Sistemi E Metodologie Di Mappatura

1,052 views
986 views

Published on

Sistemi e metodologie di mappatura degli uffici di accoglienza turistica del Piemonte

Published in: Business
0 Comments
3 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,052
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
331
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
3
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Sistemi E Metodologie Di Mappatura

  1. 1. sistemi e metodologie di mappatura i casi uncem e iat
  2. 2. COSA SI INTENDE CON “MAPPATURA”? sistemi e metodologie di mappatura procedura di organizzazione e creazione di una mappa o di un sistema diffuso ASPETTI TEORICI rete di attrattori, risorse, servizi, operatori distribuiti su un territorio vasto prodotto turistico
  3. 3. PERCHE’ SI ATTUA LA “MAPPATURA”? sistemi e metodologie di mappatura per creare una mappa o un sistema diffuso che rispetti il carattere di uniformità ASPETTI TEORICI qualità, finalità, caratteristiche, categorie, servizi, integrazione
  4. 4. CHI ATTUA LA “MAPPATURA”? sistemi e metodologie di mappatura <ul><li>ente locale/pubblico </li></ul><ul><li>gestore della rete </li></ul><ul><li>tour operator </li></ul><ul><li>ente di valorizzazione e promozione del territorio </li></ul>ASPETTI TEORICI per propria attività su/tramite incarico
  5. 5. LE FASI DI UNA “MAPPATURA”? sistemi e metodologie di mappatura <ul><li>definizione degli obiettivi </li></ul><ul><li>definizione del territorio </li></ul><ul><li>definizione degli standard </li></ul><ul><li>scelta degli strumenti </li></ul><ul><li>censimento delle componenti della rete/network </li></ul><ul><li>analisi e valutazione </li></ul><ul><li>elaborazione dei dati </li></ul><ul><li>stesura della mappa finale </li></ul>ASPETTI TEORICI
  6. 6. Obiettivo del progetto: creare un catalogo dell’offerta complessiva del territorio montano piemontese per il turismo scolastico da rivolgere alle scuole elementari e medie del Piemonte IL CASO UNCEM sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI uncem output: catalogo turistico area: montagna piemontese Carattere di uniformità: turismo scolastico Target: studenti e scuole piemontesi
  7. 7. <ul><li>FASE 1 | definizione degli obiettivi: </li></ul><ul><li>Riqualificare l’offerta turistica della montagna piemontese </li></ul><ul><li>Diversificare l’offerta turistica della montagna piemontese </li></ul><ul><li>Destagionalizzare la domanda turistica della montagna piemontese </li></ul><ul><li>Favorire la conoscenza del territorio e delle tradizioni montane piemontesi presso studenti e alunni del Piemonte </li></ul><ul><li>Incrementare i flussi turistici presso la montagna piemontese </li></ul>IL CASO UNCEM sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI uncem
  8. 8. <ul><li>FASE 1 | definizione degli obiettivi: </li></ul><ul><li>Favorire la nascita di nuova occupazione e congiuntamente ridurre i fenomeni di spopolamento della montagna piemontese </li></ul><ul><li>Favorire la creazione di nuova imprenditorialità nel territorio montano piemontese </li></ul><ul><li>Migliorare l’immagine e le strategie di commercializzazione dell’offerta turistica montana piemontese </li></ul><ul><li>Favorire la competitività delle risorse e degli attrattori turistici di “eccellenza” della montagna piemontese </li></ul>IL CASO UNCEM sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI uncem
  9. 9. FASE 2 | definizione del territorio: IL CASO UNCEM sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI uncem 31 Comunità Montane, 7 province Alessandria Asti Cuneo Torino Vercelli V.C.O. Novara
  10. 10. <ul><li>FASE 3 | definizione degli standard: </li></ul><ul><li> fattori considerati </li></ul><ul><li>Ampiezza del bacino d’utenza </li></ul><ul><li>Tipologia interlocutori </li></ul><ul><li>Trend della domanda </li></ul><ul><li>Modalità di trasferimento/spostamento </li></ul><ul><li>Modalità d’acquisto </li></ul><ul><li>Fattore prezzo </li></ul><ul><li>Fattori “di scelta” </li></ul>IL CASO UNCEM sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI uncem
