Grande Venezia Programma 27 01 2010

1,173 views

Published on

Programma "Grande Venezia" di Renato Brunetta Sindaco. Per approfondimenti: http://renatobrunettasindaco.org.

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,173
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
17
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Grande Venezia Programma 27 01 2010

  1. 1. LA GRANDE VENEZIA 2010 – 2020 Dal declino alla crescita Linee guida www.renatobrunettasindaco.org Venezia 27 gennaio 2010
  2. 2. www.renatobrunettasindaco.org La Grande Venezia: 2010 - 2020, dal declino alla crescita <ul><li>Agenda del documento </li></ul><ul><li>Sommario </li></ul><ul><li>Obiettivi strategici </li></ul><ul><li>Strumenti operativi </li></ul><ul><li>Finanziare gli strumenti </li></ul><ul><li>La Venezia del 2020 </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  3. 3. www.renatobrunettasindaco.org <ul><li>Quale Venezia vogliamo? </li></ul><ul><li>Venezia di nuovo città-Mondo </li></ul><ul><li>Capitale degli scambi </li></ul><ul><li>Capitale della cultura </li></ul><ul><li>Capitale del turismo </li></ul><ul><li>Venezia baricentro del Nord-est, d’Italia e d’Europa </li></ul>1. Sommario Venezia 27 gennaio 2010
  4. 4. www.renatobrunettasindaco.org + Qualità della vita + Coesione + Crescita culturale + Sostenibilità ambientale + Residenti + Occupazione + Servizi + Sviluppo + Infrastrutture + Residenze + Insediamenti produttivi + Innovazione 1. Sommario Venezia 27 gennaio 2010
  5. 5. www.renatobrunettasindaco.org <ul><li>Obiettivi del programma: </li></ul><ul><li>Invertire la tendenza al declino economico, sociale e ambientale di Venezia </li></ul><ul><li>Realizzare in un orizzonte temporale decennale (2010 - 2020) una crescita della base economica ed un aumento degli occupati residenti di circa 45/55 mila unità </li></ul>1. Sommario Venezia 27 gennaio 2010
  6. 6. <ul><ul><li>A. Investimenti in infrastrutture per: </li></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>la mobilità e la logistica (porto, aeroporto, sublagunare, strade, autostrade) </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>l’ambiente (bonifiche e salvaguardia) </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>le reti di comunicazione elettronica (banda larga) </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><li>B. Investimenti nella città a favore: </li></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>della riqualificazione e la manutenzione urbana </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>del settore residenziale </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>dei settori produttivi in particolare terziario tradizionale e avanzato </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><li>C. Miglioramento del governo della città e della sua governance: </li></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>convergenza cooperativa tra i vari livelli di governo (Comune, Provincia, </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>Regione, Stato, Europa) </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>efficienza, trasparenza e miglioramento dei servizi dell’amministrazione </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>comunale e delle public utilities, con particolare attenzione alla mobilità </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>sicurezza, coesione sociale e dialogo interculturale e interreligioso </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>una nuova legge speciale per Venezia </li></ul></ul></ul></ul>www.renatobrunettasindaco.org Gli strumenti per raggiungere l’obiettivo: 1. Sommario Venezia 27 gennaio 2010
  7. 7. Gli strumenti: le basi del futuro infrastrutture materiali e immateriali Investimenti per la città progetto fondaci + 45/55 mila occupati residenti area integrata con Padova e Treviso e proiettata in Europa www.renatobrunettasindaco.it 1. Sommario Venezia 27 gennaio 2010
  8. 8. <ul><ul><li>A. Investimenti in infrastrutture </li></ul></ul><ul><ul><li>B. Investimenti nella città </li></ul></ul><ul><ul><li>C. Il Governo e la G overnance </li></ul></ul>www.renatobrunettasindaco.org 1. Sommario <ul><ul><li>+ 45/55 mila occupati e </li></ul></ul><ul><ul><li>relative famiglie </li></ul></ul><ul><ul><li>aumento della base economica </li></ul></ul><ul><ul><li>crescita vigorosa </li></ul></ul><ul><ul><li>sostenibilità ambientale </li></ul></ul><ul><ul><li>solidità del bilancio comunale </li></ul></ul><ul><ul><li>dialogo interreligioso e </li></ul></ul><ul><ul><li>sussidiarietà </li></ul></ul><ul><ul><li>Venezia protagonista della </li></ul></ul><ul><ul><li>rinnovata centralità del </li></ul></ul><ul><ul><li>Mediterraneo </li></ul></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  9. 9. www.renatobrunettasindaco.org <ul><li>Il complesso degli investimenti previsti </li></ul><ul><li>nel decennio 2010 – 2020 è pari a circa 25 miliardi di € , </li></ul><ul><li>di cui: </li></ul><ul><li>15 miliardi di investimenti in infrastrutture </li></ul><ul><li>Finanziabili attraverso risorse pubbliche (europee, statali, regionali e locali) e private (finanza di progetto). </li></ul><ul><li>10 miliardi di investimenti per riqualificazione e manutenzione urbana, insediamenti per i settori produttivi ed edilizia residenziale e sociale </li></ul><ul><li>Finanziabili con risorse pubbliche locali, vendita di immobili, risorse private. </li></ul>1. Sommario Venezia 27 gennaio 2010
  10. 10. www.renatobrunettasindaco.org Tornerà ad essere la Grande Venezia <ul><li>Città che cresce e che attrae capitali e persone </li></ul><ul><li>Città del Mondo </li></ul><ul><li>Baricentro del Nord-est e crocevia degli scambi </li></ul><ul><li>Città coesa e del dialogo </li></ul><ul><li>Città sicura e sostenibile </li></ul><ul><li>Capitale della cultura </li></ul><ul><li>Città dei grandi eventi </li></ul>Il risanamento urbanistico, il miglioramento dei servizi del Comune e delle public utilities locali, la nuova residenza, lo sviluppo produttivo, commerciale, culturale e turistico alimenteranno l’ allargamento della base economica della città e la renderanno attraente e competitiva. 1. Sommario Venezia 27 gennaio 2010
  11. 11. www.renatobrunettasindaco.org La Grande Venezia: 2010 - 2020 dal declino alla crescita <ul><li>Agenda del documento </li></ul><ul><li>Sommario </li></ul><ul><li>Obiettivi strategici </li></ul><ul><li>Strumenti operativi </li></ul><ul><li>Finanziare gli strumenti </li></ul><ul><li>La Venezia del 2020 </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  12. 12. www.renatobrunettasindaco.org 2. Obiettivi. Invertire la tendenza: dal declino alla crescita La nuova base economica di Venezia A. Investimenti infrastrutturali B. Investimenti per la città Attrazione di popolazione ed effetto moltiplicativo (raddoppio) sull’economia locale Aumento dell’occupazione Attrazione competitiva nei settori produttivi che rafforzano la base economica Venezia 27 gennaio 2010
