Your SlideShare is downloading. ×
04 - Anniversario della Costituzione Italiana
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

04 - Anniversario della Costituzione Italiana

2,601
views

Published on

Published in: Education

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
2,601
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
16
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. LA COSTITUZIONE ITALIANA 1 GENNAIO 1948 – 1 GENNAIO 2008 60° ANNIVERSARIO DELLA COSTITUZIONE ITALIANA
  • 2. IO, LA COSTITUZIONE
    • Buongiorno bambine e bambini, giovani cittadini
    • Benvenuti tra i miei fogli scritti di regole e diritti
    • Benvenuti ! A voi mi presento, sono il Documento
    • Il monumento dell’Italia unita, da venti anni di violenza uscita
    • E dalla guerra lacera e ferita, che ha iniziato con me una nuova vita
  • 3. IO, LA COSTITUZIONE
    • Vi ho visto nascere e ho vegliato accanto
    • a ogni neonato
    • La ninna nanna della libertà vi ho cantato e raccontato
    • La lotta e la speranza di nonni e nonne,
    • erano giovani uomini e donne
    • Vi ho aperto gli occhi con le mie più belle,
    • colorate farfalle
    • UGUAGLIANZA DIRITTO LIBERTA’ PACE GIUSTIZIA DIGNITA’
  • 4. IO, LA COSTITUZIONE
    • E ora che siete cresciuti, ora ch è spiga il seme,
    • parliamo insieme
    • Mi lascerò sfogliare dalle vostre mani fresche di gioco piene di domani
    • Vi aiuterò a capire quello che voglio dire …
  • 5. IO, LA COSTITUZIONE
    • Ma c’è chi non vuol sentire
    • Per questo ho bisogno di voi, della vostra intelligenza
    • E del coraggio
    • Accompagnatemi nel mio viaggio tra le persone, bussiamo a ogni portone.
    • VOI E IO LA COSTITUZIONE ! (Anna Sarfatti)
  • 6. 1 GENNAIO 1948 – 1 GENNAIO 2008 60° ANNIVERSARIO DELLA COSTITUZIONE ITALIANA
    • Il 1° Gennaio 1948 entrò in vigore la COSTITUZIONE ITALIANA : 139 Articoli che definiscono i principi e la struttura della forma di governo, la Repubblica, che gli Italiani han no scelto alla fine della Seconda Guerra Mondiale.
    • Con il Referendum de 2 Giugno 1946 , infatti, i cittadini italiani maggiorenni, uomini e donne, avevano scelto la Repubblica ed avevano eletto l’Assemblea Costituente , che aveva il compito di elaborare la Costituzione Italiana (Costituzione = l’insieme delle leggi e delle disposizioni fondamentali che regolano uno Stato).
  • 7. L’ ASSEMBLEA COSTITUENTE
    • L’ Assemblea Costituente era composta da oltre 550 deputati in rappresentanza dei partiti politici, si riunì per la prima volta il 25 Giugno 1946.
    • Dopo 18 mesi di lavoro, il 22 Dicembre 1947, venne approvata la Costituzione della Repubblica Italiana . Cinque giorni più tardi, il 27 Dicembre 1947, il Capo provvisorio dello Stato, Enrico De Nicola , appose la sua firma e il 1° Gennaio 1948 la Costituzione entrò in vigore.
  • 8. LA COSTITUZIONE
    • Il testo si apre con i PRINCIPI FONDAMENTALI che sanciscono, tra l’altro, che “ l’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro ” (Articolo 1); comprendono il riconoscimento dei “ diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ” (Articolo 2); stabiliscono che “ tutti i cittadini hanno pari dignità sociali e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza,di religione, di opinione, di condizioni personali e sociali ” (Articolo 3).
  • 9. LA COSTITUZIONE
    • Seguono due parti distinte : una è dedicata ai DIRITTI E DOVERI DEI CITTADINI : ne riconosce le libertà, i rapporti etico-sociali, economici e politici, ad esempio stabilisce che “ la libertà personale è inviolabile ” (Articolo 13); l’altra contiene l’ORDINAMENTO dello STATO e delle ISTITUZIONI , le modalità di formazione delle Leggi, il ruolo della Magistratura, la ripartizione della Repubblica in Regioni, Province e Comuni.
