a dipendere da una fonte destinata ad esaurimento. Grazie a chi ha voluto che ritrovassi oltre al denaro, ancheUna politica nazionale basata su un piano energetico organico basato sullo documenti di identità, carte di credito e fotografie di affetti cari.sfruttamento massivo di tutte le potenziali energie rinnovabili e fortemente Grazie a chi non ha voluto la ricompensa a cui per legge avevaorientato al risparmio e alla razionalizzazione dell’energia deve essere il diritto sul contante ritrovato.presupposto e la piattaforma sulla quale avviare una vera “rivoluzione Grazie a chi non vuole essere menzionato e ringraziato.energetica” in un contesto comunitario che ha il compito di assumersi la Grazie per l’esempio di onestà, semplicità e insegnamento che miresponsabilità di tale prspettiva . ha dato.Anteporre a questa prospettiva una scelta che va nella direzione opposta, Grazie al paese di Novellara per avere cittadini così.ritornando ad un passato che non fa che favorire gli interessi economici delle Grazie perchè in un mondo dove tutto cio’ che fa notizia sono furti,grandi compagnie è pura propaganda. rapine, scippi c’è ancora tanta gente onesta che non fa notizia. Ma ci dà speranza..Il Partito Democratico di Novellara e il gruppo consiliare “Uniti per Novellara” Grazie a chi si riconosce in tutto ciò e si sarebbe comportato allo stessohanno espresso il loro no in ragione di tutte queste motivazioni. modo. Buon anno di cuoreRicordiamoci tutti che, contrariamente a quanto affermato in tempi non Danielasospetti, Chernobyl ha provocato più di qualche “raffreddore”……… CENTRO  REVISIONI  AUTOVEICOLI  E  MOTOCICLI CON  AUTORIZZAZIONE  MINISTERIALE INSTALLATORE  AUTORIZZATO  IMPIANTI GPL  E  METANO
  • 4. 4 L’URP informa... rubrica a cura dell’ufficio relazioni con il pubblicoPIÙ PROTETTI CONTRO LE BOLLETTE SALATE braio. Il 2011 sarà dedicato al Coniglio: secon- di riduzione per reddito devono essere presentatePER CHI NAVIGA SU INTERNET CON UNA CHIA- do lo zodiaco cinese ci aspetta un anno quieto e all’ufficio “Millefiori” in via della Costituzione. Le altreVE USB tranquillo rispetto al turbolento anno della tigre, domande presso gli uffici S.A.BA.R. di via LevataNiente più bollet- all’insegna della diplomazia e della persuasione. 64 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 – 12.30 e dallete astronomiche La festa avrà inizio alle 16.30 presso la Palestra Co- 14.30-17.30 oppure nella mattinata di giovedì dallea sorpresa per chi munale di via Novy Jicin, dove il Maestro Tu Loss 9.00 alle 12.30 nell’ufficio di fronte all’URP.naviga su Internet dirigerà i propri allievi in un’ emozionante dimostra-utilizzando una zione di arti marziali. GIORNATA DELLA MEMORIAchiavetta USB. A seguire gli stessi allievi si impegneranno nella ma- Sono in corso i preparativi in ricordo dello sterminioL’Autorità per le gnifica Danza del Drago e dei Leoni, facendo rivive- e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei depor-garanzie nelle co- re l’antica tradizione orientale per le vie del paese. tati militari e politici italiani nei campi nazisti. Per co-municazioni, al La celebrazione culminerà alle 18:30 con il grande noscere l’intero programma consultare il sito internettermine di una consultazione pubblica, ha adottato spettacolo pirotecnico finale nelle basse della Rocca. www.comune.novellara.re.itcon la delibera 326/10/CONS nuove misure dirette Gli spettacoli sono tutti gratuiti e grandi e piccini sonoa proteggere abbonati e utenti dei servizi di telefonia invitati a partecipare. IL CONSORZIO DI BONIFICA DELL’EMILIA CEN-mobile dai fenomeni di “bill shock”, ossia dai possi- In preparazione al Capodanno venerdì 4 febbraio TRALE RINNOVA LA CONVENZIONE CON L’URPbili addebiti oltre il plafond mensile per collegamenti alle 20.30 nella Sala Civica Comunale l’Associazione Rinnovato per un altro biennio l’accordo dia Internet effettuati dall’utente. A decorrere dal pri- Yoga al Centro di Reggio Emilia promuove un incon- collaborazione tra il Consorzio di Bonifica emo gennaio 2011, dunque, gli operatori dovranno tro dal titolo: I benefici della medicina classica cinese l’URP. Si ricorda agli utenti checoncordare con il cliente all’atto della stipula del con- alla salute e alla bellezza del corpo. l’URP non si sostituisce nelle pre-tratto una soglia di traffico, superata la quale la con- Interverranno per l’occasione il Dottor Giuseppe Ne- stazioni all’ex ufficio di BPMS dinessione cadrà automaticamente. Per evitare che ciò gro, docente di medicina classica cinese a Bari e la via Roma ma, come fanno gli operatori del numeroaccada, l’utente dovrà farne esplicita richiesta. (fon- Dott.ssa Giulia Brazzale. Seguirà un saluto musicale. verde 800.23.53.20, riceve le domande dei consor-te: www.4minuti.it) L’Amministrazione ringrazia la Comunità Cinese, gli ziati, cittadini di Novellara e dei Comuni limitrofi, e Sponsor e le Associazioni che renderanno possibile le trasmette on-line sul programma fornito diretta-CORSO PER GUARDIA GIURATA ECOLOGICA DI l’iniziativa. Per effettuare la sottoscrizione pro-festeg- mente dal C.B.E.C.LEGAMBIENTE giamenti è possibile chiedere informazioni all’Urp.Inizia il 15 febbraio 2011 a Reggio Emilia presso la CONSORZIO DI BONIFICA DELL’EMILIA CEN-sede della Protezione Civile in via della Croce Rossa ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE TRALE – ATTENZIONE AI RUOLI 2011n. 3 il corso del Raggruppamento Guardie Giurate Si ricorda che entro il 31 gennaio di ogni anno il ge- Con l’emissione dei ruoli 2011 il Consorzio non siEcologiche Volontarie della Legambiente (G.E.L.) di nitore di almeno tre figli minori può presentare la servirà più di Equitalia Emilia Nord s.p.a. per la ri-Reggio Emilia, che dal 1999 svolge attività di vigilan- domanda di Assegno al Nucleo Familiare per l’anno scossione dei contributi. Pertanto gli avvisi di paga-za, educazione e prevenzione ambientale su tutto il precedente, cioè un contributo che viene erogato alle mento usciranno tutti con allegato i bollettini RAVterritorio provinciale, nonché volontariato nella pro- famiglie con 3 o piu’ figli. Occorre avere la cittadinan- per il pagamento presso gli uffici postali o bancaritezione civile (come istituite dalla L.R. 23/89). za italiana e un reddito ISE inferiore al tetto stabilito e gli addebiti in automatico sui c/c bancari non sonoI singoli cittadini possono diventare agenti ed ope- ogni anno dallo Stato. Per informazioni rivolgersi più validi. Oltre ai bollettini, in allegato all’avviso diratori ambientali, con il compito di: informare e sen- a: “I Millefiori” in Via della Costituzione (tel. 0522- pagamento ci sarà anche il “Modulo di disposizionesibilizzare sulle problematiche ambientali, interve- 654948 – dal lunedì al sabato – ore 9.00 - 13.00). addebito in c/c” e l’utente che intende effettuare pernire nelle opere di soccorso in caso di calamità ed l’anno successivo (2012) il pagamento in automati-emergenze ecologiche, svolgere funzioni di vigilanza IL “VADEMECUM” PER VIAGGIARE AL MEGLIO E co sul c/c, dovrà passare presso la propria banca colin ordine al rispetto delle normative poste a tutela IN SICUREZZA CON I MINORI modulo sopracitato.dell’ambiente estesa a tutti i comparti ambientali E’ on-line il vademecum predisposto dal ministero(inquinamento nelle sue varie manifestazioni, smal- ACQUISTA IL CALENDARIO DI “GENTE DI CA- del turismo con tutti i consigli e gli accorgimenti pertimento dei rifiuti, escavazioni di materiali litoidi, par- NILE” E AIUTI I MIGLIORI AMICI DELL’UOMO viaggiare con i bambini in tutta sicurezza – per mag-chi e riserve naturali ecc.). Facendo leva sul buon cuore dei cittadini, si ricorda giori informazioni consulta il sito all’indirizzo www. che presso il canile intercomunale di Novellara sono governo.it.L’ANNO DEL CONIGLIO. NESSUNO ESCLUSO FE- disponibili i calendari da tavolo dedicati alle bestio-STEGGIA IL CAPODANNO LUNARE CINESE. le ospiti; sarà molto gradito un piccolo contributo a I NUMERI DI NOVELLARA NEL 2010Dopo il successo dello scorso anno il Comu- partire da euro 5. Si ricorda che il canile ospita, oltre Il saldo della popolazione totale a Novellara alne di Novellara e la Comunità Cinese rinnovano a cagnetti e cagnoni affettuosi, anche micetti abban- 31.12.2010 è di 13.858 abitanti, 230 residenti in piùla grande festa del Capodanno domenica 6 feb- donati; tutti aspettano un amico che li porti con se rispetto all’anno scorso. Sostanziale pareggio invece al calduccio di una casa; nel frattempo, gradiranno tra matrimoni civili e quelli religiosi. Totale matri- comunque il calore di vecchie coperte o altro che gli moni 23 per entrambi i riti. I nuovi nati sono stati umani non usano più. 159, mentre i nuovi cittadini italiani che hanno pre- stato giuramento davanti al Sindaco sono stati 40. SEI SINTONIZZATO CORRETTAMENTE? 11 i minori che hanno ottenuto la cittadinanza Il CORECOM (Comitato regionale per le comunica- conseguentemente al giuramento dei loro genitori. zioni) della Regione Emilia Romagna, segnala che la lista delle frequenze utilizzate per diffondere Rai3 SCONTI SUI RIFIUTI regionale nel nostro Comune e’ disponibile sul sito C’è tempo sino al 31 gennaio per presentare le do- http://www.raiway.rai.it/ - menu’ Ricezione TV Radio mande di riduzione sulla Tariffa di Igiene Ambien- - sezione Emilia Romagna. Per favorire una corretta tale. Gli sconti possono essere concessi per reddito, ricezione del segnale, nella maggior parte dei casi per abitazione distante oltre 1 Km dal cassonetto, non sarà necessario l’intervento di un antennista, ma per abitazioni non utilizzate o perché si dispone di sara’ sufficiente impostare correttamente il decoder. un impianto di compostaggio proprio. Le domande Se ad esempio, il segnale di Rai3 e’ presente nella NOVELLARA  (RE)  via  C.  Colombo,  91/93  Tel.  0522/662526
  • 5. 5lista canali in una posizione diversa (in genere a finelista) e’ sufficiente spostarlo al numero 3 usando lafunzione “Spostamento canali”. Se invece il segnale Isole pedonali: in Italia compiono 30 annidi Rai3 Emilia Romagna non e’ presente nella listacanali e quindi risulta necessario selezionare la voce Le aree chiuse al traffico, se ben progettate, rientrano tra le strategie a disposizio-“sintonizzazione manuale”, posizionarsi sul canale ne delle Amministrazioni Comunali per migliorare la mobilità urbana, generandocorretto (nr. 24) e assegnare, sempre manualmente, effetti positivi nell’immediato e sul lungo periodo.la posizione 3 al segnale di Rai3. di  Roberto  Blundetto  Assessore  all’Urbanistica“PIANETA ACQUA” UN PREMIO PER DAR VALO-RE AD AZIONI VIRTUOSE Era il 30 dicembre 1980 quando a Roma venne isti- alla media italiana.Il Forum Nazionale sul rispar- tuita la prima isola pedonale d’Italia, nell’area del Un recentissimo esempio (di dicembre 2010) a ri-mio e conservazione della risor- Colosseo. prova delle vantaggiose opportunità non solo am-sa idrica ha indetto la seconda L’isola pedonale consiste in un’area urbana in cui è bientali della creazione delle isole pedonali è il casoedizione del “Premio Pianeta vietata la circolazione dei mezzi, sia pubblici sia pri- della richiesta di pedonalizzazione da parte dei com-Acqua” per valorizzare e co- vati, riservata solo ai pedoni e talvolta alle biciclette. mercianti di Via Terrasanta a Palermo. I commer-municare le azioni virtuose e le Rispetto ad altre misure, quali ad esempio le zone cianti di Via Terrasanta hanno chiesto la chiusura albuone pratiche per l’uso razio- a traffico limitato (ZTL), le isole pedonali escludono traffico della loro via all’Amministrazione Comunale,nale dell’acqua, bene esauribile completamente la possibilità di accesso dei veicoli certi di poter ripetere il successo di Via Roma, un’al-e fondamentale per la vita di tutti. Possono concor- e permettono a chi passeggia di fruire liberamente tra importante arteria del centro storico, che ha giàrere entro il 14 febbraio 2011: aziende private e agri- della zona, delle attività commerciali e dell’arredo sperimentato positivamente la chiusura al trafficocole, associazioni, scuole e agenzie di pubblicità che urbano. dell’intera strada.si sono impegnate nella conservazione della risorsa Le aree chiuse al traffico, se ben progettate, rientrano L’ottimo risultato in termini di presenze e soprat-idrica. Per maggiori informazioni www.forumrispar- tra le strategie a disposizione delle Amministrazioni tutto di affari della creazione dell’isola pedonale inmioacqua.it oppure contattare la segreteria organiz- Comunali per migliorare la mobilità urbana, gene- Via Roma è stato ottenuto anche grazie alla capacitàzativa allo 051-260921. rando effetti positivi nell’immediato e sul lungo pe- organizzativa dei commercianti della via di offrire ai riodo: riduzione dello smog, drastico calo del rumo- cittadini degli eventi ludici e culturali parallelamente re, maggior tutela dei monumenti e del patrimonio alla chiusura. storico-artistico, valorizzazione turistica ed un gene- Le iniziative e gli appuntamenti sono stati allestiti per rale aumento della vivibilità cittadina. Oltre a questo tutti i gusti e per tutte le età: mostre, perfomance è importante sottolineare che la creazione di isole musicali e di body art lungo tutto l’asse viario, itine- pedonali, unitamente all’istituzione di zone a traffi- rari gastronomici, mercati del riciclo e del riuso cre- co veicolare a velocità ridotta, produce un aumento ativo. E ancora, stage sulle tecniche di découpage e della sicurezza stradale proprio all’interno dei centri patchwork, lezioni di pilates e autodifesa e spettacoli urbani dove attualmente si verifica il maggior nume- musicali itineranti con clown giocolieri. ro di incidenti. Forse anche a Novellara i tempi sono finalmen- In Italia i comuni più virtuosi per l’ampiezza delle te maturi per far vivere il centro storico e la Piazza isole pedonali risultano quelli di Venezia (il cui cen- esclusivamente dai pedoni e dai ciclisti in assoluta si- tro storico costituisce una grande isola pedonale), curezza? I benefici ambientali, acustici e di generale Verbania, Cremona e Terni, che superano la soglia vivibilità sarebbero indubbi, ma probabilmente an- di 100 metri quadrati ogni 100 abitanti, rispetto ad che quelli economici per molti esercizi commerciali. una media nazionale di 34 metri ogni 100 abitanti (fonte ACI e Legambiente su un campione di 100 città italiane – dicembre 2010). Nulla a che vedere con i parametri di molti paesi e città di nazioni a noi vicine. A Friburgo per esempio ci sono più biciclette che abitanti grazie ai 500 chilometri di piste ciclabili, alle 9 mila aree di parcheggio per le due ruote e ad un trasporto pubblico efficientissimo. Un terzo delle strade cittadine è riservato alle bici, un terzo ai tram e bus e solo un terzo alle auto. Il 90 per cento dei residenti abita in aree dove vige il limite di velocità di 30 chilometri all’ora e il 28 per cento degli sposta- menti avviene in bicicletta. Non stupisce quindi che sia la città tedesca con la minore quota di macchine, 42 ogni 100 abitanti, il 30 per cento in meno rispetto V.le  Roma,  4  NOVELLARA  (RE)  tel.fax  0522/654808 COSTRUISCE  E  VENDE Campagnola  E.  via  Levi Villette  abbinate  e  maisonette “Lago  di  Garda” Maisonette  a  ARCO Appartamenti  a  RIVA  del  Garda Sardegna Villette  in  Costa  Paradiso Villette  ed  appartamenti  a  Badesi Appartamenti  a  Valledoria
