Your SlideShare is downloading. ×
  • Like
Rinascita - Programma Politico Amministrativo
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Now you can save presentations on your phone or tablet

Available for both IPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply
Published

Il programma della lista civica Rinascita per il Comune di Centola. …

Il programma della lista civica Rinascita per il Comune di Centola.
Elezioni amministrative del 6-7 maggio 2012.

Candidato sindaco, MARIAROSARIA LO SCHIAVO.

Candidati consiglieri,
D'ANGELO ADAMO
ESPOSITO GIUSEPPA
ESPOSITO MAURO
FIORENTE GIOVANNI
GUGLIELMELLI FABRIZIO
SANSIVIERO MARCO
SIMONELLI EGIDIO

Published in News & Politics
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
995
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
3
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. PROGRAMMAPOLITICO-AMMINISTRATIVO COMUNE DI CENTOLA (SALERNO)ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 6/7 MAGGIO 2012 LISTA ALLEANZA PER LA RINASCITA PROGRAMMA POLITICO-AMMINISTRATIVO ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 6/7 MAGGIO 2012ALLEANZA PER LA RINASCITA
  • 2. Programma politico-amministrativoPREMESSA“Alleanza per la Rinascita” è un‟aggregazione di persone di varia formazioneculturale, professionale e politica, accomunate dal desiderio di rendersi utili allapropria comunità con un programma politico-amministrativo che pone al centro lapersona, l‟individuo ed i suoi bisogni, senza le ingerenze e i condizionamenti daparte di partiti politici, se pur mantenendo un rapporto democratico di dialogo conessi. Proponiamo ai cittadini un forte cambiamento nello stile di amministrare, dandopriorità assoluta al rispetto della persona, all‟ascolto della cittadinanza, all‟ascoltodelle varie realtà organizzate sul territorio, per una condivisione delle scelteamministrative che saranno messe in campo. Perciò riteniamo indispensabile lapartecipazione diretta dei cittadini, attraverso la costituzione di una serie di“consulte” nelle quali saranno chiamati a collaborare i cittadini stessi e leassociazioni che affiancheranno gli assessori ed i consiglieri, per svolgere al meglio ilavori dell‟amministrazione. Le precedenti Amministrazioni, che hanno guidato il comune di Centola negliultimi anni, hanno spesso considerato prioritarie scelte legate a logiche di opportunitàpolitica, generando un‟incapacità dell‟Amministrazione comunale di rispondere allereali esigenze della comunità, con una conseguente profonda frattura nel rapporto difiducia tra Amministrazione comunale e cittadini. Per questo motivo riteniamoirrinunciabile la strada di una futura efficace azione amministrativa che debba passareattraverso una rinnovata cultura civica, fondata sulla condivisione dei valori e su unaperfetta coesione delle varie realtà presenti nella nostra comunità. Pur sapendo della pesante eredità politico-economica e finanziaria che lascial‟amministrazione uscente, riteniamo che i criteri amministrativi, che noiproponiamo, dovranno essere improntati a promuovere forme di democraziapartecipativa come regola permanente di governo, al fine di gestire la spesa dibilancio individuando le priorità di intervento sulla base delle reali esigenze dellanostra comunità, introducendo il percorso conosciuto come “bilancio partecipativo”.Il programma che proponiamo dovrà garantire l‟osservanza dei principi della legalitàe della trasparenza amministrativa, rivolto a tutti i cittadini del comune di Centolaindipendentemente dalla loro convinzione politica, aperto al confronto,allapprofondimento ed allarricchimento. Riteniamo, perciò, che debba considerarsiun "programma sempre aperto", pronto a recepire integrazioni e correzioni da partedei cittadini, da parte delle varie categorie sociali, dalle associazioni di categoria,dalle associazioni culturali e movimenti vari: in sostanza di tutti coloro che amano ilnostro comune e sono pronti a contribuire, con idee, per il miglioramento e la crescitasociale ed economica della nostra comunità. Il nostro Movimento ha ritenuto chiudere definitivamente con il passato ed avviareun percorso politico-amministrativo completamente nuovo, lontano dalle logiche deipartiti politici che hanno caratterizzato e condizionato la vita politico-amministrativaAlleanza per la rinascita 1
  • 3. Programma politico-amministrativodel nostro comune, imponendo dall‟alto delle segreterie provinciali i candidati piùconsoni alle proprie esigenze. Abbiamo ritenuto opportuno introdurre già nellaformazione della lista dei criteri aspramente contestati dal “gotha” della vecchiapolitica locale, ma ampiamente condivisi da gran parte dei nostri concittadini. La scelta del nuova classe dirigente, il candidato Sindaco incluso, è scaturita da unleale e disinteressato confronto democratico con gli aderenti al movimento ed icittadini, sulla base di sei punti fondamentali: ● di non aver mai ricoperto la carica Consigliere comunale, Assessore o Sindaco; ● di non aver riportato condanne per reati che comportano incompatibilità ed ineleggibilità alla carica di Consigliere, Assessore e Sindaco; ● di non rivestire incarichi dirigenziali e istituzionali in partiti politici; ● di non rivestire la carica di Presidente del Movimento (o meglio il Presidente può essere candidabile solo dopo aver dato le dimissioni dalla sua carica); ● di non essere Presidente di altri Movimenti o Associazioni a carattere politico; ● di impegnarsi (all‟atto della sottoscrizione della candidatura) a rassegnare le dimissioni dalle cariche amministrative se richieste dal movimento per non essersi attenuto al programma e ai principi ispirati dal Movimento stesso.IL PROGRAMMA IN DETTAGLIO LE CONSULTE E LA DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA Tra le tante novità del nostro programma spicca il concetto di “democraziapartecipativa” che sarà realizzata attraverso l‟istituzione di una serie di “consulte e icomitati di frazione”, le quali faranno da supporto all‟operato dell‟Amministrazione,nelle quali saranno chiamate a farne parte singoli cittadini, esperti di settore, comitati,associazioni e movimenti. Le Consulte hanno lo scopo di mantenere un rapporto continuo tra i cittadini elAmministrazione, per dar voce allespressione di proposte, progetti, iniziative diinteresse collettivo elaborate dai cittadini siano essi associati o singoli ed istituire unmomento di consultazione sullattività dellAmministrazione comunale. Le consultehanno carattere consultive e non deliberativo.Riteniamo pertanto costituire le seguenti consulte: ● turismo, commercio ed attività produttive; ● urbanistica, opere pubbliche e finanziamenti; ● territorio, volontariato e protezione civile; ● beni ambientali, ecologia e agricoltura; ● beni culturali; ● politiche sociali, giovani e servizi sanitari; ● comunicazione e partecipazione dei cittadini;Alleanza per la rinascita 2
