Your SlideShare is downloading. ×
0
Rossella Tarantino su Visioni Urbane Mt
Rossella Tarantino su Visioni Urbane Mt
Rossella Tarantino su Visioni Urbane Mt
Rossella Tarantino su Visioni Urbane Mt
Rossella Tarantino su Visioni Urbane Mt
Rossella Tarantino su Visioni Urbane Mt
Rossella Tarantino su Visioni Urbane Mt
Rossella Tarantino su Visioni Urbane Mt
Rossella Tarantino su Visioni Urbane Mt
Rossella Tarantino su Visioni Urbane Mt
Rossella Tarantino su Visioni Urbane Mt
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Rossella Tarantino su Visioni Urbane Mt

1,805

Published on

Progetto Visioni Urbane - Slides della presentazione di Rossella Tarantino al workshop "Tecnologia per la creatività in Basilicata", con Bruce Sterling. Dicembre 2007

Progetto Visioni Urbane - Slides della presentazione di Rossella Tarantino al workshop "Tecnologia per la creatività in Basilicata", con Bruce Sterling. Dicembre 2007

Published in: Technology, Real Estate
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
1,805
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Visioni urbane- sensi contemporanei 2 Stato di avanzamento dell’azione di accompagnamento alla progettazione di spazi laboratorio sostenibili
  • 2. Perché iniziative per la creatività <ul><li>La Regione Basilicata nell’ambito del Patto con i Giovani ha intrapreso alcune iniziative concernenti la creatività, sulla base di due assunti: </li></ul><ul><li>accrescere l’attrattività della Regione , che vuol dire aprire e collegarsi con realtà nazionali e internazionali, in modo che non sia abbia la percezione di scollamento con quanto succede altrove e quella percezione di vivere in una regione ai margini, un po’ troppo rilassata, lontana dai centri dove “accadono le cose ”. Le condizioni per attirare i giovani ed i creativi (lucani e non) è importante non solo “la qualità dell’istruzione e la probabilità di uno sbocco lavorativo adeguato, non meno importante è la ricchezza e la rilevanza di eventi culturali” (come risulta dallo studio sulla qualità e competitività della Basilicata del prof. Wolleb) </li></ul><ul><li>fare della creatività un campo di sviluppo e di attività in rete . L’idea è che occorre rafforzare gli strumenti affinché –per quanto possibile- la creatività possa creare valore economico e ridurre la dipendenza anche culturale dai finanziamenti pubblici. (i.e. short-list offriva la possibilità di rafforzare le reti con realtà eccellenti, di creare prodotti/eventi/spettacoli di qualità e quindi di posizionarsi meglio sul mercato) </li></ul>
  • 3. Visioni urbane- perchè <ul><li>Nell’ambito del Patto con i Giovani, la Regione ha programmato alcune iniziative sulla creatività, tra cui la creazione di spazi-laboratorio. </li></ul><ul><li>DPS e Regione hanno concordato (vedi riunione Presidente- Versace) di condurre congiuntamente un’azione volta a progettare i contenuti ed a studiare la fattibilità/sostenibilità degli spazi laboratorio previsti prima della loro realizzazione. Tale azione si chiama Visioni Urbane e rientra nel programma Sensi Contemporanei. </li></ul><ul><li>La “ratio” è : partiamo dai “contenuti per arrivare ai contenitori”, per evitare di pervenire –come spesso avviene- a dei contenitori privi di contenuto o a dei contenitori che si aprono e si chiudono nel giro di poco tempo per mancanza di una sostenibilità o di una progettualità . </li></ul>
  • 4. Visioni Urbane- le domande <ul><li>A titolo esemplificativo, in Puglia hanno finanziato circa 132 spazi laboratorio attraverso un bando pubblico, ma ora sia le associazioni che i comuni stanno iniziando a porsi problemi quali: </li></ul><ul><li>questi spazi vanno in competizione e si sottraggono pubblico? cosa farci dentro? Quali attività, quali strumenti? </li></ul><ul><li>Quale pubblico/pubblici e modalità di fruizione? </li></ul><ul><li>Quali modelli organizzativi o gestionali? </li></ul><ul><li>Quale sostenibilità? una volta ristrutturati, rifunzionalizzati ed avviati, si reggono da soli o richiedono finanziamenti anche per la gestione? Generano/producono attività che creano sviluppo? </li></ul><ul><li>E’ pensabile ragionare in un’ottica di rete? </li></ul>
