NOTA TRIMESTRALE
Andamento del mercato immobiliare nel I trimestre 2014
data di pubblicazione: 3 giugno 2014
periodo di ri...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
a cura dell’Ufficio Statistiche e Studi
della Direzione Centrale Osservatorio Mercato Im...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
Indice
Premessa............................................................................
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
1
Premessa
I dati delle compravendite pubblicati dall’Osservatorio del Mercato Immobilia...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
2
Le compravendite in Italia
Il mercato immobiliare italiano nel I trimestre 2014 torna ...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
3
Come evidenziato in Tabella 1, che riporta i volumi di compravendita e le rispettive v...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
4
Figura 2: Serie delle variazioni % tendenziali NTN trimestrale
3,7%
6,1%
6,8%
3,5%
10,...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
5
Il settore residenziale
Le compravendite per macro aree geografiche
Il grafico di Figu...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
6
Figura 4: Numero indice NTN trimestrale settore residenziale per macro area geografica...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
7
sia i capoluoghi sia i comuni minori perdono, in questo trimestre, poco meno del 2%, a...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
8
Figura 6: Numero indice NTN trimestrale settore residenziale capoluoghi e non capoluog...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
9
Le compravendite nelle metropoli
Nelle otto maggiori città italiane per popolazione, n...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
10
Figura 7 a: Numero indice NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua settore re...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
11
Figura 7 b: Numero indice NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua settore re...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
12
I settori non residenziali
Nel I trimestre del 2014, come già evidenziato nel primo p...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
13
Figura 9: Serie delle variazioni % tendenziali del NTN settori commerciale, terziario...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
14
Il settore terziario
Il settore terziario, che comprende le unità immobiliari censite...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
15
Figura 11: Numero indice NTN trimestrale settore terziario per macro area geografica
...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
16
Figura 13: NTN trimestrale principali province settore terziario
RM MI TO GE NA PA BO...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
17
Il settore commerciale
Nel I trimestre del 2014, per il settore commerciale, si inter...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
18
Figura 15: Numero indice NTN trimestrale settore commerciale per macro area geografic...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
19
Figura 17: NTN trimestrale principali province settore commerciale
RM MI TO GE NA PA ...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
20
Il settore produttivo
Il settore produttivo, (capannoni e industrie), registra nel I ...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
21
con tassi tendenziali più o meno accentuati tra le macro aree e nel IV trimestre 2013...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
22
Figura 21: NTN trimestrale principali province settore produttivo
RM MI TO GE NA PA B...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
23
Fonti e criteri metodologici
Le fonti utilizzate
I dati elaborati sono contenuti negl...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
24
Tabella delle aggregazioni delle categorie catastali
SETTORE
RESIDENZIALE
(Categoria ...
NOTA TRIMESTRALE
I trimestre 2014
25
Indice delle figure
Figura 1: Numero indice NTN trimestrale.............................
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Omi nota i_trimestre_2014_03062014

3,302 views
3,185 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
3,302
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2,915
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Omi nota i_trimestre_2014_03062014

  1. 1. NOTA TRIMESTRALE Andamento del mercato immobiliare nel I trimestre 2014 data di pubblicazione: 3 giugno 2014 periodo di riferimento: primo trimestre 2014
  2. 2. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 a cura dell’Ufficio Statistiche e Studi della Direzione Centrale Osservatorio Mercato Immobiliare e Servizi Estimativi data di pubblicazione: 3 giugno 2014 Le informazioni rese nella presente nota sono di proprietà esclusiva dell’Agenzia delle Entrate. Non è consentito vendere, affittare, trasferire, cedere i dati contenuti in questa pubblicazione, o assumere alcune altre obbligazioni verso terzi. Le informazioni possono essere utilizzate, anche ai fini della loro elaborazione, purché, nel caso di pubblicazione, venga citata la relativa fonte.
  3. 3. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 Indice Premessa..............................................................................................................................................1 Le compravendite in Italia .....................................................................................................................2 Il settore residenziale............................................................................................................................5 Le compravendite per macro aree geografiche............................................................................................5 Le compravendite nelle metropoli................................................................................................................9 I settori non residenziali......................................................................................................................12 Il settore terziario .......................................................................................................................................14 Il settore commerciale................................................................................................................................17 Il settore produttivo....................................................................................................................................20 Fonti e criteri metodologici .................................................................................................................23 Indice delle figure ...............................................................................................................................25 Indice delle tabelle..............................................................................................................................25
  4. 4. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 1 Premessa I dati delle compravendite pubblicati dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare si riferiscono al numero di unità immobiliari compravendute, per ciascun trimestre, desunte dalle note di trascrizione degli atti di compravendita registrati presso gli archivi di Pubblicità Immobiliare degli Uffici provinciali - territorio dell’Agenzia delle Entrate. I volumi di compravendita, in particolare, sono conteggiati sulla base delle unità immobiliari, oggetto di transazione a titolo oneroso, normalizzate rispetto alla quota di proprietà trasferita (vedi Fonti e criteri metodologici). Le unità immobiliari sono aggregate nelle destinazioni d’uso residenziale, pertinenze, terziaria, commerciale e produttiva secondo le categorie catastali indicate per ciascuna unità nella nota Unica di trascrizione e registrazione compilata dai notai. I dati relativi ai volumi di compravendite riguardano l’intero territorio nazionale ad eccezione delle province di Bolzano, Trento, Gorizia e Trieste, in quanto il catasto e/o gli archivi di Pubblicità Immobiliare sono gestiti dagli enti locali. I dati delle compravendite sono stati estratti il 23 maggio 2014 e si riferiscono alla data dei rogiti stipulati nel I trimestre 2014, salvo possibili registrazioni avvenute oltre i termini di legge. Si tratta in ogni caso di quantità residuali non rilevanti ai fini statistici. Si precisa che i dati dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate differiscono da quelli che l’Istituto Nazionale di Statistica diffonde nella pubblicazione “Compravendite immobiliari e mutui” in quanto i dati dell’ISTAT si riferiscono al numero di convenzioni contenute negli atti notarili, che possono riguardare una o più unità immobiliari (Cfr. ISTAT, Compravendite immobiliari e mutui).
