• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Sdc Experts At Work
 

Sdc Experts At Work

on

  • 2,640 views

Presentazione del progetto "SdC Experts At Work" il nuovo social network professionale della facoltà di scuienze della comunicazione - Sapienza.

Presentazione del progetto "SdC Experts At Work" il nuovo social network professionale della facoltà di scuienze della comunicazione - Sapienza.

Statistics

Views

Total Views
2,640
Views on SlideShare
2,639
Embed Views
1

Actions

Likes
0
Downloads
12
Comments
0

1 Embed 1

http://www.slideshare.net 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Sdc Experts At Work Sdc Experts At Work Presentation Transcript

    • Il social network professionale della Facoltà di SdC A cura di M. Di Bona, V. De Simone, S. Mendola, R. Sanzani, L. Tranchina
    • Il progetto: generalità Concept Obiettivi Utenti e benefits A cura di S. Mendola
    • Concept
      • Il presente progetto riguarda lo sviluppo di un nuovo Social network per la facoltà di Scienze della Comunicazione della Sapienza Università di Roma.
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina
    • Obiettivi
      • Colmare un’attuale mancanza della Facoltà
      • Generare valore aggiunto per SdC fornendo un servizio di comunicazione innovativo
      • Aumentare la visibilità dei singoli curriculum studiorum specialistici, per farne emergere la specificità in mezzo al mare magnum generato dall’etichetta “Scienze della Comunicazione”.
      • Valorizzare le differenze tra i curricula dell’offerta universitaria di secondo livello
      • Favorire i contatti tra mondo del lavoro e università
      • Aumentare la visibilità della facoltà all’interno del mondo professionale
      • Valorizzare i risultati ottenuti dagli studenti grazie agli insegnamenti dei docenti, aumentando il prestigio della facoltà
      • Aprire una finestra per mantenere un legame tra laureati e facoltà
      • Aumentare la visibilità dell’offerta formativa post-lauream
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Obiettivi del committente
    • Obiettivi
      • Creare una rete professionale che faccia da ponte tra mondo della Comunicazione e la facoltà, di cui facciano parte studenti selezionati per meriti e competenze, dalla quale aziende, media e altri enti possono attingere risorse umane qualificate.
      • Consentire ai docenti di reperire rapidamente i contatti alunni ed ex-alunni, e di verificarne lo stato occupazionale, in caso di segnalazioni a datori di lavoro.
      • Permettere agli studenti di valorizzare le loro professionalità, aumentare le occasioni di contatto col mondo del lavoro, e di condividere esperienze per ampliare rapporti personali e professionali.
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Obiettivi editoriali
    • Utenti
      • Studenti dei corsi di laurea specialistica o quinquennale
      • Ex-studenti
      • Docenti
      • Aziende
      • Media
      • Istituzioni
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina
    • Benefits per categoria di utenti
      • Trovare contatti professionali e occasioni lavorative
      • Valorizzare le proprie specificità/professionalità
      • Ricevere referenze da professori e professionisti conosciuti anche altrove
      • Facilitare la comunicazione orizzontale in ambito lavorativo e universitario
      • Dare visibilità agli elaborati prodotti durante i lavori di gruppo e dare/ottenere consigli sul loro sviluppo
      • Discutere con i colleghi su progetti/elaborati in maniera rapida ed efficace
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Studenti
    • Benefits per categoria di utenti
      • Mantenere i contatti anche dopo la laurea con icolleghi, la facoltà e i docenti
      • Cercare offerte di lavoro
      • Ritrovare vecchi compagni di università
      • Scambiare competenze professionali con colleghi, Chiedere informazioni per eventuali master o altre attività post-lauream
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Ex-studenti
    • Benefits per categoria di utenti
      • Avere a disposizione i curriculum di alunni con competenze specifiche, da segnalare per eventuali opportunità di lavoro
      • Valorizzare le specificità dei singoli insegnamenti e accrescere il proprio prestigio
      • Creare gruppi per i propri corsi e discutere con gli studenti per aumentare e mantenere relazioni profittevoli con alunni ed ex-alunni
      • Dare suggerimenti agli alunni e mantenere con essi un rapporto anche dopo aver terminato il corso
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Docenti
      • Poter pubblicare offerte di lavoro/stage e ricercare potenziali candidati referenziati (recruiting)
      • Poter attingere da un database di risorse specializzate, selezionate e garantite limitando costi e tempi di ricerca
      • Poter verificare le potenzialità di un candidato osservando i suoi lavori e chiedendo un parere ai suoi docenti
      Benefits per categoria di utenti 04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Aziende, Media e Istituzioni
    • Profili utente Personas Scenari d’uso A cura di M. Di Bona
              • Gabriella Capitanio
              • Studentessa iscritta al secondo anno del corso di laurea specialistica di
              • Editoria comunicazione multimediale e giornalismo, curriculum
              • “ Professioni per la radiotelevisione e lo spettacolo”
      • Luogo e data di nascita: Benvenuto, 02-106-1984
      • Sesso: F
      • Stato Civile: Nubile
      • Nazionalità: Italiana
      • Gabriella conduce una vita regolare, fatta di corsi all’università e studio. Nel poco tempo libero è solita dedicarsi ai suoi hobbies: lettura di legal-thriller (John Grisham il suo preferito) e film d’epoca. Nei fine settimana non manca mai alle serate in compagnia degli amici. È sempre molto attenta nel procacciarsi opportunità di stage e lavori inerenti al suo settore, per arricchire il suo C.V. e fare esperienze spendibili un domani nel mondo del lavoro.
      • Come è facile aspettarsi guardando l’indirizzo scelto per la sua specialistica, l’ambiente di studio che caratterizza Gabriella è composto da ragazzi della sua età che desiderano, come lei d’altronde, di lavorare un domani nel mondo della produzione e distribuzione di contenuti per la radiotelevisione.
      • Uso abituale del Web e applicazioni per la comunicazione e la gestione di posta elettronica, calendari, contatti.. (Outlook;)
      • Frequenza d’uso del PC: tutti i giorni della settimana, dalle due alle tre ore in media
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina
    • Scenari d’uso
      • Dopo aver sostenuto il suo ultimo esame a Luglio, Gabriella può dedicarsi ad un po’ di riposo e soprattutto alla stesura della sua tesi di laurea. Non avendo più corsi da seguire ed esami da sostenere, decide che in parallelo alla sua tesi può dedicarsi ad un’esperienza lavorativa che le permetta acquisire esperienze nel suo settore; con la solita voglia di fare che la contraddistingue, si mette alla ricerca di uno stage della durata massima di sei mesi che cominci a settembre. Si collega al social network della facoltà e nell’area “Jobs” si mette alla ricerca di ciò che meglio possa soddisfare i suoi desideri.
