0
ORGANIZZAZIONE INTERNA            SCUOLE DELL’INFANZIA STATALI              ISTITUTO COMPRENSIVO 1                DI MOGLI...
ORARIO SCOLASTICOO La scuola dell’infanzia ha degli orari ben definiti che sono    funzionali sia all’attività didattica s...
RITIRO DEI BAMBINI
RITIRO DEI BAMBINI Nel caso in cui i genitori si trovassero nella  necessità di non poter ritirare i bambini  personalmen...
ASSENZE
ASSENZEO Dopo il 6° giorno d’assenza per motivi di salute il bambino  potrà riprendere la frequenza solo previa presentazi...
ASSENZEO L’assenza per motivi di famiglia deve essere  comunicata per iscritto ai docenti prima del suo  inizio e non al r...
MALATTIE INFETTIVEO In caso di malattie infettive e di  pediculosi, i genitori sono tenuti ad  avvisare tempestivamente gl...
MEDICINALI
COMUNICAZIONI VARIEO E’ importante che i genitori forniscano agli  insegnanti di sezione il recapito telefonico  di casa e...
SERVIZIO DI REFEZIONE        SCOLASTICAO Il servizio è gestito dal Comune tramite una ditta specializzata nel settore: ‘ S...
O In caso di allergie o intolleranze  alimentari, i genitori hanno l’obbligo di  comunicarlo verbalmente alle insegnanti  ...
Decreto legislativo n.59 del 19 febbraio 2004… a norma dell’articolo 1 della legge 28marzo 2003, n.53 Finalità della scuol...
INDICAZIONI NAZIONALIAllegato A – La scuola dell’infanziaO La scuola dell’infanzia concorre all’educazione  armonica e int...
O La scuola dell’infanzia è una scuola, per il  momento non obbligatoria, strutturata su tre anni,  affidata ad insegnanti...
CHI OPERA NELLA NOSTRA              SCUOLAO Nella scuola operano 10 insegnanti, 2 per sezione, più  un’insegnante di relig...
LA NOSTRA SCUOLA INFANZIA ‘PIAGET’
LA NOSTRA SCUOLAO Accoglie fino a 140 bambini suddivisi in 5  sezioni, che si trovano al piano terra, c’è poi  un salone, ...
LA GIORNATA TIPOO Dalle 8:00 alle 9:00 arrivo e accoglienza dei bambini  così organizzata:  Dalle 8:00 alle 8:15 in salone...
O Dalle 9:00 alle 9:30 attività di routine in sezione.
O Dalle 9:00 alle 9:30 attività in sezione, appello,  gioco del tempo ecc…
O Dalle 10:15 alle 10:30 preparazione del materiale didattico e  organizzazione delle attività;O Dalle 10:30 svolgimento d...
O Dalle 11:50 alle 12:00 uscita per i bambini che non usufruiscono del  pranzo;O Dalle ore 12:00 pranzo
O Dalle 13:15 alle 13:45 uscita intermedia, giochi liberi in salone o in  giardino;
O Dalle 14:00 in sezione svolgimento di attività didattiche, giochi  liberi negli angoli;
O Dalle 15:45 alle 16:00 uscita definitiva e chiusura della scuola
MOMENTI INIZIALI D’INCONTRO E  DI CONOSCENZA SCUOLA E          FAMIGLIA 1.   Riunione con i nuovi iscritti; 2.   A inserim...
MOMENTI DI FESTA(legati al Progetto educativo didattico di                  Plesso)O Festa della castagnaO Festa di Natale...
Festa della castagna
Festa di Natale
Festa di Carnevale
Festa di fine anno
CORREDOIl primo giorno di Scuola i bambini devono venire   con:O Un sacchetto di stoffa con nome (25x30 cm area)   con cor...
Inserimento a scaglioniO Nel nostro Circolo l’ inserimento dei bambini di 3  anni, viene attuato in 3 settimane:O 1°settim...
La scuola Piaget
La scuola Piaget
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

La scuola Piaget

1,501

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,501
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "La scuola Piaget"

  1. 1. ORGANIZZAZIONE INTERNA SCUOLE DELL’INFANZIA STATALI ISTITUTO COMPRENSIVO 1 DI MOGLIANO VENETODIRIGENTE SCOLATICO, DOTT.SSA MARILISA CAMPAGNARO
  2. 2. ORARIO SCOLASTICOO La scuola dell’infanzia ha degli orari ben definiti che sono funzionali sia all’attività didattica sia alla sicurezza dei bambini:O ENTRATA: dalle ore 8.00 alle ore 9.00O USCITE: dalle ore 11.50 alle ore 12.00 (prima della mensa) dalle ore 13.15 alle ore 13.45 (dopo la mensa) dalle ore 15.45 alle ore 16.00 (fine attività)O È importante la puntualità all’entrata e all’uscita.O Eventuali uscite anticipate dei bambini saranno autorizzate solo per terapie medico riabilitative debitamente documentate.O Le fasce orarie d’uscita sono destinate unicamente alla riconsegna dei bambini ai genitori e all’uscita conseguente dalle pertinenze scolastiche (edificio e giardino), evitando di trattenersi nelle medesime per ragioni di sicurezza.