  5. 5. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 2 Le compravendite in Italia Il mercato immobiliare italiano nel I trimestre 2014 torna in crescita, seppure con un moderato rialzo dell’1,6%. Era dal IV trimestre 2011 che il tasso tendenziale riferito al totale delle compravendite immobiliari non registrava un segno positivo. Il dato moderatamente positivo, tuttavia, è il risultato di andamenti compositi nei diversi comparti: positivo, sopra il 4%, nel residenziale e commerciale, ancora negativo negli altri comparti. In secondo luogo, non bisogna però trascurare che, come già illustrato nella precedente nota trimestrale, quanto riscontrato dipende in parte dagli effetti che ha avuto sul mercato l’entrata in vigore, il 1° gennaio 2014, del nuovo regime delle imposte di registro, ipotecaria e catastale applicabile agli atti di trasferimento a titolo oneroso di diritti reali immobiliari1 . A partire da tale data, infatti, per la generalità dei trasferimenti immobiliari, la nuova disciplina risulta normalmente più vantaggiosa e deve avere, per questo, indotto gli acquirenti a traslare la stipula degli atti di compravendita al 2014, con l’effetto di far risultare più depresso l’andamento dell’ultimo trimestre del 2013 e, per contro, più positivo l’andamento di questo I trimestre 2014. Fermo restando quanto già accennato sulla nuova disciplina fiscale sugli atti di trasferimento, che ha fatto rimbalzare parte delle compravendite del IV trimestre 2013 ai primi mesi del 2014, nel proseguo si presentano i dati del I trimestre 2014 al lordo di tale effetto. Tabella 1: NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua NTN I trim 2013 II trim 2013 III trim 2013 IV trim 2013 I trim 2014 Residenziale 94.555 108.683 91.083 108.804 98.403 Terziario 2.378 2.343 1.935 2.798 2.134 Commerciale 5.962 6.412 4.980 7.002 6.240 Produttivo 2.147 2.215 1.983 2.902 2.129 Pertinenze 77.520 88.590 71.836 91.784 77.429 Altro 29.759 34.697 27.910 36.685 29.339 Totale 212.320 242.938 199.727 249.974 215.674 Var % I trim 12-13 II trim 12-13 III trim 12-13 IV trim 12-13 I trim 13-14 Residenziale -14,1% -9,2% -5,1% -8,0% 4,1% Terziario -9,2% -10,6% -11,7% -12,4% -10,3% Commerciale -8,6% -2,6% -8,1% -9,7% 4,7% Produttivo -5,9% -6,5% -9,4% -8,8% -0,8% Pertinenze -12,8% -7,5% -6,6% -7,4% -0,1% Altro -16,5% -3,7% -10,4% -5,7% -1,4% Totale -13,7% -7,6% -6,6% -7,5% 1,6% 1 Articolo 10 del D.lgs.14 marzo 2011, n. 23
  6. 6. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 3 Come evidenziato in Tabella 1, che riporta i volumi di compravendita e le rispettive variazioni tendenziali, nel I trimestre 2014 i settori residenziale (98.403 NTN) e commerciale (6.240 NTN) mostrano, come si è accennato, variazioni positive che superano il 4%. Risultano prossimi ad arrestare le perdite le pertinenze (cantine, box e posti auto), per la maggior parte riconducibili all’uso residenziale, e il settore produttivo (capannoni e industrie). Rimane in campo negativo, con tassi tendenziali simili a quelli già riscontrati nel corso dei trimestri del 2013, il settore terziario segnando -10,3% (2.134 NTN). Il grafico di Figura 1 riporta il numero indice trimestrale delle unità immobiliari compravendute (in termini di NTN) a partire dal I trimestre del 2004 (periodo base INTN = 100) ed evidenzia una serie storica con forti contrazioni del mercato in atto dal 2006 interrotte dal recupero, anche se di un solo punto, del I trimestre 2014. Complessivamente dal I trimestre 2004 la perdita accumulata è di circa il 43% e quasi il 51% dal I trimestre 2006, nel quale si è registrato il picco dei volumi scambiati in un primo trimestre (56,8 rispetto a 115,1). Nel grafico di Figura 2 sono illustrate le variazioni percentuali tendenziali dei volumi di compravendita (NTN) in ogni trimestre dal 2004. Risulta evidente dal III trimestre 2006 un prolungato andamento mediamente negativo del mercato immobiliare, interrotto da segni positivi nei primi due trimestri del 2010, ma solo per le abitazioni, e negli ultimi due del 2011. Nel 2012, le flessioni sono state fortemente accentuate in tutti i trimestri raggiungendo il massimo con la perdita del IV trimestre 2012 (quasi un terzo degli scambi, -29,6%). Nel 2013 le variazioni, anche se tutte negative, rallentano in intensità e il 2014 si apre con un tasso tendenziale positivo sia per il residenziale (computato insieme alle unità di pertinenza) sia per il complesso delle compravendite di immobili non residenziali (terziario, commerciale e produttivo) grazie al traino del commerciale. Figura 1: Numero indice NTN trimestrale 121,1 98,9 136,6 103,7 128,6 105,6 141,4 114,0 130,3 98,8 142,5 109,0 123,3 97,2 126,7 94,2 106,2 84,6 106,1 78,3 94,2 75,2 102,7 80,9 96,9 73,9 98,4 78,3 91,9 74,8 99,6 63,8 69,1 55,4 69,7 55,2 63,2 52,2 64,3 56,4 119,8 95,1 158,3 102,8 124,6 104,8 160,7 116,1 130,5 69,6 160,0 106,5 117,7 93,4 137,9 98,7 103,5 83,1 113,5 75,0 90,4 68,3 103,0 74,5 84,2 61,6 101,7 69,6 83,2 69,8 92,7 58,2 59,0 49,9 72,0 53,5 55,9 45,4 64,7 53,5 100 121,2 99,4 138,9 103,9 128,7 106,3 144,3 115,1 131,1 98,6 144,5 110,2 125,0 99,1 129,5 96,1 107,9 86,2 108,5 79,0 95,3 76,5 104,2 81,7 97,6 74,7 100,7 78,8 92,2 75,9 101,1 64,8 69,3 56,3 71,2 55,9 64,0 52,6 65,8 56,8 I-04 II-04 III-04 IV-04 I-05 II-05 III-05 IV-05 I-06 II-06 III-06 IV-06 I-07 II-07 III-07 IV-07 I-08 II-08 III-08 IV-08 I-09 II-09 III-09 IV-09 I-10 II-10 III-10 IV-10 I-11 II-11 III-11 IV-11 I-12 II-12 III-12 IV-12 I-13 II-13 III-13 IV-13 I-14 Residenziale e Pertinenze Terziario, Commerciale e Produttivo Totale (con Altro)
  7. 7. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 4 Figura 2: Serie delle variazioni % tendenziali NTN trimestrale 3,7% 6,1% 6,8% 3,5% 10,0% 1,4% -6,4% 0,8% -4,5% -5,4% -1,7% -11,1% -13,5% -13,8% -13,0% -16,2% -16,9% -11,3% -11,1% -3,2% 3,3% 2,9% -1,7% -4,2% -3,2% -5,2% 1,2% 1,2% -18,5% -24,9% -25,9% -30,0% -13,5% -8,4% -5,8% -7,7% 2,2% 2,8% 4,0% 10,2% 1,6% 12,9% 4,7% -33,6% -0,5% -8,2% -9,8% 34,2% -13,8% -7,3% -12,1%-11,1% -17,7% -24,0% -12,6% -17,8% -9,3% -0,7% -6,9% -9,8% -1,2% -6,6% -1,2% 13,3% -8,8% -16,3% -29,1% -28,4% -22,3% -8,2% -5,2% -9,2% -10,1% 0,1% 3,9%6,2% 7,0% 3,8% 10,8% 1,8% -7,3% 0,1% -4,3% -4,6% 0,5% -10,4% -12,8% -13,7% -13,0% -16,2% -17,8% -11,6% -11,3% -3,9% 3,4% 2,4% -2,3% -3,4% -3,6% -5,6% 1,6% 0,4% -17,7% -24,9% -25,8% -29,6% -13,7% -7,6% -6,6% -7,5% 1,6% I04-05 II04-05 III04-05 IV04-05 I05-06 II05-06 III05-06 IV05-06 I06-07 II06-07 III06-07 IV06-07 I07-08 II07-08 III07-08 IV07-08 I08-09 II08-09 III08-09 IV08-09 I09-10 II09-10 III09-10 IV09-10 I10-11 II10-11 III10-11 IV10-11 I11-12 II11-12 III11-12 IV11-12 I12-13 II12-13 III12-13 IV12-13 I13-14 Residenziale e Pertinenze Terziario, Commerciale e Produttivo Totale (con Altro)
  8. 8. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 5 Il settore residenziale Le compravendite per macro aree geografiche Il grafico di Figura 3, che mostra in dettaglio l’andamento del mercato residenziale per macro aree geografiche, evidenzia che il rialzo delle compravendite di abitazioni nel I trimestre del 2014 è il risultato di una buona performance delle aree del Nord (+4,7%) e soprattutto del Centro (+10,5%). Al Sud si registra ancora un calo tendenziale, -1,6%, ma con intensità decisamente ridotta rispetto ai valori dei trimestri del 2012 e 2013. Figura 3: NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua settore residenziale per macro area geografica Itrim12 IItrim12 IIItrim12 IVtrim12 Itrim13 IItrim13 IIItrim13 IVtrim13 Itrim14 -18,9% -20,0% -20,3% -19,5% -26,6% -25,5% -22,6% -25,2% -28,2% -29,6% -21,9% -26,8%-31,7% -31,9% -27,4% -30,5% -14,6% -16,6% -11,3% -14,1% -7,9% -10,6% -10,6% -9,2% -4,1% -4,3% -7,4% -5,1% -6,0% -8,9% -10,8% -8,0% 4,7% 10,5% -1,6% 4,1% - 50.000 100.000 150.000 200.000 250.000 300.000 Nord Centro Sud Italia Come è evidenziato nel grafico di Figura 4 (indice NTN per macro area geografica), rispetto all’omologo trimestre del 2004, la contrazione del mercato residenziale resta elevata in tutte le aree, ma il recupero del I trimestre 2014 riporta anche l’area del Nord a contenere la perdita entro il 50%. Dal grafico di Figura 5, nel quale è riportata la variazione tendenziale del NTN trimestrale dal I trimestre del 2004 al I trimestre del 2014, spicca la forte volatilità, con sensibili accelerazioni e decelerazioni tra il 2009 e il 2010. In effetti, fino al II trimestre 2010 si assiste a un evidente percorso di decelerazione degli andamenti negativi che proseguono con tassi di variazione positivi nei primi due trimestri del 2010. Nei trimestri successivi, invece, riprende l’andamento negativo, interrotto negli ultimi due trimestri del 2011, che sembravano rappresentare un’inversione di tendenza poi disattesa dai successivi crolli registrati nel 2012. I trimestri del 2013 mostrano tassi di flessione in attenuazione, con l’eccezione del IV trimestre, per poi arrivare in campo positivo nel I trimestre del 20142 . 2 Si ricorda che quanto riscontrato nel IV trimestre 2013 e nel I trimestre 2014 dipende in parte dagli effetti che ha avuto sul mercato l’entrata in vigore, il 1° gennaio 2014, del nuovo regime delle imposte di registro, ipotecaria e catastale applicabile agli atti di trasferimento a titolo oneroso di diritti reali immobiliari ai sensi dell’ Articolo 10 del D.lgs.14 marzo 2011, n. 23.