    • In chiusura ci sono le NORME TRANSITORIE e FINALI .
  • 10. COSTITUZIONE ITALIANA: UN FRANCOBOLLO PER I SUOI 60 ANNI
    • Poste Italiane comunica l'emissione, per il giorno 2 gennaio 2008, di un francobollo celebrativo del 60° anniversario della promulgazione della Costituzione della Repubblica Italiana, nel valore di € 0,60.
  • 11. COSTITUZIONE ITALIANA: UN FRANCOBOLLO PER I SUOI 60 ANNI
    •  
    • Il 2 gennaio vedrà la luce il francobollo da 0,60€ dedicato al 60° Anniversario della promulgazione della Costituzione della Repubblica Italiana.
    • Il francobollo, che è stato presentato ufficialmente il 18 dicembre alla presenza di ben tre Ministri e dell'Amministratore Delegato di Poste Italiane durante una conferenza stampa a Roma nello Spazio Filatelia di Piazza San Silvestro, riproduce il disegno del sedicenne faentino, Luca Polini, vincitore di un apposito concorso svoltosi quest'anno tra gli studenti degli Istituti d'Arte.
  • 12. COSTITUZIONE ITALIANA: UN FRANCOBOLLO PER I SUOI 60 ANNI
    • Il francobollo è stampato dall'Officina Carte Valori dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., in rotocalcografia, su carta fluorescente, non filigranata; formato carta e formato stampa: mm 30 x 40; dentellatura: 13¼ x 13; colori: cinque più oro; tiratura: tre milioni e cinquecentomila esemplari. Il francobollo riproduce il disegno vincitore del concorso " Francobollo celebrativo del 60° anniversario della Costituzione Italiana " indetto dal Ministero per i rapporti con il Parlamento e le riforme istituzionali d'intesa con il Ministero della Pubblica Istruzione, per gli studenti degli Istituti d'Arte.
  • 13. COSTITUZIONE ITALIANA: UN FRANCOBOLLO PER I SUOI 60 ANNI
    • La vignetta riproduce, in primo piano, il numero 60 realizzato nei colori verde, bianco e rosso, le cui due cifre sono tenute simbolicamente insieme da una fascia tricolore che porta con sé la scritta COSTITUZIONE ITALIANA; sullo sfondo dorato, sono riportate, a tappeto, le parole LIBERTÀ, UNITÀ, UGUAGLIANZA e DEMOCRAZIA. Completano il francobollo la leggenda "60° ANNIVERSARIO COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA", la scritta "ITALIA" e il valore  "€ 0,60".
  • 14. Dall’ intervento del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in Parlamento riunito in seduta comune in occasione della celebrazione del 60° anniversario della Costituzione il 23 Gennaio 2008:
    • “ Lo svolgersi di questa cerimonia nonostante il momento di acuta crisi e incertezza politica che il paese sta vivendo, vale a sottolineare la distinzione e autonomia del tema costituzionale dalle alterne vicende dei partiti, delle maggioranze e dei governi. E mi si lasci aggiungere che conoscendo i motivi di inquietudine e di sfiducia che serpeggiano tra i cittadini, è confortante poter guardare tutti, senza spirito di parte, a un grande quadro di riferimento unitario come quello che l'Italia si diede con la Costituzione del 1948. La ricorrenza dell'entrata in vigore di quella Carta non è d'altronde mai stata, di decennio in decennio, una mera occasione celebrativa.
  • 15. Dall’ intervento del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in Parlamento riunito in seduta comune in occasione della celebrazione del 60° anniversario della Costituzione il 23 Gennaio 2008:
    • Ci sono date che rimangono consegnate alla storia del paese, scandendone in modo significativo il divenire: esse vanno ricordate e valorizzate al fine di coltivare tra gli italiani la coscienza del comune passato storico. Ma la data del 1° gennaio 1948 è altro : perché ha segnato la nascita di qualcosa che ha continuato a vivere, è vivo e ha un futuro - una tavola di principi e di valori, di diritti e di doveri, di regole e di equilibri, che costituisce la base del nostro stare insieme animando una competizione democratica senza mettere a repentaglio il bene comune.”
