Your SlideShare is downloading. ×
Integrazione e multimedialità
Integrazione e multimedialità
Integrazione e multimedialità
Integrazione e multimedialità
Integrazione e multimedialità
Integrazione e multimedialità
Integrazione e multimedialità
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Integrazione e multimedialità

198

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
198
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  1. TITOLO DEL PROGETTO Progetto : Integrazione e multimedialitàDocente Schiavi StefaniareferenteGruppo dei docenti Ins.Fimiani Anna coinvolti Ins.Schiavi Stefania Consiglio Scuola Primaria d’interclasse Di Lanzara Classi/sezioni IIIA-IIIB
  2. BISOGNI FORMATIVI RILEVATI Per definizione la multimedialità, su cui si basano le attività legate all’informatica, offre innumerevoli opportunità di attivare abilità e di consolidare capacità legate a diverse discipline scolastiche e a diversi aspetti dell’apprendimento: testi, immagini fisse, animazioni e video, suoni e musica, opere enciclopediche e di consultazione, offrono tutte l’occasione per ritrovare i legami trasversali fra le conoscenze e per accrescere le competenze personali possedute da ciascun alunno. Inoltre le peculiarità del mezzo costituiscono un’ottima occasione per sperimentare attività tradizionali attraverso mezzi tecnologici nuovi e nuove opportunità: basti pensare agli ipertesti, oppure alla possibilità di creare e rielaborare immagini o suoni, o di modificare e impaginare i propri scritti, di creare facilmente tabelle e grafici, di operare calcoli immediati, ecc. COERENZA ALL’INTERNO DEL P.O.F.Il nostro P.O.F. prevede il Progetto per incrementare la conoscenza el’utilizzo del supporto informatico favorendo lavori di gruppo a classi aperte el’integrazione degli alunni diversamente abili DESTINATARI PLESSI SEZIONI/CLASSI GRUPPI DI ALUNNI Lanzara IIIA-IIIB 2gruppi classe
  3. Numero complessivo degli alunni coinvolti 34Numero complessivo dei docenti coinvolti 2Numero delle ore complessive richieste per il progetto curriculareNumero dei collaboratori scolastici richiesti durante ____le ore del progettoIndicare se il progetto è seguito anche da un alunno diversamente abile o Si OBIETTIVI FORMATIVI Alfabetizzazione Per definizione la multimedialità, su cui si basano le attività legate all’informatica, offre innumerevoli opportunità di attivare abilità e di consolidare capacità legate a diverse discipline scolastiche e a diversi aspetti dell’apprendimento: testi, immagini fisse, animazioni e video, suoni e musica, opere enciclopediche e di consultazione, offrono tutte l’occasione per ritrovare i legami trasversali fra le conoscenze e per accrescere le competenze personali possedute da ciascun alunno. Inoltre le peculiarità del mezzo costituiscono un’ottima occasione per sperimentare attività tradizionali attraverso mezzi tecnologici nuovi e nuove opportunità: basti pensare agli ipertesti, oppure alla possibilità di creare e rielaborare immagini o suoni, o di modificare e impaginare i propri scritti, di creare facilmente tabelle e grafici, di operare calcoli immediati, ecc.
  4. Aree di lavoro possibili Le AREE DI LAVORO POSSIBILI, creano un quadro ampio delle opportunità formative dei software (programmi) a disposizione o comunque reperibili in un secondo momento. Nello schema vengono proposti 6 nuclei di lavoro, trasversali a diverse discipline: 1 - creazione, elaborazione, utilizzo di immagini 2 - elaborazione testi ed impaginazione 3- consultazione di opere multimediali 4)giochi multimediali a carattere didattico Per ciascun nucleo sono delineati i riferimenti ai software e ai mezzi che consentono lattuazione di percorsi didattici e la realizzazione di attività, secondo gli obiettivi formativi e didattici che, di volta in volta, potranno venire scelti e prefissati dagli insegnanti. •Recupero e sostegno Un terzo aspetto (pur sempre didattico, ma più specifico quando venga gestito al computer) è evidenziato nel diagramma RECUPERO E SOSTEGNO: sono qui elencati alcuni possibili settori di intervento mirato per il consolidamento di abilità, competenze e conoscenze specifiche o per il recupero e lo sviluppo di capacità personali. Tali interventi
  5. richiedono, per essere attuati, che siano prima di tutto rilevate le effettive difficoltà negli alunni, che si intervenga con software adatto oppure, in altri casi, con opportune esercitazioni con i programmi già a disposizione, ma, soprattutto che si lavori a livello individuale o a piccoli gruppi, per tempi di consolidamento adeguati, registrando le difficoltà e i progressi nelle esercitazioni specifiche. In caso di handicap grave le possibilità di intervenire mediante il computer possono, a volte, richiedere anche accessori adatti (come particolari tipi di mouse o tastiera semplificata). ARTICOLAZIONE E CONTENUTI DELLE ATTIVITA’ Intero anno scolastico 1 oraTEMPI DI ATTUAZIONE settimanale per ciascun gruppo classe SPAZI Aula Aula multimediale Aula per l’insegnamento
  6. individualizzato • L’hardwareTEMI,CONTENUTI,ARGOMENTI • Il software METODOLOGIE Lezioni teorico-pratiche sulle componenti hardware essenziali Lezioni teorico-pratiche su’utilizzo di alcuni software : STRUMENTI E TECNOLOGIE • P.C. • DVD • CD • SOFTWARE MODALITA’ DI VERIFICA E VALUTAZIONE QuindicinaleTEMPI E FASI DELLA VERIFICA STRUMENTI DI VERIFICA • Questionari • Griglie • Giochi
  7. • Lavori di gruppo IstogrammiMODALITA’ D’INTERPRETAZIONE- Diagrammi di flusso VALUTAZIONE DEI RISULTATI DELLA VERIFICA PRESENTAZIONI IN P.P. DOCUMENTAZIONE IPERTESTI FIRMA DEL DOCENTE RESPONSABILECASTEL SAN GIORGIO,__/__/___ FIRMA DEI DOCENTI PARTECIPANTI

×