  9. 9. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 6 Figura 4: Numero indice NTN trimestrale settore residenziale per macro area geografica 100,0 102,2 111,6 105,8 88,7 71,5 73,5 71,8 58,3 49,7 52,1 102,7 111,3 105,9 89,1 74,1 80,0 77,2 61,8 51,5 56,9 100,3 112,8 108,1 95,3 80,4 83,8 78,8 57,0 55,7 54,9 45 55 65 75 85 95 105 115 125 135 145 155 I-04 II-04 III-04 IV-04 I-05 II-05 III-05 IV-05 I-06 II-06 III-06 IV-06 I-07 II-07 III-07 IV-07 I-08 II-08 III-08 IV-08 I-09 II-09 III-09 IV-09 I-10 II-10 III-10 IV-10 I-11 II-11 III-11 IV-11 I-12 II-12 III-12 IV-12 I-13 II-13 III-13 IV-13 I-14 Nord Centro Sud Figura 5: Serie delle variazioni % NTN trimestrale settore residenziale per macro area geografica -28,2% -31,7% -14,6% -7,9% -4,1% -6,0% 4,7% -29,6% -31,9% -16,6% -10,6% -4,3% -8,9% 10,5% -21,9% -27,4% -11,3% -10,6% -7,4% -10,8% -1,6% 1,8% 4,9% 5,1% 3,0% 9,8% 1,0% -5,3% 0,1% -4,8% -6,6% -3,4% -11,6% -14,9% -14,9% -14,1% -17,4% -17,8% -12,3% -11,0% -3,1% 4,3% 4,5% -2,7% -4,1% -3,6% -6,6% 1,4% 0,6% -19,5% -25,2% -26,8% -30,5% -14,1% -9,2% -5,1% -8,0% 4,1% I04-05 II04-05 III04-05 IV04-05 I05-06 II05-06 III05-06 IV05-06 I06-07 II06-07 III06-07 IV06-07 I07-08 II07-08 III07-08 IV07-08 I08-09 II08-09 III08-09 IV08-09 I09-10 II09-10 III09-10 IV09-10 I10-11 II10-11 III10-11 IV10-11 I11-12 II11-12 III11-12 IV11-12 I12-13 II12-13 III12-13 IV12-13 I13-14 Nord Centro Sud Italia Il tasso tendenziale positivo delle compravendite di abitazioni registrato a livello nazionale si conferma sia nell’ambito territoriale dei capoluoghi sia in quello dei comuni minori, ma con intensità diverse. In particolare nei capoluoghi il rialzo registrato nel I trimestre 2014 è più deciso, +8,8%, con un picco nei capoluoghi del Centro pari a +17,3% rispetto al I trimestre 2013. Nei comuni minori la crescita delle transazioni è moderata, realizzando un tasso tendenziale del +1,7%. Al Sud, unica area territoriale in calo,
  10. 10. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 7 sia i capoluoghi sia i comuni minori perdono, in questo trimestre, poco meno del 2%, attenuando comunque le decise variazioni negative registrate nel 2013. La Tabella 3 riporta le variazioni percentuali tendenziali annue del settore residenziale nei trimestri dal 2012. Il mercato residenziale nei capoluoghi riprende il passo positivo iniziato nella seconda parte del 2013 e nei comuni non capoluogo i tassi tendenziali negativi continuano ad attenuarsi. In Figura 6 la dinamica dei volumi delle transazioni residenziali è rappresentata in termini numero indice a partire dal I semestre 2004, sia per aree geografiche sia distinguendo il mercato nei comuni capoluogo da quello nei comuni minori. Rispetto al trimestre base (I trimestre 2004) il mercato residenziale nei capoluoghi si è contratto di circa il 39%, con le perdite maggiori al Sud e al Nord. Risulta superiore la perdita dal 2004 per il mercato residenziale dei comuni minori, poco meno del 50%, poco più accentuata al Centro e al Nord, poco inferiore al Sud, -45% circa. Tabella 2: NTN e variazione % tendenziale annua settore residenziale, capoluoghi e non capoluoghi, macro area geografica NTN residenziale III trim 2013 IV trim 2013 I trim 2014 var % III trim 12-13 var % IV trim 12-13 var % I trim 13-14 Nord Capoluoghi 13.933 16.431 16.070 2,5% -5,3% 8,7% Non Capoluoghi 31.873 39.751 33.468 -6,7% -6,2% 2,9% Totale 45.806 56.182 49.538 -4,1% -6,0% 4,7% Centro Capoluoghi 8.932 10.437 10.627 -1,1% -7,6% 17,3% Non Capoluoghi 10.278 12.110 11.134 -6,9% -9,9% 4,7% Totale 19.209 22.547 21.760 -4,3% -8,9% 10,5% Sud Capoluoghi 6.902 7.840 7.486 -1,7% -15,1% -1,4% Non Capoluoghi 19.165 22.235 19.618 -9,3% -9,2% -1,7% Totale 26.067 30.075 27.104 -7,4% -10,8% -1,6% Italia Capoluoghi 29.767 34.708 34.183 0,4% -8,4% 8,8% Non Capoluoghi 61.316 74.095 64.220 -7,6% -7,7% 1,7% Totale 91.083 108.804 98.403 -5,1% -8,0% 4,1% Tabella 3: Variazione % tendenziale annua settore residenziale per capoluoghi e non capoluoghi var % II trim 11-12 var % III trim 11-12 var % IV trim 11-12 var % I trim 12-13 var % II trim 12-13 var % III trim 12-13 var % IV trim 12-13 var % I trim 13-14 Capoluoghi -24,7% -26,3% -28,8% -10,7% -6,3% 0,4% -8,4% 8,8% Non capoluoghi -25,5% -27,0% -31,3% -15,7% -10,6% -7,6% -7,7% 1,7% Totale -25,2% -26,8% -30,5% -14,1% -9,2% -5,1% -8,0% 4,1%
  11. 11. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 8 Figura 6: Numero indice NTN trimestrale settore residenziale capoluoghi e non capoluoghi per macro area geografica 61,3 50,6 100 53,8 40 50 60 70 80 90 100 110 120 130 140 150 I-04 II-04 III-04 IV-04 I-05 II-05 III-05 IV-05 I-06 II-06 III-06 IV-06 I-07 II-07 III-07 IV-07 I-08 II-08 III-08 IV-08 I-09 II-09 III-09 IV-09 I-10 II-10 III-10 IV-10 I-11 II-11 III-11 IV-11 I-12 II-12 III-12 IV-12 I-13 II-13 III-13 IV-13 I-14 Capoluoghi Non Capoluoghi Italia 58,5 71,4 55,7 100 61,3 40 50 60 70 80 90 100 110 120 130 140 150 I-04 II-04 III-04 IV-04 I-05 II-05 III-05 IV-05 I-06 II-06 III-06 IV-06 I-07 II-07 III-07 IV-07 I-08 II-08 III-08 IV-08 I-09 II-09 III-09 IV-09 I-10 II-10 III-10 IV-10 I-11 II-11 III-11 IV-11 I-12 II-12 III-12 IV-12 I-13 II-13 III-13 IV-13 I-14 Nord Centro Sud Italia Capoluoghi 49,4 47,6 54,5 100 50,6 40 50 60 70 80 90 100 110 120 130 140 150 I-04 II-04 III-04 IV-04 I-05 II-05 III-05 IV-05 I-06 II-06 III-06 IV-06 I-07 II-07 III-07 IV-07 I-08 II-08 III-08 IV-08 I-09 II-09 III-09 IV-09 I-10 II-10 III-10 IV-10 I-11 II-11 III-11 IV-11 I-12 II-12 III-12 IV-12 I-13 II-13 III-13 IV-13 I-14 Nord Centro Sud Italia Non Capoluoghi