  • 4. Programma politico-amministrativo ● scuola e istruzione; ● sport e tempo libero; ● famiglia; ● anziani e diversamente abili; ● demanio, porto e pesca; ● comitati di frazione.LA PRIMA FASE DELL’AZIONE AMMINISTRATIVA La prima fase della nostra azione amministrativa sarà concentrata principalmente sucinque punti fondamentali: ● risanamento del bilancio comunale; ● ristrutturazione della macchina burocratica amministrativa; ● rifiuti; ● turismo e commercio; ● opere pubbliche e finanziamenti.RISANAMENTO DEL BILANCIO Siamo coscienti che la situazione economica nazionale condizionerà l‟operato diqualsiasi Amministrazione comunale, ma riteniamo che con una buana azione dirisanamento del nostro bilancio, con l‟eliminazione di tante spese inutili, conl‟abbattimento dell‟evasione dei tributi locali, con il recupero del sospeso, con lachiusura delle pratiche di condono edilizio giacenti ormai dal 1985, rimettendo inmoto l‟edilizia attraverso il risanamento e le ristrutturazioni, con l‟incremento diulteriori entrate, che non ricadranno sui nostri concittadini, potremmo rimettere inmoto prima di tutto un‟efficiente macchina amministrativa che ci permetterà diaffrontare in una seconda fase un percorso di sviluppo e crescita economica.RISTRUTTURAZIONE DELLA MACCHINA BUROCRATICAAMMINISTRATIVA Per concretizzare gli obiettivi dell‟Amministrazione è necessario, prima di tutto,ristabilire un rapporto sereno e di fiducia con i dipendenti comunali. Senza del lorocontributo non sarà possibile attuare alcun processo di cambiamento.In questi ultimi anni ai comuni è stato assegnato un ruolo di grossa importanza, taleda renderli direttamente responsabili dei servizi che offrono ai propri cittadini. Allaparte politica è stato affidato il compito i definire gli obiettivi e di monitorarne larealizzazione, mentre alla struttura burocratica-amministrativa quello di attuare etradurre operativamente la volontà politica. Ecco perché è necessario rendere veriprotagonisti dell‟azione amministrativa i dipendenti comunali. E‟ necessario attuareAlleanza per la rinascita 3
  • 5. Programma politico-amministrativouna riorganizzazione dell‟intero apparato, per dare in tempi brevissimi risposte alleistanze prodotte dai cittadini, ed evitare che responsabilità politiche ricadono suldipendente comunale. Ecco perché riteniamo che sia necessario istituire lo “sportellodel cittadino” che sarà aperto tutti i giorni. Questo servizio servirà per dare, in tempibrevissimi, risposta a tutte le istanze dei cittadini su qualsiasi tipo di pratica.RIFIUTI: DEPOSITO - RACCOLTA - SMALTIMENTO Oggi diventa indispensabile per i comuni l‟attuazione di politiche che prevedano lariduzione dei rifiuti ed il loro recupero come previsto dalle normative. L‟obiettivoirrinunciabile su questa materia per i prossimi anni dovrà essere quello di portare laraccolta differenziata almeno al 70%, privilegiando una forte riduzione della tariffa achi attua il compostaggio domestico. Il fallimento che si è verificato in questi anni nella gestione dei rifiuti nel nostrocomune ci obbliga a riorganizzare il servizio rispetto a al sistema adottato finora. Ilservizio va riorganizzato tenendo presente tre aspetti fondamentali:● deposito;● raccolta;● smaltimento.- DepositoCon l‟abolizione dei cassonetti doveva essere adottato il “porta a porta”. Il servizionon è mai partito e il deposito dei rifiuti è avvenuto alla rinfusa lungo le strade inmodo caotico, senza che sia stata attuata concretamente la raccolta differenziata.Perciò i cittadini vanno invogliati, prima di tutto, a ridurre la quantità di rifiutiservendosi di imballaggi e contenitori riutilizzabili, differenziando tutto ciò che èriciclabile e stimolando il compostaggio domestico.- RaccoltaLa raccolta “porta a porta” è il sistema più efficace per controllare il differenziato.Nel nostro comune non ha funzionato, va capito perché. Comunque non vannoescluse altre soluzioni come i punti di raccolta comune o la reintroduzione deicontenitori separati.- Lo smaltimentoLa crisi dei rifiuti che si è verificata nel nostro comune è stata causata dallo scioperodegli operatori ecologici per la mancata corresponsione dello stipendio, dal debito delcomune nei confronti del “consorzio Yele” e dalle morosità e l‟evasione di alcunicittadini verso il comune. Quindi è necessario combattere l‟evasione e recuperare ilsospeso per saldare i debiti verso la Yele.Alleanza per la rinascita 4
