0
L’inquinamento dell’aria  in Brescia e provincia  di Marino Ruzzenenti Gussago 21 giugno 2011
aria 1
Brescia PM10 da record in Lombardia Nel 2009 a Brescia la centralina di fondo del Sereno ha superato i 35 giorni il  19 fe...
Giorni di  supero dei 50  μg/m 3  a Brescia anno 2009 35 giorni: limite di legge per la tutela della salute umana Broletto...
Giorni di  supero dei 50  μg/m 3  a Brescia anno 2010 35 giorni: limite di legge Broletto: centralina di traffico, “limita...
Un contesto degradato La pianura padana dal satellite emissioni di NO 2  precursori delle PM2,5 aria 4
Sottostimato l’inquinamento dell’aria In provincia di Brescia poche centraline e… solo per il “fondo” e nessuna in zona di...
Molto inquinamento da traffico indotto dall’industria A Brescia impennata del trasporto merci Parco veicolare circolante n...
Metallurgia secondaria: importanti emissioni di PCB e diossine 1   (Enea 2003) aria 7
Metallurgia secondaria: importanti emissioni di PCB e diossine 2   (Enea 2003) aria 8
San Polo (Alfa Acciai)  diossine nell’aria aria 9
Uova alla diossina attorno alle aziende metallurgiche (valore limite  6  pg/g grasso; soglia  4  pg/g grasso) aria 10
Stato dell’ambiente in Lombardia 2008-2009. aria 11 aria 11 aria 11
Emissioni di ossidi di azoto, precursori  delle PM10,  dal polo energetico ASM e da tutti gli altri camini del Comune di B...
Stima dell’impatto complessivo della cementeria Italcementi  sul totale dell’area interessata  di Mazzano – Rezzato (Comun...
Dati di emissioni annue di alcuni nuove  centrali  turbogas simili  a quelle ipotizzate ad Offlaga e da a2a in città Unive...
L’ince- neritore non inquina? aria 15
Immagine suggestiva  dell’inceneritore Asm-A2A aria 16
aria 17
Una macchina tanto perfetta che ha bisogno di un ’aggiustatina  da 100 milioni di euro “ Giornale di Brescia”  10 febbraio...
Indiscrezioni di stampa del dicembre 2007 In 18 aziende agricole nella zona a Sud dell’inceneritore presenza di diossine n...
Inchiesta indipendente   (in rosso i terreni “sospetti”),  marzo 2008 Le diossine nel latte e l’inceneritore Misurazioni d...
Asl di Brescia (settembre 2008): mappa 7/alimenti – mappatura zona di provenienza campioni latte   Inceneritore Asm “inesi...
L’inceneritore assolto a priori? <ul><li>Dalla mappa dell’Asl si conferma che i terreni interessati al latte contaminato d...
Diossine nell’aria di Brescia Non risulterebbe apprezzabile l’effetto di “risospensione” dal “sito Caffaro”. […] l’indagin...
Diossine nell’aria di Brescia più che attorno all’Ilva di Taranto ! <ul><li>Rilevazione in periodo feriale, con scarso tra...
Meteorological Synthesizing Centre-East ,  un centro internazionale di un programma cooperativo per il monitoraggio e la v...
Brescia è la terza peggiore città  europea per smog   L’ Istat  il 22 giugno 2010 ha presentato i risultati dell’analisi s...
Ma tutta la Pianura è  in condizione critica Il caso di  Medole ,  con scarse emissioni industriali, traffico vicino allo ...
Asl di Brescia (settembre 2008) :  Concentrazioni di PCB e PCD/F, in termini di tossicità equivalente (TEQ) in pg/g di gra...
La contaminazione del latte di Brescia e la dose “tollerabile” E’ urgente un intervento delle istituzioni, come richiesto ...
salute 3
Importante contaminazione  anche di latte materno Campione di latte di donna  bresciana, al 3° mese di allattamento, consu...
<ul><li>A Venezia 3 pool  </li></ul><ul><li>-10 campioni con dieta povera di pesce (1); -13 campioni con dieta mediamente ...
La popolazione di Brescia in generale presenta significative concentrazioni di diossine nel sangue   <ul><li>FONTI: </li><...
salute 7
salute 8
Brescia come la Campania? <ul><li>Anomala incidenza dei tumori primari al fegato (circa il doppio della media nazionale, c...
