• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
20 Anni Di Elezioni Sunto
 

20 Anni Di Elezioni Sunto

on

  • 782 views

 

Statistics

Views

Total Views
782
Views on SlideShare
781
Embed Views
1

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

1 Embed 1

http://www.slideshare.net 1

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    20 Anni Di Elezioni Sunto 20 Anni Di Elezioni Sunto Presentation Transcript

    • 20 anni di elezioni amministrative Cesano Boscone 1985-2004 MARZO 2009 – Maria Teresa Torretta
    •  
    • 0 a 0. si ricomincia. L’ansia del ballottaggio
      • Nonostante tutto fosse andato per il meglio non basta il 43% al primo turno per diventare sindaca. 3 anni prima le alleanze in consiglio avrebbero potuto modificare le scelte e i rapporti di forza decisi dagli elettori: oggi occorre soffrire per altri 15 giorni prima di avere il verdetto.
      • Saranno quindici giorni difficili, mai vissuti prima: quali materiali far stampare, cosa dire, cercare o meno gli apparentamenti (altra parola nuova e strana).
      • Il difficile più difficile sarà far tornare la gente a votare. Il ricordo è quello del pullman degli anziani in gita che, avendo già programmato il viaggio, non sapevano se sarebbero riusciti o meno a tornare in tempo per votare.
    • RISULTATI BALLOTTAGGIO
    • Sospiro di sollievo e tanti festeggiamenti: e il giorno dopo già al lavoro, stessa scrivania, stessi problemi ma una Giunta già pronta all’opera con l’inserimento di un assessore esterno (popolare visto l’appoggio esterno al ballottaggio e i recenti trascorsi). Si nota che, nella formazione della Giunta, non si inseriscono più i partiti di appartenenza ma solo la delega
    •  
    • ELEZIONI AMMINISTRATIVE 1999
      • La Sindaca si ricandida
      • La seconda volta dell’elezione diretta viene vissuta con un po’ meno d’ansia. La sua posizione si è rafforzata in questi quattro anni sia all’interno del suo partito sia verso gli altri, oltre che ad un grosso appeal verso i cittadini.
      • Essere sindaca, in posizione di forza, in questo caso dovrebbe avere il suo peso. Si vedrà poi dai risultati elettorali quanto e come questo inciderà. In questo periodo si avranno diverse elezioni amministrative nei comuni limitrofi e, l’essere sindaco, non sempre equivarrà a avere la vittoria in tasca. Come in ogni partita di basket si parte da 0 a 0 e vi è un solo vincitore, anche se dopo i supplementari, ma se la squadra nel suo complesso ha lavorato male saà soprattutto il sindaco a farne le spese.
      • Di nuovo come committente responsabile: occorre seguire tutta la campagna “acquisti” delle alleanze, la parte relativa alla stesura del programma e degli aggiustamenti dopo gli incontri e la campagna elettorale sulla strada.
      • Il sapere che è l’ultimo mandato ha un che di particolare. Da una parte si può tentare il tutto per tutto in quanto, gli anni in amministrazione hanno accresciuto conoscenza e visibilità della candidata, dall’altra i partiti, capito il gioco, cercano di ottenere da subito il massimo di visibilità affiancandosi al primo giro possibile.
    • La campagna della candidata Sindaca
      • Dal Giorno del 6 giugno 1999: “ Sindaca, prego si accomodi” “Sindaca, ma quel parcheggio?”. Sindaca. Il primo cittadino uscente, la fiera Bruna Brembilla, è riuscita a convincere in quattro di mandato tutti i cesanesi. Non c’è uno che si permetta di appellarla al maschile.. Linguaggio comunale che è diventato una specie di bandiera. Come se le pari opportunità avessero messo radici al municipio di questo paese di 25mila anime. Come se le donne potessero trovare il riscatto di secoli in un sostantivo coniato ad hoc per la fascia tricolore quando, caso raro, faccia bella mostra addosso a un tailleur”.
