Istituto Scolastico Comprensivo di BarianoVia Piave, 1124050 BARIANO Tel. 0363 958350-Fax 0363 959455e-mail scuola: uffici...
RELAZIONE CONSUNTIVA DELLE ATTIVITÀLe attività e gli interventi dello Sportello Scuola di Bariano sono stati indirizzatia ...
OBIETTIVI GENERALI PERSEGUITILo Sportello Scuola ha consolidato la sua funzione in considerazione ai seguentifattori:o l’e...
10. accompagnare le diverse fasi dell’inserimento scolastico11. Collaborare con la Cooperativa Kinesis per garantire pacch...
o Sono state fornite informazioni su richieste specifiche di insegnanti egenitori.o E’ stato offerto supporto linguistico,...
apprendimento vs difficoltà di acquisizione della L2 – come riconoscerle?”tenutosi a Treviglio il 25 ottobre e l’8 novembr...
o Al corso “Certificazione delle competenze: metodologie e pratiche divalutazione” organizzato nell’ambito del progetto “C...
MODALITA’ DI VERIFICAo Stesura ed invio ai DS degli Istituti della rete dei verbali di ciascun incontrodi coordinamento te...
o preveda pacchetti di mediazione con fondi del PDS, in quanto il servizio nonè più attivabile con i fondi dell’UdP di Rom...
Sezione “Dati”Gli Istituti dell’ambito territoriale di Romano el’ambito provincialeLa rete dello Sportello Scuola di Baria...
Gli istituti della rete territoriale di Bariano - RomanoI dati inseriti in questa sezione sono richiesti alle istituzioni ...
Ist. Sec. “Rubini”RomanoDottCOPPOLILLORizzoliCristina711 178 25,0EnaipRomanoDottBARUFFIRizzoliSimone116 * 54 47,0Totali e ...
Percentuali presenze alunni stranieri negli Istituti della rete territoriale
13ORIENTAMENTO degli alunni stranieri frequentanti il III anno delle ScuoleSecondarie di I grado dell’ambito territoriale ...
14Totale AlunniSTRANIERI iscrittipresso LICEITotale AlunniStranieri iscrittipressoISTITUTI TECNICITotale AlunniSTRANIERI i...
15In accordo con i referenti degli Istituti Superiori di Romano, quest’anno lo SportelloScuola ha chiesto agli IC della re...
16
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Relazione finale sportello alunni_stranieri_ambito_bariano_romano_2012_2013_14_giugno

516

Published on

AUTOVALUTAZIONE POF 2013

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
516
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Relazione finale sportello alunni_stranieri_ambito_bariano_romano_2012_2013_14_giugno"

  1. 1. Istituto Scolastico Comprensivo di BarianoVia Piave, 1124050 BARIANO Tel. 0363 958350-Fax 0363 959455e-mail scuola: uffici@istitutocomprensivobariano.itblog: http://sportellobariano.blogspot.com/e-mail sportello: sportellostranieribariano3@gmail.come-mail insegnante referente: glod57@hotmail.comRelazione di fine anno scolasticoSportello Scuola per l’Integrazionedegli alunni stranieriAmbito di Bariano/RomanoReferente Adriana LodiAnno Scolastico 2012 - 2013e-mail scuola: uffici@istitutocomprensivobariano.itblog: http://sportellobariano.blogspot.com/e-mail sportello: sportellostranieribariano3@gmail.come-mail insegnante referente: glod57@hotmail.com
  2. 2. RELAZIONE CONSUNTIVA DELLE ATTIVITÀLe attività e gli interventi dello Sportello Scuola di Bariano sono stati indirizzatia sostenere ed accompagnare i processi, già in atto, di inserimento edintegrazione degli alunni di cittadinanza non italiana nelle varie Istituzioniscolastiche dell’ambito, in collaborazione con le risorse messe a disposizionedalle varie amministrazioni locali, dalle associazioni territoriali e dal Piano diZona di Romano.E’ stata fondamentale la consolidata collaborazione tra l’insegnante referente ei docenti dei singoli istituti aderenti al progetto di rete per la condivisione e ilmantenimento di linee comuni di intervento, l’apertura al territorio, lanecessità di riaffermare la validità del protocollo di rete, il coinvolgimento degliIstituti superiori dellAmbito per sostenere