1

Tutte le novità in materia di
DURC
Ilenia Filippetti
Bologna, 5 novembre 2013

Ilenia Filippetti

appaltielegalita.blog...
2

Che cos'è il DURC?
Il Documento Unico di Regolarità Contributiva è un certificato
che attesta contestualmente la regola...
3

assicurativi per tutti gli obblighi previsti dalla normativa vigente
riferita all'intera situazione aziendale

Ilenia F...
4

Le norme fondamentali

Ilenia Filippetti

appaltielegalita.blogspot.com
appaltielegalita@gmail.com
5

Quali sono le principali fonti normative che, già prima del
“decreto del fare”, disciplinavano il DURC negli appalti
pu...
6

Decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito dalle
Legge 28 gennaio 2009, n. 2
Decreto del Presidente della Repub...
7

Quali norme disciplinano, specificamente, il DURC?
D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207 - Regolamento di esecuzione del
Codice...
8

e dei regolamenti sulla tutela, sicurezza, salute,
assicurazione assistenza, contribuzione e retribuzione dei
lavorator...
9

direttamente agli enti previdenziali e assicurativi,
compresa, nei lavori, la cassa edile (da coordinare con l'art.
31,...
10

Quali norme disciplinano ancora oggi (quantomeno in parte) il
DURC?
D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207 - Regolamento di ese...
11

INPS, INAIL, nonché cassa edile per i lavori, verificati
sulla base della rispettiva normativa di riferimento.
2.

La ...
12

c) per la stipula del contratto;
d) per il pagamento degli stati avanzamento lavori o delle
prestazioni relative a ser...
13

codice, nonché nei casi previsti al comma 3, lettere d) ed e)
…
6.

Le SOA, ai fini del rilascio dell’attestazione di ...
14

8.

In caso di ottenimento del documento unico di regolarità
contributiva dell’affidatario del contratto negativo per ...
15

per la presentazione delle controdeduzioni, la decadenza
dell’autorizzazione di cui all’articolo 118, comma 8, del
cod...
16

Esistono altre norme che disciplinano il DURC?
Decreto del Ministero del lavoro 24 ottobre 2007 - Documento
unico di r...
17

delle procedure di appalto di opere, servizi e forniture pubblici e
nei lavori privati dell'edilizia.

Ilenia Filippet...
18

Esistono altre norme che disciplinano il DURC?
Decreto del Ministero del lavoro 24 ottobre 2007 - Documento
unico di r...
19

comma 1, nei casi previsti dalla legge e previa convenzione con i
medesimi Istituti, dalle Casse edili costituite da u...
20

Esistono altre norme che disciplinano il DURC?
Decreto del Ministero del lavoro 24 ottobre 2007 - Documento
unico di r...
21

3. Nell'ambito delle procedure di appalto il DURC relativo al
soggetto appaltatore o subappaltatore può essere richies...
22

Esistono altre norme che disciplinano il DURC?
Decreto del Ministero del lavoro 24 ottobre 2007 - Documento
unico di r...
23

b) l'iscrizione agli Istituti previdenziali e, ove previsto, alle
Casse edili;
c) la dichiarazione di regolarità ovver...
24

Esistono altre norme che disciplinano il DURC?
Decreto del Ministero del lavoro 24 ottobre 2007 - Documento
unico di r...
25

2. La regolarità contributiva sussiste inoltre in caso di:
a) richiesta di rateizzazione per la quale l'Istituto
compe...
26

l'obbligo di versamento all'atto della richiesta di
certificazione;
b) dichiarazione nella denuncia alla Cassa edile, ...
27

Esistono altre norme che disciplinano il DURC?
Decreto del Ministero del lavoro 24 ottobre 2007 - Documento
unico di r...
28

3. Nelle ipotesi di cui al comma 3 dell'art. 7 il termine di trenta
giorni per il rilascio del DURC è sospeso sino all...
29

Esistono altre norme che disciplinano il DURC?
Decreto del Ministero del lavoro 24 ottobre 2007 - Documento
unico di r...
30

b) in pendenza di contenzioso giudiziario, la regolarità è
dichiarata sino al passaggio in giudicato della sentenza di...
31

100,00, fermo restando l'obbligo di versamento del predetto
importo entro i trenta giorni successivi al rilascio del D...
32

Esistono altre norme che disciplinano il DURC?
Decreto del Ministero del lavoro 24 ottobre 2007 - Documento
unico di r...
33

ciascuna violazione prevista dallo stesso allegato. A tal fine non
rileva l'eventuale successiva sostituzione dell'aut...
34

ovvero il decorso del periodo indicato dallo stesso allegato relativo
a ciascun illecito.
4. Nelle ipotesi in cui il D...
35

finalizzato al pagamento delle prestazioni già rese alla data
dell'accertamento definitivo dell'illecito.
Allegato A
E...
36

Le norme del “decreto del fare”

Ilenia Filippetti

appaltielegalita.blogspot.com
appaltielegalita@gmail.com
37

Quali sono le novità introdotte dal “decreto del fare”?
LEGGE 9 agosto 2013, n. 98 - Conversione, con modificazioni, d...
38

l’obbligo della richiesta del documento unico di regolarità
contributiva (DURC ) agli istituti o agli enti abilitati a...
39

appaltante acquisisce d'ufficio il documento unico di
regolarità contributiva in corso di validità relativo
all'affida...
40

corrispondente all'inadempienza. Il pagamento di quanto
dovuto per le inadempienze accertate mediante il DURC è
dispos...
41

a) per la verifica della dichiarazione sostitutiva relativa
al requisito di cui all'articolo 38, comma 1, lettera i), ...
42

5.

Il documento unico di regolarità contributiva (DURC )
rilasciato per i contratti pubblici di lavori, servizi e for...
43

del presente articolo, fatta eccezione per il pagamento del
saldo finale per il quale è in ogni caso necessaria
l'acqu...
44

7.

Nei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, ai fini
della verifica amministrativo-contabile, i titoli d...
45

1979, n. 12, a regolarizzare la propria posizione entro un
termine non superiore a quindici giorni, indicando
analitic...
46

finanziamenti e sovvenzioni previsti dalla normativa
dell’Unione europea, statale e regionale, il documento unico
di r...
47

8-quinquies. La concessione delle agevolazioni di cui al comma 8quater è disposta in presenza di un documento unico di...
48

Come è cambiato il Codice dei contratti pubblici con il “decreto
del fare”?
Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163...
49

l'affidatario, l'obbligo di presentare la certificazione di
stazioni appaltanti e per gli enti aggiudicatori l'obbligo...
50

tramite, i subappaltatori trasmettono all'amministrazione appaltante acquisisce d'ufficio il documento unico di
o ente...
51

L’evoluzione della prassi (decreti
ministeriali, circolari, interpelli
ecc.) nel 2012: come si è arrivati al
“decreto ...
52

Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso
dell’anno 2012?
Nota Ministero del lavoro e delle politiche s...
53

limitando la validità delle certificazioni rilasciate dalla
pubblica amministrazione ai soli rapporti tra privati.
A r...
54

complesse valutazioni tecniche di natura contabile
derivanti dalla applicazione di discipline lavoristiche,
contrattua...
55

dall`amministrazione con le stesse modalita` previste per
l`autocertificazione (ex art. 71 del D.P.R. n. 445/2000)

Il...
56

Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso
dell’anno 2012?
Istruzioni operative INAIL 26/1/2012 - DURC ....
57

L`art. 44 bis si limita a descrivere la modalita` di
acquisizione e gestione del DURC, non potendo dunque
esso ricompr...
58

Istituzione di un ufficio responsabile presso le
amministrazioni certificanti: Al fine di rendere
maggiormente snelli ...
59

preso in considerazione per la valutazione della
performance individuale dei responsabili dell`omissione
(articolo 72)...
60

Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso
dell’anno 2012?
Circolare 3/2012 - Chiarimenti del Ministero ...
61

confermando che il principio di responsabilita` solidale
non possa che riferirsi al solo personale impiegato
nell`appa...
62

progressivo delle prestazioni e` operata una ritenuta dello
0,50%; le ritenute possono essere svincolate soltanto in s...
63

soggetti stessi, a seguito della richiesta della stazione
appaltante
E` stata individuata l`opportunita` che le stazio...
64

solo dopo un eventuale intervento sostitutivo in caso di
irregolarita` dell`appaltatore, non puo` eccedere il valore
d...
65

Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso
dell’anno 2012?
Circolare INAIL del 21/3/2012 - DURC - Interv...
66

Le somme per le quali deve intervenire la stazione
appaltante, al netto delle ritenute di cui all`art. 4 co. 3 del
Reg...
67

In caso di irregolarita` del subappaltatore, l`intervento
della stazione appaltante operera` nei limiti del debito che...
68

siano dei cambiamenti degli importi, nel senso che
l`inadempienza contributiva sia nel frattempo diminuita
La stazione...
69

eventualmente ridotto, attraverso appositi moduli a
disposizioni delle sedi Inail
La stazione appaltante paga quindi t...
70

Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso
dell’anno 2012?
Circolare INPS n. 54 del 13.04.2012 - Interve...
71

L’intervento sostitutivo opera anche per le irregolarità
contributive dei subappaltatori impiegati nel contratto e la
...
72

termine di 30 giorni e che la notizia dell'avvenuto
adempimento sia inviata all'indirizzo PEC o e-mail della
sede Inps...
73

comunicazione preventiva che comportano la
rideterminazione in riduzione del debito contributivo
• definire le specifi...
74

Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso
dell’anno 2012?
Messaggio INPS del 24/5/2012 n. 340 - Sportel...
75

viene effettuato tramite canale telematico, utilizzando il
servizio di Posta Elettronica Certificata in tutti i casi i...
76

esclusivamente utilizzando le tecnologie dell’informazione e
della comunicazione
Le modalità di attuazione di tale dis...
77

Tale trasmissione equivale alla notificazione per mezzo della
posta.
Si è quindi pervenuti, con Inail e Casse Edili, s...
78

A decorrere dal 2 settembre 2013, pertanto, l'inoltro della
richiesta di DURC sarà consentito solo se il sistema dello...
79

Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso
dell’anno 2012?
Circolare Presidenza Consiglio dei Ministri –...
80

d'ufficio il Documento Unico di Regolarita' Contributiva
con le modalita' di cui all'articolo 43 del DPR n. 445/2000
L...
81

richiedere il rilascio del DURC da consegnare poi ad altro
privato. Restano infatti ferme, nei rapporti tra privati, l...
82

un'amministrazione pubblica avente funzione di
ricognizione, riproduzione o partecipazione a terzi di stati,
qualita' ...
83

Anche la DURC vanno quindi applicati i principi dettati dal
d.P.R. n. 445 del 2000 il cui art. 44 bis ha espressamente...
84

servizi e forniture o per il pagamento del saldo finale: un
eventuale ritardo nella richiesta del DURC puo' tradursi
i...
85

Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso
dell’anno 2012?
Circolare Ministero del lavoro e delle politi...
86

valutazioni tecniche di natura contabile da effettuarsi
esclusivamente a carico degli enti deputati al rilascio del
DU...
87

anche le Casse Edili abilitate potranno accedere alle
informazioni concernenti le richieste di DURC ed i
contenuti dei...
88

attestazioni di regolarita` nelle more della definizione dei
procedimenti

Ilenia Filippetti

appaltielegalita.blogspo...
89

Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso
dell’anno 2012?
Nota INAIL n. 3760 del 14/6/2012 - DURC - Inv...
90

Diverso è il caso del DURC richiesto per la verifica
dell'autodichiarazione, per la quale non rileva una
regolarizzazi...
91

Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso
dell’anno 2012?
Nota INAIL prot. 60010.28/09/2012.0005627 del...
92

o nella sezione "CONTRIBUENTE", va indicato:
nel campo "CODICE FISCALE" il codice fiscale della
ditta,
nel campo "CODI...
93

Resta fermo l'obbligo da parte della stazione appaltante di
comunicare, alla Sede INAIL che ha accertato
l'inadempienz...
94

La previsione di effettuare i pagamenti dovuti a seguito
dell’attivazione del procedimento di cui al citato art. 4 del...
95

enti pubblici (EP) per consentire di utilizzare il medesimo
modello per il versamento dei contributi assistenziali e
p...
96

Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso
dell’anno 2012?
Circolare Ministero delle infrastrutture e de...
97

Il Regolamento di cui al DPR n. 207/2010 prevede, all’art. 6,
comma 3, le fasi in cui il DURC, in corso di validita’,
...
98

Anche se la richiamata norma si riferisce ai “contratti
stipulati” e ai “soggetti contraenti”, si chiarisce che,
limit...
99

Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso
dell’anno 2013?
Messaggio INPS n. 4925 del 21/3/2013: Interpe...
100

Il concordato preventivo, di cui agli artt. 161 e segg. della
Legge Fallimentare, teso a consentire la salvaguardia d...
101

concorsuale in esame che, essendo diretta al risanamento
dell’attività aziendale, verrebbe ad essere disattesa ove “s...
102

soddisfazione integrale dei crediti contributivi muniti di
privilegio, dovrà essere attestata l’irregolarità dell’imp...
103

siano tenuti all'iscrizione in una delle gestioni amministrate
dall'Inps
Delle eventuali violazioni contributive rife...
104