  • 6. 6“AltrArte”: danza con abilità differentima non soloTutti i martedì dalle ore 18 alle 19.30 presso il circolo ricreativo di Novellaral’associazione AltrArte si occupa di Danza e Teatro con ragazzi e adulti, abili ediversamente abili. Il laboratorio è aperto a tutti, volontari, genitori e ragazzi chevogliono provare un esperienza probabilmente unica di integrazione e di liberaespressione attraverso il movimento e la danza creativa. ra, Cadelbosco, ecc…ha recentemente messo in piedi con di  Paolo  Bigi grande successo uno spettacolo tenutosi al teatro Asioli di Correggio “So-sta re nella follia”, in cui il gruppo di la-AltrArte si definisce un laboratorio d’Emozioni, è un’asso- corpi perfetti e allenati per danzare, si può ballare anche voro è riuscito a coinvolgere in uno spettacolo intenso edciazione di Promozione Sociale. Si tratta, nel concreto, di con un gesto della mano, con gli occhi, con l’espressività, emozionante, anche persone con gravi problemi psichici.un gruppo di professionisti nel campo della danza e del- in piedi o seduti su una sedia a rotelle perché la danza è Verso la fine di maggio di quest’anno, presumibilmentele arti figurative che pensano che la danza significhi “in- prima di tutto comunicare le proprie emozioni e i propri presso la Sala Polivalente di Novellara, si terrà anche untegrazione a tutti i livelli”. Rita Croce, una delle fondatrici stati d’animo. Questo momento, che si tiene tutti i martedì saggio finale, in cui giovani e genitori, abili e diversamenteinsieme a Davide Turrini e Matteo Carnevali, presidente e presso la sala del circolo ricreativo di Novellara, nella fascia abili, volontari e operatori professionali, potranno mostra-collaboratore nelle lezioni che si svolgono a Correggio, mi pre-serale delle 18-19.30, e che è aperto a tutti, si affianca re quanto la danza può essere “vera ricerca delle propriespiegano che danzare offre a tutti la possibilità di espri- agli interventi terapeutici e socio-assistenziali sviluppati dai capacità espressive e motorie”.mere emozioni e dimostrare il proprio talento. Anche il servizi sociali e sanitari nei confronti delle persone disabili, Il martedì dalle 18 alle 19.30 può essere davvero un belcorpo di una persona disabile ha queste potenzialità. Rita per migliorarne il benessere psicofisico e per favorire le momento per chiunque voglia provare un esperienza for-aggiunge… una carrozzina, ad esempio, è un fortissimo loro capacità espressive e relazionali. E’ un momento in te, unica, nella ricerca di un esperienza di integrazioneelemento scenico e, chi l’ha detto che può essere utilizza- cui un genitore può anche lasciare il proprio figlio e ripren- attraverso la danza. Oltre a essere una bella opportuni-ta unicamente spingendola da dietro? Quello che l’asso- derlo al termine della serata, ma spesso è lo stesso geni- tà anche per quei genitori che inevitabilmente hanno laciazione fa “non è terapia con la danza”, ma è creare un tore a coinvolgersi nella danza ed integrarsi perfettamente necessità di ritagliarsi uno spazio nell’attività quotidiana dimomento di coinvolgimento e di scambio tra esperienze: con il gruppo. accudimento del proprio figlio disabile.in AltrArte non c’è nessuno che si mette dall’altra parte del AltrArte nasce a Correggio ma nel corso degli anni è riusci- Per info: Matteo Carnevali cell. 334 -9439728tavolo ed impartisce la lezione agli altri. Non occorrono ta a coinvolgere ragazzi di vari comuni, Guastalla, Novella- altrarte.correggio@libero.it - www.altrarte.euLa tombola ed Mingoun investire nella formazione e nella ricerca per guardare ad un nuovo futuro . Dalla scuola, ai servizi sociali, alla sanità, alle pubbliche amministrazioni l’elenco dei pesanti tagli siUna tombola dialettale con bellissime illustrazioni disegnate dall’architetto Pantaleoni, in riversa sulla cittadinanza che avrebbe bisogno invece divendita al costo di euro 19. Il ricavato sarà devoluto a favore della scuola, dell’associazio- investimenti che garantiscano a tutti l’accesso ai servizi. Si tratta di diritti sanciti dalla Costituzione che vengono mannismo e del volontariato. mano erosi da politiche scellerate. di  Maria  Ghizzi   Di fronte a tutto questo iniziative di solidarietà che coinvol- assessore  ai  Servizi  Sociali  del  Comune  di  Novellara gono la comunità e la collaborazione delle istituzioni dan- Il Comune di Novellara ha aderi- delle nostre zone, molto coloriti e divertenti, un’occasione no un po’ di respiro e di fiducia ai servizi pubblici, ognuno to all’iniziativa di solidarietà pro- di riscoprire le nostre radici e le nostre tradizioni ed in- di noi può fare qualcosa per contrastare questa deriva che posta dalle cooperative Andria, sieme di contribuire attivamente ad un’iniziativa benefica. non è solo economica ma anche culturale. La scuola è il Borea e Abicoop. Ci è stato L’amministrazione novellarese ha deciso di destinare il ri- momento fondamentale per la crescita dei futuri cittadini e proposto di renderci disponibili cavato delle vendite alla scuola, la nostra scuola che ha restituisce ricchezza a tutta la comunità: penso ad esempio alla vendita a fini benefici di un sempre più difficoltà a mantenere il suo alto livello forma- alla collaborazione tra scuola ed amministrazione che ha “prodotto” alquanto particolare… tivo grazie ai tagli del Governo centrale, ma può contare portato ad un affollatissimo ed interessante incontro du- Molti cittadini avranno già avuto sulla sensibilità di una comunità da sempre attenta al va- rante lo scorso festival Uguali e Diversi. modo di vedere circolare le sca- lore della scuola pubblica nonostante i continui tentativi di Al momento sono stati raccolti 2820 Euro ma sono an- tole della Tombola ed Mingoun, impoverirla a colpi di riforme al ribasso. Non mi addentre- cora tante le disponibilità, invitiamo quindi chi volesse si tratta di una tombola dialettale rò nei meandri della riforma scolastica ma tengo a sottoli- contribuire all’iniziativa a recarsi presso la sede Auser arricchita da bellissime illustra- neare quanto sia irresponsabile e scoraggiante, soprattutto il sabato mattina o su richiesta presso gli uffici dell’isti- zioni disegnate dall’architetto in un momento storico come questo, che la classe politica tuzione Millefiori per acquistare la tombola il cui costoPantaleoni, un viaggio tra i detti popolari legati al dialetto che ci governa non abbia capito quanto sia fondamentale è di 19 Euro. VENDE  A  NOVELLARA:   VENDE  A  ROLO:   VENDE  A  S.VITTORIA   Case  abbinate  e  lotto  singolo  in  Via  Nova Apparrtamenti   DI  GUALTIERI:   Ultimi  appartamenti  in  Via  Marco  Polo e  Maisonnettes Nuovo  appartamento  (ottimo  affare)
  • 7. 7Il SAP compie 10 anniIl Servizio di Aiuto Personale da la possibilità ai Comuni di fare ricorso a volontariper rispondere in modo personalizzato alle esigenze delle persone disabili, in par-ticolare per interventi volti a favorire l’autonomia e l’integrazione sociale. di  Maura  Bussei   presidente  istituzione  I  MillefioriNon ci sembra vero, ma sono già passati dieci anni ta come modalità privilegiata per favorire autonomia eda quella sera !: 18 Febbraio 2000 la prima uscita “ integrazione sociale, va proprio ricercata all’interno dipubblica e ufficiale” del SAP di Novellara. Non lascia- molti elementi : 1) nella disponibilità dei volontari adtevi ingannare dal termine “ufficiale” perché, sbrigate esserci sempre, nella loro voglia di conoscere, di acqui-le formalità burocratiche dell’approvazione in Consiglio sire nuove competenze nell’ambito dei rapporti sociali, delle opportunità dedicate ai disabili all’interno delleComunale del Servizio di Aiuto Personale, costituito il di sperimentarsi in nuovi stili di vita in cui ritrovare il pia- attività promosse dalla Piscina Comunale, dal Centrogruppo di ragazzi (Marco, Roberta, Marcello, Milena, cere dello “stare insieme”; 2) nella possibilità di aprire Comunale di Musicoterapia e dalla Compagnia teatra-Antonia, Lorenzo ….* ) e raccolto un numero minimo nuovi contatti di dialogare e collaborare con un territorio le “Il Diapason”, dal Centro Diurno ….5) nella volontàdi volontari (Elisa Paterlini, Marco Tondelli, Massimo fertile e generoso, qual è il mondo dell’Associazionismo dell’Amministrazione Comunale, attraverso la disponi-Uboldi, Gianfranco Dante, Daniela Salati, Angela e del Volontariato, sportivo e non, attivo nella nostra bilità e la forte motivazione degli operatori dell’Istitu-Cocconcelli, Massimo Crotti e la sottoscritta *), di fatto realtà; 3) nel coraggio e nella determinazione delle fa- zione per i Servizi Sociali “I Millefiori” , di continuare al’avvio del progetto è avvenuto trascorrendo la serata al miglie dei ragazzi inseriti che, forti della consapevolezza supportare con risorse umane e materiali la realizzazio-Bocciodromo di Novellara, ospiti della locale Bocciofila del diritto, hanno saputo mettersi in gioco e sostene- ne del progetto.che, da allora, ogni anno ci rinnova l’invito. Un avvio re i propri figli nel raggiungimento di traguardi sempre * ho voluto fare i nomi per ringraziare dell’impegno, mimolto semplice e assolutamente informale: una cena, più alti, ma adeguati alle loro possibilità; 4) nella rete scuso, fin d’ora, se ho dimenticato qualcuno.con i genitori, una partita a bocce, la premiazione, molterisate poi tutti a casa. CHE COS’È IL SAP? E’ IL SERVIZIO DI AIUTO PERSONALEDi quella sera le attività del SAP hanno mantenuto il ca- La Legge Regionale 29/97 prevede la possibilità per i Comuni di istituire questo servizio, con il ricorsorattere dell’informalità, ma si sono sviluppate in quantità a volontari, per rispondere in modo personalizzato alle esigenze delle persone disabili, in particolare per(si fanno di norma 4 o 5 uscite al mese) e in qualità ( interventi volti a favorire l’autonomia e l’integrazione sociale.dal cinema al booling, al corso di cucina, dalla gita ai FINALITA’: Potenziare le opportunità di integrazione scolastica, lavorativa e sociale dei cittadini disabilisoggiorni marini ai viaggi all’estero (Parigi, Barcellona, anche valorizzando la collaborazione di volontari.Praga). E’ indirizzato prevalentemente ai seguenti ambiti:In questi anni il Sap ha ampliato il numero dei ragazzi 1) mobilità, comunicazione ed integrazione sociale;inseriti e raccolto intorno a sé molti giovani volontari, 2) servizio aggiuntivo per lo studio, la formazione professionale e l’autonomiaragazzi e ragazze, che hanno saputo interpretare, con 3) accessibilità ai servizi individuali ed all’esercizio dei diritti di cittadinanzanaturalezza e spontaneità il “servizio di aiuto”, creare co- 4) vita di relazione e rapporti interpersonalistantemente un clima divertente e allegro ed impostare 5) ricreazione, cultura, sport e turismorelazioni amicali significative e permanenti. Già perché il 6) bisogni connessi alla realizzazione del personale progetto di vita e di lavoro.“senso” di questo progetto, l’obiettivo alto cui si tende è CHI PUO’ ATTIVARE IL SAP:riaprire, mantenere e arricchire il canale della relazione. I Comuni, singoli e associati, le Comunità Montane, le Aziende USL.La conoscenza, la frequentazione, lo stare insieme e il COSA DEVE FARE IL SERVIZIO:condividere momenti di vita permette, ai ragazzi seguiti, 1) predisporre la graduatoria dei cittadini disabili che fanno richiesta di prestazioni di aiuto personaledi far emergere le proprie potenzialità, esprimere abilità 2) predisporre l’elenco dei cittadini volontari che si rendono disponibili a prestare l’attivitànemmeno immaginate, vivere esperienze che favori- 3) organizza corsi di formazione per volontariscono autonomia e socializzazione e ai giovani volontari 4) favorisce la conoscenza e l’incontro tra disabile richiedente ed il volontario più idoneo a risponderedi sperimentare concretamente percorsi di solidarietà e alle sue esigenze.di aiuto in contesti “leggeri” e divertenti. IL SAP NON SOSTITUISCE I SERVIZI ASSISTENZIALIE’ ovvio che dietro questi eventi, all’insegna della “leg- A Novellara il SAP ha visto l’avvio, per la disponibilità di un gruppo di giovani ad impegnarsi a titologerezza”, si nasconde la fatica di un impegno assiduo volontario, con un progetto di attività ricreative a favore di giovani portatori di handicap per i quali none costante che si traduce in un lavoro di coordinamen- esistono, finita la scuola, molte opportunità di uscire con coetanei.to, organizzazione, preparazione, ricerca continua per L’esperienza, attivata dal Febbraio 2000, è stata molto positiva ed apprezzata dai ragazzi, dalle loronuove idee e iniziative che in questi anni non si è mai famiglie e dai volontari,interrotto. Oggi il numero di ragazzi disabili coinvolti e’ di circa 10, il numero dei volontari attivi è di 18.Possiamo dire che il successo e la forza di quest’espe-rienza, nata come un’avventura, ma ormai consolida- PROTEGGI LA TUA VISTA CONSULTA SEMPRE LOTTICO OPTOMETRISTA OTTICA dott.  M.Bigi,  dott.ssa  R.Bocedi dal  lunedì  al  venerdì Autorizz.22  del  25/09/2000 09.30  -  12.00 13.00  -  16.00 17.00  -  19.30 sabato  13.00  -  15.00 altri  orari  e  visite  a  domicilio  su  appuntamento NOVELLARA (RE) via Cavour, 16 tel. 654127 Novellara  (RE)  via  Manzoni,  14   tel.  0522/654710 STUDIO APPLICAZIONI LENTI A CONTATTO cell.  337/584683  -  340/2751010 ANALISI VISIVA COMPUTERIZZATA IN NOVELLARA Via C. Cantoni, 21
  • 8. 8Scopriamo un libro al mese grazie algruppo di lettura “La Spezieria”E’ un regalo che si concede chi per un‘ora sceglie la sala del fico anziché la pale-stra, l’estetista, la caffetteria, lo shopping, la piscina o le cure termali. di  Rossella  EuniniOgni mese, ogni primo giovedì del mese, l’appunta- 17,30 con “L’isola sotto il mare” di Isabel Allende”:mento, pomeridiano o serale che sia, ci vede prota- 1770, Santo Domingo, ora Haiti, una schiava, Zaritègonisti di un’ora di lettura: IL LIBRO, la sua trama, detta Tètè spicca bella e coraggiosa, battagliera ela sua storia, la storia del suo autore, il cosiddetto consapevole, un’eroina modernissima che arriva dacontesto, vengono proposti rendendolo gradevole lontano a rammentarci la fede nella libertà e la digni-interessante, particolare, originale, grazie alla musi- tà delle passioni.ca alle immagini alle voci che accompagnano la sua Seguiteci e non ve ne pentirete!lettura. E’ sicuramente un appuntamento culturale Ma non è finita qui! Incontrarsi ad un appuntamentoil nostro, ma certamente non per gli addetti ai lavori. fisso e trovarvi “cucinato” un piatto ricco e appeti-E’ un regalo che si concede chi per un‘ora sceglie la toso, che varia ogni volta fa venire l’acquolina insala del fico anziché la palestra, l’estetista, la caffet- bocca e l’acquolina vien mangiando così si aspetta ilteria, lo shopping, la piscina o le cure termali. “piatto forte” del “gran pranzo”!Perché no, scegliere un libro: “IL LIBRO”. Leggerlo Il “gran piatto” è stato cucinato da quasi 30 donne!insieme diventa gioco, divertimento, amore, genti- Ognuna ha messo un ingrediente ognuna ha mes-lezza, denuncia, sogno, e ci si sente non pubblico, so il segreto di famiglia…ognuna ha consigliato glima parte della lettura ad alta voce. abbinamenti di gusto più adatti, ognuna ha portatoCi si sente coccolati, invitati ad un gioco delle parti un “pezzo di carta” dove ha scritto la “sua” ricettaunico e particolare dove anche chi ascolta è pro- ognuna ha un suo stile ogni piatto è una storia a sé.tagonista perché senza l’ascolto non c’è ragione di Il “gran piatto” va assaggiato con il cucchiaio dellaraccontare. dolcezza, va gustato con il vino che rinforza, va assa- oltre che in biblioteca e parte del ricavato andrà aLe nostre eroine sono facilmente comprese: le loro porato affidandoci al calore che emana. Il “gran piat- sostegno della Borsa di Studio “Marta Beltrami”.storie di regine, di portiere, di schiave, di artiste di to” golosoni è un libro/raccolta ma non certamen- La presentazione del libro con le autrici è previstascienziate, di religiose diventano vive, concrete, pal- te di cucina! In occasione della Festa della donna per domenica 6 marzo alle ore 16,30 presso la salapabili, 2011, trenta donne scrittrici novellaresi per nascita e di palazzo BonarettiE’ istintivo lasciare un posto libero per loro perché si per residenza, regalano a Novellara i loro sentimen- Il gruppo di lettura “La Spezieria” promuoverà il libropossano compiacere con noi del racconto della loro ti, i loro sogni, le loro fantastiche visioni: racconti, con uno spettacolo/lettura giovedì 3 marzo 2011storia le nostre eroine con abiti da castellana, con poesie, narrazioni vere o di fantasia compongo- alle ore 21,00 presso la sala del Circolo Ricreativoabiti poveri, con tuniche o camici eccole materializ- no questa prima antologia tutta al femminile che anziché in sala del Fico. Sarà un appuntamentozate, lì con noi, per noi. QUESTO ACCADE IL PRIMO il Gruppo di lettura “La Spezieria” della Proloco ha di letture e musica con il contributo delle artiste diGIOVEDI’ DEL MESE IN SALA DEL FICO e il gruppo voluto e curato insieme all’Assessorato alla cultura Novellara chi sa ballare, recitare, cantare può fardi lettura “La Spezieria” della Proloco vi aspetta al e a collaboratori sensibili e professionali. Il libro ver- parte del “cast” e fin da ora può chiamare Rossellaprossimo appuntamento giovedì 3 febbraio alle ore rà distribuito presso la Libreria di palazzo Bonaretti 3280181552 o la Proloco 0522758281. cucine Novellara oggi vieni  a  visitare  il  nuovo  show  room  di   giochi  e  scommesse CAMERE  -­  SALOTTI  -­  SOGGIORNI  -­  CUCINE NOVELLARA  (RE)  tel.  0522/653411  www.cucineoggi.it tel.  0522/756673 NUOVA GESTIONE CALZATURE UOMO DONNA E BAMBINO tel. 347-0413735 di Lusuardi Attilia tel.0522/637816 cell. 334/6317843
