Your SlideShare is downloading. ×
Bugie, maledette bugie e open data: per un'ecologia della discussione razionale allargata
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Bugie, maledette bugie e open data: per un'ecologia della discussione razionale allargata

1,124
views

Published on

Rendere disponibili i dati pubblici in formato aperto e machine-readable costa poco, aumenta la trasparenza e l'accountability e abilita i cittadini a collaborare con le amministrazioni. Ma allora …

Rendere disponibili i dati pubblici in formato aperto e machine-readable costa poco, aumenta la trasparenza e l'accountability e abilita i cittadini a collaborare con le amministrazioni. Ma allora perché non lo fanno tutti? Perché per interpretarli occorre un ecosistema della discussione data-powered, in cui alcuni soggetti abbiano capacità di lettura e di elaborazione anche statistica. Alcune obiezioni da superare per una politica di open data.

Published in: News & Politics, Technology

0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
1,124
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. BUGIE, MALEDETTE BUGIE E OPEN DATAPer un’ecologia della discussione razionale allargata Alberto Cottica, Marzo 2011 http://www.spaghettiopendata.org
  • 2. open data >> trasparenza >> (co-) responsabilità
  • 3. “Possono usarli contro di noi”
  • 4. sofisticatoinfografiche open datastatistiche maledette bugie bugie ingenuo
  • 5. STATS
  • 6. job centre Il tasso didisoccupazione cresce!
  • 7. OPEN DATA
  • 8. Alcune voci di spesa delle amministrazioni centrali dello Stato – stanziamenti iniziali di competenza 2009 (Meuro) mancano le regioni! Istruzione scolastica 44.016,3 Istruzione universitaria 8.553,1Diritti sociali, politiche sociali e famiglia 25.372,5 Politiche previdenziali 73.996,1 Politiche per il lavoro 2.934,0 Immigrazione e accoglienza 1.416,2 mele pere Sviluppo e riequilibrio territoriale 6.139,4 Debito pubblico 296.558,1 0 75000 150000 225000 300000
  • 9. INFOGRAFICHE
  • 10. Wired 2010: il web è morto!
  • 11. THE WEBBoing Boing 2010: ah, davvero?
  • 12. Soluzione: conversazione razionale allargata
  • 13. Esempio: la politica agricola europea a Stoccolma
  • 14. Esempio: crescita e distribuzione del reddito negli USA
  • 15. Carter: i ricchi arricchiscono, tutti gli altri perdono
  • 16. Reagan:quasi tutto ai ricchi
  • 17. Bush padre:ai non ricchi l’80%. Del calo.
  • 18. Clinton:il 30% alla gente normale
  • 19. Bush figlio:i ricchi arricchiscono, i meno ricchi impoveriscono
  • 20. Conclusione: open data è un’arma potente, ma c’è molto da fare
  • 21. BUON LAVORO.
  • 22. Roba legaleThis work is licensed under the CreativeCommons Attribution-NonCommercial-NoDerivs3.0 Unported License. To view a copy of thislicense, visit http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/ or send a letter toCreative Commons, 171 Second Street, Suite300, San Francisco, California, 94105, USA.All photos licensed CC on Flickr.com. Authors (top to bottom):Adam Kerr-Roberts, unknown author, BeautificationSyndrome, CriticalCity