  12. 12. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 9 Le compravendite nelle metropoli Nelle otto maggiori città italiane per popolazione, nel I trimestre 2014, il dato positivo del mercato residenziale migliora rispetto al dato nazionale. Con circa 18 mila abitazioni compravendute nelle metropoli italiane, il tasso tendenziale registrato nel I trimestre 2014 è pari a +10,2% (Tabella 4). Spiccano con le loro buone performance i mercati di Roma, Bologna e Genova che mostrano tassi tendenziali di crescita superiori al 20%. Inoltre, torna positivo il mercato nella città di Torino, +10,8%, si confermano in rialzo le compravendite di abitazioni a Firenze e Milano. Moderatamente negativo è il risultato della città di Palermo, -1%, e rimangono ancora decisamente in perdita le transazioni a Napoli, dove, però, il dato delle compravendite nel I trimestre del 2013 era stato alterato dalle dismissioni del patrimonio immobiliare pubblico del Comune. Tabella 4: NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua settore residenziale principali città e relative province Città III trim 2013 IV trim 2013 I trim 2014 var % III trim 12-13 var % IV trim 12-13 var % I trim 13-14 ROMA 5.420 6.261 6.579 0,6% -10,7% 21,4% MILANO 3.253 4.211 3.738 9,4% 12,8% 3,4% TORINO 1.946 2.079 2.292 -4,3% -13,6% 10,8% GENOVA 1.085 1.192 1.415 -8,2% -5,3% 25,3% NAPOLI 1.051 1.307 1.244 -19,7% -42,8% -25,2% PALERMO 833 1.017 921 -0,1% -8,5% -1,0% BOLOGNA 825 988 1.022 16,3% -0,1% 29,2% FIRENZE 696 952 882 -5,3% 12,7% 9,7% Totale città 15.109 18.006 18.093 -0,4% -8,3% 10,2% Resto Provincia III trim 2013 IV trim 2013 I trim 2014 var % III trim 12-1 var % IV trim 12-13 var % I trim 13-14 ROMA 2.490 2.817 2.738 -6,2% -11,5% 2,6% MILANO 4.804 6.571 5.420 -9,6% 0,9% 5,1% TORINO 2.556 3.102 2.737 -7,8% -10,4% 6,1% GENOVA 517 591 592 -2,3% -9,4% 9,9% NAPOLI 1.630 2.074 1.907 -8,4% -10,6% 4,1% PALERMO 758 939 872 -13,8% -0,5% 9,8% BOLOGNA 1.122 1.434 1.138 -5,7% -5,4% 2,1% FIRENZE 918 1.022 948 -5,5% -3,7% 7,2% Totale resto provincia 14.795 18.550 16.352 -8,1% -5,6% 5,0% Le abitazioni compravendute nei comuni della provincia delle principali città (“resto delle province”) sono tutte in crescita rispetto al I trimestre del 2013, con un tasso tendenziale complessivo pari al +5,0%, migliore sia del dato nazionale, +4,1%, sia dei soli non capoluoghi, +1,7%. I migliori risultati sono quelli dei mercati residenziali nella provincia di Genova e Palermo, entrambi vicini al +10%. Degno di nota è il mercato nell’hinterland napoletano che fa registrare un dato positivo, +4,1%, che non si verificava dal 2010. I grafici di Figura 7 presentano gli andamenti dei numeri indice del NTN trimestrale e le relative variazioni percentuali tendenziali annue dal I trimestre 2004, per ogni città e la relativa provincia.
  13. 13. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 10 Figura 7 a: Numero indice NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua settore residenziale principali città e relative province (base = I trim. 2004) -45% -40% -35% -30% -25% -20% -15% -10% -5% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% I04-I05 II04-II05 III04-III05 IV04-IV05 I05-I06 II05-II06 III05-III06 IV05-IV06 I06-I07 II06-II07 III06-III07 IV06-IV07 I07-I08 II07-II08 III07-III08 IV07-IV08 I08-I09 II08-II09 III08-III09 IV08-IV09 I09-I10 II09-II10 III09-III10 IV09-IV10 I10-I11 II10-II11 III10-III11 IV10-IV11 I11-I12 II11-II12 III11-III12 IV11-IV12 I12-I13 II12-II13 III12-III13 IV12-IV13 I13-I14 Roma Resto Provincia 40 60 80 100 120 140 160 Roma Resto Provincia -45% -40% -35% -30% -25% -20% -15% -10% -5% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% I04-I05 II04-II05 III04-III05 IV04-IV05 I05-I06 II05-II06 III05-III06 IV05-IV06 I06-I07 II06-II07 III06-III07 IV06-IV07 I07-I08 II07-II08 III07-III08 IV07-IV08 I08-I09 II08-II09 III08-III09 IV08-IV09 I09-I10 II09-II10 III09-III10 IV09-IV10 I10-I11 II10-II11 III10-III11 IV10-IV11 I11-I12 II11-II12 III11-III12 IV11-IV12 I12-I13 II12-II13 III12-III13 IV12-IV13 I13-I14 Milano Resto Provincia 40 60 80 100 120 140 160 Milano Resto Provincia -45% -40% -35% -30% -25% -20% -15% -10% -5% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% I04-I05 II04-II05 III04-III05 IV04-IV05 I05-I06 II05-II06 III05-III06 IV05-IV06 I06-I07 II06-II07 III06-III07 IV06-IV07 I07-I08 II07-II08 III07-III08 IV07-IV08 I08-I09 II08-II09 III08-III09 IV08-IV09 I09-I10 II09-II10 III09-III10 IV09-IV10 I10-I11 II10-II11 III10-III11 IV10-IV11 I11-I12 II11-II12 III11-III12 IV11-IV12 I12-I13 II12-II13 III12-III13 IV12-IV13 I13-I14 Torino Resto Provincia 40 60 80 100 120 140 160 Torino Resto Provincia -45% -40% -35% -30% -25% -20% -15% -10% -5% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% I04-I05 II04-II05 III04-III05 IV04-IV05 I05-I06 II05-II06 III05-III06 IV05-IV06 I06-I07 II06-II07 III06-III07 IV06-IV07 I07-I08 II07-II08 III07-III08 IV07-IV08 I08-I09 II08-II09 III08-III09 IV08-IV09 I09-I10 II09-II10 III09-III10 IV09-IV10 I10-I11 II10-II11 III10-III11 IV10-IV11 I11-I12 II11-II12 III11-III12 IV11-IV12 I12-I13 II12-II13 III12-III13 IV12-IV13 I13-I14 Genova Resto Provincia 40 60 80 100 120 140 160 Genova Resto Provincia
  14. 14. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 11 Figura 7 b: Numero indice NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua settore residenziale principali città e relative province (base = I trim. 2004) -45% -40% -35% -30% -25% -20% -15% -10% -5% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% I04-I05 II04-II05 III04-III05 IV04-IV05 I05-I06 II05-II06 III05-III06 IV05-IV06 I06-I07 II06-II07 III06-III07 IV06-IV07 I07-I08 II07-II08 III07-III08 IV07-IV08 I08-I09 II08-II09 III08-III09 IV08-IV09 I09-I10 II09-II10 III09-III10 IV09-IV10 I10-I11 II10-II11 III10-III11 IV10-IV11 I11-I12 II11-II12 III11-III12 IV11-IV12 I12-I13 II12-II13 III12-III13 IV12-IV13 I13-I14 Napoli Resto Provincia 40 60 80 100 120 140 160 Napoli Resto Provincia -40% -35% -30% -25% -20% -15% -10% -5% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% I04-I05 II04-II05 III04-III05 IV04-IV05 I05-I06 II05-II06 III05-III06 IV05-IV06 I06-I07 II06-II07 III06-III07 IV06-IV07 I07-I08 II07-II08 III07-III08 IV07-IV08 I08-I09 II08-II09 III08-III09 IV08-IV09 I09-I10 II09-II10 III09-III10 IV09-IV10 I10-I11 II10-II11 III10-III11 IV10-IV11 I11-I12 II11-II12 III11-III12 IV11-IV12 I12-I13 II12-II13 III12-III13 IV12-IV13 I13-I14 Palermo Resto Provincia 40 60 80 100 120 140 160 I04 I05 I06 I07 I08 I09 I10 I11 I12 I13 I14 Palermo Resto Provincia -40% -35% -30% -25% -20% -15% -10% -5% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% I04-I05 II04-II05 III04-III05 IV04-IV05 I05-I06 II05-II06 III05-III06 IV05-IV06 I06-I07 II06-II07 III06-III07 IV06-IV07 I07-I08 II07-II08 III07-III08 IV07-IV08 I08-I09 II08-II09 III08-III09 IV08-IV09 I09-I10 II09-II10 III09-III10 IV09-IV10 I10-I11 II10-II11 III10-III11 IV10-IV11 I11-I12 II11-II12 III11-III12 IV11-IV12 I12-I13 II12-II13 III12-III13 IV12-IV13 I13-I14 Bologna Resto Provincia 40 60 80 100 120 140 160 Bologna Resto Provincia -40% -35% -30% -25% -20% -15% -10% -5% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% I04-I05 II04-II05 III04-III05 IV04-IV05 I05-I06 II05-II06 III05-III06 IV05-IV06 I06-I07 II06-II07 III06-III07 IV06-IV07 I07-I08 II07-II08 III07-III08 IV07-IV08 I08-I09 II08-II09 III08-III09 IV08-IV09 I09-I10 II09-II10 III09-III10 IV09-IV10 I10-I11 II10-II11 III10-III11 IV10-IV11 I11-I12 II11-II12 III11-III12 IV11-IV12 I12-I13 II12-II13 III12-III13 IV12-IV13 I13-I14 Firenze Resto Provincia 40 60 80 100 120 140 160 Firenze Resto Provincia