L’evoluzione della prassi dopo il
“decreto del fare”

Ilenia Filippetti

appaltielegalita.blogspot.com
appaltielegali...
105

Il rilascio del DURC in presenza di
crediti certi, liquidi ed esigibili

Ilenia Filippetti

appaltielegalita.blogspot...
106

Ci sono altre novità introdotte dopo il decreto del fare?
Ministero dell'Economia e delle finanze - Decreto del 13 ma...
107

Servizio Sanitario Nazionale, di importo almeno pari agli
oneri contributivi accertati e non ancora versati da parte
...
108

Nell'ipotesi di utilizzo del DURC per ottenere il
pagamento da parte di pubbliche amministrazioni degli
stati di avan...
109

Il credito indicato nella certificazione esibita per il rilascio
del DURC può validamente essere ceduto ovvero
costit...
110

Ci sono altre novità introdotte dopo il decreto del fare?
Circolare Ministero del lavoro e delle politiche sociali de...
111

dall'amministrazione debitrice, altrimenti il DURC sarà
comunque rilasciato "di non regolarità"
La regolarità raggiun...
112

Tale specifico Documento è rilasciato “su richiesta del
soggetto titolare dei crediti certificati”
Qualora il DURC de...
113

del pagamento) ed il codice attraverso il quale potrà essere
verificata la certificazione nella Piattaforma informati...
114

Al riguardo, gli Istituti e le Casse edili concorderanno con
l’Ispettorato generale per l’Informatizzazione della
Con...
115

Gli enti previdenziali acquisiranno, tramite PEC,
direttamente dall’amministrazione certificatrice, la conferma
dell’...
116

sussistono i debiti stessi nonché il loro ammontare
complessivo disponibile;
gli estremi della/delle certificazioni c...
117

forniture, si applica esclusivamente la procedura di
intervento sostitutivo
In caso di cessione o anticipazione il so...
118

quest’ultimo qualora l’importo riconosciuto risulti inferiore
al debito contributivo

Ilenia Filippetti

appaltielega...
119

Il pagamento dei debiti scaduti della
pubblica amministrazione (maturati al
31 dicembre 2012)

Ilenia Filippetti

app...
120

Quali sono le novità in materia di DURC emerse dopo il
decreto del fare?
Circolare INAIL del 31/7/2013 - DURC . Decre...
121

L’art. 6, comma 9 del decreto, come modificato dalla legge di
conversione, ha disposto tra l’altro che entro il 30 gi...
122

data di emissione della fattura o richiesta equivalente di
pagamento. Qualora tale accertamento evidenzi una
inadempi...
123

fattura, che risultino ancora insoluti alla data di verifica
della regolarità
L’intervento sostitutivo della stazione...
124

Nulla cambia quanto alla data di accertamento della
regolarità contributiva per i DURC riguardanti pagamenti
diversi ...
125

L’applicazione operativa del “decreto
del fare”

Ilenia Filippetti

appaltielegalita.blogspot.com
appaltielegalita@gm...
126

Ci sono altre novità introdotte dopo il decreto del fare?
Circolare Ministero del lavoro e delle politiche sociali n....
127

“In caso di lavori privati di manutenzione in edilizia
realizzati senza ricorso a imprese direttamente in economia
da...
128

Tale disposizione risulta applicabile esclusivamente ai
DURC rilasciati dopo tale data, attesa la mancata
conversione...
129

In sede di conversione del D.L. n. 69/2013, è stato
altresì previsto che il DURC acquisito per le predette
fattispeci...
130

Unica eccezione è costituita dal DURC previsto per la fase
del pagamento del saldo finale (ultima fattura)
In caso di...
131

a regolarizzare la propria posizione assegnando, a tal fine,
un termine non superiore a 15 giorni. Al fine di favorir...
132

266/2005 (cioè i benefici e le sovvenzioni comunitarie per la
realizzazione di investimenti), da parte di Pubbliche
A...
133

Almeno sino al 31 dicembre 2014, il Legislatore ha scelto di
estendere la durata 120 giorni di validità del DURC anch...
134

Ci sono altre novità introdotte dopo il decreto del fare?
Circolare INAIL n. 5727 del 20/9/2013 - DURC . Art. 31 DL
6...
135

Ci sono altre novità introdotte dopo il decreto del fare?
Istruzioni INAIL del 3/10/2013 - DURC . Intervento sostitut...
136

sussidi, ausili finanziari e vantaggi economici di
qualunque genere per i quali sia prevista l'acquisizione
del DURC
...
137

Altre indicazioni operative
fornite dagli enti previdenziali

Ilenia Filippetti

appaltielegalita.blogspot.com
appalt...
138

In quali casi occorre richiedere il DURC?
La regolarità contributiva deve essere richiesta:
per tutti i contratti pub...
139

per l'iscrizione all'Albo dei fornitori
per finanziamenti e sovvenzioni per la realizzazione di
investimenti previsti...
140

Quali sono i contratti pubblici per i quali occorre richiedere il
DURC?
Il termine "contratto pubblico" è ampiamente ...
141

Quando occorre richiedere il DURC?
Per i contratti pubblici, il DURC deve essere richiesto in capo al
contraente prin...
142

Quando occorre richiedere il DURC?
Il DURC deve essere richiesto in capo a tutte le imprese
esecutrici (appaltatore e...
143

per il rilascio delle concessioni per la realizzazione di opere
pubbliche e gli affidamenti con procedura negoziata

...
144

Il DURC va inserito tra la documentazione amministrativa
prodotta dal concorrente?
In fase di selezione pubblica del ...
145

Quali sono i soggetti tenuti al possesso del DURC?
Sono tenuti al possesso del DURC sia i datori di lavoro sia i
lavo...
146

previdenziali e, a determinate condizioni, nei confronti delle
Casse edili
In linea generale, infatti, il DURC, quale...
147

Quali sono i soggetti che possono richiedere il DURC?
L’operatore economico, anche attraverso un intermediario
qualif...
148

Quali sono i requisiti di regolarità contributiva?
I requisiti generali per la verifica della regolarità sono indicat...
149

Quando deve sussistere la regolarità contributiva?
La regolarità deve sussistere alla data indicata nella richiesta (...
150

fine di evitare le conseguenze, anche penali, derivanti dalla
presentazione di dichiarazione sostitutiva di regolarit...
151

L’irregolarità contributiva è regolarizzabile?
Esclusa l'ipotesi di verifica della dichiarazione sostitutiva, in
manc...
152

Un DURC regolare può essere annullato?
Se, successivamente al rilascio del DURC regolare, emergono
circostanze tali d...
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti

7,804 views
7,577 views

Published on

Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
7,804
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
41
Actions
Shares
0
Downloads
68
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Tutto sul DURC - Corso ANCI Emilia Romagna del 5 novembre 2013 - Ilenia Filippetti