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Scenario 1: Gabriella Capitanio
              • Gennaro Maresca
              • Docente di “Sistemi organizzativi complessi”, al corso di laurea
              • “ Comunicazione d’impresa”
      • Luogo e data di nascita: Marina di Camerota (SA) 17-03-1955
      • Sesso: M
      • Stato Civile: sposato
      • Nazionalità: Italiana
      • Gennaro Maresca è professore associato di “Sistemi organizzativi complessi” alla Facoltà di Scienze della Comunicazione, Università degli studi di Roma “La Sapienza”. Dirige il master di I livello “Metodiche di comunicazione e relazioni tra imprese”. La sua vita è interamente dedicata all’insegnamento; è solito lavorare anche da casa per i suoi studenti, verso i quali è sempre prodigo di consigli. Nei suoi rarissimi momenti liberi, ascolta dischi di musica classica e strimpella canzoni con la sua amata chitarra.
      • Ricercatori sociali, sociologi, professori universitari (oltre ai suoi alunni logicamente), sono queste le figure che stanno più a stretto contato con il professor Maresca. Con alcuni di questi è anche diventato co-autore di diversi libri e rapporti di ricerca.
      • Il professor Maresca usa quasi ed esclusivamente programmi di editing e applicazioni per la comunicazione e la gestione di posta elettronica, contatti, appuntamenti.
      • Frequenza d’uso del PC: Tutti i giorni della settimana fino al sabato, con una frequenza d’uso che oscilla fra le due e le quattro ore
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina
    • Scenari d’uso
      • Il professor Maresca crede molto nell’insegnamento, e soprattutto crede molto nel connubio docente alunno. Per questo ha creato un gruppo sul Social network di SDC, nel quale carica dopo ogni lezione un brevissimo riassunto di quello che ha spiegato in classe, con lo scopo di fornire spunti di discussione. Il suo obiettivo è quello di invitare i suoi alunni ad interagire in primis tra di loro, scambiandosi impressioni, ed in secondo luogo con lui, cercando così di stimolare l’interesse per la sua materia.
      9/07/07 Scienze della comunicazione Una nuova identità Pagina Scenario 2: Gennaro Maresca 04/06/09 Pagina Progetto "SdC Experts At Work"
              • Leopoldo Barbato,
              • Ex- studente della Facoltà di Scienze della Comunicazione
              • Grafico pubblicitario dell’agenzia VP Graphic Design
      • Luogo e data di nascita: Correggio (RE) 10-10-1980
      • Sesso: M
      • Stato Civile: celibe
      • Nazionalità: Italiana
      • Da quando è stato assunto con contratto a tempo indeterminato alla VP Graphic Design, Leopoldo si è gettato anima e corpo nel suo lavoro. Fin dai suoi primi anni di studente di Scienze della comunicazione, ha coltivato il sogno di poter diventare un grafico pubblicitario, ed ora ha finalmente raggiunto il suo obiettivo. Per essere il più professionale possibile legge costantemente riviste di grafica pubblicitaria ed è sempre informato circa lo sviluppo di nuovi software inerenti alla sua attività. Il sabato e la domenica lo dedica alla fidanzata, agli amici, e soprattutto al calcio, essendo un grande tifoso dell’Inter.
      • Come ogni agenzia grafica che si rispetti, Leopoldo si relaziona ogni giorno con web designer, web developer, responsabili dell’area marketing, project manager, content manager e così via.
      • Per svolgere al meglio i suoi compiti all’interno dell’agenzia, oltre ai classici programmi del pacchetto office, Leopoldo ha imparato ad usare sempre meglio programmi di grafica vettoriale e bitmap (Photoshop, Illustrator) e animazione vettoriale (adobe flash)
      • Frequenza d’uso del PC: tutti i giorni della settimana anche quando non è a lavoro, sei ore al giorno in media
      04/06/09 Pagina Progetto "SdC Experts At Work"
    • Scenari d’uso
      • Leopoldo cerca continuamente di essere informato, per non restare indietro e rimanere al passo coi tempi. Oltre a leggere riviste di grafica e a documentari circa gli sviluppi inerenti al suo ambito di lavoro, consulta di tanto in tanto il social network della facoltà in cui si è laureato. Nell’area “eventi” di SDC al work, va alla ricerca di avvisi riguardanti conferenze o incontri che potrebbero interessarlo, pur non essendo più uno studente.
      9/07/07 Scienze della comunicazione Una nuova identità Pagina Scenario 3: Leopoldo Barbato 04/06/09 Pagina Progetto "SdC Experts At Work"
              • Pietro Cavallo
              • Responsabile risorse umane della CLA Servizi srl.
      • Luogo e data di nascita: Busto Arsizio (VA) 12-02-1960
      • Sesso: M
      • Stato Civile: sposato
      • Nazionalità: Italiana
      • Il dottor Cavallo è un esperto di sviluppo organizzativo, formazione manageriale e comunicazione d’Impresa. Ha operato per un lungo periodo in qualità di Direttore Risorse Umane in varie aziende prima di approdare alla CLA, società di consulenza del lavoro tra le più attive del settore. Ama navigare su internet e appena può si dedica alla stesura di articoli sui più disparati argomenti, da pubblicare sul suo blog.
      • Rivestendo il ruolo di Responsabile delle risorse umane all’interno di un’azienda conosciuta ed efficace, il dottor Cavallo lavora in un ambiente molto professionale, a stretto contato con i colleghi della sua area di competenza e non solo.
      • Pur essendo un grande appassionato di informatica tout court, per ovvi motivi di lavoro, è un grande conoscitore di programmi di editing, word processor, organizer, project management.
      • Frequenza d’uso del PC: tutti i giorni della settimana, quasi sempre per più di sei ore ogni giorno
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina
    • Scenari d’uso
      • Come spesso accade nel mondo del lavoro, le grandi aziende hanno costantemente bisogno di nuove impiegati al fine di poter garantire ai propri clienti la massima efficienza. Il responsabile delle risorse umane della CLA, Pietro Cavallo, ha deciso di comune accordo con il responsabile della gestione delle finanze, di offrire a due giovani laureandi in scienze della comunicazione la possibilità di lavorare con loro. Essendo la CLA una delle aziende partner dell’Università La Sapienza di Roma, la proposta di lavoro sarà inviata alla facoltà di scienze della comunicazione dello stesso Ateneo. In “SdC Experts At Work”, nella sezione “Jobs”, gli studenti avranno la possibilità di leggere i termini dell’offerta e fare le opportune valutazioni.
      9/07/07 Scienze della comunicazione Una nuova identità Pagina Scenario 4: Pietro Cavallo 04/06/09 Pagina Progetto "SdC Experts At Work"
    • Analisi situazionale Mapping Posizionamento Caratteristiche distintive A cura di S. Mendola
    • Analisi del settore
      • Dimensioni considerate:
        • sull’asse orizzontale:
          • Professionale: comprende tutti quei siti rivolti allo scambio di contatti e pareri professionali, dallo stile grafico sobrio e un tono più formale (Business Social Network)
          • Amicale: riguarda i siti dal tono più colloquiale e informale, quasi scherzoso, dal design variopinto e più orientati alla ricerca di rapporti amicali.