  Brescia  record assoluto di morti per tumore Brescia detiene il record assoluto negativo con la  più alta percentuale 36...
Tumori al fegato: record bresciano salute 11
PM2, PM10 e salute <ul><li>Vi è un  ruolo causale dell'inquinamento dell'aria nell'aumentare la frequenza di danni acuti, ...
salute 13
salute 14
salute 15
Nell’ultimo anno 60 nuove diagnosi in Oncoematologia pediatrica al civile, con un  aumento dell’8%  rispetto all’anno prec...
Uscire dalla “monocoltura” dei rifiuti <ul><li>prosciugare fino quasi ad azzerare il flusso dei rifiuti urbani, con il “po...
In Pianura padana bisogna  drasticamente ridurre le combustioni <ul><li>Industrie: riconversione verso produzioni con mino...
Metallurgia secondaria: le emissioni di PCB  e diossine possono essere drasticamente ridotte  (Enea 2003) “ La riduzione d...
La mobilitazione e l’intervento dei cittadini possono fare molto… agire 4 Il 28 febbraio 2010 presentato un esposto alla M...
Un mondo che produce rifiuti e consuma risorse non ha futuro agire 5
legittime proteste della popolazione
L’aumento del PIL non corrisponde più a vita migliore agire 6 “ All’interno dei paesi dell’Ocse, i più ricchi, negli ultim...
Benvenuta  decrescita   per riprenderci la felicità Importanti ricerche e studi  dimostrano che il PIL da diversi decenni ...
Siamo davvero messi male, però… “… i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha crea...
Per chi vuole saperne di più www.ambientebrescia.it
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Ruzzenenti Serara Aria Brescia 21-06-2011

324

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
324
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Ruzzenenti Serara Aria Brescia 21-06-2011"

  1. 1. L’inquinamento dell’aria in Brescia e provincia di Marino Ruzzenenti Gussago 21 giugno 2011
  2. 2. aria 1
  3. 3. Brescia PM10 da record in Lombardia Nel 2009 a Brescia la centralina di fondo del Sereno ha superato i 35 giorni il 19 febbraio , 6 giorni prima di Milano. Nel 2010 a Brescia, 35 giorni di supero, al 13 febbraio ! Nel 2011 a Brescia, 35 giorni di supero, al 6 febbraio ! Al 18.06: Broletto 56, Sereno 66, Rezzato 77 giorni aria 2
  4. 4. Giorni di supero dei 50 μg/m 3 a Brescia anno 2009 35 giorni: limite di legge per la tutela della salute umana Broletto: centralina di traffico, “limitato” Sereno: centralina di fondo Rezzato: centralina di traffico/industriale Fonte : http://istituzionale.comune.brescia.it/noauto/airquality/arianuovo/ aria 3
  5. 5. Giorni di supero dei 50 μg/m 3 a Brescia anno 2010 35 giorni: limite di legge Broletto: centralina di traffico, “limitato” Sereno: centralina di fondo Rezzato: centralina di traffico/industriale Fonte : http://istituzionale.comune.brescia.it/noauto/airquality/arianuovo/ aria 3
  6. 6. Un contesto degradato La pianura padana dal satellite emissioni di NO 2 precursori delle PM2,5 aria 4
  7. 7. Sottostimato l’inquinamento dell’aria In provincia di Brescia poche centraline e… solo per il “fondo” e nessuna in zona di traffico (APAT 2006) aria 5
  8. 8. Molto inquinamento da traffico indotto dall’industria A Brescia impennata del trasporto merci Parco veicolare circolante nel territorio della Provincia di Brescia (ArpaB s 2005) aria 6 +16.405 + 22,2% + 36.135 +5,5% Variazioni nei 5 anni 90.279 73.874 autocarri trasporto merci 689.341 653.206 autovetture 2005 2001
  9. 9. Metallurgia secondaria: importanti emissioni di PCB e diossine 1 (Enea 2003) aria 7
  10. 10. Metallurgia secondaria: importanti emissioni di PCB e diossine 2 (Enea 2003) aria 8
  11. 11. San Polo (Alfa Acciai) diossine nell’aria aria 9
  12. 12. Uova alla diossina attorno alle aziende metallurgiche (valore limite 6 pg/g grasso; soglia 4 pg/g grasso) aria 10