  1. 1. 1 Tutte le novità in materia di DURC Ilenia Filippetti Bologna, 5 novembre 2013 Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  2. 2. 2 Che cos'è il DURC? Il Documento Unico di Regolarità Contributiva è un certificato che attesta contestualmente la regolarità di un'impresa nei pagamenti e negli adempimenti previdenziali, assistenziali e assicurativi, nonchè in tutti gli altri obblighi previsti dalla normativa vigente nei confronti di Inps, Inail e Casse Edili Con il DURC le imprese effettuano un'unica richiesta di rilascio della regolarità contributiva, anzichè tre richieste come avveniva in passato Per regolarità contributiva deve intendersi la correntezza nei pagamenti e negli adempimenti previdenziali, assistenziali ed Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  3. 3. 3 assicurativi per tutti gli obblighi previsti dalla normativa vigente riferita all'intera situazione aziendale Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  4. 4. 4 Le norme fondamentali Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  5. 5. 5 Quali sono le principali fonti normative che, già prima del “decreto del fare”, disciplinavano il DURC negli appalti pubblici? Le principali fonti normative anteriori al 20.06.2013 sono le seguenti: Decreto Legge n. 210/2002, convertito con modificazioni dalla Legge 22 novembre 2002, n. 266 Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, e successive modifiche ed integrazioni (Codice dei Contratti Pubblici) Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 Decreto Ministeriale del 24 ottobre 2007 Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  6. 6. 6 Decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito dalle Legge 28 gennaio 2009, n. 2 Decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2010, n. 207 (Regolamento di esecuzione ed attuazione del Codice dei Contratti Pubblici) Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  7. 7. 7 Quali norme disciplinano, specificamente, il DURC? D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207 - Regolamento di esecuzione del Codice dei contratti pubblici. Art. 4. Intervento sostitutivo della stazione appaltante in caso di inadempienza contributiva dell’esecutore e del subappaltatore 1. Per i contratti relativi a lavori, servizi e forniture, l’esecutore, il subappaltatore e i soggetti titolari di subappalti e cottimi di cui all’articolo 118, comma 8, ultimo periodo, del codice devono osservare le norme e prescrizioni dei contratti collettivi nazionali e di zona stipulati tra le parti sociali firmatarie di contratti collettivi nazionali comparativamente più rappresentative, delle leggi Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  8. 8. 8 e dei regolamenti sulla tutela, sicurezza, salute, assicurazione assistenza, contribuzione e retribuzione dei lavoratori. 2. Nelle ipotesi previste dall’articolo 6, commi 3 e 4, in caso di ottenimento da parte del responsabile del procedimento del documento unico di regolarità contributiva che segnali un’inadempienza contributiva relativa a uno o più soggetti impiegati nell’esecuzione del contratto, il medesimo trattiene dal certificato di pagamento l’importo corrispondente all’inadempienza. Il pagamento di quanto dovuto per le inadempienze accertate mediante il documento unico di regolarità contributiva è disposto dai soggetti di cui all’articolo 3, comma 1, lettera b), Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  9. 9. 9 direttamente agli enti previdenziali e assicurativi, compresa, nei lavori, la cassa edile (da coordinare con l'art. 31, comma 3, legge n. 98 del 2013) 3. In ogni caso sull’importo netto progressivo delle prestazioni è operata una ritenuta dello 0,50 per cento; le ritenute possono essere svincolate soltanto in sede di liquidazione finale, dopo l'approvazione da parte della stazione appaltante del certificato di collaudo o di verifica di conformità, previo rilascio del documento unico di regolarità contributiva. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  10. 10. 10 Quali norme disciplinano ancora oggi (quantomeno in parte) il DURC? D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207 - Regolamento di esecuzione del Codice dei contratti pubblici. Art. 6. Documento unico di regolarità contributiva (Le disposizioni del presente articolo devo intendersi integrate e, ove incompatibili, tacitamente abrogate, dall'art. 31, commi 4, 5, 6 e 7, legge n. 98 del 2013) 1. Per documento unico di regolarità contributiva si intende il certificato che attesta contestualmente la regolarità di un operatore economico per quanto concerne gli adempimenti Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  11. 11. 11 INPS, INAIL, nonché cassa edile per i lavori, verificati sulla base della rispettiva normativa di riferimento. 2. La regolarità contributiva oggetto del documento unico di regolarità contributiva riguarda tutti i contratti pubblici, siano essi di lavori, di servizi o di forniture. 3. Le amministrazioni aggiudicatrici acquisiscono d’ufficio, anche attraverso strumenti informatici, il documento unico di regolarità contributiva in corso di validità: a) per la verifica della dichiarazione sostitutiva relativa al requisito di cui all’articolo 38, comma 1, lettera i), del codice; b) per l’aggiudicazione del contratto ai sensi dell’articolo 11, comma 8, del codice; Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  12. 12. 12 c) per la stipula del contratto; d) per il pagamento degli stati avanzamento lavori o delle prestazioni relative a servizi e forniture; e) per il certificato di collaudo, il certificato di regolare esecuzione, il certificato di verifica di conformità, l’attestazione di regolare esecuzione, e il pagamento del saldo finale. … 4. … 5. Le amministrazioni aggiudicatrici acquisiscono d’ufficio il documento unico di regolarità contributiva in corso di validità relativo ai subappaltatori ai fini del rilascio dell’autorizzazione di cui all’articolo 118, comma 8, del Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  13. 13. 13 codice, nonché nei casi previsti al comma 3, lettere d) ed e) … 6. Le SOA, ai fini del rilascio dell’attestazione di qualificazione ai sensi dell’articolo 40, del codice, e il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, al fine del rilascio dell’attestazione di cui agli articoli 186 e 192, del codice, richiedono alle imprese il documento unico di regolarità contributiva in corso di validità. 7. Per valutare i lavori di cui all’articolo 86, commi 2, 3 e 4, è altresì richiesto il documento unico di regolarità contributiva in corso di validità. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  14. 14. 14 8. In caso di ottenimento del documento unico di regolarità contributiva dell’affidatario del contratto negativo per due volte consecutive, il responsabile del procedimento, acquisita una relazione particolareggiata predisposta dal direttore dei lavori ovvero dal direttore dell’esecuzione, propone, ai sensi dell’articolo 135, comma 1, del codice, la risoluzione del contratto, previa contestazione degli addebiti e assegnazione di un termine non inferiore a quindici giorni per la presentazione delle controdeduzioni. Ove l’ottenimento del documento unico di regolarità contributiva negativo per due volte consecutive riguardi il subappaltatore, la stazione appaltante pronuncia, previa contestazione degli addebiti al subappaltatore e assegnazione di un termine non inferiore a quindici giorni Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  15. 15. 15 per la presentazione delle controdeduzioni, la decadenza dell’autorizzazione di cui all’articolo 118, comma 8, del codice, dandone contestuale segnalazione all’Osservatorio per l’inserimento nel casellario informatico di cui all’articolo 8. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  16. 16. 16 Esistono altre norme che disciplinano il DURC? Decreto del Ministero del lavoro 24 ottobre 2007 - Documento unico di regolarità contributiva Art. 1. Soggetti obbligati 1. Il possesso del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC ) è richiesto ai datori di lavoro ai fini della fruizione dei benefici normativi e contributivi in materia di lavoro e legislazione sociale previsti dall'ordinamento nonché ai fini della fruizione dei benefici e sovvenzioni previsti dalla disciplina comunitaria. Ai sensi della vigente normativa il DURC è inoltre richiesto ai datori di lavoro ed ai lavoratori autonomi nell'ambito Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  17. 17. 17 delle procedure di appalto di opere, servizi e forniture pubblici e nei lavori privati dell'edilizia. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  18. 18. 18 Esistono altre norme che disciplinano il DURC? Decreto del Ministero del lavoro 24 ottobre 2007 - Documento unico di regolarità contributiva Art. 2. Soggetti tenuti al rilascio del DURC 1. Il DURC è rilasciato dall'Istituto nazionale di previdenza sociale (INPS) e dall'Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (INAIL) e, previa apposita convenzione con i predetti Enti, dagli altri Istituti previdenziali che gestiscono forme di assicurazione obbligatoria. 2. Per i datori di lavoro dell'edilizia il DURC ovvero ogni altra certificazione di regolarità contributiva emessa ai fini di cui al presente decreto sono rilasciati oltre che dagli Istituti di cui al Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  19. 19. 19 comma 1, nei casi previsti dalla legge e previa convenzione con i medesimi Istituti, dalle Casse edili costituite da una o più associazioni dei datori o dei prestatori di lavoro stipulanti il contratto collettivo nazionale che siano, per ciascuna parte, comparativamente più rappresentative sul piano nazionale. 3. Al fine di realizzare la banca dati telematica di cui all'art. 10, comma 1 del decreto legislativo 23 aprile 2004, n. 124 e successive modificazioni, i soggetti di cui al comma 1 mettono a disposizione del Ministero del lavoro e della previdenza sociale il DURC secondo le modalità definite nel decreto ministeriale di cui al medesimo art. 10. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  20. 20. 20 Esistono altre norme che disciplinano il DURC? Decreto del Ministero del lavoro 24 ottobre 2007 - Documento unico di regolarità contributiva Art. 3. Soggetto richiedente e modalità di rilascio 1. Il DURC è richiesto dagli interessati utilizzando l'apposita modulistica unificata predisposta dagli Istituti previdenziali, dalle Casse edili e dagli Enti bilaterali di cui all'art. 2. 2. La richiesta ed il rilascio del DURC avviene, di norma, attraverso strumenti informatici. Dette modalità sono obbligatorie qualora la richiesta provenga dai soggetti di cui al comma 3 o, per conto dell'interessato, da un consulente del lavoro nonché dagli altri soggetti di cui all'art. 1 della legge 11 gennaio 1979, n. 12. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  21. 21. 21 3. Nell'ambito delle procedure di appalto il DURC relativo al soggetto appaltatore o subappaltatore può essere richiesto dalle amministrazioni pubbliche o dai soggetti privati a rilevanza pubblica appaltanti e dalle Società di attestazione e qualificazione delle aziende (SOA). 4. Qualora l'Istituto previdenziale che rilascia il DURC è lo stesso soggetto che ammette il richiedente alla fruizione del beneficio contributivo ovvero agisce in qualità di stazione appaltante, l'Istituto stesso provvede alla verifica dei presupposti per il suo rilascio senza emettere il DURC, fermo restando quanto previsto dall'art. 7, comma 3, del presente decreto. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  22. 22. 22 Esistono altre norme che disciplinano il DURC? Decreto del Ministero del lavoro 24 ottobre 2007 - Documento unico di regolarità contributiva Art. 4. Contenuto del documento 1. Il DURC attesta la regolarità dei versamenti dovuti agli Istituti previdenziali e, per i datori di lavoro dell'edilizia, la regolarità dei versamenti dovuti alle Casse edili. 2. Il DURC deve contenere: a) la denominazione o ragione sociale, la sede legale e unità operativa, il codice fiscale del datore di lavoro; Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  23. 23. 23 b) l'iscrizione agli Istituti previdenziali e, ove previsto, alle Casse edili; c) la dichiarazione di regolarità ovvero non regolarità contributiva con indicazione della motivazione o della specifica scopertura; d) la data di effettuazione della verifica di regolarità contributiva; e) la data di rilascio del documento; f) il nominativo del responsabile del procedimento. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  24. 24. 24 Esistono altre norme che disciplinano il DURC? Decreto del Ministero del lavoro 24 ottobre 2007 - Documento unico di regolarità contributiva Art. 5. Requisiti di regolarità contributiva 1. La regolarità contributiva è attestata dagli Istituti previdenziali qualora ricorrano le seguenti condizioni: a) correttezza degli adempimenti mensili o, comunque, periodici; b) corrispondenza tra versamenti effettuati e versamenti accertati dagli Istituti previdenziali come dovuti; c) inesistenza di inadempienze in atto. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  25. 25. 25 2. La regolarità contributiva sussiste inoltre in caso di: a) richiesta di rateizzazione per la quale l'Istituto competente abbia espresso parere favorevole; b) sospensioni dei pagamenti a seguito di disposizioni legislative; c) istanza di compensazione per la quale sia stato documentato il credito. 3. La regolarità contributiva nei confronti della Cassa edile sussiste in caso di: a) versamento dei contributi e degli accantonamenti dovuti, compresi quelli relativi all'ultimo mese per il quale è scaduto Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  26. 26. 26 l'obbligo di versamento all'atto della richiesta di certificazione; b) dichiarazione nella denuncia alla Cassa edile, per ciascun operaio, di un numero di ore lavorate e non lavorate non inferiore a quello contrattuale, specificando le causali di assenza; c) richiesta di rateizzazione per la quale la Cassa competente abbia espresso parere favorevole. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  27. 27. 27 Esistono altre norme che disciplinano il DURC? Decreto del Ministero del lavoro 24 ottobre 2007 - Documento unico di regolarità contributiva Art. 6. Emissione del DURC 1. Gli Istituti previdenziali rilasciano il DURC entro il termine massimo previsto per la formazione del silenzio assenso relativo alla certificazione di regolarità contributiva rilasciata dagli stessi Istituti, fissato in trenta giorni dai rispettivi atti regolamentari. 2. Le Casse edili e gli Enti bilaterali rilasciano il DURC nei termini previsti dalla convenzione. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  28. 28. 28 3. Nelle ipotesi di cui al comma 3 dell'art. 7 il termine di trenta giorni per il rilascio del DURC è sospeso sino all'avvenuta regolarizzazione, fatto salvo quanto previsto dall'art. 8, comma 3. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  29. 29. 29 Esistono altre norme che disciplinano il DURC? Decreto del Ministero del lavoro 24 ottobre 2007 - Documento unico di regolarità contributiva Art. 8. Cause non ostative al rilascio del DURC 1. Il DURC è rilasciato anche qualora vi siano crediti iscritti a ruolo per i quali sia stata disposta la sospensione della cartella amministrativa a seguito di ricorso amministrativo o giudiziario. 2. Relativamente ai crediti non ancora iscritti a ruolo: a) in pendenza di contenzioso amministrativo, la regolarità può essere dichiarata sino alla decisione che respinge il ricorso; Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  30. 