Il messaggio della Guida suprema dell'iran, il sommo Ayatollah Khamenei in occasione del
Pellegrinaggio alla Mecca
L'arriv...
Tutti questi atti disumani sono l'esito dei piani diabolici dell'imperialismo e dei loro alleati.
Ovunque mettono il piede...
Governi imperialisti, cappeggiati dagli stati uniti, utilizzando media la tecnologia avanzata nel
campo della propaganda, ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

• Italian

47 views
10 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
47
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

• Italian

  1. 1. Il messaggio della Guida suprema dell'iran, il sommo Ayatollah Khamenei in occasione del Pellegrinaggio alla Mecca L'arrivo del pellegrinaggio alla mecca, il hajj, e' una grande festa per l'Ummah islamica. E' un'occasione d'oro per tutti musulmani del mondo, un miracolo che ogni anno accade per noi, nazioni islamiche, e se riusciremo a comprenderlo, arrivare a conoscere il suo vero prezzo, potremo arrivare alle soluzioni per le malattie del mondo islamico. Il pellegrinaggio alla Mecca e' un sorgente di grazia divina, delle virtu' morali, dei doni che l'Onnipotente offre a noi. Ogniuno dei fedeli, che vanno a fare il pellegrinaggio, sara' fortunato per poter conoscere questo viaggio che e' colmo di spiritualita', un occasione per l’autoedificazione e la purificazione dell’anima. E' il tempo di arrendersi alla volonta' di Dio ed accogliere con tutto il cuore la parola divina. Hajj e' il momento in cui i musulmani si incontrano per conoscersi reciprocamente, per rafforare la fratellanza, studiare i problemi altrui, promuovere il bene generale dell'ummah. E’ anche la più grande conferenza di pace che si sia mai vista nella storia umana. E' il momento di affidarsi a Dio, solo Dio , a solo alla sua assistenza. E oggi il mondo islamico piu' di qualsiasi altro momento ha bisogno di uomini che possano avere accanto il pensiero e l'azione, alla fede e alla purificazione, che siano capaci di promuovere allo stesso tempo sia la resistenza ai nemici che la moderazione. La ricostruzione morale e no; questa e' la necessita' assoluta del mondo islamico. L'unica via di salvezza per l'intera umanita'. Il nostro tempo e' l'era del risveglio islamico; e' il momento affinche musulmani devono conoscere la propria identita'. Si tratta di una verita' che viene confermata dalle sfide che oggi le nazioni islamiche stanno affrontando. E proprio adesso che i muslmani appoggiando alle loro potenze, affidando a Dio e camminando sul sentiero di saggezza potranno ottenre le vittorie e decidere per il loro futuro. Ma dall'altra parte c'e' il fronte dei nemici che non vedono di buon occhio il progresso e le prosperita' del mondo islamico. I nemici tramite numerosi mezzi a loro disposizione, come quello militare, economico e di propaganda , mirano a reprimere il risveglio islamico. Il loro obiettivo e' quello di trascinare musulmani nei conflitti interni affinche siano gli stessi musulmani a recarsi dei danni. Guardato cosa sta succedendo in paesi dell'asia occidentale, da Pakistan e Afghanistan a Siria, Iraq e Palestina, guardate la situazione nei paesi arabi del Golfo Persico, quelli del Nord Africa, dalla Libia ed dall'Egitto alla Tunisia e al Sudan. Le guerre civili, l'ondata di rabbia e odio confessionale, le instabilita' politiche, la diffusione del terrorismo , la nascita dei gruppi estermisti che oggi agiscono proprio come facevano barbari nel passato: strappano ilcuoredegli uomini e lo mangiano. Gli uomini armati che uccidono donne e bambini, mercenari che violentano le donne, commettono senza scrupolo ogni tipo di crimine ed aimeh' commettono queste malvagita' a nome della relgiopne .
  2. 2. Tutti questi atti disumani sono l'esito dei piani diabolici dell'imperialismo e dei loro alleati. Ovunque mettono il piede sara' guai per questo paese. Le nazioni della regione devono preparasi ai complotti dei nemici: devono cominciare subito a lavorare per colmare le vuote che sentono sia nel campo materiale che morale. Oggi ogni paese della regione deve avere come la sua priorita' assoluta impegnarsi seriamante per lo sviluppo e il progresso. Dobbiamo essere motlo attenti; adesso la situzione e' molto delicata, la negligenza ci fara' perdere questo grande moviemnto che e' il risveglio islamico. Loro, nostril nemici, vogliono che noi dimentichiamo della Palestina e di altri popoli che lottano per l'indipendenza. Che dimentichiamo del vero pericolo che e' il regime sionista e dei suoi sostenitori americani. Il rimedio definitive possiamo riassumere in due frasi: La prima