  • 9. 9Anno nuovo mercato dell’antiquariato…nuovoC’è aria di riforme… almeno all’interno del mercato dell’antiquariato e puntualinon hanno tardato a venire le prime polemiche. Ne abbiamo parlato con la ViceSindaco Barbara Cantarelli che presenta quello che secondo l’AmministrazioneComunale vorrebbe essere il nuovo mercato dell’antiquariato. di  Simone  OlivaIl mercato dell’antiquariato di Novellara, tra i primi in to e puntuale sull’esistente. Come intendete proce-regione, nasce più di venti anni fa. L’appuntamento fis- dere?so del mercato (la prima domenica del mese), assieme “Abbiamo già istituito una commissione di due perso-alle manifestazioni culturali che il Comune ha sempre ne riconosciute competenti in materia che provvede-promosso, al museo dei Gonzaga e della Civiltà conta- ranno a verificare le tipologie di materiale esposto dai realtà siamo aperti alle proposte che arriveranno daidina, hanno permesso a Novellara di fregiarsi del titolo vari ambulanti. Fatto questo, si provvederà a richiama- commercianti, dai cittadini e dagli ambulanti stessi.”di “Città d’arte” che, oltre ad essere un riconoscimento re anche tutti quelli che per varie ragioni hanno abban- Avete pianificato altre iniziative concomitanti cheimportante, offre anche ai commercianti la possibilità donato la nostra piazza per riproporre loro di tornare”. possono essere realizzate nelle domeniche del mer-di aprire i propri esercizi nelle domeniche concomitanti. Uno dei motivi che sembrava avessero allontanato cato?Le più recenti segnalazioni di alcuni commercianti e alcuni ambulanti era quello economico. “Al momento stiamo cercando di progettare interventicittadini pervenute in Comune hanno messo in luce “Al momento i prezzi del posteggio sono in linea con che vadano a potenziare le iniziative sia del centro cheperò un momento di crisi della proposta dell’appunta- quelli degli altri comuni che ospitano manifestazioni si- di altre aree di Novellara, per questo, oltre che risorse,mento domenicale mensile. “Gli espositori di Novellara mili. Anzi dal 2008 sono stati ribassati del 30% circa e sono necessarie idee e voglia di fare, quindi invito a far-sono passati negli ultimi anni dai 150 che erano nel da quest’anno sarà compreso nello stesso importo un si avanti …commercianti, esercenti, cittadini, insommamomento di maggior splendore ai circa 70 attuali. – mese in più: agosto. Non è vero che il Comune vuole tutti quelli che hanno belle idee per il nostro paese”.dice la Vice Sindaco Barbara Cantarelli – Le cause sono “fare cassa” con il mercatino, in realtà stiamodiverse e forse qualche errore può essere stato com- puntando ad investire risorse per potenziarlo emesso in passato dal Comune. Certo è che con que- riqualificarlo”.sto dimezzamento di offerta i commercianti del centro Se non avete intenzione di lasciare a casa nes-hanno rilevato anche un dimezzamento dell’indotto suno e di riportare il mercatino allo splendoredomenicale. Alcuni mi hanno fatto notare che lo sforzo di un tempo, cosa proponete di fare dopo ave-di tenere aperto il proprio esercizio in un giorno festivo re censito tutti i banchetti?possa forse non essere più vantaggioso. E’ importante “E’ da mettere comunque in conto che, pri-comunque riqualificare il mercato anche per i cittadini ma della riorganizzazione, tutti quelli che none i visitatori che con l’occasione partecipano alle inizia- vendono in maggioranza cose datate o vecchietive culturali e vivono la nostra piazza” verranno invitati a non partecipare, ma mi sem-Oltre al problema della quantità dei banchetti è stata bra una regola ovvia che tutela sia i venditoririscontrata anche un problematicità relativa alla qua- onesti che i cittadini che pretendono di non es-lità. sere truffati. Successivamente individuate tutte“Negli ultimi anni si sono inseriti più tipologie di ambu- le tipologie di proposte degli ambulanti vor-lanti. Si va dall’hobbistica, al collezionismo a, più sem- remmo dislocarli all’interno del paese in modoplicemente, chi ha un poco di cose raccattate nei solai. omogeneo. Ad esempio immaginiamo di poterQuesto per noi non è un problema, come qualcuno localizzare in una zona i più classici ambulantiha voluto fare intendere, piuttosto è una risorsa che con oggetti di antiquariato, in un’altra zona chivogliamo cercare di valorizzare.” propone collezionismo e brocantage, ancora inAlcuni espositori che hanno ricevuto la lettera inviata un altro luogo del centro dare spazio a chi pro-dal Comune si sono infatti preoccupati in quanto è pone oggetti del proprio ingegno e hobbistica…stata recepita quasi come uno “sfratto”. “Mi dispiace La nostra intenzione è quella di migliorarne lache sia stata intesa in questo modo. Noi abbiamo so- fruibilità investendo anche in segnaletiche chelamente voluto ribadire un regolamento scritto più di indichino chiaramente al visitatore le diverseventi anni fa. Stiamo semplicemente cercando di rior- aree del mercato. Possiamo immaginare ancheganizzare il mercato per renderlo più fruibile da parte di realizzare delle cartine del centro storico chedei visitatori.” possano meglio indicare la dislocazione dei variUna riorganizzazione prevede un monitoraggio atten- ambulanti. Questi sono solo alcuni esempi. In
  • 10. 10La Pro loco ringrazia tutti coloro che hanno collaboratoalle iniziative Natalizie “Portici in Festa”L’Amministrazione Comunale, e il personale del cato contadino. Premio Occhio Giovane BIANCHERIA VARINIComune, in particolare gli addetti dell’ Ufficio E soprattutto gli esercenti e gli operatori locali che Segnalazioni FIORISTA GIRASOLE, GUEPIERE.Commercio, dell’ Ufficio Tecnico e la Polizia hanno contribuito (non solo economicamente) all’al- I nomi dei vincitori dell’iniziativa “I commercian-Municipale, l’Istituto Comprensivo, i volontari del lestimento degli addobbi natalizi, agli spettacoli e alle ti ti premiano” sono disponibili presso DavoliGruppo Arginone, il CT9, Maura Belluti, il club delle attività natalizie. Abbigliamento.arti reggiane, i ragazzi del Nomadi fan club, Novellara Di seguito i premiati nei concorsi delle vetrine Approfittiamo dello spazio per ringraziare, con unla nostra terra, le donne degli antichi mestieri, i pro- Premio Cittadinanza MELACOMPRO po’ di ritardo anche il gruppo Sanbernardinese –motori dell’Acetaia Comunale, gli espositori del mer- Premio Alunni Istituto Comprensivo SOTTO SOTTO Rana Cross per Porkinpiasa del 7 novembre 2010. E-mail: infobabele@iol.it Traduzioni da/in tutte le lingue di ogni tipo di documenti Giuramenti / asseverazioni in tribunale Disbrigo e assistenza pratiche commerciali Novellara (RE) via XXV Aprile, 21 NOVELLARA (RE) via P. Mascagni, 10 Tel. 0522/662733 Tel. / Fax 0522 651251 Cell. 348 3552153 fax 0522/654699 -Email: info@sainsnc.it
  • 11. 11Cent’anni di storia e di storie per VITTORIO ARIOSI Novellara e novellaresiimmagini in un libro di Vittorio Ariosi Palazzo Bonaretti Editore 260 pp. euro 26,00Il XIX e il XX secolo a Novellara raccontati attraverso le fotografie. di  Marco  VillaNell’anno del sesquicentenario (significa 150 stamente dice “Ma questa è un’altra storia”...anni ho scoperto da poco questo termine e ho Ma tornando al libro va detto che è così poten-voluto usarlo) dell’Unità d’Italia il concittadino te la forza delle immagini (alcune delle quali loVittorio Ariosi ha voluto, con un libro quasi in- diciamo con legittimo orgoglio sono state forni-teramente fotografico, narrare i primi 100 anni te anche dal nostro giornale) che a volte nondi storia della Novellara italiana. si sente neppure l’esigenza di leggere le dida-Anzi per meglio dire ha voluto parlare delle sto- scalie. Ma sarebbe uno sbaglio, perché quellerie di Novellara. Perché dalle fotografie del libro poche righe contengono anch’esse prezioseemergono tante storie: i contadini e le loro dure chicche, peccato e forse questo è forse l’unicocondizioni di vita, le maestre e la lotta contro difetto che il carattere scelto sia un po’ piccolo.l’analfabetismo, gli artigiani che provavano ad Ma per il resto condividiamo interamente quan-ingrandire l’attività, i soldati nella tragedia della to scritto da Maurizio Festanti nella prefazionedue guerre mondiali, i momenti di festa e i pio- del libro “... dobbiamo vera gratitudine a Vit-nieri della pratica sportiva e così via. Tanti modi torio Ariosi per il suo intelligente e prezioso la-per uscire da una condizione di miseria in cui voro di ricerca e di raccolta di queste fotografieviveva Novellara solo poche generazioni fa. Il che, mentre ci aprono lo scrigno del passato,libro si conclude con una foto di cinquant’anni ci aiutano ad affrontare con maggiore fiducia leche mostra i primi segni di consumismo e giu- sfide del futuro.” Un meritato bravo e un sentito grazie all’amico Vittorio per la sua opera “Novellara e novellaresi” di  Giovanni  Franzoni Dedico queste poche righe all’amico Vittorio Ariosi per il quale nutro grande stima. Ti ringrazio per il volume che hai pubblicato in questi giorni. Bella la presentazione del novellarese Maurizio Festanti. Condivido la tua scelta di non citare i nomi dei personaggi fotografati. Prima di tutto era anche difficile riconoscerli, specialmente quelli più vicino al ‘900. Il tuo volume, anche elegante, me lo sono posto vicino, su un tavolino, di fianco alla poltrona compagna ormai delle mie ore di vecchiaia. Credo di poter indovinare che la tal foto si trova a pagina x ed è un simpatico segno. Lo sfoglio spesso e volentieri e a volte gli occhi si inumidiscono. Grazie Vittorio per la tua opera, anche se sei di origini mantovane, ti considero un vero novellarese. Oltretutto poi ci possiamo considerare tutti discendenti dei Gonzaga, di quei Gonzaga autentici del Ducato di Mantova. Non siamo come quelli che lo affermano e non lo sono. E una polemica che mi piace e continua sino a quando uno storico lo chiarirà. Vero cittadini di Guastalla? Nuovamente grazie Vittorio. RISTORANTE - PIZZERIA VILLA SINGOLA (TIPOLOGIA A CORTE) via Grande Campagnola Em. VILLETTE A SCHIERA + ABBINATE + TERRENO via Parrocchia - Cognento Campagnola Em. ULTIMI 2 APPARTAMENTI via Valli Campagnola Em. VILLETTE A SCHIERA + CASE SINGOLE + TERRENO Via Verdi - Rolo (RE) TERRENO ARTIGIANALE (loc. S.Giulia) Ponte Vettigano Campagnola Em. NOVELLARA (RE) via Provinciale, Nord, 51 CAMPAGNOLA E. (RE) Via E.Fermi, 3/5 - loc. Ponte Vettigano (chiuso il mercoledì) tel. 0522-653122 tel. e fax 0522/649500 - cell.335/7226166 - 335/7226167
  • 12. 12 Auguri Auguri A Ilaria dal suo papà Non mi stanco di guardarla Lei è cosi tenera col suo viso fresco come rugiada del mattino Lei e simpatica Lei è così bella Quando dorme e si risveglia E’ bella quando piange anche se io non so perché. E’ così bella quando mi guarda con le sue perle di mare mi fa incantare se guarda una cosa con attenzione. I suoi occhi interessati per ogni cosa sono spalancati. Per lei ogni cosa è da imparare con quegli occhi guarda il mondo per lei e nuovo tutto da scoprire. Mentre a me chiede solo protezione poi gioca al gioco della vita BEATRICE VERONI MIKAEL E TREY BARTOLI che da poco per lei è cominciata. Il 25 gennaio Beatrice compie 2 anni. Gli fanno che festeggiano il loro compleanno di 8 e 3 anni. Se parlotta apre le braccia tanti auguri papà Angelo, mamma Cristina e Auguroni da papà Sauro, mamma Ania allora so che vuoi venir da me. i nonni Achille, Agide, Rosa e Dafne. e da nonna Bruna. E così bella quando dorme e si risveglia EDUCAZIONE SANITARIA sempre col sorriso che regala a chi le sta vicino.Postura o equilibrio? Mi coinvolge nelle cose mentre la guardo nasce in me La speranza di un mondo miglioreDa qualche anno si sente sempre più parlare di cattiva postura, vizi che forse solo leiposturali, bacino spostato e altre cose di questo tipo. riuscirà a fare il suo futuro. di  Michelangelo  Pavone Sarà come il suo sorriso E lei sempre leiMa è davvero cosi importante recuperare una perfetta trovo di fronte ad una non corretta postura cerco di analiz- che occupa la mia giornatapostura? Partiamo dal concetto di postura: la postura è la zare la funzionalità del corpo in modo da avere un quadro Lei nata per combinare guaiposizione del corpo nello spazio e la relativa relazione tra i completo sull’alterazione posturale e il condizionamento La perdono perchèsuoi segmenti corporei in grado di attuare funzioni antigra- che questa ha sulla funzionalità dell’organismo. con quel suo sorriso leivitarie con il minor dispendio di energia. Esiste un modello E’ chiaro il concetto che qualunque alterazione posturale non mi ci fa pensare maidi postura ideale in cui la colonna vertebrale sviluppa le deve essere oggetto di attenzione e correzione da parte così amorevole incantevolesue curve nella norma e le ossa degli arti presentano un dell’operatore rifacendosi a quel modello ideale di postura è parte di me perchè lei è bella.allineamento ideale per il sostegno del peso. Le parole usate corretta ma spesso mi è capitato di analizzare lievi altera- Quando dorme e si risvegliaper descrivere l’atteggiamento posturale mi hanno sempre zioni della postura che consentivano una buona funzionalità fresca come un fiore sbocciatodato l’impressione che la postura rappresenta un modello dell’organismo, come se il corpo umano avesse creato un il suo profumo come aria di primaveravirtuoso alla quale bisogna inspirarsi ma che difficilmente nuovo equilibrio funzionale in base a quella alterazione lei mi ispira.riusciremo a conquistare. Molto più interessante mi è posturale. Mi sono sempre chiesto se in questo caso è Accende in me la voglia di vitasembrato il concetto di equilibrio riferito alla postura in cui opportuno intervenire e cercare di ristabilire una corretta perche lei è Ilaria lei è bellai segmenti corporei magari non rispettano l’allineamento postura o se è meglio osservare come l’organismo riesca quando dorme e si risveglia.ideale della postura ma appaiono in equilibrio tra loro e a funzionare bene anche con qualche allineamento nonrispettano la legge fondamentale dell’economia energetica. corretto. Personalmente non ho ancora trovato risposteStill, padre dell’osteopatia, sosteneva che il corpo umano interessanti a questa domanda , ma è un quesito che gliha la capacità di autoguarirsi e quindi ha le potenzialità per operatori dovrebbero porsi. Un arrivederci a tutti al prossimoadattarsi ad alcuni cambiamenti; perciò ogni volta che mi numero del Portico . Osteopata Cell. 3392913789 PNEUS DRIFT gommista Trattiamo  pneumatici  di  tutte  le  marche  a  ottimi  prezzi, oltre  a  cerchi  in  lega,  assetti  e  freni  delle  migliori  marche. Venite  a  trovarci  per  un  preventivo  gratuito! PNEUS  DRIFT,  passione  e  cura  per  la  vostra  auto. NOVELLARA  (RE)  V.  Ampere,  69  cell:  338  4811717 SALTINI ROBERTO Escavazioni, preparazione aree cortilive con posa autobloccanti -­ Irrigazione -­ Lavori edili in genere -­ Materiali ghiaiosi NOVELLARA (RE) Cel. 338/3620702
  • 13. 13 Cani e gatti ringraziano Medicina veterinaria per cani e gatti Solitamente dal canile arrivano notizie negative, o Rubrica  a  cura  della  dott.ssa  Roberta  Bocedi di situazioni difficili. Questa volta invece, vogliamo parlare di un argomento positivo. Nel periodo delle VIVERE CON UN GATTO ANZIANO vacanza natalizie abbiamo ricevuto una buona quantità di materiale a noi veramente utile. VarieIn questi ultimi anni è diventato sempre più comune tipologie di cibo, coperte, stracci ed anche materialetrovarsi di fronte, come pazienti, gatti di una certa età. per coperture (che noi utilizziamo per meglioVaccinazioni, sterilizzazioni, vita in casa ed una generale proteggere i cani dal freddo). I nostri amici a quattromaggiore attenzione e cura nei confronti dei nostri felini zampe non possono ringraziarvi, quindi lo facciamodomestici ha contribuito ad allungare la vita media degli noi per loro. A chiunque abbia contribuito in qualchestessi. Con l’allungarsi della età ci si trova così anche a modo ad aiutarci, giriamo virtualmente l’affetto che idover fronteggiare patologie legate all’invecchiamento, nostri ospiti pelosi ci regalano ogni giorno, crediamoun tempo molto meno frequenti. Si tratta generalmen- sia il modo migliore per ringraziarvi.te di patologie croniche e progressive, per le quali non Salutiamo tutti, ricordando che il canile ha bisognoesiste una “cura” ma che possono essere efficacemente d’aiuto tutto l’anno.controllate e/o rallentate con opportuni trattamenti. Gente di CanileTra le patologie più comuni del gatto anziano (> 8 anni)voglio ricordare l’insufficienza renale, il diabete, l’iperti- diagnosi si fa con un esame del sangue e delle urine perroidismo e l’artrite. Non sono certamente le uniche, masono relativamente comuni.L’insufficienza renale cronica, si può manifestare nel cor- riscontrare la presenza di iperglicemia e di glucosio nelle urine. Se il trattamento è tempestivo ed è iniziato nelle prime fasi della malattia, in alcuni gatti si può anche Angolo “OASI”so di settimane se non mesi ed anni (non si osservano avere anche la remissione della patologia. Il trattamento Gruppo Mutuo Aiuto Psicooncologicosintomi fintanto che più del 70% del tessuto renale non consiste in una dieta appropriata (povera di grasso e ric-ha “smesso di funzionare”). I segni clinici che ne fanno ca di fibra, somministrata regolarmente) e, nei casi più Novellara - L’appartamento via C.Cantoni,sospettare l’insorgenza sono inizialmente tanto conte- gravi o non rispondenti al solo cambio di dieta, si deve 47 cell. 329/1839477 - 340/9817083nuti da farla passare inosservata. Quelli più significativi far ricorso alla terapia con iniezioni di insulina.sono rappresentati da: incremento della sete e dell’uri- I’ipertiroidismo è generalmente causato da una neopla-nazione, progressiva perdita di peso, aspetto