• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Catalogo formativo 2011-2012
 

Catalogo formativo 2011-2012

on

  • 490 views

 

Statistics

Views

Total Views
490
Views on SlideShare
469
Embed Views
21

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

1 Embed 21

http://www.flashquix.com 21

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Catalogo formativo 2011-2012 Catalogo formativo 2011-2012 Presentation Transcript

    • 2011 – 2012ImpresagireMarketing&New Business per PMIwww.impresagire.itinfo@impresagire.it
    •  Marketing  Il marketing per aumentare le vendite: il piano di marketing  Strumenti e metodi per il marketing operativo in impresa  Comunicare e essere presenti sul web: il web marketing  Strumenti web a sostegno di marketing e comunicazione  Brand marketing per atipici e professionisti New Business  Il marketing per le nuove imprese  Trasformare l’idea in un business: il business plan  Il business plan per atipici e professionisti Innovazione  Tecniche per il miglioramento del prodotto per il cliente  Tecniche per il miglioramento della qualità nei servizi  Migliorare l’azienda con il confronto: il benchmarking
    • MarketingVendere meglio e di più
    •  Perché ◦ Fare rendere al massimo l’attività commerciale dell’azienda individuando le opportunità da cogliere, definendo le linee di comportamento più efficaci Contenuti ◦ Analisi del settore ◦ La ricerca delle opportunità nel mercato servito ◦ Identificazione del target di mercato ◦ Analisi del comportamento del cliente ◦ Studio della concorrenza e identificazione del posizionamento competitivo ◦ Definizione delle migliori modalità di ingresso nel mercato ◦ Gestione delle variabili operative (prezzo, comunicazione, distribuzione, offerta) ◦ Piano operativo e analisi di benefici e costi Destinatari ◦ Titolari, personale area commerciale Durata ◦ 4 ore (workshop), 24 ore, 40 ore
    •  Perché ◦ Anche senza un ufficio marketing si può “fare marketing” per pianificare meglio l’attività commerciale (e il budget). Basta attrezzarsi con gli strumenti operativi giusti, saperli utilizzare e utilizzarli quotidianamente coinvolgendo tutta l’azienda Contenuti ◦ Cosa vuol dire “fare marketing” operativo e chi deve farlo in impresa ◦ Analisi delle prestazioni commerciali ◦ Analizzare l’andamento delle vendite ◦ La banca dati clienti: quali informazioni e quali output ◦ La raccolta continua delle informazioni dal settore: quali informazioni e quali fonti? ◦ Il ciclo di vita del cliente: sfruttare le occasioni di contatto ◦ Monitorare la concorrenza ◦ Curare l’immagine aziendale: la comunicazione integrata ◦ Utilizzo base del web: sito, newsletter, social network, statistiche Destinatari ◦ Titolari, personale area commerciale, personale a contatto con il cliente Durata ◦ 4 ore (workshop), 24 ore, 40 ore
    •  Perché ◦ Internet diventa la prima fonte di informazione per acquistare un prodotto/servizio ed è il miglior “agente di vendita” possibile: presente dove e quando il cliente ha bisogno. Inoltre è uno strumento per rafforzare l’immagine aziendale. Il tutto a costi affrontabili Contenuti ◦ Perché utilizzare il web a supporto della comunicazione di impresa ◦ I principi base del web ◦ La gestione del sito internet ◦ Non solo sito: uno sguardo ai principali strumenti web per il marketing ◦ Le campagne di e-mail marketing ◦ La pubblicità sul web ◦ I motori di ricerca ◦ Le statistiche ◦ Utilizzare i social network a supporto del business ◦ Software web a sostegno della comunicazione e dell’immagine Destinatari ◦ Titolari, personale area commerciale Durata ◦ 4 ore (workshop), 24 ore, 40 ore