  • 6. Programma politico-amministrativoTURISMO E COMMERCIO La proposta progettuale qui presentata ha l‟obiettivo di promuoverenel territorio del Comune di Centola un sistema turistico integrato emoderno fondato sulla partecipazione collaborativa tra politica,operatori turistici, operatori del commercio, artigiani e associazioni avario titolo operanti. La visione d‟insieme della nostra proposta devenecessariamente muoversi attorno a due concetti di base:“partecipazione” della cittadinanza alle attività programmate e“condivisione”, con gli attori che operano sul territorio, delle scelte edegli interventi strategici per rilanciare il settore. Siamo convinti che ilprogetto turistico per il Comune di Centola deve innanzitutto passareattraverso il rilancio della sua località più conosciuta e ci oè Palinuro.Allo stesso tempo è necessario dare valore alla creatività ed allepeculiarità della proposta turistica delle singole frazioni per consentirenel tempo al nostro territorio di proporsi come destinazione turisticaintegrata capace di offrire, o ltre alle spiagge ed il mare, le emozionidella scoperta delle aree interne. I nostri sforzi dunque sarannoindirizzati a costruire un modello di prodotto turistico con elevatistandard di qualità che esalti al contempo l‟estrema diversificazionedell‟offerta che il nostro territorio propone. Tra gli anni „60 e „80, a seguito dell‟impulso dato dal ClubMediterranée, sia pure tra disorganizzazione e limiti intrinsechi, si sonorealizzati accettabili risultati nella creazione di strutture ricettive nellanostra località, che hanno permesso a Palinuro di affermarsi quale metaesclusiva nel panorama del turismo nazionale ed internazionale. Il ciclo cominciato circa 50 anni fa produce oggi risultati parziali,perché non accompagnati nel tempo da un‟adeguata valor izzazione deiluoghi, dalla promozione e commercializzazione dei territori, da uncostante e progressivo percorso di formazione volto alla qualificazionedelle professionalità e quindi alla qualità dei servizi e dell‟accoglienza. Per questo al centro della nostra proposta intendiamo collocarealcuni temi-chiave: il ruolo dell‟impresa e dell‟imprenditore, la qualitàdell‟accoglienza e dei servizi ad essa collegati, la programmazione, laformazione e la messa in rete delle informazioni. Prevediamo, a questofine, un complesso di interventi mirati alla nascita di un sistematuristico maturo in grado di formulare proposte autonome ma al tempostesso legate al territorio di cui esso fa parte, convinti del fatto che lamoderna competizione turistica si fonda sul c oncetto di “Destinazione”che, nel nostro caso, non può prescindere dal territorio del ParcoNazionale del Cilento e Vallo di Diano.Alleanza per la rinascita 5
  • 7. Programma politico-amministrativoI FONDI A DISPOSIZIONE Premesso che le iniziative individuate nella presente proposta sonostate concepite in chiave globalmente unitaria, riteniamo che le fonti difinanziamento necessarie per realizzare i singoli interventi siano varie ,in quanto diverse sono le Istituzioni Pubbliche dalle quali attingere(Regione, Provincia, Camera di Commercio, Ente Parco, Comune, etc.).In aggiunta riteniamo essenziale il coinvolgimento diretto deglioperatori turistici e del commercio del territorio comunale attraversoazioni di project financing oltre che a sponsor di carattere locale enazionale. Seppur diverse sono le fonti di finanziamento per attuare iprogrammi, non per questo deve essere frammentata la progettualità:grandi e piccoli obiettivi, di medio o lungo periodo si possono concepiresolo se le risorse vengono accorpate e coordinate insieme al fine di faremassa critica. La strategia sarà attuata attraverso un corretto utilizzo dei diversistrumenti operativi, nel rispetto delle relative procedure. I diversi fondi a disposizione dovranno – per la prima volta – essereutilizzati secondo una logica di coordinamento dell e iniziative e diredditività delle stesse in termini di valore aggiunto e di ricchezzaprodotta, prevedendo a tal proposito un corretto strumento dimisurazione dei risultati ottenuti.LA STRATEGIA Il nostro modello d‟insieme punta ad un‟innovativa po litica digestione del territorio, concepita intorno alle straordinarie eccellenze dicui disponiamo, da realizzarsi attraverso l‟affermazione di una logica disistema pubblico/privato che è l‟unica in grado di trasformare laprogrammazione in azioni concrete. Bisogna far convergere i diversiinterventi in un unico grande “contenitore” che viene, già a priori,destinato a diventare prodotto/pacchetto turistico. Riteniamo che l‟azione pubblica deve necessariamente riprendere asvolgere, di concerto con il tessuto produttivo, l‟indispensabile compitodi fare da volano per una filiera imprenditoriale che pensi i propriinvestimenti intorno ad un disegno generale di sviluppo. Alleanza per la Rinascita, quindi, si impegna ad attivare e rendereoperativa, intorno alla figura dell‟Assessore al Turismo, unaAlleanza per la rinascita 6
  • 8. Programma politico-amministrativocommissione per il Turismo e per il Commercio che avrà laresponsabilità di concorrere, di concerto con l‟AmministrazioneComunale, al disegno generale e alla definizione di alcune nette scelte diindirizzo che riguardano la gestione, la fruizione, la qualità e lapromozione del sistema turistico come sopra concepito.LE AREE TEMATICHE Per incrementare la competitività e l‟attrattività del nostro territoriosul mercato globale proponiamo 9 aree tematiche d‟int ervento:1) I servizi e l‟offerta turistica2) La natura e l‟ambiente3) La subacquea4) L‟enogastronomia5) La cultura e il mito6) Il congressuale7) La promozione, la comunicazione e internet8) Gli eventi9) La formazione La proposta intende superare il modello frammentario e pocosoddisfacente di intervento, scoordinato e non programmato , sino adoggi portato avanti. individuando tratti distintivi del nostro territoriofaremo identità e creeremo sinergie.I SERVIZI E L’OFFERTA TURISTICASegnaletica turisticaRiorganizzare l‟intera segnaletica turistica (colore marrone) del Comunedi Centola mediante l‟istallazione di nuove f recce direzionali conl‟indicazione delle spiaggie, discese a mare, siti naturalistici earcheologici, percorsi di trekking, piste ciclabili, punti panoramici etc.Piano spiaggiaAlleanza per la rinascita 7