  • 16. Dall’ intervento del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in Parlamento riunito in seduta comune in occasione della celebrazione del 60° anniversario della Costituzione il 23 Gennaio 2008:
    • … Già a sessant'anni dal voto del 2 giugno 1946, abbiamo avuto modo di rievocare "l'età della Costituente", che si snodò attraverso le tappe importanti della Consulta nazionale e dell'attività del Ministero della Costituente per sfociare negli intensi lavori dell'Assemblea Costituente eletta il 2 giugno a suffragio - per la prima volta - universale, e infine, il 22 dicembre 1947, nell'approvazione - a larghissima maggioranza - della Costituzione. Fu quella una delle stagioni più altamente costruttive e creative della nostra storia nazionale.
  • 17. Dall’ intervento del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in Parlamento riunito in seduta comune in occasione della celebrazione del 60° anniversario della Costituzione il 23 Gennaio 2008:
    • La ricorrenza del 60° anniversario dell'entrata in vigore della Costituzione ci sollecita a un grande impegno comune per porre in piena luce i principi e i valori attorno ai quali si è venuta radicando e consolidando l'adesione di grandi masse di cittadini di ogni provenienza sociale e di ogni ascendenza ideologica o culturale al patto fondativo della nostra vita democratica. Quei principi vanno quotidianamente rivissuti e concretamente riaffermati : e, ben più di quanto non accada oggi, vanno coltivati i valori - anche e innanzitutto morali - che si esprimono nei diritti e nei doveri sanciti nella Costituzione.
  • 18. Dall’ intervento del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in Parlamento riunito in seduta comune in occasione della celebrazione del 60° anniversario della Costituzione il 23 Gennaio 2008:
    • Nei doveri non meno che nei diritti. Doveri, a cominciare da quelli "inderogabili" di solidarietà politica, economica e sociale, che debbono essere sollecitati da leggi e da scelte di governo, ma debbono ancor più tradursi in comportamenti individuali e collettivi. Non posso non rilevare come invece troppi siano oggi i casi di non osservanza delle leggi e delle regole, di scarso rispetto delle istituzioni ma anche di scarso senso del limite nei rapporti tra le istituzioni, di indebolimento dello spirito civico e, in ciascuno, del senso delle proprie responsabilità.
  • 19. Dall’ intervento del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in Parlamento riunito in seduta comune in occasione della celebrazione del 60° anniversario della Costituzione il 23 Gennaio 2008:
    • Così come non posso non esprimere allarme per ogni smarrimento di valori essenziali come quello della tolleranza e della libertà di confronto tra diverse posizioni di pensiero e ideali. Da tutto ciò traggo più che mai l'incitamento a un forte ancoraggio nei principi e nello spirito della Costituzione nata sessant'anni orsono…
    • Dal sito Quirinale.it
  • 20. APPROFONDIMENTI
    • Per approfondire :
    • Testo integrale della Costituzione (reperibile sul sito Quirinale.it)
    • Il Quaderno della Costituzione (reperibile sul sito Quirinale.it)
    • Costituzione : La Legge degli Italiani a cura di Mario Lodi -
    • Ed. La Casa delle Arti e del Gioco
    • Io cittadino di oggi – Nicola Milano Editore
    • La Costituzione raccontata ai bambini a cura di Anna Sarfatti
    • Ed. Carovana per la Costituzione
  • 21.