E-Business e negozi tradizionali, chi ha detto che sono due cose diverse?
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

E-Business e negozi tradizionali, chi ha detto che sono due cose diverse?

on

  • 1,880 views

La mia presentazione alla Venice Digital Week 2011, nell'ambito dell'evento "E-business e lifestyle marketing"

La mia presentazione alla Venice Digital Week 2011, nell'ambito dell'evento "E-business e lifestyle marketing"

Statistics

Views

Total Views
1,880
Views on SlideShare
1,759
Embed Views
121

Actions

Likes
4
Downloads
30
Comments
0

13 Embeds 121

http://internetmanagerblog.com 59
http://www.carlomazzocco.com 22
http://www.slideshare.net 13
http://carlomazzocco.com 9
http://www.linkedin.com 5
https://www.linkedin.com 4
http://www.b2corporate.com 3
http://ranksit.com 1
http://admin.totalmarketing.com 1
http://feeds.feedburner.com 1
url_unknown 1
http://paper.li 1
http://twitter.com 1
More...

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

E-Business e negozi tradizionali, chi ha detto che sono due cose diverse? Presentation Transcript

  • 1. E-Business e negozi tradizionali, chi ha detto che sono due cose diverse?
  • 2. Un mondo che cambia… 2 miliardi di utenti Internet 500 milioni accedono a internet via mobile (3,5 miliardi nel 2015) 4 miliardi ricerche al giorno su Google 2,5 miliardi di video visti ogni giorno 1 miliardo di utenti di social network 4 miliardi di dispositivi mobili 14% del tempo online è speso sui social media Fonte: ComScore, Google
  • 3. Pensavate di conoscere i clienti? Caso reale tratto dalla presentazione di Marco Loguercio di SEMS all’E-Commerce forum 2009
  • 4. Il processo di conversione cambia…
  • 5. … ecco il nuovo percorso
  • 6. Are you ready? Tutto questo inoltre va declinato in un mondo multicanale, dove il confine tra digitale e non digitale ha sempre meno senso…
  • 7. L’ESPERIENZA DI GRUPPO COIN
  • 8. GEOLOCALIZATION: FOURSQUARE
  • 9. APPS: VIRTUAL LOYALTY CARD L’applicazione 1card è disponibile per iPhone e Android e permette di sottoscrivere la Coincard, oltre che virtualizzare una esistente fotografando il codice a barre http://www.coin.it/ jsp / it / newsdetail /newsid_540.jsp
  • 10. Tutto questo funziona nella multicanalità Web Site www.coin.it Email Newsletter BlueTooth Social media marketing Radio web e instore
  • 11. SOCIAL CRM Upim POP Grazie alla collaborazione fra la Community di Zzub.it e Upim POP in the City nascono gli Upim Opinion. Sono clienti che partecipando a sondaggi, questionari e attività online ottengono UpiMoney da spendere nei negozi. http:// pop.upim.it / it / popupimcard /community
  • 12. INTERAZIONE STORE/ONLINE: 1ring Il sito 1ring.com Con un semplice squillo gratuito del cellulare si possono ricevere Informazioni via mail e via web on demand. Per provare chiama subito:
  • 13. ROPO: non solo web e digitale R eseach O nline P urchase O ffline
  • 14. Un valore significativo Nel 2010, Internet ha contribuito al PIL italiano con 31,5 miliardi di euro, pari al 2%. Questo dato più che raddoppierà entro il 2015. In uno scenario conservativo l'Internet economy rappresenterà 59 miliardi di euro, pari al 4,4% del PIL italiano, con un tasso di crescita annuo del 18%
  • 15. Che cosa è mancato finora? molte tecnologie finora non erano presenti di default sugli strumenti più comuni, come i cellulari mancanza di standard condivisi (ecosistemi chiusi su modello degli application store) poca conoscenza da parte delle aziende (è difficile per gli utenti apprezzare questo genere di servizi…fino a quando nessuno li offre!) infrastrutture poco adeguate (architetture IT rigide, in Italia il wi-fi scarseggia e con lui anche solo la banda larga) validi motivi per l’utilizzo (valore aggiunto)
  • 16.
    • I mercati sono conversazioni.
    • Ciò che accade ai mercati accade anche a chi lavora nelle aziende. L’entità metafisica chiamata "L’Azienda" è la sola cosa che li divide.
    • Le aziende che non capiscono che i loro mercati sono ormai una rete tra singoli individui, sempre più intelligenti e coinvolti, stanno perdendo la loro migliore occasione.
    • Volete i nostri soldi? Noi vogliamo la vostra attenzione
    • Siete invitati, ma è il nostro mondo. Levatevi le scarpe sulla soglia.
    • Se le aziende pensano che i loro mercati online siano gli stessi che guardavano le loro pubblicità in televisione, si stanno prendendo in giro da sole
    • Estratto delle 95 testi del Cluetrain Manifesto
    • http://www.cluetrain.com/
    Per il futuro: si può fare finta di niente?
  • 17. La risposta alla domanda precedente: NO! http://www.youtube.com/watch?v=oPgvg6rZnF0
  • 18. Dott. Gianluigi Zarantonello http://www.gianluigizarantonello.it http://internetmanagerblog.com Grazie per l’attenzione!