  • 9. Programma politico-amministrativoPredisporre, definire ed approvare, nel più breve tempo possibile, ilPiano Spiagge (PUAD) fermo restando la salvaguardia del litorale dicompetenza e la tutela paesistico -ambientale delle emergenzenaturalistiche.Servizio trasporto pubblicoIstituzione di una o più linee di trasporto a pagamento che medianteidonei mezzi (qualitativamente adatti ad un uso turistico) effettuino ilservizio continuo di trasporto passeggeri per garantire il co llegamentotra: Stazione FS di Pisciotta – Spiaggia Saline – Palinuro Centro – Porto– Piano faracchio – San Paolo – Piana.Accoglienza TuristicaIstituire un punto di accoglienza tur istica all‟ingresso di Palinuromediante l‟istallazione di un gazebo info-point che, attraverso lapresenza di hostess qualificate (multilingua) , garantisca la primaaccoglienza ai turisti che arrivano a Palinuro, fornendo loro leinformazioni basilari e utili riguardo alle attrattive, agli eventi ed allamobilità presenti sul ns. territorio.Piano parcheggiMiglioramento della fruibilità dei parcheggi esistenti mediantel‟istallazione di sistemi automatizzati di pagamento. In particolare per ilparcheggio prima del porto bisogna prevedere un semaforo(Libero/Completo) da posizionare all‟altezza dello svincolo per ilBelvedere (Padre Pio) in modo da consentire, in caso di posti esauriti, lasosta presso il parcheggio a monte della pista di pattinaggio.Il personale presente nelle aree parcheggio deve essere adeguatamenteformato all‟accoglienza turistica e deve, inoltre, indossare un‟opportunadivisa oltre che ad un badge di riconoscimento.8) Rete wi-fiDotare le aree urbane del Comune, compreso il porto e la spiaggia dellesaline, di copertura di rete internet gratuita, m ediante l‟istallazione dihot spot comunali.Alleanza per la rinascita 8
  • 10. Programma politico-amministrativoLA NATURA E L’AMBIENTEPista ciclabileAvviare le procedure per portare a conclusione i lavori della pistaciclabile di Palinuro. Prevedere le opportune opere per la valorizzazionee la promozione del sito. Valutare la possibilità di realizzare percorsiciclabili di tipo mountain-bike o bike park.Percorsi e sentieriSistemare e segnalare opportunamente i sentieri/trekking presenti sulterritorio comunale. Realizzazione di una carta dei sentieri multil inguadel Comune di Centola.Punti panoramici comunaliCreare punti di accoglienza sui siti belvedere del territorio comunale,attraverso la istallazione di bacheche informative multilingua e panchinepubbliche. Installazione di binocoli a gettone per l‟osservazionenaturalistica e panoramica da postazione fissa. Installazione di pannellicon mappa in rilievo ed indicazione dei punti cardinali.Ruderi Castello su Capo PalinuroAvviare tutte le iniziative per la richiesta di finanziamenti rivolti alrestauro dei ruderi del castello ed alla riqualificazione dell‟areacircostante da destinare ad iniziative culturali quali, ad esempio, mostreo altri eventi culturali.Borgo di San Severino e San NicolaAvviare tutte le iniziative per la richiesta di finanz iamenti rivolti alrestauro dei due borghi ed alla riqualificazione dell‟area circostante, perrendere turisticamente fruibile e visitabile il sito medievale che puòessere destinato anche ad iniziative culturali quali, ad esempio,iniziative folkloristiche.Alleanza per la rinascita 9
  • 11. Programma politico-amministrativoLA PRIMULA PALINURI E PARCO BOTANICOValorizzazione della Primula Palinuri attraverso opportune azioni distudio e marketing. Iniziative come le “giornate studio” devonopermettere di promuovere la presenza sul nostro territorio dellararità/unicità botanica.Allo stesso tempo avviare le procedure e le opportune richieste difinanziamento per la creazione di un Parco Botanico di importanzasovranazionale.LungomareProgettazione e realizzazione di un lungomare che parta dalla finedell‟attuale passeggiata esistente ed arrivi fino al museo.Il parco archeologicoRiorganizzazione del sito per ottenere una migliore fruibilità.Progettazione e stampa del necessario materiale informativo p er lapromozione dello stesso.LA CULTURA E IL MITOFestival del MitoRiprendere e rilanciare il vecchio “Mito Festival” attraverso la creazionedi uno staff di direzione artistica per riaffermare nuovamenteun‟iniziativa che, in passato, ha contribuito a far conoscere il territorioattraverso le telecamere della Rai e la presenza di attori di prestigio che ,nel corso degli anni, hanno narrato delle vicende mitologiche.Il brigantaggioCostruire intorno al tema del brigantaggio un evento che riproponga inchiave teatrale/interpretativa un pezzo importante del nostro passato,delle nostre tradizioni di un tempo.PROMOZIONE, COMUNICAZIONE E INTERNET Fiere e work shopAlleanza per la rinascita 10
  • 12. Programma politico-amministrativoPresenza nelle principali fiere e work shop di interesse turistico,mediante la predisposizione di un calendario partecipativo.Fam tripOrganizzare diversi Fam Trip di 3 -4 giorni rivolto ad agenti di viaggio etour operators Nazionali ed esteri.Press tourOrganizzare Press tour di 3-4 giorni rivolto a giornalisti Nazio nali edesteri.Ufficio stampaAttivazione immediata di un ufficio stampa comunale per ladivulgazione e comunicazione delle attività turistiche del Comune.L’agendaPredisposizione, stampa e veicolazione di un‟agenda delle iniziative edegli eventi in programma nel corso dell‟annoBlog e siti internetCreazione e pubblicazione di un sito/blog del Comune di Centola, chesia turistico e per i turisti , destinato a diventare strumento percomunicare le iniziative, gli eventi, le attrattività o le curiosità e lospazio per interagire con la nostra località. Ad esempio potrebbeconsentire il caricamento di filmati o foto delle vacanze o ,semplicemente, pubblicare consigli e notizie utili ad altri turisti pergodersi al meglio le bellezze di Palinuro e dell‟intero territoriocomunale.Asilo di Palinuro – Casa CanadeseAvviare le opportune procedure per attingere finanziamenti necessarialla ristrutturazione dell‟immobile. Successivamente verificare ladisponibilità di un prestigioso ateneo ad attivare in loco un corsouniversitario e/o un centro di ricerca di biologia marina.Alleanza per la rinascita 11