il passaggio degli alunni e garantirneil successo formativo e il consolidamento dei contatti con le Istituzioniterritoriali.Nella seconda fase dell’anno scolastico, è sorta la necessità di riorganizzare ilservizio in un’ottica inclusiva come previsto dalla D.M. 27/12/12 e c.m. 8/13sui BES.ELEMENTI DI CONTESTO il dato strutturale nelle scuole del I e del II Ciclo di istruzione, lapresenza dei minori di cittadinanza non italiana (CNI), nel nostroterritorio supera, in media, il 25 % il costante incremento delle presenze nelle scuole del II Ciclo diistruzione  i dati relativi al Liceo sono in crescita e raggiungono il 7,4%, mentre la presenza di alunni stranieri nei due altri istituti superiori diRomano in media supera il 30% malgrado sia ancora alto il numerorelativo alle dispersioni; l’inclusione nei percorsi scolastici il problema non ancora risolto diinserire adeguatamente, nel percorso scolastico, gli studenti noncompiutamente italofoni nei percorsi di classe, garantendo a tutti ilsuccesso formativo, nel rispetto delle differenze. la presenza di problemi concreti la non facile gestione dei bisogni dicomunicazione, integrazione e socializzazione sul piano educativo eformativo. la necessità di reperire risorse interesse delle scuole nella realizzazione,nella gestione e verifica dei progetti territoriali finanziati da fondazioni oaltri enti (Fondi FEI, Fondazione Cariplo, altri ...)
  3. 3. OBIETTIVI GENERALI PERSEGUITILo Sportello Scuola ha consolidato la sua funzione in considerazione ai seguentifattori:o l’evoluzione dei fenomeni migratori e l’impegno sempre più articolato delleistituzioni scolastiche nel predisporre adeguati interventi a sostegno deiminori;o la crescita esponenziale dei minori stranieri in tutte le scuole dell’ambito,dalle scuole dell’infanzia alle superiori;o l’integrazione scolastica perseguibile solo garantendo l’inclusione deglialunni stranieri nel sistema scolastico e contrastando il rischio di insuccessoe/o l’abbandono scolastico;o il proposito delle scuole di creare un ambiente favorevole che promuovedisponibilità costruttiva nei riguardi di tutti gli alunni frequentanti.Si è lavorato per1. mantenere, consolidare, sviluppare, valorizzare la rete tra le scuoledell’Ambito Territoriale2. sostenere ed incrementare le “buone prassi” di inserimento,accoglienza ed alfabetizzazione di primo e secondo livello a favoredegli alunni di cittadinanza non italiana.3. condividere modalità comuni di stesura e organizzazione dei progetti edel loro monitoraggio e sostenere la progettazione di percorsiformativi personalizzati dentro e fuori la classe/la scuola4. progettare servizi e ottimizzare risorse per sostenere i processi diintegrazione, anche aderendo a reti di scopo (Bando FEI);5. sostenere i contesti scolastici nel miglioramento e nel consolidamentodelle collaborazioni interne alle scuole, attraverso una riflessione sulle“pratiche”, e in rete, con i soggetti del territorio di riferimento, pergarantire un sostegno adeguato ai processi in atto.6. raccogliere, pubblicizzare e rendere utilizzabile la documentazionedisponibile (dati, informazioni, materiale specifico, bibliografia, risorseon line ecc.);7. riflettere sulle “pratiche”;8. consolidare modalità di lavoro coordinate e prospettive di interventocondivise;9. supportare gli insegnanti referenti degli Istituti aderenti al progetto inquanto risorse competenti nelle loro scuole