        • sull’asse verticale:
          • Pluridimesionale: network più generalisti che si rivolgono a categorie eterogenee di utenti
          • Monodimensionale: network con un target più specifico, a volte chiusi o collegati a uno specifico ente/facoltà.
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Mapping dei siti concorrenti
    • 04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Oncommunity Socialaigers Studenti della link Viadeo I.S.I.C.T. Yahulm La grande agenzia Comunitàzione Social medialab Studenti di Parma Live! Giovani StudiLN Unispace Studenti.it Campux Facebook Unilife Bharatstudent Xing LinkedIn Link2me GWC Blue Chip Expert
    • 04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Oncommunity Socialaigers Studenti della link Viadeo I.S.I.C.T. Yahulm La grande agenzia Comunitàzione Social medialab Studenti di Parma Live! Giovani StudiLN Unispace Studenti.it Campux Facebook Unilife Bharatstudent Xing LinkedIn Link2me GWC Blue Chip Expert
    • 04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Sulla base sell’analisi del mercato e degli obiettivi del sito, si è scelto di posizionare il nuovo social network nel quadrante Professionale-Monodimensionale, speculare al network “Oncommunity”, dal quale ci si differenzia per un tono più serio e per essere volto ad accompagnare gli studenti nella transizione tra l’università e il lavoro. Quindi più vicino a siti come LinkedIn, ma ancora più specifico perché comprendente soltanto gli interessati alla comunicazione. Oncommunity Socialaigers Studenti della link Viadeo I.S.I.C.T. Yahulm La grande agenzia Comunitàzione Social medialab Studenti di Parma Live! Giovani StudiLN Unispace Studenti.it Campux Facebook Unilife Bharatstudent Xing LinkedIn Link2me GWC Blue Chip Expert
    • Business Social Networking
      • I social network rappresentano il settore che sta vivendo il maggiore sviluppo sulla Rete e sul Web.
      • Milioni di utenti professionali, anche in Italia, stanno entrando in questo universo, non più solo per divertimento e relazioni sociali (stile Facebook per intenderci), ma anche e soprattutto per business.
      • Lo dimostrano la continua crescita di network come LinkedIN, Xing e Viadeo.it (con oltre 130 mila manager e professionisti iscritti, è un tasso di crescita nel nostro paese del +30% annuo).
      • Si parla di BSN: usato per creare e gestire la propria immagine on-line, di costituire una rete di relazioni e contatti di business, trovare clienti, fornitori, partner e informazioni per il proprio lavoro attraverso lo sfruttamento dei legami deboli.
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina
    • Caratteristiche distintive
      • È un social network di tipo professionale”monodimensionale”:
        • è espressamente dedicato al mondo della Comunicazione,
        • è accessibile solo agli studenti meritevoli delle lauree specialistiche, selezionati e garantiti dalla Facoltà.
      • È focalizzato sui rapporti tra docenti, studenti ed ex-studenti dell'Università e il mondo del lavoro.
      • Attribuisce di un ruolo chiave al docente come ponte e garante delle professionalità degli studenti.
      • È indirizzato ad una rete professionale specifica inerente il mondo della comunicazione, grazie alla quale gli utenti possono condividere esperienze e ampliare rapporti personali e professionali con tutti i membri della community.
      • Nasce all’interno della facoltà per mano di studenti.
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina
    • Una possibile convivenza 04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Cattedra “ Sociologia industriale e post-industriale” e di “Sociologia del lavoro” “ Progettazione e sviluppo per il web” Tipologia Spazio, senza filtri, aperto a tutti gli studenti Community di membri selezionati dai docenti per meriti e competenze Scopo Supplire con un ambiente virtuale alla carenza di spazi di aggregazione all'interno della facoltà. Si prefigge l’obiettivo di diventare un luogo di supporto alla didattica. Creazione di contatti di lavoro o lo scambio di informazioni di business. Si prefigge l’obiettivo di divenire un canale preferenziale per l’ingresso degli studenti più meritevoli nel mondo del lavoro. Funzionalità principali Condivisione di appunti, idee, eventi, foto, video (in futuro: gruppi di studio online e podcasting delle lezioni) Profilo, portfolio, gruppi di discussione, marketplace, recommendation , eventi Ruolo Proiettato esclusivamente sulla vita universitaria, e sulle esperienze che si fanno durante questo periodo, accompagnando gli utenti nel corso degli studi. Accompagnare gli studenti in un momento di transizione, dallo studio al lavoro, far sapere all’esterno cosa i comunicatori sanno fare e perché possono ricoprire certi ruoli. Tono e natura delle relazioni sociali Informale e friendly, per divertimento e relazioni sociali amicali Serio, formale e specialistico, per relazioni di tipo professionale
    • Requisiti di architettura Architettura dell’informazione Mappa del sito A cura di R. Sanzani
    • Architettura dell’informazione 04/06/09 SdC Experts At Work Pagina
    • Architettura dell’informazione
      • Home: la porta di ingresso del sito.
      • Profilo: sezione in cui gli utenti potranno gestire il loro curriculum, i contatti e inserire il proprio portfolio, ovvero i propri lavori/progetti/articoli. Nel caso in cui gli utenti siano aziende o docenti, essi potranno inserire le informazioni relative alla propria attivit à e alle opportunit à che possono offrire agli studenti.
      • Membri: sezione in cui visualizzare i membri del network e accedere alle loro schede utente
      • Eventi: sezione dedicata agli eventi relativi alla facolt à e al mondo della comunicazione
      • Jobs: sezione dedicata al contatto con il mondo del lavoro, in cui trovare/inserire annunci di lavoro e stage dalle aziende, premi di laurea e chiamate di ricerca dai docenti
      • Gruppi: sezione dedicata ai gruppi che vengono formati all ’ interno del network; dai gruppi afferenti alle cattedre, a quelli dei vari curricula e a quelli dedicati alle competenze personali
      • Help: sezione in cui viene spiegato il funzionamento del social network, come inserire il proprio curriculum, i propri lavori e/o articoli, e dove è possibile trovare le FAQ.
      04/06/09 SdC Experts At Work Pagina
    • Architettura dell’informazione
      • Ning prevede per la definizione del layout e dei contenuti informativi le seguenti “caratteristiche”:
      • Fotografie : per creare una sezione fotografie che ogni utente può “uploadare”
      • Video: per creare una sezione video che ogni utente può “uploadare”
      • Musica: ogni utente può “uploadare” i propri mp3 alla home page.
      • Casella di testo : per creare una casella di testo, in cui l’utente può scrivere del testo in formato HTML
      • Blog : per aggiunge la sezione blog per ogni utente
      • RSS : per aggiungere una casella per gli RSS.
