Uploaded on

 

More in: Technology , Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
299
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
1
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Reti civiche, servizi e amministrazione di prossimità Metodologie di Telematica Pubblica
  • 2. Reti civiche 1
    • Tra la metà degli anni ottanta e la fine degli anni novanta, moltissime comunità locali di tutto il mondo si sono collegate on line.
    • Spesso si connettevano con istituzioni locali e governi municipali, dando radici alla democrazia cittadina nel cyberspazio.
    • In linea generale, tre sono state le diverse componenti convergenti nella formazione dei network incentrati sulle comunità:
        • I movimenti di base pre-Internet alla ricerca di nuove opportunità per autorganizzarsi e risollevare le coscienze;
        • Il movimento hacker nelle sue espressioni più politicamente orientate;
        • I governi municipali impegnati a rafforzare la propria legittimità creando nuovi canali per i cittadini.
    • Fonte : M. Castells, Galassia Internet , Feltrinelli, 2001
  • 3. Reti civiche 2
    • In Europa, il programma Iperbole , avviato a Bologna e la Città Digitale di Amsterdam, entrambi inaugurati nel 1994, sono diventati importanti punti di riferimento.
    • Queste reti basate sulle comunità erano diverse per composizione e orientamento, ma condividevano tre caratteristiche principali:
      • Fornivano informazioni provenienti dalle autorità locali e da una varietà di associazioni civiche . In altre parole sono diventate una bacheca elettronica tecnologicamente aggiornata della vita cittadina;
      • Organizzavano lo scambio orizzontale delle informazioni e le conversazioni elettroniche tra i partecipanti del network;
      • Consentivano l’accesso on line a individui e organizzazioni che ancora non erano connessi all’emergente Internet e che altrimenti non si sarebbero connessi ancora per molto tempo.
    • Fonte : M. Castells, Galassia Internet , Feltrinelli, 2001
  • 4. Cittadini, servizi e P.A.
    • Utilizzando le nuove tecnologie dell’informazione, le Pubbliche Amministrazioni possono promuovere iniziative volte a diffondere la conoscenza e la crescita di nuovi servizi integrati consoni a bisogni reali differenziati.
    • Le reti telematiche sono strumenti idonei a riorganizzare lo spazio d’azione, a fornire informazioni e servizi , a sviluppare nuove forme di socialità e partecipazione.
    • Possono rendere i rapporti fra cittadini e le istituzioni più efficienti e interattivi.
    • Fonte : M. Berra, Sociologia delle reti telematiche, Laterza, 2007
  • 5. Servizi di prossimità 1
    • Servizi di prossimità non è un’espressione propria della tradizione italiana, né urbanistica, né amministrativa.
    • Introdotta nella tradizione e nella legislazione francese , definisce un insieme di funzioni, pubbliche e private, riconosciute di interesse pubblico .
    • L’interesse pubblico prende forma in quel caso anche nel presidio del territorio, attuato attraverso la presenza di questi servizi, dal quartiere della grande città fino al piccolo o piccolissimo paese di montagna.
    • Fonte : Elena Valsecchi, “ Forme di prossimità. Servizi locali, pratiche urbanistiche ” - Politecnico di Milano - Dottorato di ricerca in Progetti e Politiche Urbane. 2005
  • 6. Servizi di prossimità 2
    • In Italia questa forma di riconoscimento esplicito non c’è.
    • È innegabile però che il tema dei servizi alla persona e, nello specifico, dei servizi di prossimità così come intesi Oltralpe, è toccato da diverse aree di dibattito.
    • Presente in livelli di discorso è comunque evidente l’allusione alla dimensione di vicinato, di qualcosa inerente le pratiche quotidiane; presenza capillare, prossima, appunto, agli spazi dell’abitare.