  13. 13. www.renatobrunettasindaco.org 2. Obiettivi. Invertire la tendenza: dal declino alla crescita La nuova base economica di Venezia: il moltiplicatore della crescita L’aumento del capitale infrastrutturale per la città (A+B = 25 miliardi in 10 anni ) genera: <ul><li>un effetto immediato su occupazione e reddito nei settori coinvolti dal programma d’investimenti (con riflessi da domanda sul resto dell’economia dell’area veneziana) </li></ul><ul><li>un effetto di medio-lungo periodo permanente sulla crescita dell’intera economia locale perché l’aggiornamento e lo sviluppo della dotazione infrastrutturale dell’area: </li></ul><ul><ul><li>migliora la produttività del capitale privato </li></ul></ul><ul><ul><li>attiva investimenti addizionali </li></ul></ul><ul><ul><li>sviluppa un effetto moltiplicativo con aumento di produzione, occupazione, reddito e quindi consumi </li></ul></ul><ul><li>un effetto sulle entrate della PA locale, risultante dei precedenti due. L’incremento delle risorse consentirà di finanziare nuovi investimenti in capitale fisico, umano e sociale, stimolando il dinamismo dell’economia locale e rafforzando la competitività della Grande Venezia </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  14. 14. www.renatobrunettasindaco.org 2. Obiettivi. Invertire la tendenza: dal declino alla crescita La nuova base economica di Venezia: I grandi settori, sviluppo nei prossimi anni (1/2) <ul><li>Servizi di trasporto e logistici legati al porto e aeroporto, liberati dai vincoli storici (espansione portuale e logistica in parte di Marghera, garanzia dell’accessibilità nautica dopo il completamento del MOSE e miglioramento dei collegamenti ferroviari per il porto; seconda pista e collegamento con l’alta velocità ferroviaria per l’aeroporto, etc) </li></ul><ul><li>Servizi direzionali e terziari localizzati nei pressi del Centro Storico, Mestre e Tessera dove  si possono garantire le migliori accessibilità: Venezia porta del Nordest, dell’Europa di Alpe-Adria, dell’Europa centro orientale </li></ul><ul><li>Prodotti e servizi di ricerca e innovazione prodotti dal cluster Università-CNR all’Arsenale-Parco Scientifico VEGA, ed espansione della presenza di università straniere a Venezia sul modello VIU </li></ul>NUOVA OCCUPAZIONE: base di 3.500 addetti il porto e di 1.000-1.500 addetti l’aeroporto almeno 3.000 addetti almeno 2.000 addetti di base, con altri 500 addetti per università straniere Venezia 27 gennaio 2010
  15. 15. www.renatobrunettasindaco.org 2. Obiettivi. Invertire la tendenza: dal declino alla crescita La nuova base economica di Venezia: I grandi settori, sviluppo nei prossimi anni (2/2) <ul><li>Le attività professionali per giovani disposti ad avviare iniziative imprenditoriali , anche grazie a programmi di assistenza al lancio di nuove imprese artigiane e industriali </li></ul><ul><li>Le attività industriali innovative legate all’avvio di  produzioni “verdi” (ciclo energetico, trattamento dei rifiuti, nuovi materiali, etc.) e al comparto dell’ICT nelle aree di Marghera non dedicate allo sviluppo urbano, tecnologico e logistico </li></ul><ul><li>Le attività culturali , il potenziamento di Biennale, Fenice, Accademia, Musei diversi da quelli in area marciana , e le attività del turismo, relative in particolare al rilancio del Lido e allo sviluppo delle strutture turistiche in terraferma con 1.500 addetti </li></ul><ul><li>I Fondaci internazionali , da realizzare sul modello Biennale, e almeno una Organizzazione stabile internazionale </li></ul>NUOVA OCCUPAZIONE: 1.500 addetti almeno 2.500 addetti 1.000 addetti (cultura) 1.000 addetti (Lido) 1.500 addetti (terraferma) 2.500 addetti Venezia 27 gennaio 2010
  16. 16. www.renatobrunettasindaco.org 2. Obiettivi. Invertire la tendenza: dal declino alla crescita La nuova base economica di Venezia: La Grande Venezia, città del vivere bene I grandi settori svilupperanno dunque un incremento occupazione pari a circa 20.000 unità A questi nuovi occupati si aggiungeranno altri 25/35.000 nuovi occupati residenti (e relative famiglie) attratti dalla ritrovata ricchezza della grande area veneziana, non più marginale rispetto alle più dinamiche aree di Padova e Treviso, e nella quale si registra un significativo incremento della qualità dei servizi erogati dal Comune e dalle public utilities locali con un evidente ampliamento dell’offerta del ‘buon vivere’. Venezia 27 gennaio 2010
  17. 17. www.renatobrunettasindaco.org 2. Obiettivi. Invertire la tendenza: dal declino alla crescita La nuova base economica di Venezia: Gli effetti 25 miliardi di € Effetto immediato: aumentano la produzione, l’occupazione e il reddito nelle attività private connesse con gli investimenti Effetto permanente: incremento e accelerazione del tasso di crescita Effetto sulle entrate della PA: con conseguente feedback delle politiche pubbliche così finanziate sulla economia privata locale Aumento dotazione infrastrutture Effetto complessivo: +45/55 mila occupati Venezia 27 gennaio 2010
  18. 18. www.renatobrunettasindaco.org 2. Obiettivi. Invertire la tendenza: dal declino alla crescita Venezia nel contesto globale La forza, le risorse, la dinamicità e le potenzialità dei territori limitrofi (Padova, Treviso e tutto il Nord-Est) dovranno essere componenti importanti della competitività della Grande Venezia nei mercati globali Il programma riporta la città nel cuore del sistema Nord Est e restituisce al Nord Est il ruolo chiave nei rapporti tra Centro Europa ed Est anche oltre i confini del Mediterraneo e dell'Europa Venezia 27 gennaio 2010
  19. 19. www.renatobrunettasindaco.org 2. Obiettivi. Invertire la tendenza: dal declino alla crescita L’orizzonte del programma Alla fine del decennio la Grande Venezia , integrata con le province limitrofe, vitale, coesa, sicura e accogliente, con rinnovata leadership ospita organizzazioni internazionali, innova e qualifica l’offerta culturale e si impone come un riferimento dello sviluppo europeo 2010 2015 2020 Venezia 27 gennaio 2010
  20. 20. www.renatobrunettasindaco.org 2. Obiettivi. Invertire la tendenza: dal declino alla crescita La consultazione dei cittadini per condividere il programma: Presentazione della proposta di Programma La Grande Venezia Consultazione pubblica: incontri e dibattiti sui siti web Confronto ed esame delle proposte Redazione definitiva del Programma Venezia 27 gennaio 2010
  21. 21. www.renatobrunettasindaco.org La Grande Venezia: 2010 - 2020, dal declino alla crescita <ul><li>Agenda del documento </li></ul><ul><li>Sommario </li></ul><ul><li>Obiettivi strategici </li></ul><ul><li>Strumenti operativi </li></ul><ul><ul><li>A. Investimenti in infrastrutture </li></ul></ul><ul><ul><li>B. Investimenti nella città </li></ul></ul><ul><ul><li>C. Miglioramenti del governo e della governance </li></ul></ul><ul><li>Finanziare gli strumenti </li></ul><ul><li>La Venezia del 2020 </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  22. 22. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti operativi. A. Investimenti in infrastrutture <ul><li>Completamento del Mose e salvaguardia </li></ul><ul><li>Bonifica e riqualifica Porto Marghera </li></ul><ul><li>Porto </li></ul><ul><li>Sistema Ferroviario Metropolitano </li></ul><ul><li>Corridoi comunitari </li></ul><ul><li>Aeroporto </li></ul><ul><li>Sublagunare </li></ul><ul><li>Favorire investimenti nei servizi broad band privati/pubblici </li></ul>Gli investimenti infrastrutturali nel decennio ammontano a oltre 15 miliardi di € 2,3 miliardi di € 3 miliardi di € 870 milioni di € 570 milioni di € 4 miliardi di € 160 milioni di € 2,1 miliardi di € Gli investimenti infrastrutturali comprendono: FABBISOGNI ECONOMICI Venezia 27 gennaio 2010