      • Gadget : per inserire in home page un collegamento a un database di widget di Ning
      • Forum : per aggiungere la sezione forum
      • Attività : per visualizzare tutte le attività recenti all’interno del network
      • Eventi: per aggiungere la sezione eventi
      • Gruppi: per aggiungere la sezione
      • Note : per aggiungere la sezione note (aggiornabile solo dagli amministratori)
      04/06/09 SdC Experts At Work Pagina
    • Architettura dell’informazione
      • Membri: per visualizzare i membri in home page 
      • Descrizione: casella di testo per descrivere il network in home page
      • Ottieni Badge : per creare un badge che gli utenti possono prelevare attraverso il codice
      • Creato da : casella obbligatoria (non è possibile rimuoverla nella versione free di Ning), in cui sono indicati i dati del creatore del network ed è posizionato nella colonna a destra.
      • Considerando gli obbiettivi del network:
      • Non verranno inserite le caratteristiche “Fotografie”, “Video” e “Musica”, più adatte a un network più informale
      • Verranno sfruttate le caratteristiche a disposizione piegandole alle necessità comunicative: My page diventa “Profilo”, Blog viene mutato in “Portfolio”, Forum in ”Jobs”, Avvisi in “Help”
      • E’ necessario effettuare una modifica del labelling
      04/06/09 SdC Experts At Work Pagina
    • Mappa del sito 04/06/09 SdC Experts At Work Pagina
    • Mappa del sito 04/06/09 SdC Experts At Work Pagina
    • Architettura dell’informazione
      • Problematiche non risolte:
      • Non è possibile differenziare i profili ( ci sono solo due tipologie di utenti: membri e amministratori), quindi la registrazione avviene su invito per restituire un senso di esclusività
      • Non è possibile assegnare una gerarchia agli utenti (non c’è differenziazione di permessi, ranking, non c’è un motore di ricerca in base ai profili, ecc.)
      • Il network non è visualizzabile dai visitatori non registrati quando viene settato in modalità privata
      • Non è possibile “caricare” file , se non “embeddandoli” nei post (lo spazio di base è troppo poco)
      • Non esiste una funzione per le raccomandation , l’unica alternativa possibile sono i commenti ai lavori postati
      04/06/09 SdC Experts At Work Pagina
    • Architettura dell’informazione
      • Manca un database e una funzionalità bacheca per l’inserimento degli annunci di lavoro (non dovrebbe essere possibile rispondere agli annunci pubblicamente)
      • Non è possibile eliminare la pubblicità dalla colonna destra nella versione free di Ning
      • Non è possibile duplicare le caratteristiche (es. forum, blog), se non RSS e caselle di testo e nemmeno aggiungerne di nuove (se non attraverso modifiche sul codice)
      • Solo l’home page è personalizzabile, il layout delle altre pagine non è modificabile
      04/06/09 SdC Experts At Work Pagina
    • Architettura dell’informazione
      • Ulteriore criticità è la messaggistica interna, che viene aperta sopra l’header e non in una pagina a parte
      04/06/09 SdC Experts At Work Pagina
    • Architettura auspicabile 04/06/09 SdC Experts At Work Pagina
    • Architettura auspicabile
      • Sarebbe più opportuno che le voci della barra di navigazione globale fossero:
      • Home : per tornare alla pagina principale
      • Chi siamo : dove trovare informazioni sul network e nelle pagine di secondo livello trovare informazioni sul livello di privacy e sul copyright riguardante i lavori pubblicati dagli utenti
      • Profilo : a cui possono accedere solo gli utenti registrati; in caso contrario verrebbe visualizzata una maschera per effettuare la registrazione o il login
      • Membri : dove sia possibile per tutti visualizzare i membri già iscritti al network
      • Gruppi: da cui si accede alla sezione Gruppi e relativi forum
      • Eventi: da cui accedere alla sezione Eventi, nella quale sia possibile segnalare eventi riguardanti l’ambito della comunicazione, i quali saranno poi inseriti dagli amministratori dopo essere stati valutati
      • Jobs : da cui si accede alla bacheca in cui trovare domande e offerte di lavoro a cui rispondere mandando una email all’indirizzo eventualmente specificato nell’annuncio oppure attraverso un form che permetta di caricare il proprio curriculum direttamente dal proprio computer e scrivere una lettera di presentazione da allegare
      • Help & FAQ : sezione in cui trovare informazioni per l’utilizzo del network e le FAQ, nonché un form per la richiesta di informazioni o aiuto agli amministratori
      04/06/09 SdC Experts At Work Pagina
    • Architettura auspicabile 04/06/09 SdC Experts At Work Pagina
    • Comunicazione Requisiti di comunicazione Guida di stile A cura di L. Tranchina
    • Identità di marca, tono e stile della comunicazione
      • “ SdC Experts At Work” si configura come un Social network volto a rappresentare un luogo d’incontro fra studenti, aziende e docenti.
      • In virtù degli obiettivi definiti in fase strategica, si è puntato alla creazione di un’identità e di un linguaggio visivo efficace, ma al tempo stesso corrispondente alle aspettative degli utenti per i quali il servizio è pensato. In sintesi, si è cercato d’includere all’interno le seguenti caratteristiche, giudicate rilevanti:
        • Professionalità
        • Qualità
        • Expertice
        • Praticità
        • Contemporaneità
        • Coerenza con il sistema identitario della “Sapienza - Università di Roma” (ma al contempo orientato al riconoscimento di un proprio spazio di autonomia)
    • Strategia di comunicazione
      • Dal 2007 la Sapienza ha introdotto un sistema d’identità visiva allo scopo di garantire riconoscibilità, visibilità e unicità a ogni ambito dell’attività istituzionale della Sapienza, e uniformare il modo di proporsi dell’ Ateneo e di tutte le sue realtà (atenei federati, facoltà, dipartimenti), esaltandone al contempo la molteplicità e la comune appartenenza.
      • Tutto ciò si ricollega alla sua mission , ovvero contribuire allo sviluppo della società della conoscenza attraverso la ricerca, la formazione di eccellenze e di qualità, e la cooperazione internazionale.
      • Dato il carattere d’ufficialità che si vuole conferire al progetto in esame, si è scelto di evidenziare la relazione con l’identità visiva della Sapienza tramite l’utilizzo d’alcuni elementi di tale sistema identitario, quali:
        • Marchio e logotipo
        • Colori istituzionali
        • Convenzioni di scrittura dei testi
    • Marchio e logotipo
      • L’architettura di brand della Sapienza segue il modello “monolitico” in cui l’Ateneo è l’unico soggetto dotato di identità e diverse sottorealtà sono identificate da un descriptor che accompagna il logo.
      • L’emblema della Sapienza è costituito da un ovale, di colore porpora, nel quale sono inscritti un cherubino, sovrastato da una fiammella, e la dicitura Studium Urbis, entrambi di colore oro.