  • 13. Programma politico-amministrativoOPERE PUBBLICHE E FINANZIAMENTIImmaginiamo un percorso di rinnovamento del territorio per sviluppare i cinquepaesi del nostro comune. Il criterio che sarà adottato è quello di dotare l‟interoterritorio di servizi essenziali per migliorare la qualità della vita di chi vi risiede. Taleprogetto non può prescindere innanzitutto da una seria pianificazione territoriale edall‟individuazione di strumenti idonei per una crescita ordinata del territorio. Sarà istituito subito un apposito ufficio che dovrà stilare una mappatura, paese perpaese, dello stato reale delle necessità dei nostri concittadini e per reperire i necessarifinanziamenti pubblici per realizzare le opere necessarie.PIANIFICAZIONE TERRITORIALE Tale progetto non può prescindere innanzitutto da una seria pianificazioneterritoriale e dall‟individuazione di strumenti idonei per la crescita. Ogni previsionedovrà scaturire dalla situazione reale, dalle peculiari condizioni ambientali,dall‟economia locale e dalle esigenza della popolazione. L‟attuale P.R.G. adottato, mai attuato, fu concepito secondo la tradizione vigentenel comune di Centola, prevedendo ulteriori interventi edilizi camuffati da struttureproduttive, raggirando la normativa urbanistica, ignorando le esigenze dellapopolazione, i servizi dei quali il territorio andava dotato e gli indirizzi per il suosviluppo. I divieti scaturiti dalle nuove norme di salvaguardia, il massiccio consumodi territorio avvenuto dal 1972 in poi, da un‟edilizia speculativa, concepirono unP.R.G. con molte ombre e dubbi il quale prevede insediamenti che se attuati andrannoad aggravare ulteriormente le precarie condizioni del nostro comune. Il nostroterritorio deve favorire investimenti su progetti in grado di produrre sviluppo edoccupazione, evitando ulteriori speculazioni. Quindi, la nuova pianificazione territoriale dovrà tener conto delle reali esigenze dicui dovrà essere dotato il territorio per avviare una concreta ripresa della nostraeconomia, principalmente quella turistica. Il concetto di territorio, intesoturisticamente, ha un significato piuttosto ampio, in quanto comprende non soltantola superfice territoriale, ma anche tutto ciò che ad essa risulta incorporato:infrastrutture, servizi, bellezze naturali e beni storici-culturali. Siccome la domandaturistica risulta in costante evoluzione, la politica di programmazione ha la funzionedi adeguare ad essa l‟offerta. La pianificazione territoriale, dunque, deve essere concepita essenzialmente per larazionalizzazione e riqualificazione dell‟esistente, la previsione di servizi e strutturepubbliche, la valorizzazione delle risorse naturali e storico-culturali, il risanamentoambientale ed un adeguato sviluppo delle zone interne, la valorizzazionedell‟agricoltura in funzione del turismo, risanamento urbanistico, arredo urbano,recupero dei centri storici.Alleanza per la rinascita 12
  • 14. Programma politico-amministrativo L‟attuale situazione economica ha prodotto un blocco quasi totale all‟attività intutto il settore edilizio con conseguenti ricadute negative nel campo occupazionale.Ma, indipendentemente dalla contingenza attuale, il consumo di territorio e gli indicidi edificabilità sono stati già ampiamente consumati in passato. Si può dare undiverso impulso all‟attività edilizia per l‟indispensabile impulso che essa può ancorarendere all‟occupazione.Questa difficile quadratura può essere perseguita indirizzando le attività edilizie al:● recupero,● restauro,● riuso,● riqualificazione,● ristrutturazione,● risanamento.nel rispetto dei più aggiornati parametri e con l‟impiego delle più moderne tecnologiein materia di efficienza energetica.Alleanza per la rinascita 13
  • 15. Programma politico-amministrativoPOLITICHE GIOVANILI FORMAZIONE, LAVORO, IMPRESAGiovani come risorsa per il rilancio culturale, sociale, economico del territorio.La proposta si arricchisce della consapevolezza che senza un progetto organico inmateria di politiche giovanili, in grado di intercettare le esigenze e rendere operativeopportunità per i giovani del Comune di Centola, nessuno sviluppo del territorio, siadi breve che di lungo periodo, è immaginabile.Un progetto organico, quello che ci si accinge a proporre, con buone prospettive dirisultati nel breve, medio e lungo periodo partendo dall‟esistente in infrastrutture erisorse poco o mai utilizzate. Ciò senza perdere di vista i nuovi modelli di governancenel settore delle politiche giovanili ed avendo come punto di riferimento primario lavocazione turistica del territorio.Siamo convinti che offrire delle risorse da cui far nascere opportunità per i giovani,anche mettendoli a confronto con ciò che il mercato del lavoro e le dinamicheproduttive offrono/chiedono, sia un momento necessario per favorire la crescita.Senza formazione, lavoro, impresa, senza momenti di partecipazione con i cittadinidelle classi nuove, questo Comune non ha futuro.Solide fondamenta del nostro progetto, ribadiamo, elaborato partendo dalle risorse edalle infrastrutture esistenti sono: 1. Partecipazione; 2. Formazione; 3. Lavoro; 4. Impresa Partecipazione, il Forum dei Giovani per farsi parte attiva del governo del territorio.“Una struttura rappresentativa fatta da giovani, per i giovani”. Con questo sloganpotremmo semplificare la natura del Forum dei Giovani, organismo di partecipazionea tutti gli effetti istituzionalizzato dalla normativa sugli enti locali (art. 7-8 TuelD.lgs. 267/2000).Riattivare la partecipazione istituzionale dei giovani attraverso questo strumentoconsultivo, che esiste già nel Comune di Centola ma che non ha mai funzionato, è unpassaggio obbligato per la conduzione di politiche giovanili in grado di rispondere aireali bisogni delle nuove generazioni.Dotato di autonomia finanziaria rispetto all‟ente locale, deve rappresentare la chiavedi volta della rappresentanza giovanile.L‟amministrazione, come previsto dalla normativa nazionale e regionale chedisciplina il funzionamento del forum, nonché dalla delibera del Consiglio ComunaleAlleanza per la rinascita 14