30. 30 b) in pendenza di contenzioso giudiziario, la regolarità è dichiarata sino al passaggio in giudicato della sentenza di condanna, salvo l'ipotesi in cui l'Autorità giudiziaria abbia adottato un provvedimento esecutivo che consente l'iscrizione a ruolo delle somme oggetto del giudizio ai sensi dell'art. 24 del decreto legislativo 26 febbraio 1999, n. 46. 3. Ai soli fini della partecipazione a gare di appalto non osta al rilascio del DURC uno scostamento non grave tra le somme dovute e quelle versate, con riferimento a ciascun Istituto previdenziale ed a ciascuna Cassa edile. Non si considera grave lo scostamento inferiore o pari al 5% tra le somme dovute e quelle versate con riferimento a ciascun periodo di paga o di contribuzione o, comunque, uno scostamento inferiore ad Euro Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  31. 31. 31 100,00, fermo restando l'obbligo di versamento del predetto importo entro i trenta giorni successivi al rilascio del DURC . Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  32. 32. 32 Esistono altre norme che disciplinano il DURC? Decreto del Ministero del lavoro 24 ottobre 2007 - Documento unico di regolarità contributiva Art. 9. Irregolarità in materia di tutela delle condizioni di lavoro non ostative al rilascio del DURC 1. La violazione, da parte del datore di lavoro o del dirigente responsabile, delle disposizioni penali e amministrative in materia di tutela delle condizioni di lavoro indicate nell'allegato A al presente decreto, accertata con provvedimenti amministrativi o giurisdizionali definitivi, è causa ostativa al rilascio del DURC per i periodi indicati, con riferimento a Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  33. 33. 33 ciascuna violazione prevista dallo stesso allegato. A tal fine non rileva l'eventuale successiva sostituzione dell'autore dell'illecito. 2. La causa ostativa di cui al comma 1 non sussiste qualora il procedimento penale sia estinto a seguito di prescrizione obbligatoria ai sensi degli articoli 20 e seguenti del decreto legislativo n. 758/1994 e dell'art. 15 del decreto legislativo n. 124/2004 ovvero di oblazione ai sensi degli articoli 162 e 162-bis del codice penale. 3. Ai fini della procedura di rilascio del DURC l'interessato è tenuto ad autocertificare l'inesistenza a suo carico di provvedimenti, amministrativi o giurisdizionali, definitivi in ordine alla commissione delle violazioni di cui all'allegato A Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  34. 34. 34 ovvero il decorso del periodo indicato dallo stesso allegato relativo a ciascun illecito. 4. Nelle ipotesi in cui il DURC sia richiesto dalle stazioni appaltanti o dalle SOA le stesse provvedono alla verifica della autocertificazione rilasciata dall'interessato relativamente alla non sussistenza delle condizioni ostative di cui al comma 1. 5. Le cause ostative al rilascio del DURC di cui al presente articolo sono riferite esclusivamente a fatti commessi successivamente all'entrata in vigore del presente decreto. 6. Nell'ambito degli appalti pubblici le cause ostative di cui al presente articolo non rilevano ai fini del rilascio del DURC Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  35. 35. 35 finalizzato al pagamento delle prestazioni già rese alla data dell'accertamento definitivo dell'illecito. Allegato A Elenco delle disposizioni in materia di tutela delle condizioni di lavoro di cui all'articolo 9 la cui violazione è causa ostativa al rilascio del DURC Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  36. 36. 36 Le norme del “decreto del fare” Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  37. 37. 37 Quali sono le novità introdotte dal “decreto del fare”? LEGGE 9 agosto 2013, n. 98 - Conversione, con modificazioni, del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69 - Disposizioni urgenti per il rilancio dell'economia Art. 31. Semplificazioni in materia di DURC 1. All'articolo 13-bis, comma 5, del decreto-legge 7 maggio 2012, n. 52, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 luglio 2012, n. 94, le parole: «di cui all'articolo 1, comma 1175, della legge 27 dicembre 2006, n. 296,» sono soppresse. 1-bis. In caso di lavori privati di manutenzione in edilizia realizzati senza ricorso a imprese direttamente in economia dal proprietario dell’immobile, non sussiste Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  38. 38. 38 l’obbligo della richiesta del documento unico di regolarità contributiva (DURC ) agli istituti o agli enti abilitati al rilascio. 2. Al codice di cui al decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, sono apportate le seguenti modificazioni: a) all'articolo 38, comma 3, le parole da: «resta fermo» fino a: «successive modificazioni e integrazioni» sono sostituite dalle seguenti: «resta fermo per le stazioni appaltanti e per gli enti aggiudicatori l'obbligo di acquisire d'ufficio il documento unico di regolarità contributiva»; b) all'articolo 118, comma 6, il terzo periodo è sostituito dal seguente: «Ai fini del pagamento delle prestazioni rese nell'ambito dell'appalto o del subappalto, la stazione Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  39. 39. 39 appaltante acquisisce d'ufficio il documento unico di regolarità contributiva in corso di validità relativo all'affidatario e a tutti i subappaltatori.». 3. Nei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, nelle ipotesi previste dai commi 4 e 5 del presente articolo, in caso di ottenimento da parte dei soggetti di cui all'articolo 3, comma 1, lettera b), del regolamento di cui al d.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207, del documento unico di regolarità contributiva (DURC ) che segnali un'inadempienza contributiva relativa a uno o più soggetti impiegati nell'esecuzione del contratto, i medesimi soggetti di cui all’articolo 3, comma 1, lettera b), del d.P.R. n. 207 del 2010 trattengono dal certificato di pagamento l'importo Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  40. 40. 40 corrispondente all'inadempienza. Il pagamento di quanto dovuto per le inadempienze accertate mediante il DURC è disposto dai soggetti di cui all’articolo 3, comma 1, lettera b), del d.P.R. n. 207 del 2010 direttamente agli enti previdenziali e assicurativi, compresa, nei lavori, la cassa edile. 4. Nei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, i soggetti di cui all'articolo 3, comma 1, lettera b), del regolamento di cui al d.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207, acquisiscono d'ufficio, attraverso strumenti informatici, il documento unico di regolarità contributiva (DURC ) in corso di validità: Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  41. 41. 41 a) per la verifica della dichiarazione sostitutiva relativa al requisito di cui all'articolo 38, comma 1, lettera i), del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163; b) per l'aggiudicazione del contratto ai sensi dell'articolo 11, comma 8, del decreto legislativo n. 163 del 2006; c) per la stipula del contratto; d) per il pagamento degli stati avanzamento dei lavori o delle prestazioni relative a servizi e forniture; e) per il certificato di collaudo, il certificato di regolare esecuzione, il certificato di verifica di conformità, l'attestazione di regolare esecuzione, e il pagamento del saldo finale. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  42. 42. 42 5. Il documento unico di regolarità contributiva (DURC ) rilasciato per i contratti pubblici di lavori, servizi e forniture ha validità di centoventi giorni dalla data del rilascio. I soggetti di cui all'articolo 3, comma 1, lettera b), del regolamento di cui al d.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207, utilizzano il DURC in corso di validità, acquisito per l’ipotesi di cui al comma 4, lettera a), del presente articolo, anche per le ipotesi di cui alle lettere b) e c) del medesimo comma nonché per contratti pubblici di lavori, servizi e forniture diversi da quelli per i quali è stato espressamente acquisito. Dopo la stipula del contratto, i soggetti di cui all'articolo 3, comma 1, lettera b), del d.P.R. n. 207 del 2010 acquisiscono il DURC ogni centoventi giorni e lo utilizzano per le finalità di cui al comma 4, lettere d) ed e), Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  43. 43. 43 del presente articolo, fatta eccezione per il pagamento del saldo finale per il quale è in ogni caso necessaria l'acquisizione di un nuovo DURC . 6. Nei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, i soggetti di cui all'articolo 3, comma 1, lettera b), del regolamento di cui al d.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207, acquisiscono d'ufficio il documento unico di regolarità contributiva (DURC ) in corso di validità relativo ai subappaltatori ai fini del rilascio dell'autorizzazione di cui all'articolo 118, comma 8, del codice di cui al decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, nonché nei casi previsti al comma 4, lettere d) ed e), del presente articolo. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  44. 44. 44 7. Nei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, ai fini della verifica amministrativo-contabile, i titoli di pagamento devono essere corredati dal documento unico di regolarità contributiva (DURC ) anche in formato elettronico. 8. Ai fini della verifica per il rilascio del documento unico di regolarità contributiva (DURC ), in caso di mancanza dei requisiti per il rilascio di tale documento gli Enti preposti al rilascio, prima dell'emissione del DURC o dell'annullamento del documento già rilasciato, invitano l'interessato, mediante posta elettronica certificata o con lo stesso mezzo per il tramite del consulente del lavoro ovvero degli altri soggetti di cui all'articolo 1 della legge 11 gennaio Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  45. 45. 45 1979, n. 12, a regolarizzare la propria posizione entro un termine non superiore a quindici giorni, indicando analiticamente le cause della irregolarità. 8-bis. Alle erogazioni di sovvenzioni, contributi, sussidi, ausili finanziari e vantaggi economici di qualunque genere, compresi quelli di cui all’articolo 1, comma 553, della legge 23 dicembre 2005, n. 266, da parte di amministrazioni pubbliche per le quali è prevista l’acquisizione del documento unico di regolarità contributiva (DURC ), si applica, in quanto compatibile, il comma 3 del presente articolo. 8-ter. Ai fini della fruizione dei benefìci normativi e contributivi in materia di lavoro e legislazione sociale e per Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  46. 46. 46 finanziamenti e sovvenzioni previsti dalla normativa dell’Unione europea, statale e regionale, il documento unico di regolarità contributiva (DURC ) ha validità di centoventi giorni dalla data del rilascio. 8-quater. Ai fini dell’ammissione delle imprese di tutti i settori ad agevolazioni oggetto di cofinanziamento europeo finalizzate alla realizzazione di investimenti produttivi, le pubbliche amministrazioni procedenti anche per il tramite di eventuali gestori pubblici o privati dell’intervento interessato sono tenute a verificare, in sede di concessione delle agevolazioni, la regolarità contributiva del beneficiario, acquisendo d’ufficio il documento unico di regolarità contributiva (DURC ). Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  47. 47. 47 8-quinquies. La concessione delle agevolazioni di cui al comma 8quater è disposta in presenza di un documento unico di regolarità contributiva (DURC ) rilasciato in data non anteriore a centoventi giorni. 8-sexies. Fino al 31 dicembre 2014 la disposizione di cui al comma 5, primo periodo, si applica anche ai lavori edili per i soggetti privati. 8-septies. L’esercizio dell’attività d’impresa di spedizione non è soggetto a licenza di pubblica sicurezza e ai relativi controlli. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  48. 48. 48 Come è cambiato il Codice dei contratti pubblici con il “decreto del fare”? Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 Testo vigente al 20.06.2013 Testo vigente al 26.10.2013 Art. 6-bis 1. Dal 1° gennaio 2013, la documentazione comprovante il possesso dei requisiti di carattere generale, tecnicoorganizzativo ed economico-finanziario per la partecipazione alle procedure disciplinate dal presente Codice e' acquisita presso la Banca dati nazionale dei contratti pubblici, istituita presso l'Autorità dall'articolo 62-bis del codice dell'amministrazione digitale, di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, della quale fanno parte i dati previsti dall'articolo 7 del presente codice. 1. Dal 1° gennaio 2013 (termine differito al 21 novembre 2013 in forza dell'art. 49-ter della legge n. 98 del 2013 n.d.r.), la documentazione comprovante il possesso dei requisiti di carattere generale, tecnico-organizzativo ed economico-finanziario per la partecipazione alle procedure disciplinate dal presente Codice è acquisita presso la Banca dati nazionale dei contratti pubblici, istituita presso l'Autorità dall'articolo 62-bis del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, della quale fanno parte i dati previsti dall'articolo 7 del presente codice. Art. 38 3. Ai fini degli accertamenti relativi alle cause di esclusione di cui al presente articolo, si applica l'articolo 43 del d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445; resta fermo, per Ilenia Filippetti 3. Ai fini degli accertamenti relativi alle cause di esclusione di cui al presente articolo, si applica l'articolo 43 del d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445; resta fermo per le appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  49. 49. 49 l'affidatario, l'obbligo di presentare la certificazione di stazioni appaltanti e per gli enti aggiudicatori l'obbligo di regolarità contributiva di cui all'articolo 2, del decretoacquisire d'ufficio il documento unico di regolarità legge 25 settembre 2002, n. 210, convertito dalla legge 22 contributiva. novembre 2002, n. 266 e di cui all'articolo 3, comma 8, del decreto legislativo 14 agosto 1996, n. 494 e successive modificazioni e integrazioni. Art. 118 6. L'affidatario e' tenuto ad osservare integralmente il trattamento economico e normativo stabilito dai contratti collettivi nazionale e territoriale in vigore per il settore e per la zona nella quale si eseguono le prestazioni; è, altresì, responsabile in solido dell'osservanza delle norme anzidette da parte dei subappaltatori nei confronti dei loro dipendenti per le prestazioni rese nell'ambito del subappalto. L'affidatario e, per suo tramite, i subappaltatori, trasmettono alla stazione appaltante prima dell'inizio dei lavori la documentazione di avvenuta denunzia agli enti previdenziali, inclusa la Cassa edile, assicurativi e antinfortunistici, nonché copia del piano di cui al comma 7. Ai fini del pagamento degli stati di avanzamento dei lavori o dello stato finale dei lavori, l'affidatario e, suo Ilenia Filippetti 6. L'affidatario è tenuto ad osservare integralmente il trattamento economico e normativo stabilito dai contratti collettivi nazionale e territoriale in vigore per il settore e per la zona nella quale si eseguono le prestazioni; è, altresì, responsabile in solido dell'osservanza delle norme anzidette da parte dei subappaltatori nei confronti dei loro dipendenti per le prestazioni rese nell'ambito del subappalto. L'affidatario e, per suo tramite, i subappaltatori, trasmettono alla stazione appaltante prima dell'inizio dei lavori la documentazione di avvenuta denunzia agli enti previdenziali, inclusa la Cassa edile, assicurativi e antinfortunistici, nonché copia del piano di cui al comma 7. Ai fini del pagamento delle prestazioni rese nell'ambito dell'appalto o del subappalto, la stazione appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  50. 