  23. 23. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti operativi. A. Investimenti in infrastrutture <ul><li>Completamento del Mose e salvaguardia </li></ul>2,3 miliardi di € Gli investimenti infrastrutturali comprendono: FABBISOGNI ECONOMICI <ul><li>I cantieri del MOSE hanno finora sviluppato il 63% di avanzamento fisico, il completamento è previsto per il 2014 </li></ul><ul><li>Le risorse ancora da investire di qui al 2014 ammontano a circa 2,3 miliardi </li></ul><ul><li>L’articolato intervento di salvaguardia di Venezia e di ricostruzione morfologica della Laguna va sostenuto nel quadro della governance ambientale del territorio, della continua manutenzione alla quale l’ambiente lagunare è sempre stato assoggettato </li></ul><ul><li>Le attività di manutenzione cominceranno dopo il primo anno di entrata in esercizio delle opere di difesa e comporteranno un impegno di circa 20 milioni annui </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  24. 24. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti operativi. A. Investimenti in infrastrutture <ul><li>Sistema Ferroviario Metropolitano Regionale </li></ul>570 milioni di € Gli investimenti infrastrutturali comprendono: FABBISOGNI ECONOMICI <ul><li>il Sistema Ferroviario Metropolitano Regionale è un progetto in corso di realizzazione, riguarda da vicino il territorio veneziano e migliorerà la qualità delle connessioni all’interno dell’area metropolitana formata con Padova e Treviso </li></ul><ul><li>il rispetto dei tempi della sua realizzazione è cruciale per l’efficacia dei processi di integrazione dell’Area Vasta Veneziana </li></ul><ul><li>Sublagunare </li></ul><ul><li>il tracciato collega Tessera “Marco Polo”, Murano, Fondamente Nuove, Arsenale, Lido, Giudecca e Fusina per connettersi poi al SFMR. Da valutare l’estensione del tracciato verso Jesolo e Chioggia diminuendo il carico sulle strade </li></ul><ul><li>la realizzazione dovrà tener conto della permeabilità delle acque all’interno della laguna per evitare fenomeni di subsidenza del territorio </li></ul>2,1 miliardi di € Venezia 27 gennaio 2010
  25. 25. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti operativi. A. Investimenti in infrastrutture La Sublagunare. Opportunità concreta Mestre Murano F. Nuove Arsenale Lido Giudecca Fusina Tessera La Sublagunare aumenta la mobilità riduce distanze, tempi e costi riduce l’inquinamento, rivaluta le proprietà attorno alle fermate, riduce la pressione turistica sui mezzi acquei e in particolare sul Canal Grande Venezia 27 gennaio 2010
  26. 26. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti operativi. A. Investimenti in infrastrutture <ul><li>Bonifiche a Porto Marghera </li></ul>2,5 - 3 miliardi di € Gli investimenti infrastrutturali comprendono: FABBISOGNI ECONOMICI <ul><li>Le bonifiche dei siti produttivi contaminati che, in assenza di interventi, continuano a minacciare la salute dei cittadini anche molti anni dopo la cessazione delle produzioni, riguardano una superficie di 5.800 ettari, costituiti da terra per 3.000, laguna per 2.800 e canali per 500 </li></ul><ul><li>- La bonifica è urgente anche per ampliare la base economica, e quindi demografica e occupazionale della Grande Venezia </li></ul><ul><li>- La nomina di un commissario consentirà di integrare al meglio tempi, qualità e costi che si programmano attorno ai 2,5/3 miliardi in relazione al tipo di destinazioni dei suoli bonificati </li></ul><ul><li>- Vanno riviste le norme che hanno finora bloccato l’attuazione delle bonifiche delle aree industriali dismesse di Marghera </li></ul><ul><li>L’uscita della chimica inquinante sarà gestita attraverso misure apposite per il reimpiego e la riqualificazione della manodopera che saranno concordate tra tutti i soggetti pubblici e privati coinvolti e che potranno diventare un metodo condiviso per altre operazioni di rilancio </li></ul><ul><li>Il nuovo Comune intende attivarsi accogliendo tutti i soggetti rilevanti del dialogo sociale per ridurre al massimo i disagi e rendere la transizione occasione di sviluppo professionale e di migliore impiegabilità per il personale coinvolto </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  27. 27. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti operativi. A. Investimenti in infrastrutture <ul><li>Nuovi insediamenti a Porto Marghera </li></ul>Gli investimenti infrastrutturali comprendono: <ul><li>Il porto commerciale di Venezia può trovare nelle aree dismesse di Marghera uno sviluppo del traffico container, della logistica e dei servizi connessi </li></ul><ul><li>Dopo la bonifica si potranno accogliere </li></ul><ul><ul><ul><ul><li>- polo fieristico e logistica </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>- cantieristica </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>- diporto nautico </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>- produzioni aeronavali </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>- parco dell’idrogeno </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>- distretto della conoscenza </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>- residenzialità </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>- Porto Marghera diventerà il nuovo waterfront di Venezia </li></ul></ul></ul></ul><ul><li>Per ridurre i costi di dispersione e frammentazione del territorio si prevederà un Master Plan per il coordinamento della riconversione, riqualificazione riordino delle zone produttive </li></ul><ul><li>Il Porto è un cardine dell’economia veneziana, la crescita e l’ampliamento dell’attività portuale nel rispetto dell’ambiente sono strategiche. L’accessibilità dell’area portuale è un fattore competitivo determinante. I sistemi di collegamento con la rete autostradale, il sistema ferroviario e l’aeroporto saranno migliorati e sviluppati </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  28. 28. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti operativi. A. Investimenti in infrastrutture <ul><li>Quadrante Tessera </li></ul>Gli investimenti infrastrutturali comprendono: <ul><li>È un nodo intermodale con elevata accessibilità stradale e ferroviaria che comprende il nuovo stadio, la nuova sede di terraferma del casinò, un business park, un’area verde di 114 ettari lungo il Dese, il nuovo terminal acqueo Venice Gateway con albergo e centro congressi, nel Quadrante convergono l’Alta Velocità ferroviaria, la sublagunare, il collegamento con il “Nicelli” e con le nuove proposte di servizio alla nautica </li></ul><ul><li>- le soluzioni previste per lo stadio prevedono anche strutture temporanee che rendono realistica la scelta di Venezia come sede delle prossime Olimpiadi e comunque la sua partecipazione a eventi mondiali </li></ul><ul><li>- la nuova sede del Casinò sarà attrezzata per affrontare con successo la crescente competizione mantenendo il prezioso supporto alle finanze comunali e andrà rivista secondo i più aggiornati criteri di blind trust </li></ul><ul><li>Corridoi comunitari </li></ul><ul><li>lo sviluppo delle economie orientali sta restituendo centralità al Mediterraneo, l’area veneziana può tornare a gestire una quota sensibile dei flussi di scambi mondiali con la realizzazione delle strutture di competenza di due Corridoi europei </li></ul><ul><li>- l’aggiornamento dei collegamenti di viabilità ordinaria con i Corridoi è necessario anche per dare respiro alla nuova funzione logistica e alla portualità di Venezia e Marghera </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  29. 29. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti operativi. A. Investimenti in infrastrutture Visione integrata delle infrastrutture Completamento del Mose e salvaguardia Nuovi insediamenti e bonifiche a Porto Marghera Sublagunare Corridoi comunitari Sistema Ferroviario Metropolitano Regionale Quadrante Tessera Venezia 27 gennaio 2010