  • 16. Programma politico-amministrativoche lo istituì nei primi anni 2000, ha l‟obbligo di procurare strutture e mezzifinanziari per il suo buon funzionamento.La messa in funzione del Forum dei Giovani, che potrà coinvolgere i cittadini dai 16ai 32 anni, consentirà, a partire da subito, di: Stimolare i giovani alla partecipazione democratica alla vita pubblica, contribuendo alla formazione di un sano e robusto tessuto sociale giovanile; Mettere a disposizione dei giovani uno strumento istituzionale di dialogo e relazione con l‟amministrazione comunale; Fornire un luogo in cui i giovani possano esprimersi liberamente, anche formalizzando proposte progettuali magari in collaborazione con altri enti pubblici ed associazioni di respiro comunale, provinciale e regionale; Porre costantemente all‟attenzione dell‟amministrazione comunale programmi annuali per le politiche giovanili da attuarsi nel Comune o, di concerto con altri enti pubblici e territoriali, anche per livelli di governo sovra comunale; Partecipare ad un organismo istituzionale a carattere rappresentativo a cui l‟amministrazione comunale ha sempre l‟obbligo di rivolgersi per ottenere pareri sulle iniziative in materia di politiche giovanili e sulla dotazione delle voci di bilancio per le politiche giovanili. Formazione e Lavoro, la formazione professionale per migliorare la qualità dell’offerta turistica e creare occupazioneL‟economia del Comune di Centola, recita lo statuto nell‟individuare gli interessieconomici preminenti della comunità locale, è sorretta prevalentemente dal settoreturistico, dall‟industria alberghiera ed extralberghiera, dai settori del commercio, deiservizi, dell‟agricoltura, della pesca, dell‟artigianato.Ciò impone l‟attivazione di politiche di rilancio del turismo che non potranno nonconiugarsi con un miglioramento dell’offerta attraverso la valorizzazione dellaprofessionalità degli operatori dell’indotto. La risposta è la formazioneprofessionale come valore aggiunto per le imprese e per gli operatori turistici e comeopportunità, per i giovani, di aprirsi sbocchi occupazionali restando sul territorio.Il tutto si coordina perfettamente con l‟idea di destagionalizzazione che il nostroprogramma intende realizzare.Per essere competitivi e per crescere occorre, in primo luogo, specializzarsi. Il ruolodelle risorse umane va unito alla formazione quale leva per il cambiamento e comestraordinario fattore di competitività delle imprese capace di generare ricchezza.E’ risaputo che le imprese, in particolare del comparto turismo, hanno bisognodi profili professionali sempre più qualificati e specializzati.Con questa consapevolezza, mettendo mano alle infrastrutture e risorse che giàabbiamo sul territorio, ci proponiamo con una operazione di medio-lungo periodo, diAlleanza per la rinascita 15
  • 17. Programma politico-amministrativoporre le condizioni per allestire un Centro Polivalente per la FormazioneProfessionale.Il Centro dovrà essere localizzato presso la ex scuola elementare di Centola edospitare percorsi formativi a conclusione dei quali dovranno essere rilasciati attestatidi qualifica professionale europea. I profili professionali da formare saranno i piùvari: animatori turistici, accompagnatori turistici, addetti di sala, sommelier,assaggiatori, pizzaioli ecc.L‟amministrazione comunale per realizzare questo intervento strutturale si prodigheràad aprire il dialogo con i comuni della costa del Cilento e con le amministrazioni digoverno superiori. Si farà promotrice di un accordo di programma finalizzato aricercare ed ottenere risorse e mezzi necessari all‟attivazione dei percorsi formativinell‟edificio sito in Centola.E‟ importante sapere, inoltre, che l’investimento da realizzare, preferibilmenteattingendo dalla dotazione regionale di fondi europei, non sarà di eccessivedimensioni. L’edificio è stato recentemente ristrutturato e va soltanto dotatodelle necessarie attrezzature.Non si eviterà di tentare, per quanto riguarda le modalità di attivazione e fruizione deipercorsi formativi e servizi, un coinvolgimento dei privati: in particolare associazionidegli operatori turistici e dei commercianti del Comune di Centola e dei comunicontermini.Il Centro Polivalente per la Formazione professionale consentirà, a partire dalmedesimo istante della sua apertura, di: Formare professionalmente cittadini dotandoli di competenze di alto livello nell‟erogazione dei servizi turistici. In particolare di avere dimestichezza con le regole dell‟accoglienza del turista, della comunicazione multilingue, dell‟uso delle tecnologie informatiche, della gestione dell‟impresa turistica; Offrire sbocchi occupazionali nel settore del turismo preferibilmente sul territorio senza, comunque, escludere la possibilità di sfruttare la qualifica professionale fuori stagione presso altre località; Consentire alle imprese locali di ridurre notevolmente i costi di gestione potendo godere di personale qualificato e residente in loco; Incrementare la qualità dell‟offerta turistica locale, così potendo aspirare ad attrarre un target di respiro internazionale; Ampliare il target di riferimento dell‟intero territorio, anche proponendosi ai mercati internazionali; Creare, senza passare per la leva pubblica se non solo per il momento formativo, nuovi posti di lavoro.Alleanza per la rinascita 16
  • 18. Programma politico-amministrativo Formazione e Lavoro, l’Informagiovani come finestra sul mercato del lavoroI Servizi Informagiovani in Campania si sono ormai consolidati come strumento digrande rilevanza sociale, di osservazione della realtà giovanile e dei suoi mutamenti.L‟Informagiovani, al pari del Forum dei Giovani, è già istituito presso il Comune diCentola ma non ha mai funzionato. Il suo potenziale è rimasto a lungo inespresso.Servizio Informagiovani non è solo un mero servizio di informazioni per i cittadinidelle nuove generazioni, ma è un sistema integrato in una rete regionale, che permettedi comprendere ed interpretare esigenze, problemi concreti, la condizione sociale deigiovani che popolano e vivono il territorio. Per queste ragioni, l‟informagiovaniassume un fondamentale ruolo di sostegno, consulenza ed orientamento.La messa in funzione del Servizio Informagiovani nel Comune di Centola,permetterà, sin da subito di: Fornire ai ragazzi da 13 a 35 anni informazioni di livello locale, nazionale ed internazionale