  13. 13. Stato dell’ambiente in Lombardia 2008-2009. aria 11 aria 11 aria 11
  14. 14. Emissioni di ossidi di azoto, precursori delle PM10, dal polo energetico ASM e da tutti gli altri camini del Comune di Brescia (OTU e Comune Bs) aria 12 % sulle emissioni industriali tonn/anno 100% 1.629 Totale 9% 149 Altri 158 camini 21% 341 Inceneritore 70% 1.139 Centrali convenzionali ASM
  15. 15. Stima dell’impatto complessivo della cementeria Italcementi sul totale dell’area interessata di Mazzano – Rezzato (Comuni di Mazzano e Rezzato, Indagine sull’impatto della cementeria Italcementi. Valutazione qualità dell’aria, aprile 2007, p. 18) aria 13
  16. 16. Dati di emissioni annue di alcuni nuove centrali turbogas simili a quelle ipotizzate ad Offlaga e da a2a in città Università di Bologna, Arpa Emilia Romagna, Valutazione di emissioni inquinanti di impianti termoelettrici da combustibili fossili in funzione delle condizioni di esercizio, 2004 * Nostro calcolo * * In Italia non vengono di norma previste misure specifiche di contenimento degli NO x (Sistemi di abbattimenti catalitici, SCR), adottati di norma invece negli Usa, per cui le quantità emesse di questo inquinante sono mediamente 4-5 volte più importanti. Gli NOx sono precursori di particolato secondario ultrafine. aria 14 820 (102,6) 1.100.000* circa [419,5] 358 Candela (FG) Edison [a2a Brescia] 1.656 (206) 1.500.000* circa [300] 712 Ravenna Enipower [Offlaga] NO x * * tonn/a (kg/h) CO 2 tonn/a [kg/MWh] Potenza MW Sito e società
  17. 17. L’ince- neritore non inquina? aria 15
  18. 18. Immagine suggestiva dell’inceneritore Asm-A2A aria 16
  19. 19. aria 17
  20. 20. Una macchina tanto perfetta che ha bisogno di un ’aggiustatina da 100 milioni di euro “ Giornale di Brescia” 10 febbraio 2009 aria 18
  21. 21. Indiscrezioni di stampa del dicembre 2007 In 18 aziende agricole nella zona a Sud dell’inceneritore presenza di diossine nel latte aria 19
  22. 22. Inchiesta indipendente (in rosso i terreni “sospetti”), marzo 2008 Le diossine nel latte e l’inceneritore Misurazioni delle immissioni al suolo, previste nel 1993 dall’autorizzazione dell’inceneritore, mai eseguite. Inceneritore Asm aria 20
  23. 23. Asl di Brescia (settembre 2008): mappa 7/alimenti – mappatura zona di provenienza campioni latte Inceneritore Asm “inesistente” Asl di Brescia, Sito d’interesse nazionale Brescia Caffaro ed altre aree inquinate nel comune di Brescia. Risultato delle indagini sanitarie ed ambientali al 30 aprile 2008, Brescia settembre 2008 aria 21
  24. 24. L’inceneritore assolto a priori? <ul><li>Dalla mappa dell’Asl si conferma che i terreni interessati al latte contaminato da diossine </li></ul><ul><li>sono al di fuori del “sito Caffaro” (ad eccezione di uno da cui era partita l’indagine); </li></ul><ul><li>sono collocati a corona nell’intorno dell’inceneritore; </li></ul><ul><li>sono in generale distanti, eccetto uno, dalle siderurgiche le cui ricadute sono localizzate (camini di 20-30 m), a differenza di quelle dell’inceneritore (camino di 120 m) estese per alcuni Km. </li></ul><ul><li>Tuttavia l’Asl di Brescia, nonché Arpa, Iss, Comune, proprietario di Asm, sembrano assolvere a priori l’impianto: </li></ul><ul><li>“ Sembra, invece di poter escludere un contributo di rilievo da parte dell’impianto di termovalorizzazione dei r.s.u. ed assimilabili ex ASM, ora A2A …” (Asl di Brescia…, settembre 2008, cit., p. 12) </li></ul>aria 22
  25. 25. Diossine nell’aria di Brescia Non risulterebbe apprezzabile l’effetto di “risospensione” dal “sito Caffaro”. […] l’indagine eseguita sull’aria ambiente ha evidenziato una situazione “normale” per aree fortemente antropizzate … L. Musmeci, ISS, Brescia 20 marzo 2008 Nell’estate del 2007 l’Iss intraprende una campagna di indagine sull’aria per verificare la possibile risospensione di microinquinanti dal “sito Caffaro”. aria 23
