Sistema Solare
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Sistema Solare

on

  • 7,285 views

 

Statistics

Views

Total Views
7,285
Views on SlideShare
7,200
Embed Views
85

Actions

Likes
4
Downloads
107
Comments
1

10 Embeds 85

http://www.decosmi.it 25
http://arco-globale.blogspot.com 14
http://alal.interfree.it 11
http://arco-globale.blogspot.it 10
http://www.slideshare.net 10
http://sferaealtro.blogspot.com 7
https://www.facebook.com 4
http://www.facebook.com 2
https://m.facebook.com&_=1360164611593 HTTP 1
https://m.facebook.com&_=1360783597312 HTTP 1
More...

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Sistema Solare Sistema Solare Presentation Transcript

  • IL SISTEMA SOLARE Il Sistema solare è l’insieme dei corpi (pianeti, satelliti, comete e asteroidi) che ruotano intorno al Sole e che ne subiscono l’attrazione gravitazionale.
  • L’universo si sarebbe formato circa 15 miliardi di anni fa in seguito ad una enorme esplosione, chiamata Big Bang. Nell’universo ci sono miliardi di galassie, giganteschi raggruppamenti di stelle di varia forma e dimensione. La galassia alla quale appartiene il nostro sistema solare è chiamata VIA LATTEA, ha la forma di una spirale ed è costituta da circa 200 miliardi di stelle.
  • Le stelle sono sfere di gas che bruciano e producono luce e calore. La stella a noi più vicina è il SOLE.
  • I pianeti, a differenza delle stelle, non sono incandescenti e non emanano luce propria. I pianeti del Sistema solare sono nove e girano intorno al Sole . Alcuni sono avvolti da uno strato di gas che si chiama atmosfera, mentre altri ne sono sprovvisti. Intorno a molti pianeti ruotano dei pianeti più piccoli detti satelliti .
  • I PIANETI INTERNI o TERRESTRI (Mercurio, Venere, Terra e Marte) sono piccoli e densi e composti essenzialmente di rocce e metalli. I PIANETI ESTERNI o GIOVIANI (Giove, Saturno, Urano, Nettuno e Plutone) hanno dimensioni assai maggiori e sono composti principalmente da gas.
  • Il Sole è una stella di grandezza media, che brillerà ancora per 5 miliardi di anni. IL SOLE Cosa accadrà allora al Sole ? Dopo una vita sostanzialmente tranquilla, il Sole esaurirà il suo "carburante", l'idrogeno, e si espanderà tanto da inglobare i pianeti più interni, Terra compresa.
  • Se il Sole fosse grande un centimetro la Terra sarebbe un granellino di polvere di un decimo di millimetro e si troverebbe alla distanza di un metro!
    • Il Sole è costituito da:
    • nucleo interno a temperature elevatissime;
    • fotosfera, cioè la superficie luminosa;
    • cromosfera, un alone di idrogeno gassoso;
    • corona, composta da idrogeno raffreddato.
  • La temperatura alla superficie del Sole è di circa 5.500 gradi. Negli strati sottostanti la temperatura aumenta, fino a raggiungere nel nucleo i 15 milioni di gradi. Il Sole emana moltissima energia sotto forma di raggi. Alcuni sono pericolosi mentre altri, come la luce e il calore, sono importantissimi per la vita sulla Terra.
  • Durante un’ eclisse si possono scoprire le caratteristiche più appariscenti del Sole, il quale appare circondato da un ampio alone luminoso rappresentato dalla corona i cui filamenti di gas rarefatto si disperdono nello spazio.
  • Mercurio e’ il pianeta più vicino al Sole e il più piccolo tra i pianeti terrestri. Orbita intorno al Sole più velocemente di ogni altro pianeta: il suo periodo di rivoluzione è di 88 giorni. MERCURIO
  • La superficie è costellata di crateri affiancati da estensioni pianeggianti. Il dì, ossia il periodo di giorno in cui è presente il Sole, dura 176 giorni terrestri, con temperature intorno ai 400°C, di notte si raggiungono i -170°C; infatti manca un'atmosfera vera e propria in grado di mitigare l'escursione termica.
  • Venere e’ il secondo pianeta in ordine di distanza dal Sole e il più vicino alla Terra. E’ chiamato anche “Stella del mattino o della sera “ perché in questi momenti della giornata appare brillante come una stella. VENERE
  • Ha le stesse dimensioni della Terra. La temperatura è di 460°C, tanto che le rocce appaiono luminescenti. Il clima è dominato da un efficacissimo effetto serra, in quanto la grande quantità di CO 2 trattiene il calore proveniente dal Sole. La superficie è coperta per il 75% di lava e presenta crateri formati dalla caduta di asteroidi e meteoriti.
  • La Terra è il terzo pianeta più vicino al Sole e il quinto per dimensione. Dista dal Sole circa 149 milioni di km e il suo unico satellite naturale è la LUNA. E’ l’unico corpo celeste sul quale sia stata accertata la presenza di vita. TERRA
  • È coperta per ¾ d’acqua e per ¼ di pianure, rilievi, vulcani e deserti.