unita' e frattellanza sotto la bandiera del monoteismo La seconda conoscere il nemico e affrontare suoi complotti Rafforzare la fratellanza e la solidarieta' e' la grande lezione dell'Hajj, ecco perche' i fedeli devono mettersi vestiti uguali e compiere riti uguali, perche il pellegrinaggio ci insegna come atti simbolici per poter utilizzare il vero concetto unita e solidaieta' nella nostra vita. Siamo tutti uguali, tutti fratelli : Questa e' la risposta dell islam a chiunque cerca di considerare fuori dal cerchio . Lo spirito dell'Hajj respinge fortemente sia i gruppi takfiri, che sono al servizio del sionismo e delle potenze egemoniche occidentali, che commettono delitti orribili e uccidono dei musulmani, che i sostenitori di questi estremisti, che apparentemento si vestono anche come religiosi e che poi soffiano sul fuoco di tensioni incoraggiando sciiti e sunniti ad uccidersi. Io come molti ulema dell'islam, che hanno nel cuore l'amore per l'ummah, dichiaro che ogni atto o detta che miri a provocare il fuoco di tensioni tra musulmani e' haram e illecito. Qualsiasi offesa alle sacralita' islamiche, sia sciiti che sunniti, e' illecita. Servire nemici dell'islam e' haram. La seconda base e' conoscere il nemico. Non bisogna mai ingorare il nemico giurato, e' il consueto rito di lanciare sassi contro il simbolo di satana durante il pellegrinaggio viene compiuto appunto per farla mantenere viva la necessita' di non dimenticare il pericolo dei nostril nemici. Attenzione! Nel conoscere nostril nemici, che sono l'imperialismo e il sionismo mondiale, non bisogna assolutamente fare passi sbagliati: loro tentano di creare scissioni all'interno della comunita' islamica mondiale incoraggiare la corruzione politica e la corruzione morale, minacciare o compromettere classe elite della societa, lanciare pressioni economiche sulla gente e creare dubbi nelle credenze religiose. Bisogna conoscere questi metodi identificato sopratutto loro elemnenti, soliti traditori e mercenari.
  3. 3. Governi imperialisti, cappeggiati dagli stati uniti, utilizzando media la tecnologia avanzata nel campo della propaganda, coprono il loro vero volto e dichiarandosi sostenitori dei diritti umani e la democrazia assumono una figura ipocrita presso l'opinione pubblica. Loro pretendono di essere paladin dei diritti delle nazioni proprio mentre popoli musulmani subiscono ogni giorno di piu le soffernze che vengono inflitte a loro proprio a casua delle stesse potenze. Dare un sguardo al popolo opresso della palestina che da decennia e' vittima dei crimini del regime sionista e loro sostnitori. E poi Afghanistan, Pakistan, Iraq dove il terrorismo creato dall'imperialismo americano continua a provocare morti e distruzione. Anche la Siria e' diventata come il bersaglio di un conflitto sanguinoso solo perche questo paese si oppone all'espansionismo sionista e che fa parte della resistenza islamica nella regione. il vero volto degli Usa e loro alleati possiamo vedere anche in Bahrain o Myanmar dove musulmani vengono repressi nel sangue dai regime dittatoriali che godno appunto del sostegno della Casa Bianca. Oggi il compito delle autorita' politiche, dei responsabili culturali e religiose e' di essere uniti ovunque si trovano per poter smascherare questi criminali e per svelare la verita'. Questo il nostro dovere etico e religioso. Oggi purtroppo paesi del Nord Africa sono sull'orlo delle piu' profonde divergenze interne. La situazione in questi paesi ci dice che dobbiamo impegnarsi serimante a conoscere nostri nemici e loro piani. Divergenze all'interno della comunita' islamica avra' delle conseguenze pericolose, che saranno difficilmente reparabili. Pero' non abbiamo alcun dubbio perche le nazioni africane. che si sono sllevate dando vita al risvegio islamico, con l'aiuto di dio non permetteranno mai a capi corroti di tornare in dietro il tempo, all'era dei dittatori filo occidental. Ma non bisogna tralasciare le potenze mondiali, che hanno all'ordine di giorno la distruzione del mondo islamico. Loro puntano la sicurezza la stabilita' e il progresso dei musulmani. Crediamo fermamente alla Potenza dei popli musulmani che affidano solo a dio perche qui nella Repubblica islamica dell'Iran abbiamo provato con successo la resistenza alle ostilita' dei nemici. Questo e' il nostro invite a tutti muslmani del mondo. Chiediamo a dio di proteggere la nazioni islamiche respingere le ostilita' nemiche e di accettare la nostra preghiera alla mecca. Vassalamon aleikom va rahamattolah Sayyed ali Khamenei Il quinto zel hajjeh 1434 Ll 19 mehr 1392 del calendario persiamo

×