  3. 3. RITIRO DEI BAMBINI
  4. 4. RITIRO DEI BAMBINI Nel caso in cui i genitori si trovassero nella necessità di non poter ritirare i bambini personalmente, devono informare gli insegnanti e compilare la delega a terzi sul modello appositamente predisposto e disponibile nelle scuole. Si fa presente che, ai sensi dell’articolo 591 del Codice Penale, al ritiro dei bambini non può essere delegata persona minore di 14 anni. I bambini non potranno essere affidati ad estranei: in caso di dubbio può essere richiesto al delegato un documento d’identità se non si tratta di persona già nota al docente.
  5. 5. ASSENZE
  6. 6. ASSENZEO Dopo il 6° giorno d’assenza per motivi di salute il bambino potrà riprendere la frequenza solo previa presentazione di certificazione medica; nel conteggio dei giorni vanno inclusi anche eventuali giorni festivi e di non funzionamento della scuola nel caso in cui il bambino non rientri il primo giorno di ripresa della stessa.
  7. 7. ASSENZEO L’assenza per motivi di famiglia deve essere comunicata per iscritto ai docenti prima del suo inizio e non al rientro a scuola del bambino.O Dopo un periodo di assenza dalla scuola superiore ad un mese senza alcuna comunicazione, l’Ufficio di Segreteria provvede a contattare la famiglia e, in assenza di valide motivazioni, procede al depennamento del bambino dagli elenchi della sezione.O L’eventuale decisione di ritirare il bambino deve essere comunicata tempestivamente e per iscritto alla Direzione Didattica.
  8. 8. MALATTIE INFETTIVEO In caso di malattie infettive e di pediculosi, i genitori sono tenuti ad avvisare tempestivamente gli insegnanti e a sospendere la frequenza per tutto il periodo della contagiosità, essendo l’allontanamento del malato il primo intervento di prevenzione all’interno di una comunità quale è la scuola.
  9. 9. MEDICINALI
  10. 10. COMUNICAZIONI VARIEO E’ importante che i genitori forniscano agli insegnanti di sezione il recapito telefonico di casa ed altre reperibilità in modo da poter essere tempestivamente avvisati in caso di necessità (infortunio, malessere…).O All’inizio dell’anno scolastico i genitori dovranno provvedere al versamento della quota assicurativa su indicazioni della Direzione Didattica (Consiglio di Circolo).
  11. 11. SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICAO Il servizio è gestito dal Comune tramite una ditta specializzata nel settore: ‘ Serenissima’
  12. 12. O In caso di allergie o intolleranze alimentari, i genitori hanno l’obbligo di comunicarlo verbalmente alle insegnanti e, tramite dichiarazione scritta del medico di base o specialista, al “Punto Comune”, il quale provvederà a trasmettere le informazioni al Centro Cottura.O In ogni plesso del Circolo viene costituita annualmente una Commissione Mensa formata da due genitori e un docente.
  13. 13. Decreto legislativo n.59 del 19 febbraio 2004… a norma dell’articolo 1 della legge 28marzo 2003, n.53 Finalità della scuola dell’infanzia O La scuola dell’infanzia, non obbligatoria e di durata triennale, concorre all’educare e allo sviluppo affettivo, psicomotorio, cognitivo, morale, religioso e sociale delle bambine e dei bambini promuovendone le potenzialità di relazione, autonomia, creatività, apprendimento e ad assicurare un effettiva eguaglianza delle opportunità educative …
  14. 14. INDICAZIONI NAZIONALIAllegato A – La scuola dell’infanziaO La scuola dell’infanzia concorre all’educazione armonica e integrale dei bambini e delle bambine, nel rispetto e nella valorizzazione dei ritmi evolutivi, delle capacità, delle differenze e dell’identità di ciascuno…Obiettivi generali del processo formativoO La scuola dell’infanzie rafforza l’identità personale, l’autonomia e le competenze dei bambini
  15. 15. O La scuola dell’infanzia è una scuola, per il momento non obbligatoria, strutturata su tre anni, affidata ad insegnanti con uno specifico titolo di studio: una scuola chiaramente distinta dalla scuola elementare per spazi fisici, personale e programmi che non ha il compito di preparare alla scuola elementare né quello di insegnare a leggere e a scrivere.O Dunque non una scuola anticipatrice di nozioni né una scuola di avvio precoce allo studio astratto, bensì un luogo dove si curano la conversazione, l’osservazione, la ricerca, la riflessione, la curiosità e l’esperienza.