50. 50 tramite, i subappaltatori trasmettono all'amministrazione appaltante acquisisce d'ufficio il documento unico di o ente committente il documento unico di regolarità regolarità contributiva in corso di validità relativo contributiva. all'affidatario e a tutti i subappaltatori. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  51. 51. 51 L’evoluzione della prassi (decreti ministeriali, circolari, interpelli ecc.) nel 2012: come si è arrivati al “decreto del fare” Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  52. 52. 52 Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso dell’anno 2012? Nota Ministero del lavoro e delle politiche sociali 16/1/2012 prot.37/0000619/MA007.A001 - Documento Unico di regolarità Contributiva (DURC ) - art.44 bis, D.P.R. n.445/2000 - Non autocertificabilità Dal 1 gennaio 2012 sono entrate in vigore le nuove disposizioni in materia di documentazione amministrativa di cui al DPR 28 dicembre 2000 n. 445, prevista dall`art. 15 della legge 11 dicembre 2011 n. 183 che hanno introdotto l`obbligo per le amministrazioni e i gestori di pubblici servizi di richiedere ai soggetti privati unicamente le dichiarazioni sostitutive di certificati e atti di notorieta`, Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  53. 53. 53 limitando la validità delle certificazioni rilasciate dalla pubblica amministrazione ai soli rapporti tra privati. A rafforzare tale obbligo viene inoltre previsto che , ogni qual volta l`amministrazione proceda al rilascio di un certificato, e` tenuta ad apportare su di esso a pena di nullità` la seguente dicitura: ``il presente certificato non puo` essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi``(articolo 40 comma 02) la certificazione relativa al regolare versamento della contribuzione obbligatoria e` un`attestazione dell`Istituto previdenziale circa la correttezza della posizione contributiva di una realtà aziendale effettuata dopo Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  54. 54. 54 complesse valutazioni tecniche di natura contabile derivanti dalla applicazione di discipline lavoristiche, contrattuali e previdenziali con l`introduzione dell`art. 15 della L. n. 183/2011, il legislatore ha ribadito esclusivamente una modalita` di acquisizione del DURC da parte della P.A. (modalita` tra l`altro gia` espressa nell`art. 16bis comma 10 della L. n. 2/2009) L`art. 44bis del DPR n. 445/2001, inoltre, ha precisato che nel procedere al controllo delle informazioni relative alla regolarita` contributiva ai sensi dell`art. 71, la P.A. puo` acquisire un DURC, non autocertificabile, dal soggetto interessato i cui contenuti potranno essere vagliati Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  55. 55. 55 dall`amministrazione con le stesse modalita` previste per l`autocertificazione (ex art. 71 del D.P.R. n. 445/2000) Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  56. 56. 56 Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso dell’anno 2012? Istruzioni operative INAIL 26/1/2012 - DURC . Non autocertificabilità. Modifiche apportate dall'art. 15 della L. n. 183/2011 al DPR n. 445/2000 La possibilita` di produrre una dichiarazione sostitutiva al DURC deve ritenersi preclusa alla luce delle indicazioni fornite della recente circolare del Ministero del lavoro del 16/01/2012, in relazione al nuovo articolo 44 bis del decreto in esame, a norma del quale ``le informazioni relative alla regolarita` contributiva sono acquisite d`ufficio dalle amministrazioni....`` Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  57. 57. 57 L`art. 44 bis si limita a descrivere la modalita` di acquisizione e gestione del DURC, non potendo dunque esso ricomprendersi tra quelle dichiarazioni che, ex art. 46, insistono su stati, fatti o qualita` personali: cio` in quanto il rilascio del DURC presuppone complesse valutazioni contabili da parte dell`istituto previdenziale non effettuabili dal privato Secondo la nuova normativa, costituisce violazione del dovere d`ufficio la richiesta o l`accettazione di certificati o atti di notorieta`, nonche` il rilascio di certificati privi della apposita dicitura di cui al secondo comma dell`articolo 40 (articolo 74) Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  58. 58. 58 Istituzione di un ufficio responsabile presso le amministrazioni certificanti: Al fine di rendere maggiormente snelli i meccanismi di controllo e di accertamento, le amministrazioni certificanti sono tenute ad individuare un ufficio responsabile volto a verificare e garantire la trasmissione dei dati o l`accesso diretto agli stessi da parte delle amministrazioni procedenti. A tale ufficio sono attribuiti compiti di pubblicita` in relazione alle misure organizzative adottate per l`acquisizione d`ufficio dei dati e per l`effettuazione dei controlli. La mancata effettuazione del controllo entro trenta giorni dalla richiesta viene sanzionata quale violazione del dovere d`ufficio, venendo inoltre tale comportamento Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  59. 59. 59 preso in considerazione per la valutazione della performance individuale dei responsabili dell`omissione (articolo 72) Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  60. 60. 60 Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso dell’anno 2012? Circolare 3/2012 - Chiarimenti del Ministero del Lavoro sull`operativita` dell`intervento sostitutivo La circolare 3/2012 contiene i chiarimenti del Ministero del Lavoro sull`operativita` dell`intervento sostitutivo della stazione appaltante in caso di inadempienza dell`appaltatore o del subappaltatore, di cui all`art. 4 del Regolamento di attuazione del Codice degli Appalti (D.P.R. n. 207/2010) Tali chiarimenti risolvono la questione relativa al blocco del Sal per irregolarita` contributiva del subappaltatore, Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  61. 61. 61 confermando che il principio di responsabilita` solidale non possa che riferirsi al solo personale impiegato nell`appalto e che il valore del subappalto costituisce un limite normativamente previsto L`intervento sostitutivo della stazione appaltante, oltre ad operare quando il debito delle stazioni appaltanti copre interamente quanto dovuto agli Istituti e alle Casse Edili, puo` effettuarsi anche quando lo stesso debito sia in grado solo in parte di ``colmare`` le inadempienze evidenziate nel Documento Unico di Regolarita` Contributiva (DURC ) L`intervento sostitutivo potra` intervenire solo successivamente alle ritenute indicate al comma 3 dell`art. 4 secondo il quale: `` in ogni caso sull`importo netto Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  62. 62. 62 progressivo delle prestazioni e` operata una ritenuta dello 0,50%; le ritenute possono essere svincolate soltanto in sede di liquidazione finale, dopo l`approvazione da parte della stazione appaltante del certificato di collaudo o di verifica di conformita`, previo rilascio del documento unico di regolarita` contributiva`` Nel caso in cui l`importo delle irregolarita` sia superiore rispetto alla capienza dell`intervento sostitutivo, quest`ultimo deve essere seguito, al fine di ripartire le somme tra i diversi soggetti (Inps, Inail e Casse Edili), mediante il principio di proporzionalita` dei versamenti in base ai crediti evidenziati nel DURC o comunicati dai Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  63. 63. 63 soggetti stessi, a seguito della richiesta della stazione appaltante E` stata individuata l`opportunita` che le stazioni appaltanti diano un`immediata comunicazione agli Istituti e alle Casse Edili dell`intenzione di sostituirsi nei pagamenti e dell`importo degli stessi, circostanza questa che permettera` il necessario coordinamento nel caso di interventi azionati da piu` stazioni appaltanti L`intervento della stazione appaltante nei casi di irregolarita` del subappalto, oltre a riguardare esclusivamente il personale impiegato nell`appalto, a operare esclusivamente sulle somme residue a seguito delle ritenute dello 0,50 di cui sopra e oltre ad intervenire Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  64. 64. 64 solo dopo un eventuale intervento sostitutivo in caso di irregolarita` dell`appaltatore, non puo` eccedere il valore del debito che l`appaltatore ha nei confronti del subappaltatore alla data di emissione del DURC irregolare anche nel caso in cui opera la verifica degli adempimenti fiscali, ogni qualvolta le amministrazioni pubbliche debbano procedere a pagamenti di importi superiori a 10.000 euro, comunque l`intervento per i debiti contributivi ha la precedenza dinanzi a quelli fiscali. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  65. 65. 65 Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso dell’anno 2012? Circolare INAIL del 21/3/2012 - DURC - Intervento sostitutivo della stazione appaltante - Art. 4 D.P.R. n.207/2010 i soggetti tenuti ad attivare l`intervento sostitutivo sono tutte le stazioni appaltanti vengono chiarite le modalita` con le quali, in occasione della verifica della regolarita` contributiva riferita all`intera situazione aziendale e prima di attestare l`irregolarita`, occorre esperire la procedura di richiesta di regolarizzazione ex art. 7 del D.M. 24/10/2007 Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  66. 66. 66 Le somme per le quali deve intervenire la stazione appaltante, al netto delle ritenute di cui all`art. 4 co. 3 del Regolamento (ritenuta dello 0,50%) possono colmare in tutto o anche solo in parte il debito contributivo riscontrato a carico dell`operatore economico (appaltatore o subappaltatore) Qualora l`importo dell`inadempienza riguardi piu` istituti (Inps, Inail e Casse Edili) e l`importo per il quale interviene la stazione appaltante sia inferiore, l`intervento sostitutivo operera` proporzionalmente Una volta effettuato l`intervento sostitutivo, la stazione appaltante non dovra` richiedere un nuovo DURC, per versare l`eventuale residuo all`operatore economico Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  67. 67. 67 In caso di irregolarita` del subappaltatore, l`intervento della stazione appaltante operera` nei limiti del debito che l`appaltatore ha nei confronti del subappaltatore e, una volta soddisfatta l`irregolarita` di quest`ultimo, la stazione appaltante potra` effettuare il pagamento all`appaltatore regolare (qualora sussistano somme residue) Anche in questo caso vale la regola del criterio proporzionale nel caso in cui il debito nei confronti degli istituti sia maggiore rispetto all`importo di intervento della stazione appaltante Nei casi in cui, stante il continuo flusso di pagamenti e di sistemazioni contabili, può accadere che tra l`attestazione dell`irregolarita` contributiva e l`intervento sostitutivo vi Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  68. 68. 68 siano dei cambiamenti degli importi, nel senso che l`inadempienza contributiva sia nel frattempo diminuita La stazione appaltante, ricevuto il DURC irregolare, deve manifestare la volonta` di attivare l`intervento sostitutivo, mediante posta elettronica o Pec e indicando l`importo dell`intervento L’Ente previdenziale, ricevuta la richiesta della stazione appaltante: a) verifica l`inadempienza contributiva ed eventuali cambiamenti tra la data di emissione del DURC e la data di ricezione della comunicazione della stazione appaltante; b) comunica al responsabile del procedimento il codice IBAN della sede e se l`importo nel frattempo si sia Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  69. 69. 69 eventualmente ridotto, attraverso appositi moduli a disposizioni delle sedi Inail La stazione appaltante paga quindi tramite accredito bancario nel piu` breve tempo possibile proprio per evitare incroci con altri versamenti da parte di altre stazioni appaltanti Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  70. 70. 70 Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso dell’anno 2012? Circolare INPS n. 54 del 13.04.2012 - Intervento sostitutivo della stazione appaltante in caso di DURC irregolare. Art. 4 del Decreto Presidente della Repubblica 5 ottobre 2010, n. 207. La stazione appaltante, prima dell’attivazione dell’intervento sostitutivo, deve operare, sull’importo in pagamento, la ritenuta dello 0,50 per cento. Tale somma potrà essere svincolata soltanto in sede di liquidazione finale, dopo l'approvazione da parte della stazione appaltante del certificato di collaudo o di verifica di conformità, previo rilascio del DURC regolare Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  71. 71. 71 L’intervento sostitutivo opera anche per le irregolarità contributive dei subappaltatori impiegati nel contratto e la stazione appaltante potrà effettuare il pagamento a favore degli Enti interessati nei limiti del valore del debito che l’appaltatore ha nei confronti del subappaltatore La “comunicazione preventiva” deve essere effettuata utilizzando il modello allegato alla circolare, predisposto al fine di facilitare la trattazione degli interventi sostitutivi La stazione appaltante effettuerà il pagamento non in proprio ma sostituendosi all'adempimento del contribuente Per consentire il corretto svolgimento del procedimento è opportuno che il pagamento sia effettuato non oltre il Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  72. 72. 72 termine di 30 giorni e che la notizia dell'avvenuto adempimento sia inviata all'indirizzo PEC o e-mail della sede Inps di riferimento perché ciò favorirà la corretta gestione degli eventuali ulteriori interventi di altre stazioni appaltanti contestuali o di poco successivi rispetto a quello in corso All'atto della ricezione del modello di comunicazione preventiva della stazione appaltante, l’Ente previdenziale deve: • verificare l’attualità dell’inadempienza contributiva attestata con il DURC al fine di considerare le eventuali variazioni intervenute tra la data di emissione del DURC e la data di ricezione della Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  73. 73. 73 comunicazione preventiva che comportano la rideterminazione in riduzione del debito contributivo • definire le specifiche del pagamento con F24 • trasmettere il modello al responsabile del procedimento della stazione appaltante compilato con le indicazioni relative ai precedenti punti non oltre il terzo giorno dal ricevimento della "comunicazione preventiva" Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  74. 74. 74 Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso dell’anno 2012? Messaggio INPS del 24/5/2012 n. 340 - Sportello Unico previdenziale: invio del DURC emesso dall'INPS tramite posta elettronica certificata (PEC) al fine di potenziare ed estendere i servizi telematici degli enti previdenziali, assistenziali e assicurativi, è stata prevista la modalità della PEC per l`invio alle Stazioni Appaltanti del Documento Unico di Regolarità Contributiva emesso dall`Istituto e relativo alle certificazioni previste per i contratti pubblici di lavori, servizi e forniture dal 2 maggio 2012 l'invio del DURC emesso dall`Inps nell`ambito della procedura "Sportello Unico Previdenziale" Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  75. 75. 