Your SlideShare is downloading. ×
Giornate Istc 7
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Giornate Istc 7

198
views

Published on

Published in: Business

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
198
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide
  • Nel 2001 a Irvine, ABM come approccio dei prossimi 10 anni. Quanto si è avverata quella previsione, e soprattutto come, quali agenti?
  • Transcript

    • 1. LABSS LABoratorio di Simulazione Sociale Basata su Agente http//:labss.istc.cnr.it Dove va Agent Based Modelling? GIORNATE ISTC 16-17 GIUGNO 2008
    • 2. Promessa Mancata o Realizzata?
      • Ne 2001 la NAS promuoveva Agent Based Modelling quale approccio alle scienze sociali dei prossimi 5/10 anni.
      • Che ne è stato? Quali agenti?
      • E quale futuro per ABM?
    • 3. Outline
      • Prendiamo il caso della ricerca LABSS
      • Caratteristiche
      • Risultati e domande emerse
      • Sfide
      • Come attrezzarsi
      • Cosa può fare l’ISTC? Esigenze e Proposte Operative.
    • 4. Ricerca LABSS
      • Studio con impianto simulativo di fenomeni prosociali
        • Altruismo (vampiri e sistemi intelligenti; TECT)
        • Reputazione (eREP)
        • Norme (EMIL)
      • Con l’obiettivo di
        • Spiegare i fenomeni suddetti
        • fornire modelli e architetture di agenti cognitivi sociali (metacognizione)
    • 5. Caratteristiche della Ricerca LABSS
      • Multi e inter-disciplinarità:
        • agenzie di finanziamento e programmi EU:
          • SSH : Knowledge based society
          • IST: Complexity
          • FIRB-MIUR: economia e scienza organizzazioni
        • Journals : Scienza cognitiva ( CSR), Simulazione agent based ( JASSS, SSCR), Biologia ( Adaptive Behavior ), Sociologia computazionale (JMS), Scienza delle organizzazioni (CMOT), Scienza della complessità ( Advances in Complex Systems ), ICT e sistemi ad agente ( IJCIS )
        • Background di membri e collaboratori
    • 6. 2. Incoerenza di Principio
      • Spregiudicatezza metodologica:
        • Ricerca cross-metodologica (eREP).
        • ancoramento della simulazione a
          • dati forniti da survey (SOCRATE, EMIL),
          • dati osservativi (vampiri)
          • dati sperimentali (eREP, cooperazione)
      • Rigore teorico:
        • con nodelli “ endogenisti” =i espressi nei termini in cui si presume che la mente operi
        • a differenza dei modelli dei teorici dei giochi e dei SocioFisici (esogenisti).
    • 7. Risultati. Roosting Effect e Group Selection
      • Da eresia a equivalenza
        • Group selection è considerata oggi come matematicamente equivalente alla kin selection (opportunamente estesa)
        • Interesse storico: come evolve una teoria tra pregiudizi scientifici
      • Simulazioni di vampiri artficiali
        • ancorate ai dati etologici sui Desmodus Rotundus (Wilkinson, 1984)
          • Risultati: r oosting effect (Paolucci et al..)
        • Ritrovati punti fondamentali della teoria con un approccio algoritmico e non (tradizionalmente) matematico
        • Paper importanti in uscita 2007-2008
        • Putroppo ci è mancata la spinta al momento critico, quindi i nostri lavori non sono citati (perdita di un collaboratore -> Statistica)
    • 8. Risultati (2). Comunicazione
      • Previsti
      • Esperimenti e simulazioni
      • Lo scambio informazionale permette (Giardini et al.)
        • risultati migliori di quelli ottenuti individualmente,
        • isolare cheaters, evitando di essere sfruttati
      • Cooperazione informazionale
        • emergere come esito dell’interazione,
        • immergersi negli agenti come meccanismo prosociale
      • Domande Emerse
      • Reciprocità, altruismo:
        • Come modellarli e distinguerli sperimentalmente?
    • 9. Risultati (3). Reputazione
      • Previsti
      • Reputazione =metavalutazione
      • Interpretazione overscoring e underprovision nella reputazione in rete ( eREP, Paolucci et al. ),
      • aumento qualità media di cluster aziendali (SOCRATE, Di Tosto et al.)
      • Imprevisti
      • Con la reputazione:
        • Sfruttamento equilibrato risorse
        • Riduzione incertezza (Quattrociocchi et al.)
      • Domande Emerse
      • Reti reputazionali:
        • funzione della reputazione nell’allargamento di gruppi umani?
      • Effetti perversi della reputazione:
        • Riduzione dell’incertezza e aumento della conoscenza falsa.
    • 10. Risultati (4). Norme
      • Previsti
      • Norme Vs convenzioni: cognizione normativa nell’ innovazione di norme
      • agent matters ! (Andrighetto et al.)
      • Imprevisti
      • Latenza e inerzia della norma (Campennì et al.)
      • Emregere di equilibri non convenzionali in giochi di coordinamento (Cecconi et al.)
      • Domande Emerse
      • Scorciatoie
      • Internalizzazione
      • Automatismi
      • Norme Vs coercizione
        • Simulazione del processo da
          • Economia illegale (estorsione)
          • Economia legale
      • Integrazione di norme.
    • 11. Sfide
      • Triplice assedio
      • Sul fronte della simulazione sociale:
        • approcci esogenisti nella simulazione sociale (SocioFisica, Teoria dei giochi (anche nella variante epistemica)
        • Azione sociale thoughtless
      • Sul fronte delle scienze sociali: radicalismo evoluzionistico, evoluzione come deus ex machina.
      • Sul fronte delle scienze del comportamento: identificazione delle aree cerebrali responsabili di segmenti di comportamento.
    • 12.
      • Possibili cause
        • Influenza dei modelli esogenisti che ignorano la mente, o se si preferisce, la debolezza delle scienze cognitive
        • Insufficienza delle scienze della società che non si preoccupano (più) di modellare l’agente
        • Modello culturale unico (anglosassone)
        • Tecniche sofisticate di indagine sul cervello
        • Ecc.
      • L’Attuale Modello di Agente
      • Modello attuale
      • Convenzionale
      • Automatizzato ( thoughtless )
      • Conformista
      • Trasparente
      • Come ci siamo arrivati?
    • 13. E nel Futuro?
      • Ma quanto resisterà anche questo modello?
      • La variante individualistica della razionalità traballa
      • Annunciato trionfo della group selection , fitness di gruppo, morale collettiva, ecc.
      • Quali effetti sull’agente? Tramonto definitivo oppure riaffermazione dell’agente razionale ?
      • E che effetto avranno altri prevedibili sviluppi scientifici (robotica, neuro-scienze, simulazione, ecc.)?
      • Che dire di sviluppi sociali, tecnologici e negli stili di vita?
        • Individuo atomizzato in reti sempre più vaste, e quindi sfiducia e paura ( bowling alone )
        • Vittima del digital divide , e quindi nuova marginalità.
        • Connesso in reti locali e sottoreti e quindi nuovo capitale sociale e nuove forme di socialità ( second life e oltre )?
    • 14. Occorre attrezzarsi…
      • Modellare
        • Scorciatoie e (semi-)automatismi
        • Internalizzazione
      • Riavvicinare scienze della mente, della società e computazionali ( computer modelling non è ancora egemone…)
      • Raccordo con teorie evoluzionistiche (risposte o capacità adattative ?).
      • Mostrare i vantaggi dell’approccio endogenista nelle scienze della società
      • Fare ipotesi su futuro di ABM
    • 15. Che cosa può fare l’ISTC? Esigenze/Proposte
      • Sinergie su obiettivi comuni
        • Iniziative comuni o almeno parzialmente trasversali per dare visibilità ai settori scientifici di nostra competenza (per esempio, gruppo di lavoro su wikipedia)
        • Da riflessioni comuni a progetti di ricerca inter-gruppi (per esempio, futuro della scienza cognitiva e dei modelli dell’agente)
        • Sforzo di auto-presentazione e di cura dell’immagine collettivo e trasversale:
          • Festival della scienza ecc., ok, ma tutto è troppo bottom-up
          • Ci vuol una strategia comune! Politica comune dell’ immagine nelle vetrine della scienza (festival ecc.)
    • 16. Sul Piano Politico/istituzionale
      • Che vogliamo fare della Scienza Cognitiva? L’AISC non basta…
        • Settore ufficiale (a livello MIUR e/o CNR)?
        • Come, visto che abbiamo perso ministro e soprattutto consigliere :-) ?
      • C’è un problema di collocazione ISTC nel CNR: visibilità e ruolo nei Dipartimenti.
      • C’è un problema di vetrina dell’ISTC rispetto all’accademia e al Paese:
        • Formazione: che fine ha fatto il Master?
        • Politica comune presso le agenzie nazionali.

    ×