    • Fonte : Elena Valsecchi, “ Forme di prossimità. Servizi locali, pratiche urbanistiche ” - Politecnico di Milano - Dottorato di ricerca in Progetti e Politiche Urbane. 2005
  • 7. Servizi di prossimità 3
    • Il tema dei servizi di prossimità investe molte dimensioni […] ma pone domande in modo particolare al ruolo dell’ente pubblico e, volendo essere ancora più selettivi, all’ente pubblico locale, municipale.
    • “ Lo Stato vicino ai cittadini ”, ma anche “ il luogo più vicino dove far sentire la propria voce ”.
    • Fonte : Elena Valsecchi, “ Forme di prossimità. Servizi locali, pratiche urbanistiche ” - Politecnico di Milano - Dottorato di ricerca in progetti e Politiche Urbane. 2005
  • 8. Il web di prossimità non è solo deposito di notiziole di interesse locale. A guardare bene influenza profondamente il modo stesso con il quale percepiamo il “nostro” mondo e la rete di relazioni interpersonali che lo popola. Ha a che fare con il senso del “noi” e ridefinisce la nostra percezione di ciò che è vicino e lontano. Come il web di prossimità modifica la nostra percezione dell’ambiente 31 Ottobre 2007 alle 18:31 · Archiviato in Web sociale http://woodle.it/bloglearning/?m=200710
  • 9. Regione Emilia Romagna Comunità Montana del Santerno Proposte progettuali per Accordi -Quadro Asse 4 - SERVIZI AL CITTADINO E AL TERRITORIO / SISTEMI INFRASTRUTTURALI DI COLLEGAMENTO E TELEMATICA Misura 4.2 Sviluppo e sostegno delle politiche socio-sanitarie Mantenimento dei servizi di prossimità (pubblici e privati) e dei servizi alla famiglia per evitare il rischio di penalizzare le situazioni più periferiche, non in grado, autonomamente, di sviluppare economie nella realizzazione e gestione di infrastrutture e servizi. Diversificazione della qualità e della modalità di erogazione dei servizi orientata sulla base delle differenti esigenze dei cittadini e delle famiglie e resa flessibile rispetto ai cambiamenti, con particolare attenzione al fenomeno dei flussi migratori .
  • 10. La prossimità è solo per comuni di grandi dimensioni?
    • Un servizio di prossimità nasce per rispondere alla necessità di semplificare il passaggio tra le richieste dei cittadini e le risposte delle amministrazioni e per suscitare nei cittadini la percezione di non essere soli di fronte ai problemi, ma di avere un interlocutore “in carne e ossa” che li ascolti e sia in condizione di dare delle risposte .
    • La prossimità dovrebbe avvicinare l’a m ministrazione ai cittadini umanizzandola e semplificandola, rendendola pi ù permeabile alla voce delle persone, più consapevole dei problemi, anche piccoli, della vita delle città.
    • Fonte : Regione Piemonte - Settore Polizia locale
  • 11. PROVINCIA DI REGGIO EMILIA
  • 12. Nuove iniziative per un Fisco moderno Roberto Caruso, Ufficio Comunicazione Istituzionale, Ministero Economia e Finanze 01/12/2003
    • Un URP telematico -
    • L’iniziativa dell’URP telematico doganale, attualmente in fase sperimentale, si colloca all’interno delle attività rivolte a migliorare ed estendere l’accesso ai servizi ai cittadini, ascoltandone i bisogni e utilizzando questi segnali per sviluppare e perfezionare la qualità dell’offerta.
    • Tramite l’ufficio telematico troveranno risposta le richieste di informazioni o chiarimenti; sarà sufficiente compilare una scheda presente sul sito dell’Agenzia www.agenziadogane.it , descrivere sinteticamente il problema ed entro otto giorni lavorativi un messaggio di posta elettronica recapiterà la risposta fornita dagli esperti doganali.
    • Per tutti i quesiti riguardanti l’interpretazione della normativa tributaria o le problematiche relative ai rapporti tra utente e amministrazione doganale (rimborsi, accertamenti, ecc.) sarà, invece, necessario percorrere le strade previste dalla normativa che regola l’emissione di pareri vincolanti e l’interpello.