  4. 4. 10. accompagnare le diverse fasi dell’inserimento scolastico11. Collaborare con la Cooperativa Kinesis per garantire pacchettitempestivi e qualificati di Pronta Accoglienza a favore degli alunniNAI.(servizio concluso a dicembre 2012)12. Attivare buone pratiche di Orientamento degli alunni stranieri inuscita dalla scuola secondaria di I grado, per sostenere il successoformativo dei minori presso gli istituti superiori di destinazione.13. Sviluppare la collaborazione con il CTHR di ambito per seguirealunni stranieri in situazioni di disagio o con problematiche scolastichee non.14. Raccogliere e pubblicizzare, sul blog dello Sportello, materiale distudio e di approfondimento tematico disponibile.ATTIVITÀ REALIZZATEIn riferimento all’azione di supporto e consulenza alle scuole, aigenitori e agli alunni stranierio Sono state coordinate le attività dei referenti d’intercultura e delle funzionistrumentali presenti nei vari istituti durante gli incontri di coordinamentoterritoriale;o Sono stati forniti materiali, indicazioni bibliografiche, documenti normativiagli insegnanti richiedenti, nonché strumenti e materiali per gestirel’emergenza dei nuovi inserimenti di alunni NAI, valorizzando le competenzepresenti sul territorio e condividendo le modalità di interventoo Sono state incrementate le capacità progettuali e di ricerca tra i docentidelle varie istituzioni scolastiche e garantito il confronto tra le pratiche inatto nei vari istituti;o E’ stata promossa la riflessione a sostegno della gestione della classeplurilingue e multiculturale e della classe ad abilità differenziate.o Sono stati acquisiti i dati e organizzati grafici finali relativi alla presenzadegli alunni nelle istituzioni scolastiche per evidenziare le caratteristiche delfenomeno migratorio e coglierne gli sviluppi.o E’ stato effettuato il monitoraggio relativo all’Orientamento degli alunnistranieri in uscita dalla scuola secondaria di I grado
  5. 5. o Sono state fornite informazioni su richieste specifiche di insegnanti egenitori.o E’ stato offerto supporto linguistico, ai genitori di alunni stranieri che nehanno fatto richiesta.o Sono stati seguiti insieme alla psicopedagogista del CTRH e ai mediatoriculturali, alcuni alunni con problemi sociolinguistici e/o apprendimento eaccompagnati presso i consultori familiari e la neuropsichiatriao Sono stati programmati due incontri di formazione per le mamme stranierein collaborazione con l’ASL di Romano e di reviglio, sul tema della sicurezzain casa.o Sono stati assicurati accompagnamento e iscrizione alle scuole secondarie diII grado, gli alunni stranieri neo arrivati che si sono rivolti allo Sportello oche sono stati segnalati da docenti e/o genitori.o E’ stato implementato il blog dello Sportello con materiali diapprofondimento dei convegni e corsi tenutisi a Treviglio e Bergamo,informazioni utili e alcuni modelli di Piani di Studio PersonalizzatiIn riferimento alla mediazione linguistica- Collaborazione con la cooperativa Kinesis -La Cooperativa Kinesis ha garantito il servizio sino al mese di dicembre 2012,assicurando ore destinate in prevalenza ai colloqui e all’accompagnamento dialcuni alunni ai servizi di neuropsichiatria infantile, singoli alunni o gruppi dialunni, con insegnanti, mediatori culturali e gli operatori esterni alla scuola epresenti sul territorio.Non si sono rilevati disservizi.In riferimento alla FormazioneL’insegnante referente:o ha diffuso le opportunità formative del territorio; ha pubblicizzato epromosso la partecipazione a momenti di approfondimento tematicotenutesi a livello provinciale, degli insegnanti della rete.o ha organizzato, in collaborazione con lo Sportello Scuola di Treviglio e ilCTRH di Bariano, il Convegno di due giornate, dal titolo “Difficoltà di