  • La Terra ha una forma sferica leggermente schiacciata ai poli. Una linea di separazione immaginaria , detta Equatore, divide la terra in due emisferi: l’emisfero Nord o Boreale e l’emisfero Sud o Australe. Invece, la linea immaginaria un po’ inclinata che attraversa la Terra, passando per i poli e per il centro del pianeta, si chiama asse terrestre o asse di rotazione.
  • La durata del moto di rivoluzione attorno al Sole ha valori diversi a seconda del riferimento utilizzato. L’ anno siderale è di 365gg 6 hh 9 min 10s. La Terra ruota anche attorno a se stessa; il giorno siderale è di 23h 56m 4s. Sia il moto di rivoluzione sia quello di rotazione avvengono in senso antiorario, se osservati dall'emisfero contenente il Polo Nord.
  • La distribuzione delle masse acquee (convenzionalmente raggruppate negli oceani Pacifico, Atlantico e Indiano e nei mari da essi dipendenti) e delle terre emerse (convenzionalmente ripartite in continenti, i cui maggiori blocchi sono l' Eurasia ( Europa più Asia ), l' Africa , l' America , l' Australia e l‘ Antartide ) è assai irregolare.
  • L'origine della Terra sembra legata alla contrazione di una massa di materia originariamente gassosa che ha avuto inizio alcuni miliardi di anni fa. L'effetto dell'alta temperatura è stato quello di fonderne i componenti e riorganizzarne la struttura interna. L'intenso irraggiamento nello spazio di energia termica permise al vapore d'acqua di condensarsi e depositarsi. Si ipotizza che gran parte dell'acqua provenga dall'impatto di comete, composte di ghiaccio.
  • L'enorme massa della Terra determina nel suo interno una pressione elevatissima, la quale aumenta scendendo in profondità. La Terra è divisa in tre (o quattro) zone o gusci concentrici: la crosta, il mantello, il nucleo (a sua volta suddiviso in nucleo esterno e nucleo interno). L'atmosfera terrestre è composta per il 77% da Azoto (N), per il 21% da Ossigeno (O). Il rimanente 2% è costituito da tracce di Argon (Ar), anidride carbonica (CO 2 ) e acqua (H 2 O).
  • LA LUNA Il nostro satellite ruota contemporaneamente attorno alla Terra e sul suo asse. Questa rivoluzione sincrona fa sì che ne vediamo sempre la stessa faccia, mentre sulla Luna giorno e notte si succedono su ogni punto della sua superficie.
  • La presenza lunare determina il verificarsi del fenomeno delle maree: i mari tendono così ad alzarsi. Il fenomeno più appariscente della Luna è certamente quello delle fasi . Queste si spiegano con il fatto che la Luna non brilla di luce propria, ma riflette quella del Sole, e dipendono dalle diverse posizioni lungo l' orbita descritta intorno alla Terra (27,3 gg). Quando si verifica la "Luna Nuova" , essa si trova in congiunzione fra noi e il Sole, ci mostra la sua faccia scura ed è invisibile.
  • La superficie lunare è ricoperta da uno strato di polvere e detriti rocciosi denominato "regolite" dello spessore di circa 60 km. Il campo magnetico è di circa 1.000 volte più debole di quello terrestre. Si tratta di un astro praticamente inerte dove gli avvenimenti geologici sono estremamente rari. Sulla superficie della Luna possiamo distinguere zone chiare e zone scure chiamate continenti e mari . Osservati al telescopio i continenti sono delle regioni montuose con crateri di tutte le dimensioni, mentre i mari sono vaste distese di lava solidificata.
  • La Luna è stato l'unico corpo celeste, al di fuori della Terra dove l'uomo abbia posato il suo piede (20 luglio 1969).
  • Marte e’ il quarto pianeta del sistema solare ed è visibile nel cielo ad occhio nudo. È chiamato “pianeta rosso” per il colore dovuto all'ossido di ferro che abbonda sulla sua superficie che ricorda i nostri deserti rocciosi. MARTE
  • Dista dal Sole 228 milioni di km e possiede due piccoli satelliti, Phobos e Deimos . Marte è stato sempre indicato come il più probabile candidato ad accogliere la vita sulla sua superficie, perché le sue condizioni ambientali sono quelle che più si avvicinano a quelle terrestri, tra tutti i pianeti del Sistema solare.
  • L'anidride carbonica è il costituente principale dell'atmosfera marziana (95,3%); gli altri gas presenti sono l'azoto (2,7 %), l'argon (1,6 %), l'ossigeno (0,4 %), mentre il vapore acqueo ne costituisce meno dello 0,04 %. Un'atmosfera così rarefatta ha una piccolissima inerzia termica, cioè una bassa capacità di trattenere il calore: questo fa sì che la temperatura vari con gran rapidità e ampiezza sul pianeta. L'escursione termica giornaliera è quindi elevata: circa 60 gradi. Le temperature rivelate dalle sonde variano da -123°C a + 22°C, a seconda della zona del pianeta e delle stagioni.
