La Bomba Atomica E Le Armi Nucleari

8,629 views
8,365 views

Published on

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
8,629
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
51
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

La Bomba Atomica E Le Armi Nucleari

  1. 2. <ul><li>Le armi nucleari sono ordigni esplosivi progettati per liberare energia nucleare.La prima bomba atomica (e quindi arma nucleare) fu sperimentata il 16 luglio 1945 nei pressi di Almogrado (New Mexico) che rappresentava un nuovo tipo di esplosivo artificiale. </li></ul>La prima bomba atomica fu realizzata presso i laboratori nel New Mexico, ad opera di un gruppo di scienziati diversi per nazionalità uniti al Progetto Manhattan guidato da Robert Oppenheimer nel 1945.
  2. 3. <ul><li>Questo progetto era ritenuto fondamentale per vincere la guerra con il Terzo Reich. Le prime bombe atomiche furono sganciate sulle città giapponesi, a Hiroshima il 6 agosto e a Nagasaki il 9 agosto del 1945, provocando la resa del Giappone al conflitto mondiale. </li></ul>Il ministro degli esteri giapponese Mamoru Shigemitsu firma l'atto di resa per il giappone, termina la II guerra mondiale.
  3. 4. <ul><li>Nel secondo dopoguerra l’arma fu adottata da tutte le potenze mondiali: l’URSS (’unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche)che la ottenne nel 1949, il Regno Unito nel 1952, la Francia nel 1960 e la Cina nel 1964. Più avanti in questa situazione si creò un clima cosiddetto alla guerra fredda, in cui le due squadre erano a conoscenza della possibilità di distruggersi a vicenda con l’utilizzo delle armi atomiche. </li></ul>“ La guerra fredda viene generalmente descritta come un gioco a vincita zero nel quale il punteggio di un giocatore è pari alle perdite dell’altro… Sarebbe però più realistico vedere il sistema della guerra fredda come una macabra danza di morte nella quale i governanti delle superpotenze mobilitano le proprie popolazioni per avere il consenso su misure dure e brutali rivolte contro vittime all’interno di quelle che vengono considerati i rispettivi domini, nei quali stanno progettando i loro progetti.” Berretti Lucrezia presa da una crisi mistica. URSS e i suoi corrispondenti NATO, alleati USA Colonie Europee
  4. 5. <ul><li>Le armi nucleari diedero poi un ‘origine alle nuove varietà di ordigni. Nel 1956 venne creata l’Agenzia Internazionale per l’energia atomica, (con sede a Vienna). Al momento i principali paesi che dichiararono di possedere le armi atomiche furono: Stati Uniti, Russia, Cina, Francia, Regno Unito, Pakistan e India. La Corea del Nord fece il suo primo test di esplosione sotterranea il 9 ottobre 2006, che creò un terremoto di magnitudo 3.58 e della durata di 3 lunghi minuti. Le altre nazioni invece furono sospettate di perseguire un programma di armamento nucleare. </li></ul>
  5. 6. <ul><li>La bomba nucleare fa parte di un gruppo che si chiama “Armi di distruzione di massa”, e tra queste ci sono le armi chimiche, biologiche e radiologiche. Ah, e naturalmente le nucleari. </li></ul>Da destra: I simboli della Radioattività, di Biohazard* e del Tossico. *Bio-hazard: pericolo per la natura e l’ecosistema.
  6. 7. <ul><li>La bomba atomica o bomba A , la prima ad essere costruita, sfrutta una reazione di fissione di uranio o plutonio e può raggiungere potenze variabili da 0,5 kilotoni a 1,5 megatoni, con una soglia critica individuata attorno ai 10 megatoni. Lo stesso tipo che distrusse Nagasaki e Hiroshima. </li></ul>Nagasaki durante lo scoppio della bomba e dopo: impressionante.