    •  Perché ◦ Sempre più spesso si utilizza internet per reperire informazioni sulle persone con cui si devono avere rapporti professionali. La reputazione on line è l’immagine che si ottiene analizzando le informazioni pubbliche che riguardano un professionista. Risulta quindi necessario che la propria reputazione sia il più possibile appetibile Contenuti ◦ Le diverse strategie per trovare clienti ◦ Individuazione dell’immagine attuale sul web ◦ Gli strumenti commerciali attualmente utilizzati ◦ Le strategie di visibilità ◦ Gli strumenti web a sostegno di strategie, promozione, reputazione ◦ Le fasi del personal branding ◦ Monitorare e gestire la reputazione nel “sistema sociale” Destinatari ◦ Professionisti e atipici Durata ◦ 4 ore (workshop), 24 ore
    •  Perché ◦ Il web offre strumenti “su misura” a costi accessibili per ogni fase dell’attività marketing dell’azienda Contenuti ◦ I vantaggi dell’utilizzo dei servizi web ◦ Come funzionano i servizi web e il concetto di servizi “freemium” ◦ Strumenti per lo sviluppo di siti e blog ◦ Utilizzo dei social network ◦ Curare l’immagine aziendale: sviluppo e condivisione di video, presentazioni e foto ◦ Strumenti di condivisione di documenti ◦ Gestione mailing e newsletter ◦ Creazione e gestione di format per il dialogo con i cliente ◦ Strumenti per l’analisi di statistiche e comportamento del cliente ◦ Strumenti per la gestione condivisa di progetti Destinatari ◦ Imprenditori, personale area commerciale Durata ◦ 4 ore (workshop), 24 ore
    • Sviluppo di nuovi Business Pianificare per eccellere
    •  Perché ◦ Non basta un’idea innovativa o interessante: per concretizzarla nello sviluppo di un nuovo business o di una nuova impresa, bisogna che sia realizzabile. In termini di mercato e in termini economici Contenuti ◦ Perché un percorso per valutare un’idea di business ◦ Finalità per lo sviluppo di un Business Plan ◦ La struttura del Business Plan ◦ Le fasi di sviluppo: passare dall’idea al progetto ◦ Guardiamoci dentro: mission, team, offerta ◦ Il mercato: clienti potenziali e concorrenza ◦ Strategie e piano ◦ Le valutazioni economico-finanziarie Destinatari ◦ Imprenditori, futuri imprenditori Durata ◦ 4 ore (workshop), 24 ore
    •  Perché ◦ Rispondere a fabbisogni di breve sviluppando attività non inserite in una traiettoria strategica chiara può portare a situazioni di stallo nelle quali la remunerazione non è pari all’impegno, l’attività diventa caotica e non permette pianificazioni o impostazioni del proprio futuro Contenuti ◦ Il Business Plan “classico” ◦ A cosa può servire un Business Plan ad un professionista/atipico ◦ Concetti base per la stesura di un proprio Business Plan ◦ Dall’idea di business al Business Plan: le domande a cui dare risposta ◦ La stesura del business Plan ◦ La messa in opera del Business Plan Destinatari ◦ Professionisti e atipici Durata ◦ 4 ore (workshop), 20 ore
    •  Perché ◦ Chiedersi perché il cliente dovrebbe comprare la nostra offerta e pianificare al meglio l’ingresso nel mercato sono elementi fondamentali per un’attività commerciale efficace e continua Contenuti ◦ Principi base per la pianificazione dell’attività commerciale ◦ Definizione dei target di mercato ◦ Analisi del mercato: stima, opportunità, minacce ◦ Costruzione della gamma di offerta ◦ Approfondire il comportamento dei clienti ◦ Il confronto sulla concorrenza e la differenziazione ◦ Le linee guida per l’ingresso nel mercato ◦ La comunicazione per la nuova impresa ◦ Il marketing nel Business Plan Destinatari ◦ Imprenditori, futuri imprenditori Durata ◦ 4 ore (workshop), 24 ore, 40 ore
    • InnovazioneRingiovanire per competere