  11. 11. <ul><li>FASE 3 | definizione degli standard: </li></ul><ul><li> componenti della “rete” </li></ul><ul><li>Beni culturali </li></ul><ul><li>Risorse naturalistiche </li></ul><ul><li>Borghi e centri storici </li></ul><ul><li>Realtà didattiche </li></ul>IL CASO UNCEM sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI uncem attrattori: elementi di grande fascino che giustificano la visita del territorio da parte dei turisti
  12. 12. IL CASO UNCEM sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI uncem <ul><li>FASE 3 | definizione degli standard: </li></ul><ul><li> standard di base </li></ul><ul><li>Raggiungibilità in autobus GT 54 posti </li></ul><ul><li>Presenza di un’area di manovra per l’autobus </li></ul><ul><li>Presenza di un’area di sosta per l’autobus </li></ul><ul><li>Presenza di servizi igienici a disposizione degli utenti </li></ul><ul><li>Presenza di un’area per il pranzo al sacco (spazio interno ed esterno) </li></ul><ul><li>Presenza di un’area gioco all’aperto </li></ul><ul><li>Disponibilità di personale professionista per attività di guida e gestione delle attività didattiche fornito direttamente dall’attrattore </li></ul>
  13. 13. IL CASO UNCEM sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI uncem <ul><li>FASE 3 | definizione degli standard: </li></ul><ul><li> standard per i beni culturali </li></ul><ul><li>Presenza di una programmazione didattica dettagliata e organizzata </li></ul><ul><li>Disponibilità di un percorso di visita appositamente studiato per le scuole </li></ul><ul><li>Disponibilità di materiali necessari all’attività didattica </li></ul><ul><li>Presenza di un’aula didattica dedicata </li></ul><ul><li>Possibilità di portare a casa un ricordo dell’esperienza </li></ul><ul><li>Possibilità di proseguire o introdurre in classe l’argomento </li></ul><ul><li>Solo per ecomusei: disponibilità di un programma alternativo e di spazi in caso di pioggia </li></ul>
  14. 14. IL CASO UNCEM sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI uncem <ul><li>FASE 3 | definizione degli standard: </li></ul><ul><li> standard per le risorse naturalistiche </li></ul><ul><li>Presenza di una programmazione didattica dettagliata e organizzata </li></ul><ul><li>Disponibilità di itinerari e percorsi segnalati e fruibili </li></ul><ul><li>Disponibilità di materiali necessari all’attività didattica </li></ul><ul><li>Possibilità di portare a casa un ricordo dell’esperienza </li></ul><ul><li>Possibilità di proseguire o introdurre in classe l’argomento </li></ul><ul><li>Disponibilità di un programma alternativo e di spazi in caso di pioggia </li></ul>
  15. 15. IL CASO UNCEM sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI uncem <ul><li>FASE 3 | definizione degli standard: </li></ul><ul><li> standard per i borghi/centri storici </li></ul><ul><li>Dotati di particolare fascino e risalenti a una precisa epoca storica o artistico /architettonica e di cui conservano tutt’ora intatte le testimonianze </li></ul><ul><li>Dotati di un sistema di segnaletica informativa interna </li></ul><ul><li>Presenza di un’area pedonale </li></ul><ul><li>Presenza di botteghe artigiane o di esercizi commerciali che garantiscano la continuità della tradizione </li></ul><ul><li>Possibilità di visitare i beni culturali previa prenotazione </li></ul>
  16. 16. IL CASO UNCEM sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI uncem <ul><li>FASE 3 | definizione degli standard: </li></ul><ul><li> standard per le realtà didattiche </li></ul><ul><li>Presenza di una programmazione didattica dettagliata e organizzata </li></ul><ul><li>Disponibilità di un percorso di visita appositamente studiato per le scuole </li></ul><ul><li>Disponibilità di materiali necessari all’attività didattica </li></ul><ul><li>Presenza di un’aula didattica dedicata </li></ul><ul><li>Possibilità di portare a casa un ricordo </li></ul><ul><li>Possibilità di proseguire o introdurre in classe l’argomento </li></ul><ul><li>Solo per fattorie didattiche: presenza dei produttori stessi </li></ul><ul><li>Disponibilità di spazi e programmi alternativi in caso di pioggia </li></ul>
