Il libro tattile Un libro tutto mio
<ul><li>In punta di piedi ci si accosta al testo poetico, per non far rumore, perché le parole della poesia sono delicate ...
“ Specchio” di Salvatore Quasimodo <ul><li>con la carta-velluto abbiamo realizzato i petali dei fiori e li abbiamo incolla...
 
<ul><li>Abbiamo scritto le parole della poesia sulla carta lucida e trasparente sovrapposta su un acquarello dai colori sf...
<ul><li>“ Ed ecco sul tronco si rompono gemme  </li></ul><ul><li>Un verde più nuovo dell’erba che il cuore riposa ”. </li>...
“ Ritratto della mia bambina” di Umberto Saba <ul><li>Con la carta da parati  e con sotto un foglio rosa, è stata realizza...
<ul><li>“ Con gli occhi grandi colore del cielo e dell’estiva vesticciola“ </li></ul><ul><li>L’immagine è stata realizzata...
<ul><li>Il poeta paragona sua figlia alle “nubi, insensibili nubi che si fanno e disfanno in chiaro cielo”. </li></ul><ul>...
<ul><li>La poesia è stata scritta sulla pagina la quale è stata realizzata con una tecnica mista: collage e disegno. </li>...
<ul><li>…  un’aria celestina che regga molte bianche ali sospese … </li></ul><ul><li>La sinestesia “un’aria celestina” è s...
<ul><li>“ Ma ecco una ventata di sbieco, ecco uno strillo alto” </li></ul><ul><li>La figura riprodotta simboleggia la mort...
<ul><li>“ Meglio venirci con la testa bionda che poi che fredda giacque sul guanciale, ti pettinò coi bei capelli a onda  ...
L’aquilone visto da altri occhi e con altre tecniche
<ul><li>La copertina è stata realizzata con carta da parati e carta velluto. Per la scritta “emozioni di parole” abbiamo u...
<ul><li>L’originalità di questo lavoro è dato dalla scrittura dei versi della poesia “Specchio” che seguono l’andamento cu...
<ul><li>La copertina è stata realizzata con diversi materiali: carta da parati, carta velluto, cartoncino e pennarelli. </...
La mia sera di G. Pascoli “il giorno fu pieno di lampi …”
“ nei campi c’è un breve gre, gre di ranelle”
<ul><li>“ le tremule foglie dei pioppi trascorre una gioia leggera” </li></ul>
<ul><li>“ Nel giorno che lampi che scoppi!” </li></ul>
<ul><li>“ Che pace la sera …” </li></ul><ul><li>Schizzi di tempera su un fondo di acquarello. </li></ul>
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Il Libro Tattile

2,002 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,002
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
106
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Il Libro Tattile

  1. 1. Il libro tattile Un libro tutto mio
  2. 2. <ul><li>In punta di piedi ci si accosta al testo poetico, per non far rumore, perché le parole della poesia sono delicate e fragili come bolle di sapone che volano nell’aria e se c’è un alito di vento, svaniscono. </li></ul>
  3. 3. “ Specchio” di Salvatore Quasimodo <ul><li>con la carta-velluto abbiamo realizzato i petali dei fiori e li abbiamo incollati sul cartoncino celeste </li></ul>
  4. 5. <ul><li>Abbiamo scritto le parole della poesia sulla carta lucida e trasparente sovrapposta su un acquarello dai colori sfumati. </li></ul>
  5. 6. <ul><li>“ Ed ecco sul tronco si rompono gemme </li></ul><ul><li>Un verde più nuovo dell’erba che il cuore riposa ”. </li></ul><ul><li>In questa illustrazione il tronco somiglia ad una mano e le dita ai rami dell’albero in fiore. </li></ul>
  6. 7. “ Ritratto della mia bambina” di Umberto Saba <ul><li>Con la carta da parati e con sotto un foglio rosa, è stata realizzata la copertina. </li></ul><ul><li>Il punto messo in evidenza sono gli occhi. </li></ul>
  7. 8. <ul><li>“ Con gli occhi grandi colore del cielo e dell’estiva vesticciola“ </li></ul><ul><li>L’immagine è stata realizzata con colori pastello sfumati sulla carta. </li></ul>
  8. 9. <ul><li>Il poeta paragona sua figlia alle “nubi, insensibili nubi che si fanno e disfanno in chiaro cielo”. </li></ul><ul><li>L’autrice del libretto ha ripreso l’occhio come elemento dominante e l’ha inserito in una nuvola creando una metafora nella metafora </li></ul>
  9. 10. <ul><li>La poesia è stata scritta sulla pagina la quale è stata realizzata con una tecnica mista: collage e disegno. </li></ul>“ L’ Aquilone” di G. Pascoli
  10. 11. <ul><li>… un’aria celestina che regga molte bianche ali sospese … </li></ul><ul><li>La sinestesia “un’aria celestina” è stata resa mediante la creazione di una nuvola di colore celeste. </li></ul>
  11. 12. <ul><li>“ Ma ecco una ventata di sbieco, ecco uno strillo alto” </li></ul><ul><li>La figura riprodotta simboleggia la morte e il suo sopraggiungere improvviso. </li></ul>
  12. 13. <ul><li>“ Meglio venirci con la testa bionda che poi che fredda giacque sul guanciale, ti pettinò coi bei capelli a onda </li></ul><ul><li>Tua madre </li></ul><ul><li>adagio, </li></ul><ul><li>Per non farti male.” </li></ul>
  13. 14. L’aquilone visto da altri occhi e con altre tecniche
  14. 15. <ul><li>La copertina è stata realizzata con carta da parati e carta velluto. Per la scritta “emozioni di parole” abbiamo usato il gesso colorato. </li></ul>
  15. 16. <ul><li>L’originalità di questo lavoro è dato dalla scrittura dei versi della poesia “Specchio” che seguono l’andamento curvo dei rami dell’albero. </li></ul>
  16. 17. <ul><li>La copertina è stata realizzata con diversi materiali: carta da parati, carta velluto, cartoncino e pennarelli. </li></ul>
  17. 18. La mia sera di G. Pascoli “il giorno fu pieno di lampi …”
  18. 19. “ nei campi c’è un breve gre, gre di ranelle”
  19. 20. <ul><li>“ le tremule foglie dei pioppi trascorre una gioia leggera” </li></ul>
  20. 21. <ul><li>“ Nel giorno che lampi che scoppi!” </li></ul>
  21. 22. <ul><li>“ Che pace la sera …” </li></ul><ul><li>Schizzi di tempera su un fondo di acquarello. </li></ul>

×