  15. 15. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 12 I settori non residenziali Nel I trimestre del 2014, come già evidenziato nel primo paragrafo (Tabella 1), i settori non residenziali presentano andamenti delle compravendite differenziati, con il settore commerciale che, rispetto allo stesso trimestre del 2013, cresce del 4,7%, il settore produttivo che perde poco meno dell’1% e il settore terziario ancora in calo con un tasso tendenziale negativo pari a circa il 10%3 . Tutti i settori mostrano una contrazione elevata delle vendite dal 2004, con le maggiori sofferenze per i settori terziario e commerciale i quali, rispetto al I trimestre 2004, hanno perso quasi la metà degli scambi; il settore produttivo segna dal 2004 una contrazione di circa il 35% (Figura 8). Figura 8: Numero indice NTN trimestrale per i settori terziario, commerciale e produttivo 110,2 124,8 119,5 103,8 83,9 82,8 79,1 63,6 57,7 51,8 101,8 135,9 110,9 114,2 77,5 77,3 75,8 69,9 65,8 65,2 100,0 100,6 107,8 101,0 92,9 71,4 71,0 64,7 53,3 48,7 51,0 35 55 75 95 115 135 155 175 195 I-04 II-04 III-04 IV-04 I-05 II-05 III-05 IV-05 I-06 II-06 III-06 IV-06 I-07 II-07 III-07 IV-07 I-08 II-08 III-08 IV-08 I-09 II-09 III-09 IV-09 I-10 II-10 III-10 IV-10 I-11 II-11 III-11 IV-11 I-12 II-12 III-12 IV-12 I-13 II-13 III-13 IV-13 I-14 Terziario Produttivo Commerciale In Figura 9 si riporta, per ciascun settore, la serie delle variazioni percentuali tendenziali annue registrate ogni trimestre dal 2004. I grafici evidenziano variazioni negative accentuate a partire dal 2009. Poche sono, infatti, le eccezioni riscontrate: la lieve crescita del settore terziario nel IV trimestre del 2009, quella del settore produttivo riscontrata nell’ultimo trimestre del 2010, i rialzi del terziario e del produttivo nel II trimestre 2011 e infine le variazioni tutte positive registrate nel III trimestre del 2011. Dopo i forti cali del 2012, all’inizio del 2013 si osserva anche per i settori non residenziali una decelerazione del trend negativo. Nel terzo e quarto trimestre del 2013 si aggravano nuovamente le perdite per tutti i settori per poi attenuarsi nel I trimestre 2014 per i settori terziario e produttivo e ricominciare a crescere per il commerciale. 3 Si ricorda che quanto riscontrato dipende in parte dagli effetti che ha avuto sul mercato l’entrata in vigore, il 1° gennaio 2014, del nuovo regime delle imposte di registro, ipotecaria e catastale applicabile agli atti di trasferimento a titolo oneroso di diritti reali immobiliari ai sensi dell’ Articolo 10 del D.lgs.14 marzo 2011, n. 23.
  16. 16. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 13 Figura 9: Serie delle variazioni % tendenziali del NTN settori commerciale, terziario e produttivo 10,2% 1,5% 27,9% -0,5% 13,2% 11,9% -41,7% 1,5% -4,2% -12,1% 47,3% -14,0% -13,2% -15,4% -12,8% -20,6% -19,2% -4,2% -18,8% 0,7% -1,3% -14,1% -3,0% -3,5% -4,4% 4,2% 2,0% -16,5% -19,6% -32,7% -27,6% -25,6% -9,2% -10,6% -11,7% -12,4% -10,3% I04-05 II04-05 III04-05 IV04-05 I05-06 II05-06 III05-06 IV05-06 I06-07 II06-07 III06-07 IV06-07 I07-08 II07-08 III07-08 IV07-08 I08-09 II08-09 III08-09 IV08-09 I09-10 II09-10 III09-10 IV09-10 I10-11 II10-11 III10-11 IV10-11 I11-12 II11-12 III11-12 IV11-12 I12-13 II12-13 III12-13 IV12-13 I13-14 Terziario 0,6% 4,8%4,5% -1,6% 7,2% -0,4% -26,1% -1,7% -6,4% -10,5% 20,3% -12,7% -8,0% -10,9% -12,7% -16,0% -23,2% -13,7% -17,7% -12,7% -0,5% -4,7% -10,0% -2,0% -8,8% -5,5% 11,8% -6,4% -17,6% -28,5% -29,7% -23,0% -8,6% -2,6% -8,1%-9,7% 4,7% I04-05 II04-05 III04-05 IV04-05 I05-06 II05-06 III05-06 IV05-06 I06-07 II06-07 III06-07 IV06-07 I07-08 II07-08 III07-08 IV07-08 I08-09 II08-09 III08-09 IV08-09 I09-10 II09-10 III09-10 IV09-10 I10-11 II10-11 III10-11 IV10-11 I11-12 II11-12 III11-12 IV11-12 I12-13 II12-13 III12-13 IV12-13 I13-14 Commerciale 1,8% 4,4% 9,1% 14,4% 33,4% 13,8% -47,5% 0,6% -18,4% -4,7% 80,0% -16,3% 3,0% -11,7% -3,6% -18,8% -32,2% -19,0%-17,0% -11,4% -0,2% -4,2% -16,9% 4,0% -2,0% 5,9% 32,8% -5,5% -7,8% -26,3% -25,8% -17,1% -5,9% -6,5% -9,4% -8,8% -0,8% I04-05 II04-05 III04-05 IV04-05 I05-06 II05-06 III05-06 IV05-06 I06-07 II06-07 III06-07 IV06-07 I07-08 II07-08 III07-08 IV07-08 I08-09 II08-09 III08-09 IV08-09 I09-10 II09-10 III09-10 IV09-10 I10-11 II10-11 III10-11 IV10-11 I11-12 II11-12 III11-12 IV11-12 I12-13 II12-13 III12-13 IV12-13 I13-14 Produttivo
  17. 17. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 14 Il settore terziario Il settore terziario, che comprende le unità immobiliari censite in catasto come uffici e istituti di credito, con 2.134 NTN mostra nel I trimestre 2014 un tasso tendenziale pari a -10,3%, proseguendo in tal modo il trend negativo che vede il comparto in perdita da dieci trimestri consecutivi. Tra le diverse aree geografiche la contrazione maggiore si riscontra al Centro, -24,9%, segue il Sud con un calo del 9,8% e infine il Nord perde il 4,6% degli scambi del settore (Figura 10 e Tabella 5). Figura 10: NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua settore terziario per macro area geografica Itrim12 IItrim12 IIItrim12 IVtrim2012 Itrim13 IItrim13 IIItrim13 IVtrim13 Itrim2014 -17,9% -23,1% -20,8% -19,6% -31,4% -38,1% -30,1% -32,7% -25,9% -23,6% -35,6% -27,6% -23,8% -28,6% -27,6% -25,6% -12,4% -0,3% -9,2% -9,2%-10,8% -9,6% -11,1% -10,6% -7,0% -17,3% -19,6% -11,7%-10,8% -6,7% -22,9% -12,4% -4,6% -24,9% -9,8% -10,3% 0 1.000 2.000 3.000 4.000 5.000 6.000 7.000 8.000 Nord Centro Sud Italia Tabella 5: NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua settore terziario per macro area geografica Area I trim 2013 II trim 2013 III trim 2013 IV trim 2013 I trim 2014 var % III trim 12-13 var % IV trim 12-13 var % I trim 13-14 Nord 1.349 1.374 1.192 1.727 1.287 -7,0% -10,8% -4,6% Centro 542 500 391 586 407 -17,3% -6,7% -24,9% Sud 487 469 351 484 439 -19,6% -22,9% -9,8% Italia 2.378 2.343 1.935 2.798 2.134 -11,7% -12,4% -10,3% L’andamento dei numeri indice NTN trimestrali, riportato nel grafico di Figura 11, evidenzia che dal 2004, confrontando trimestri omologhi, il mercato del settore terziario risulta più che dimezzato al Centro e con perdite intorno al -46% al Nord e -41% circa al Sud.