  17. 17. IL CASO UNCEM sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI uncem <ul><li>FASE 3 | definizione degli standard: </li></ul><ul><li> standard di eccellenza </li></ul><ul><li>Accessibilità per i disabili </li></ul><ul><li>Guide e programmi di visita specifici per disabili </li></ul><ul><li>Riconoscimenti e certificazioni di qualità, di sostenibilità ambientale, ecc. </li></ul><ul><li>Presenza di bar, punti ristoro, negozi di souvenir o gadget nelle vicinanze dell’attrattore </li></ul><ul><li>Servizi di pulizia straordinari dopo i laboratori o le attività didattiche </li></ul>
  18. 18. IL CASO UNCEM sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI uncem <ul><li>FASE 4 | scelta degli strumenti: </li></ul><ul><li>Questionari </li></ul><ul><li>Griglia di valutazione </li></ul><ul><li>Verifica telefonica e on line </li></ul><ul><li>Sopralluoghi </li></ul><ul><li>Database e “schede attrattori” </li></ul>
  19. 19. IL CASO UNCEM sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI uncem <ul><li>FASE 5 | censimento degli attrattori: </li></ul><ul><li>Invio dei questionari alle Comunità Montane </li></ul><ul><li>Interviste a operatori del settore </li></ul><ul><li>Raccolta questionari </li></ul><ul><li>Elaborazione incrociata dei dati raccolti </li></ul><ul><li>Definizione primo elenco di attrattori </li></ul><ul><li> 94 attrattori censiti </li></ul>
  20. 20. IL CASO UNCEM sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI uncem <ul><li>FASE 6 | analisi e valutazione: </li></ul><ul><li>Creazione database </li></ul><ul><li>Applicazione del sistema di valutazione </li></ul><ul><li>Verifica telefonica </li></ul><ul><li>Verifica on line </li></ul><ul><li>Sopralluoghi (a campione) </li></ul>
  21. 21. IL CASO UNCEM sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI uncem <ul><li>FASE 7 | elaborazione dei dati: </li></ul><ul><li>Definizione schede descrittive degli attrattori </li></ul><ul><li>a. rispondenza agli standard di base </li></ul><ul><li>b. rispondenza agli standard specifici </li></ul><ul><li>c. rispondenza agli standard di eccellenza </li></ul><ul><li>Definizione elenco finale di attrattori </li></ul><ul><li> 64 attrattori idonei </li></ul>
  22. 22. IL CASO UNCEM sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI uncem <ul><li>FASE 8 | stesura della mappa finale: </li></ul><ul><li> realizzazione del catalogo </li></ul><ul><li>Progettazione dell’iter di selezione dei tour operator </li></ul><ul><li>a. definizione criteri di selezione </li></ul><ul><li>b. stesura bando di gara </li></ul><ul><li>c. valutazione delle candidature </li></ul><ul><li>Selezione dei tour operator e delle proposte </li></ul><ul><li>Realizzazione del catalogo </li></ul>
  23. 23. IL CASO UNCEM sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI uncem FASE 8 | stesura della mappa finale: realizzazione del catalogo 16 pagine 33 proposte 19 euro * * spesa media per giorno per persona
  24. 24. Obiettivo del progetto: valutare il sistema IAT regionale sulla base degli standard nazionali e internazionali di eccellenza al fine di qualificare l’accoglienza turistica e favorire il miglioramento delle attività dei servizi di informazione turistica resi al pubblico IL CASO IAT sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI iat output: report di analisi area: regione Piemonte Carattere di uniformità: standard di eccellenza relativi all’informazione turistica Target: turisti italiani e stranieri “ Piemonte sei a casa”
  25. 25. IL CASO IAT sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI iat “ Piemonte sei a casa” <ul><li>FASE 1 | obiettivi del progetto: </li></ul><ul><li>miglioramento dell’accoglienza turistica regionale; </li></ul><ul><li>aumento della qualità del servizio erogato dal sistema di informazione turistica regionale; </li></ul><ul><li>comprensione degli aspetti critici e dei fattori qualificanti del sistema di informazione turistica regionale; </li></ul><ul><li>individuazione delle potenziali linee di sviluppo e consolidamento del sistema di informazione turistica regionale; </li></ul><ul><li>monitoraggio dell’attività di informazione turistica </li></ul>
  26. 26. IL CASO IAT sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI iat “ Piemonte sei a casa” FASE 2 | definizione del territorio: Piemonte