  • 5. Visioni Urbane- Il percorso concordato <ul><li>Il percorso concordato DPS-Regione prevede: </li></ul><ul><li>Azione di conoscenza della scena creativa e del suo potenziale quale risorsa per lo sviluppo (giugno-ottobre) </li></ul><ul><li>Studio sulla sostenibilità organizzativa, economica e finanziaria: Analisi di benchmarking di 4-5 modelli diversi di spazi-laboratorio (dicembre- febbraio) </li></ul><ul><li>I laboratori per la creatività: Attività di progettazione dei contenuti e delle finalità degli spazi attraverso 4 workshops con la scena creativa sulle seguenti tematiche (dicembre-febbraio) </li></ul><ul><li>Il risultato finale: uno o più scenari di possibili configurazioni di una rete di spazi (quali attività? quali dotazioni? quali mission? quali modalità di fruizione? quali ipotesi di gestione? quali possibili costi/ricavi finanziari? quali possibili ricavi/costi economico-sociali? come fare in modo che gli spazi siano in rete?) </li></ul>
  • 6. Cosa si è fatto-azione 1 <ul><li>Giugno-settembre: 41 interviste a vari protagonisti scena creativa (secondo un meccanismo virale- protagonisti affermati e gli emergenti). Creatività intesa in modo allargato (secondo definizione UE) cioè comprendendo sia attività culturali in senso tradizionale (danza, teatro, cinema, ecc.) ma anche la comunicazione che fa largo uso di ICT (e quindi anche i bloggers) </li></ul><ul><li>Dal mese di ottobre un blog di progetto </li></ul><ul><li>Il 17 ottobre una riunione tecnica con circa 65 partecipanti </li></ul>
  • 7. I risultati conseguiti sinora <ul><li>Un quadro della scena creativa (luci ed ombre, potenzialità e carenze da colmare) </li></ul><ul><li>Reazioni positive da parte dei protagonisti (vedi allegato sui commenti del blog) </li></ul><ul><li>Attivazione di collaborazioni e partenariati tra i vari protagonisti scena creativa (anche tra comuni e province diverse) che invece finora erano poco interrelati (quante più relazioni si creano, tanto più facile realizzare l’idea di spazi in rete o di collaborazioni virtuose nell’ambito degli stessi spazi) </li></ul><ul><li>MA ANCHE: </li></ul><ul><li>Indicazioni di policy in campo sia culturale che formativo (più in generale sulle politiche per la creatività e l’innovazione). I.e. si stanno formulando alcune indicazioni di policy per l’ufficio turismo. </li></ul>
  • 8. Il percorso da compiere (1) – I laboratori per la creatività <ul><li>Attività di progettazione dei contenuti e delle finalità degli spazi attraverso 4 laboratori con esperti internazionali su temi in cui hanno mostrato le maggiori carenze formative (da colmare) o le maggiori potenzialità (da valorizzare). Cioè su: </li></ul><ul><li>Tecnologie per la creatività (previsto tra il 10-12 dicembre- incontro preparatorio previsto il 21 novembre) </li></ul><ul><li>Comunicazione dei prodotti culturali e posizionamento sul mercato </li></ul><ul><li>Cultura e Territorio </li></ul><ul><li>Modelli di gestione per gli spazi laboratorio della creatività </li></ul>
  • 9. Il percorso da compiere (2) l’azione di benchmarking <ul><li>Un’azione di benchmarking su 4-5 modelli diversi di spazi laboratorio per studiarne i modelli di fruizione, di gestione e di sostenibilità economica e finanziaria (e le opportunità di sviluppo create) e verificare la loro applicabilità in Basilicata </li></ul><ul><li>Le due attività parallele e collegate (laboratori +benchmarking) portano al risultato finale prima illustrato: </li></ul><ul><li>uno o più scenari di possibili configurazioni di una rete di spazi (quali attività? quali dotazioni? quali mission? quali modalità di fruizione? quali ipotesi di gestione? quali possibili costi/ricavi finanziari? quali possibili ricavi/costi economico-sociali? come fare in modo che gli spazi siano in rete?) </li></ul>
  • 10. Le tecnologie digitali <ul><li>Tecnologie digitali aprono </li></ul><ul><li>nuove opportunità di lavoro, </li></ul><ul><li>nicchie di mercato prima irraggiungibili (la coda lunga di internet) </li></ul><ul><li>possibilità di scambio e di conoscenze, </li></ul><ul><li>di lavorare congiuntamente </li></ul><ul><li>E le tecnologie hanno bisogno di contenuti culturali e creativi </li></ul>
  • 11. Le tecnologie e le domande <ul><li>Le tecnologie possono rafforzare la scena creativa in Basilicata? </li></ul><ul><li>Nuovi mercati </li></ul><ul><li>Nuove reti </li></ul><ul><li>Possono creare delle relazioni virtuose tra chi si occupa di cultura (contenuti) e chi si occupa di tecnologie (reti, strumenti, software)? </li></ul>

×