relativamente ai settori: studio, lavoro, educazione permanente, viaggi e vacanze, studio e lavoro all‟estero, tempo libero, vita sociale, salute; Accedere ad una vasta documentazione cartacea tra cui dossier, guide, depliant informativi, riviste specializzate, rassegne stampa per raccogliere preziose notizie su offerte di lavoro, percorsi di formazione professionale e di alta formazione, formazione universitaria; Proporre il più ampio spettro di opportunità d‟impiego sul territorio ovvero agevolare l‟incrocio tra domanda ed offerta a livello locale, nazionale ed internazionale; Consultare materiale e documentazione su percorsi formativi, formativo- professionali presso paesi dell‟Unione Europea e del resto del mondo.Impresa, lo sportello imprese per esprimere il potenziale produttivo delterritorioPer offrire ai giovani un valido strumento di supporto per la creazione e gestione diimprese, abbiamo pensato di istituire lo Sportello Impresa.Tutti i giovani che auspicano di intraprendere un‟attività imprenditoriale dovrannoessere messi in condizione di contare su una struttura a cui rivolgersi, per avereconsapevolezza dei migliori strumenti tecnici e finanziari per creare nuove impreseattive sul territorio.Lo Sportello Impresa metterà a disposizione le competenze di operatori qualificati perconsentire ai giovani di orientarsi nel complesso mondo della burocrazia, illustrando iAlleanza per la rinascita 17
  • 19. Programma politico-amministrativopassaggi da percorrere per far nascere una nuova impresa, fornendo il relativomateriale informativo.Centrale dovrà essere l‟attività di consulenza e segnalazione delle opportunità difinanziamento comunitarie, nazionali, regionali e locali per investimenti nelleimprese col supporto informativo su agevolazioni, sovvenzioni e cofinanziamenti.Lo Sportello Impresa, a partire dall‟immediata sua attivazione, consentirà di: Offrire ai giovani aspiranti imprenditori un servizio di informazione e consulenza per la creazione di nuove imprese sul territorio comunale; Favorire lo sviluppo dell‟imprenditorialità esistente offrendo un servizio di orientamento ed assistenza per i giovani neo-imprenditori; Supportare i giovani imprenditori del Comune di Centola negli adempimenti amministrativi previsti per il rilascio di licenze, autorizzazioni, nonché per l‟iscrizione in albi, ruoli, registri abilitativi, per l‟avvio e lo svolgimento dell‟impresa; Indicare in maniera chiara e puntuale le fonti normative ed informative inerenti l‟attività imprenditoriale nonché i finanziamenti regionali, nazionali e comunitari messi a disposizione per la creazione e gestione delle imprese.LA FAMIGLIAL‟ attenzione al nucleo familiare attraverso iniziative di sostegno per la promozione ela valorizzazione della famiglia, che riteniamo siano state e saranno sempre unimportante ammortizzatore sociale durante i periodi di crisi e, pertanto, vannopremiate. Nel merito, le iniziative concrete che intendiamo sostenere attraversol‟amministrazione comunale al sostegno alle famiglie numerose che potràconcretizzarsi in una riduzione delle tariffe comunali in funzione del numero dei figlie dell‟età degli stessi. In altre parole una sorta di quoziente familiare applicato aitributi locali, strumento che consideriamo essenziale e che utilizzeremo nellapredisposizione dei regolamenti per la determinazione dei tributi e delle tariffe neilimiti in cui questo è concesso dalla legge.ANZIANIL‟innalzamento della vita media fa proporzionalmente aumentare il numero deglianziani soli, con le problematiche legate alla salute, alla condizione economica, alladipendenza da altri. Questo mutamento sociale presenta due aspetti anche divergentifra loro: da un lato la maggior richiesta di servizi, dall‟altro la risorsa del tempo chegli anziani possono dedicare a se stessi ed agli altri. Occorre dunque agire sia coninterventi di prevenzione e presa in carico delle persone non autosufficienti, siaAlleanza per la rinascita 18
  • 20. Programma politico-amministrativooffrendo variegate opportunità per valorizzare l‟importante risorsa sociale cherappresentano.L‟aumento della non autosufficienza e il conseguente protrarsi dei tempi d‟attesa perl‟accesso ai servizi rende necessario: ● potenziare l‟assistenza domiciliare integrata (specialistica ed infermieristica); ● sostenere l‟integrazione delle attività del volontariato all‟interno della retedei servizi, in particolare nelle situazioni di non autosufficienza parziale e al contrastodella solitudine.Sarà, inoltre, opportuno promuovere attività ricreative e culturali.L’AMBIENTEL‟ambiente è una risorsa limitata e come tale va estremamente salvaguardata. Losplendido contesto ambientale in cui il nostro comune è insediato è un dono daproteggere e valorizzare, in quanto non rigenerabile. La crescente attenzione alleproblematiche ambientali va accompagnata con azioni coerenti e puntuali che devonoabbracciare l‟intera opera amministrativa.Il governo del territorio è legato indissolubilmente al tema ambientale e pertanto ogniprocesso di trasformazione territoriale deve essere eco-compatibile.Il tema dell‟ambiente deve fungere da contenitore complessivo del programmaamministrativo. La crescita materiale infatti richiede un maggior consumo di risorsenaturali e genera un aumento dell‟impatto ecologico.La difesa dell‟ambiente diventa pertanto priorità assoluta a cui devono attenersi tuttigli interventi sia dell‟amministrazione comunale sia dei cittadini.LA SCUOLAIl ruolo della formazione sia sotto il profilo culturale che umano è centralepertanto, la scuola va vista come elemento educativo e di preparazione all‟ingressoin una società fortemente competitiva ma che necessariamente deve essere votataad una nuova cultura di solidarietà e di senso civico. Va vista in sostanza comeprimo ente formativo di supporto alla famiglia. Le problematiche che affliggono la nostra scuola sono tante. Intendiamoaffrontarle insieme ai genitori e agli operatori scolastici. Perciò abbiamo ritenutoopportuno promuovere “la consulta della scuola” dove saranno chiamati a farneparte una rappresentanza dei genitori, una rappresentanza dei docenti, unarappresentanza del personale ATA, il Dirigente scolastico, il Sindaco o suosostituto per affrontare insieme le varie problematiche. In particolare quelledell‟edilizia scolastica, la sicurezza dei plessi e la refezione.Alleanza per la rinascita 19
