Ig
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Ig

on

  • 648 views

ig

ig

Statistics

Views

Total Views
648
Views on SlideShare
637
Embed Views
11

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

3 Embeds 11

http://testadibasso.blogspot.com 8
http://testadibasso.blogspot.it 2
http://www.slideshare.net 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Apple Keynote

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Ig Presentation Transcript

  • 1. LʼINFORMAGIOVANI. Un sistema di informazioni al servizio dei giovani. Relatore: Chiar.mo Prof. Alessandro Rovinetti Tesi di laurea di: Giuseppe Mascolo Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” - Facoltà di Sociologia - Corso di Laurea in Comunicazione Pubblicitaria - Anno Accademico 2008/2009
  • 2. LʼINFORMAGIOVANI. Un sistema di informazioni al servizio dei giovani. Relatore: Chiar.mo Prof. Alessandro Rovinetti Tesi di laurea di: Giuseppe Mascolo Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” - Facoltà di Sociologia - Corso di Laurea in Comunicazione Pubblicitaria - Anno Accademico 2008/2009 L’ I nfomaGiovani INFORMAZIONE: offrire alle giovani ORIENTAMENTO: guidare e offrire ai generazioni supporti orientativi suoi utenti tutti gli strumenti che e informativi per affrontare la società favoriscono lʼautonomia e lʼassunzione odierna sempre più complessa di responsabilità sia nella vita personale e invasa costantemente da una che in quella sociale. grossa quantità di informazioni.
  • 3. LʼInformaGiovani in Europa Il primo Centro di Informazione è sorto alla fine degli anni ʼ60, in un quartiere periferico di Bruxelles. Attualmente i Centri InformaGiovani sono presenti in ben 20 Paesi, principalmente dellʼEuropa occidentale e centrale. Centro di informazione
  • 4. LʼInformaGiovani in Italia Eʼ comparso per la prima volta a Torino nel 1982. In breve tempo, dopo il grande successo di questa tipologia di servizio e la sua efficienza, in Italia si svilupparono molteplici realtà IG ed oggi se ne contano ben 1200 centri. Centro di informazione
  • 5. Un Problema? Non proprio. Un “problema” che sin dallʼinizio ha accompagnato la più o meno rapida diffusione degli InformaGiovani è stato senza dubbio la mancanza di un quadro normativo di riferimento e di una legge che ne favorisse lʼesistenza. Paradossalmente questa situazione ha avuto risvolti positivi. Infatti la mancanza di una linea unificatrice ha fatto si che le singole realtà istituzionali (Comuni, Province, Regioni) hanno autonomamente realizzato alcune esperienze e iniziative davvero interessanti.
  • 6. Tipologie dei Servizi Informativi. La tipologia del servizio viene definita a partire da due variabili: destinatario (Generico o ben definito) ampiezza ambito informativo (ad ampio raggio o definito in specifici settori dʼinformazione) Abbiamo: Agenzia Servizi InformaGiovani: gestisce una Rete di Centri/Punti IG (almeno 3) che operano sul territorio secondo gli stessi standard. Centro InformaGiovani: svolgono la loro attività nel territorio in cui sono inseriti (città paese o quartiere). Punto Informagiovani: svolgono la loro attività in ambiti piuttosto ristretti come piccoli quartieri, scuole, biblioteche centri aggregativi socio-culturali.
  • 7. Lʼoperatore del CIG Ricercatore I compiti principali: - mantenere ed incrementare il flusso di informazioni in ingresso, relativo ai settori di competenza degli InformaGiovani; - individuare le fonti o referenti che detengono informazioni, aggiornarle ed organizzarle; - elaborare ed ottimizzare strumenti per l’organizzazione di strategie e tecniche di ricerca; - dimostrare sensibilità e attenzione alle tematiche giovanili. Documentalista I compiti principali: - organizzare la struttura informativa del servizio in modo da rendere raggiungibili, comprensibili e coerenti i messaggi e le informazioni formulate altrove (fonti); - produrre delle schede di sintesi delle informazioni trovate utilizzando uno schema chiaro, semplice, preciso; - classificare le informazioni secondo la sezione di appartenenza (lavoro, viaggio, studio, etc); - aggiornare le banche dati cartacee e informatizzate. Informatore/Comunicatore I compiti principali: - gestire al meglio le attività di front office (interazione tra il servizio e l’utente); - ricavare dal rapporto con l’utente dei feedback che possano permettere di migliorare il servizio; - conoscere la disposizione delle informazioni all’interno del Centro; - sapere leggere i bisogni dell’utenza.