  30. 30. www.renatobrunettasindaco.org La Grande Venezia: 2010 - 2020, dal declino alla crescita <ul><li>Agenda del documento </li></ul><ul><li>Sommario </li></ul><ul><li>Obiettivi strategici </li></ul><ul><li>Strumenti operativi </li></ul><ul><ul><li>A. Investimenti in infrastrutture </li></ul></ul><ul><ul><li>B. Investimenti nella città </li></ul></ul><ul><ul><li>C. Miglioramenti del governo e della governance </li></ul></ul><ul><li>Finanziare gli strumenti </li></ul><ul><li>La Venezia del 2020 </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  31. 31. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti operativi. B. Investimenti nella città <ul><li>Gli interventi nella città comprendono: </li></ul><ul><li>Riqualificazione e manutenzione urbana </li></ul><ul><li>Residenzialità </li></ul><ul><li>Sviluppo di settori produttivi, in particolare il terziario tradizionale e l’avanzato </li></ul>Il volume delle risorse investite nel decennio 2010-2020 ammonterà a circa 10 miliardi di euro Venezia 27 gennaio 2010
  32. 32. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti operativi. B. Investimenti nella città <ul><li>Gli interventi nella città comprendono: </li></ul><ul><li>Riqualificazione e manutenzione urbana </li></ul><ul><li>Progetti per le funzioni produttive ed innovative e la residenza nei quadranti della città </li></ul>Quadrante Aereoporto Quadrante Lido e Isole Quadrante Centro Storico Quadrante Mestre-Marghera Venezia 27 gennaio 2010
  33. 33. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti operativi. B. Investimenti nella città <ul><li>Gli interventi nella città comprendono: </li></ul><ul><li>Insediamenti per l’economia, la cultura, l’abitare </li></ul><ul><li>Il programma prevede l’integrazione degli investimenti per soddisfare la domanda di </li></ul><ul><li>- nuovi insediamenti produttivi commerciali e culturali, in particolare nell’artigianato di qualità, innovazione e tradizione nell’ambito del design, musica, cultura, arte, gastronomia creando percorsi che aiutino la sostenibilità della residenza </li></ul><ul><li>- nuove unità abitative, coerenti con lo sviluppo demografico atteso, anche mediante la riqualificazione del patrimonio esistente </li></ul><ul><li>Vanno attivate forme di sostegno ai giovani con credito fiduciario, anche attingendo alle risorse liberate dalla vendita del patrimonio immobiliare pubblico non strategico, e con agevolazioni fiscali per il lancio di nuove attività. </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  34. 34. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti operativi. B. Investimenti nella città <ul><li>Gli interventi nella città comprendono: </li></ul><ul><li>Artigianato </li></ul><ul><li>La vitalità del sistema delle imprese artigiane è una priorità della nuova amministrazione, per la quale la presenza dell’artigianato in città è un elemento di coesione sociale non solo un fatto produttivo </li></ul><ul><li>- si intende intervenire per rendere più facilmente accessibile I’accesso al credito, ancora particolarmente faticoso per le piccole imprese e per l’artigianato </li></ul><ul><li>- bisogna favorire la valorizzazione delle competenze implicite investendo sui processi di apprendimento e sulla loro validazione </li></ul><ul><li>- l’artigianato non è solo tradizione, in settori non marginali una componente significativa dell’innovazione di prodotto è sviluppata dalle imprese artigiane </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  35. 35. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti operativi. B. Investimenti nella città <ul><li>Gli interventi nella città comprendono: </li></ul><ul><li>Il progetto Fondaci </li></ul><ul><li>Il Fondaco </li></ul><ul><li>E’ un luogo dedicato alle interrelazioni culturali, agli scambi di merci e di idee, alla residenza, alle produzioni culturali, all’artigianato e ai servizi. </li></ul><ul><li>Dove? </li></ul><ul><li>A Mestre e a Marghera, nelle Isole e nel Centro Storico, in siti produttivi dismessi, in vecchie strutture militari, in complessi immobiliari abbandonati, dovunque ci sia un “capitale morto” che può essere re-immesso nell’uso privato e pubblico espandendo la base economica. </li></ul><ul><li>Una prima ricognizione individua almeno 20 grandi aree adeguate alla realizzazione di un Fondaco. </li></ul><ul><li>Quanto costa? </li></ul><ul><li>La realizzazione del progetto fondaci prevede un investimento tra i 40 e i 50 milioni di euro per fondaco, per un importo complessivo di circa 800/900 milioni di euro al quali si aggiungono gli investimenti sull’Arsenale per un circa 800 milioni. </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  36. 36. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti operativi. B. Investimenti nella città <ul><li>Gli interventi nella città comprendono: </li></ul><ul><li>Il progetto Fondaci </li></ul>Una visione di massima della distribuzione territoriale dei Fondaci Venezia 27 gennaio 2010
  37. 37. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti operativi. B. Investimenti nella città <ul><li>Gli interventi nella città comprendono: </li></ul><ul><li>Il progetto Fondaci: l’Arsenale (1/2) </li></ul>I 48 ettari dell’Arsenale sono l’ area strategica per lo sviluppo di attività diversificate e di qualità nel centro storico . Il nuovo assetto del “federalismo demaniale” semplifica la gestione della progettualità nella grande area dell’Arsenale e apre la prospettiva per investimenti privati che possono raggiungere il valore di 800 milioni di euro nel decennio. Venezia 27 gennaio 2010
  38. 38. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti operativi. B. Investimenti nella città <ul><li>Gli interventi nella città comprendono: </li></ul><ul><li>Il progetto Fondaci: l’Arsenale (2/2) </li></ul><ul><li>Si crea un polo di attrazione formidabile nella parte nord orientale del centro storico, quella meno attraversata dai flussi turistici e dove maggiore è stata la perdita di attività economiche e di residenza. </li></ul><ul><li>L’Arsenale diventa così lo spazio aperto per connettere: </li></ul><ul><ul><ul><li>produzioni culturali </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>attività terziarie </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>presenze museali </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>attività di ricerca tecnologica </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>attività produttive e di engineering relative alle opere di salvaguardia </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>raddoppio degli spazi espositivi della Biennale </li></ul></ul></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  39. 39. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. B. Investimenti nella città <ul><li>Il piano privato di oltre 800 milioni è rivolto sia ai residenti sia al turismo prevede la riqualificazione di 160 mila mq di strutture residenziali, alberghiere e commerciali che elevano la qualità dell’offerta del Lido senza aumenti significativi della ricettività. </li></ul><ul><li>La realizzazione del nuovo Palazzo del Cinema, investimento previsto di circa 80 milioni, accrescerà l’attrattività per la grande convegnistica internazionale lungo tutto l’anno: </li></ul><ul><li>integrazione della gestione del Palazzo del Cinema nell’offerta di residenzialità convegnistica </li></ul><ul><li>massima partecipazione dell’imprenditoria locale all’uso del potenziale espansivo dell’iniziativa </li></ul><ul><li>accelerazione degli interventi privati/pubblici rispondenti alle necessità della comunità del Lido </li></ul><ul><li>Gli interventi nella città comprendono: </li></ul><ul><li>Il rilancio del Lido </li></ul>Viene così attivato un investimento di oltre un miliardo di € Venezia 27 gennaio 2010
