Il punto sul Fotovoltaico in Italia - Gerardo Montanino, GSE
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Il punto sul Fotovoltaico in Italia - Gerardo Montanino, GSE

on

  • 862 views

Intervento del Direttore Operativo del GSE al Convegno organizzato da HFV "Il fotovoltaico in Italia senza incentivi" del 22 novembre 2012

Intervento del Direttore Operativo del GSE al Convegno organizzato da HFV "Il fotovoltaico in Italia senza incentivi" del 22 novembre 2012

Statistics

Views

Total Views
862
Views on SlideShare
846
Embed Views
16

Actions

Likes
0
Downloads
19
Comments
0

3 Embeds 16

https://twitter.com 12
https://si0.twimg.com 3
https://twimg0-a.akamaihd.net 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Il punto sul Fotovoltaico in Italia - Gerardo Montanino, GSE Il punto sul Fotovoltaico in Italia - Gerardo Montanino, GSE Presentation Transcript

  • Il punto sul Fotovoltaico in Italia Gerardo Montanino Direttore Operativo GSE, 22 novembre 2012 Il Fotovoltaico in Italia senza incentivi ‐ Hfv
  • Agenda  I risultati del Conto Energia  Il Quinto Conto Energia  Verso la grid parity -2-
  • I risultati del Conto Energia Numerosità e potenza degli impianti annualmente entrati in esercizio Richieste di incentivo pervenute al 15 novembre 2012200.000 Numerosità 11.000 Potenza 175.373 456.028 9.448180.000160.000 10.000 9.000 15.954 MW140.000 124.923 8.000 7.000120.000 6.000100.000 84.616 5.000 80.000 4.000 2.321 3.047 60.000 39.366 3.000 40.000 24.074 2.000 720 20.000 1.402 6.274 1.000 70 338 0 9 0 Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 65 Potenza Media (kW) 60 54 55 50 45 40 27 35 30 18 24 25 11 14 20 15 7 10 5 0 Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Inclusivo degli impianti a registro in esercizio con richiesta di incentivo pervenuta a GSE -3-
  • I risultati del Conto Energia Distribuzione regionale impianti in esercizio Richieste di incentivo pervenute al 15 novembre 2012 N° Impianti  Potenza Installata  (Tot. 456.028) (Tot. 15.954 MW) 0,1 ‐ 1,0 0,1 ‐ 1,0 1,1 ‐ 3,0 1,1 ‐ 3,0 3,1 ‐ 6,0 3,1 ‐ 6,0 6,1 ‐ 8,0 6,1 ‐ 10,0 8,1 ‐ 10,0 10,1 ‐ 15,0 10,1 ‐ 15,0 15,1 ‐ 18,0 -4-
  • I risultati del Conto Energia Numerosità e potenza degli impianti in esercizio Richieste di incentivo pervenute al 15 novembre 2012 -5-
  • I risultati del Conto Energia Provenienza dei principali componenti utilizzati negli impianti incentivati Ripartizione per potenza (15.954 MW)  Moduli USA GIAPPONE SPAGNA CANADA 4% 9% 6% 4% NORVEGIA 3% ITALIA 12% RESTO DEL  MONDO 8% SPAGNA SVIZZERA USA AUSTRIA GERMANIA FRANCIA 6% 3% 3% 2% 15% CINA GERMANIA 2% 39% 28% CANADA 1% RESTO DEL  MONDO 6% ITALIA 49% Convertitori -6-
  • I risultati del Conto Energia Penetrazione del fotovoltaico nei Comuni italiani  Percentuale riferita al numero di Comuni 2006 2007 2008 11% 31% 60% 2009 2010 2011 80% 83% 95% -7-
  • I risultati del Conto Energia Il contatore fotovoltaico al 15 novembre 2012 Compresi gli impianti iscritti a registro in posizione utile Primo Conto Energia: Secondo Conto Energia: Terzo Conto Energia: 95,2 M€ 3.280,2 M€ 646,9 M€ Quarto Conto Energia: Quinto Conto Energia: 2.358,0 M€ 99,3 M€ Totale Conto Energia 6.479 M€ -8-