      • Il cherubino è il marchio storico dell’università di Roma, simbolo dello stupore della conoscenza, mentre il nome è semplificato nel logotipo, dalla formula “Sapienza Università di Roma”. I due elementi formano il marchio/logotipo della Sapienza, declinato in formati per ogni applicazione grafica (carta intestata, brochure , web ecc.).
    • Colori istituzionali
    • Colori istituzionali
      • Alla base dell’identità visiva della Sapienza, vi è l’utilizzo costante dei colori istituzionali Rosso, Oro, Nero e Bianco.
      • Il Marchio può essere riprodotto con i colori di quadricromia usati secondo le percentuali indicate. Quando le riproduzioni avvengono con processi diversi dalla stampa, è necessario convertire i colori nel codice cromatico equivalente.
      • Nella tabella sono indicati i codici PMS (Pantone® Color Bridge™ Coated EURO) utili per la stampa a tinte piatte, i codici 3M (utilizzabili per la riproduzione a mezzo pellicole autoadesive), i codici RAL (utilizzabili per la stampa a mezzo vernici) e i corrispondenti valori RGB ed HTML per il video e internet.
    • Convenzioni di scrittura dei testi
      • Con il nuovo sistema d’identità è stato adottato anche un insieme di convenzioni riguardanti la scrittura dei testi (maiuscole e minuscole, abbreviazioni ecc.) che puntano alla massima leggibilità.
      • Tali suggerimenti per la scrittura sono stati elaborati con la collaborazione scientifica d’alcuni docenti della Sapienza e tengono conto delle indicazioni di comunicazione interistituzionale dell’Unione europea.
    • Grafica e multimedialità
      • Si opterà per un layout della pagina di tipo fisso, ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 che rientra tra le più comuni. Il vantaggio di questo tipo di layout è il controllo preciso sulla dimensione dei blocchi della pagina, che permette di costruire design anche complicati senza doversi preoccupare di come verranno visualizzati dall’utente finale.
    • Lo stile Web 2.0
      • Il Web 2.0 non ha portato solo un’innovazione dello sviluppo (centralizzata sull’utente) e fruizione di Internet (con il concetto di partecipazione, intelligenza collettiva, etc.) ma anche un restyling grafico e la definizione di uno standard stilistico caratterizzato in generale dalla scelta di colori pastello, ombre e font in grassetto.
    • Lo stile Web 2.0
      • Ben Hunt di “Web Design from Scratch” ha scritto un articolo molto interessante intitolato “Web 2.0 how-to design style guide“, in cui sono espressi i punti chiave della grafica 2.0: semplicità, layout centrato, pochi incolonnamenti, separazione della parte superiore, utilizzo di aree solide, navigazione semplice, loghi corposi, font grandi, enfasi sul testo importante, colori forti, superfici “ricche”, gradienti, riflessioni, icone graziose, star flashes.
      • Questo tipo d’uso del colore, è stato associato al Social network diventando così un paradigma in sé. Andy Bennett, esperto designer della Head London afferma:
      • “ Lo stile Web 2.0 è stato influenzato dalla tecnologia, portando i designer all’attuale utilizzo degli stili CSS e mostrando quanto possono essere potenti e versatili. Credo che l’intento originale dello stile Web 2.0 fosse quello di creare qualcosa che sembrasse un’esperienza ricca e futuristica – l’uso di colori chiari e vivaci impiegati con parsimonia su sfondo bianco, sfumature, riflessi, caratteri, ombre, il tutto con dimensioni generose.”
    • Lingua e localizzazione
      • Il network è al momento previsto esclusivamente in lingua italiana, ma trattandosi di un social network professionale, in una seconda release , potrebbe essere opportuna la traduzione in lingua inglese.
    • Guida di stile
      • Come si vedrà nel documento dei requisiti, per lo sviluppo di questa prima release si utilizzerà la piattaforma Ning, la quale offre una vasta gamma di strumenti per la definizione della grafica e dello stile visivo dei Social network in esso sviluppabili.
      • All’interno delle opzioni di gestione dell’amministratore è sufficiente ciccare sulla sezione “Aspetto” per accedere alle varie opzioni di personalizzazione.
      Le risorse di Ning
      • La piattaforma offre innanzitutto la possibilità di scegliere fra molteplici stili predefiniti, i quali si differenziano fra loro non soltanto per tipologia di font utilizzato, temi e colori, ma anche rispetto all’ingombro occupato dai vari costituenti le pagine.
      Guida di stile Le risorse di Ning
    • Guida di stile
      • La sezione “ Header, Footer & Sides ” consente di personalizzare i corrispondenti elementi, inserendo ad esempio un proprio logo assieme al nome del Social network, con la possibilità di variare il colore del carattere e delle fasce lateriali, superiori e inferiori. Nel nostro caso, in riferimento al linguaggio “Sapienza” si è scelto come colori per Header Background e barre laterali le tonalità di rosso (#822433) e bianco (#FFFFFF).
      • Riguardo “ Body & Content Area ”, mentre il colore di sfondo è stato lasciato il bianco, il font utilizzato è il Gill Sansper i titoli e il Trebuchet MS per il corpo con interlinea del valore di 1,15. Sono state lasciate di default le impostazioni relative alle dimensioni del carattere, mentre per quanto riguarda i colori utilizzati per il testi sono stati impiegate le seguenti tinte:
        • Testi = #000066
        • Link = #339999
        • Subheader color = #822433
        • Subheader background = #D99A41
      Le risorse di Ning
    • Guida di stile
    • Guida di stile
      • Il logo, esso è stato realizzato secondo i seguenti passi:
        • È stato tenuto conto della sigla “Sdc” come elemento di riconoscibilità. Le tre lettere sono state scritte utilizzando il font Lucida Sans Serif in colore nero e poi composte insieme creando come un unico carattere;
        • Tramite Photoshop è stato creato il riflesso tipico dei loghi Web 2.0;
        • È stata aggiunta la scritta “At Work” in carattere Handwriting - Dakota , di colore rosso;
        • Sono stati inseriti come elementi caratterizzanti, le figure di tre ingranaggi fra loro collegati, a rappresentare la sinergia, possibile attraverso il sito, fra studenti, professionisti e docenti (ognuno simboleggiato da una ruota dentata).
      Logo
    • Guida di stile
      • Ai fini di aumentare l’ appealing dell’aspetto del social network, è stata realizzata un’illustrazione originale per l’header rappresentante alcune silhouettes di fronte una città in costruzione.
      • Lo stile riprende ancora una volta i canoni del Web 2.0 e l’immagine simboleggia l’incontro fra più soggetti (giovani e manager) in vista di uno sviluppo e di una crescita professionale, nell’attuale scenario informativo e comunicazionale.
      • La presenza del logotipo Sapienza segnala il patrocinio dell’università all’iniziativa.
      Header
    • Piano di comunicazione Target Media A cura di S. Mendola
    • Piano di comunicazione
      • Lanciare e incrementare l’ awareness di SdC Experts At work .
      • Alimentare il traffico sul sito e stimolare la prova.