      • La Sindaca si presenta con un immagine più sicura, più tranquilla, nel verde che ha dato alla comunità… l’immagine di serenità adeguata al testo scelto per accompagnare la campagna elettorale.
      • Questa sarà la faccia che apparirà sui manifesti e sui volantini, oltre che nelle interviste ai vari giornali locali
    • La campagna della candidata Sindaca Per continuare nel buongoverno. Insieme per la città
    • RISULTATI
      • Anche le liste collegate alla candidata sindaca ottengono più del 50%. Non ci saranno problemi quindi e l’operatività è assicurata da subito.
      • Oltre ai voti ai singoli partiti anche questa volta si hanno voti ai soli candidati sindaci: saranno 1564.
      • Ma come è andata alla Candidata Sindaca?
      RAGGRUPPAMENTO N. 1 RAGGRUPPAMENTO N. 2 RAGGRUPPAMENTO N. 3 5,8 37,8 56,4 5,83 10,20 27,58 6,95 8,46 10,63 25,30 5,05
    • RISULTATI STEFANO BELLINTANI ANTONIA PARISOTTO BRUNA BREMBILLA voti % voti % voti % 809 5,7 5.155 36,1 8.335 58,3 raggruppamento sindaco   voti singoli     1 750 809 59 7,29 7,87 2 4.858 5.155 297 5,76 6,11 3 7.251 8.335 1.084 13,01 14,95
    • RISULTATI Sotto sono riportati i voti ottenuti dalla candidata Brembilla raffrontati ai voti dei partiti, nei singoli seggi, che la sostenevano: come si può vedere il sindaco conta.
      • Quando si candida il Vice..
      • L’ombra ingombrante, più di un ombra direi, della Sindaca giunta alla fine del secondo mandato è sicuramente l’ostacolo più grosso per chi deve sostituirla agli occhi e, anche nel cuore dei cittadini.
      • La scelta della coalizione precedente sul nome non arriva di sorpresa: il vice sindaco è stato scelto all’inizio del mandato anche con questa funzione di “delfino” per la futura amministrazione. Assessore al Bilancio, della Margherita, ora, sin dal 1995 ha “subito” la visibilità della Sindaca per tutto questo tempo e, sarà, questa l’emergenza comunicativa da superare.
      • Per me arriva la richiesta del nuovo candidato di prendere l’incarico di committente responsabile e di seguirlo per tutta la campagna elettorale.
      ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2004
    • La campagna del candidato sindaco
      • Persona onesta e concreta ha poca visibilità sui giornali locali e sul territorio.
      • Occorre quindi rimarcare sulle sue competenze e anche sulla diversa personalità.
      • Prima della scelta viene commissionato, da lui stesso, un sondaggio per comprendere le possibilità di apprezzamento di una sua candidatura: il risultano pur riportando la scarsa conoscenza del personaggio come Nome e Cognome, si ricorda però di lui come l’assessore che non ha aumentato le tasse nel comune.
      • Anche per lui seguiranno le sedute dal fotografo, le assemblee con i vari partiti, cene, i mercati, gli aperitivi e il “pezzo forte”, negli ultimi giorni, la visione della partita degli europei in piazza con tanto di maxi schermo.
      • La tipologia dei mezzi non varia molto dalle campagne precedenti: la foto serve per farlo conoscere, sarà la scelta più difficile.
    •  
    • RISULTATI
      • I candidati sindaci
      • Premio di maggioranza
      • Per la prima volta si arriva al quorum per il premio di maggioranza.
      • Il risultato non era scontato.
      • Candidato sindaco che prenderà più di 400 voti di preferenza diretta (senza voto al partito)
      Vincenzo Bongiorno Santi Raimondo Giancarlo Chiapparoli Stefano Bellintani Vincenzo D’Avanzo 3131 1206 431 736 8547 22% 9% 3% 5% 61%
    • IL PASSAGGIO DELLE CONSEGNE