  • I risultati del Conto Energia Previsione a fine 2012 Potenza degli impianti fotovoltaici in esercizio 16.200 MW Potenza degli impianti fotovoltaici a progetto (registri): 600 MW Valore globale del costo indicativo annuo degli incentivi: 6.550 M€ 20000 500.000 470.000 18000 450.000 16000 16.200400.000 14000 350.000 331.000 12.900 12000 300.000 MW10000 250.000 N. 8000 200.000 6000 155.650 150.000 4000 3.455 100.000 71.250 2000 50.000 31.800 1.140 0 7.670 80 418 0 2007 2008 2009 2010 2011 2012 Potenza (MW) numero -9-
  • Il Quinto Conto Energia Il DM 5 luglio 2012 (Quinto Conto Energia) è entrato in vigore in data 11 luglio, ma le nuove tariffe si applicano ad impianti entrati in esercizio a partire dal 27 agosto 2012. Il Decreto cesserà di applicarsi 30 giorni dopo il raggiungimento di un costo indicativo annuo cumulato degli incentivi pari a 6,7 Mld €/anno. Con la stessa decorrenza cesseranno di applicarsi anche le disposizioni di cui ai precedenti Decreti. Fino alla data di cessazione del Decreto sarà quindi possibile:  presentare richiesta di accesso alle tariffe incentivanti ai sensi del DM 5 maggio 2011 per i «piccoli impianti» di cui al titolo II e per gli impianti di cui titolo III e IV del medesimo decreto entrati in esercizio entro il 26 agosto 2012;  presentare richiesta di accesso alle tariffe incentivanti ai sensi del DM 6 agosto 2010 per impianti entrati in esercizio dal 1° gennaio 2011 al 31 maggio 2011;  richiedere il premio abbinato ad un uso efficiente dell’energia per impianti ammessi alle tariffe incentivanti ai sensi dei precedenti decreti (DM 19/2/2007, 6/8/2010, 5/5/2011). - 10 -
  • Il Quinto Conto Energia Aspetti principali Il Quinto conto energia si sviluppa secondo intervalli semestrali di operatività, caratterizzati da valori delle tariffe incentivanti decrescenti Le tariffe incentivanti sono riconosciute alle seguenti tipologie di impianti: • Impianti fotovoltaici installati su edifici • Altri Impianti • Impianti fotovoltaici integrati innovativi • Impianti fotovoltaici a concentrazione. Il Quinto conto energia prevede la possibilità di beneficiare di premi aggiuntivi alle tariffe incentivanti: • Incremento per l’utilizzo di componenti EU • Incremento per la sostituzione coperture in eternit. Inoltre è prevista una specifica tariffa per impianti installati come componenti costruttivi di Pergole, Serre, Tettoie, Fabbricati rurali, ecc.. - 11 -
  • Il Quinto Conto Energia Accesso e Remunerazione dell’EnergiaIl Quinto Conto Energia individua: a) DUE DIVERSE MODALITÀ DI ACCESSO AGLI INCENTIVI: 1. ACCESSO DIRETTO a seguito dell’entrata in esercizio degli interventi previsti per impianti al di sotto di soglie predefinite di potenza o di costo cumulato annuo 2. REGISTRI per impianti diversi dai primi b) QUATTRO DIVERSE MODALITÀ DI REMUNERAZIONE DELL’ENERGIA: 1. TARIFFA FISSA ONNICOMPRENSIVA per l’energia elettrica incentivata immessa in rete degli impianti di potenza fino a 1 MW 2. TARIFFA VARIABILE (ONNICOMPRENSIVA – PREZZO ZONALE ORARIO) per l’energia elettrica incentivata immessa in rete degli impianti di potenza superiore a 1 MW 3. TARIFFA PREMIO per l’energia elettrica incentivata autoconsumata in sito 4. PREZZO ZONALE ORARIO per l’energia elettrica non incentivata - 12 -