      • Differenziare SdC Expertas At Work da Oncommunity e gli altri siti di placement o social network professionali, posizionandolo nell’immaginario del target.
      • Aumentare la partecipazione da parte degli utenti alla vita del sito, stimolando l’utilizzo degli strumenti che esso presenta.
      • Migliorare l’identificazione del sito come strumento per il placement degli studenti e per la valorizzazione della loro professionalità.
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Obiettivi di comunicazione
    • Piano di comunicazione
      • “ SdC Experts At Work” si trova in una fase di Introduzione.
      • È necessaria una strategia di crescita rapida in cui la pubblicità è lo strumento principe per far conoscere il sito e creare consapevolezza.
      • È necessario pianificare una campagna di Lancio
      • Il marketing mix deve comprendere una efficace word of mouth per gli opinion leader e una cura dell'immagine stringente: il brand deve essere uguale ovunque e continuamente riproposto.
      • Target primario: Docenti, Aziende, Media e Istituzioni.
      • Target secondario: Studenti ed ex studenti,
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Ciclo di vita e target
    • Piano di comunicazione
      • Si è pensato alla creazione di una campagna teaser in fase di pre-lancio, per incuriosire e creare l’attesa.
      • Le migliori strategie di marketing e comunicazione sono quelle integrate, che prevedono la giusta esposizione sui diversi media, con messaggi di natura complementare , per garantire la copertura totale del target di riferimento.
      • La promozione del sito deve avvenire con un linguaggio visivo tale da consentire un immediato richiamo all’identità del sito e della Facoltà, coerentemente al sistema identitario dell’Ateneo.
      • È importante che gli utenti abbiano il tempo di cogliere il messaggio
      • In fase iniziale è necessaria una forte ridondanza , per via del nomale processo di creazione del valore percepito e della fedeltà alla marca, il quale è catalizzato da un continuo contatto con il brand affinché il consumatore pian piano cominci a riconoscerlo fino a sentirlo proprio.
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Strategia
    • Media mix
      • Uno spot su Youtube potrebbe colpire il target dei navigatori sfruttando le opportunità offerte dalla diffusione virale.
      • Radio sapienza è la radio ufficiale dell’Ateneo. Data la sua rilevanza e il costo praticamente nullo, il giorno del lancio di “SdC Experts At Work” si potrebbe dedicare una finestra illustrativa all’interno del palinsesto e si potrebbe ideare uno spot radiofonico diretto a tutti gli ascoltatori.
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Spot su Youtube e Radio Sapienza (teaser)
    • Media mix
      • Spot teaser senza audio su SdC+ Video , e successivo annuncio del lancio.
      • SdC+Blue per inviare informazioni sui device mobili di studenti e professori con l’URL di SdC Expert At Work e un messaggio promozionale.
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina SdC++
    • Media mix
      • Il lancio di SdC Experts At Work pubblicizzato sulla newsletter della facoltà .
      • La redazione si occuperà di inviare una e-mail di invito ai professori della facoltà.
      • La Presidenza potrà inviare alle singole cattedre una lettera cartacea in cui è presentato il progetto, per esortare i docenti alla partecipazione, facendosi da garante all’iniziativa. L'invio di inviti a partecipare al network potrebbe essere accompagnato da altro materiale illustrante obiettivi, vantaggi e opportunità.
      • Lettere simili potranno essere inviate a tutti gli enti e le aziende convenzionate o in relazione con la facoltà.
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Comunicazione interna: newsletter e posta
    • Media mix
      • Registrazione e ottimizzazione del sito, per ottenere un buon posizionamento, sui principali motori di ricerca (Google, MSN e Yahoo!).
      • Definizione dei metatag
      • Ottimizzazione del codice sorgente e dei contenuti
      • Azioni di affiliation per incremento del page rank
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Internet SEO
    • Media mix
      • Banner presenti sia nelle pagine di siti frequentati dal target, di istituzioni e enti pubblici, sia sulle pagine dei siti afferenti all’Ateneo.
      • Passaparola innescato dallo stesso corpo docente che farà da hub , per poter raggiungere sia gli studenti, che soprattutto i professionisti.
      • Gli stessi membri della community possono promuoverla inserendo dei link, o l’apposito Badge presente nella homepage del sito, il nei loro blog personali o in altri social network da loro frequenti, oppure parlandone su vari forum e incentivando i propri contatti all’iscrizione, sfruttando la funzione “Invita” del sito.
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Banner e viral marketing
    • Media mix
      • Attività di community marketing sui principali network frequentati dal target (es. Facebook, Xing e LinkedIN)
      • Apertura di un Gruppo su LinkedIN che rimanda direttamente a “SdC Experts At Work”, per estendere la conoscenza del network a professionisti esterni alla facoltà.
      • La redazione o i membri del sito potranno scegliere i professionisti più vicini al mondo della comunicazione e invitarli a partecipare al gruppo, mediante una e-mail che consente l’accesso cliccando sul link:
      • http://www.linkedin.com/e/gis/142298/3781B2478D40
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Social marketing
    • Media mix
      • Pubblicazione di:
        • un articolo esplicativo del progetto “SdC Experts At Work” su Mediazone, la rivista on-line della Facoltà di Scienze della Comunicazione.
        • pubbli-redazionali su testate e siti autorevoli secondo il target, per accrescere la reputazione e la notorietà del nuovo social network.
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Magazine on-line e stampa
    • Media mix
      • Sarà opportuno predisporre la stampa di manifesti, locandine, brochure promozionali, da utilizzare sia durante gli eventi che da diffondere in facoltà.
      • Gli stampati potrebbero essere anche utilizzati per la campagna teaser, muniti di QR Code (con l’indicazione delle modalità di utilizzo e del sito da dove scaricare l’applicazione per la loro lettura), impiegabile come enabler per l’avvio della navigazione verso l’URL del sito o semplicemente per incamerare l’URL e una piccola descrizione nella memoria del proprio dispositivo mobile.
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Stampati
    • Eventi, fiere e giornate di orientamento
      • Per il lancio creare un evento presso il Centro congressi della Facoltà finalizzato alla presentazione di “SdC Experts At Work” a docenti, studenti ed esponenti del mondo della comunicazione, con la partecipazione del Preside per dare autorevolezza all’evento.
      • Allestire degli stand in cui promuovere il sito durante eventi relativi all’incontro tra università e mondo del lavoro o giornate dedicate all’orientamento (es. Sapienza Porte Aperte, Brain at work, Forum della Comunicazione).
      • Negli stand:
        • distribuzione di brochure che spiegano il funzionamento del sito e suoi obiettivi,
        • PC per consentire l’accesso al sito,
        • trasmissione in rotazione continua, su uno schermo di un video che simula la navigazione tra del sito.
