CORSO DI METODOLOGIE DI TELEMATICA PUBBLICA
                           2010




                          Definizioni
    ...
Governance locale 1


                I principi della sussidiarietà verticale e orizzontale




                         ...
La sussidiarietà
    Il principio di sussidiarietà può promanare dal basso verso l'alto.

    Consiste nel fare svolgere a...
Governance locale 2


                     I principi della sussidiarietà verticale e orizzontale

                       ...
La sussidiarietà 2
    La sussidiarietà orizzontale: Stato, Regioni, province, Città
    metropolitane, Comuni favoriscono...
Nuovi modelli di Governance
                       Il governo del territorio sulla base di reti di
                   rela...
Alcune prime definizioni                                              1
       e-government
        Significa “governo el...
Alcune prime definizioni                                       2

             e-government
              Fa riferimento ...
Alcune definizioni                                                    3

             e-governance

              Il term...
Alcune definizioni                                                  4


             e-governance

              Nella go...
Alcune definizioni                                                            5

             e-governance / e-government
...
Alcune definizioni                                                                     6

             e-democracy 1
     ...
Alcune definizioni                                                               7

             e-democracy 2
           ...
Alcune definizioni                                                              8


              e-democracy 3

         ...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Definizioni 2010

934

Published on

definzioni di sussidiarietà orizzontale e verticale, relazioni con i nuovi modelli di governance . Diverse letture dell'e-government e dell'e-governance

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
934
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
20
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Definizioni 2010