  18. 18. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 15 Figura 11: Numero indice NTN trimestrale settore terziario per macro area geografica 51,8 53,5 42,2 58,9 35 55 75 95 115 135 155 175 195 I-04 II-04 III-04 IV-04 I-05 II-05 III-05 IV-05 I-06 II-06 III-06 IV-06 I-07 II-07 III-07 IV-07 I-08 II-08 III-08 IV-08 I-09 II-09 III-09 IV-09 I-10 II-10 III-10 IV-10 I-11 II-11 III-11 IV-11 I-12 II-12 III-12 IV-12 I-13 II-13 III-13 IV-13 I-14 Italia Nord Centro Sud La Figura 12, che riporta la serie delle variazioni tendenziali trimestrali a partire dal I trimestre 2005, evidenzia che dal IV trimestre del 2011 si sono riscontrati tassi sempre negativi in tutte le macro aree del paese. Figura 12: Serie delle variazioni % tendenziali del NTN settore terziario per macro area geografica 10,2% 1,5% 27,9% -0,5% 13,2% 11,9% -41,7% 1,5% -4,2% -12,1% 47,3% -14,0% -13,2% -15,4% -12,8% -20,6% -19,2% -4,2% -18,8% 0,7% -1,3% -14,1% -3,0% -3,5% -4,4% 4,2% 2,0% -16,5% -19,6% -32,7% -27,6% -25,6% -9,2% -10,6% -11,7% -12,4% -10,3% I04-05 II04-05 III04-05 IV04-05 I05-06 II05-06 III05-06 IV05-06 I06-07 II06-07 III06-07 IV06-07 I07-08 II07-08 III07-08 IV07-08 I08-09 II08-09 III08-09 IV08-09 I09-10 II09-10 III09-10 IV09-10 I10-11 II10-11 III10-11 IV10-11 I11-12 II11-12 III11-12 IV11-12 I12-13 II12-13 III12-13 IV12-13 I13-14 Italia Nord Centro Sud Analizzando le province delle maggiori città italiane, risultano andamenti molto differenziati, anche in considerazione dell’esiguo numero di compravendite che si registrano in un trimestre, per cui le variazioni percentuali possono risultare elevate a fronte di lievi variazioni in termini assoluti. Nel I trimestre 2014 nelle province delle otto principali città italiane per popolazione si sono avute complessivamente 656 compravendite (NTN) per il settore terziario che perde il 2,4% degli scambi rispetto al I trimestre del 2013. Come evidenziato nel grafico di Figura 13 le variazioni tendenziali negative si alternano ad alcune decisamente positive. I cali più sostenuti si registrano a Bologna, Napoli e Firenze e in decisa controtendenza risultano invece i mercati del settore terziario di Roma e Torino +19,6% e +15,3% rispettivamente.
  19. 19. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 16 Figura 13: NTN trimestrale principali province settore terziario RM MI TO GE NA PA BO FI I trim 12 135 322 66 29 72 42 64 44 II trim 12 158 329 77 33 73 37 66 62 III trim 12 174 235 52 34 59 23 67 28 IV trim 12 184 291 83 50 79 33 118 74 I trim 13 111 263 62 25 62 27 83 40 II trim 13 145 275 68 50 51 33 64 44 III trim 13 118 201 61 24 36 19 57 57 IV trim 13 187 367 94 42 63 38 85 48 I trim 2014 133 242 71 23 56 25 70 36 Var % I trim 14 - 13 19,6% -7,9% 15,3% -6,1% -10,2% -5,0% -16,3% -9,8% 0 100 200 300 400
  20. 20. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 17 Il settore commerciale Nel I trimestre del 2014, per il settore commerciale, si interrompe la serie negativa in corso dal IV trimestre 2011 e si registra una crescita del 4,7% (rispetto al I trimestre 2013). Il rialzo maggiore si registra al Sud (+6,7%), al Nord il mercato guadagna il 5,1% e al Centro l’1% (Figura 14 e Tabella 6). Figura 14: NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua settore commerciale per macro area geografica Itrim12 IItrim12 IIItrim12 IVtrim12 Itrim13 IItrim13 IIItrim13 IVtrim13 Itrim14 -17,1% -21,6% -15,3% -17,6% -25,5% -32,6% -30,2% -28,5% -34,4% -20,5% -28,2% -29,7% -22,1% -24,5% -23,3% -23,0% -8,2% -3,5% -12,9% -8,6% -8,1% 9,8% -2,4% -2,6% -6,7% -8,2% -10,2% -8,1%-7,7% -9,7% -13,0% -9,7% 5,1% 1,0% 6,7% 4,7% 0 1.000 2.000 3.000 4.000 5.000 6.000 7.000 8.000 9.000 10.000 11.000 12.000 13.000 14.000 15.000 Nord Centro Sud Italia Tabella 6: NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua settore commerciale per macro area geografica Area I trim 2013 II trim 2013 III trim 2013 IV trim 2013 I trim 2014 var % III trim 12-13 var % IV trim 12-13 var % I trim 13-14 Nord 2.895 2.979 2.375 3.506 3.043 -6,7% -7,7% 5,1% Centro 1.357 1.536 1.180 1.524 1.371 -8,2% -9,7% 1,0% Sud 1.710 1.897 1.425 1.972 1.826 -10,2% -13,0% 6,7% Italia 5.962 6.412 4.980 7.002 6.240 -8,1% -9,7% 4,7% Confrontando trimestri omologhi, complessivamente dal 2004 il settore commerciale nel I trimestre 2014 vede più che dimezzata la propria quota di mercato al Nord e al Centro, mentre al Sud risulta diminuita di circa il 54% (Figura 15).