    •  Perché ◦ Migliorare il prodotto inserendo qualche accorgimento tecnico è l’elemento più immediato dell’innovazione. Renderla profittevole, continua, farla percepire ai clienti e al mercato sono invece le sfide che possono trasformarla in un elemento vincente per l’impresa. È necessario un dialogo tra area commerciale e tecnica per identificare gli elementi prioritari sui quali investire Contenuti ◦ Principi base della metodologia ◦ Il processo da seguire ◦ Ambiti di applicazione e inserimento del metodo in impresa ◦ La qualità del prodotto vista dal cliente e dal mercato ◦ Creazione della check list tecnica del prodotto ◦ L’analisi delle relazioni tra mercato e tecnologia: gli elementi chiave ◦ Dare valore al prodotto: qualità/costi ◦ Il piano di miglioramento Destinatari ◦ Imprenditori, futuri imprenditori Durata ◦ 4 ore (workshop), 24 ore, 40 ore
    •  Perché ◦ Migliorare la qualità nei servizi significa garantire la soddisfazione totale del cliente. Rendere il miglioramento profittevole e continuo significa trasformarlo in un elemento chiave per l’impresa per assicurarsi la fedeltà dei clienti, diffondere un’immagine positiva di sé e proteggersi dalla concorrenza Contenuti ◦ Principi base e fasi della metodologia ◦ Definizione degli ambiti di applicazione ◦ L’organizzazione delle attività: come inserirla in impresa ◦ Il punto di partenza: analisi del comportamento del cliente ◦ Mettere a confronto il servizio con il comportamento del cliente ◦ Identificazione degli elementi e delle fasi chiave del servizio ◦ Il piano di miglioramento Destinatari ◦ Imprese di servizio: imprenditori, personale area commerciale e area progettazione Durata ◦ 4 ore (workshop), 24 ore, 32 ore
    •  Perché ◦ Imparare con l’esempio è veloce e efficace. Il benchmarking permette alle imprese di identificare gap di miglioramento in aree o processi e confrontarsi con altre realtà per trarne, in modo veloce e concreto, degli insegnamenti pratici, creativi e operativi per colmarli Contenuti ◦ Elementi base: cambiamento, miglioramento, confronto ◦ Dai concetti alla disciplina tecnica ◦ Definizioni di benchmarking ◦ I benefici del benchmarking ◦ Come avviene il confronto: prassi e prestazioni ◦ Tipologie di benchmarking ◦ Il processo di benchmarking: teoria e pratica Destinatari ◦ Imprenditori, responsabili d’area Durata ◦ 4 ore (workshop), 16 ore, 32 ore
    • PercorsiAltre modalità di erogazione proposte
    •  Pacchetto “imprenditori”  Strumenti per aumentare le vendite: il piano di marketing  Comunicare e essere presenti sul web: il web marketing  Migliorare l’azienda con il confronto: il benchmarking Pacchetto “area commerciale”  Strumenti e metodi per il marketing operativo in impresa  Strumenti web a sostegno di marketing e comunicazione Pacchetto “nuovi business”  Trasformare l’idea in un business: il business plan  Il marketing per le nuove imprese  Strumenti web a sostegno di marketing e comunicazione Pacchetto “atipici”  Il business plan per professionisti e atipici  Il brand marketing per professionisti e atipici
    •  Global marketing  Strumenti per aumentare le vendite: il piano di marketing  Strumenti e metodi per il marketing operativo in impresa  Comunicare e essere presenti sul web: il web marketing  Strumenti web a sostegno di marketing e comunicazione Professional  Il business plan per professionisti e atipici  Il brand marketing per professionisti e atipici  Strumenti web a sostegno di marketing e comunicazione  Tecniche per il miglioramento della qualità nei servizi
    • Marketing & New Business Grazie per la lettura!Sito: www.impresagire.it ImpresagireTwitter: towerste info@impresagire.itImpresagire su FacebookIscriviti alla Newsletter Mobile 335 6916007