  40. 40. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. Investimenti (A e B) Totale degli investimenti infrastrutturali (A) e per la città (B) A. Investimenti infrastrutturali B. Investimenti nella città Totale circa 10 miliardi circa 15 miliardi 25 miliardi Venezia 27 gennaio 2010
  41. 41. www.renatobrunettasindaco.org La Grande Venezia: 2010 - 2020, dal declino alla crescita <ul><li>Agenda del documento </li></ul><ul><li>Sommario </li></ul><ul><li>Obiettivi strategici </li></ul><ul><li>Strumenti operativi </li></ul><ul><ul><li>A. Investimenti in infrastrutture </li></ul></ul><ul><ul><li>B. Investimenti nella città </li></ul></ul><ul><ul><li>C. Miglioramenti del governo e della governance </li></ul></ul><ul><li>Finanziare gli strumenti </li></ul><ul><li>La Venezia del 2020 </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  42. 42. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance Ricostruire la collaborazione tra Istituzioni La complessità degli investimenti da mettere in opera richiede l’attivazione di strumenti innovativi di collaborazione tra le molte istituzioni coinvolte: Comune, Provincia, Regione, Stato, Europa <ul><li>La messa in sicurezza della cooperazione istituzionale è il primo passo necessario a superare veti incrociati e strumentali </li></ul><ul><li>Sarà poi introdotto un nuovo modello di governo istituzionale per eliminare le duplicazioni e valorizzare le competenze </li></ul>E’ anche così che si costruisce il dialogo per far scattare il “circolo virtuoso” dell’allargamento della base economica Il Comune sarà parte attiva nel promuovere l’emanazione di una nuova legge speciale per Venezia Venezia 27 gennaio 2010
  43. 43. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance Alla base del rinnovamento socio-economico proposto ai cittadini sta lo sviluppo delle attività imprenditoriali e commerciali concentrato su quanto già funziona, sui mestieri tipici e su quelli ad elevato contenuto innovativo In prospettiva, l’adozione di speciali poteri di autonomia per la conservazione del patrimonio storico-monumentale e la salvaguardia fisica e ambientale della laguna, potrà imprimere accelerazione ed efficacia ulteriori al processo di rinnovamento socio-economico La nuova legge speciale Venezia 27 gennaio 2010
  44. 44. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance Via il traffico petrolifero dalla laguna Progetti operativi (1/3) La realizzazione di un terminal off shore per estromettere dalla laguna tutti i traffici “a rischio” è un obiettivo della nuova legge speciale che ha l’incondizionato appoggio della nuova Amministrazione. Defiscalizzare le produzioni a basso impatto Il contenimento delle emissioni e il risparmio energetico sono tra le priorità della nuova legge speciale che favorisce la riconversione degli impianti tradizionali e l’acquisto di impianti a ciclo chiuso con forme di defiscalizzazione per incentivare le attività economiche a basso impatto ambientale e la riconversione ecosostenibile delle attività esistenti. Abbassare i costi energetici Lo strumento fiscale sarà impiegato anche a favore dell’occupazione nelle aziende operanti nel territorio. La produzione vetraria muranese, ad esempio, verrà sostenuta riducendo il prezzo base del metano per le industrie ivi residenti di almeno il 40% rispetto a quello fissato sulla base nazionale Venezia 27 gennaio 2010
  45. 45. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance Progetti operativi (2/3) Sostegno alla sperimentazione in fonti rinnovabili Si prevede il sostegno a progetti di sfruttamento delle fonti rinnovabili di energie prodotte dalle maree. Sdemanializzare il patrimonio immobiliare non strategico e cederlo al Comune Lo sviluppo socio economico deve essere collegato anche al recupero del patrimonio storico culturale e alla salvaguardia fisica e ambientale della laguna di Venezia. Con la nuova proposta di legge tutti gli immobili demaniali non utilizzati saranno concessi, locati o ceduti a titolo gratuito al Comune di Venezia, che provvederà al recupero degli stessi per destinarli alla residenza, ad attività sociali e culturali e ad insediamenti produttivi. Incentivi alla residenzialità Inoltre verrà incentivata la residenza nel centro storico offrendo contributi per il restauro del patrimonio immobiliare privato, contributi per l’acquisto della prima casa e una integrazione del canone di locazione per i redditi più bassi. Venezia 27 gennaio 2010
  46. 46. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance Progetti operativi (3/3) Valorizzare il patrimonio tecnologico e ingegneristico del MOSE Per il nuovo Comune, il MOSE sarà l’opera di cui andare orgogliosi, da presentare e far conoscere all’estero, perché rappresenti l’eccellenza dell’ingegneria italiana. In questo senso va l’iniziativa di costituire un Osservatorio di livello universitario sulle tecnologie legate alla salvaguardia. Sarà posta particolare attenzione alla fruizione delle nuove aree create dal progetto MOS , anche in funzione del diportismo, queste nuove opere devono essere viste come una grande occasione per realizzare un progetto di riqualificazione urbana e socioeconomica anche delle zone prossime alle barriere mobili. Venezia 27 gennaio 2010
  47. 47. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance Le iniziative per una Governance innovativa <ul><li>Il Comune sarà il motore dei processi di innovazione dell’azione amministrativa attraverso: </li></ul><ul><li>la condivisione e la redazione di una nuova legge speciale </li></ul><ul><li>la modernizzazione della macchina burocratica premiando il merito e la </li></ul><ul><li>trasparenza </li></ul><ul><li>la valutazione da parte dei cittadini dei servizi amministrativi e delle public utilities </li></ul><ul><li>la promozione di tavoli per la consultazione delle parti sociali </li></ul><ul><li>il rilancio della rappresentanza di Venezia nelle sedi internazionali </li></ul><ul><li>l’animazione di un social network “idee x il governo di Venezia” </li></ul><ul><li>l’uso di piattaforme evolute di comunicazione digitale </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  48. 48. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance Promuovere e sostenere le attività commerciali (1/2) <ul><li>Le  attività commerciali sono da sempre associate alla natura stessa di Venezia, un legame da alcuni anni minacciato dal declino demografico del Centro Storico e dalla eccessiva espansione della grande distribuzione in Terraferma. </li></ul><ul><li>Il commercio è parte integrante dei processi di riqualificazione urbana e sociale della Grande Venezia; bisogna attivarsi per: </li></ul><ul><li>migliorare l’accessibilità a Mestre attraverso il trasporto pubblico, la riorganizzazione dei flussi di traffico, la disponibilità di parcheggi </li></ul><ul><li>razionalizzare la logistica degli approvvigionamenti </li></ul><ul><li>qualificare con interventi di pedonalizzazione, arredo e manutenzione urbani i percorsi commerciali </li></ul><ul><li>agevolare l’insediamento in area urbana di realtà particolarmente attrattive, anche della media e grande distribuzione. </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  49. 49. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance Promuovere e sostenere le attività commerciali (2/2) <ul><li>Il commercio è parte integrante dei processi di riqualificazione urbana e sociale della Grande Venezia; bisogna attivarsi per: </li></ul><ul><li>sviluppare una coerente strategia di marketing urbano che si estenda al coordinamento delle competenze sugli interventi </li></ul><ul><li>favorire maggiore integrazione tra commercio e turismo in una città che sa accogliere ma anche assicurare una buona qualità della vita agli abitanti </li></ul><ul><li>sostenere le attività di vicinato per mantenere la varietà merceologica e di formula distributiva, combattendo il fenomeno di desertificazione commerciale nelle aree marginali </li></ul><ul><li>semplificare gli adempimenti burocratici e rendere più flessibili i rapporti con la pubblica amministrazione locale </li></ul><ul><li>curare la sicurezza e intensificare la lotta all’abusivismo. </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  50. 50. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance Venezia città coesa e aperta alle culture del mondo <ul><li>Il governo del territorio deve impegnarsi nel realizzare livelli elevati di coesione e inclusione sociale ed economica: </li></ul><ul><li>le istituzioni esistono per mettersi al servizio delle persone, per rendere loro più agevole la vita: è necessario sostenere le famiglie, investire sui giovani , promuovere politiche per favorire l´innovazione e la competitività , la sussidiarietà e la focalizzazione sulla persona sono i principi ispiratori di questo orientamento </li></ul><ul><li>Venezia sarà il baricentro del dialogo da realizzarsi attraverso la sussidiarietà orizzontale e verticale perché tornerà ad essere crocevia tra la vecchia Europa, la nuova Europa dell’est ed il Mediterraneo, estendendosi verso l’Asia e l’America </li></ul><ul><li>la nostra è una storia di apertur a e di integrazione , ma non di relativismo rassegnato né di confusione delle diverse identità. </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  51. 51. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance Le politiche sociali: la visione <ul><li>Il benessere è fatto anche di relazioni, di fiducia interpersonale, non solo di un indispensabile nucleo economico. </li></ul><ul><li>Nella nostra visione la persona è al centro di una rete che comprende sia la dimensione economica sia la solidarietà . </li></ul><ul><li>Intendiamo sostenere le organizzazioni del terzo settore che combattono l’esclusione agendo sullo sviluppo del capitale sociale in tutti i suoi aspetti. </li></ul><ul><li>La Grande Venezia, ritrovata la passione per la crescita, sarà una città generosa e accogliente verso la famiglia, i giovani, gli anziani, i lavoratori a rischio occupazionale. </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  52. 52. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance Le politiche sociali: le iniziative (1/2) <ul><li>avviare un programma di aiuti selettivi per integrare le misure nazionali </li></ul><ul><li>sperimentare asili con orario prolungato fino alle 20 anche per elevare il tasso di occupazione dei giovani </li></ul><ul><li>promuovere la formazione e il tutorato al telelavoro </li></ul><ul><li>avviare un incubatore di iniziative in telelavoro per valorizzare un potenziale di energie sottostimato </li></ul><ul><li>per uscire dalla crisi e per gestire la trasformazione di Porto Marghera con strumenti attivi di welfare, volti alla tutela reale della continuità del lavoro </li></ul><ul><li>agevolano la possibilità delle donne a restare o a rientrare nel mercato del lavoro </li></ul><ul><li>consentono a chi assiste un congiunto di non ridurre la propria vita professionale e sociale </li></ul>Nuove famiglie Portatori di handicap Politiche per il reimpiego (outplacement) Politiche formative a sostegno dell’occupazione e della riqualificazione professionale Venezia 27 gennaio 2010
  53. 53. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance Le politiche sociali: le iniziative (2/2) Assistenza agli anziani Invecchiamento attivo Gestione delle necessità degli immigrati Sostegno alle ONLUS impegnate nel sociale <ul><li>valorizzare i servizi di aggregazione, socializzazione e assistenza domiciliare per chi può ancora condurre una vita autonoma </li></ul><ul><li>coinvolgimento attivo in servizi di pubblica utilità </li></ul><ul><li>potenziare le strutture di sostegno extra ospedaliero per gli anziani non autonomi </li></ul><ul><li>riconoscere il lavoro di assistenza domestica </li></ul><ul><li>la presenza degli immigrati pone problemi delicati di articolazione della capacità di intervento socio sanitario e assistenziale in una prospettiva di integrazione </li></ul><ul><li>migliorare il coordinamento tra l’amministrazione e le organizzazioni di utilità sociale per dare maggiore sistematicità alla collaborazione tra pubblico e privato nella valutazione e gestione della nuove forme di disagio </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  54. 54. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance La sicurezza La sicurezza risponde a un bisogno primario di una città aperta come Venezia . E’ un compito che la nostra Amministrazione sente come propria fondamentale ragione d’essere, distinguendosi però da chi ha, per troppo tempo, tollerato comportamenti al confine della legalità. La sicurezza non si raggiunge una volta per tutte: va continuamente mantenuto un equilibrio dinamico tra i soggetti responsabili, le forze dell’ordine, la polizia municipale, la magistratura, la protezione civile e le organizzazioni religiose. Organizzazione Tecnologie Informazioni Competenze Addestramento Sono certamente condizioni indispensabili, saranno un impegno costante dell’Amministrazione della Grande Venezia, ma certamente non bastano Venezia 27 gennaio 2010
  55. 55. <ul><li>A metà degli Anni Ottanta nei Paesi sviluppati il rapporto tra nuovi cittadini </li></ul><ul><li>popolazione nativa era di 1 a 25. </li></ul><ul><li>Oggi questo rapporto è di 1 a 10 e circa il 3% della popolazione mondiale risiede fuori </li></ul><ul><li>dai confini del Paese di nascita. </li></ul><ul><li>A Venezia, come in tutte le grandi città europee, la popolazione immigrata è cresciuta </li></ul><ul><li>negli ultimi anni sensibilmente arrivando oggi a sfiorare il 10% dei residenti: </li></ul><ul><li>uno straniero su due occupato a Venezia svolge un lavoro intellettuale e di rango elevato </li></ul><ul><li>una nuova azienda su tre ha titolare immigrato </li></ul><ul><li>il 20% delle nuove locazioni di negozi ed il 12% delle compravendite a Venezia è </li></ul><ul><li>stipulato da cittadini stranieri. </li></ul><ul><li>Le migrazioni sono una delle principali caratteristiche della società e della economia </li></ul><ul><li>globale e sono fondamentali per la crescita economica . </li></ul>www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance I nuovi veneziani e la crescita di Venezia Venezia 27 gennaio 2010