generale sia benigna della tiroide con conseguente produzione Una giornata malinconicanon buono, disidratazione e anemia. La diagnosi, oltre eccessiva di ormoni tiroidei. I segni clinici più comuniche con il sospetto clinico, viene fatta con un esame del sono un incremento dell’appetito (il gatto non è mai Oggi è una brutta giornata… troppo malinconica.sangue. Se la patologia è ancore in una fase iniziale, con sazio) con contemporanea perdita, anche estrema, di Ogni volta che scende una lacrima vorrei fermarlaun trattamento mirato si può prolungare significativa- peso. Si ha inoltre irrequietezza, iperattività, vocalizza- ma non riesco, vorrei capire se dentro a quella lacri-mente la vita del nostro gatto. Una volta esclusa qualsia- zioni, il pelo può diventare “brutto” (opaco, aggrovi- ma c’è tutto quello che non riesco a dire… In quellasi altra condizione curabile, potenzialmente causa di in- gliato), aumento della sete e dell’urinazione, vomito e lacrima ci sono tutte le mie paure le mie ansie. Forsesufficienza renale, come la presenza di calcoli e possibili diarrea. Alcuni gatti possono invece diventare letargici e sto giustificando questa mia tristezza con vecchi ri-infezioni del rene stesso, si può iniziare la terapia appro- perdere l’appetito. La diagnosi, anche in questo caso, si cordi che ancora mi appartengono. Forse non vo-priata. Questa consiste in: ridurre la quantità di proteine fa con un esame del sangue ed il trattamento consiste glio accettare l’amara verità, che ogni giorno sononella dieta, fornendo però un apporto calorico adeguato, o nella rimozione chirurgica della ghiandola tiroide in- costretta ad affrontare. Per le persone che mi sonocon mangimi specificatamente indicati; ridurre l’apporto grossata o nella somministrazione di farmaci antitiroidei accanto è molto facile dire “passerà… andrà tuttodi fosforo, somministrando farmaci che ne ostacolino giornalmente per il resto della vita del gatto. bene“. Ma tanto se non si vivono le situazioni nessu-l’assorbimento a livello intestinale; somministrare ap- L’artrite pur non essendo una condizione pericolosa per no le potrà mai capire appieno.positi farmaci in presenza di concomitante ipertensione la sopravvivenza dell’animale è però sicuramente una Ogni giorno devo lottare con me stessa per far vede-sistemica. Nei casi più gravi si può inoltre somministrare condizione che ne riduce la qualità di vita. È spesso sot- re a tutti che sto bene… che quel sorriso sulle labbraantiemetici per combattere il vomito e steroidi anabo- tovalutata od ignorata. Il proprietario non si rende conto è veramente mio. E’ bruttissimo! Forse non riescolizzanti per l’anemia. Infine molto utile risulta anche la che il fatto che il gatto smette di saltare o dorme più del più… a sorridere o a fingere.somministrazione regolare di fluidi per via endoveno- solito o non usa più la lettiera come si deve, non è solo La vita è fatta di strade... tante infinite strade e spessosa o sottocutanea. Il diabete è spesso conseguenza di dovuto all’età ma spesso al dolore che la presenza di ci si trova ad un bivio, e bisogna fare una scelta. Chiuna dieta inappropriata. Si manifesta con incremento artrite può causare. Il gatto non “piange” e molto rara- può dire che sia quella giusta. L’importante è viveredella sete e dell’urinazione, incremento dell’appetito e mente zoppica in presenza di dolore articolare. In casi al meglio ogni singolo passo della vita. Da alcuni anniprogressiva perdita di peso in gatti precedentemente lievi la somministrazione di glucosamine e acidi grassi ho aderito al gruppo Oasi li, ho ritrovato la voglia disovrappeso/obesi. Si può anche osservare una debo- essenziali omega-3 può aiutare. Nei casi più gravi si può sorridere, di parlare e ho accantonato dei dubbi, chelezza delle zampe posteriori. Anche in questo caso la ricorrere all’uso di veri e propri antinfiammatori. prima mi corrodevano. G.M.60 SALUMIFICIO Mortadella al Tartufo di  Bartoli  &  C.  sncMACELLAZIONE  E  LAVORAZIONE   CARNE  SUINA CENTRO CARNI vendita al minuto di carni bovine - suine - avicole NOVELLARA  (RE)  via  C.Colombo,  84  tel.0522/654166  -­  CARPI  (MO)  via  Germania,  1  tel.059/691248
  • 14. 14Il concerto di Natale dei cori “Giaches Auguride Wert” e Cittá di Castellarano di  Giovanni  PaniniAnche quest’anno, nonostante il periodo difficile dicrisi e di tagli alla cultura, il coro Giaches de Wert èriuscito a porgere a suo modo i migliori auguri per lefeste alla comunità di Novellara.Dopo un intenso mese di attività concertistiche, chelo ha visto esibirsi a Castellarano, Modena e SanPolo d’Enza, il 26 Dicembre, nella Chiesa dei Servi,ha eseguito il consueto concerto di Santo Stefano,riscuotendo ottime impressioni nella chiesa gremitadi gente.Il programma, di tutto rilievo, aveva come fulcrocentrale la musica sacra francese della seconda metàdel 1800, proponendo l’Oratorio di Natale op.12 diCamille Saint-Saens, nella sua interezza, accompa-gnato da altri brani sacri dello stesso autore e dai ad AZZURRA ESPOSITOtradizionali canti natalizi. zione “Lo Schiaccianoci” e “Theodor Wiesengrund per il suo 1° compleanno. La festeggianoIl concerto si è rivelato un successo per il pubblico e Adorno”, il Comune di Novellara per le locandine, mamma Alice, papà Pasquale i nonni Antoniouna gratificazione per il coro stesso, che ringrazia fin il supermercato DI.A.N.A., Ca’ Cecilia Lombardini, e Filomena Franco e Patrizia e gli ziida subito la direttrice Francesca Canova per la ma- le Cantine Lombardini, il negozio di abbigliamento Francesco, Mario e Davide.gistrale direzione e alla quale si devono i soddisfa- “Da Anna” di Fabbrico. A questi vanno i miglioricenti risultati, il maestro accompagnatore Francesca auguri e riconoscenze da parte di tutto il coro e del-Galeotti, il coro Città di Castellarano per il preziososodalizio artistico, che da anni li unisce, per propor- la direttrice per l’interessamento e la disponibilità. “Riflessioni quotidiane”re programmi sempre più complessi e vocalmente di Paolo Paglianiricchi, della cui collaborazione è sempre onorato per OGGETTI SMARRITIaffetto e stima reciproca, e i solisti dei cori (Laura Distribuito negli eserciziCosti, soprano, Cristina Medici, mezzo soprano, Al mercato settimanale di giovedì 30 pubblici di Novellara, dalMaria Cecilia Faietti, contralto, Marco Guidorizzi, te-nore, Fabio Miari, baritono) che si sono impegnati dicembre è stato ritrovato uno orologio mese di dicembre, al con-nell’esecuzione dei complessi brani solistici dell’Ora- da donna. tributo di Euro 3.torio. Chi l’avesse smarrito può telefonare allo Il ricavato verrà intera-Un ringraziamento particolare e sentito all’istituzio- mente devoluto al centro 0522-661173 per recuperarlo.ne Millefiori. Un ringraziamento inoltre va anche a Caritas di Novellara.chi ha sostenuto l’evento di quest’anno: l’associa- FARMACIA NUOVA Dr. Jacopo Licata Questo  mese  sconto  10% Novellara (RE) C.so Garibaldi, tel. / Email: posta@farmacianuova. .it presenta  questo  coupon
  • 15. 15 Aspettando ADRIATICO…Fino ad aprile su “Il Portico” appariranno quat-tro fumetti di altrettanti giovani artisti locali. Inqueste vignette il pubblico potrà cominciare aconoscere i personaggi del musical “Adriatico”che andrà in scena a Novellara il 7 e 8 maggio.La prima striscia è stata disegnata dal novellare-se Luca Zarantonello che ora sta studiando daillustratore presso la scuola reggiana di Comixe che vanta già nel suo curriculum un’esposi-zione personale in Biblioteca e la realizzazio-ne della locandina del Blues Festival edizione2010. Anche lui tanti anni fa, come tanti bam-bini, trascorse le vacanze al CCR e così ha su-bito colto l’invito a partecipare all’iniziativa. Lastoria che ha disegnato ci presenta il momentopiù temuto da tutte le mamme…l’iscrizione incolonia. Tutti ricorderanno le lunghissime file ele lotte per trovare un posto al sole sulle rivedell’Adriatico! Auguri a NICOLA PEDRAZZOLI Il nostro cucciolo compie un’anno. Lo festeggiano mamma Edith, papà Jlic, il fratellino Jacopo, i nonni Paolo, Mariella, Mauro, Renata la bisnonna Edda e lo zio Claudio.
  • 16. 16
  • 17. 17
  • 18. 18 SPORT / NUOTOGregorio Paltrinieri 10° nei 1500 stilelibero, fra i big del nuoto italiano di  Anna  TorelliIl 22 e 23 dicembre si è concluso l’anno 2010 con dal 3 all’8 gennaio al collegiale a Verona con lai Campionati Italiani Assoluti a Riccione, in vascacorta. Presenti tutti i migliori atleti del nuoto italiano, accompagnato dal suo allenatore Gabriele Bonazzi.da Colbertaldo, Scozzoli, Lestingi, Dotto, Turrini, allaPellegrini, Boggiatto e Polieri. Anche Coopernuotoera presente con Gregorio Paltrinieri iscritto intre gare: 400-1500 stile e 400 misti. Nei 1500stile, Gregorio partito nella finale A, in batteria si èconfrontato con Colbertaldo, Ferretti, Pizzetti ed ha Mara premiata dal Presidenterealizzato un ottimo risultato crono di 15’11’’23 che Coopernuoto Gianluca Gualdi.lo vede piazzato in 10^ postazione a livello AssolutoItaliano con nuovo record societario. Grande lasoddisfazione anche nei 400 misti con piazzamento Grazie Maraal 17° posto fra gli Assoluti d’Italia, con il tempo di Eccoci qua, il primo giorno dell’anno a ringraziare4’25’’76, abbassa un altro nuovo record societario. una amica e “preziosissima collega” che se ne vaAltro miglior personale lo ha segnato nei 400 stile in pensione, dopo 21 anni passati insieme, allacon il 3’54’’38 piazzandosi al 23° posto. Ottima cassa della piscina di Novellara a sistemare pre-dunque la conclusione dell’anno per Gregorio. Per Nella foto: Gregorio e Gabriele notazioni di corsi, orari, costumi, cuffie e vestia-quanto riguarda il 2011, Gregorio ha partecipato rio, ora si ritroverà a destreggiarsi fra pannolini e SPORT / BOCCE biberon grazie alla figlia che ha pensato bene di non lasciare senza lavoro la mamma mettendo alLa squadra del “Drago” si aggiudica l’8° mondo due gemellini. La ritroveremo, come sempre, in vasca a rilassar- si “ nei pochi momenti liberi”.torneo di bocce a staffetta Un ringraziamento per la professionalità e la di- sponibilità dimostrata in tutti questi anni dai col- leghi Uninuoto e Coopernuoto. di  Piero  GhidiniA fine 2010 si è ripetuta la ormai celeberrima gara a Rustichelli, Giancarlo Cattabiani, Claudio Saccani e dimenticati Franco Guidetti e Giancarlo Razzini re-staffetta che ha visto partecipanti sia locali che di altri Eugenio Bartoli. Come sempre, il fotografo ufficia- sponsabili del settore bocce che con il loro lavoro cicomuni vicini. le è stato Ivan Montanari, che ha immortalato nella permettono di ben figurare nelle numerose gare cheQuesta volta hanno partecipato 6 squadre delle qua- foto di gruppo tutti i partecipanti. si svolgono nella nostra bocciofila novellarese.li due provenienti dalla bocciofila canolese, come L’immancabile taglio del pa-sempre formate da 4 componenti, che potevano nettone accompagnato dalleessere tutti amatori oppure 3 amatori più un cartelli- bollicine dello spumante hanato di categoria C o D. suggellato in cordiale amicizia ilFinalmente si è rivisto un bel pubblico attorno ai termine degli incontri, tutti svolticampi di gioco che non ha lesinato applausi ad ogni nel nostro bocciodromo novel-giocata particolarmente riuscita. larese.La vittoria se l’è aggiudica la squadra Il Drago for- Un ringraziamento alla Conadmata dal nostro campione regionale cat. C: Wilder di Novellara, nostro sponsorBarani, da Mitrano Bertazzoni, Arnaldo Marani det- che ci ha permesso di dare gra-toTino e Gianfranco Daolio che nei cinque incontri diti premi dalla prima all’ultimaha totalizzato ben 12 punti. Al secondo posto con squadra classificata.10 punti una squadra di Canolo formata da Waifro Ringraziamo i troppo spesso Nova  Costruzioni   Srl DAL  1°  GENNAIO  2011  NUOVA  SEDE   IN  ZONA  INDUSTRIALE  VIA  DELLA  MOTTA Costruzioni Interventi di civili riqualificazione energetica (detrazione fiscale 55%) e industriali NOVELLARA  (RE)  Via  Della  Motta,  18/20  tel.0522/662835  fax  0522/661354   e-mail:  info@novacostruzioni.com
  • 19. 19Novellara scrive e ascolta, poi leggeTre scrittori, come i tre tenori: ecco i canti della nostra storia. Ariosi, Reggiani eRuini presentano i loro volumi alla sala Palatucci nell’incontro promosso dalla“Beltrami” di  Franco  MalagutiSarà che tutta Italia celebra il suo compleanno con Ruini, il dottore: due romanzi “piccoli” ma den-una stretta sui beni culturali, un taglio ai soldi per si di suggestioni. L’amicizia nei tempi dell’indiffe-la scuola, un mezzo ribaltone per l’università. A renza Marco parla tra due quadri (Daniele Vezzani,Novellara, nel nostro piccolo, che non è poi trascu- il Disperso e Mario Pavesi, Marina) che portano inrabile, ci mettiamo più risorse e più impegno. Si apre atmosfera i suoi due romanzi quasi in sequenza. Ilin questi giorni la campagna di adesione all’Universi- primo “L’eremita”, storia romanzata di un uomo che In questo Gennaio sono aperte le iscrizioni allatà dell’età libera, promossa dal Circolo culturale inti- si isola, fugge dalla società ma l’incontro con una Beltrami (0522 653822): una tessera per comporretolato a Marta Beltrami. giovane gli fa scoprire l’importanza dell’amicizia. Il in un mosaico la figura più bella della nostra unitàLa stagione passata si era chiusa con un bilancio più secondo “La partenza” è la storia di un uomo che d’Italia, quella del popolo che impara. Marta ci guar-che lusinghiero di partecipazione e scoperta. E’ stato parte per un lungo viaggio, per la necessità di evade- da contenta, la sua Novellara è proprio una “bella”bello vedere la sala del Circolo strapiena ma soprat- re. Per poi tornare con bisogno di ritrovare se stesso. classe.tutto il commento meravigliato (e meraviglioso) ditanti anziani che dai banchi di scuola mancavano datanto…e alle conferenze non erano così…abituati.Ed ecco introdotto da Sergio Calzari l’incontro alla Un concorso ha premiato la vetrina piùSala Palatucci in galleria, con l’accorta regia di MattiaMariani che trasforma una relazione in un scintillan-te va-e-vieni nel quale hanno presentato i loro la- bella ma ne segnaliamo un’altra... diversavori ben tre scrittori novellaresi. Apre Bila (Gabriele Novellara ha preso connotati di buon gusto eccellenti. Ad esempio un vestito rosso…Copellini) proiettando foto musicate della suaNovellara in una carrellata nelle stagioni del tempo di  Franco  Malagutie dei tempi. Un volume fotografico di “Ariosi” allascoperta del nostro paese nel secolo dei padri e della Non ci puoi passare davanti senza sentire un brivido Intorno è il brusio dei portici, ma l’atmosfera si animacampagna Attacca Vittorio, colonna della storiogra- lungo la schiena. Una vetrina dominata dal carminio del più travolgente valzer dove spicca candido il collofia novellarese, scrittore di lungo corso, che ci parla e da un bianco neve abbagliante, ben lontani dagli così sensuale (dal manichino nero!!!) da stamparcidel suo “Novellara e novellaresi” un bel volumone stucchevoli babbinatale appena importati è già vec- sopra un bacio tenero, di labbra umide, emozionate.in cui, appunto, parla poco e illustra molto e bene. chi, che sanno di stantio. Una lunga fascia avvolge Siamo al ballo dell’imperatore? No, sotto i porti-Bell’idea, semplice e fruibile da tutti nelle 270 foto un manichino e gli dona vita ed emozione. Nasce dal ci della piazza a Novellara dove le “ragazze” dellacommentate. Un accenno alle “Memorie Istoriche buon gusto e dalle mani sapienti un lungo abito che Coccinella hanno vestito il manichino di un drappodei Gonzaga di Novellara”, la strenna del 2009 del evoca le feste travolgenti, il ballo estasiato e sensuale fiammeggiante trasformandolo in un sogno, pieno diComune andata a ruba con la tiratura esaurita in nel suo turbinare. Come se abbracciando l’inesisten- grazia e di buon gusto, e grondante passione…quattro e quattr’otto. Attacca anche l’oblio delle cose te fanciulla sentissi sotto i polpastrelli il contatto sulla Poi un bagliore: è il chiaro sorriso del nostro Giuseppefisiche della nostra storia, dal museo contadino ai sua pelle trasmetterti un brivido di trasporto. che manda un lampo di festa dal buio dei ricordi.pozzi della Rocca da esplorare, e le teste romane cheReggio ci ha scippato.Reggiani. Il suo romanzo (quasi vero) parte dallatirannia, oltre l’orrore e si eleva nella LiberazioneLucio, novellarese da lungo nel movimento coope- Augurirativo, ha scritto un romanzo che si snoda come unlibro di storia vera, senza l’aridità del resoconto e a Zeno Garuticon la passione del racconto. Lucio non c’era, mai personaggi ricalcano la scena e rivivono con noi la e Teresa Davolistoria di un giovane giornalista che parte come sta- 1961-2011 - 50 anni insieme!gista al Tour de France e si conclude dopo la guerra, Un esempio per tutti noi!la deportazione e la Resistenza fin a quel Tour de Tantissimi auguri dalle figlie PatriziaFrance vinto da Bartali mentre l’Italia era scossa per Paola, Roberta e dai nipoti.l’attentato a Togliatti.