  26. 26. Diossine nell’aria di Brescia più che attorno all’Ilva di Taranto ! <ul><li>Rilevazione in periodo feriale, con scarso traffico ed acciaierie chiuse: solo l’ inceneritore è in funzione . </li></ul>Andrebbero aggiunti 25 fgTEQ/m 3 dei PCB-DL per cui: 83+25 = 118 fgTEQ/m 3 (a Taranto i PCB-DL oscillano tra 1,9 e 23,4 fgTEQ/m 3 – Arpa Puglia 2007). aria 24
  27. 27. Meteorological Synthesizing Centre-East , un centro internazionale di un programma cooperativo per il monitoraggio e la valutazione della trasmissione a lungo raggio degli inquinanti nell’aria Emissioni di diossine nell’aria aria 25
  28. 28. Brescia è la terza peggiore città europea per smog L’ Istat il 22 giugno 2010 ha presentato i risultati dell’analisi sulla qualità dell'aria in 221 città europee desunti da AirBase dell' Agenzia europea per l'ambiente (EEA) . I dati, riferiti agli anni 2004-2008 e alle centraline di fondo urbano per i tre principali inquinanti, (biossido di azoto, ozono e PM10) sono sintetizzati in un unico indicatore, definito dal numero medio di volte in cui le città superano i limiti di legge. Nel 2008 la qualità dell’aria respirata a Brescia è stata di 2,3 volte superiore ai parametri , facendo registrare il terzo dato peggiore a livello europeo, dopo quello della città bulgara di Plovdiv e di Torino. aria 26
  29. 29. Ma tutta la Pianura è in condizione critica Il caso di Medole , con scarse emissioni industriali, traffico vicino allo zero nel punto di campionamento, studiato dall’Arpa di Mantova nel 2007-2008 Giorni di superi delle PM10 in un anno: 70 , due volte il limite aria 27
  30. 30. Asl di Brescia (settembre 2008) : Concentrazioni di PCB e PCD/F, in termini di tossicità equivalente (TEQ) in pg/g di grasso in campioni di latte raccolti in diverse aziende agricole della Città e dell’hinterland e della Centrale del latte negli anni 2007 – 2008 Esclusione dal consumo > 6 pgTEQ/g di gr Superamento del “limite d’azione” 2 pg/TEQ/g di gr Concentrazioni medie nel latte della Centrale di Brescia destinato al consumo: 3,09 pgTEQ/g di grasso salute 1
  31. 31. La contaminazione del latte di Brescia e la dose “tollerabile” E’ urgente un intervento delle istituzioni, come richiesto esplicitamente dalla Commissione Ue: “ La Commissione contatterà le autorità competenti italiane […] e chiederà informazioni particolareggiate sul follow-up e sulle emissioni industriali nella zona di Brescia, onde prevenire o ridurre la contaminazione futura della catena alimentare umana e animale dalle fonti identificate” (A. Vassiliou, Commissione Ue, 14.11.2008) salute 2
  32. 32. salute 3
  33. 33. Importante contaminazione anche di latte materno Campione di latte di donna bresciana, al 3° mese di allattamento, consumatrice di prodotti locali “sito Caffaro ”: PCDD/DF/ 30 pgTEQ/g di grasso PCDD/DF/PCB-DL 147 pgTEQ/g di grasso FONTE: Luigi Turrio-Baldassarri, et all., cit. ? salute 4
  34. 34. <ul><li>A Venezia 3 pool </li></ul><ul><li>-10 campioni con dieta povera di pesce (1); -13 campioni con dieta mediamente ricca di pesce (2); </li></ul><ul><li>-6 con dieta ricca di pesce. (3) </li></ul><ul><li>A Roma 1 solo pool da 10 donne. [Ingelido A. M. e al., Polychlorinated biphenyls (PCBs) and polybrominated diphenyl ethers (PBDEs) in milk from Italian women living in Rome and Venice. Chemosphere . 