Artropodi
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Artropodi

on

  • 2,092 views

 

Statistics

Views

Total Views
2,092
Views on SlideShare
1,506
Embed Views
586

Actions

Likes
0
Downloads
6
Comments
0

3 Embeds 586

http://www.classenuova.net 581
https://www.facebook.com 3
http://www.facebook.com 2

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Artropodi Artropodi Presentation Transcript

  • Artropodi = zampe articolate Gli artropodi si dividono in: Aracnidi Insetti Crostacei Miriapodi
  • AracnidiComprende sia i RAGNI che gli SCORPIONI
  • RagniAl giorno d’oggi se ne conosconocirca 35.000 specie, diffuse inquasi tutti gli ambienti della terra.Come tutti gli Aracnidi, anche i Ragnipossiedono otto zampe,carattere questo che li distingue subito,ad una prima occhiata dagli Insetti,che invece ne hanno sei.Carnivori e predatori, possiedonodue appendici articolate davantialla bocca, con cui afferrano lapreda, i cheliceri;con queste ilragno inietta nel corpo dellamalcapitata vittima un velenoparalizzante che ne liquefa gliorgani interni.
  • Il morso di alcune specie, sebbene raramente, può risultarepericoloso anche per l’uomo: è il caso, per esempio, delle famigerate vedove nere.In Italia esiste un rappresentante di questo genere (Latrodectes), è la Malmignatta ( Latrodectes tredecimguttatus ), ben riconoscibile per il colore nero e l’addome punteggiato di rosso. Il suo morso, sebbene meno pericoloso di quello della cugina americana, può essere molto doloroso.
  • Caso unico è il Ragno palombaro ( Argyroneta aquatica ), che passa la propria vita sott’acqua: esso costruisce una tela subacquea, a forma di campana, nella quale trasporta e intrappola bolle d’aria, portate in acqua sfruttando la peluria del dorso;finisce così per crearsi un habitat con riserva d’aria in cui vivere. Questo ragno, che si nutre di invertebrati e di avannotti, sebbene difficile da vedere, vive anche negli stagni delle nostre campagne.
  • Araneus diadematus - Italia
  • ScorpioniSi riconosconoimmediatamen e dalla codate dai formata dagli ultimi 5pedipalpi segmentimolto delladdome esviluppati, terminante concostituenti un aculeochele robuste, collegato a ghiandole velenifere.
  • Il timore che si ha degli scorpioni è sovente sproporzionato alla loro reale pericolosità, questo soprattutto per ciò che concerne le specie europee. Fra queste solamente il Buthus occitanus, che però non si riscontra in Italia, può provocare disturbi di un certo rilievo, e perfino la morte quando la vittima è una persona debole. Spesso la puntura di questo scorpione provoca un arrossamento e un gonfiore locale, ma talora possono sopravvenire vomito, convulsioni e delirio che però scompaiono in breve tempo. Le specie tropicali sono sovente molto più pericolose.Gli scorpioni sono predatori. Si nutrono di animaletti che cacciano o che incontrano, avvertendone la presenza mediante il tatto piuttosto che con la vista, la quale è assai modesta: esso incurvando la coda sul dorso, punge la sua vittima con laculeo velenifero.Il veleno degli scorpioni è un liquido che trasparente che paralizza il sistema nervoso.Essi non attaccano mai luomo, ma lo pungono se si credono minacciati.Gli scorpioni si possono trovare sotto i sassi o la corteccia del legno, nei buchi delle muraglie e in altri luoghi oscuri.
  • Heterometrus spinifer - Malaysia
  • Insetti= diviso in partiTra le specie animali presenti sullaTerra gli invertebrati ne rappresentano il 73%, tra questi gli artropodi sonoil gruppo più numeroso, gli Insetti sonoil gruppo che ha avuto più successo tragli artropodi, sia in senso di adattamento,che in termini di sopravvivenza ecostituiscono più del 50% di tutte lespecie animali attualmente esistenti.
  • Il capo porta due occhigrossi composti, formatida migliaia di unità visivedette OMMATIDI
  • Torace Il torace è formato da 3 segmenti, ognuno dei quali porta un paio di zampe.
  • AliLe ali in numero massimo di due paia, sempre disposte sul torace, possono mancare completamente in alcuni ordini di insetti, oppure possono cadere spontaneamente in un determinato momento delle vita dell’insetto o essere addirittura amputate dall’insetto stesso.
  • Apparati boccali
  • Metamorfosi
  • MantidiNe esistono circa 2.000 specie, di grandie medie dimensioni.La specie più nota è la mantide religiosa.Essa è molto comune in Italia e deve alsuo nome alla posizione delle zampeanteriori, sollevate e ripiegate quasi inatteggiamento di preghiera, che assumequando resta in agguato.Tutte sono carnivore e cacciano allagguato. E un predatore che preferisce aspettare pazientemente le prede, anziché inseguirle.
  • Insetti steccoQuando vengono disturbati,non reagiscono tentando di fuggireo di difendersi ma continuano aconservare una perfetta immobilità;se si toccano leggermente sulla parteinferiore delle zampe cadono in unostato di rigidità. A causa delle lorodimensioni ogni movimento compiutoalla luce del giorno finirebbe e perrivelarne la presenza e annullare illoro mimetismo. Un ulteriore adattamentoalla difesa personale è la loro capacitàdi variazione fisiologica di colore, checambia da chiara durante il giorno ascura durante la notte.
  • Linsetto stecco è vegetariano ed è attero,le femmine possono raggiungere anche gli11 cm di lunghezza, i maschi, invece, sonopiù piccoli e rarissimi.La maggior parte degli insetto stecco è diorigine tropicale; solo Bacillus rossiisi è spinto sino allEuropa meridionale,in Italia si trova nel Mezzogiorno.
  • Insetti foglia
  • Ditteri= 2 ali
  • Lepidotteri diurni
  • Lepidotteri notturni
  • Sfinge testa di morto
  • Apparato boccalesucchiatorenon perforante Tipico dei Lepidotteri adulti
  • Metamorfosi completaBruco di Papilio macaone
  • Processionaria (Thaumetopoea pinivora).
  • Coleotteri
  • Ortotteri
  • CrostaceiEsistono moltissime specie di crostacei, diversi tra loro per dimensioni e caratteristiche, da piccolissimi crostacei che fanno parte del plancton (ad esempio i Copepodi, chiamati anche "pidocchi dei pesci") ai più grandi, sino a diverse decine di centimetri. Il loro CARAPACE (il "guscio"o corazza) è rigido , compostodi una sostanza detta chitina,ed le appendici sono articolate.Le appendici possono essere,in alcune specie, ben specializzateed adatte a svolgere funzioni precise,come alimentazione, movimento e nuoto,respirazione, incubazione delle uova,funzioni sensoriali, riproduzione.Il corpo dei crostacei è segmentato esi compone in generale di 3 parti: capo,torace, addome.La corazza viene cambiata periodicamente,quando lanimale cresce e ne è costretto; visono periodi di transizione nei quali è morbidae lanimale ha minori difese.Questo fenomeno prende il nome di MUTA
  • Miriapodi= molti piedi• Centopiedi: per ogni • Millepiedi: per ogni segmento del corpo è segmento del corpo sono presente un solo paio di presenti 2 paia di zampe zampe
  • FINE