  • 8. In attesa di una legge Il decalogo degli InformaGiovani (CNSIG - Coordinamento nazionale del sistema informativo giovanile, 1986) nasce come tentativo di definire, in mancanza di criteri e metodologie universalmente accettati, almeno alcuni criteri per la realizzazione e valutazione delle strutture IG. Libro Bianco delle Politiche Giovanili(Commissione Europea, 2001) individua come obiettivo prioritario il coinvolgimento dei giovani nella vita pubblica; in esso vengono sanciti alcuni principi ai quali tutte le strutture rivolte ai giovani devono attenersi: apertura - partecipazione - responsabilità - efficacia - coerenza La Carta Europea della Partecipazione dei Giovani(Consiglio d’Europa, 2003) è suddivisa in 3 parti: - I) contiene i principi guida destinati agli enti locali e regionali sulle modalità di attuazione delle politiche giovanili; - II) contiene un inventario degli strumenti atti a stimolare la partecipazione dei giovani; - III) contiene dei consigli su come attuare un quadro istituzionale per favorire la loro partecipazione. La Nuova Carta dell’Informazione della Gioventù Europea - ERYCA - (XV Assemblea Generale della Agenzia della Gioventù Europea, 2004): racchiude i princìpi su cui si costruiscono le basi per un minimo di standard e misure di qualità per i Centri di Informazione, che dovrebbero essere fissati in ogni Paese.
  • 9. Gli InformaGiovani fanno Rete Dal 1 Gennaio 2008, il Coordinamento Nazionale InformaGiovani, ha avviato un processo atto a coadiuvare tutte le strutture IG presenti sul territorio nazionale, a stabilire standard di qualità e modalità operative innovative. Nel convegno Nazionale tenutosi a Milano è stato presentato un progetto per la costruzione di una vera Rete Nazionale IG che possa ottimizzare le risorse impiegate a livello territoriale e rendere riconoscibile a livello nazionale il Servizio. A tale proposito è stato creato il sito www.informagiovani.anci.it ed una Intranet Nazionale, che permette a tutti gli operatori InformaGiovani in un ambiente di lavoro comune. Servizi e strumenti della Intranet Rubrica Documenti della rete Blog Forum Sondaggi Buoni Esempi Calendario Link Aiuto *Home Page del sito www.informagiovani.anci.it
  • 10. InformaGiovani del Comune di Pesaro (3 maggio 1990) L’attività dell’InformaGiovani del Comune di Pesaro può essere suddivisa in due periodi: Il primo: Il secondo: dalla sua nascita all’avvento di internet dall’avvento di internet ad oggi Il lavoro del Centro era basato su una Con l’avvento del killer silenzioso il periodica ed accurata ricerca di Centro è stato costretto a ridefinire informazioni, garantita da una fitta la propria mission. Infatti l’IG, che fino rete di contatti, sviluppata negli anni ad allora era uno dei pochi punti di su tutto il territorio. Negli anni 90, riferimento dove reperire materiale l’utilizzo del computer era poco informativo, ha dovuto adattarsi, per diffuso e quindi l’IG cercava e sopravvivere, alla diffusione dei nuovi organizzava informazioni più disparate strumenti di ricerca che in breve sono per metterle a disposizione dei diventati alla portata di tutti. giovani che, non avendo gli strumenti per reperirle autonomamente, si rivolgevano al Centro.
  • 11. InformaGiovani del Comune di Pesaro (3 maggio 1990) SCHEMA RIASSUNTIVO DELLE ATTIVITA’ OBIETTIVI CULTURA TEMPO LIBERO E SPORT o Funzione Informativa e orientativa. o Mostre, rassegne ed eventi, cinema, teatro, concerti etc.). o Erogazione delle informazioni a tutto campo. o Concorsi artistici. o Mediazione informativa. o Corsi per il tempo libero e attività sportive. o Fornire sostegno alla diverse realtà aggregative in città. o Sostegno alla libera espressione di giovani. OPPORTUNITA’ EUROPEE o Programma Gioventù in Azione. SETTORI D’INFORMAZIONE o Servizio Volontario all’estero. LAVORO o Scambi giovanili. o Annunci di lavoro. o Concorsi pubblici. SERVIZI o Estero (rete Eures). o Bacheche (annunci di lavoro e concorsi, ripetizioni e o Legislazione (contatti di lavoro). traduzioni, mercatino). o Postazioni internet gratuite esclusivamente per giovani dai SCUOLA E FORMAZIONE 18 ai 35 anni. o Istruzione Secondaria. o Consultazione di dossier informatici. o Università. o Colloquio informativo con le operatrici. o Formazione Post diploma. o Formazione post Università (master dottorati di ricerca, scuola di specializzazione). o Borse di studio in Italia e all’estero. o Formazione Professionale. o Sito internet. o Newsletter mensile.