  6. 6. apprendimento vs difficoltà di acquisizione della L2 – come riconoscerle?”tenutosi a Treviglio il 25 ottobre e l’8 novembre 2012.o ha proposto la lettura e la riflessione dei documenti del MPI e dei materialimessi a disposizione dei relatori dei seminari formativi.o ha programmato, in collaborazione con lo Sportello Scuola di Treviglio e ilCTRH, due incontri comuni con i referenti della disabilità, degli stranieri edel disagio di tutto l’ambito territoriale 6, per proporre momenti diriflessione sulla DM di dicembre e la CM di marzo, relative agli alunni conBES.o ha pubblicizzato gli incontri organizzati e gestiti da cooperative ed enti delterritorio che promuovevano la partecipazione di insegnanti e genitori e leagenzie e gli istituti specializzati nella formazioneA livello personale, la referente dello Sportello ha partecipato:o Al convegno “Tra utopia e realtà fu vera media?”, tenutosi a Milano il 22ottobre 2012.o Al convegno “Le competenze interculturali nel lavoro educativo”, tenutosi aMilano il 23 ottobre 2012o Al convegno e ai workshop “Difficoltà di apprendimento vs difficoltà diacquisizione dell’italiano L2: come riconoscerle?- tenutisi a Treviglio il 25ottobre e l’8 novembre 2012o All’incontro per i docenti referenti delle scuole secondarie di Ii grado,tenutosi a Bergamo, il 5 dicembre 2012o Al corso di formazione “L’apprendimento dell’italiano L2 nel passaggio dallascuola dell’infanzia alla scuola primaria: tecniche di rilevazione, attività emetodi didattici, tenutosi da novembre 2012 a febbraio 2013 percomplessive 12 ore su 12o Al laboratorio di ricercazione “Il Piano Educativo Personalizzato:dall’individuazione delle competenze in entrata alla valutazione”,organizzato dallo Sportello Scuola di Verdellino, per complessive 10 ore su10.o Al corso “La classe plurilingue: valorizzazione della lingua e cultura diorigine (arabo e cinese), organizzato nell’ambito del progetto “Correlare”della provincia di Bergamo, per complessive 16 ore su 16
  7. 7. o Al corso “Certificazione delle competenze: metodologie e pratiche divalutazione” organizzato nell’ambito del progetto “Correlare” della provinciadi Bergamo, per complessive 12 ore su 16In riferimento al lavoro di coordinamento provinciale degli Sportelli eUSPL’insegnante referente:o ha partecipato agli incontri di coordinamento provinciali, ordinari estraordinari, tenutosi a Bergamo, presso la sede dello Sportello o l’USP dasettembre 2012 a giugno 2013o ha collaborato per la predisposizione di documenti e linee guida dadiffondere a livello provincialeo ha collaborato alla progettazione di interventi di formazione (Alis per lascuola dell’Infanzia a BG) e autoformazioneo ha seguito il percorso di formazione condotto dalla dott.ssa Claris per lavalutazione del lavoro degli Sportelli provinciali, che si è concluso con unquestionario sottoposto a DS e referenti per monitorare il servizio.o ha partecipato alla progettazione del percorso di ricerca-azione “Scuoleinclusive”, che coinvolgerà, a partire da settembre 2013, alcuni istitutiscolastici della provincia e l’Università di BG.MODALITÀ ORGANIZZATIVE:In relazione all’ambito territorialeL‘insegnante dello Sportello ha gestito gli incontri di coordinamento a cadenzamensile con gli insegnanti referenti per l’intercultura dei vari istituti da ottobre2012 a maggio 2013.Per ogni incontro, è stato redatto un verbale, inviato ai DS degli istituti dellarete per la condivisione delle informazioni.Gli incontri periodici si sono svolti secondo il seguente calendario:o 12 ottobre 2012o 21 novembre 2012o 30 gennaio 2013o 17 aprile 2013o 23 maggio 2013
  8. 8. MODALITA’ DI VERIFICAo Stesura ed invio ai DS degli Istituti della rete dei verbali di ciascun incontrodi coordinamento territorialeo Questionario rivolto a DS e referenti della rete dello Sportelloo Presentazione della relazione finale sulle attività svolte durante l’annoscolastico ai DS e agli insegnanti referenti.AZIONI DI CONSOLIDAMENTO E MIGLIORAMENTO PERSEGUIBILILo Sportello Scuola promuove idee di sviluppo in sinergia con le istituzioni delterritorio (scuole e comuni) e agisce nellottica di attuare piani dimiglioramento possibili.Contesti da promuovereLa Rete d’Istituto: gestione ottimale delle risorse disponibili nellistituto afavore degli alunni, dei docenti e dei plessi facenti parte