  56. 56. <ul><li>Ciascun nuovo veneziano è portatore di ricchezza e di cultura, si muove </li></ul><ul><li>seguendo una logica economica e cerca i luoghi dove trovare possibilità di </li></ul><ul><li>sviluppo personale, della propria famiglia e della comunità di provenienza. </li></ul><ul><li>La Grande Venezia sarà luogo di accoglienza e di opportunità economica anche </li></ul><ul><li>per la popolazione immigrata, valorizzandone la diversità e salvaguardando i </li></ul><ul><li>valori, le tradizioni, la cultura della città. </li></ul><ul><li>Saranno promosse e sostenute politiche per favorire: </li></ul><ul><ul><li>l'insediamento e lo sviluppo della nuova imprenditorialità qualificata </li></ul></ul><ul><ul><li>la mobilità territoriale e professionale dei lavoratori nuovi veneziani </li></ul></ul>www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance Politiche per i nuovi veneziani Venezia 27 gennaio 2010
  57. 57. <ul><li>Chi vive, anche suo malgrado, in una condizione di irregolarità o di clandestinità è più </li></ul><ul><li>facilmente indotto in comportamenti o atti illegali. </li></ul><ul><li>Venezia, città accogliente ed ospitale , darà spazio alla voglia di fare ed intraprendere dei </li></ul><ul><li>lavoratori stranieri regolari ma taglierà ogni possibilità di alibi ai nuovi veneziani non </li></ul><ul><li>regolari attraverso il contrasto a: </li></ul><ul><li>locazioni non regolari di abitazioni e negozi </li></ul><ul><li>lavoro in condizioni sommerse </li></ul><ul><li>evasione ed elusione fiscale del lavoro e dell'impresa </li></ul>www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance Contrasto all’illegalità <ul><li>ma anche attraverso la tutela dei diritti fondamentali , promuovendo: </li></ul><ul><li>contratti di solidarietà per nuovi veneziani che rischiano di tornare irregolari </li></ul><ul><li>riconoscimento delle condizioni di asilo a chi ne ha diritto </li></ul><ul><li>ricongiungimento familiare protetto per chi lo merita </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  58. 58. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance Turismo e cultura. Le logiche socio-economiche Le città sono diventate nuovamente importanti perché la nuova economia dei servizi e della conoscenza è per sua natura fortemente relazionale. E’ nei rapporti metropolitani che si sviluppa il potenziale più alto di relazionalità. I processi di rigenerazione urbana mettono spazi a disposizione della socialità e dei grandi eventi culturali. La qualità della macchina amministrativa del Comune ha un ruolo importante nel regolare la propria capacità di risposta sulle esigenze della società, promuovendo l’innovazione economica e sociale della Grande Venezia Venezia 27 gennaio 2010
  59. 59. <ul><li>Turismo e cultura sono “attività veneziane” da sempre. </li></ul><ul><li>Continueranno ad essere l’attività prevalente anche in futuro, ma secondo modalità </li></ul><ul><li>innovative e compatibili con l’ambiente antropico e naturale. </li></ul><ul><li>Contribuiremo alla accelerazione dei processi di innovazione dell’offerta turistica e </li></ul><ul><li>culturale : il Progetto Fondaci, l’intervento sull’Arsenale, il recupero di isole minori della </li></ul><ul><li>laguna a scopi espositivi, concertistici, di educazione naturalistica si muovono in questa </li></ul><ul><li>Logica. </li></ul><ul><li>La permanenza del turista in una certa località è legata alla offerta personalizzata di </li></ul><ul><li>esperienze alle quali il turista riconosca capacità di suscitare emozioni, di allargare </li></ul><ul><li>l’ambito delle sue conoscenze, di coinvolgerlo e divertirlo. </li></ul>www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance Turismo e cultura Bisogna essere consapevoli di questi cambiamenti perché si tratta di una prospettiva che <ul><li>aiuta a qualificare la presenza turistica </li></ul><ul><li>facilita la segmentazione dei clienti </li></ul><ul><li>rende più facile difendere il “prodotto” Venezia </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  60. 60. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance Università La Grande Venezia sostiene le sue sedi universitarie, Ca’ Foscari, Architettura e Venice International University promuovendo la mobilità internazionale degli studenti e dei docenti, favorendo la collaborazione sistematica delle università con il sistema delle imprese e della pubblica amministrazione, sostenendo il reciproco scambio di competenze e di personale tra università e impresa. La creazione delle competenze funzionali e relazionali necessarie ai nuovi ambienti di business e alle nuove professioni è di particolare interesse per la nuova amministrazione cittadina. Ne risulterà un maggiore contributo della cultura alla società e si svilupperà un articolato processo di individuazione e selezione delle competenze Venezia 27 gennaio 2010
  61. 61. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance Sanità (1/3) La finalità generale è l’estensione su tutto il territorio della universalità del servizio a livelli di eccellenza, a partire dalle realtà più deboli. Il criterio al quale ispirare gli interventi è quello della appropriatezza delle strutture alle cure necessarie, della coerenza tra i diversi bisogni da soddisfare e gli strumenti con i quali si risponde, rendendo più selettiva e socialmente responsabile la spesa sanitaria. L’obiettivo è la realizzazione della continuità assistenziale nel territorio per 24 ore al giorno e 7 giorni la settimana. Lo strumento è lo sviluppo delle Unità Territoriali di Assistenza Primaria-UTAP. Venezia 27 gennaio 2010
  62. 62. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance Sanità (2/3) <ul><li>Riteniamo sia necessario procedere al graduale riequilibrio tra ruolo della medicina di base, organizzata attraverso le UTAP, e la medicina ospedaliera: </li></ul><ul><li>in questo modo si ridarà alla comunità e al territorio un livello di servizio più articolato, più sensibile alle esigenze del singolo, di maggiore qualità anche grazie al reinvestimento delle consistenti riduzioni di costo ottenute stabilendo congruità tra cura e struttura; </li></ul><ul><li>concentrandosi ciascuna nel fare bene solo quello per cui è stata costituita, la medicina di base e la medicina ospedaliera potranno dare un contributo congiunto di grande livello alla qualità della vita della nostra popolazione. </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  63. 63. www.renatobrunettasindaco.org 3. Strumenti Operativi. C. Governo e governance Sanità (3/3) Il riequilibrio tra compiti affidati alle UTAP e quelli svolti dalle strutture ospedaliere libererà gradualmente risorse da destinare al miglioramento della qualità del servizio sanitario STRUTTURA CURA Addossare in modo indifferenziato a strutture complesse come gli ospedali la risposta a tutte le diverse esigenze del territorio è una enorme fonte di spreco. Ciò causa un peggioramento del servizio e costi crescenti. Le liste di attesa, ad esempio, si abbattono solo organizzando la domanda e rendendo di conseguenza selettiva la risposta I processi innovativi, come l’informatizzazione, stanno investendo tutte le aree della pubblica amministrazione e segnano la direzione di sviluppo anche per il comparto sanitario Venezia 27 gennaio 2010