  • 20. 20Anno sportivo 2010: il Jogging TeamPaterlini tra bilanci e festeggiamentiIl presidente Giovanni Paterlini ha accolto il centinaio di partecipanti nella bella eaccogliente sala del Don Divino portando a tutti i propri auguri di buone festeDicembre è un mese di bilanci e festeggiamenti, per ricordato che il 2011 sarà l’anno del volontariato in-il Jogging Team Paterlini significa organizzare il con- vitandoci ancor di più a partecipare alle varie iniziati-sueto pranzo sociale per i suoi soci, atleti e amici. ve paesane. Tra gli atleti premiati spiccano i nomi diIl presidente Giovanni Paterlini ha accolto il centinaio Claudio Gelosini e Luppi Maura. Il primo, vera puntadi partecipanti nella bella e accogliente sala del Don del gruppo, si è accaparrato due titoli italiani uisp, nelDivino portando a tutti i propri auguri di buone feste cross e nei 5000 metri in pista, mentre la seconda,e buon anno e, soprattutto, spronando il Gruppo ad marciatrice, si è aggiudicata il titolo di vice campio-inventarsi qualcosa di nuovo, una nuova manifesta- nessa europea a squadre sulla distanza dei 10 km ezione, che possa apportare più linfa vitale al Gruppo un titolo di campionessa regionale.stesso. E’ stato un susseguirsi di portate, premiazio- Per il 2011 si prevede l’iscrizione di nuovi atleti eni, scherzi e lotterie che ci hanno fatto passare tre ore atlete, che miglioreranno sicuramente il nostro giàin spensieratezza e felicità. Il gradito ospite dell’Am- ottimo palmares, perché il gruppo è aperto a tuttiministrazione Comunale Youssef Salmi, assessore coloro che vogliono fare lo sport del podismo, ancheall’associazionismo, al volontariato e ai giovani, oltre a livelli non agonistici.che premiare i nostri atleti più rappresentativi, ci ha Rubes Garuti SETTORE PODISMO TUTTI I RISULTATI DEL 2010 3° class. Campionato Prov. UISP di corsa campestre Gelosini Claudio Campione Italiano UISP di corsa campestre Pedrazzoli Mattia Campione provinciale UISP cadetti. Campione Italiano UISP 5000 metri in pista Pellizzardi Massimo 2° class. Campionato Prov. UISP di corsa in montagna Campione Regionale Fidal sui km. 21 2° class. Campionato Prov. UISP di maratona (km.42) Camp. Prov. UISP Gran Prix - km. 21 - km. 10 - campestre. Morellini Fabrizio 2° classificato ai Campionati Italiani FIDAL km. 21 Giancarlini Katia 5ª class. al Campionato Prov. UISP Gran Prix Montruccoli William Campione Provinciale UISP di corsa in montagna SETTORE MARCIA 2° class. Campionato Provinciale UISP km. 21 Luppi Maura Campionessa Regionale km. 5,00 2° classificato Campionato Provinciale UISP Gran Prix 2ª class. Campionati Europei a squadre in Ungheria Begliardi Maurizio Campione Provinciale UISP di corsa in montagna 2ª classificata Campionati Italiani km. 20,00 2° class. Campionato Provinciale UISP km. 21,00 3ª classificata Campionati italiani km. 5,00 Davoli Gianni Campione Provinciale UISP km. 10,00 Perniciaro Ettore 2° classificato Campionati Italiani km. 20,00 Tanti tipi di pane, grissini e trecce gnocco, schiacciatine PASTICCERIA DI PRODUZIONE PROPRIA NOVELLARA (RE) Via Cavour, 72 tel. 0522/662963 SERVIZIO A DOMICILIO
  • 21. 21 SPORT / BASKETLa scuola media si aggiudica la “Partita Dalla Sierra Leonedel cuore 2010” Padre Berton ringrazia Carissimi Amici e benefattoriGli insegnanti si sono distinti nuovamente con 2 set di vantaggio su 3 contro la prima di partire per la Sierra Leone, voglio ringra- ziare tutti voi per il vostro aiuto. Quest’anno qual-classe 3° C e con un bel 30 a 16 contro la squadra dell’Amministrazione Comunale. cosa di nuovo è nato tra noi. Una nuova sfida. Per la prima volta i nostri studenti sono stati pre- di  Gian  Pietro  Mari sentati agli esami che premettono loro l’accessoDa diversi anni ormai, per celebrare il Santo Natale, la gioco di squadra e spirito di gruppo (fair play) è stata la all’ Università e di ottantasei, sessanta hannoScuola Media propone una raccolta benefica di fondi, che 3°B che ha voluto ricordare il compagno tragicamente ottenuto voti che permettono loro di continuarevengono devoluti per l’adozione a distanza di 4 bambini scomparso la notte del primo giorno di scuola con la scritta per una laurea. E’ un gran successo che però ci siindiani, che possono così frequentare la scuola fondata da sulla maglietta: “Saad con noi”. presenta con nuove difficoltà, perchè l’Universitàun missionario italiano. Gli insegnanti si sono distinti nuovamente con 2 set di ha i suoi costi, che in media si aggirano sui 500La finalità che si propone la scuola è di far conoscere ai vantaggio su 3 contro la classe 3° C e con un bel 30 a 16 euro per anno per studente. La Provvidenza cinostri giovani realtà differenti dalle loro, per sensibilizzarli contro la squadra dell’Amministrazione Comunale. penserà su e già lo sta facendo, perchè questi stu-a vivere concretamente il valore dell’uguaglianza e della La squadra del Sindaco non ha voluto mancare all’inizia- denti non hanno famiglie capaci di sostenerli insolidarietà.In un mondo che propone come modelli di vita tiva nonostante proprio quella mattino si fosse tenuta la questa nuova avventura. Infatti, la maggioranzasolo coloro che fanno della ricchezza e della furbizia la loro seduta del Consiglio Comunale. I giocatori: Cantarelli B., sono studenti che hanno potuto andare a scuo-bandiera, gli insegnanti della Scuola Media cercano di as- Ghizzi, Saccani, Vezzani, Blundetto, Mazzi, Gelosini, Salmi, la perchè aiutati dal vostro sostegno a distanza.solvere al loro compito di “formare l’uomo e il cittadino” Russotto e Germani non sono riusciti a prevalere contro Parlavo di una nuova sfida, perchè le difficoltà didi domani, promuovendo nei loro alunni il desiderio di co- gli agguerritissimi Prof.: Faraci, Leoni, Capuana, Ghizzardi, ogni giorno, come l’assistenza alle scuole mater-struire con l’impegno di tutti, un mondo più giusto. Monterosso, Ruscelli, Pancaldi, Panfilo, insieme a Currieri ne, gli ammalati, le vedove e gli orfani, insommaCome apice e coronamento di questo progetto la Scuo- Mimmo e al Dot. Ferri. tutto quello per cui vi siete prestati per anni, battela Media propone la tradizionale Partita del cuore che La prof. Torreggiani ha svolto il ruolo di allenatore non po- sempre alla porta. Durante le mie visite in Italia,quest’anno si è giocata Sabato 18 Dicembre. tendo giocare per motivi di salute. mi sono accorto come anche voi facciate fatica aLa classe che è stata premiata con il trofeo per il miglior L’anno prossimo ci saranno delle novità. tirare avanti e ancor più vi ammiro per la vostra dedizione verso coloro che sono emarginati. Mi scuso per non aver potuto visitarvi tutti, perchè, grazie a Dio, siete tanti. Qualcuno suggeriva che dovevo rimanere più a lungo, ma siccome le mie visite annuali sono dettate da motivi di salute, ap- pena il medico mi dà il via parto, perchè la mia vocazione è laggiù. Non perdiamo mai di vista la Provvidenza di Dio che mai si dimentica di noi, sia sostenendoci con la vostra assistenza, sia te- nendoci in salute per poter lavorare. Vi ringrazio e vi saluto. P. Giuseppe Berton Immobiliare 4M Srl Costruzione  e  vendita  diretta  immobili  civili  e  industriali  -­  Via  Provinciale  sud,  74  –  S.  Maria  di  Novellara  (RE)   ULTIMI  APPARTAMENTI  E  ATTICI   VENDESI da  noi    costruiti  e  curati  nelle  finiture LOTTI  EDIFICABILI Realizzazione  di VENDESI VILLETTE MONO/BIFAMIGLIARI PRONTA   MAISONETTES   CONSEGNA A  risparmio  energetico Progettazione  personalizzata A  NOVELLARA  IN  VIA  GIOTTO  n.  20  -­  “RESIDENZIALE  IL  TIGLIO” PREZZO  MOLTO  INTERESSANTE A  S.  Maria  di  Novellara  Zona  Scuola  Materna INFO:  tel–  0522.654748  -­  347  5854343  -­  email:  archmonaripaola@libero.it
  • 22. 22 RO C KO LTRE Rubrica  a  cura  di  Giovanni  Franzoni Rubrica mensile di musica e spettacoli a cura di Luca Lombardini e alcuni amici My Chemical Romance: “Danger Days: The True Lives Of The Fabulous Kil- del nuovo lavoro di questo gruppo americano, che personalmente riten- go interessante. Il primo lavoro si inti- tolava “The Black parade” ed ebbe un bel successo di pubblico e di vendite in tutto il mondo. In questo nuovo episodio, il sound è diverso. La band suona più punkeggiante che nel primo lavoro. Direi che hanno mescolato un po di sound dei Green Day con il loro - piettante. Che passa dalle schitarrate e dal punk alla disco sincopata. Interes- La mia prima volta sante pure la storia dei testi, essendo un concept album, ispirata alla battaglia - con un microfono sto lavoro sicuramente verranno estratti alcuni pezzi che sentiremo presto per Ricordo che ero entrato nella Chiesa dei Servi per assistere ad radio. “Danger Days” è insomma un disco sfrontato e divertente, decisamente un concerto e che pochi minuti prima dell’inizio si avvicinò meno cupo rispetto a quelli passati. Merito anche di episodi smaccatamente don Sante Pignagnoli chiedendomi di presentare il concerto. punk come “Party Poison” e “Save yourself, I’ll hold them back”. Insomma, i Fù la prima volta che affrontavo degli spettatori ma non ho My Chemical Romance dimostrano ancora una volta di non avere una formu- provato alcuna emozione. Beata incoscienza. In seguito si la prestabilita: chi li aveva etichettati come un gruppo dark dopo “The black presentarono altre occasioni simili e per fortuna sono andate parade” dovrà davvero ricredersi ascoltando queste canzoni. abbastanza bene. Ci vuole anche fortuna per evitare i fischi. Queste poche righe servono anche per richiamare l’attenzio- ne circa la presenza sullo sfondo della fotografia a destra del Negramaro: Casa 69. Per quello che mi risulta, questo gruppo ha dato il ti- ragionier Antonio Losi che si è sempre fatto notare per la tolo al cd, intitolandolo “Casa 69”, per farci sapere il numero civico di dove bella voce. Altro particolare interessane è il timbro inciso sulla questa band si trova a provare e creare i brani. Oltre a ciò tutta l’art design foto. “foto Wilder Zini – Fabbrico” Per noi novellaresi è stata del disco è opera del gruppo stesso. una grossa perdita quella di Wilder e colgo l’occasione per Questo cd è quindi l’ultimo lavoro dei ricordarlo a pochi mesi dalla scomparsa. Voglio fare notare Negramaro. Ben 16 pezzi + 2 bonus quanti ricordi possono affiorare in una fotografia scattata il 22 tracks. In totale 18 pezzi. Il cd suona ottobre 1953. Cari amici vi prego di conservarla. rockeggiante al punto giusto. Su tutto spicca la voce del cantante che con- traddistingue il sound di questa band pugliese. In generale il cd scorre li- scio nel lettore. Musica rock leggera e spensierata. In tutto il cd c’è un suono rock. In generale è anche ben suonato. Si possono estrarre da questo lavoro alcuni bei brani che si lasciano davvero ascoltare a tutto volume o un bellissi- mo lento “Quel matto sono io”. In generale ritengo positivo e ben fatto questo lavoro. L’unica cosa è che non finisce mai, 18 canzoni non sono mica poche, Adreani Graziano, Lombardini Don Pietro, Cattini Marco, Pivetti o sei un super fan di questo gruppo, o alla fine interrompi l’ascolto. Magari Pietro, Ferracani Carlo, Losi Antonio, Ferrari Carlo, Lombardini un qualche pezzo di meno … comunque ottimo rock leggero e ben suonato. Angelo, Franco Fontanesi, Zanetti Gastone. Alla prossima.