  7. 8. <ul><li>La bomba all'idrogeno o bomba H invece sfrutta la fusione fra nuclei di deuterio e trizio, riuscendo così a sprigionare molta più energia: questo tipo di bombe sono le più potenti in assoluto ed arrivano a sprigionare potenze pari a 100 megatoni. </li></ul><ul><li>La bomba al neutrone o bomba N , come la bomba H è una bomba a fissione-fusione-fissione ma a differenza di questa è studiata per sprigionare la maggior parte della sua energia come radiazioni (neutroni veloci).Lo scopo dell'ordigno è uccidere gli esseri viventi lasciando la maggior parte delle strutture nemiche intatte. </li></ul>Il caratteristico aspetto dell’esplosione di una bomba H La bomba al cobalto , o Bomba gamma o bomba G , particolare bomba H nella quale, al momento dell'esplosione, i neutroni prodotti dalla fusione termonucleare si uniscono al cobalto, forte emettitore di raggi Gamma. Essa può essere definita anche come una bomba Termonucleare Sporca (denominata più correttamente radiologica).
  8. 9. <ul><li>È stata solamente teorizzata un'altra classe di bombe nucleari, le cosiddette bombe sporche (più correttamente denominate come armi radiologiche ): costituite da materiale radioattivo non fissile (che quindi non può esplodere) trattato per renderlo molto volatile ed associato ad una carica esplosiva convenzionale, di potenza modesta, che ha il compito di disperdere il materiale radioattivo nell'ambiente, contaminando cose e persone. La Federazione degli Scienziati Americani sostiene che la bomba sporca sia una minaccia esagerata o falsa: lo stesso uranio usato per l'alimentazione delle centrali atomiche non è che debolmente radioattivo se non trattato in modo da innescare una reazione di fissione. Il lentissimo decadimento dell'uranio (l'isotopo 238, prevalente in natura, ha un tempo di dimezzamento di circa 4,5 miliardi di anni) garantisce infatti una bassa contaminazione in caso di dispersione ambientale, pur restando la sua tossicità, paragonabile a quella di metalli pesanti come mercurio e cadmio. Il reale pericolo radioattivo di questi ordigni risulterebbe essere molto basso. Il riconoscimento delle armi a bassa radioattività quali parte della classe delle armi atomiche potrebbe portare all'inclusione in tale categoria delle armi all'uranio impoverito. Non esiste ad oggi un trattato internazionale sulle armi all'uranio impoverito, benché esse siano estesamente impiegate sui campi di battaglia dagli eserciti della NATO e in particolare dall' esercito degli Stati Uniti. </li></ul>
  9. 10. <ul><li>La maggior parte dei danni sanitari di una bomba atomica e nucleare sull’uomo è formata dai tumori: Questo deriva dal fatto che l'effetto biologico sulle cellule delle radiazioni si manifesta essenzialmente con modifiche al patrimonio genetico e all’aspetto. </li></ul><ul><li>La malattia che esordisce per prima è la leucemia. </li></ul><ul><li>È stato valutato, inoltre, l'effetto dell'esposizione prenatale. Tra i soggetti esposti in utero all'esplosione ricorrono più frequentemente (fino a 3.9 volte rispetto ai non esposti) soprattutto le neoplasie dell'adulto (a distanza di 40 e più anni), mentre i tumori tipici dell'età infantile sono stati osservati solamente in 2 casi. Gli studi effettuati a tale proposito hanno concluso che il rischio di patologie tumorali è più alto nei soggetti esposti prima di essere nati, rispetto a quelli esposti durante la vita postnatale. Sembra esservi una correlazione lineare tra la dose di esposizione tra la ottava e la quindicesima settimana di gestazione e i danni cerebrali (valutato in base alla presenza di ritardo mentale). </li></ul>
  10. 11. <ul><li>History.com </li></ul><ul><li>Silenzi.com </li></ul><ul><li>Ulisse.Sissa.it </li></ul><ul><li>Encarta.Msn.com </li></ul><ul><li>Wikipedia.org </li></ul><ul><li>Enciclopedia GE 20 DeAgostini </li></ul><ul><li>TuttoStoria.net </li></ul><ul><li>www.Hartford-hwp.com/ </li></ul><ul><li>adnKronos.com </li></ul>

×