  64. 64. www.renatobrunettasindaco.org La Grande Venezia: 2010 - 2020, dal declino alla crescita <ul><li>Agenda del documento </li></ul><ul><li>Sommario </li></ul><ul><li>Obiettivi strategici </li></ul><ul><li>Strumenti operativi </li></ul><ul><li>Finanziare gli strumenti </li></ul><ul><li>La Venezia del 2020 </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  65. 65. www.renatobrunettasindaco.org <ul><li>Per realizzare le infrastrutture sull’area della Grande Venezia saranno impiegati, pur non disponendo di dati definitivi, oltre 15 miliardi di € tra il 2010 e il 2020. </li></ul><ul><li>Questi investimenti si finanziano attraverso: </li></ul><ul><li>risorse pubbliche </li></ul><ul><li>europee, statali, regionali, locali </li></ul><ul><li>risorse private </li></ul><ul><li>finanza di progetto, partnership pubblico-privato </li></ul>4. Finanziare gli investimenti per le infrastrutture (A) Venezia 27 gennaio 2010
  66. 66. www.renatobrunettasindaco.org 4. Finanziare gli investimenti per la città (B) La riqualificazione urbana, l’edilizia sociale, residenziale e per i settori produttivi si finanziano rispettivamente con risorse pubbliche locali, vendita di immobili, risorse private. In particolare la nuova residenza sociale , circa 8000 appartamenti, sarà finanziata dalla vendita del patrimonio pubblico non strategico, destinando i ricavi a finanziare mutui a tasso agevolato e a integrare affitti per i giovani, i nuovi veneziani e gli anziani. Ater e Comune di Venezia possiedono sul territorio comunale un patrimonio di circa 8.000 unità immobiliari. La loro vendita agli inquilini, a partire dai valori capitalizzati degli affitti, consente di acquisire risorse aggiuntive per circa 400 milioni di €. Con la cartolarizzazione sarà possibile offrire mutui agevolati e affitti per 5.000 famiglie Venezia 27 gennaio 2010
  67. 67. www.renatobrunettasindaco.org 4. Finanziare gli investimenti per la città (B) <ul><li>Per finanziare la realizzazione dei Fondaci si può procedere con diversi </li></ul><ul><li>strumenti: </li></ul><ul><li>mobilitare il capitale “morto” del patrimonio abitativo pubblico cedendolo in proprietà agli inquilini ed investendo il ricavato della cartolarizzazione </li></ul><ul><li>cedere a operatori esteri, anche istituzionali (Modello Biennale) spazi di </li></ul><ul><li>rappresentanza e di business </li></ul><ul><li>r icorrere al mercato coinvolgendo i privati nel recupero di proprietà </li></ul><ul><li>Pubbliche non utilizzate </li></ul><ul><li>agevolare l’ investimento diretto estero con la finanza di progetto </li></ul><ul><li>il capitale delle fondazioni ex-bancarie </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  68. 68. www.renatobrunettasindaco.org La Grande Venezia: 2010 - 2020, dal declino alla crescita <ul><li>Agenda del documento </li></ul><ul><li>Sommario </li></ul><ul><li>Obiettivi strategici </li></ul><ul><li>Strumenti operativi </li></ul><ul><li>Finanziare gli strumenti </li></ul><ul><li>La Venezia del 2020 </li></ul>Venezia 27 gennaio 2010
  69. 69. www.renatobrunettasindaco.org 5. La Venezia del 2020 Il rilancio di Venezia Il Centro Storico, le Isole, Marghera, Mestre, il Porto e la zona aeroportuale rappresentano una straordinaria varietà di funzioni e di vocazioni da sviluppare. La governance coerente mette in moto tutte le complementarietà strategiche per portare Venezia a diventare nuovamente un luogo unico, un centro di cultura e di affari, una vocazione integrata che fa parte costitutiva dello splendore della sua Storia. L’ampliamento della base economica e dell’occupazione, la sicurezza e la coesione sociale, la sostenibilità ambientale, portano ad invertire il declino e a rilanciare la produzione culturale e la posizione internazionale della Grande Venezia. Venezia 27 gennaio 2010
  70. 70. www.renatobrunettasindaco.org 5. La Venezia del 2020 Città sostenibile Il completamento del MOSE, la salvaguardia della città e della laguna, le infrastrutture di trasporto, del porto, dell’aeroporto, la bonifica di Porto Marghera, la diffusione della larga banda Il risanamento urbanistico, la nuova residenza, lo sviluppo produttivo, commerciale e turistico sono i prerequisiti per rendere lo sviluppo della città sostenibile sotto il profilo ambientale, economico e sociale alimentano l’allargamento della base economica della città e la rendono attraente e competitiva La ripresa demografica arresta il declino economico, rilancia il ruolo internazionale della città e rende sostenibili gli investimenti in infrastrutture e nella residenza Venezia 27 gennaio 2010
  71. 71. www.renatobrunettasindaco.org 5. La Venezia del 2020 Città del Mondo La valorizzazione delle tecnologie degli interventi per la salvaguardia e le bonifiche, lo sviluppo della ricerca, la valorizzazione del sistema delle imprese pubbliche in un contesto aperto, creano opportunità di lavoro qualificato e mettono in rete la città nel mercato internazionale. Le infrastrutture, la residenza e il rilancio delle attività culturali su scala internazionale rendono la città attraente e aperta capace di sostenere la crescita delle attività turistiche e di accogliere i grandi eventi internazionali. Migliora il bilancio del Comune e si accresce la capacità di governo e di intervento Venezia 27 gennaio 2010
  72. 72. www.renatobrunettasindaco.org 5. La Venezia del 2020 Città coesa e del dialogo culturale La valorizzazione del patrimonio pubblico, la crescita dell’occupazione qualificata, la maggiore della capacità di accoglienza, la maggiore efficienza della macchina comunale migliorano il bilancio del Comune. Le aziende pubbliche locali operano in un contesto di competitività al fine di garantire servizi meno costosi per il bilancio pubblico e per i cittadini. La sussidiarietà verticale e orizzontale allarga le possibilità di intervento: c’è maggiore spazio per la solidarietà e si riduce l’assistenzialismo che oggi assorbe risorse e riduce la base economica della città Venezia 27 gennaio 2010
  73. 73. www.renatobrunettasindaco.org 5. La Venezia del 2020 Un Master Plan per Venezia 2019, capitale europea della cultura Venezia deve riprendere la funzione di centro internazionale di produzione della cultura non solo di sito espositivo e di sede di eventi culturali, ma anche centro direzionale delle produzioni di cultura e di contenuti mediatici. Queste produzioni si svolgono oggi su scala internazionale e l’evoluzione delle tecnologie ICT ne moltiplicano a dismisura le potenzialità di sviluppo su reti internazionali. Il nuovo Comune renderà esplicita la cornice strategica sulla quale le istituzioni culturali potranno fare affidamento presentando nel primo anno di mandato un master plan che definisca le modalità del percorso al 2019 con Venezia capitale europea della cultura Venezia 27 gennaio 2010
  74. 74. www.renatobrunettasindaco.org 5. La Venezia del 2020 La Grande Venezia e gli eventi mondiali Venezia con un sistema di governo sinergico (Comune, Provincia, Regione, Stato, Unione Europea) e in virtù della sua tradizione e ruolo di città internazionale della cultura può promuovere od ospitare grandi eventi come l’expo del 2015, la Capitale europea della cultura del 2019 e i XXXII Giochi Olimpici e Paraolimpici del 2020. Venezia diventa, in questo modo, anche strumento di promozione dell’Italia nel mondo, rinsaldando in particolare i tradizionali legami con quello asiatico in rapido sviluppo Venezia 27 gennaio 2010
  75. 75. www.renatobrunettasindaco.org Venezia 27 gennaio 2010

×