  • Il Quinto Conto Energia Milestones dettate dal DMConto EnergiaTempistiche VTempistiche Registro 30 giorni 60 giorni 1° Registro: 140 Milioni di euro 2° Registro: 120 Milioni di euro - 13 -
  • Il Quinto Conto Energia - Modalità di remunerazione dell’Energia Incentivi Titolarità E.E. E.E Energia  Accesso E.E. INCENTIVATA CONSUMATA NON Elettrica IN SITO INCENTIVATAPotenza Potenza, Costo cumulato Tariffa onni‐ comprensiva  +  Tariffa  Registri Premi Premio +  selezione  Premi Produttore in base a  criteri di  priorità Prezzo  Zonale  Orario 12 kW ‐ FV 1 MW 20 kW (tariffa ‐20%) ‐ FV  50 kW su edifici (sost. eternit/amianto) ‐ FV 50 Mln Euro realizzati da PA (con  Tariffa onni‐ Tariffa  procedure ad evidenza pubblica) ‐ FV comprensiva Prezzo  Premio Zonale GSE 50 Mln Euro ‐ CPV +  +  Premi Orario Diretto 50 Mln Euro ‐ BIPV Premi - 14 -
  • Il Quinto Conto Energia - Impianti ad accesso diretto Focus su impianti ad accesso diretto Richieste di incentivo pervenute al 15 novembre 2012 89% BIPV CPV Numerosità Realizzati dalle PA 9.522 Installati in sostituzione Eternit Fino a 12 kW Tra 12 e 20 kW con riduzione Tariffa 3% 0% 7% 1% 0% 75% BIPV CPV Realizzati dalle PA Potenza Installati in sostituzione Eternit 50 MW Fino a 12 kW 9% Tra 12 e 20 kW con riduzione Tariffa 1% 3% 2% 10% - 15 -
  • Il Quinto Conto Energia – Impianti iscritti a registro Focus su impianti iscritti al primo registro 66% Componenti UE Installati in sostituzione Eternit Numerosità Riduzione 5% Su Edificio 3.620 Su pensilina, pergola, ecc. Altri impianti 6% 6% 11% 7% 4% 59% Componenti UE Installati in sostituzione Eternit Riduzione 5% Potenza Su Edificio 966 MW Su pensilina, pergola, ecc. Altri impianti 5% 18% 3% 6% 9% Nel 1° Registro sono stati Impegnati circa 90 Milioni di euro dei 140 previsti dal DM. - 16 -
  • Il Quinto Conto Energia Impianti integrati con caratteristiche innovative - BIPV 1.800 1.698  1.642  1.600 1.213  1.400 1.174  1.200 Afflusso domande BIPV  da  1.000 800 gennaio ad ottobre 2012 600 309  357  400 274  138  158  132  104  266  200 1  0 IV CE V CE Tariffa premio  Intervallo di  Tariffa  sull’energia consumata  potenza onnicomprensiva in sito Tariffe BIPV per il Quinto  kW €/kWh €/kWh Conto Energia 1° semestre CE5 1 ≤ P ≤ 20 0,288 0,186 20 < P ≤ 200 0,276 0,174 P > 200 0,255 0,153 - 17 -
  • Il Quinto Conto Energia Impianti fotovoltaici a concentrazione ‐ CPV 3° CONTO N° Impianti: 1 Potenza (kW): 25 Costo annuo (€): 14.800 4° CONTO N.° Impianti: 54 Potenza (kW): 15.083 Costo annuo (€): 7.029.315 5° CONTO N.° Impianti: 1 Potenza (kW): 981 P< 20 kW Costo annuo (€): 142.507 20 kW <P< 100 kW 100 kW<P< 1 MW P >1 MW - 18 -
  • Il Quinto Conto Energia Impianti installati in sostituzione di coperture in eternitPremi sulle Tariffe Quinto Conto Energia ANNO DI ENTRATA IN ESERCIZIO entro il 31 dicembre entro il 31 dicembre dopo il 31 dicembre Intervallo di potenza 2013 2014 2014 kW €/kWh €/kWh €/kWh 1 ≤ P ≤ 20 0,30 0,20 0,10 20 < P 0,20 0,10 0,05Andamento annuale per Entrata in esercizio ‐ tutti i Conti Energia Focus classi di potenza POTENZA  ANNO DI ENTRATA IN ESERCIZIO 2012 (MW) CLASSE 1: 3,8 2012 (al 15  1<= P <=3 2010 2011 CLASSE 2: novembre) 132,7 3< P <=20 Numerosità 4.480 16.783 23.748 CLASSE 3: 896,3 20< P <=200 Potenza (MW) 297,4 1.361,1 2.016,3 CLASSE 4: 906,3 200< P <=1000 CLASSE 5: Superficie smaltita (kmq) ~2 ~18 ~22 77,2 P >1000 - 19 - TOTALE 2016,3
