Your SlideShare is downloading. ×
0
AIBEIl supportoall’economia del Paesenell’anno 2012Milano, 18 giugno 2013
Indice della presentazione1. Modalità di insediamento e dati di struttura2. Il ruolo degli investitori esteri sul debito p...
Modalità di insediamento e dati di struttura 1/2Filiali, filiazioni ed Uffici di Rappresentanza102 banche estere totali (s...
Modalità di insediamento e dati di struttura 1/2Sportelli e personale delle banche estereLe banche estere complessivamente...
Il ruolo degli investitori esteri sul debito pubblico italiano0%10%20%30%40%50%60%02004006008001.0001.2001.4001.6001.8002....
Il sostegno agli investimenti 1/3Debt Capital Markets (DCM)La crescita del mercato rispetto al 2011 rifletteil ritorno di ...
100%9Il sostegno agli investimenti 2/3Prestiti sindacatiDebole crescita del compartoE’ cresciuta significativamente la quo...
Il sostegno al processo di capitalizzazione delle impresePrivate equity e venture capital35% della raccolta 2012 proviene ...
il supporto alle operazioni di M&A4 delle prime 10operazioni (12mld. di euro dicontrovalore)Focus prime 10 operazioniGli i...
Impieghi e raccolta 1/310%15%20%25%30%bancheimpresefamiglieImpieghi per controparteCresce la quota di impieghi verso banch...
Impieghi e raccolta 2/3Alcune informazioni di dettaglio di alcune strutture retailTotaleattivoCrediti versoclientelaRaccol...
Impieghi e raccolta 3/3Raccolta: depositiProsegue la dinamica espansiva deidepositi (12,4% a fine 2012)Altre voci del pass...
Credito specializzatoNonostante il calo del mercato del credito alconsumo e nel leasing la quota degli operatoriesteri è r...
Risparmio gestitoAsset management Considerando gestione collettiva e diportafoglio, gli AUM gestiti da gruppi didiritto es...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Aibe: il supporto all'economia del Paese nell'anno 2012

2,879

Published on

Il Quarto rapporto sulla situazione delle banche estere in Italia nel 2012 presentato dall'Aibe

Published in: Real Estate
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
2,879
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
6
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Aibe: il supporto all'economia del Paese nell'anno 2012"

  1. 1. AIBEIl supportoall’economia del Paesenell’anno 2012Milano, 18 giugno 2013
  2. 2. Indice della presentazione1. Modalità di insediamento e dati di struttura2. Il ruolo degli investitori esteri sul debito pubblico italiano3. Il sostegno agli investimenti4. Il sostegno delle banche estere al processo di capitalizzazionedelle imprese5. Il supporto alle operazioni di M&A6. Impieghi e raccolta nel sistema bancario italiano7. Credito specializzato8. Risparmio gestito2
  3. 3. Modalità di insediamento e dati di struttura 1/2Filiali, filiazioni ed Uffici di Rappresentanza102 banche estere totali (stabili su 2011)78 filiali (9 extra UE)24 filiazioni20406080100120140Filiali extra UEFiliali UETotale filiazioniUdR extra UEUdR UE3I paesi di provenienza delle filiali sonosoprattutto: Francia (17) Germania(16) e Spagna (13)0202008 2009 2010 2011 20122008 2009 2010 2011 2012Filiali UE 69 71 66 69 69Filiali extra UE 10 10 9 9 9Totale Filiali 79 81 75 78 78Totale filiazioni 21 21 23 24 24Uffici di Rappresentanza UE 13 10 9 9 5Uffici di Rappresentanza extra UE 5 5 4 5 4Totale Uffici di Rappresentanza 18 15 13 14 9