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina
    • Requisiti funzionali Analisi delle piattaforme Casi d’uso Sicurezze e privacy Manuale d’uso A cura di V. De Simone
    • Requisiti funzionali
      • Profilo utente
      • Recommendation
      • Statistiche e trackback
      • Profili differenziati per tipo-utente
      • Contenuti
      • Blog
      • Mailbox interna
      • Inserimento/consultazione offerte
      • Pubblicazione eventi
      • Portfolio progetti
      04/06/09 Pagina Le caratteristiche del nostro sito Gestione Creazione di gruppi Pubblicare avvisi Funzioni di back office (admin) Invitare altri utenti Progetto "SdC Experts At Work"
    • Analisi delle piattaforme
      • In genere ci sono quattro modi per allestire un social network
      • Creazione da zero (ricorrendo ad una web agency, richiede budget cospicuo)
      • Compagnie specializzate in social network (c.d. “white labeled”, solo in Usa)
      • Cms opensource, come Drupal o Joomla! (budget ridotto, molto customizabili )
      • Piattaforma online con hosting annesso (economico e user-friendly)
      Una prima panoramica
    • Analisi delle piattaforme Drupal - Joomla!
      • Drupal
      • Piattaforma opensource per la creazione di siti e interi social network (attualmente alla versione 6.2)
      • Struttura divisa in nodi (unità di contenuto) e blocchi (gruppi di nodi)
      • Espansibile tramite l’innesto di moduli aggiuntivi
      • Joomla!
      • Cms opensource, ora alla versione 1.5, basato su ambiente lamp
      • Strutturato in moduli, componenti aggiuntivi e mambot/plugin
      • Pochi moduli per il social network
    • Analisi delle piattaforme Ning - Presentazione Fondato nell’ Ottobre del 2004, Ning nasce con lo scopo di permettere a chiunque di allestire in poco tempo il proprio social network. Novembre 2007 Ning annuncia la compatibilità con le open social API di google Maggio 2008 Si contano circa 275.000 siti creati con Ning
    • Analisi delle piattaforme Ning - Features
      • Fondato nell’ Ottobre del 2004, Ning nasce con lo scopo di permettere a chiunque
      • di allestire in poco tempo il proprio social network.
      • Gestione attraverso gli strumenti
      • interni
      • Widget tramite codice html
      • Servizi premium (storage, banda,
      • dominio, eliminazione adwords)
    • Un caso d’ uso Importare uno slideshow
      • Attori: utente, sistema
      • Scenario principale:
      • 1. L’ utente effettua l’accesso al sito
      • 2. Il sistema verifica la correttezza dei dati
      • 3. L’ utente accede alla propria pagina principale
      • 4. L’ utente si reca nella sezione profilo - - - > portfolio
      • 5. L’ utente edita titolo e corpo con il codice per l’embed
      • 6. L’ utente salva il post
      • 7. Il sistema riconosce il codice inserito e visualizza il nuovo elemento slideshow
      • Precondizione:
      • l’utente deve essere registrato
      • l’utente deve già possedere il codice html di embed dello slideshow
      • Scenari secondari:
      • • il sistema non riconosce il codice inserito
      • l’utente verifica la correttezza del codice esterno
      • il sistema accetta il codice corretto
      • • il sistema non riconosce il codice inserito al secondo tentativo
      • il formato del contenuto multimediale non è supportato
      • il codice di embed è diverso da quello copiato dall’utente
    • Sicurezza e privacy
      • Non sono previsti scambi informativi che necessitano di connessioni sicure (SSL).
      • Al momento della registrazione si ottiene una Ning Id valida per tutti i social network della
      • piattaforma Ning, coi quali ci si potrà poi iscrivere singolarmente ai diversi network.
      • Il recupero della password avviene tramite invio di un link, all’indirizzo mail scelto
      • dall’utente al momento della registrazione, tramite il quale impostare la nuova password.
      • Gli amministratori possono rendere il network pubblico o privato.
      • Si dovrà poi decidere se tutti possono diventare membri o solo chi è invitato.
      • I dati sono conservati sul server di Ning, pertanto la loro conservazione è sotto la tutela e
      • responsabilità della piattaforma, e non della facoltà di Scienze della Comunicazione.
      • Questo particolare dovrà essere reso evidente agli utenti.
      Stato del servizio e responsabilità dei dati
    • Manuale d’ uso
      • Strumenti e finalità
      • Tipologia, metodi e scopo del servizio
      • Tipologie di utenti
      • Cenni sui diversi tipi di fruitori potenziali del social network
      • Strumenti degli utenti e sezioni del sito
      • Direttive per la linea editoriale
      • Strumenti di gestione
      • Pannello di controllo
      • Assistenza ed help desk
      • Linee guida per il supporto agli utenti
      Linee guida per amministratori
    • Contenuti Requisiti di contenuto Guida editoriale A cura di M. Di Bona
    • Requisiti di contenuto Sezione Sottosezione Requisiti di contenuto Dove trovare le informazioni Home Registrazione Permette agli utenti non ancora registrati di inserire i propri dati e iscriversi sul sito Committente Invita Sezione dedicata alla pubblicizzazione del sito Redazione Profilo Gestione del profilo personale Iscritti al sito Profilo Contatti Gestione dei profili dei contatti Iscritti al sito Profilo Portfolio Gestione di lavori,progetti e articoli Iscritti al sito Membri Possibilità di visualizzare i membri del network e accedere alle loro schede utente Iscritti al sito Eventi Sezione in cui sarà possibile visualizzare gli avvisi e gli eventi afferenti al mondo della facoltà e della comunicazione Iscritti al sito Eventi Eventi personali Sezione in cui ricordare gli eventi più interessanti Iscritti al sito Jobs Sezione dedicata al contatto con il mondo del lavoro, nella quale trovare ed inserire offerte di stage ed offerte lavorative Redazione, utenti e aziende Jobs Le mie discussioni su jobs Sezione che raccoglie gli interventi personali nell’area “Jobs” Iscritti al sito Jobs Gestisci Jobs Area riservata agli amministratori per la gestione della sezione Redazione Gruppi Sezione dedicata ai gruppi che si creano all’interno del network Iscritti al sito Gruppi I miei gruppi Sezione dedicata ai gruppi ai quali partecipa l’utente Iscritti al sito Help Sezione in cui è spiegato il funzionamento del social network Redazione Help Tutti gli avvisi Elenco di tutti gli avvisi di help Redazione
    • Guida editoriale
      • documento che contiene l’indicazione che i redattori devono seguire nella stesura dei contenuti informativi di SDC al Work. Si tratta di un insieme di suggerimenti e di regole alle quali tutti i redattori devono attenersi.
      • Per costruire un sito attraente ed evitare errori nella realizzazione esistono regole ben precise da dover necessariamente osservare. Nel caso della scrittura sul Web innanzitutto, è meglio evitare periodi troppo lunghi e l'uso eccessivo delle subordinate. Scrivere sul web non è la stessa cosa che scrivere sulla carta stampata, ma risponde a metodi e principi diversi. Bisognerà dunque evitare titoli troppo complessi ed invece utilizzare una struttura grammaticale semplice e funzionale
      Stile generale del testo
    • Guida editoriale
      • In Italia la prassi prevede che si dia del tu all’utente, ma trattandosi di un sito istituzionale è doveroso usare un tono rispettoso evitando di rivolgersi agli utenti con frasi troppo sbrigative o banali.