  • Verso la grid parity• Nell’ultimo decennio i meccanismi d’incentivazione, come il Conto energia, hanno rappresentato in tutta Europa lo strumento indispensabile per permettere lo sviluppo della tecnologia fotovoltaica.• I crescenti volumi delle installazioni, accompagnati dalla rapida e costante diminuzione del costo degli impianti, hanno portato il fotovoltaico verso la piena maturità tecnica ed economica, anche se ulteriori progressi sono ancora attesi per i prossimi anni.• Le autorità e gli operatori di tutti i Paesi hanno maturato la consapevolezza che la fase «storica», che ha finora sempre legato il fotovoltaico a forme d’incentivazione, sta per concludersi.• L’arresto dei meccanismi d’incentivazione è connesso al raggiungimento della grid parity. - 20 -
  • Verso la grid parity Anno previsto per il raggiungimento della competitività media Taglia di Settore riferimento Francia Germania Italia Spagna Regno Unito Grid parity "dinamica"* Residenziale 3 kWp 2016 2017 2015 2017 2019 Grid parity "dinamica"* Commerciale 100 kWp 2018 2017 2013 2014 2017 Grid parity "dinamica"* Industriale 500 kWp 2019 2019 2014 2017 2019 Competitività costo generazione ciclo combinato Industriale 500 kWp 2015 2017 2015 2015 2019 Competitività costo generazione ciclo combinato A terra 2,5 MWp 2015 2017 2014 2015 2019 * Nella “grid parity dinamica” il paramentro di riferimento è il costo di approvvigionamento dell’energia elettrica invece che il costo di generazione. Fonte: SOLAR PHOTOVOLTAICS, COMPETING IN THE ENERGY SECTOR, settembre 2011, EPIA - 21 -
  • Verso la grid parityFattori che possono accelerare il raggiungimento della competitività• Distribuzione della radiazione solare: le aree più assolate di un Paese raggiungeranno la grid parity prima dei valori medi attesi.• Autoconsumo: nelle applicazioni nelle quali esistono utenze da alimentare l’aumento della quota degli autoconsumi migliora i ritorni economici dell’iniziativa.• Dinamica dei prezzi dell’energia: andamenti in crescita del prezzo dell’energia generata da fonti convenzionali favoriscono la competitività.• Meccanismi di supporto: il mantenimento di forme di supporto (scambio sul posto, ritiro dedicato, facilitazioni fiscali, ecc.) sicuramente può favorire volumi d’installazione interessanti anche in una fase di drastica riduzione degli incentivi. - 22 -
  • Verso la grid parity Fattori che frenano il raggiungimento della competitività • Barriere amministrative: costi e tempi legati alle procedure per l’autorizzazione, l’istallazione e la connessione alla rete ostacolano le iniziative e rischiano di costituire uno zoccolo duro di costi fissi difficili da scalfire . • Barriere infrastrutturali: l’attuale struttura di rete non è in grado di compensare l’intermittenza propria delle fonti energetiche non programmabili per volumi elevati. • Barriere finanziarie: le difficoltà di accesso ai finanziamenti sono accentuate dall’attuale quadro economico mondiale. - 23 -
  • Il punto sul Fotovoltaico in Italia Grazie per l’attenzione - 24 -