  4. 4. Modalità di insediamento e dati di struttura 1/2Sportelli e personale delle banche estereLe banche estere complessivamente detengonocirca 2.600 sportelli, pari a circa l’8% del totaleFiliali e filiazioni: distribuzione del personale (2010/12)N° di banche(a)N° di sportelli(b)N° disuccursaliN° disportelli% su n°banche% su n°sportelli2001 830 29.270 60 109 7,2 0,42002 814 29.926 60 106 7,4 0,42003 788 30.480 61 90 7,7 0,32004 778 30.944 60 104 7,7 0,32005 784 31.501 66 108 8,4 0,32006 793 32.338 74 128 9,3 0,42007 806 33.229 79 155 9,8 0,52008 799 34.146 82 224 10,3 0,72009 788 34.036 82 303 10,4 0,92010 760 33.640 75 297 9,9 0,9Banche operanti in Italia Succursali di banche estereBanche e sportelli in ItaliaData4Il personale, nel 2012 pari a circa 37.000 unità, di cui circa6.000 risorse impiegate presso le filiali e 31.000 presso lefiliazioni. Negli ultimi due anni il dato è rimasto stabile, ma èaumentata l’incidenza sul totale, visto che la variazione tra2010 e 2012 a livello di sistema è stata pari a –7%.Filiali e filiazioni: distribuzione del personale (2010/12)2010 760 33.640 75 297 9,9 0,92011 740 33.607 78 318 10,5 0,92012 706 32.881 78 325 10,5 0,92010 2011 2012Banche italiane 292.239 287.390 268.766Filiali di banche estere 6.397 6.178 5.957Filiazioni 30.874 31.884 31.340Totale banche estere 37.271 38.062 37.297Totale sistema bancario 329.510 325.452 306.063
  5. 5. Il ruolo degli investitori esteri sul debito pubblico italiano0%10%20%30%40%50%60%02004006008001.0001.2001.4001.6001.8002.000dic-09 giu-10 dic-10 giu-11 dic-11 giu-12 dic-12Debitolordoetitolidetenutidanonresidenti(mld.dieuro)stock debito lordo titoli detenuti da non residenti% debito detenuto da non residenti % titoli detenuta da non residentiLe movimentazioni sui titoli del debito pubblico da nonresidenti sono state molto diverse tra la prima e laseconda metà del 2012fino ad aprile: deflusso netto 50 miliardi di euroda maggio a dicembre: acquisti netti di 8 miliardiLe emissioni più recenti hanno visto un’ampiapartecipazione di sottoscrittori esteri (BTP 30 annimaggio 2013: 57%)Le negoziazioni all’ingrosso su MTS5La quota di mercato su MTS degli operatori esteri resta moltosignificativa, sebbene in calo rispetto al 2011su MTS Cash: 82% (–4 p.p.)su MTS Repo: 61% (–15 p.p.)Tra il 2002 e il 2011 la quota media dei partecipanti esteri è statapari al 69% (MTS Cash) e al 59% (MTS Repo)I volumi medi scambiati sui due mercati, dopo il calo della primaparte d’anno, sono significativamente aumentatiIl trend sembra proseguire anche nei primi mesi del 2013Il 90% dei market maker su BondVision sono primarie bancheinternazionali estere
  6. 6. Il sostegno agli investimenti 1/3Debt Capital Markets (DCM)La crescita del mercato rispetto al 2011 rifletteil ritorno di condizioni di fiducia sulle emissioniE’ cresciuta la quota degli operatori esteri,20%30%40%50%60%70%406080100120140160Ctvl.(mld.dieuro)media 2005/07: 130 mld.67%quota intermediata congiunta conoperatori nazionali6soprattutto il pool con banche italianeSettori destinatari: finanziario, Utility & Energy,automobilistico e telecomunicazioniLe operazioni più rilevanti hanno riguardatoemissioni di banche e delle principali LCitaliane0%10%20%020402005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012Ctvl. emissioni quota % interm. esteri (scala dx.) quota % interm. italianied esteri (joint, scala dx.)
  7. 7. 100%9Il sostegno agli investimenti 2/3Prestiti sindacatiDebole crescita del compartoE’ cresciuta significativamente la quota degli operatoriesteri, soprattutto il pool con banche italianeSettori destinatari: utility & energy, TLC e aerospazialecon una più limitata diversificazione rispetto agli anniprecedenti55%0%10%20%30%40%50%60%70%80%01020304050607080901002005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012Ctvl.(mld.dieuro)media 2005/07: 67 mld.quota intermediata considerando anchel’operatività congiunta con gli operatori nazionali78%0%10%20%30%40%50%60%70%80%90%100%01234567892005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012Ctvl.(mld.dieuro)Ctvl. emissioni quota % interm.esteri (scala dx.)media 2005/07: 6,3 mld.7Project finance55%Nonostante il calo del comparto, la presenza deisoggetti esteri non è venuta menoSettori destinatari: energie (soprattutto rinnovabili)e infrastruttureCtvl. emissioni quota % interm.esteri (scala dx.)quota % interm. italianied esteri (joint, scala dx.)