  21. 21. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 18 Figura 15: Numero indice NTN trimestrale settore commerciale per macro area geografica 51,0 49,7 48,5 55,7 35 45 55 65 75 85 95 105 115 125 135 145 155 I-04 II-04 III-04 IV-04 I-05 II-05 III-05 IV-05 I-06 II-06 III-06 IV-06 I-07 II-07 III-07 IV-07 I-08 II-08 III-08 IV-08 I-09 II-09 III-09 IV-09 I-10 II-10 III-10 IV-10 I-11 II-11 III-11 IV-11 I-12 II-12 III-12 IV-12 I-13 II-13 III-13 IV-13 I-14 Italia Nord Centro Sud La Figura 16 mostra la serie delle variazioni tendenziali trimestrali a partire dal I trimestre 2005. Risulta per il settore commerciale che i tassi tendenziali, negativi ma in attenuazione nel corso del 2013, hanno finalmente invertito il segno in tutte le macro aree. Figura 16: Serie delle variazioni % tendenziali del NTN settore commerciale per macro area geografica 0,6% 4,8% 4,5% -1,6% 7,2% -0,4% -26,1% -1,7% -6,4% -10,5% 20,3% -12,7% -8,0% -10,9% -12,7% -16,0% -23,2% -13,7% -17,7% -12,7% -0,5% -4,7% -10,0% -2,0% -8,8% -5,5% 11,8% -6,4% -17,6% -28,5% -29,7% -23,0% -8,6% -2,6% -8,1% -9,7% 4,7% I04-05 II04-05 III04-05 IV04-05 I05-06 II05-06 III05-06 IV05-06 I06-07 II06-07 III06-07 IV06-07 I07-08 II07-08 III07-08 IV07-08 I08-09 II08-09 III08-09 IV08-09 I09-10 II09-10 III09-10 IV09-10 I10-11 II10-11 III10-11 IV10-11 I11-12 II11-12 III11-12 IV11-12 I12-13 II12-13 III12-13 IV12-13 I13-14 Italia Nord Centro Sud Le otto principali province con 1.999 NTN segnano complessivamente una crescita del 4,7%, con il mercato di Bologna che spicca per aver raddoppiato le compravendite rispetto al I trimestre del 2013. Buoni risultati si registrano a Napoli e Palermo con rialzi superiori al 10%. Il mercato della provincia di Torino guadagna circa l’8% mentre le altre province sono in perdita con tassi che variano dal -3,6% di Roma al -12,3% di Genova.
  22. 22. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 19 Figura 17: NTN trimestrale principali province settore commerciale RM MI TO GE NA PA BO FI I trim 12 439 598 269 114 258 101 119 146 II trim 12 466 655 311 118 257 112 119 146 III trim 12 433 521 205 95 244 57 89 113 IV trim 12 539 773 291 105 368 125 151 192 I trim 13 431 606 234 91 239 66 93 148 II trim 13 495 545 273 83 282 103 131 142 III trim 13 375 446 180 74 176 64 92 131 IV trim 13 505 667 280 94 271 105 164 170 I trim 14 416 574 253 80 265 78 195 139 Var % I trim 14 - 13 -3,6% -5,4% 8,4% -12,3% 10,8% 17,8% 109,3% -6,1% 0 200 400 600 800 1000
  23. 23. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 20 Il settore produttivo Il settore produttivo, (capannoni e industrie), registra nel I trimestre 2014 ancora una volta un tasso di variazione tendenziale negativo, anche se in decisa riduzione rispetto a quello riscontrato nel trimestre precedente (-0,8% vs -8,8%). Tra le macro aree nel I trimestre 2014 il Nord mostra un rialzo, +6,4%, il Sud perde il 13,3% e infine il Nord segna un calo del -17,2% (Figura 18 e Tabella 7). Figura 18: NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua settore produttivo per macro area geografica Itrim12 IItrim12 IIItrim12 IVtrim12 Itrim13 IItrim13 IIItrim13 IVtrim13 Itrim14 -10,3% -20,6% 18,8% -7,8% -27,8% -26,0% -20,5% -26,3%-27,1% -27,0% -19,8% -25,8% -14,9% -25,0% -19,2% -17,1% -5,4% 8,8% -19,1% -5,9% -9,3% -1,0% -1,3% -6,5% -7,7% -18,4% -8,1% -9,4% -12,3% 21,7% -18,6% -8,8% 6,4% -17,2% -13,3% -0,8% 0 1.000 2.000 3.000 4.000 5.000 6.000 7.000 Nord Centro Sud Italia Tabella 7: NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua settore produttivo per macro area geografica Area I trim 2013 II trim 2013 III trim 2013 IV trim 2013 I trim 2014 var % III trim 12-13 var % IV trim 12-13 var % I trim 13-14 Nord 1.429 1.412 1.323 1.955 1.521 -7,7% -12,3% 6,4% Centro 368 383 272 515 305 -18,4% 21,7% -17,2% Sud 349 420 388 432 303 -8,1% -18,6% -13,3% Italia 2.147 2.215 1.983 2.902 2.129 -9,4% -8,8% -0,8% Complessivamente dal 2004 il settore produttivo perde, confrontando trimestri omologhi, nel I trimestre 2014 circa il 3,5% dei volumi di scambio; tra le macro aree il Centro mostra un calo del 46%, il Nord e il Sud rispettivamente del 33% e 28% circa(Figura 19). Dalla Figura 20, che mostra la serie delle variazioni tendenziali trimestrali a partire dal I trimestre 2005, si rileva che, dopo il picco negativo che ha accomunato le tre macro aree nel I trimestre 2009, nei trimestri successivi le flessioni si sono attenuate anche con qualche segno positivo fino alle variazioni tendenziali tutte positive del II e del III trimestre del 2011. Con l’eccezione dei rialzi registrati al Sud tra il II trimestre 2011 e il I trimestre 2012, il trend negativo è proseguito per tutte le aree fino al IV trimestre 2012. I cali si sono attenuati nel I trimestre 2013 con il Centro che mostrava un’inversione di tendenza. Nel II e nel III trimestre 2013 le perdite sono proseguite
  24. 24. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 21 con tassi tendenziali più o meno accentuati tra le macro aree e nel IV trimestre 2013 al Centro si registra quella ripresa che però non si conferma nel I trimestre del 2014, periodo nel quale però provano a rialzarsi le altre due macroaree. Figura 19: Numero indice NTN trimestrale settore produttivo per macro area geografica 65,2 66,8 53,6 72,2 40 60 80 100 120 140 160 180 200 220 I-04 II-04 III-04 IV-04 I-05 II-05 III-05 IV-05 I-06 II-06 III-06 IV-06 I-07 II-07 III-07 IV-07 I-08 II-08 III-08 IV-08 I-09 II-09 III-09 IV-09 I-10 II-10 III-10 IV-10 I-11 II-11 III-11 IV-11 I-12 II-12 III-12 IV-12 I-13 II-13 III-13 IV-13 I-14 Italia Nord Centro Sud Figura 20: Serie delle variazioni percentuali tendenziali del NTN settore produttivo per macro area geografica 1,8% 4,4% 9,1% 14,4% 33,4% 13,8% -47,5% 0,6% -18,4% -4,7% 80,0% -16,3% 3,0% -11,7% -3,6% -18,8% -32,2% -19,0% -17,0% -11,4% -0,2% -4,2% -16,9% 4,0% -2,0% 5,9% 32,8% -5,5% -7,8% -26,3% -25,8% -17,1% -5,9% -6,5% -9,4% -8,8% -0,8% I04-05 II04-05 III04-05 IV04-05 I05-06 II05-06 III05-06 IV05-06 I06-07 II06-07 III06-07 IV06-07 I07-08 II07-08 III07-08 IV07-08 I08-09 II08-09 III08-09 IV08-09 I09-10 II09-10 III09-10 IV09-10 I10-11 II10-11 III10-11 IV10-11 I11-12 II11-12 III11-12 IV11-12 I12-13 II12-13 III12-13 IV12-13 I13-14 Italia Nord Centro Sud Nelle otto province delle principali città nel I trimestre del 2014 si sono registrate 476 transazioni, 2,4% rispetto al I trimestre del 2013. Gli andamenti delle singole province, evidenziati nel grafico di Figura 21, mostrano segni discordi. Tra le provincie, le perdite si osservano a Palermo, -50%, Torino, -25,5% e Roma, -12,9%. In rialzo risultano le altre province e spiccano le performance di Genova (+45,3%), Bologna (+23,9%) e Milano (+23,1%).