  • La superficie di Marte ha una gran varietà morfologica: vi si trovano monti, vallate, crateri, bacini e vulcani. Nonostante la scarsissima densità atmosferica, Marte è spazzato da fortissimi venti, che provocano delle vere e proprie tempeste di sabbia in grado di oscurarne anche per mesi la superficie.
  • Giove è il più grande dei pianeti del Sistema solare, con un volume pari a 1400 volte quello della Terra. La sua atmosfera contiene metano, ammoniaca, idrogeno, elio e azoto che lo fanno sembrare avvolto da nubi dai colori pastello. La temperatura media è di -150°C. GIOVE
  • E’ il pianeta che ruota più velocemente: il suo periodo di rotazione è di 10 ore, mentre il periodo di rivoluzione intorno al Sole è di 12 anni.
  • Dei suoi 60 satelliti i più importanti sono Io, Europa, Callisto e Ganimede. Io è grande come la Luna ma ha un’intensissima attività vulcanica: emette 100 volte la lava prodotta dai vulcani della Terra!
  • Europa è completamente ricoperta di ghiaccio, con temperature comprese tra -160°C e -220°C. Tuttavia, alcune foto hanno evidenziato la possibile presenza di un enorme oceano di acqua liquida sotto i ghiacci. E' un posto dove potrebbe avere senso cercare la vita.
  • Saturno è il sesto pianeta del Sistema Solare e il secondo per dimensioni. E’ circondato da anelli spettacolari. Il primo a vederli fu lo scienziato e astronomo Galileo Galilei con il cannocchiale di sua invenzione. SATURNO
  • L’atmosfera è composta per il 75% d'idrogeno e il 25% d'elio, che a grandi profondità diventano liquidi per le enormi pressioni, e presenta tracce di acqua, metano ed ammoniaca. La superficie visibile, di colore giallastro, è ricca di nubi di colore blu pallido e bruno, disposte in bande parallele dovute ai venti che soffiano prevalentemente lungo linee di latitudine costante.
  • Saturno orbita attorno al Sole con un periodo di 29,5 anni terrestri e compie una rotazione sul suo asse in sole 10 ore e 39 minuti. Gli anelli sono costituiti da un gran numero di particelle solide, principalmente cristalli di ghiaccio, con una certa percentuale di silicati e forse grani di ferro di origine meteoritica, ciascuno dei quali ruota attorno al pianeta su una propria orbita.
  • Tra i suoi satelliti il più importante è Titano che, per dimensioni, è il secondo del Sistema solare. Titano ha sempre interessato gli astronomi, a causa delle sue condizioni chimico-fisiche. Infatti, il satellite possiede un'atmosfera di tipo planetario, densa e ricca d'azoto e idrocarburi (in particolare metano e etano), i costituenti degli amminoacidi necessari allo sviluppo della vita.
  • Urano è il settimo pianeta del Sistema solare. Ha diversi satelliti e un diametro 64 volte superiore a quello della Terra. La sua atmosfera è formata da idrogeno, elio e metano, il quale gli conferisce il caratteristico colore. È stato scoperto nel 1871. URANO
  • Presenta diverse analogie con Giove, Saturno e Nettuno. E' composto principalmente da roccia e vari tipi di ghiaccio, quindi ha una densità media piuttosto bassa. Come Giove e Saturno, è circondato da un sistema di ben 11 anelli, ma molto tenui e meno estesi. Compie una rivoluzione in 84 anni.
  • NETTUNO Nettuno è stato scoperto nel 1846. Dista 449.365 km dal Sole, è l’ottavo pianeta per distanza. Il periodo di rivoluzione è di 165 anni.
  • L'atmosfera del pianeta ha una composizione molto simile a quella di Urano: idrogeno (85 %), elio (13 %) e metano (2 %). Quest'ultimo è responsabile del colore blu del pianeta, in quanto assorbe la radiazione rossa e riflette quella blu. Il satellite più grande è Tritone . A causa dell'orbita retrograda di Tritone, della sua densità e della sua composizione, gli astronomi ipotizzano che esso non fosse originariamente un satellite di Nettuno e che sia stato catturato dall'attrazione gravitazionale del pianeta, che lo avrebbe costretto ad orbitare attorno al esso.
  • Plutone è l’ultimo tra i pianeti scoperti. È il pianeta più lontano dal Sole ed il più piccolo. PLUTONE Le stranezze dell'orbita di Plutone, inclinazione ed eccentricità orbitali completamente diversi da quelli osservati per gli altri pianeti, hanno dato adito a numerose ipotesi sull'origine di tale pianeta. Esso si muove lungo la propria orbita in modo retrogrado, cioè al contrario rispetto agli altri pianeti.
  • La temperatura superficiale del pianeta è di -230°C a causa della notevole distanza dal Sole. Praticamente nulla si sa della composizione chimica di Plutone; con tutta probabilità è composto per il 70% da roccia e il 30% da ghiaccio d'acqua. L’atmosfera sembra costituita da azoto e metano. Plutone ha un periodo di rivoluzione di 248 anni. Il suo satellite è Caronte.