  16. 16. CHI OPERA NELLA NOSTRA SCUOLAO Nella scuola operano 10 insegnanti, 2 per sezione, più un’insegnante di religione.O Il personale ausiliario è composto da: 2 addette alla sporzionamento dei pasti, 2 bidelle (dipendenti dalla Direzione Didattica) e una dipendente di una ditta privata che al pomeriggio provvede alla pulizia dei locali.
  17. 17. LA NOSTRA SCUOLA INFANZIA ‘PIAGET’
  18. 18. LA NOSTRA SCUOLAO Accoglie fino a 140 bambini suddivisi in 5 sezioni, che si trovano al piano terra, c’è poi un salone, sala da pranzo, cucina, ripostiglio, servizi e spogliatoio.O Al piano superiore: laboratorio di informatica, biblioteca/laboratorio scientifico, una palestra, servizi. All’esterno giardino con giochi vari e sabbionaia.
  19. 19. LA GIORNATA TIPOO Dalle 8:00 alle 9:00 arrivo e accoglienza dei bambini così organizzata: Dalle 8:00 alle 8:15 in salone con alcune insegnanti; Dalle 8:15 alle 9:00 in sezione con le rispettive insegnanti.
  20. 20. O Dalle 9:00 alle 9:30 attività di routine in sezione.
  21. 21. O Dalle 9:00 alle 9:30 attività in sezione, appello, gioco del tempo ecc…
  22. 22. O Dalle 10:15 alle 10:30 preparazione del materiale didattico e organizzazione delle attività;O Dalle 10:30 svolgimento delle attività didattiche e organizzazione delle attività;
  23. 23. O Dalle 11:50 alle 12:00 uscita per i bambini che non usufruiscono del pranzo;O Dalle ore 12:00 pranzo
  24. 24. O Dalle 13:15 alle 13:45 uscita intermedia, giochi liberi in salone o in giardino;
  25. 25. O Dalle 14:00 in sezione svolgimento di attività didattiche, giochi liberi negli angoli;
  26. 26. O Dalle 15:45 alle 16:00 uscita definitiva e chiusura della scuola
  27. 27. MOMENTI INIZIALI D’INCONTRO E DI CONOSCENZA SCUOLA E FAMIGLIA 1. Riunione con i nuovi iscritti; 2. A inserimento iniziato colloqui individuali e compilazione della scheda di indagine; 3. Assemblee di sezione durante l’anno scolastico e consiglio di intersezione costituito da insegnanti e rappresentanti dei genitori di ogni sezione.
  28. 28. MOMENTI DI FESTA(legati al Progetto educativo didattico di Plesso)O Festa della castagnaO Festa di NataleO Festa di CarnevaleO Festa di fine anno
  29. 29. Festa della castagna
  30. 30. Festa di Natale
  31. 31. Festa di Carnevale
  32. 32. Festa di fine anno
  33. 33. CORREDOIl primo giorno di Scuola i bambini devono venire con:O Un sacchetto di stoffa con nome (25x30 cm area) con corta chiusura centrale in velcro, con appendino (NO chiusura a laccio!) contenente: un asciugamano con appendino, un bavaglio con elastico contrassegnati dal nome.O Un sacchetto di stoffa contenente un cambio completo (calzini, mutande, canottiera, maglia, felpe, pantaloni). Si consiglia di far indossare ai bambini abiti comodi e scarpe con velcro (evitando cinture, bretelle, salopettes)O 3 confezioni di fazzoletti di carta (30 pacchetti)
  34. 34. Inserimento a scaglioniO Nel nostro Circolo l’ inserimento dei bambini di 3 anni, viene attuato in 3 settimane:O 1°settimana: con orario entrata 8:00-9:00/uscita 11.50-12:00 (senza mensa)O 2°settimana: con orario entrata 8:00-9:00/uscita 13.15 (dopo la mensa)O 3°settimana: con orario entrata 8:00-9:00/uscita 15.45/16.00 (orario completo).O L’offerta della Scuola non coincide sempre con ciò che un bambino è pronto ad affrontare. Aspettate sempre il consiglio delle insegnanti!
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×