  • 23. 23 L a V oc e Pagina a cura del Gruppo volontaria ee S.Giovanni i ova n n i di S.Mari S.Maria S.GDue paesi, una storia antica biato, a sfavore dell’agricoltura, anche se la crisi attuale servirà probabilmente ad un inversione di marcia, richie- sta anche da insigni economisti. Sono cambiate ancheRipercorrere la storia dei paesi della bassa reggiana vuol dire andare molto lontano nel le condizioni di vita, se consideriamo che 150 anni fa iltempo, ma anche capire alcune basi della loro vocazione attuale. tasso di povertà era intorno al 30-40% e il parroco elar- giva un sussidio di sopravvivenza. I bambini venivano avviati al lavoro all’età di 5-6 anni. Oggi, in effetti, mancaRecentemente,a S.Maria, è stata dedicata una strada a da questa realtà, cominciava già la nascita di artigiani del il lavoro anche per quelli più avanti di età; ma questo è unCaius Tinuleus, che risulterebbe essere stato il primo legno o del ferro, maniscalchi e muratori. Il fatto di essere altro discorso, speriamo di natura congiunturale. Nel no-abitante di cui si abbia notizia, il che ci dà un’idea tem- stata Sede Comunale ha probabilmente pesato anche sul stro paese, dove vivono attualmente circa 300 famiglie,porale abbastanza precisa sui primi insediamenti umani. concentramento di attività commerciali. con una popolazione intorno alle 800 persone, esistono,Venendo più avanti nel tempo troviamo una terra divisa Uno degli edifici più antichi del paese è l’Osteria della oltre a diverse storiche aziende agricole, una quindicinatra boschi e avvallamenti acquitrinosi formati dalle acque Vezzola, dove si sono svolte nel tempo diverse attività di attività commerciali, Farmacia, Posta, ambulatorio me-che scendevano dagli Appennini. commerciali. S.Maria della Fossa è sempre stata fucina dico e oltre 15 attività artigianali o industriali. E’ la storiaEra abitata da famiglie di origine longobarda che avevano di iniziative sociali importanti. Nel 1902 viene costruito del paese che ha portato a tutto questo, la sua vocazionenel loro nome l’appendice de Gurgo, con chiaro riferi- l’Asilo Parrocchiale, poi sostituito dall’attuale, tenacemen- sociale, la laboriosità dei suoi abitanti e il piacere di faremento ai luoghi umidi abitati e le terre erano in gran parte te voluto da don Quarto Cavalli. Nel 1920 viene legal- comunità. Nel prossimo secolo ricorreranno forse altridi proprietà di grandi feudatari o dei Vescovi, che li distri- mente costituita la Latteria Sociale S.Maria della Fossa. Il cognomi, altri dialetti, altri stili di vita.buivano tra le varie Chiese locali. Ma per capire la storia 16 Dicembre del 1940 viene fondata la Cantina Sociale di Speriamo rimangano anche alcune delle “qualità” cherecente di S.Maria occorre andare ad un avvenimento Vezzola. Ciascuna di queste iniziative ha avuto nel tempo hanno ispirato il cammino fatto dal paese nei secoli scor-che segnò la vita di molti paesi europei. vicissitudini diverse, ma l’insieme sta a dimostrare della si.Con il colpo di stato del 18 brumaio 1799 Napoleone passione agricola, commerciale e industriale che ha sem- P.S. Le note storiche riportate nell’articolo sono trattedominò, come imperatore, tutta la politica interna ed pre influenzato il paese. Oggi, agli inizi del 21° secolo, dal libro S.Maria, il cammino di una comunità, dello sto-esterna della Francia, cacciò da queste terre gli Estensi di il rapporto tra le realtà produttive è notevolmente cam- rico novellarese Sergio Ciroldi.Modena e attuò una organizzazione civile e politica com-pletamente nuova. Così nel 1805 S.Maria della Fossavenne staccata da Novellara e diventò Sede Comunalecon le terre di S.Tomaso, S.Giovanni della Fossa e Villa Perché “La Voce di S.Maria e S.Giovanni”Seta.E’ in questo periodo che viene spostata a S.Maria la rino- In verità tutti gli scritti dedicati ai due paesi hanno sempre trovato spazio su “Il Portico” .mata Fiera, che prima veniva festeggiata a S.Tomaso (dalche si deduce che la Fiera di Merci e Bestiame, poi de-nominata di S.Matteo, ha sicuramente più di 200 anni).La residenza municipale era ubicata nei locali ad est della I motivi che hanno portato a questa scelta sono diversi, sono comuni ai due paesi e per alcuni ci sono già le primecanonica fino al 1815, anno della caduta di Napoleone. ma soprattutto è prevalsa la voglia di impegnarsi ad una risposte e i primi impegni.In questi 10 anni i beni della Chiesa vennero venduti fa- continuità che rendesse più visibili le voci dei due paesi, E’ stato raggiunto un accordo con la proprietà per allestirecendo nascere la piccola proprietà contadina. Nasce la per raccontare meglio la vita di due comunità di campagna un passaggio che renda più agevole il transito dalla zonacoltivazione del gelso per l’industri della seta. Nel 1850 che ormai sono legate tra di loro per posizione geografica Prati della Fiera con il pedonale che porta nei pressi dellail cappellano don Luigi Fontana ottiene, dal Delegato del ma anche per i servizi e le strutture che li caratterizzano. Scuola Materna.Ministro dell’Interno di Guastalla, una sezione della Scuo- Scuola Elementare, Scuola Materna, Farmacia e tanti altri L’intervento dovrebbe essere portato a termine non appe-la Normale per soli bambini maschi. Nello stesso anno il servizi sono di tutti e due i paesi, ed è ormai difficile per chi na le condizioni climatiche lo permetteranno.parroco don Luciano Rossi fonda una cooperativa spon- passa da queste parti capire dove finisce e dove comincia Le perplessità espresse dai cittadini sulle prospettive dellatanea di filatrici e tessitrici distribuendo gli introiti tra le 78 uno dei due. discarica Sabar e su tante altre questioni inerenti la percor-filatrici (che poi diventarono 170). Le necessità che si ripropongono nella vita sociale sono ribilità delle strade nei centri dei due paesi, hanno trovatoOccorre partire da questi dati se si vuole comprendere praticamente le stesse ed è anche per questo che il Gruppo l’impegno da parte degli amministratori di risposte concre-la situazione attuale del paese di S.Maria della Fossa. I Volontari si chiama “di S.Maria e S.Giovanni”. te in una prossima assemblea da organizzare il più prestocognomi del 19° secolo, Iotti, Capiluppi, Cocconi, San- Cercheremo di parlare di questi problemi e proveremo ad possibile.tini, Bertozzi, Lusetti, Davolio, Ghizzoni, sono gli stessi evidenziare le potenzialità delle nostre attività commerciali, Concludiamo con un invito a tutti i cittadini di S.Maria eche ritroviamo attualmente e testimoniano di un attacca- industriali ed agricole. Nell’assemblea che si è tenuta alle S.Giovanni perchè forniscano scritti, suggerimenti e te-mento alla terra, visto che, nella maggior parte dei casi, Scuole Elementari nel mese di settembre, con la Giunta stimonianze, per fare in modo che questa pagina diventirappresentano realtà legate all’agricoltura. E, al di fuori Comunale presente, sono emersi diversi problemi che sempre più interessante e completa. di Davide - Luciana e Alessia di L eila e M irco Edicola - Profumeria Sabato 29 Gennaio - ore 20.00 GRAN GALÀ DEL COTECHINO C artoleria - G iocattoli S.MARIA DI NOVELLARA (RE) E DELLO ZAMPONE p.za Prati della Fiera tel. 0522/657196 S.MARIA DI NOVELLARA (RE) Palestra Scuole Elementari p.za Prati della Fiera, 8 tel. 0522/657672 S.Giovanni della Fossa
  • 24. 24 Conoscere la flora L’edera, liana invadente dei nostri parchi Questa pianta a fusti striscianti e radicanti, lun- ghi fino a 20 m, in questi mesi invernali si pre- senta di colore verde cupo e carica dei suoi frutti neri. A volte allorché con la sua invadenza rico- pre piante a foglie caduche, crea l’illusione di piante sempreverdi. Nei nostri ambienti la sua presenza spontanea era limitata agli angoli più ombrosi e freschi di parchi o di luoghi ruderali, ora è di frequente utilizzata come pianta orna- mentale vera e propria, in numerose specie e varietà selezionate a questo preciso scopo di copertura di muri, cortine ecc.. I suoi fusti giovani sono muniti di speciali radici avventizie secondarie, specializzate nella fun- zione aggrappante che le consente di aderire e di sostenersi ai più svariati tutori. Conosciuta sin dai tempi più remoti, pres- so diversi popoli era tenuta in considerazione d’inverno si credeva che gli spiriti maligni au- per motivi simbolici , cerimoniali e terapeuti- mentassero i loro influssi favoriti dal buio più ci. Il nome riflette quelli in uso presso Greci persistente e allora contro malocchio e disgrazie e Romani, “Hedera helix”, la seconda parte in assortite si ricercavano le protezioni più impro- particolare ricorda la proprietà di avvolgersi babili. Nell’antico Egitto la pianta era consacrata a spirale ai suoi sostegni. La famiglia è quella a Osiride; nell’antica Grecia era simbolo di vit- delle “Araliacee”, che deriva da specie esotiche toria per i guerrieri, ma anche per i poeti, la ornamentali. Le caratteristiche della pianta ve- cui consacrazione avveniva con corone di ede- dono una certa variabilità, in particolare delle ra. Nerone nobilitava le sue recite cingendosi il foglie. Come regola generale si può dire che sui capo con fronde di questa liana. Secondo autori fusti giovani non ancora fruttificanti la forma è francesi edera deriva dal celtico”hedra”, corda, palmato-lobata, mentre sui fusti fertili la forma delle foglie è romboidale e più espansa. La fio- per la somiglianza con questa dei suoi rami fi- brosi utilizzati dai druidi nella loro farmacopea. Poeti di casa nostra ritura avviene sui rami di parecchi anni; i fio- Tanti gli usi nelle diverse medicine popolari, ri, riuniti in formazioni globose-ombrelliformi, contro tosse, pertosse, ubriachezza, escoria- sono verdastri, ricchi di nettare utilizzato da api, zioni, ferite, cellulite, sifilide, pitiriasi ecc. Di tutti Gennaio, 1993 vespe e farfalle. I frutti sono bacche nere, 0,5 questi e altri usi sembra che quelli verso cellulite cm, presenti soprattutto nel periodo invernale, e varie affezioni della pelle abbiano conservato La nebbia da più giorni in cui, nonostante la loro tossicità per l’uomo, a una certa considerazione sostenuta da moder- ha cancellato il cielo. causa del glucoside ederina, costituiscono una ne verifiche. Molte pomate in commercio, in- solo si scorge un velo importante sostentamento per diverse specie dicate contro la cellulite, sono a base di estratti di silenzio tra le case di uccelli. La funzione protettiva rituale era ri- di edera rampicante. La pianta distende la pelle un gelo senza fine conosciuta all’edera da sola o in combinazione contratta per i dolori da degenerazione del tes- uno sfacelo. con l’agrifoglio. In concomitanza con il solstizio suto connettivo sottocutaneo. Romano Pasqualotto S.r.l. LAVORAZIONE LAMIERE - SERBATOI OLEODINAMICI SALDATURA ROBOTIZZATA - TAGLIO LASER CERCHIAMO PERSONALE SPECIALIZZATO NEL SETTORE LAMIERA 42017 NOVELLARA (RE) via E.Ferrari, 8/10 tel.0522/651041/651047 - fax 0522/651449 http: www.simonazziremo.it - Email: segreteria@simonazziremo.it
  • 25. 25Sono passati 60 anni... Gruppi di Reggio Emilia e provincia - tel. 346.303.70.00Una vecchia casa di campagna con un grande cortilein terra battuta. Foto  Franco  LombardiniUna lunga strada sterrata dove l’erba lottava ognigiorno contro il calpestio del passaggio quotidiano. Ieri, un anno fa...Da un lato della strada un grande fiume dall’acqua Ho bevuto il mio ultimo bicchiere ieri. Un annoquasi sempre stagnante, dall’altro un piccolo argine fa non ci avrei mai creduto ma oggi finalmentedi terra con alberi di olmo, che sorreggevano lunghi posso festeggiare il mio primo anno trascorsofilari di vite. senza alcol. Proprio io, che per quindici anniQuell’uomo grande, con la fisionomia ancora oggi ho camminato quasi sempre a braccetto con laindistinta, e quella sua mano forte e sicura che strin- bottiglia, senza riuscire mai a rinunciarvi com-geva dolcemente la mia accompagnando i miei pri- pletamente.mi traballanti passi lungo quella lunga strada sterrata Le prime 24 ore “ coscienti e consapevoli” fatteche portava verso l’ignoto. passaggio di qualche automobile o trattore agricolo. cioè da sola, senza la costrizione di un ospeda-Quell’uomo grande dalla mano forte e sicura era Sono passati sessanta anni, sessanta anni... le, sono riscita a farle solo dopo il mio ingressomio padre che mi accompagnava lungo quella lunga Il ricordo si è trasformato nella realtà di oggi con un del meraviglioso Gruppo di A.A. della città piùstrada sterrata che mi avrebbe portato verso il gran- po’ di malinconia e sconcerto salgo sulla mia bici- vicina : tutta via le ricadute sono state tante, for-de destino della vita. cletta. se perchè ho voluto fare, come sempre, di testaSono passati sessanta anni e sono tornato qui. Non c’è più quella mano forte e sicura che guida le mia. Comunque piano piano, mentre iniziavoLa vecchia casa è stata ristrutturata e trasformata in prime traballanti pedalate e con la tristezza nel cuore a lavorare su me stessa, i giorni lontani dallaun circolo ricreativo, il grande immaginario fiume mi avvio lungo quella lunga strada sterrata che mi bottiglia diventano cinque-sei, poi otto o dieci,non è altro che un semplice canale di bonifica; porterà verso un nuovo destino, verso il tramonto poi raggiunsi le due-tre settimane prolungandol’argine con gli olmi e i filari di vite ha lasciato il po- della vita. i miei giorni di sobrietà. Ma cos’era successosto a un piano terreno agricolo ma la lunga strada Dante Salsi ieri, un anno fa? Non ricordo, non so. Di sicurosterrata e ancora lì e l’erba continua a lottare sotto il avevo comperato un litro di vino e finito quello, un altro, e la sera mi ero coricata per un altro di quei sonni tristi, agitati e senza sogni. Adesso ne faccio di sogni, alcuni belli, altri meno. E’ brutto quando faccio “quel! sogno: io che mi fermo in un negozio o in un bar , compro da bere, lo nascondo, cerco di non farmi scoprire... poi mi sveglio inorridita, gelida di sudore. Contenta però che sia stato solo un sogno, perchè subito mi scopro lucida, senza mal di testa, pronta ad affrontare una nuova giornata ma sarà vissuta nel pieno delle mie facoltà, cioè VITA! Dal mat- tino fino a notte inoltrata. Se prima era “lui” a decidere quando mangiare, dormire, cosa fare, dove andare, persino come vestirmi, adesso sono io a farlo! Di oggi non posso vergognarmi, perchè sono cosciente di quel che faccio. so che nelle ultime venti- quattro ore sono stata lontana dalla bottiglia e cercherò di fare altret- tanto nelle prossime. Serene giornate a voiAnno 1957 - 1° torneo notturno di calcio a Novellara: le formazioni di Trattoria Pace e Bar Pineta dopo la finale tutte da Teresa alcolistadisputata presso il campo sportivo comunale di via Indipendenza. In alto da sin: Reverberi - Incerti - Scardovi anonima emiliana.- Becchi - Pivetti - Corghi - Corradini - Cocconcelli - il Sindaco Mariani Cerati - Rabacchi - Cattabiani - Corradini- Costa. Accosciati: Meloni - Andreani - Spaggiari - Verzellesi - Cuccolini - Rocchi - Brunetti - Becchi - Righi. di Marco Faietti Stampa serigrafica Etichette adesive Targhe e tastiere OTTICA - OPTOMETRIA Cartellonistica e decorazione CONTATTOLOGIA Cartellini per abbigliamento Studio grafico NOVELLARA (RE) Corso Garibaldi, 21 tel. 654658 CAMPAGNOLA EM. (RE) P.zza Roma tel.669883 NOVELLARA (RE) ROLO (RE) Corso Repubblica, 67 tel.658376 Via Labriola, 36 tel.0522/756639 fax 651397
