INTRODUZIONE  alla  TEOLOGIA - schema 1. La teologia : sua definizione e collocazione 1.1. teologia come scienza della fed...
La teologia:  sua definizione  e  collocazione
2. Natura e caratteristiche della T.
3. Le dimensioni tipiche  della T.
4. Metodi  e  modelli  di Teologia
5. problemi  e prospettive  della teologia  odierna
INDICAZIONI  BIBLIOGRAFICHE   B. FORTE,  La teologia come compagnia, memoria e profezia. Introduzione al senso e al metodo...
BUON  INIZIO ! Prof. Francesco Muscato  http://francescomuscato.blogspot.com
2 .  Centralità del mistero pasquale  e sue conseguenze per la teologia <ul><li>il centro del mistero cristiano è l'evento...
<ul><li>ma tutta l'esistenza cristiana è posta sotto il segno della partecipazione alla croce e alla resurrezione di Crist...
<ul><li>In secondo luogo, significa affermare che la stessa conoscenza teologica ha uno statuto e un ritmo intrinsecamente...
<ul><li>per poter essere afferrato e ricreato dallo Spirito di Cristo, che lo conduca a penetrare nelle profondità di Dio....
<ul><li>coerenza tra l'essere e il pensare, tra l'essere e il dire.  </li></ul><ul><li>la teologia nasce sul terreno di  o...
<ul><li>1. Dio parla all'uomo </li></ul><ul><li>Uno dei compiti fondamentali della teologia è di mostrare che tra teocentr...
<ul><li>2.  Dio parla come uomo </li></ul><ul><li>Ciò sottolinea anche che la parola definitiva di Dio all'uomo è il Verbo...
<ul><li>A rivederci </li></ul><ul><li>Il 13 Gennaio 2010 </li></ul><ul><li>(a Dio piacendo) </li></ul><ul><li>Per la TEOLO...
<ul><li>&quot;La gloria di Dio  </li></ul><ul><li>è  </li></ul><ul><li>l'uomo vivente&quot;.  </li></ul>
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

INTRODUZIONE teologia

1,734 views
1,595 views

Published on

FILE TEOL

Published in: Spiritual
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,734
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

INTRODUZIONE teologia

  1. 1. INTRODUZIONE alla TEOLOGIA - schema 1. La teologia : sua definizione e collocazione 1.1. teologia come scienza della fede. 1.2. pluralismo in teologia e pluralismo delle T. 2. Natura e caratteristiche della T. 2.1. Il termine teologia. 2.2. T conoscenza per fede della speranza nell'amore. 3. Le dimensioni tipiche della T. 3.1. La dimensione cristologica e pneumatologica 3.2. La dimensione trinitaria 3.3. Teologia della croce e della gloria. 3.4. La dimensione antropologica 3.5. La dimensione mariale 4. Metodi e modelli di Teologia 4.1. Il modello gnostico-sapienziale dei Padri 4.2. La T intellectus fidei: fides qua e fides quae. 5.Alcuni problemi e prospettive della teologia odierna 5.1. Inculturazione e T 5.2. Rapporto Scrittura - Tradizione - Magistero.
  2. 2. La teologia: sua definizione e collocazione
  3. 3. 2. Natura e caratteristiche della T.
  4. 4. 3. Le dimensioni tipiche della T.
  5. 5. 4. Metodi e modelli di Teologia
  6. 6. 5. problemi e prospettive della teologia odierna
  7. 7. INDICAZIONI BIBLIOGRAFICHE B. FORTE, La teologia come compagnia, memoria e profezia. Introduzione al senso e al metodo della teologia come storia, EP, Roma 1987. CODA P., Teo-logia. La parola di Dio, nelle parole dell’uomo , Mursia 1997; 2005
  8. 8. BUON INIZIO ! Prof. Francesco Muscato http://francescomuscato.blogspot.com
  9. 9. 2 . Centralità del mistero pasquale e sue conseguenze per la teologia <ul><li>il centro del mistero cristiano è l'evento pasquale del Cristo crocifisso e risorto. Non solo tutto il mistero cristiano è riassunto dal kerigma primitivo nell'affermazione: &quot;Gesù di Nazareth, il Crocifisso, è Risorto&quot;, </li></ul>
  10. 10. <ul><li>ma tutta l'esistenza cristiana è posta sotto il segno della partecipazione alla croce e alla resurrezione di Cristo: dal suo inizio battesimale (cf. Rom 6) alla sua pienezza eucaristica, sino alla sua consumazione nella morte come passaggio in Cristo al Padre. </li></ul>
  11. 11. <ul><li>In secondo luogo, significa affermare che la stessa conoscenza teologica ha uno statuto e un ritmo intrinsecamente pasquale. Potremmo dire che il conoscere dell'uomo deve subire una sorta di &quot;crocifissione&quot;, che vuol dire purificazione, esodo, superamento… </li></ul>
  12. 12. <ul><li>per poter essere afferrato e ricreato dallo Spirito di Cristo, che lo conduca a penetrare nelle profondità di Dio. </li></ul><ul><li>La teologia deve essere vissuta in un contesto di vita cristiana che prende sul serio, esistenzialmente, la sequela del Cristo crocifisso . </li></ul>
  13. 13. <ul><li>coerenza tra l'essere e il pensare, tra l'essere e il dire. </li></ul><ul><li>la teologia nasce sul terreno di oratio , meditatio (...actio...) e tentatio . </li></ul><ul><li>e sfugge al pericolo di perdere il senso del mistero di Dio, di inaridirsi in un concettualismo vuoto, e di indulgere a un falso e superficiale trionfalismo. </li></ul>
  14. 14. <ul><li>1. Dio parla all'uomo </li></ul><ul><li>Uno dei compiti fondamentali della teologia è di mostrare che tra teocentrismo e antropocentrismo, non c'è competizione ma rapporto e reciproco richiamo. </li></ul>la dimensione antropologica della teologia la rivelazione di Dio è la risposta alla domanda dell'uomo, a ciò che l'uomo cerca; se l'uomo non Lo cercasse e non Lo attendesse, Dio non avrebbe senso e valore per l'uomo, né potrebbe essere conosciuto e accolto dall'uomo. Dio parla come uomo
  15. 15. <ul><li>2. Dio parla come uomo </li></ul><ul><li>Ciò sottolinea anche che la parola definitiva di Dio all'uomo è il Verbo di Dio fatto... uomo! In questo senso la dimensione antropologica della teologia ha un fondamento cristologico . </li></ul>
  16. 16. <ul><li>A rivederci </li></ul><ul><li>Il 13 Gennaio 2010 </li></ul><ul><li>(a Dio piacendo) </li></ul><ul><li>Per la TEOLOGIA FONDAMENTALE </li></ul>
  17. 17. <ul><li>&quot;La gloria di Dio </li></ul><ul><li>è </li></ul><ul><li>l'uomo vivente&quot;. </li></ul>

×