67 S301-6]. </li></ul><ul><li>A Duisburg (Germania) 169 campioni, età 19-42 anni, area altamente industrializzata [Wittsiepe J. E al., PCDD/F and dioxin-like PCB in human blod and milk from German mothers , Chemosphere 67 (2007)] </li></ul><ul><li>A Caserta un gruppo di 50 donne non esposte (1) e un gruppo di 50 esposte (2) [Rivezzi e al. Diossine e PCB nella popolazione della Provincia di Caserta e di alcuni comuni di Napoli nord. Studio sul rischio di esposizione di 100 donne alla prima gravidanza, dicembre 2008] </li></ul><ul><li>A Brescia una donna al terzo mese di allattamento, consumatrice di alimenti del “sito Brescia-Caffaro” [ Turrio-Baldassarri L. e al., PCDD/F and PCB in human serum of differently exposed population groups of an Italian city, “Chemosphere” 73 (2008) S228–S234] </li></ul>Diossine e PCB D-L nel latte materno (pgTEQ/g di grasso) salute 5 17,5 8,5 9,1 CA 2 15,4 7,5 7.9 CA 1 147 116 30 BS 27,27 13,43 13,84 DB 20.4 25.0 33.0 34.2 Total TEQs 11.01 12.32 18.85 19.34 PCBs-DL 9.40 11.6 13.7 14.8 PCDDs+ PCDFs RM VE 3 VE 2 VE 1 WHO-TEQs
  35. 35. La popolazione di Brescia in generale presenta significative concentrazioni di diossine nel sangue <ul><li>FONTI: </li></ul><ul><li>Luigi Turrio-Baldassarri, Vittorio Abate, Chiara Laura Battistelli, Sergio Carasi, Marialuisa Casella, Nicola Iacovella, Annamaria Indelicato, Cinzia La Rocca, Carmelo Scarcella, Silvia Alivernini, PCDD/F and PCB in human serum of differently exposed population groups of an Italian city, “Chemosphere” 73, 2008, S228–S234; </li></ul><ul><li>Brenda Eskenazi, Paolo Mocarelli, Marcella Warner, Larry Needham, Donald G. Patterson, Jr. Steven Samuels, Wayman Turner, Pier Mario Gerthoux, Paolo Brambilla, Relationship of Serum TCDD Concentrations and Age at Exposure of Female Residents of Seveso, Italy , in “Environmental Health Perspectives” vol. 112, n. 1, January 2004 </li></ul><ul><li>Inca - Consorzio interuniversitario Nazionale La Chimica per l’Ambiente- Marghera (Ve), Diossine Uomo Taranto (D.U.T.), Rapporti di prova n 10355-10356, 11 gennaio 2008, analisi del 20-27 dicembre 2007. </li></ul>salute 6
  36. 36. salute 7
  37. 37. salute 8
  38. 38. Brescia come la Campania? <ul><li>Anomala incidenza dei tumori primari al fegato (circa il doppio della media nazionale, come nel “triangolo della morte” di Caserta) </li></ul><ul><li>Diossine nel latte di alcune aziende nella zona sud della città, come nel latte di bufala campano </li></ul>salute 9
  39. 39.   Brescia record assoluto di morti per tumore Brescia detiene il record assoluto negativo con la più alta percentuale 36,43%, rispetto ad una media nazionale di 29,53%, ed al livello più basso di Enna con il 21,84%. Qualità della vita 2009 – Rapporto de “Il Sole-24 ORE” 21 dicembre 2009 salute 10
  40. 40. Tumori al fegato: record bresciano salute 11
  41. 41. PM2, PM10 e salute <ul><li>Vi è un ruolo causale dell'inquinamento dell'aria nell'aumentare la frequenza di danni acuti, subacuti e cronici alla salute , nonché di effetti nocivi a lungo termine particolarmente preoccupanti in quanto riguardano i bambini e le generazioni a venire: malattie cardiocircolatorie alle affezioni respiratorie, ai tumori. </li></ul><ul><li>I principali studi condotti in Europa ed U.S.A. sulla correlazione fra inquinamento atmosferico e cancro al polmone sono concordi nel valutare che per ogni 10 µg/m 3 di PM 2.5 si registra un incremento tra l'8% ed il 14% di neoplasie polmonari. </li></ul><ul><li>L'OMS ha stimato la quota di decessi attribuibili a valori di PM10 oltre 20µg/m3 in 13 città italiane con oltre 200.000 abitanti sulla base dei valori di PM10 registrati negli anni 2002-2004: 8.220 morti/anno di cui 742 morti/anno per cancro del polmone. </li></ul>salute 12
  42. 42. salute 13
  43. 43. salute 14
  44. 44. salute 15