della stessa istituzionescolastica. Cooperazione tra FS e referenti stranieri – disabilità – disagio – alfine di promuovere azioni comuni, tese al raggiungimento del successoscolastico di tutti gli alunni (v. Piano Annuale di Inclusività)La Rete territoriale: partecipazione delle FS e dei referenti agli incontricoordinamento per condividere azioni e buone prassi che garantiscano ilmiglior inserimento degli alunni di cittadinanza non italiana nelle istituzioniscolastiche di ogni ordine e grado dellAmbito.La Rete degli Istituti Superiori: condivisione di prassi di accoglienza,passaggio di informazioni, modalità di alfabetizzazione e sostegno allo studio,allorché si rendano necessarie azioni di ri-orientamento di studenti da unistituto ad un altro per evitare che si arrivi all’abbandono scolastico eall’insuccesso.E’ auspicabile che ciascuna istituzione scolastica:In riferimento all’attività educativa e formativa in classeo garantisca, nei limiti del possibile e con le risorse AFPI avute ad aprile,pacchetti di alfabetizzazione di italiano L2 con insegnanti formati, daattivare ad inizio anno e in concomitanza dell’arrivo di nuovi alunnio preveda pacchetti di consolidamento della lingua italiana e la lingua per lostudio, per gli alunni non compiutamente italofoni e non ancora in grado diaffrontare autonomamente la lingua per lo studio
  9. 9. o preveda pacchetti di mediazione con fondi del PDS, in quanto il servizio nonè più attivabile con i fondi dell’UdP di Romano, ma non per questo, menoutileo arricchisca l’attività didattica con laboratori di didattica interculturale eproposte di cooperative learning e tutoring.o promuova pratiche di ricerca-azione, tese a migliorare la qualità dell’azioneformativa, per includere ciascun alunno, sia esso straniero, diversamenteabile o con disturbi specifici di apprendimentoo rifletta sulle “pratiche” e sulle modalità degli interventio sostenga e faciliti gli alunni stranieri nel passaggio fra i vari ordini di scuolao implementi i collegamenti con l’extra scuola per consentire il sostegnorelazionale e linguistico per gli alunni in difficoltà.In riferimento alla formazione dei docentio solleciti e incrementi la formazione di un numero sempre più elevato didocenti sulle tematiche riguardanti gli alunni BES, tra i quali, vengonoinclusi anche gli alunni stranierio incentivi la partecipazione degli insegnanti alle offerte formative chepromuovono attività didattiche progettate per le classi ad abilitàdifferenziate e con modalità di cooperative learning o tutoring.o sostenga, anche a livello finanziario, la disponibilità alla formazione deidocenti per la gestione delle classi multiculturali e plurilingue per lafacilitazione e la semplificazione dei testi e per la diversificazione delleattività.o sostenga percorsi di formazione che prevedano attività di ricerca-azione dasperimentare in classe, monitorare e diffondere come “buone pratiche”Per entrambi i riferimenti, quando possibile, sarà rilevante la sottoscrizione diaccordi di rete per la partecipazione a bandi che consentano il reperimento difondi necessari per intraprendere le specifiche attività..
  10. 10. Sezione “Dati”Gli Istituti dell’ambito territoriale di Romano el’ambito provincialeLa rete dello Sportello Scuola di Bariano si colloca al 2° posto per percentualedi alunni stranieri iscritti negli Istituti Secondari, benché gli stessi istituti statalidi riferimento siano solo 2.Tra i primi 9 gli Istituti con maggiore presenza di alunni stranieri nellaprovincia, ben 3 IC fanno parte della rete afferente allo Sportello di Bariano