  • 26. 26L’ariv dal frèd l’è al moment ideelal più adat per maser al gugiol!Racunt ed ‘na tradision contadeina ormai in via d’estinsion, ma nonostant la siaadree scomparir in certi famei cun l’ambient adat per esempi dal cà colonichi dalcampagni nvalaresi, distanti dal center abitee, fora dal bali, la vin praticheda da dimasador espert. di  Sergio  SubazzoliAl racunt l’è liberament ispiree dal ricerchi storichi al còpi el pansèti.d’Edgardo Berion (al colocator) sul leber (Al Trabatoi, A metee dabas dal pover gugiol, ghera armes insèmtradizioni popolari e contadine Novellaresi) pu- poch e gnint. La cherna l’è steda s-sarnida cun pre-blichee in di an stanta. Edgardo, al feva noter che cision. Còla ròsa, la megra ed prèma scelta per fer il’alevament e la masadura dal gugiol i’eren partico- salam, l’è steda mazneda fina e dop averegh mess lalarment importanti per sfamer la famea contadena: cunsa cun al sel e pever e al spèsi (la percentuela l’èLa cheren, al gras e-l dolegh ricavee i costituiven la un segret), l’è steda armesc-eda per ben per amalga-riserva ed condiment necesari per superer l’inveren merla al più posebil, e po dop insacheda in dal budèle river adiritura fin a l’an dòp. La cerimonia ‘d’la ma- gentil. I salam saltee fora ien stee lighee a una perd-sadura l’era un’operasion importante dove insèm ga e mess a scunir per sugheri in un post sut al cal-omen e dòni is deven da fer per colaborer per an den e dòp portee al fresch in cantena a stagioneres.strusier gnint. La cerimonia d’la masadura, Edgardo Al pert moli ed la testa, e dal musz, ganasi compresi, rubosta e mesa a stagioner cun chieter salòm.al l’ha definida sensa mà, “ un affare di stato”. ien stedi spolpedi e fati bòier un bèl poo dòp taiedi Al spesor dal gras tra la còdga e la cheren una voltaIncòra al déd’incoo d’i-espert bongustai d’la cherna a toclen e insachedi dòp averi cunsedi cun i’aromaed gugiol e di so derivèè stagionee, i cuntenuen a adat. E’ saltee fora la còpa ed tèsta cas pol conserver in un parol ed ram. Sol Flavio al saieva quand l’eramaser al gugiol come i feven ‘na volta. Un po prema per diversi s-tmani. I palmon al cor al fèdegh e la ora e come armes-ceri cun un palot ed legn. Quanded Nadel g’ho avuu l’ocasion d’asester a la masadu- milsa tridee e insavorii cun al spèsi, i’aromi adeguee al ritgneva ch’i fusen cot cun un mesclon al vudevara dal prinsèpi a la fin in d’la t-gnuda in campagna ed e al sel cagh vreva, i gneven frét in dal dolegh e po la mistura in un buras, al la saleva al g-meteva i’aro-la famea Reverberi, dasven al “Casen ed Sover”. Al vudee denter a di trégn smaltee perché is conserve- mi e dal fòi ed lauro, dòp cun al stréchi al feva pre-massler, o masador per i sitaden, l’era Flavio Berion. sen durant l’inveren da drover come condiment o sion per schiseri. La formèla cas formeva dop che alI lavor, i-en cumincee a la metena prest cun un frèd pietansa ciameda “fritura” da magner cun la polenta dolegh l’era colee ieren i ciccioli in dialèt i grasoi. Lolida birichin ch’l’eva fat imbiancher tut la campagna fresca o rustida. Da i sampèt davanti gneva fat o i o l’unt saltee fora l’era un bon condiment da frézercun la galabròza com s’a fus-anvee. L’operasion d’la - e al gneva conservee come scorta alimentera. I pèsmasadura la s’è svolta tuta sòta la porta morta, al lee e impevree a regola d’arte agh salteva fora i per- più gros di grasoi is t-gneven da magner come com-tepich portegh ch’al divideva la stala a l’abitasion. In sòt. Dop un periodo ed saladura al fresch i gneven panadigh cun la polenta e al brizi is masneven cun impichee a un trev per sugheres e portee in cantena al còdghi per armes-cer i a l’impast di cudghin. Unal scaldeva un puchin l’aria cruda ch’a s-cifleva sota per la stagionadura ch’la preva durer fin a l’an dòp, conséli al resdori quand as cosz i cudghin: fel a foghal volt. basta tgnir luntan i moscon. Ed sover a la spala dalTant per intendres, al gugiol ed Reverberi al supereva nimel as ricaveva la còpa dop una bona rifiladura Fine ed la storia d’la masadura dal gugiol. Da adèsi duu quintei. Cun la pistola da masador Flavio al cundida cun la soo cunsa e saleda la gneva arvoieda è rivee al moment ed prover a mèt’r- in ovra còl chel’ha insocadii con un colp in frunt per feregh per- stréca e infruceda in dal budèl e ligheda cun la lasa stee scrét, e bon aptét!un’aiutant a la svelta l’ha ciapee-l sanguv e po’ all’ha-rmes-cee cun dal formai e d’i’ov per chè al nes Arriva il freddo, è tempo di ammazzarecagès mia. Una volta frett al miscòli al d-ventevauna fartèla nutriente per cech e grand. Al gugiol dòpmort, i l’an tiree insèma a un gradéss po’ i g’han cu- il maiale!mincee a vuder pian pian cun s-cin l’acua chelda per Racconto di una tradizione della civiltà contadina che sta scomparendo ma cheigh paseven cun la raspa. ancora molti praticano in qualche casolare sperduto nelle campagne novellaresiFinii la pladura dòp una bèla ardenseda i g’han ta-chee i rampon in di sampètt de dree e cun ‘na ca- con l’ausilio di un macellaio espertorucola fiseda al la volta dal sofét, i l’han impichee a di  Alessandro  Cagossig’ha sventree la pansa per tirer fora al fratagli po al Questo racconto è liberamente ispirato dalle ricerche famiglia.l’ha s-ciapee in mèz cun ‘na sgura a posta e di colp storiche di Edgardo Brioni (“Al trabatoi, ovvero tra- Tutt’ora molti estimatori della carne di maiale e deiperfèt dal ciap dal cul fin a la gola. Una volta scunii dizioni popolari e contadine novellaresi”) pubblicate suoi derivati stagionati si dedicano a questo rito, aogni m’zena al l’ha divisa in tri tronch. Una volta di- negli anni Settanta. Brioni che di mestiere faceva il cui qualche giorno prima di Natale ho potuto assiste-visz al gugiol in mèz, ogni metee, Flavio al g’ha fat collocatore scriveva che l’allevamento e la macella- re nella tenuta di campagna della famiglia Reverberi,tri tronch e portee a scunir in un post fresch. Al dòp zione del maiale erano particolarmente importanti vicino al Casino di Sopra. A dirigere le operazionimesdè, Flavio in ‘na cambra prepareda e scrudida per l’alimentazione della famiglia contadina poiché c’era il macellaio e norcino Flavio Brioni. I lavoridal frèd, insema a un tavlas stagn l’ha cumincee as- le sue carni e il suo grasso fornivano companatico sono cominciati molto presto nel mattino, con unsarnir i toch ed cherna dal gugiol masee a la matena e condimento per tutto l’anno. La sua uccisione rap- freddo polare che aveva ricoperto la campagna diper divider còla da salam da cudghin e d’ la còpa ed presentava un vero e importante “affare di stato”, uno spesso strato di brina, tanto da farla sembra-testa. Per prem l’ha tot via i du persot e-l spali, dòp una specie di cerimonia a cui partecipava tutta la re neve. Le operazioni si sono svolte nella “porta S.GIOVANNI DI NOVELLARA (RE) via Provinciale Sud, 45 tel.0522657123 - fax 657735 email: info@arredamentisaccani.it
  • 27. 27morta”, cioè l’atrio tipico delle case coloniche reg- friggere. Invece, il sottile strato di cotica già separatogiane che divideva l’abitazione dalla stalla. Un paiolo dal lardo è stato triturato e mischiato alle carni menocolmo d’acqua bollente ha parzialmente riscaldato pregiate e insaporito con spezie per fare i cotechini.l’ambiente, ma non troppo. Il consiglio per le cuoche e di cuocerlo lentamente aPer la cronaca, il maiale dei Reverberi superava i due fuoco lento, per tre o quattro ore, e poi servirli rigo-quintali. Una apposita “pistola” ha sparato un pun- rosamente bollenti.zone sulla nuca in maniera da far perdere i sensi alla Fine della storia. Adesso non rimane che degustarsivittima, che immediatamente dopo è stata sgozzata. il maiale, mettendo in pratica quanto scritto.Il sangue accuratamente raccolto in una pentola daun aiutante è stato mescolato con formaggio e uova,in maniera che non raggrumasse. Una volta fritto,rappresentava una prelibatezza molto nutriente pergrandi e piccini. Poi il maiale è stato adagiato sopraun tavolaccio e sulla cotenna è stata versata acquabollente per rasare le setole con una spatola di ferro.Dopo una accurata pulizia del corpo, i zampetti po-steriori della bestia sono stati legati a due funi e tiratisu con un argano agganciato al soffitto. Una voltaappeso a testa in giù, il macellaio ha aperto il ven-tre procedendo all’estrazione dei visceri, e poi conuna mannaia il corpo è stato spaccato esattamentein due in senso longitudinale dalla coda alla gola. PoiBrioni ha ulteriormente sezionato ogni metà in treparti: la testa con le zampe anteriori, il tronco, e lazampe posteriori.Nel pomeriggio Brioni ha cominciato la macellazio-ne minuziosa delle grandi parti sezionate la mattina,cosi che del povero maiale a fine pomeriggio era ri- Al gugiol (nimel) Il maialemasto ben poco. Su un tavolaccio da macellaio, in St’inveren al gugiol ch’i’òm masee Il maiale ucciso quest’anno, l’abbiamo acquistatouna cucina tiepida, le parti sono state meticolosa- l’òm cumpree l’an pasee l’anno scorso col ricavato della vendita dei pro-mente smembrate con fare metodico e sapiente e còi persòt-d-còl-d-l’an d’là. sciutti del maiale dell’anno prima, e con i prosciut-poi selezionate con cura. Per fare i salami, la carne Cun i soo as cumprarà ti di quest’anno compreremo un lattonzolo per larossa magra di prima scelta è stata macinata fine- prossima stagione. Se a cavallo delle feste, appe-mente, conciata con aglio, sale e pepe in percentuali un laton l’an ch-gnirà. sa all’inferriata, si vede una vescica gonfia, vuolsegrete, rimestata all’infinito con le mani per amalga- Se a caval al festi ai gancc dal fnestri dire che il maiale ha passato un brutto natale.marla alle spezie e poi insaccata nel budello gentile. I a che-n bartadèl Da bambino alla sera per addormentarmi al postosalami, dopo una breve essiccazione in luogo asciut- o ‘na psiga impicheda a ‘na ferieda delle pecore contavo i salami, le coppe e i cotechi-to con tanto di sgocciolamento, sono stati riposti in vol dir che-l nimel ni appesi alle travi del soffitto della mia camera daluogo fresco, appesi a una pertica in cantina, per la al g’ha-vu un brut Nadel. letto. Poi pensavo a questo povero maiale senzastagionatura. Le carni meno magre, anch’esse ma- Da putèl al post dal pegri, nome, morto a tradimento dall’oggi al domani,cinate e speziate, sono state insaccate in budelli più per durmirum a la not, prima di compiere un anno.piccoli e trasparenti per fare le salsicce. a cunteva i salam tachee ai travèt Nei momenti di libertà, pensavo anche quandoLa parti molli della testa, comprese le ganasce e il dla mee camer da lèt, con un rametto cercavo di guidarlo e lui grugnivamuso, sono state spolpate e fatte bollire a lungo per dai còi gros ai più cichin per farmi capire che voleva soltanto fare un giropoi essere ulteriormente spezzettate e insaccate con a modo suo. Pensavo che quando gli grattavo lai dovuti aromi. Si è così ottenuta la “coppa di testa” col pansèti e i cudghin. schiena s’immobilizzava come un bambino.che può essere conservata per settimane. I polmoni, Dòp, a penseva a ste pover gugiol Stava zitto solo quando mangiava. Il suo istintoil cuore, il fegato e la milza tritati e insaporiti con le mort a tradiment, d’incoo a d-man, lo portava a desiderare cibo per diventare grosso,spezie, una volta fritti costituiscono un ottimo con- sensa un nom prem ‘d-cumpir ‘n’an; sempre più grasso, pronto da graziare.dimento per la polenta. Dalle zampe anteriori sono a quand al scapeva per parer’l-in dal stambi Lo nutrivamo bene pensando al suo grasso néstati ricavati gli stinchi e i zamponi. Il coscio poste- cun na stroplena agh picev-in dal gambi, alto né basso, al pelo, alle unghie e alle ossa dariore, opportunamente tagliato e sagomato intorno lò-l-cuntinuev-a grugnir per ferum capir vendere per trasformarle in spazzole, pettini eall’osso, è stato ripulito dalle impurità, massaggiato, ch’al vreva sol fer un gir bottoni, agli escrementi come fertilizzante per isalato, e cucito. Poi è stato appeso a un trave in luo- e sagh grateva la schina campi.go fresco ma asciutto, al riparo dai mosconi, dove ‘l-steva ch-iitin c’mè ‘n putin. Il resto era tutto oro colato, crudo, cotto, insaccatorimarrà diversi mesi a stagionare per diventare il fa- Al taseva sol cun la bòca in dla zòta. e stagionato.moso prosciutto. Sopra la spalla del maiale, la coppaè stata sezionata, insaporita con la concia, arrotolata Al so da fer l’era sol ‘d-sigher per magnere stretta con una corda spessa. Stagionerà assieme per gnir gros, semper più gras prunt da grasier.agli altri salumi. Al trateven ben pensand ai salam,Lo spesso strato di grasso tenero tra la cotica e la al so gras, nè trop elt nè trop bas,carne è stato spezzettato e fatto lentamente bollire al pel, a i’ungin per fer di botonin un paiolo di rame, da dove uscirà sotto forma di di spasten, di petnen,ciccioli. Solo Brioni aveva la facoltà di rimestarli ognitanto, quando era ora, con una grossa pala. Una vol- a i’escrement, da fertilisant per i camp.ta cotti sono stati strizzati in un torchio, insaporiti con Al rest l’era tut “oro” colee,aromi e foglie di lauro, e serviti in formelle rotonde. crud o cot insache-e-stagionee.Il liquido dove i ciccioli sono stati cotti non si but- Sergio Subazzolita perché è lo strutto che potrà essere utilizzato per
  • 28. 28 Un pizzicotto ai più piccoli e non solo Rubrica  a  cura  di  Luisa  Torelli I Re Magi e la nonnina magica “La Befana quanti anni ha? Perché arriva con i RE figli. Era la povera Befana. Una notte, rimasta senza MAGI? Per poter rispondere a questa e ad altre legna, la Befana decise di andare nel bosco a rac- domande dei nostri bambini, ci siamo messi sulle cogliere fascine, per il suo magro focolare. Ad un tracce della buona, amatissima nonnina. tratto si sentì carica di energia e l’aria le parve meno Certo, se non la conoscessimo, il suo aspetto po- fredda e quasi luminosa. Mentre era lì, stupefatta, trebbe metterci in allarme: è una vecchietta piutto- a guardarsi intorno, ecco arrivare uno strano corteo sto bruttina, vestita di stracci e con le scarpe bu- a dorso di cammello. I bizzarri cavalieri, riccamente Befana riempie il suo magico sacco di tutto quello cate. E, quel che è peggio,cavalca una scopa! A vestiti, le chiesero le indicazioni per arrivare a Bet- che può piacere al Divino Bambino e cammina, prima vista, tra lei e le terribili streghe delle fiabe, lemme, dove erano diretti per adorare il Divino Bam- cammina, visita tutte le case dove vi sono piccini. non sembra esserci una gran differenza! bino appena nato e per portargli i loro doni. Ma non fa fatica, perché è una notte magica e la E, invece, la nonnina magica che tutti conoscia- La Befana, dopo un attimo di riflessione, decise Befana può volare e scivolare, zitta zitta, attraver- mo ha il cuore d’oro e,al massimo, si permette prontamente. “Vengo anch’io!”. Ecco la grande oc- so la cappa del camino. Lascia i suoi doni nelle qualche rimprovero sotto forma di carbone, del casione, per poter dare il suo amore a un bambino, case in cui trova calze e scarpe di misura piccola. resto anche lui di quello che non aveva mai avuto! “ Ma le fascine?” Poi va a sbirciare nei lettini e ogni volta rimane zucchero. Ecco pensò smarrita. “Non posso certo lasciarle incu- un po’ delusa, perché non trova il Divino Bambi- come, secondo stodite, qualcuno potrebbe rubarle”. Si sa, i vecchi, no, quello che il suo cuore cerca da oltre duemila una leggenda, spesso, hanno di questi timori. Così, la Befana si al- anni. Eppure, una volta, S.Giuseppe, vedendola potrebbero es- lontanò, per riporre il suo tesoro. La carovana, però, così triste, le ha svelato il segreto di questa magica sersi svolti i fatti andava di fretta e, quando la vecchina tornò sui suoi notte: “ Smetti di cercare, perché hai già trovato che portarono passi, era già sparita! Allora, la Befana partì da sola quello che vuoi. Il Bambino di Betlemme è qui, questa benefica “ alla ricerca dei Magi e del Bambino. Iniziò così il suo in tutti i piccoli ai quali porti i tuoi doni e il tuo fata” a cavalcare interminabile viaggio attraverso il mondo intero. amore!” La Befana sorrise, ma non interruppe la fra i tetti nelle notti di gennaio. Ogni anno, uomini e animali le parlano della grotta sua ricerca. Ancora oggi continua felice a volare la Circa duemila anni fa, viveva, nei pressi di Bet- e del Bambino e le indicano la strada, ma la meta notte del 5 gennaio, riempiendo di delizie e mera- lemme, una vecchia sola, vedova, triste e senza le sfugge sempre di mano. La sera del 5 gennaio, la viglie le calze di tutti i bambini i bambini. Siamo nel mese di GENNAIO prossimi al Polo Sud), mentre la femmina intrapren- de un viaggio lunghissimo, per raggiungere il mare A zero gradi l’acqua diventa solida: perfino tratti di e tornare con un po’ di cibo, con il quale sfamare il mare ghiacciano in superficie e ci si può pattinare. piccolo appena nato. Solo ora il padre, che nel frat- Ma sotto il ghiaccio la vita continua tempo ha perso un terzo del suo peso, può andare alla ricerca del cibo. C’è ghiaccio ai Poli, ma anche sui monti più alti. Il ghiaccio e il freddo delle cime ne hanno reso diffi- La pianta che vive alla maggior altitudine è la Stel- cile la scalata. laria: è stata trovata sull’Himalaya a più di 6000 m. di altezza, dove le temperature scendono anche a L’Everest è il monte più alto del mondo, così la sua -40 gradi. cima è ricoperta dai ghiacci perenni. E c’è ghiaccio Il sommergibile atomico Nautilus il 3 agosto 1958 anche in Africa: in cima al Kilimangiaro! L’Antartide è l’unico luogo al mondo dove si può arri- realizzò un’impresa storica: passò dall’Oceano Milioni di anni fa, durante le glaciazioni, tutto fu ri- vare anche senza passaporto. Benché una ventina di Pacifico all’Atlantico navigando sotto i ghiacci del coperto di ghiaccio e molti animali morirono. Nella Paesi abbia basi nel continente di ghiaccio, nessuno Polo Nord, in quattro giorni di traversata: 2960 seconda metà dell’ottocento un esploratore russo è padrone di questa terra. Un trattato internazionale km sotto la massa di ghiaccio della calotta artica, scoprì un Mammut in un ghiacciaio: si era conser- (firmato a Washington nel 1959), cui ha aderito an- spessa in qualche punto, 240 m. Molte idee sono vato perfettamente che l’Italia,stabilisce che l’Antartide è e deve rimane- nate da questo viaggio e dei progetti arditi hanno re un laboratorio scientifico e naturale aperto a tutti. preso corpo. Basti pensare che la rotta sottoma- Il padre che batte il record dell’amore verso i fi- Il continente più inaccessibile e inospitale, da questo rina polare abbrevia la distanza Tokio- Londra da gli è il pinguino imperatore. (ma bisogna ricono- punto di vista, è un paradiso: non ha mai conosciuto 18.000 a 10.500 km. scere che la madre collabora con pari dedizione): guerre, le armi vi sono proibite (e, in particolare, gli per due mesi cova l’uovo deposto dalla femmina, esperimenti atomici), regole precise ne impediscono Arrivederci al mese di febbraio con “I TRE POR- senza mangiare, in un freddo rigidissimo ( siamo l’inquinamento e lo sfruttamento. CELLINI”. INDOVINELLO … E ORA GIOCHIAMO… (da Indovinelli e scherzi di Leonardo da Vinci): Al salto in lungo: mettete in terra un foglio di giornale e il State bene attenti: si vedranno ani- gioco inizia da lì. mali con una grande pelliccia, come Stendetene uno davanti ad esso, legger- i leoni, ma che non sono leoni, apri- mente distanziato e saltateli tutti e due; re la terra con le unghie delle grosse aggiungetene un terzo, un quarto e ve- zampe e, dopo aver fatto delle gros- dete a quale distanza arrivate a saltare. se buche, seppelliranno se stessi e Attenzione però: si può eseguire in due tutti gli animali che sono con modi, con il salto o con il balzo: nel salto loro. Di chi parlo? si torna a terra su due piedi, nel balzo su uno solo. sé anche tutti i parassiti che stanno nella loro pelliccia. Nel balzo si può prendere la rincorsa, nel Parlo degli orsi che scavano con le unghie le buche, per andare in letargo, portando con salto si parte da fermi, in posizione eretta. Provateli entrambi e buon divertimento.