  8. 8. Il sostegno al processo di capitalizzazione delle impresePrivate equity e venture capital35% della raccolta 2012 proviene dall’esteroIn forte calo la quota riconducibile ai fondi pan-europei(dal 51% al 30% del totale)Necessario sviluppare l’attrattività del comparto perattirare investitori esteri nel capitale di rischio delleimprese italiane100%18quota intermediata considerandoanche l’operatività congiunta congli operatori nazionali99%10%20%30%40%50%60%70%80%5001.0001.5002.0002.5003.0003.5004.0004.500% su raccolta totale(scala dx.)8Equity Capital Market0%10%20%30%40%50%60%70%80%90%02468101214162005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012Ctvl.(mld.dieuro) AnniCtvl. quota % interm.esteri (scala dx.)quota % interm. italiani edesteri (scala dx.)Poche operazioni realizzate ma la dimensione media delmercato si è stabilizzataEmittenti più attivi: comparto bancario-finanziario e energiaIn una società quotata su 3 vi è almeno un investitoreistituzionale esteroSu Star gli investitori esteri sono il 73% degli investitori qualificatigli operatori nazionali0%02005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012Raccolta indipendente estera Raccolta pan-europea
  9. 9. il supporto alle operazioni di M&A4 delle prime 10operazioni (12mld. di euro dicontrovalore)Focus prime 10 operazioniGli intermediari esteri sono staticoinvolti in qualità di advisor incirca i 3/4 delle operazioni diM&A realizzato sul mercatoitaliano nel 2012Settori più attivi: finanziario-assicurativo, costruzioni,utilities e nel compartoenergetico96 delle prime 10operazioni (5,2mld. di euro dicontrovalore)I Paesi da cui provengono leimprese “bidder” sono Canada,Francia, Germania, Qatar,Regno Unito e RussiaenergeticoGli advisor esteri, da soli o in pool, con operatori nazionali sonostati coinvolti in 7 delle prime 10 operazioni che hannoespresso oltre l’80% del controvalore riconducibile ad esse
  10. 10. Impieghi e raccolta 1/310%15%20%25%30%bancheimpresefamiglieImpieghi per controparteCresce la quota di impieghi verso banche efamiglieSi riduce al 12% la quota di mercato negliimpieghi alle impreseFlow-to-quality e politiche più selettivenelle erogazioni100%5%2010 2011 2012Con riferimento agli impieghi in titoli, laquota principale di attività finanziariedetenute dai soggetti esteri riguarda titolipubblici (56,2%) in aumento rispetto al2011. La quota di mercato, tuttavia, si èridotta in 2 anni dal 20% al 9%
  11. 11. Impieghi e raccolta 2/3Alcune informazioni di dettaglio di alcune strutture retailTotaleattivoCrediti versoclientelaRaccoltada clientelaNumerodi clientiNumero didipendentiReti ecanali distributiviBarclays c/c, carte, mutui e prestitipersonali, investimenti,prodotti assicurativifiliali, negozifinanziarind. circa 19 mld. permutuiresidenziali retailnd. oltre 800.000(2011)oltre 1.000 circa 190 filiali, oltre 150negozi finanziari a marchioBarclays Mutui e Prestiti,promotori finanziari e oltre650 agenti specializzati nellavendita di prodotti difinanziamento, 1 flagshipPremier (Milano)BNP Paribas(BNL SpA) (*)banca commerciale filiali 82,8 mld. 68,4 mld., di cui41,5 mld. inmutui44,7 mld. (racc. diretta),di cui 33 mld. in c/c edepositi libericirca 3 mln. diclienti privati(Gruppo BNL)13.711 (a fine 2012)presso la CapogruppoBNL SpAcirca 900DeutscheBank (*)raccolta diretta, carte,credito, finanziamentiimmobiliari, assetfiliali e promotorifinanziari,agenzie32,2 mld. 17,9 mld., di cui7,1 mld. permutui retail16,5 mld. (raccoltadiretta da clientela), dicui 11,8 c/c e depositind. 