  27. 27. IL CASO IAT sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI iat “ Piemonte sei a casa” <ul><li>FASE 3 | definizione degli standard: </li></ul><ul><li> fattori considerati </li></ul><ul><li>Lo stato attuale del sistema di informazione e accoglienza turistica regionale </li></ul><ul><li>La normativa di riferimento </li></ul><ul><li>Gli esempi di eccellenza sul territorio nazionale e internazionale </li></ul>
  28. 28. IL CASO IAT sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI iat “ Piemonte sei a casa” <ul><li>FASE 3 | definizione degli standard: </li></ul><ul><li> componenti del sistema </li></ul><ul><li>Uffici IAT </li></ul><ul><li>Uffici di informazione turistica </li></ul>
  29. 29. IL CASO IAT sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI iat “ Piemonte sei a casa” <ul><li>FASE 3 | definizione degli standard: </li></ul><ul><li> standard quantitativi </li></ul><ul><li>Canali di dialogo e contatto con l’utente (internet, mail, telefono, ecc.) </li></ul><ul><li>Periodo di apertura e tipologia di gestione </li></ul><ul><li>Lingue parlate </li></ul><ul><li>Composizione degli addetti </li></ul><ul><li>Ventaglio di servizi erogati </li></ul><ul><li>Flussi di utenza e sistemi di monitoraggio </li></ul>
  30. 30. IL CASO IAT sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI iat “ Piemonte sei a casa” <ul><li>FASE 3 | definizione degli standard: </li></ul><ul><li> standard qualitativi </li></ul><ul><li>Accessibilità e layout </li></ul><ul><li>Grado di accoglienza </li></ul><ul><li>Competenza e professionalità </li></ul><ul><li>Tempestività ed efficienza </li></ul><ul><li>Qualità e composizione dei servizi erogati </li></ul><ul><li>Livello di empatia e proattività </li></ul><ul><li>Livello di innovazione </li></ul>
  31. 31. IL CASO IAT sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI iat “ Piemonte sei a casa” <ul><li>FASE 4 | scelta degli strumenti: </li></ul><ul><li>Questionario (griglia di valutazione) </li></ul><ul><li>Indagini dirette (telefoniche, on line) </li></ul><ul><li>Sopralluoghi </li></ul><ul><li>Database di raccolta dei dati </li></ul><ul><li>Sistema di valutazione </li></ul><ul><li>Strumento di elaborazione dei dati </li></ul>
  32. 32. IL CASO IAT sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI iat “ Piemonte sei a casa” <ul><li>FASE 5 | censimento del campione: </li></ul><ul><li>Elenco regionale (IAT e uffici turistici) </li></ul><ul><li>Raccolta questionari </li></ul><ul><li> campione di 85 uffici di informazione turistica </li></ul>
  33. 33. IL CASO IAT sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI iat “ Piemonte sei a casa” <ul><li>FASE 6 | analisi e valutazione: </li></ul><ul><li>ANALISI QUANTITATIVA </li></ul><ul><li>Invio questionari </li></ul><ul><li>Raccolta questionari </li></ul><ul><li>Compilazione database </li></ul><ul><li>Solleciti e correzioni </li></ul>
  34. 34. IL CASO IAT sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI iat “ Piemonte sei a casa” <ul><li>FASE 6 | analisi e valutazione: </li></ul><ul><li>ANALISI QUALITATIVA </li></ul><ul><li>Ricerca di informazioni sul web; </li></ul><ul><li>Richiesta di informazioni via e-mail; </li></ul><ul><li>Richiesta di informazioni telefoniche; </li></ul><ul><li>Osservazione e valutazione diretta attraverso la visita a campione </li></ul><ul><li>Compilazione database </li></ul>
  35. 35. IL CASO IAT sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI iat “ Piemonte sei a casa” <ul><li>FASE 7 | elaborazione dei dati: </li></ul><ul><li>Definizione del sistema di valutazione </li></ul><ul><li>Elaborazione dei database (qualitativo e quantitativo) </li></ul><ul><li>Analisi incrociata dei dati </li></ul><ul><li>Stesura del report di analisi </li></ul><ul><li>Elaborazione puntuale dei dati (ATL) </li></ul><ul><li>Stesura dei report puntuali </li></ul>
  36. 36. IL CASO IAT sistemi e metodologie di mappatura CASI PRATICI iat “ Piemonte sei a casa” <ul><li>FASE 8 | stesura della mappa finale: </li></ul><ul><li>Report definitivo </li></ul><ul><li>Osservazioni e suggerimenti </li></ul><ul><li>Presentazione pubblica del progetto </li></ul><ul><li>Presentazione puntuale dei risultati </li></ul><ul><li>SVILUPPO DEL PROGETTO </li></ul><ul><li> a. definizione di nuovi standard </li></ul><ul><li> b. riorganizzazione del sistema </li></ul>

×