  45. 45. Nell’ultimo anno 60 nuove diagnosi in Oncoematologia pediatrica al civile, con un aumento dell’8% rispetto all’anno precedente Società italiana di pediatria Comunicato del 28 settembre 2010 “ Negli ultimi 20 anni in Europa si è registrato un incremento dell’1,2 % annuo di tumori infantili, questa percentuale in Italia è pari al 2%, quasi il doppio che negli USA e nel resto d’Europa. L’incremento più consistente ha riguardato i bambini sotto l’anno di età (+ 3,2%) e alcune forme tumorali (linfomi: + 4,6%, …); è quindi probabile che alla genesi dei tumori contribuisca un’esposizione materna o gametica a sostanze tossiche”. www.sip.it/?p=3539 salute 16
  46. 46. Uscire dalla “monocoltura” dei rifiuti <ul><li>prosciugare fino quasi ad azzerare il flusso dei rifiuti urbani, con il “porta a porta”, senza ricorrere ad alcuno smaltimento né in discarica né nell’inceneritore. </li></ul><ul><li>va drasticamente ridotta la quota di rifiuti speciali “ufficiali” importati solo per ragioni di business da fuori provincia </li></ul><ul><li>per i rifiuti/rottami, che non vengono conteggiati ufficialmente tra i rifiuti “importati”, bisogna gradualmente ridimensionare il settore del loro trattamento </li></ul><ul><li>eliminare alla fonte il fluff, abbandonando subito la paleotecnica dei “mulini” di frantumazione del rottame “tal quale”, in favore della separazione con recupero dei diversi materiali e successivo riciclo </li></ul><ul><li>Contro l’importazione “ufficiale” di rifiuti speciali, la Provincia deve contrastare con determinazione le richieste di nuove piattaforme o l’ampliamento delle esistenti, nonché rivedere le troppe autorizzazioni in atto </li></ul>agire 1
  47. 47. In Pianura padana bisogna drasticamente ridurre le combustioni <ul><li>Industrie: riconversione verso produzioni con minor carico termico nel processo produttivo; recupero di materia dai rifiuti in alternativa all’incenerimento… </li></ul><ul><li>Traffico veicolare: trasporto pubblico a trazione elettrica (treni, tram, filobus); sviluppo delle idrovie; espansione dell’uso della bicicletta; prevenzione del trasporto merci (“filiere corte”, riduzione delle produzioni ad alta intensità trasportistica, come la metallurgia…) </li></ul><ul><li>Energia: risparmio energetico e produzione non termica di elettricità </li></ul>agire 2
  48. 48. Metallurgia secondaria: le emissioni di PCB e diossine possono essere drasticamente ridotte (Enea 2003) “ La riduzione delle emissioni involontarie nell’ambiente di PCDD/PCDF, PCB, e, ove è possibile, eliminarle, definitivamente si presenta come un impegno urgente”(Enea 2003). agire 3
  49. 49. La mobilitazione e l’intervento dei cittadini possono fare molto… agire 4 Il 28 febbraio 2010 presentato un esposto alla Magistratura
  50. 50. Un mondo che produce rifiuti e consuma risorse non ha futuro agire 5
  51. 51. legittime proteste della popolazione
  52. 52. L’aumento del PIL non corrisponde più a vita migliore agire 6 “ All’interno dei paesi dell’Ocse, i più ricchi, negli ultimi trent’anni, il tasso di suicidi è cresciuto in media del 10%” Pietro Bevilacqua, Miseria dello sviluppo, 2008, p. 114
  53. 53. Benvenuta decrescita per riprenderci la felicità Importanti ricerche e studi dimostrano che il PIL da diversi decenni si va scostando dal vero benessere sociale: Daly e Cobb, For Common Good, Usa 1989 Lane, Loss of Happiness in Market Democracies, Yale University 2000 Bruni L. e Porta PL., Economics and Happiness, Oxford University 2006 agire 7
  54. 54. Siamo davvero messi male, però… “… i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati…” Albert Einstein “ La situazione è talmente disperata, che mi riempie di speranza” Guy Debord, situazionista francese agire 8
  55. 55. Per chi vuole saperne di più www.ambientebrescia.it
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×