  25. 25. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 22 Figura 21: NTN trimestrale principali province settore produttivo RM MI TO GE NA PA BO FI I trim 12 41 149 145 25 33 15 62 31 II trim 12 43 173 143 30 41 9 58 38 III trim 12 45 143 92 19 37 5 45 20 IV trim 12 40 219 169 37 36 8 98 27 I trim 13 45 142 138 9 27 12 61 32 II trim 13 47 176 119 10 25 11 36 37 III trim 13 28 148 85 13 26 25 56 23 IV trim 13 55 178 172 18 29 13 68 42 I trim 14 39 174 103 13 32 6 75 34 Var % I trim 14-13 -12,9% 23,1% -25,5% 45,3% 18,5% -50,0% 23,9% 5,7% 0 100 200 300
  26. 26. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 23 Fonti e criteri metodologici Le fonti utilizzate I dati elaborati sono contenuti negli archivi delle banche dati catastali, di pubblicità immobiliare e dell’Osservatorio Mercato Immobiliare (OMI) dell’Agenzia delle Entrate. Dalle Banche Dati Catastali sono desunte le informazioni relative alla consistenza degli stock esistenti di unità immobiliari per alcune categorie catastali. Dalle Banche Dati della Pubblicità immobiliare (ex Conservatorie) sono desunte le informazioni relative alle unità immobiliari (esclusi i terreni) compravendute. I dati sono stati estratti il 23 maggio 2014 e si riferiscono al I trimestre 2014, salvo possibili registrazioni avvenute oltre i termini di legge. Si tratta in ogni caso di quantità residuali non rilevanti ai fini statistici, che sono comunque riportate per il consolidamento finale del dato. Per tale ragione il trimestre corrente e quello precedente possono variare nel numero assoluto nelle pubblicazioni successive. Il dato si consolida definitivamente a distanza dei due successivi trimestri. Dalle Banche dati delle Quotazioni OMI sono desunte le informazioni relative ai valori immobiliari delle tipologie residenziali (abitazioni di tipo economico, abitazioni civili, abitazioni signorili, ville e villini). Copertura territoriale dei dati I dati relativi ai volumi di compravendite riguardano l’intero territorio nazionale ad eccezione delle province di Bolzano, Trento, Gorizia e Trieste, in quanto il catasto e/o gli uffici di pubblicità immobiliare sono gestiti localmente. I criteri metodologici adottati L’elaborazione dei dati, con particolare riferimento alla natura tipologica degli immobili, impone l’adozione di alcuni criteri convenzionali basati sulle categorie catastali in uso e su ulteriori categorie adottate ai fini della nota di trascrizione. Limitatamente al settore residenziale la questione è meno controversa, mentre per le pertinenze nella categoria affluiscono anche immobili non pertinenziali di abitazioni. Tuttavia, la prevalenza in queste due categorie catastali, almeno per l’analisi degli andamenti e della distribuzione territoriale, di cantine e posti auto fa propendere per considerare l’aggregato tout court come pertinenze delle abitazioni. Di seguito è riportata la tabella delle aggregazioni delle categorie catastali adottate ai fini delle analisi presentate nella nota. Glossario NTN Numero di transazioni di unità immobiliari “normalizzate” (Le compravendite dei diritti di proprietà sono “contate” relativamente a ciascuna unità immobiliare tenendo conto della quota di proprietà oggetto di transazione; ciò significa che se di un’unità immobiliare è compravenduta una frazione di quota di proprietà, per esempio il 50%, essa non è contata come una transazione, ma come 0,5 transazioni). Macro aree geografiche Nord: Liguria, Lombardia, Piemonte, Valle D`Aosta, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Veneto; Centro: Lazio, Marche, Toscana, Umbria; Sud: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia.
  27. 27. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 24 Tabella delle aggregazioni delle categorie catastali SETTORE RESIDENZIALE (Categoria catastale) (Descrizione) A1 A2 A3 A4 A5 A6 A7 A8 A9 A11 Abitazione di tipo signorile Abitazioni di tipo civile Abitazioni di tipo economico Abitazioni di tipo popolare Abitazioni di tipo ultrapopolare Abitazioni di tipo rurale Abitazione in villino Abitazione in villa Castelli, palazzi di pregio artistici o storici. Abitazioni ed alloggi tipici dei luoghi. PERTINENZE MAGAZZINI/ CANTINE C/2 Magazzini e locali di deposito BOX / POSTI AUTO C/6 e C/7 Stalle, scuderie, rimesse, autorimesse Tettoie chiuse o aperte SETTORE NON RESIDENZIALE TERZIARIO A10 D5 Uffici Istituti di credito COMMERCIALE C1 e C3 D8 D2 Negozi e Laboratori Edifici Commerciali Alberghi PRODUTTIVO D1 e D7 Capannoni industriali ALTRO GRUPPO B Unità immobiliari nelle categorie da B1 a B8 destinate all’uso di alloggi collettivi, case di cura ed ospedali, prigioni, uffici pubblici, scuole, biblioteche, musei, ecc. GRUPPO C Unità immobiliari nelle categorie C4 e C5: fabbricati per arti e mestieri, stabilimenti balneari e di acque curative. GRUPPO D Unità immobiliari nelle categorie D3, D4, D6, D9 e D10 destinate all’uso di teatri, cinematografi, case di cura ed ospedali (con fine di lucro), fabbricati e locali per esercizi sportivi, scuole private, ecc. GRUPPO E Unità immobiliari nelle categorie da E1 a E9 destinate all’uso pubblico ed interesse collettivo quali stazioni per servizi di trasporto, fabbricati per l’esercizio pubblico dei culti, ecc. UNITA’ NON CLASSIFICABILI Unità immobiliari per le quali non è desumibile la categoria catastale dalla nota Unica di trascrizione e registrazione.
  28. 28. NOTA TRIMESTRALE I trimestre 2014 25 Indice delle figure Figura 1: Numero indice NTN trimestrale................................................................................................................................................3 Figura 2: Serie delle variazioni % tendenziali NTN trimestrale ................................................................................................................4 Figura 3: NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua settore residenziale per macro area geografica ......................................5 Figura 4: Numero indice NTN trimestrale settore residenziale per macro area geografica ....................................................................6 Figura 5: Serie delle variazioni % NTN trimestrale settore residenziale per macro area geografica .......................................................6 Figura 6: Numero indice NTN trimestrale settore residenziale capoluoghi e non capoluoghi per macro area geografica .....................8 Figura 7 a: Numero indice NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua settore residenziale principali città e relative province (base = I trim. 2004)...............................................................................................................................................................................10 Figura 8: Numero indice NTN trimestrale per i settori terziario, commerciale e produttivo ................................................................12 Figura 9: Serie delle variazioni % tendenziali del NTN settori commerciale, terziario e produttivo......................................................13 Figura 10: NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua settore terziario per macro area geografica ........................................14 Figura 11: Numero indice NTN trimestrale settore terziario per macro area geografica......................................................................15 Figura 12: Serie delle variazioni % tendenziali del NTN settore terziario per macro area geografica ...................................................15 Figura 13: NTN trimestrale principali province settore terziario ...........................................................................................................16 Figura 14: NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua settore commerciale per macro area geografica.................................17 Figura 15: Numero indice NTN trimestrale settore commerciale per macro area geografica...............................................................18 Figura 16: Serie delle variazioni % tendenziali del NTN settore commerciale per macro area geografica............................................18 Figura 17: NTN trimestrale principali province settore commerciale....................................................................................................19 Figura 18: NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua settore produttivo per macro area geografica ....................................20 Figura 19: Numero indice NTN trimestrale settore produttivo per macro area geografica ..................................................................21 Figura 20: Serie delle variazioni percentuali tendenziali del NTN settore produttivo per macro area geografica ................................21 Figura 21: NTN trimestrale principali province settore produttivo .......................................................................................................22 Indice delle tabelle Tabella 1: NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua ................................................................................................................2 Tabella 2: NTN e variazione % tendenziale annua settore residenziale, capoluoghi e non capoluoghi, macro area geografica.............7 Tabella 3: Variazione % tendenziale annua settore residenziale per capoluoghi e non capoluoghi .......................................................7 Tabella 4: NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua settore residenziale principali città e relative province .........................9 Tabella 5: NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua settore terziario per macro area geografica.........................................14 Tabella 6: NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua settore commerciale per macro area geografica .................................17 Tabella 7: NTN trimestrale e variazione % tendenziale annua settore produttivo per macro area geografica.....................................20

×