Your SlideShare is downloading. ×
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento

2,189

Published on

I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento. Presentazione a cura di G.Susanna (GSE) nel corso del Convegno "POLYGEN - COGENERAZIONE DIFFUSA E TRIGENERAZIONE" al …

I requisiti per il riconoscimento della CAR - Cogenerazione ad Alto Rendimento. Presentazione a cura di G.Susanna (GSE) nel corso del Convegno "POLYGEN - COGENERAZIONE DIFFUSA E TRIGENERAZIONE" al Solarexpo di Verona 2012

0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
2,189
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
53
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. I REQUISITI PER IL RICONOSCIMENTO DELLA CAR COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO Gabriele Susanna Divisione Operativa Verona 10 maggio 2012
  • 2. Indice• Il GSE• La Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR)• Presentazione delle richieste al GSE -2-
  • 3. Il GSE MEF MSE (Ministero dell’Economia AEEG(Ministero dello Sviluppo e delle Finanze) (Autorità per l’Energia Economico) Elettrica ed il Gas ) Proprietà 100% Direttive Delibere MISSIONE “Promozione dello sviluppo sostenibile, attraverso lerogazione di incentivi economici destinati alla produzione energetica da fonti rinnovabili, alla cogenerazione ad alto rendimento e con azioni informative tese a diffondere la cultura delluso dellenergia compatibile con le esigenze dellambiente” -3-
  • 4. Il GSE (100 %) (100 %) (100 %) (100 %)Acquisto energia per Mercato elettricoclienti del mercato di Mercati per Ricerca sul Sistema “maggior tutela” – Ambiente Energetico Sportello Unico del Mercato del gas Consumatore naturale -4-
  • 5. Le Principali attività del GSE1. Qualifiche degli impianti per il rilascio delle diverse tipologie di incentivi2. Riconoscimento della Cogenerazione ad Alto Rendimento3. Incentivazione della produzione di elettricità da fonti rinnovabili I. Rilascio dei Certificati Verdi (CV) ed erogazione della Tariffa Omnicomprensiva II. Erogazione degli incentivi per il fotovoltaico e solare termodinamico (“Conto Energia”).4. Servizi Energetici (Scambio sul posto, Ritiro dedicato) I. Gestione dello “Scambio sul posto” per l’elettricità prodotta da impianti rinnovabili o a cogenerazione ad alto rendimento fino a 200 kW II. Commercializzazione dell’energia elettrica nel mercato per gli operatori che preferiscono vendere la loro energia attraverso il GSE (“Ritiro Dedicato”)5. Verifiche ed ispezioni sugli impianti FER e CAR6. Partecipazione in organizzazioni internazionali (IEA, OME, AIB)7. Studi, statistiche e attività di consulenza per la Pubblica Amministrazione -5-
  • 6. Indice• Il GSE• La Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR)• Presentazione delle richieste al GSE -6-
  • 7. La Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR)A partire dal 1° gennaio 2011, un’unità di cogenerazione si può definire comefunzionante in condizioni di alto rendimento solo se presenta caratteristicheconformi ai criteri indicati nell’allegato III del D.Lgs 8 febbraio 2007, n° 20, comeintegrato dal DM 4 agosto 2011. La conformità è da intendersi sia in termini diindici conseguiti sia di configurazione impiantistica.Alcuni benefici riconosciuti alla CAR sono:• esonero dall’obbligo di acquisto dei certificati verdi previsto per i produttori e gli importatori di energia elettrica con produzioni e importazioni annue da fonti non rinnovabili;• priorità di dispacciamento per l’energia elettrica riconosciuta di cogenerazione rispetto alle fonti convenzionali;• possibilità di accedere al servizio di scambio sul posto dell’energia elettrica prodotta da impianti con potenza nominale fino a 200 kW (TISP);• condizioni tecnico-economiche semplificate per la connessione alla rete elettrica (TICA);• accesso al meccanismo dei Certificati Bianchi. -7-
  • 8. Il Risparmio di Energia Primaria (PES)Il parametro per la valutazione delle condizioni di Alto Rendimento per una data unità di cogenerazione eun dato periodo di riferimento è il Risparmio di Energia Primaria (PES).In particolare, la condizione da rispettare è:PES ≥ 0.1 (10%)oppurePES > 0 se si tratta di unità con capacità di generazione inferiore a 1 MWe (piccola e microcogenerazione)Sulla base del DM 4 agosto 2011, il procedimento per il calcolo del PES può essere sintetizzato neiseguenti passaggi:1 Individuare l’unità di cogenerazione e riconoscerne i confini.2 Determinare il rendimento globale dell’unità.3 Calcolare l’energia elettrica da cogenerazione.4 Calcolare il risparmio di energia primaria. -8-