75 viene effettuato tramite canale telematico, utilizzando il servizio di Posta Elettronica Certificata in tutti i casi in cui l`indirizzo risulti disponibile sulla posizione della stazione appaltante Vedi anche: Messaggio INPS n. 13414 del 23/8/2013 - DURC . Recapito del documento esclusivamente tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) Il Decreto Legislativo 7 marzo 2005, n. 82 - Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD) - dispone che tutte le comunicazioni tra la Pubblica amministrazione e le imprese – relative a presentazione di istanze, dichiarazioni, dati e scambio di informazioni e documenti - avvengano Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  76. 76. 76 esclusivamente utilizzando le tecnologie dell’informazione e della comunicazione Le modalità di attuazione di tale disposto, sono state individuate dal DPCM 22 luglio 2011 che ha fissato, al 1 luglio 2013, il termine a partire dal quale le Pubbliche Amministrazioni non potranno più accettare o effettuare le comunicazioni in forma cartacea nei rapporti con le imprese In tutti i casi in cui non è prevista una diversa modalità di comunicazione telematica, lo scambio di dati, informazioni e documenti, dovrà avvenire attraverso la Posta Elettronica Certificata (PEC) Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  77. 77. 77 Tale trasmissione equivale alla notificazione per mezzo della posta. Si è quindi pervenuti, con Inail e Casse Edili, sentito il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, alla decisione di fissare al 2 settembre 2013 il termine ultimo a partire dal quale la trasmissione dei DURC verrà effettuata ai richiedenti esclusivamente tramite PEC Ciò per consentire agli utenti dello "Sportello Unico Previdenziale", attraverso una opportuna informativa, di disporre di una completa conoscenza in ordine agli effetti correlati all’assenza di valorizzazione del dato della PEC, ormai obbligatoria Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  78. 78. 78 A decorrere dal 2 settembre 2013, pertanto, l'inoltro della richiesta di DURC sarà consentito solo se il sistema dello Sportello Unico Previdenziale rileva l’avvenuta registrazione, nell’apposito campo, dell'indirizzo PEC della stazione appaltante/amministrazione procedente, delle SOA e delle imprese. Le indicazioni da seguire nella fase di compilazione della richiesta, con riferimento a tale previsione, sono disponibili nei "Manuali per la compilazione di una richiesta di DURC da ricevere tramite PEC" pubblicati su www.sportellounicoprevidenziale.it Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  79. 79. 79 Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso dell’anno 2012? Circolare Presidenza Consiglio dei Ministri – Dipartimento della funzione pubblica n. 6 del 31/5/2012 - Applicazione al DURC delle disposizioni introdotte in materia di certificazione dall'articolo 40, comma 02, del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, introdotto dall'articolo 15, legge 12 novembre 2011, n. 183 Il decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito con modificazioni dalla legge 4 aprile 2012, n. 35, e' intervenuto sulla disciplina in materia di DURC con l'art. 14, comma 6bis, stabilendo che nell'ambito dei lavori pubblici e privati dell'edilizia, le amministrazioni pubbliche acquisiscono Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  80. 80. 80 d'ufficio il Documento Unico di Regolarita' Contributiva con le modalita' di cui all'articolo 43 del DPR n. 445/2000 La chiara formulazione normativa esclude che nei pubblici appalti nonche' nei lavori privati di edilizia il DURC possa essere consegnato dal privato all'Amministrazione, dovendo necessariamente essere quest'ultima a richiederlo alle Amministrazioni preposte al suo rilascio o, ove previsto, alle Casse Edili La norma non ha pero' fatto venire meno il problema dell'applicazione al DURC delle disposizioni introdotte in materia di certificazione dall'art. 15, legge 12 novembre 2011, n. 183, che ha modificato il DPR n. 445/2000 introducendo il comma 02 all'art. 40: il privato puo' infatti Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  81. 81. 81 richiedere il rilascio del DURC da consegnare poi ad altro privato. Restano infatti ferme, nei rapporti tra privati, le disposizioni dettate dall'art. 90, comma 9, decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81. Nel rilasciare il DURC, gli Istituti previdenziali e le Casse edili devono sempre apporre, a pena di nullita', ai sensi del comma 02 dell'art. 40,dello stesso d.P.R. n. 445 del 2000, la dicitura: «Il presente certificato non puo' essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi» Il DURC e' un certificato, avendo tutte le caratteristiche che l'art. 1, comma 1, lett. f), d.P.R. n. 445 del 2000 richiede per definire tale un documento ("documento rilasciato da Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  82. 82. 82 un'amministrazione pubblica avente funzione di ricognizione, riproduzione o partecipazione a terzi di stati, qualita' personali e fatti contenuti in albi, elenchi o registri pubblici o comunque accertati da soggetti titolari di funzioni pubbliche") La natura di certificato e' attribuita al DURC anche dall'art. 6, d.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207 che al comma 1 chiarisce che "Per documento unico di regolarita' contributiva si intende il certificato che attesta contestualmente la regolarita' di un operatore economico per quanto concerne gli adempimenti INPS, INAIL, nonche' cassa edile per i lavori, verificati sulla base della rispettiva normativa di riferimento" Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  83. 83. 83 Anche la DURC vanno quindi applicati i principi dettati dal d.P.R. n. 445 del 2000 il cui art. 44 bis ha espressamente previsto che "Le informazioni relative alla regolarita' contributiva sono acquisite d'ufficio, ovvero controllate ai sensi dell'articolo 71, dalle pubbliche amministrazioni procedenti, nel rispetto della specifica normativa di settore"(principio generale dell'acquisizione d'ufficio delle certificazioni amministrative) Nei lavori pubblici l'acquisizione d'ufficio del DURC deve essere effettuata in tempi rapidi, sia nella fase di gara che in quella successiva, nella quale il controllo della regolarita' contributiva e' condizione necessaria per il pagamento degli stati avanzamento lavori o delle prestazioni relative a Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  84. 84. 84 servizi e forniture o per il pagamento del saldo finale: un eventuale ritardo nella richiesta del DURC puo' tradursi in uno slittamento dei pagamenti, con conseguente maggiore onerosita' degli stessi ed evidente responsabilita' erariale del dipendente incaricato di chiedere il DURC agli Istituti previdenziali e alle Casse edili Anche le imprese interessate, attraverso un'apposita funzione di consultazione disponibile sull'applicativo, possono verificare l'inoltro della richiesta di DURC da parte delle Pubbliche Amministrazioni Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  85. 85. 85 Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso dell’anno 2012? Circolare Ministero del lavoro e delle politiche sociali n. 12 del 1/6/2012 - Documento unico di regolarità contributiva (DURC ) Art. 14, comma 6 bis , D.L. 5/2012, conv. Da L. n. 35/2012 - DURC e autocertificazione La regolarita` contributiva non puo` essere autocertificabile in quanto la stessa non puo` essere oggetto di sicura conoscenza cosi` come avviene per gli stati, qualita` personali e fatti che, ai sensi dell`art. 40 del D.P.R. n. 445/2000, possono essere sostituiti da dichiarazioni proprio in quanto elementi di fatto oggettivi riferiti alla persona: la regolarita` contributiva e` il risultato di complesse Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  86. 86. 86 valutazioni tecniche di natura contabile da effettuarsi esclusivamente a carico degli enti deputati al rilascio del DURC Per i casi esclusi dall`acquisizione d`ufficio da parte della P.A. e nei quali la stessa PA puo` procedere con i controlli di cui all`art. 71 del D.P.R. n. 445/2000, occorre fare riferimento esclusivamente alle fattispecie previste dalla normativa di settore in cui il privato puo` effettuare delle dichiarazioni sostitutive (vd. in particolare art. 38 del D.Lgs. n. 163/2006) per attestare la regolarita` contributiva che, pero`, nulla hanno a che vedere con l`autocertificazione della medesima Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  87. 87. 87 anche le Casse Edili abilitate potranno accedere alle informazioni concernenti le richieste di DURC ed i contenuti dei DURC conservate dagli Istituti (Inps e Inail) Il Ministero del Lavoro, nel rivolgersi alle stazioni appaltanti, le ha di nuovo invitate a tenere esclusivamente conto delle certificazioni rilasciate dalle Casse edili abilitate al rilascio del DURC e che pertanto rispettano i requisiti indicati dal Legislatore: eventuali certificazioni rilasciate da Casse Edili non abilitate non potranno in alcun modo sostituirsi al DURC, ancorche` dette Casse abbiano in passato sottoscritto accordi a livello locale ovvero abbiano in corso contenzioso in merito alla possibilita` di rilasciare Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  88. 88. 88 attestazioni di regolarita` nelle more della definizione dei procedimenti Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  89. 89. 89 Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso dell’anno 2012? Nota INAIL n. 3760 del 14/6/2012 - DURC - Invito alla regolarizzazione ex art. 7, co. 3, D.M. 24/10/2007 Gli enti deputati al rilascio del DURC, prima di emettere il certificato irregolare, hanno l'obbligo di invitare l'impresa alla regolarizzazione, nel termine di 15 giorni, così come previsto dall'art. 7, co. 3 del D.M. 24/10/2007: tale invito, infatti, costituisce un atto dovuto per la correttezza del procedimento amministrativo e la successiva legittimità del certificato, e assume un'importante rilevanza stante le conseguenze che un DURC negativo può avere soprattutto negli appalti Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  90. 90. 90 Diverso è il caso del DURC richiesto per la verifica dell'autodichiarazione, per la quale non rileva una regolarizzazione successiva del soggetto Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  91. 91. 91 Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso dell’anno 2012? Nota INAIL prot. 60010.28/09/2012.0005627 del 28/9/2012 - DURC - Intervento sostitutivo della stazione appaltante ex art. 4 D.P.R. n.207/2010. Pagamento tramite F24 Con la risoluzione n. 34/E dell'11.4.2012, l'Agenzia delle Entrate ha attivato per il modello F24 il nuovo codice "51" proprio per identificare il pagamento ai sensi dell'art. 4, comma 2, DPR n. 207/2010 Di conseguenza la stazione appaltante deve effettuare il versamento all'INAIL delle irregolarità accertate sul DURC compilando il modello F24 come segue: Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  92. 92. 92 o nella sezione "CONTRIBUENTE", va indicato: nel campo "CODICE FISCALE" il codice fiscale della ditta, nel campo "CODICE FISCALE DEL COOBBLIGATO, erede, genitore, tutore o curatore fallimentare", il codice fiscale della stazione appaltante il campo "CODICE IDENTIFICATIVO" va valorizzato con il codice "51" che identifica il pagamento a titolo di intervento sostitutivo o nella sezione "INAIL" vanno riportati i dati comunicati dalla Sede, compilando un rigo per ciascun "numero di riferimento". Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  93. 93. 93 Resta fermo l'obbligo da parte della stazione appaltante di comunicare, alla Sede INAIL che ha accertato l'inadempienza, la volontà di attivare l'intervento sostitutivo (cd. "comunicazione preventiva”) La Sede INAIL, dopo aver verificato l'attualità dell'inadempienza contributiva, deve fornire alla stazione appaltante i dati per il pagamento tramite modello F24 Vedi anche: Messaggio INPS - Direzione centrale delle Entrate contributive n. 13154 del 14/8/2013 - Modello di versamento F24 enti pubblici - codice identificativo "51" denominato "Intervento sostitutivo art. 4 del D.P.R. n. 207/2010" Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  94. 94. 94 La previsione di effettuare i pagamenti dovuti a seguito dell’attivazione del procedimento di cui al citato art. 4 del D.P.R. n. 207/2010 attraverso il modello F24 consente l’immediata canalizzazione dei versamenti sulle posizioni a debito dei contribuenti rendendo puntualmente individuabili sia il soggetto versante (stazione appaltante) sia il soggetto beneficiario (contribuente debitore) Tenuto conto che alcune stazioni appaltanti restano escluse, in virtù della specifica regolamentazione contabile, dalla possibilità di effettuare i pagamenti dovuti al titolo in trattazione tramite il modello F24, con la risoluzione del 9 ottobre 2012, prot. n. 2012/140335, l’Agenzia delle Entrate ha provveduto all’integrazione degli appositi campi dell’F24 Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  95. 95. 95 enti pubblici (EP) per consentire di utilizzare il medesimo modello per il versamento dei contributi assistenziali e previdenziali Successivamente, la medesima Agenzia, con l’emanazione della risoluzione n. 10/E dell’8 febbraio 2013, ha proceduto all'estensione, anche per il modello F24 EP, dell'utilizzo dello specifico codice identificativo "51" denominato "Intervento sostitutivo - art. 4 del D.P.R. n. 207/2010", istituito con la risoluzione n. 34/e dell'11 aprile 2012 per il modello F24 Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  96. 96. 96 Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso dell’anno 2012? Circolare Ministero delle infrastrutture e dei trasporti n. 4536 del 30/10/2012 - Primi chiarimenti in ordine all'applicazione delle disposizioni di cui al d.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207 in particolare alla luce delle recenti modifiche e integrazioni intervenute in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Il decreto legge 29 novembre 2008, n. 185 convertito con legge n. 2/2009 prevede, all’art. 16-bis, comma 10, che le stazioni appaltanti pubbliche acquisiscano d’ufficio il DURC, anche attraverso strumenti informatici, dagli istituti o dagli enti abilitati al rilascio in tutti i casi in cui e’ richiesto dalla legge Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  97. 97. 97 Il Regolamento di cui al DPR n. 207/2010 prevede, all’art. 6, comma 3, le fasi in cui il DURC, in corso di validita’, debba essere acquisito d’ufficio Il decreto-legge n. 70/2011 convertito con legge n. 106/2011 stabilisce, all’art. 4, comma 14-bis, che per i contratti pubblici di forniture e servizi fino a 20.000 euro stipulati con la pubblica amministrazione e con le societa’ in house, i soggetti contraenti possano produrre una dichiarazione sostitutiva in luogo del documento di regolarita’ contributiva le amministrazioni procedenti sono comunque tenute ad effettuare controlli periodici sulla veridicita’ delle dichiarazioni sostitutive Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  98. 98. 98 Anche se la richiamata norma si riferisce ai “contratti stipulati” e ai “soggetti contraenti”, si chiarisce che, limitatamente ai contratti di forniture e servizi fino a 20.000 euro, fermo restando l’obbligo di controllo a campione dell’amministrazione in ordine alla veridicita’ di quanto dichiarato dai contraenti ai sensi del d.P.R. n. 445/2000, la dichiarazione sostitutiva relativa alla regolarita’ contributiva e’ ammissibile per tutte le fasi individuate dall’art. 6, comma 3 del regolamento, ivi inclusa la fattispecie recata dalla lettera c) relativa alla stipula del contratto Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  99. 