  1. 1. CORSO DI METODOLOGIE DI TELEMATICA PUBBLICA 2010 Definizioni e-government // e-governance 12/03/2010 1 Elaboraz. G. Bruna
  2. 2. Governance locale 1 I principi della sussidiarietà verticale e orizzontale Stato Sussidiarietà Regione verticale Provincia Comune Cittadini, operatori economici Fonte: Regione Liguria 12/03/2010 2 Elaboraz. G. Bruna
  3. 3. La sussidiarietà Il principio di sussidiarietà può promanare dal basso verso l'alto. Consiste nel fare svolgere all'ente gerarchicamente inferiore tutte le funzioni e i compiti di cui esso è capace, lasciando all'ente sovraordinato la possibilità di intervenire per surrogarne l'attività, laddove le risorse e le capacità dell'ente sottordinato non consentano di raggiungere pienamente e con efficacia ed efficienza la soddisfazione di un interesse o l'effettuazione di un servizio. E' questo il caso del rapporto che può intercorrere tra comuni, province, regioni e Stato nazionale ad esempio in un ordinamento federale. E' il tipo di sussidiarietà che caratterizza la legge Bassanini e quella che riforma gli ordinamenti locali. 12/03/2010 3 Elaboraz. G. Bruna
  4. 4. Governance locale 2 I principi della sussidiarietà verticale e orizzontale Provincia Stato Comune Regione Cittadini Operatori economici Sussidiarietà orizzontale Fonte: Regione Liguria 12/03/2010 4 Elaboraz. G. Bruna
  5. 5. La sussidiarietà 2 La sussidiarietà orizzontale: Stato, Regioni, province, Città metropolitane, Comuni favoriscono l’autonoma iniziativa dei cittadini singoli e associati per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà. Il principio di sussidiarietà pone il divieto di concentrare in mano pubblica le attività di interesse generale che possono essere svolte dai singoli cittadini o dalle loro associazioni ( ad es.: scuola, cultura, sport, ecc.) L’amministrazione non può escludere la società civile da iniziative 12/03/2010 5 Elaboraz. G. Bruna
  6. 6. Nuovi modelli di Governance Il governo del territorio sulla base di reti di relazione tra i portatori di interesse (stakeholders) PUBBLICI PRIVATI Unione Europea Stato Imprese e aziende Regione Turisti e fruitori Enti Locali Cittadini residenti (Province, Città ASSOCIAZIONI metropolitane, Comuni) Soggetti pubblici Sindacati (Enti parco, ARPA, Tutela dei consumatori Agenzie, Consorzi) Associazioni di categoria (industria, agricoltura, artigianato, commercio, ecc.) Fonte: Regione Liguria 12/03/2010 6 Elaboraz. G. Bruna
  7. 7. Alcune prime definizioni 1 e-government  Significa “governo elettronico” e indica l’uso diretto delle nuove tecnologie di comunicazione a supporto dell’attività dei governi e delle pubbliche amministrazioni.  L’e-government è principalmente diretto al miglioramento dei processi e delle strutture concernenti la distribuzione di servizi al pubblico, cittadini e attori economici, mediante transazioni elettroniche all’interno delle entità organizzative interessate. Fonte: M. Berra, “Sociologia delle reti telematiche”, Laterza, 2007 12/03/2010 7 Elaboraz. G. Bruna
  8. 8. Alcune prime definizioni 2 e-government  Fa riferimento all’utilizzo delle tecnologie informatiche da parte dell’amministrazione pubblica, nell’ambito di processi decisionali, nell’attuazione delle politiche e nella gestione delle comunicazioni tra cittadini e amministrazioni.  Sono tali tecnologie che consentono di superare le tradizionali strutture gerarchiche in modelli policentrici e reticolari, grazie al controllo delle singole fasi di ogni attività lavorativa e permettono a ogni individuo che partecipi a un procedimento decisionale o amministrativo di rappresentare le relazioni come se ne fosse al centro. Fonte: Cesare Maioli, 2004 12/03/2010 8 Elaboraz. G. Bruna
  9. 9. Alcune definizioni 3 e-governance  Il termine governance ribadisce, invece, la natura dinamica e interattiva dei processi di partecipazione politica, allargata non esclusivamente ai fini di programmazione e gestione della vita pubblica.  In altri termini, non si limita a semplificare gli iter burocratici inerenti alla pubblica amministrazione, ma intende mettere in atto pratiche atte a favorire la costruzione del consenso sulle politiche. Fonte: M. Berra, “Sociologia delle reti telematiche”, Laterza, 2007 12/03/2010 9 Elaboraz. G. Bruna
  10. 10. Alcune definizioni 4 e-governance  Nella governance verticale l’interazione è fra diversi livelli di government (es. Regione, Provincia, e Comune)  Nella governance orizzontale l’interazione riguarda gli attori istituzionali, non istituzionali, economici e i cittadini. Fonte: M. Berra, “Sociologia delle reti telematiche” Laterza, 2007 12/03/2010 10 Elaboraz. G. Bruna
  11. 11. Alcune definizioni 5 e-governance / e-government  Come la governance guarda agli aspetti democratici di partecipazione e coinvolgimento dal basso attraverso pratiche di democrazia deliberativa, così l’e-governance va oltre l’applicazione degli strumenti elettronici nelle interazioni tra il government in senso stretto e i cittadini. (Berra, Girotti 2003; Berra 2005) Fonte: M. Berra, “Sociologia delle reti telematiche” Laterza, 2007 12/03/2010 11 Elaboraz. G. Bruna
  12. 12. Alcune definizioni 6 e-democracy 1  L’uso innovativo dei new media per migliorare significativamente il governo democratico mediante la partecipazione diretta dei cittadini nell’assunzione di decisioni politiche. [Bell; Loader; Pleace; Schuler, 2004: 7] (p. 171)  La democrazia elettronica ha assunto due distinti significati:  Il primo è quello relativo allo sviluppo dell’informazione digitale e delle tecnologie della comunicazione (ICT) nella prospettiva di rafforzare la pratica politica democratica;  Il secondo è quello relativo a una nuova fase della democrazia, una fase nella quale la proliferazione delle ICT permetterà di migliorare la vitalità e la legittimità della democrazia a livello sia locale che nazionale e, addirittura, a livello globale. [Shane, 2004: 7xi] (p. 172) Fonte: S. Bentivegna, in “Dopo la democrazia?” a cura di D. de Kerckhove e A. Tursi, Apogeo, 2006 12/03/2010 12 Elaboraz. G. Bruna
  13. 13. Alcune definizioni 7 e-democracy 2  Consiste nell’insieme di tutti i mezzi elettronici di comunicazione che sostengono/rafforzano i cittadini nei loro tentativi di rendere responsabili i soggetti politici delle proprie azioni.  A seconda dell’aspetto della democrazia che si vuole promuovere, l’e-democracy può adottare tecniche diverse: 1. Per aumentare la trasparenza del processo politico; 2. Per facilitare il coinvolgimento diretto e la partecipazione dei cittadini; 3. Per migliorare la qualità dei processi di formazione dell’opinione mediante nuovi spazi di informazione e deliberazione . [Trechsel; Kies; Mendez; Schimitter, 2003: 10] (p. 172) Fonte: S. Bentivegna, in “Dopo la democrazia?” a cura di D. de Kerckhove e A. Tursi, Apogeo, 2006 12/03/2010 13 Elaboraz. G. Bruna
  14. 14. Alcune definizioni 8 e-democracy 3  Secondo M. Castells, “è proprio nel campo della politica simbolica, nonché nello sviluppo di mobilitazioni mirate su singole questioni a opera di gruppi e individui esterni al sistema politico ufficiale, che la nuova comunicazione elettronica può ottenere gli effetti più significativi” [Castells, 1997-2004: 474] (p. 173) Fonte: S. Bentivegna, in “Dopo la democrazia?” a cura di D. de Kerckhove e A. Tursi, Apogeo, 2006 12/03/2010 14 Elaboraz. G. Bruna
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×