3.300 (a fine 2012) 339 sportelli, 1.500promotori finanziari, 146agenzie Prestitempo (creditoPrincipali dati di bilancio e di strutturaFiliale/Filiazionedi banca esteraPrincipali attività svoltein Italia (comparto retail)Modalità dipresenzain Italia11Le 5 banche estere analizzate (Barclays, BNP/BNL, Deutsche Bank, Gruppo Cariparma e ING) a fine 2012evidenziano uno stock di attivo di oltre 182 miliardi di euro, di cui circa 3/4 costituiti da crediti verso laclientela. Il portafoglio crediti si compone per oltre il 60% di mutui ipotecari.management specializzate nelcredito retailliberi al consumo) e 140 ufficiFinanza & Futuro (promotorifinanziari)Gruppo Cariparma -Friuladria CréditAgricole (**)banca commerciale,bancassicurazioni(prodotti vita), leasingfiliali 44,8 mld.(attivitànette)35,1 mld., di cui22,2 mld. permutui36,2 mld. (raccoltadiretta), di cui 21,2 inc/c e depositi liberi1,7 mln. di clienti 8.775 (a fine 2012) 882 (a fine 2012)ING Direct N.V. raccolta, mutuiresidenziali, trading on linebanca virtuale,agenti sulterritorio, filiali23 mld. 7 mld. per mutuiipotecari retail(2011)nd. oltre 1 mln. diclienti680 13 filiali, on line e "PuntoArancio"
  12. 12. Impieghi e raccolta 3/3Raccolta: depositiProsegue la dinamica espansiva deidepositi (12,4% a fine 2012)Altre voci del passivoDiminuisce il ricorso all’interbancario(–8,7% calo dei debiti verso banche)In crescita la raccolta di mercato, in6%8%10%12%14%impresefamiglietotale12,4%12In crescita la raccolta di mercato, incontrotendenza con il dato di sistemaLe banche estere mantengono vantagginelle condizioni di funding0%2%4%1 2 3 4 5
  13. 13. Credito specializzatoNonostante il calo del mercato del credito alconsumo e nel leasing la quota degli operatoriesteri è rimasta significativaIn peggioramento la qualità del creditoNel leasing è stata debole domanda diinvestimenti delle impreseNel factoring la quota è rimasta sostanzialmentestabile in un mercato in crescitaIl credito al consumo0102030405060702008 2009 2010 2011 2012Flussifinanziaricumulati(mld.euro)Intermediari esteri Intermediari italiani49%13Il leasing0510152025303540452008 2009 2010 2011 2012Controvalorestipulato(mld.euro)Intermediari esteri Intermediari italiani39%Il factoring0204060801001201401601802002008 2009 2010 2011 2012Turnover(mld.euro)Intermediari esteri Intermediari italiani21%
  14. 14. Risparmio gestitoAsset management Considerando gestione collettiva e diportafoglio, gli AUM gestiti da gruppi didiritto estero sono pari a 234 mld. di euroa fine 2012In alcuni comparti, inoltre, la quotaè più elevata (fondi aperti, 29%;gestione di patrimoni previdenziali,33%).Il patrimonio gestito da gruppi di diritto6%8%10%12%14%6008001.0001.2001.400moniogestito(mld.euro)QM media 2005/08: 12,4%20%14Il patrimonio gestito da gruppi di dirittoestero nel comparto dei fondi pensione(aperti e negoziali) è passato – in valoreassoluto – da 5,4 a 11,2 miliardi di euroda fine 2009 a fine 2012 (QM = 36%).In particolare, nei fondi negoziali aisoggetti esteri è riconducibile il 47%del mercatoGli AUM sono più che raddoppiatinell’ultimo triennio0%2%4%02004002005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012PatrimGruppi esteri Gruppi italiani % QM gruppi esteri(media 2005/08, scala dx.)
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×