  • 21. Programma politico-amministrativoSTORIA E BENI CULTURALIIl nostro comune offre una singolare varietà di risorse che caratterizzano un territorioattraversato da ere colme di eventi.La storia di questo territorio inizia con l‟insediamento dell‟Homo di Neantherdalconosciuto come l’homo camerotensis, con presenze interessanti dirette e indirette.La grotta delle ossa, ad esempio, è una delle testimonianze storiche più importantianche per i depositi di ossa animali fossilizzate e calcificate nelle rocce di questomonumento naturale.La presenza di insediamenti greci, provata dai meravigliosi reperti archeologicirinvenuti sin dagli anni Cinquanta grazie a studi archeologici di notevole rilievo, oltrealla citazione virgiliana nell‟Eneide, collocano questi luoghi a cavallo tra epica estoria antica.Il periodo normanno con la costruzione delle torri che difendevano la costadall‟invasione saracena, il periodo borbonico, il brigantaggio ed i moti rivoluzionari,hanno fatto del territorio uno tra i più importanti della storia del Mezzogiorno.Dette risorse vanno rivalutate e rese attrazioni di importanza economico-culturale.MUSEO DI STORIA DEL TERRITORIOUn edificio inutilizzato come l‟osservatorio ornitologico potrebbe essere attrezzato apresidio museale di storia naturale e umana.Tale polo culturale potrebbe ospitare reperti geologici ed archeologici.L‟attività di promozione turistica, mediante azioni sinergiche con enti come la ProLoco, dovrebbe indirizzare i flussi turistici anche verso tale presidio, affinché ilvisitatore possa maturare un interesse per le risorse ambientali, storiche e culturali delterritorio.SOLARIZZAZIONE DEGLI EDIFICI COMUNALI.Non si può prescindere dalle opportunità che la tecnologia nel settore delle energierinnovabili oggi è in grado di offrire.Gli edifici comunali sono gravati da costi eccessivi in termini di consumo energetico.Interventi per l‟efficienza energetica mediante finestrature isolanti, pannellifotovoltaici o piccoli generatori eolici verticali, ridurrebbero drasticamente i consumi.Per di più, nei momenti di inattività, tali edifici potrebbero rappresentare un mezzoper contribuire a ridare respiro alle finanze locali: l‟energia prodotta può essere inbuona parte venduta alla rete. Tutto ciò è il presente e non il futuro per diverse realtàcomunali del Paese e dovrà rappresentare un altro tra gli obiettivi della futuraamministrazione.Il Ministero dell‟Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha pubblicato unbando per la solarizzazione, interventi di razionalizzazione e risparmio energeticodegli edifici scolastici.Alleanza per la rinascita 20
  • 22. Programma politico-amministrativoIl budget disponibile è pari a tre milioni di euro. Il bando è aperto ai comuniproprietari di edifici scolastici, siano essi scuole elementari, medie o superiori. Icomuni con un numero inferiore ai 50.000 abitanti potranno presentare (come nelnostro caso) un numero massimo di 5 progetti.CERTIFICAZIONE DI QUALITA DELLE ABITAZIONI PRIVATEIl comune di Centola è disseminato di abitazioni private adibite a case vacanze.Un dispositivo di controllo e di promozione degli appartamenti privati dati inlocazione ai turisti potrebbe essere un sistema di certificazione basato sul rispetto diprecisi standard qualitativi.Si tratta di effettuare un censimento, anche su iniziativa degli stessi proprietari, checonsentirebbe di certificare l‟immobile secondo chiari canoni abitativi. In altre paroleun sistema classificatorio simile a quello delle strutture alberghiere. La certificazioneconsentirà ai titolari degli immobili da locare censiti, di guadagnarsi visibilità nellepagine dedicate alla promozione della ricettività nel sito del comune.Detta certificazione, da rinnovare ogni anno, rappresenterà il rispetto di precisiparametri relativi, tra gli altri, al numero di posti letto, stato e condizioni degli arredi,spazi disponibili e qualità dell‟ambiente circostante, presenza di sistemi energetici abasso consumo.I vantaggi di tale intervento saranno evidenti.L‟amministrazione comunale potrà contare su un maggiore livello qualitativo degliimmobili da adibire a case vacanze stimolando l‟inserimento nel circuito dicertificazione. Il risultato non potrà che essere il miglioramento delle condizioni deifabbricati, dei livelli di ospitalità e dei servizi turistici fruibili sul territorio.Alleanza per la rinascita 21
  • 23. Programma politico-amministrativoASSOCIAZIONISMO E VOLONTARIATOLe associazioni presenti nel nostro comune dovranno contribuire in mododeterminante alla all‟attuazione del nostro programma. Attribuiamoall‟associazionismo un ruolo di interlocutore privilegiato e permanente, di co-ideatore e di gestore di programmi e progetti sociali.Al fine di sostenere e incrementare la presenza dell‟associazionismo nella nostrarealtà e di incentivare le disponibilità individuali dei cittadini a prestare attività divolontaria sarà necessario attivare una serie di iniziative quali: ● promuovere il riconoscimento delle associazioni di volontariato e il lavorosvolto dalle stesse; ●promuovere una campagna di sensibilizzazione ed educazione alvolontariato, rivolta in specifico agli studenti e ai giovani; ● istituire l‟Albo delle Associazioni.SPORTCrediamo nelle attività sportive e intendiamo sostenerle. La sintonia tra il mondoassociativo e l‟Amministrazione Comunale dovrà essere la formula vincente, inparticolare attraverso lo sviluppo di tutte le attività sportive rivolte ai giovani epertanto andrà intensificata la collaborazione con le scuole, con le associazioni, e congli insegnanti, per educare le nuove generazioni ad una concezione dello sport chenon sia semplice agonismo.Alleanza per la rinascita 22