      • Usare la tecnica del frontload per titoli, paragrafi, link e liste. To front-load significa “inserire per prime le parole con il contenuto principale”.
      • Iniziare ogni pagina con un’unica, precisa headline esplicativa. Proseguire con un breve riassunto, descrizione o key message della pagina.
      • Limitare la dimensione della pagina all’equivalente di 5 fogli A4.
      • Se la pagina è lunga, mettere in testa una lista degli argomenti e fai che ogni voce della lista sia un link.
      • Se la pagina è lunga, inserire di frequente dei link per tornare all’inizio della pagina.
      Come rivolgersi all’utente Struttura degli elementi informativi
    • Guida editoriale
      • Fare in modo che il testo del link sia auto-esplicativo, così le persone sapranno esattamente cosa troveranno se ci cliccano sopra.
      • Se il link punta a una pagina di un altro sito, farlo presente.
      • Se il link apre un tipo di file diverso, specificare il tipo e le dimensioni (esempio: PDF, 5MB, 70 pagine)
      • Tutte le informazioni più importanti devono essere pubblicate in HTML
      • Non usare file PDF, Excel o Word senza un motivo evidente
      • Raccogliere in una lista di link tutti i PDF e rendili ricercabili.
      • Gli utenti all’interno della sezione portfolio, possono inserire qualsiasi tipo di file attraverso la funzione up-load file. Inoltre possono importare video, documenti o altri elementi informativi utilizzando la funzione di embendding.
      • Ridurre le dimensioni delle immagini.
      • Fornire un alt-text per ogni immagine
      Collegamenti ipertestuali Formati ammessi
    • Guida editoriale
      • Il sito nella prima release è in italiano, ma trattandosi di un network professionale si prevede una sua traduzione in inglese, per facilitarne l’uso anche ad utenti stranieri, con particolare attenzione a professionisti e possibili datori di lavoro.
      • I testi del sito devono essere uniformi anche per quanto riguarda l’uso della punteggiatura dell’ortografia e le regole grammaticali.
      • Non sottolineare il testo per dare enfasi (la sottolineatura è riservata ai link)
      • Non usare maiuscole, lettere in 3D, corsivo o grassetto per dare enfasi
      • Non scrivere in maiuscolo altre parole
      • Scrivere i numerio con le cifre, non con le lettere (23, non ventitré)
      • Limitare il numero di argomenti di una lista a 7
      Traduzione e localizzazione Punteggiatura, ortografia, grammatica.
    • Gestione del sito in esercizio Requisiti di gestione A cura di S. Mendola
    • Infrastruttura di esercizio
      • Server di Ning
        • Web server Apache
        • Sistema operativo Linux,
        • Interprete Php
        • DBMS MySQL
      • L’account free di Ning fornisce 10GB di storage e 100GB di bandwidth.
      • Successivamente si dovranno acquistare dei pacchetti da 10GB di storage e 100GB il bandwidth ( prezzo di $9.95).
      • La gestione dei sistemi, l’assistenza tecnica alle apparecchiature e l’help desk sarà affidata al personale di Ning
      • Il sito dovrà essere accessibile 24h su 24 e ogni eventuale aggiornamento dovrà essere effettuato in momenti di traffico ridotto quali la notte o durante le festività.
      • Gli accessi al sito potranno essere controllati col il file di log e con le funzioni di Google Analytics.
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina
    • Gestione: sito, contenuti, utenti
      • È buona regola che i contenuti del sito siano mantenuti sempre aggiornati. Per la gestione del sito non occorre una vera e propria redazione poiché i contenuti saranno per la maggior parte generati dagli utenti.
      • Il responsabile della gestione del sito sarà uno stagista del SORT o del LabCom, che durante l’esercizio riporterà al Dott. E. Mazzucchi, e che dovrà:
        • attivare l’accesso al sito dei membri verificando la provenienza dell’invito,
        • moderare il comportamento dei membri,
        • vigilare sull’introduzione corretta dei contenuti (con particolare attenzione alla sezione Jobs ),
        • fornire assistenza agli utenti per i problemi tecnici,
        • creare e inviare la newsletter settimanale e inserire eventuali avvisi,
        • mantenere il sito vivo, innescando discussioni sui forum o lasciando commenti sui profili,
        • occuparsi anche delle nomali attività di manutenzione dei contenuti del sito.
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina
    • Accessibilità e usabilità Requisiti di accessibilità Requisiti di usabilità A cura di V. De Simone
      • Requisiti di accessibilità e obblighi verso utenti disabili
      • Prestazioni, reperibilità, compatibilità con diversi browser
      • Requisiti di usabilità
      04/06/09 Progetto "SdC Experts At Work" Pagina Accessibilità ed usabilità Obblighi e caratteristiche attuali
    • Accessibilità ed usabilità
      • Conformità al dettato della Legge Stanca n. 4/2004
      • “ Un sito è accessibile se tutti possono raggiungerlo e utilizzarne i servizi rapidamente e in qualunque momento, senza limitazioni o barriere […]”
      • Obblighi verso utenti disabili:
      • Evitare testo sotto forma di immagini
      • Usare alternativa testuale alle parti grafiche (ALT TEXT)
      • Alternativa testuale per i contenuti multimediali
      • Sufficiente contrasto tra contenuto informativo e sfondo
      • Infomazioni e funzionalità disponibili anche in assenza del colore usato
      Requisiti di accessibilità
    • Accessibilità ed usabilità
      • Peso homepage: 50-100 kb (<50kb per le pagine interne)
      • Data rate mensile di 100 gb, sufficiente almeno nei primi mesi
      • La url http://SdcAtWork.ning.com non sembra confondersi con altre esistenti
      • La piattaforma Ning è compatibile con i principali browser (IE, Firefox)
      Prestazioni, reperibilità, compatibilità con i browser
    • Accessibilità ed usabilità
      • Test di alcune funzionalità (con tempo di svolgimento previsto)
      • Iscrizione: 2-3 minuti
        • creazione del proprio profilo: 3-4 minuti
        • caricamento di un progetto all'interno del profilo: 2-3 minuti
        • inserimento di un annuncio di ricerca di lavoro: 2-3 minuti
        • aggiungi un contatto: 1 minuto
      Requisiti di usabilità Strumenti a supporto dell’ utente Istruzioni all'utente sui requisiti necessari per il completamento dell'azione Istruzioni sullo svolgimento effettivo del task Feedback relativi ad errore dell'utente durante la procedura Messaggi di avviso per il corretto completamento del compito
    • http://SdcAtWork.Ning.com
      • Naviga
      04/06/09 Progetto &quot;SdC Experts At Work&quot; Pagina