  • 29. 29“In ricordo di Adele Rossini maestraelementare”Adele Rossini insegnò per 35 anni presso le scuole elementari . Ini-ziò la sua professione quando ancora imperava la riforma Gentile,poi via via in una scuola più repubblicana fino alle sperimentazioniquali il tempo pieno. di  Giovanni  PaniniSe n’è andata in silenzio, di notte nel sonno senza di- mentazioni : il tempo pieno. Insomma uno sviluppo se non volete diventari somari come Pinocchio nelsturbare nessuno.... Ma a pensarci bene questo era scolastico, così come quello economico e civile, che paese dei balocchi”. Ancora oggi, le sue parole esilied è stato il suo stile di una vita. La vita di una perso- è stato assecondato ma non governato dalla politi- dette con il sorriso sulle labbra senza acredine, purna “modesta”, controllata, riservata, mai alla ricerca ca a quei tempi a differnza di ciò che accade oggi. dispensadoti prediche che sembravano “sbadilate”,dell’apprezzamento pubblico. Adele Rossini maestra L’Adele come tante altre maestre delle elementari di ti arrivavano dolci e tenere . Un po come il ricordoelementare, per 35 anni, nella stessa maniera legge- quei tempi, meritevoli, energiche, intelligenti è stata che tengo di Lei , della mia maestra delle elementari.ra, in punta di piedi, minuta quasi invisibile è entra- al passo con i tempi. Collaborando con queste ri-ta puntualmente in classe ogni mattina al sauonar organizzazioni e controriorganizzazioni scolastiche,della seconda campanella. Con senso del dovere ed adattandosi in silenzio, pur avendo casomai per- Rossini Adele na-amore per la sua professione. Poneva sulla cattedra plessità. Tenendo per sè commenti e giudizi, perchè sce a Novellara inla sua sveglia con a fianco il frutto che avrebbe poi quello era il ruolo della maestra elementare. Quelle via Vittorio Veneto ilsbucciato e mangiato, durante la ricreazione ( di nor- maestre per intenderci con cui iniziavi l’apprendi- 4 settembre 1925,ma una mela -si sa una mela al giorno leva il medico mento della scrittura con pagine intere di stanghette, da Rossini Fernan-di torno-), un fugace sguardo alle piantine verdi sul aste, puntini, linette e virgole.. Perchè come diceva do (1892) e For-davanzale che a turno noi alunni eravamo incaricati Lei, prima di correre bisogna imparare a camminare. naciari Ada (1901).di accudire. Poi dopo aver fatto l’appello, in piedi di Ed allora giù con i dettati, i pensierini, temi, riassunti Prima dei tre figlifianco al banco tutta la classe con grembiule colletto e poesie a memoria. In aritmetica le tabelline e la (Enrico 1928-Eneae fiocco ancora candidi e perfetti. Si cantava, non le prova del nove. E la cura per l’ordine, la corretta or- 1935), trascorrehit del momento, ma cose molto più impegnative :Il tografia ed i sussidiari senza “orecchie” sulle pagine l’infanzia e la suapiave mormorava, Udiam nella foresta, Fra Martino ed i libri ricoperti e con l’etichetta con il tuo nome. E prima adolescenzacampanaro quest’ultima a due voci maschi e fem- sopratutto le femmine separate nei banchi dai ma- nel periodo a cavallo fra le due guerre. Il padremine, Monte nero, Tapim tapum, Bella ciao e tan- schi. E guai a lamentarti a casa con la mamma per meccanico commerciante, la madre casalinga,te altre. Canzoni, forse per qualcuno legate ad una i troppi compiti. Perchè quando andava bene e non nel 1944 si diploma presso l’Istituto magistrale di Parma, ottiene altresì la maturità scientificatradizione agreste e monarchica, ma poco importa ti arrivava un “frontino od un copotto”, ti sentivi dire ed il diploma in economia domestica nel 1949,di tutto ciò oggi. Oggi a pensarci bene quello era il dalla mamma “studia sandrone se non vuoi resta- presso il Magistero di Milano. Inizia le supplen-suo modo per farci amare e rendere meno amara “a re un somaro come tuo padre”. E quando non si ze nel 1948/49 a Novellara Casaletto. Comenoi zucconi” la scuola elementare. A scriverle oggi studiava, via a letto prima di carosello. Capitava “da costumava allora, le prime supplenze, per lecerte cose, sembra di rileggere una poesia di Guido grande” di incontraLa sotto i portici, al suo cospet- giovani maestrine, erano nelle frazioni dei pae-Gozzano e delle buone cose di pessimo gusto. Ma to ti sentivi “piccolo piccolo”, ti guardava fisso negli sini di montagna. Dal 1950 al 1959: Venesetonon è così... L’Adele nell’immaginario dei suoi sco- occhi “Tu sei”. Bastava un attimo poi Lei dinamica di Toano, Castellaro di Vetto, Casale di Baiso,lari penso rappresenti quella tipologia di insegnante allegra, piena di vita via con l’elenco di tutti i tuoi Storlo di Ramiseto, Pineto di Vetto), dimoran-che oggi non esiste più, la maestra delle elementari. ex compagni di classe, quasi rifacesse l’appello a di- do in sede. L’Adele fra concorsi vinti (1950 eTestimonianza di quella generazione di maestre che stanza di anni. Cosa fa quello, come sta quell’altro, 1955) passa 9 anni ad insegnare in montagna.arrivavano alla scelta dell’insegnamento per voca- ti sei sposato, hai messo giudizio diventando padre. Diventando insegnante di ruolo nel 1956 azione e non per contrarietà come accade sempre Ed inevitabilmente “mi scappava un sorriso”, frut- Storlo di Ramiseto. Dal 1960/61 insegna a Sanpiù spesso. Per intenderci quelle maestre che hanno to di un dolce revisionismo storico. Come quando Bernardino fino al 1967/68, quando viene tra-alfabetizzato l’Italia, gli Italiani e le generazioni che si pensa a quando si era bambini e si portavano le sferita alle scuole elementari di Novellara, dovevanno dagli anni 50 ed, attraverso i baby boomers, braghe corte non per scelta, ma per necessità. E di insegnerà fino al 1984. Nel 1978 , il 1 giugnoarrivano fino agli anni 70. Iniziando ad insegnare come quella donna l’Adele esile, minuta, sempre al si sposa con Marmiroli Felicino, chiedendo unquando ancora imperava la riforma Gentile, poi via suo posto con i capelli raccolti, a volte quasi invisi- giorno di permesso al plesso scolastico.via in una scuola più repubblicana fino alle speri- bile potesse dirti ancora a distanza di anni. “Studiate
  • 30. 30 CROCE ROSSA ITALIANA Comitato Locale di Novellerà Offerte in favore Largo della Solidarietà e della Pace, 1 42017 NOVELLARA (REGGIO EMILIA) Tel. 0522/654944 - Fax. 0522/651024 dei servizi crinovellara@tiscali.it - cl.novellara@pec.cri.it Istituzione “I Millefiori” LA CROCE ROSSA RINGRAZIA I FORNAI NOVELLARESI In memoria di Fabbrici M.Luisa Fam. Gatti Giannetto, Lombardini Giovanni II giorno 8 dicembre 2010 la Croce Rossa - Co- e Gabriella mitato Locale di Novellara - ha organizzato una In memoria di Pavarini Gianfranco raccolta fondi da destinare ad opere umanitarie Tiracchini Angela ed ha coinvolto tutti i Fornai di Novellara che In memoria di Bocchi Bruno hanno aderito con entusiasmo, donando i dolci Bocchi Roberto (tortellini) che sono poi stati venduti in quell’oc- casione. La giornata è stata un vero successo Libera offerta Barbieri Annunciata, Coro “Jacques de TIZIANO OLIVA nonostante il freddo pungente. 2° anniversario Vorrei ringraziare di persona ogni fornaio ma mi Wert di Novellara”, Bagnoli Paolo, Arcieri è impossibile, per cui lo faccio dalle pagine del Gaetano. A  due  anni  dalla  tua  scomparsa  vivi  ogni  giorno   Portico. Il mio grazie e quello di tutti i Volontari nei  nostri  pensieri  e  nei  nostri  ricordi  più  belli. va ai seguenti forni: Ci  manchi.  Con  affetto  la  tua  famiglia - Forno “il Granaio” di Torelli Roberto Nadia  Marina,  Penny  e  Thomas,  generi  e  nipoti. - Forno “AL P.A.N.” di Paterlini Silvia e C. - Forno pasticceria Paroli di Salsi e C. La   redazione   del   Portico   - Il Forno di Crotti Mauro porge   le   più   sentite   con-­ - Forno Currieri doglianze   alla   famiglia   Auguro a tutti i simpatici Lombardini   Riccardo   per   collaboratori un felice 2011 la   scomparsa   del   loro   Il commissario locale caro  Eolo. Roberto Crotti DELVINO CABASSA Nel  1°  anniversario  della  sua  scomparsa  con   immensa  nostalgia  così  lo  ricorda  la  moglie. Sette  febbraio Quel  forzato  silenzio Per  l’ultimo  saluto notti  insonni  produce ho  rubato  parole e  passi  lenti  sul  viale. di  persone  ignote al  tuo  e  al  mio  cuore. Ogni  inverno,  la  neve mi  riporteràAnni ‘50 - Veduta del vecchio campo sportivo. Da notare la folla che assisteva alle partite a bordo campo. Da  tempo  le  nostre l’ultimo  tuo  respiro Erano tempi in cui non si parlava di calciopoli! (foto gentilmente concessa dalla sig.ra Faietti Davolio) tra  i  rovi  eran  cadute. e  l’abito  di  nozze. mensile novellarese dinformazione Autorizzazione Tribunale Reg. stampa RE nº589 del 7/12/89 Sped. in abb. post. comma 27 art.2 Legge 549/95 - Fil. RE gr.III 70% REDAZIONE: VIALE MONTEGRAPPA, 54 NOVELLARA (RE) TEL. 0522/654447 Direttore responsabile: Dino Medici Proprietario: Circolo il Contemporaneo Capo Redattore: Paolo Paterlini Sostenete il Portico Redazione: Marco Villa, Giovanni Franzoni, Giovanni Panini, Paolo Bigi, Simone Oliva, versando sul conto corrente 3937/01 Sara Lanza Banca Agricola Mantovana o sul C/C 1412105 Impaginazione: Ci&Wi Corso Garibaldi, 36 Stampato presso Tipolito Lugli Banca Popolare Emilia Romagna, Novellara via Prov.le Nord, 20/C agenzie di Novellara Il contenuto degli articoli firmati esprime lopinione dellautore oppure direttamente presso la nostra e non necessariamente quella della redazione sede in viale Montegrappa, 54.
  • 31. 31 ALDINO MESSORI FERNICE PIZZETTI GIULIO MESSORI CARLO MESSORI TIZIANO MESSORI Con  affetto  lo  ricordano  la  moglie   Ricordando  i  propri  genitori   -­ Ricordandovi  con  tanto  affetto   con  tanto  affetto  Angelo  e  Adele. olo,  Leo,  Anna,  Luisa  e  Silvia,  le   Lucia  Ferretti,  moglie  e  mamma. nuore  e  i  fratelli. ANDREA OLIVI MARIA MENOZZI ANTONIO MESSORI GUGLIELMO CARLETTI RENATA PIZZETTI Nel   6°   anniversario   sempre   ti   Nel  15°  anniversario  della  scomparsa   Nellanniversario  della  scomparsa  dei  propri  cari   Ti  ricordano  con  affetto  il  papà  An-­ Gianpietro,  la  nuora  Petra. gelo,  la  mamma  Maria,  zii  e  cugini. il  genero  i  nipoti  e  pronipoti. ROMANO BERTOZZI ADELE MORA ARTURO MAGNANI GIORGIO MATTIONI EVELINA ALESSANDRI Nel  18°  anniversario  della  scomparsa   Nella  ricorrenza  del  suo  compleanno   -­ Nel  4°  anniversario  della  scomparsa  ti   la  ricordano  con  affetto  il  marito  Liga-­ lo  e  il  piccolo  Samuele,  le  mamme,  i  fratelli,  le  cognate  e  i  nipoti   ricordiamo  con  affetto. lo  ricordano  con  affetto  la  moglie  Carla   nel  13°  anniversario  della  scomparsa. La  tua  famiglia le  nuore  e  la  nipote  Ilaria. GIUSEPPE SANTELLI Nel  4°  anniversario  della  scomparsa   Nel  14°  anniversario  della  scomparsa  di  Carmen  la  ricordano  con  affetto  insieme  al  marito  la  suocera  ed  il  cognato,   lo   ricordano   con   affetto   la   moglie,   i   NINO CIROLDI SEVERINO CIROLDI ROSINA OLIVI GIORGIO VEZZANI ANSELMO MELLI Nel   3°   anniversario   della   scom-­ Nell’  11°  anniversario  della  scompar-­ Nel  17°  anniversario  della  scompar-­Nellanniversario  della  scomparsa  del  caro  Nino  lo  ricordano  con  affetto   sa  lo  ricordano  con  affetto  la  moglie   sa  lo  ricordano  con  affetto  la  moglie,   parsa   la   ricordano   con   affetto   i  nipoti. genero  Marco  e  i  parenti  tutti. SECONDO ARTIOLI DINA PEDRAZZOLI IDEO BIGI ARNALDO GOZZI FRANCO SCIABONI Nel  13°  anniversario  della  scompar-­ Nel   4°   anniversario   della   scom-­ Sei   sempre   nei   nostri   pensieri   sa  lo  ricordano  con  affetto  la  moglie,   parsa   lo   ricordano   con   affetto   la   Nel  13°  anniversario  della  scomparsa    della  cara  Dina  la  ricordano   perché   vivi   nel   cuore   dei   tuoi   -­ cari.          4°  anniversario to  e  Morena  e  i  nipoti. i  nipoti..  Sarai  con  noi  per  sempre.
  • 32. 32 NUOVO  PUNTO  MODA abbigliamento  uomo  e  donna MODA  GIOVANE  E  TAGLIE  OVER (ex  Adamo)  NOVELLARA  (RE)   vasta  scelta via  XXV  Aprile,  33/35   tel.  0522/653594 PREZZI  SPECIALI Campagnola  Emilia  via  Reggiolo,  22   tel.0522/663508 Tel.0522/654224 - Fax 0522/654545 - Email info@lombardinivini.it - Internet www.lombardinivini.it

×