Your SlideShare is downloading. ×
I Condizionamenti Del Mercato Industriale
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

I Condizionamenti Del Mercato Industriale

500
views

Published on

mercato industriale, trends, condizionamenti esterni, scenari

mercato industriale, trends, condizionamenti esterni, scenari

Published in: Business

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
500
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. I CONDIZIONAMENTI DEL MERCATO INDUSTRIALE d.ssa Alice Mattolin Studio AM – Strategie di comunicazione al Trade
  • 2. I condizionamenti 2  Il mercato dei beni industriali ha subito negli ultimi anni una profonda evoluzione e ciò per una serie di cause:  La forte accelerazione impressa al progresso tecnico e tecnologico  Diffusione maggiore dei prodotti  Nuove tecniche e sistemi produttivi  I sempre più brevi cicli di vita dei prodotti  Continua offerta di nuovi materiali e prodotti  Maggiore competizione  Lo sviluppo dei sistemi distributivi  Crescita dell’imprenditorialità e del management Studio AM - www.comunicarealtrade.com
  • 3. I condizionamenti 3 MERCATO TRADE MANAGEMENT GLOBALE INDUSTRIALE IMPRESA UTILIZZATORE INDUSTRIALE INDUSTRIALE SCENARIO ECOLOGIA ED ECOSISTEMA CONCORRENZA RIDOTTO CICLO COMUNICAZIONE INNOVAZIONE DI VITA DEI PDT E TELEMATICA TECNOLOGICA Studio AM - www.comunicarealtrade.com
  • 4. Il mercato globale come fattore di condizionamento 4  Quali sono i fattori che spingono alla globalizzazione?  La globalizzazione degli utilizzatori industriali/distribuzione.  Ridotto ciclo di vita dei prodotti che richiedono quindi sbocchi più vasti  Esigenze di economie di scala con cui supportare la produzione  Maggiore competizione nei mercati nazionali  Maggiore facilità di comunicazione e logistica Studio AM - www.comunicarealtrade.com
  • 5. Il trade industriale come fattore di condizionamento 5  Quali sono i cambiamenti nell’ambito del trade?  Evoluzione del commercio all’ingrosso (importanza logistica mantenuta, aggiunta di servizi accessori, delocalizzazione dei depositi)  Evoluzione dei rivenditori al dettaglio (ampliamento delle superfici di vendita e introduzione del libero servizio, approvvigionamento quasi esclusivo c/o i grossisti, catene di vendita contro piccolo dettaglio)  Evoluzione dei partners distributivi (il venditore dipendente, il rappresentante, l’agente, il distributore/concessionario, il commissionario, la filiale di vendita, le joint ventures commerciali)  Evoluzione delle tecniche di vendita Studio AM - www.comunicarealtrade.com
  • 6. L’utilizzatore industriale come fattore di condizionamento 6  Quali sono i bisogni dell’utilizzatore?  Crescita continua delle sue esigenze produttive, tecnologiche, innovative, commerciali maggiore necessità di “integrazione a monte” e “comunicazione integrata a livello di supply chain”.  Valutazione complessiva di tutti gli elementi di differenziazione del prodotto: qualità, funzionalià, prezzo, distribuzione, comunicazione e promozione, servizio, consegna Studio AM - www.comunicarealtrade.com
  • 7. La concorrenza come fattore di condizionamento 7  Quali sono i vincoli posti dal mercato competitivo?  Dimensione aziendale  Pianificazione strategica per evitare errori  Riconoscimento dei propri e degli altrui vantaggi competitivi  Necessità di ricerca, alleanze, comunicazione, promozione, servizio al cliente e management Studio AM - www.comunicarealtrade.com
  • 8. L’innovazione tecnologica come fattore di condizionamento 8  Come la tecnologia condiziona il mercato?  Supporto per ricercare nuovi e duraturi spazi di mercato rendendoli meno aggredibili da parte della concorrenza  E’ un vantaggio competitivo indispensabile per offrire un sempre più alto livello qualitativo  E’ un fattore di leadership per l’impresa Studio AM - www.comunicarealtrade.com
  • 9. Comunicazione e telematica come fattore di condizionamento 9  Qual è l’influenza di questi due fattori sul mercato?  Ripensamento del concetto di mercato, scambio e vendita grazie all’innovazione tecnologica a livello telematico ed informatico che porta alla riduzione di tempi e spazi  Mercato “dematerializzato” nel quale circoleranno anzitutto informazioni di prodotti e offerte prima di passare ad azioni di vendita vera e propria  Diminuzione dell’incertezza nell’acquisto per l’abbattimento di barriere informative Studio AM - www.comunicarealtrade.com
  • 10. Il ridotto ciclo di vita dei prodotti come fattore di condizionamento 10  Modifiche nello scenario competitivo grazie al ridotto ciclo di vita dei prodotti  Accorciamento dei tempi d’esecuzione dei processi produttivi e ottimizzazione dei costi e tempi  Necessità di nuovi sbocchi di mercato per la sopravvivenza della stessa impresa.  Necessità di valide politiche e strategie di marketing ed evoluzione della vendita. Studio AM - www.comunicarealtrade.com
  • 11. L’ecologia e l’ecosistema come fattori di condizionamento 11  La ricerca dell’ecologia e dell’ecosistema nell’accompagnare produzione e prodotti coinciderà sempre più con:  La ricerca della loro eccellenza  Propensione al miglioramento della qualità della vita  Elemento incluso nella stessa qualità del prodotto  Strumento di marketing Studio AM - www.comunicarealtrade.com
  • 12. L’impresa industriale come fattore di condizionamento 12  Quali prospettive per le nuove imprese del B2B?  Maggiore flessibilità  Maggiore differenziazione  Maggiore integrazione verticale e orizzontale  Ridimensionamento delle grandi imprese  Crescita del terziario  Sviluppo di poli periferici rispetto a quelli centrali  Modifiche interne di tipo tecnico-organizzativo  Nascita e sviluppo dell’impresa rete Studio AM - www.comunicarealtrade.com
  • 13. Il management come fattore di condizionamento 13  A che livelli il management si deve preparare a raccogliere la sfida del mercato globalizzato? 1. Livello industriale: attraverso la specializzazione e l’innovazione produttiva 2. Livello organizzativo: attraverso la reingegnierizzazione dei compiti e delle mansioni aziendali, rotazione, controllo e selezione del personale 3. Livello commerciale: attraverso un maggiore impiego del marketing e una riqualificazione delle vendite 4. Livello finanziario: attraverso la pianificazione ed il controllo degli investimenti, costing e pricing Studio AM - www.comunicarealtrade.com