99. 99 Quali sono le novità in materia di DURC emerse nel corso dell’anno 2013? Messaggio INPS n. 4925 del 21/3/2013: Interpelli del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in materia di rilascio della regolarità contributiva ad imprese in concordato preventivo con continuazione dell'attività aziendale (n. 41/2012) ed a società di capitali (n. 2/2013) Con l’Interpello n. 41/2012, il Ministero del lavoro ha affrontato la problematica dei requisiti necessari, ai fini del rilascio del DURC, nel caso di imprese in concordato preventivo c.d. in continuità dell’attività aziendale ex art. 186-bis del Regio Decreto 16 marzo 1942, n. 267 (Legge Fallimentare) Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  100. 100. 100 Il concordato preventivo, di cui agli artt. 161 e segg. della Legge Fallimentare, teso a consentire la salvaguardia delle imprese che versano in uno stato di crisi non insuperabile, si fonda su un piano con il quale l’azienda si accorda con i creditori riguardo tempi e modalità di pagamento dei debiti sorti precedentemente alla presentazione della domanda di concordato. Ai fini della verifica di regolarità contributiva, il Ministero ha chiarito che la fattispecie rientra nella previsione dell’art. 5, comma 2, lett. b), del D.M. 24 ottobre 2007 e che alle imprese ammesse alla procedura di concordato preventivo in continuità può essere rilasciata la regolarità contributiva in considerazione della ratio sottesa alla procedura Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  101. 101. 101 concorsuale in esame che, essendo diretta al risanamento dell’attività aziendale, verrebbe ad essere disattesa ove “si riconoscesse una incidenza negativa alle situazioni debitorie sorte antecedentemente all’apertura della procedura stessa” in presenza di alcune specifiche seguenti condizioni (la “sospensione” dei pagamenti riguardi esclusivamente le inadempienze maturate prima dell’apertura della procedura e conformemente indicate nel piano di risanamento; il piano di concordato sia omologato dal Tribunale ecc.) In tal caso, la regolarità può essere dichiarata solo per un periodo di un anno dalla data di omologazione, trascorso il quale la moratoria di cui all’art. 186-bis cessa di avere effetto: a partire da tale termine, in mancanza di Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  102. 102. 102 soddisfazione integrale dei crediti contributivi muniti di privilegio, dovrà essere attestata l’irregolarità dell’impresa Con Interpello n. 2/2013, riguardante il rilascio del DURC alle società di capitali, il Ministero del Lavoro ha esplicitato il principio secondo cui, nell’ambito della verifica della regolarità contributiva, non rileva la posizione dei singoli soci, a causa del principio di autonomia patrimoniale “perfetta” che regola il regime della società di capitali (completa separazione tra il capitale sociale e il patrimonio personale dei singoli soci) Ai fini dell’accertamento della regolarità delle società di capitali, non rileva l’irregolarità della posizione contributiva dei singoli soci che, in relazione alla normativa vigente, Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  103. 103. 103 siano tenuti all'iscrizione in una delle gestioni amministrate dall'Inps Delle eventuali violazioni contributive riferibili ai soci medesimi non potranno essere chiamate a rispondere le società in esame, in virtù del predetto regime patrimoniale civilistico che le regola Tali indicazioni si riferiscono anche all’ipotesi di s.r.l. unipersonali in quanto assoggettate al medesimo regime civilistico Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  104. 104. 104 L’evoluzione della prassi dopo il “decreto del fare” Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  105. 105. 105 Il rilascio del DURC in presenza di crediti certi, liquidi ed esigibili Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  106. 106. 106 Ci sono altre novità introdotte dopo il decreto del fare? Ministero dell'Economia e delle finanze - Decreto del 13 marzo 2013 (GU 16.07.2013) - Rilascio del documento unico di regolarita' contributiva anche in presenza di una certificazione che attesti la sussistenza e l'importo di crediti certi, liquidi ed esigibili vantati nei confronti delle pubbliche amministrazioni di importo almeno pari agli oneri contributivi accertati e non ancora versati da parte di un medesimo soggetto. Disciplina le modalità di rilascio e di utilizzazione DURC in presenza di una certificazione che attesti la sussistenza e l'importo di crediti certi, liquidi ed esigibili vantati nei confronti delle amministrazioni statali, degli enti pubblici nazionali, delle Regioni, degli enti locali e degli enti del Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  107. 107. 107 Servizio Sanitario Nazionale, di importo almeno pari agli oneri contributivi accertati e non ancora versati da parte del soggetto titolare dei crediti certificati Gli enti tenuti al rilascio del DURC, su richiesta del soggetto titolare dei predetti crediti certificati che non abbia provveduto al versamento dei contributi previdenziali, assistenziali ed assicurativi nei termini previsti, emettono il predetto documento con l'indicazione che il rilascio e' avvenuto ai sensi del comma 5 dell'art. 13bis del decreto-legge 7 maggio 2012, n.52, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 luglio 2012, n. 94, precisando l'importo del relativo debito contributivo e gli estremi della certificazione esibita per il rilascio del DURC Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  108. 108. 108 Nell'ipotesi di utilizzo del DURC per ottenere il pagamento da parte di pubbliche amministrazioni degli stati di avanzamento lavori o delle prestazioni relative a servizi e forniture, si applica il comma 2 dell'art. 4 del decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2010, n. 207, che prevede l'intervento sostitutivo della stazione appaltante in caso di inadempienza contributiva dell'esecutore Al fine di assicurare l'assenza di effetti negativi sui saldi di finanza pubblica, l'intervento sostitutivo si applica alle erogazioni, a carico di pubbliche amministrazioni, a qualsiasi titolo spettanti all’operatore economico Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  109. 109. 109 Il credito indicato nella certificazione esibita per il rilascio del DURC può validamente essere ceduto ovvero costituire oggetto di anticipazione solo previa estinzione del debito contributivo indicato sul DURC da esibirsi alla banca o all'intermediario finanziario, ovvero, in caso di persistente irregolarità contributiva, a condizione che il creditore sottoscriva, contestualmente alla cessione o all'anticipazione, apposita delegazione di pagamento alla banca o all'intermediario finanziario, ai sensi dell'art. 1269 del codice civile, per provvedere al pagamento del predetto debito contributivo Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  110. 110. 110 Ci sono altre novità introdotte dopo il decreto del fare? Circolare Ministero del lavoro e delle politiche sociali del 21/10/2013 n. 40 - D.M. 13 marzo 2013 - Certificazione di crediti e rilascio del DURC - Primi chiarimenti Le imprese con debiti contributivi, che però vantano dei crediti nei confronti della pubblica amministrazione, possono ottenere un DURC regolare Al fine del rilascio del DURC regolare, la mancata copertura contributiva deve risultare garantita dai crediti pubblici, i quali devono essere certi, liquidi ed esigibili I crediti, inoltre, non devono essere di importo inferiore ai debiti contributivi in base alla certificazione rilasciata Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  111. 111. 111 dall'amministrazione debitrice, altrimenti il DURC sarà comunque rilasciato "di non regolarità" La regolarità raggiunta con la certificazione dei crediti consente alle imprese di poter continuare ad operare, ma non limita il potere sanzionatorio agli istituti previdenziali e/o alle casse edili e la possibilità di attivare la procedura di riscossione coattiva gli Istituti e le Casse edili devono emettere il DURC “con l’indicazione che il rilascio è avvenuto ai sensi del comma 5 dell’art. 13-bis del decreto-legge 7 maggio 2012, n. 52, (…) precisando l’importo del relativo debito contributivo e gli estremi della certificazione esibita per il rilascio del DURC medesimo” Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  112. 112. 112 Tale specifico Documento è rilasciato “su richiesta del soggetto titolare dei crediti certificati” Qualora il DURC debba essere richiesto d’ufficio da parte di una P.A., il soggetto interessato, nella fase di avvio del singolo procedimento all’interno del quale è prevista tale acquisizione d’ufficio, dovrà dichiarare di vantare crediti nei confronti della pubblica amministrazione per i quali ha ottenuto la certificazione tramite Piattaforma informatica Il soggetto titolare dei crediti certificati deve comunicare gli estremi delle certificazioni di credito (amministrazione che le ha rilasciate, data di rilascio della certificazione, numero di protocollo, importo a credito disponibile, eventuale data Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  113. 113. 113 del pagamento) ed il codice attraverso il quale potrà essere verificata la certificazione nella Piattaforma informatica Tale codice, con validità temporanea, è rilasciato al titolare del credito per consentire l’accesso alla Piattaforma informatica Gli Istituti previdenziali e le Casse edili, ai fini del rilascio del Documento, potranno pertanto verificare, per mezzo della predetta Piattaforma e attraverso il codice acquisito La Piattaforma consentirà infatti di produrre un documento informatico attestante l’esistenza del credito certificato nonché la sua effettiva disponibilità al momento della richiesta e dell’emissione del DURC Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  114. 114. 114 Al riguardo, gli Istituti e le Casse edili concorderanno con l’Ispettorato generale per l’Informatizzazione della Contabilità di Stato le specifiche modalità di avvio di tale procedura Nelle more dell’avvio del descritto procedimento si ritiene che la verifica verrà effettuata sulla base delle certificazioni rilasciate dalla Piattaforma informatica trasmesse via PEC o esibite, come richiesto dall’art. 2 del D.M. 13 marzo 2013 ai fini del rilascio del DURC, sotto la responsabilità anche penale del soggetto titolare del credito certificato, agli Istituti e/o alle Casse edili nel termine assegnato per la regolarizzazione ai sensi dell’art. 7, comma 3, del D.M. 24 ottobre 2007 Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  115. 115. 115 Gli enti previdenziali acquisiranno, tramite PEC, direttamente dall’amministrazione certificatrice, la conferma dell’esistenza e della validità della certificazione Anche questo DURC è valido per la durata di 120 giorni dalla data del rilascio Il DURC rilasciato dagli Istituti e/o dalle Casse edili è un Documento che conterrà esplicitamente i seguenti elementi: dicitura di emissione “ex art. 13 bis, comma 5, D.L. n. 52/2012”; importo dei debiti contributivi/assicurativi, con indicazione dell’Istituto e/o della Cassa nei cui confronti Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  116. 116. 116 sussistono i debiti stessi nonché il loro ammontare complessivo disponibile; gli estremi della/delle certificazioni comunicate al momento di richiesta del DURC, con indicazione di ciascun importo nonché dell’ammontare complessivo disponibile; eventuale data del pagamento dei crediti vantati nei confronti delle pubbliche amministrazioni. Nell’ipotesi di utilizzo del DURC per ottenere il pagamento da parte di pubbliche amministrazioni degli stati di avanzamento lavori o delle prestazioni relative a servizi e Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  117. 117. 117 forniture, si applica esclusivamente la procedura di intervento sostitutivo In caso di cessione o anticipazione il soggetto titolare dei crediti certificati deve richiedere comunque un nuovo DURC da esibire obbligatoriamente alla banca o all’intermediario finanziario Nel caso in cui persista l’irregolarità contributiva l’impresa o il datore di lavoro, contestualmente alla cessione o all’anticipazione, devono sottoscrivere apposita delegazione di pagamento alla banca o all’intermediario finanziario ai sensi dell’art. 1269 c.c. “per provvedere al pagamento del predetto debito contributivo”, eventualmente anche ai fini dell’estinzione parziale di Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  118. 118. 118 quest’ultimo qualora l’importo riconosciuto risulti inferiore al debito contributivo Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  119. 119. 119 Il pagamento dei debiti scaduti della pubblica amministrazione (maturati al 31 dicembre 2012) Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  120. 120. 120 Quali sono le novità in materia di DURC emerse dopo il decreto del fare? Circolare INAIL del 31/7/2013 - DURC . Decreto-legge n. 35/2013 convertito nella legge n. 64/2013. Rilascio versione 4.0.1.26 www.sportellounicoprevidenziale.it Con il decreto-legge n. 35/2013 convertito con modificazioni dalla legge n. 64/2013 sono state emanate disposizioni urgenti per il pagamento dei debiti scaduti della pubblica amministrazione maturati al 31 dicembre 2012 Alcune disposizioni riguardano l’accertamento della regolarità contributiva ed interessano quindi direttamente il procedimento di rilascio del DURC, e pertanto sono state apportate le necessarie modifiche all’applicativo Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  121. 121. 121 L’art. 6, comma 9 del decreto, come modificato dalla legge di conversione, ha disposto tra l’altro che entro il 30 giugno 2013 le pubbliche amministrazioni comunicano ai creditori l’importo e la data entro la quale provvederanno ai pagamenti dei debiti maturati al 31 dicembre 2012 Entro il 5 luglio 2013 le pubbliche amministrazioni pubblicano nel proprio sito internet l’elenco completo di tali debiti, per ordine cronologico di emissione della fattura o della richiesta equivalente di pagamento In relazione a quanto sopra, l’articolo 6, comma 11-ter della normativa in questione ha stabilito che: “11-ter. Ai fini dei pagamenti di cui al presente capo, l'accertamento della regolarità contributiva é effettuato con riferimento alla Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  122. 122. 122 data di emissione della fattura o richiesta equivalente di pagamento. Qualora tale accertamento evidenzi una inadempienza contributiva, si applicano le disposizioni dell'articolo 4 del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2010, n. 207” Pertanto, a decorrere dall’8 giugno 2013 data di entrata in vigore della disposizione, relativamente ai debiti maturati al 31 dicembre 2012, la regolarità contributiva deve essere accertata alla data di emissione della fattura o della equivalente richiesta di pagamento Gli Enti previdenziali, di conseguenza, dovranno invitare alla regolarizzazione il soggetto inadempiente con riferimento ai debiti scaduti alla data di emissione della Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  123. 123. 