  11. 11. Gli istituti della rete territoriale di Bariano - RomanoI dati inseriti in questa sezione sono richiesti alle istituzioni scolastiche alla finedel mese di maggio 2013ISTITUTO DIRIGENTE REFERENTED’ISTITUTOTOTALEALUNNITOTALEALUNNISTRANIERI%ALUNNISTRANIERIIC Cologno Dott .ssaMEDDISPolianiRosellaBlando M.Rita1033 244 24,0IC “Fermi”RomanoDott.BETTINELLISpadavecchiaDamiano802 242 30,0IC “Rubini”RomanoDott.BETTINELLIRizzoliSabrina1047 303 29,0Istituto ComprensivoBarianoDott. ssaBENEDETTILodiAdriana831 117 14,0Istituto ComprensivoCalcioDott.ssaGABBINILissanaGiovanna988 342 35,0Istituto ComprensivoCovoDott.ssaDI LORENZOSchivardiCinzia1279 416 33,0Istituto ComprensivoMartinengoDott. ssaBENEDETTIRosanovaIda1101 387 35,0Ist. Sec. “Don Milani”RomanoDott.ssaPESSINALingiardiGiuseppina1306 97 7,4
  12. 12. Ist. Sec. “Rubini”RomanoDottCOPPOLILLORizzoliCristina711 178 25,0EnaipRomanoDottBARUFFIRizzoliSimone116 * 54 47,0Totali e percentuale media delle scuole della rete 9.214 2312 25,1 (Solo corsi diurni)Presenze alunni stranieri negli Istituti della rete territoriale
  13. 13. Percentuali presenze alunni stranieri negli Istituti della rete territoriale
  14. 14. 13ORIENTAMENTO degli alunni stranieri frequentanti il III anno delle ScuoleSecondarie di I grado dell’ambito territoriale di RomanoI dati si riferiscono alla rilevazione richiesta dallo Sportello alla fine del mese dimaggio.Rilevazione effettuata sulle scuole secondarie di I grado di:1 . IC Bariano2 . IC Calcio3. IC Cologno4 . IC Covo5 . IC Martinengo6 . IC “Fermi” – Romano7 . IC “Rubini” – RomanoAlunni italiani e stranieri in uscita dalle Scuole Secondarie di I gradoA.S. 2012 – 2013TOTALEALUNNIISCRITTINELL’ISTITUTOTOTALEALUNNI NELLECLASSI IIITOTALEALUNNISTRANIERINELLECLASSI IIITOTALEALUNNI NAIISCRITTI INCLASSE IIITotale AlunniSTRANIERINON AMMESSIAGLI ESAMIIC BARIANO 831 68 8 00IC CALCIO 988 133 38 3 2IC COLOGNO 1033 118 28 0 3IC COVO 1279 120 26 0 0ICMARTINENGO 1101 131 39 1 7IC ROMANOFERMI 802 66 17 1 1IC ROMANORUBINI 1,047 157 39 0 0TOTALI 7.081 793 195 5 13PERCENTUALI11,2Rispetto altotale24,6Rispetto aglialunni di cl III2,5Rispetto aglialunni stranieridi cl III6,6Rispetto aglialunni stranieridi cl III
  15. 15. 14Totale AlunniSTRANIERI iscrittipresso LICEITotale AlunniStranieri iscrittipressoISTITUTI TECNICITotale AlunniSTRANIERI iscrittipresso ISTITUTIPROFESSIONALITotale AlunniSTRANIERI iscrittipresso CENTRI DIFORMAZIONEPROFESSIONALEIC BARIANO 1 2 1 4IC CALCIO 5 10 8 6IC COLOGNO 5 6 7 4IC COVO 3 6 10 10IC MARTINENGO 5 7 11 9IC ROMANOFERMI 7 2 4 15IC ROMANORUBINI 5 13 15 15TOTALI 31 46 56 63PERCENTUALI15,9Rispetto aglialunni stranieri23,6Rispetto aglialunni stranieri28,7Rispetto aglialunni stranieri32,3Rispetto aglialunni stranieri3,9Rispetto al totalealunni di cl III5,8Rispetto al totalealunni di cl III7,0Rispetto al totalealunni di cl III7,9Rispetto al totalealunni di cl IIITotale alunniSTRANIERI iscrittipresso gli IstitutiSuperiori diRomano (Liceo -Ist Rubini - EnaipTotale alunniSTRANIERI iscrittipresso gli IstitutiSuperiori diTreviglioTotale alunniSTRANIERI iscrittipresso gli IstitutiSuperiori diBergamo citta edella provincia(escluso Romano -Treviglio eBergamo)Totale alunniSTRANIERI iscrittipresso le scuolesuperiori fuoriprovinciaIC BARIANO 4 3 1 1IC CALCIO 18 2 13 5IC COLOGNO 4 2 22 0IC COVO 14 5 4 3IC MARTINENGO 18 0 14 0IC ROMANOFERMI 13 2 2 5IC ROMANORUBINI 27 3 5 4TOTALI 98 17 61 12PERCENTUALI50,2Rispetto al totalealunni stranieri8,7Rispetto al totalealunni stranieri31,2Rispetto al totalealunni stranieri6,1Rispetto al totalealunni stranieri
  16. 16. 15In accordo con i referenti degli Istituti Superiori di Romano, quest’anno lo SportelloScuola ha chiesto agli IC della rete, di inviare entro il mese di giugno, le schede dipassaggio di ogni alunno che ha seguito percorsi di alfabetizzazione, direttamente agliistituti di destinazione, in modo che i referenti abbiano, per tempo, informazioni utilisugli studenti che hanno ancora bisogno di corsi di alfabetizzazione da avviare asettembre 2013.Bariano, 19 giugno 2013 La referente dello Sportello
  17. 17. 16

×