123 fattura, che risultino ancora insoluti alla data di verifica della regolarità L’intervento sostitutivo della stazione appaltante in caso di inadempienza contributiva dell'esecutore e del subappaltatore previsto dall’art. 4 del Regolamento di attuazione del Codice dei contratti pubblici riguarderà le irregolarità accertate nel DURC sempre con riferimento alla data di emissione della fattura Per consentire alle stazioni appaltanti pubbliche di indicare la data della fattura nell’apposto campo “alla data del”, sono state apportate modifiche all’applicativo www.sportellounicoprevidenziale.it per le tipologie di richiesta del DURC interessate Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  124. 124. 124 Nulla cambia quanto alla data di accertamento della regolarità contributiva per i DURC riguardanti pagamenti diversi da quelli disciplinati dal Capo I del decreto–legge n. 35/2013 Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  125. 125. 125 L’applicazione operativa del “decreto del fare” Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  126. 126. 126 Ci sono altre novità introdotte dopo il decreto del fare? Circolare Ministero del lavoro e delle politiche sociali n. 36 del 6/9/2013 - Art. 31 del D.L. n. 69/2013 (conv. da L. n. 98/2013) Semplificazioni in materia di DURC - Primi chiarimenti. L'applicazione della predetta norma, che prevede la possibilità di rilasciare il DURC “in presenza di una certificazione (…) che attesti la sussistenza e l’importo di crediti certi, liquidi ed esigibili vantati nei confronti delle pubbliche amministrazioni di importo almeno pari agli oneri contributivi accertati e non ancora versati da parte di un medesimo soggetto”, è estesa a tutte le “tipologie” di DURC Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  127. 127. 127 “In caso di lavori privati di manutenzione in edilizia realizzati senza ricorso a imprese direttamente in economia dal proprietario dell’immobile, non sussiste l’obbligo della richiesta del DURC agli Istituti o agli Enti abilitati al rilascio” Resta inalterato l’obbligo di acquisizione del Documento nelle diverse ipotesi di cui all’art. 90 del D.Lgs. n. 81/2008 (v. ML circ. n. 12/2012) Il DURC è valido per la durata di 120 giorni dalla data del suo rilascio (disposizione introdotta, in sede di conversione del D.L. n. 69/2013, dalla L. n. 98/2013 – quest’ultima in vigore dal 21 agosto 2013) Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  128. 128. 128 Tale disposizione risulta applicabile esclusivamente ai DURC rilasciati dopo tale data, attesa la mancata conversione in legge della disposizione contenuta nel D.L. n. 69/2013, che prevedeva una validità pari a 180 giorni I DURC rilasciati prima di tale data (21.08.2013) godranno di una validità di 90 giorni, così come previsto dalla disciplina previgente Con specifico riferimento al DURC acquisito per la verifica della dichiarazione sostitutiva, la durata di 120 giorni di validità decorre non dalla data del rilascio ma dalla data, indicata nel DURC, di verifica della dichiarazione sostitutiva Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  129. 129. 129 In sede di conversione del D.L. n. 69/2013, è stato altresì previsto che il DURC acquisito per le predette fattispecie, se in corso la validità, è utilizzato anche per contratti pubblici di lavori, servizi e forniture diversi da quelli per i quali è stato espressamente acquisito Dopo la stipula del contratto, il DURC va acquisito non già a partire dal momento appena successivo alla conclusione del contratto ma solo al concreto verificarsi delle ipotesi di cui alle lettere d) ed e) Viene meno l’esigenza per le stazioni appaltanti di acquisire un numero di DURC pari al numero dei SAL o delle fatture relative ad ogni procedura contrattuale Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  130. 130. 130 Unica eccezione è costituita dal DURC previsto per la fase del pagamento del saldo finale (ultima fattura) In caso di subappalto, invece, il comma 6 richiede l’acquisizione di un DURC in corso di validità relativo ai subappaltatori ai fini del rilascio dell’autorizzazione di cui all’art. 118, comma 8, del D.Lgs. n. 163/2006, nonché nei citati casi previsti dall’art. 31, comma 4 lettere d) ed e) del D.L. n. 69/2013 Il comma 8 dell’art. 31 conferma la disposizione già prevista dall’art. 7, comma 3, del D.M. 24 ottobre 2007 in ordine al c.d. “preavviso di accertamento negativo” che impone agli Enti coinvolti nel rilascio del DURC, prima dell’emissione o dell’annullamento del Documento, di invitare l’interessato Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  131. 131. 131 a regolarizzare la propria posizione assegnando, a tal fine, un termine non superiore a 15 giorni. Al fine di favorire una più rapida ed efficace definizione di questa fase, è stato espressamente previsto che l’invito all’interessato avvenga mediante posta elettronica certificata oppure, con lo stesso mezzo, per il tramite del consulente del lavoro ovvero degli altri soggetti di cui all’art. 1 della L. n. 12/1979 e che lo stesso debba sempre riportare l’indicazione analitica delle cause di irregolarità Tale previsione deve applicarsi ad ogni tipologia di DURC Alle erogazioni di sovvenzioni, contributi, sussidi, ausili finanziari e vantaggi economici, di qualunque genere, compresi quelli di cui all’art. 1, comma 553, della L. n. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  132. 132. 132 266/2005 (cioè i benefici e le sovvenzioni comunitarie per la realizzazione di investimenti), da parte di Pubbliche Amministrazioni, per le quali è prevista l’acquisizione del DURC, si applicano, in quanto compatibili, le previsioni concernenti la trattenuta dal certificato di pagamento dell’importo corrispondente all’inadempienza evidenziata dal DURC Anche ai fini della fruizione dei benefici normativi e contributivi in materia di lavoro e legislazione sociale e per finanziamenti e sovvenzioni previsti dalla normativa dell’Unione europea, statale e regionale, il DURC ha una validità di 120 giorni dalla data del rilascio Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  133. 133. 133 Almeno sino al 31 dicembre 2014, il Legislatore ha scelto di estendere la durata 120 giorni di validità del DURC anche ai lavori edili per i soggetti privati Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  134. 134. 134 Ci sono altre novità introdotte dopo il decreto del fare? Circolare INAIL n. 5727 del 20/9/2013 - DURC . Art. 31 DL 69/2013 convertito nella legge 98/2013. Primi adeguamenti effettuati con il rilascio della versione 4.0.1.28 dell'applicativo Sportello unico previdenziale. L'I.N.A.I.L. riepiloga le novità più significative in materia ed elenca le modifiche effettuate sui certificati "DURC valido 120 giorni dalla data di emissione" "DURC valido 120 giorni dalla data indicata per la verifica dell'autodichiarazione" Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  135. 135. 135 Ci sono altre novità introdotte dopo il decreto del fare? Istruzioni INAIL del 3/10/2013 - DURC . Intervento sostitutivo ex art. 31, comma 8-bis, decreto-legge 69/2013 convertito dalla legge 98/2013. Obbligo del DURC ai sensi dei commi 8-quater e quinquies. In presenza di DURC negativo, la p.a. è tenuta a trattenere dal contributo l'importo dei debiti ed a versarlo alla sede Inail competente Il "decreto del fare" ha esteso la disciplina dell'intervento sostitutivo previsto dall'art. 4 del D.P.R. n. 207/2010 La disciplina dell’intervento sostitutivo, pertanto, ora si applica anche alle p.a. che erogano contributi, sovvenzioni, Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  136. 136. 136 sussidi, ausili finanziari e vantaggi economici di qualunque genere per i quali sia prevista l'acquisizione del DURC Anche in questo caso la p.a. che eroga il contributo è tenuta a trattenere dallo stesso l'importo dei debiti ed a versarlo alla sede Inail competente: in questo modo le imprese con DURC negativo per debiti nei confronti dell'Istituto si vedono ridotti i contributi pubblici La procedura può essere attivata direttamente da tutti i soggetti previsti dall'art. 3 del D.P.R. n. 207/2010 (amministrazioni aggiudicatici, organismi di diritto pubblico, stazioni appaltanti, enti ed altri soggetti aggiudicatori) Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  137. 137. 137 Altre indicazioni operative fornite dagli enti previdenziali Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  138. 138. 138 In quali casi occorre richiedere il DURC? La regolarità contributiva deve essere richiesta: per tutti i contratti pubblici (in particolare, per gli appalti ed i subappalti sia di lavori che di servizi e forniture) per la gestione di servizi ed attività pubbliche in convenzione o concessione per i lavori privati in edilizia soggetti al rilascio di permesso di costruire o a denuncia inizio attività per la fruizione di benefici normativi e contributivi concessi da Enti/P.A. diversi da Inps e Inail per il rilascio dell'attestazione SOA Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  139. 139. 139 per l'iscrizione all'Albo dei fornitori per finanziamenti e sovvenzioni per la realizzazione di investimenti previsti dalla normativa comunitaria o da normative specifiche per la valutazione dei lavori pubblici per i quali il committente non è tenuto all'applicazione del Codice e del Regolamento (lavori pubblici seguiti in proprio e non su committenza e opere pubbliche di edilizia abitativa) per l'attestazione di qualificazione dei contraenti generali Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  140. 140. 140 Quali sono i contratti pubblici per i quali occorre richiedere il DURC? Il termine "contratto pubblico" è ampiamente inteso, comprendendo tutte le tipologie di appalti pubblici, i servizi e le attività in convenzione e/o concessione, nonchè tutti gli altri contratti, assoggettati alle procedure di evidenza pubblica e stipulati da una pubblica amministrazione, in cui la prestazione dell'operatore economico abbia ad oggetto un dare o un facere e sia funzionale alla realizzazione di un risultato e/o di un vantaggio in favore dell'amministrazione procedente, dietro pagamento di un corrispettivo Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  141. 141. 141 Quando occorre richiedere il DURC? Per i contratti pubblici, il DURC deve essere richiesto in capo al contraente principale (appaltatore): per la verifica della dichiarazione sostitutiva relativa al requisito di cui all'articolo 38, comma 1, lettera i), del Codice per l'aggiudicazione del contratto ai sensi dell'articolo 11, comma 8, del Codice dei contratti pubblici per la stipula del contratto Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  142. 142. 142 Quando occorre richiedere il DURC? Il DURC deve essere richiesto in capo a tutte le imprese esecutrici (appaltatore e subappaltatori): per il rilascio dell'autorizzazione al subappalto e al cottimo ed il successivo deposito del contratto presso la Stazione Appaltante per il pagamento degli stati avanzamento lavori (SAL) o delle prestazioni relative a servizi e forniture (fatture) per il certificato di collaudo, il certificato di regolare esecuzione, il certificato di verifica di conformità, l'attestazione di regolare esecuzione, e il pagamento del saldo finale Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  143. 143. 143 per il rilascio delle concessioni per la realizzazione di opere pubbliche e gli affidamenti con procedura negoziata Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  144. 144. 144 Il DURC va inserito tra la documentazione amministrativa prodotta dal concorrente? In fase di selezione pubblica del contraente, ai fini della verifica dei requisiti di partecipazione, il DURC deve sempre essere richiesto dalla Stazione Appaltante selezionando nell’applicativo la tipologia "verifica di autodichiarazione", indicando, come data alla quale effettuare la verifica di regolarità, quella della dichiarazione sostitutiva prodotta dal concorrente in fase di selezione Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  145. 145. 145 Quali sono i soggetti tenuti al possesso del DURC? Sono tenuti al possesso del DURC sia i datori di lavoro sia i lavoratori autonomi In particolare, per i contratti pubblici il DURC deve essere richiesto per ogni "operatore economico" Con il termine "operatore economico" il Codice dei contratti pubblici individua "l'imprenditore, il fornitore e il prestatore di servizi o un raggruppamento o consorzio di essi" L'operatore economico, pertanto, è qualsivoglia soggetto, sia esso persona fisica che persona giuridica, il quale sia parte di un rapporto contrattuale con la pubblica amministrazione e che sia tenuto all'obbligo di iscrizione nei confronti degli enti Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  146. 146. 146 previdenziali e, a determinate condizioni, nei confronti delle Casse edili In linea generale, infatti, il DURC, quale certificazione unica, ha come presupposto il fatto che il soggetto, per il quale si effettua la verifica della regolarità, sia iscritto contemporaneamente a più enti Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  147. 147. 147 Quali sono i soggetti che possono richiedere il DURC? L’operatore economico, anche attraverso un intermediario qualificato ai sensi dell'articolo 1 della legge n. 12/79 (consulenti del lavoro, professionisti equiparati, ecc.) Le SOA Le Stazioni Appaltanti Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  148. 148. 148 Quali sono i requisiti di regolarità contributiva? I requisiti generali per la verifica della regolarità sono indicati nel D.M. del 24.10.2007. Rispetto ad essi, ciascun Ente ha provveduto, con proprie Circolari, a fornire chiarimenti ed informazioni di dettaglio in relazione alla propria normativa di riferimento. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  149. 149. 149 Quando deve sussistere la regolarità contributiva? La regolarità deve sussistere alla data indicata nella richiesta (nel caso di verifica della dichiarazione sostitutiva) o alla data di conclusione dell'istruttoria (negli altri casi). Per la verifica della dichiarazione sostitutiva, la data da indicare nella richiesta deve essere quella della presentazione dell'autocertificazione, in quanto la regolarità deve sussistere al momento in cui l'azienda ha dichiarato la propria situazione, essendo irrilevanti eventuali regolarizzazioni successive. Soprattutto in caso di contratti pubblici, è opportuno che l'azienda che intende presentare un'offerta controlli preliminarmente la propria situazione contributiva presso gli Istituti previdenziali, al Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  150. 150. 150 fine di evitare le conseguenze, anche penali, derivanti dalla presentazione di dichiarazione sostitutiva di regolarità che risulti non veritiera. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  151. 151. 151 L’irregolarità contributiva è regolarizzabile? Esclusa l'ipotesi di verifica della dichiarazione sostitutiva, in mancanza della sussistenza dei requisiti di regolarità contributiva, l'Ente previdenziale, prima di attestare l'irregolarità, deve invitare l'interessato a regolarizzare la propria posizione entro il termine massimo di quindici giorni dall'accertamento dell'irregolarità stessa. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com
  152. 152. 152 Un DURC regolare può essere annullato? Se, successivamente al rilascio del DURC regolare, emergono circostanze tali da modificare sostanzialmente la situazione di regolarità già attestata, l'Ente previdenziale deve darne immediata comunicazione al richiedente (con emissione di un DURC che annulla e sostituisce il precedente) e, nel caso di appalti pubblici sempre alla Stazione Appaltante, assumendo nel contempo le necessarie iniziative per il recupero di quanto dovuto. Ilenia Filippetti appaltielegalita.blogspot.com appaltielegalita@gmail.com

×