  • 9. Individuare l’unità di cogenerazione ericonoscerne i confiniPrima di procedere ai calcoli, l’impianto di cogenerazione va suddiviso secondo lo schema presentenell’Allegato II elettricità CHP alimentazione Parte CHP CHP calore utile Parte non elettricità non CHP alimentazione CHP non CHP calore unità di cogenerazione combustibile caldaia esclusivamente calore caldaia termica impianto• l’Operatore deve conoscere il valore effettivo di tutti i flussi di energia in ingresso e in uscita dal sistemarilevati attraverso sistemi di misura installati sui confini individuati;• la suddivisione dell’impianto deve consentire anche la determinazione dell’energia elettrica e del calorenon prodotti in regime di cogenerazione. A tal fine, nello stesso Allegato II, vengono forniti alcuni esempi eindicazioni di base.Nel caso di unità di microcogenerazione (capacità di generazione inferiore a 50 kWe) le misure possono essere sostituiteda valori certificati, precedentemente approvati dal Gestore dei Servizi Energetici, fatto salvo la misura del calore inimpianti dotati di sistemi di dissipazione e situazioni di funzionamento modulabile. -9-
  • 10. Determinare il rendimento globale dell’impiantoCome indicato nell’Allegato II, il rendimento globale dell’impianto va calcolato in relazione a undeterminato periodo di riferimento (anno solare) ed è pari al rapporto tra l’energia complessivamenteprodotta e l’energia di alimentazione consumata: energia elettrica + energia meccanica + calore utile rendimento globale = energia di alimentazione• l’energia elettrica da considerare ai fini del calcolo del rendimento, è quella misurata ai morsetti delgeneratore;• per calore utile si intende quello utilizzato nei processi industriali, per il riscaldamento o ilraffrescamento di ambienti o come uso diretto dei gas di scarico per essiccazione.Se l’energia termica viene fornita all’utenza sotto forma di vapore, si assume che il calore utile sia parialla differenza tra l’entalpia del vapore in mandata e l’entalpia dell’acqua alla temperatura di 15°C e 1,013bar;• l’energia di alimentazione è quella associata a tutto il combustibile che l’unità di cogenerazione haconsumato nel periodo di riferimento per produrre energia elettrica e calore. - 10 -
  • 11. Calcolare l’energia elettrica da cogenerazioneNell’Allegato II vengono indicati due diversi valori di soglia per il rendimento globale: • 80% per unità con turbina a gas a ciclo combinato con recupero di calore e unità con turbina a condensazione con estrazione di vapore; • 75% per le altre tipologie presenti nell’Allegato I• se l’unità di cogenerazione ha un rendimento globale maggiore o uguale al valore di soglia, ai fini delcalcolo del PES, tutta l’energia elettrica prodotta nel periodo di riferimento viene considerata dacogenerazione;• se l’unità di cogenerazione ha un rendimento globale minore del valore di soglia, l’Operatore dovràdeterminare il RAPPORTO ENERGIA/CALORE (C) dell’unità e, noto il calore utile prodotto (HCHP),procedere al seguente calcolo: Rapporto energia/calore di progetto, utilizzabile per impianti in esercizio Cprog da meno di un anno, per i quali non sono disponibili valori misurati.ECHP = HCHP x Cdefault Rapporto energia/calore di default. Ceff Rapporto energia/calore effettivo. Da calcolare secondo quanto descritto nelle «Linee Guida per l’applicazione del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 5 settembre 2011 – Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR)»Il valore ottenuto va confrontato con l’energia elettrica prodotta nel periodo di riferimento.Il minore tra i due è assunto pari all’energia elettrica da cogenerazione. - 11 -
  • 12. Calcolo del Primary Energy Saving (PES)Secondo quanto disposto dall’Allegato III, il PES è definito come: 1 PES = 1- x 100 CHPHη CHPEη + RefHη RefEη CHPHη è il RENDIMENTO TERMICO DELLA PRODUZIONE MEDIANTE COGENERAZIONE CHPEη è il RENDIMENTO ELETTRICO DELLA PRODUZIONE MEDIANTE COGENERAZIONE RefHη è il RENDIMENTO DI RIFERIMENTO PER LA PRODUZIONE SEPARATA DI CALORE RefEη è il RENDIMENTO DI RIFERIMENTO PER LA PRODUZIONE SEPARATA DI ELETTRICITA’ - 12 -
  • 13. Rendimenti di produzione mediante cogenerazioneSono dati specifici dell’unità di cogenerazione, vanno calcolati sulla base dei valori di energia reali(misurati o eventualmente certificati nel caso della microcogenerazione), per un dato periodo diriferimento: CHPEη è definito come rapporto tra: • quantità di energia elettrica/meccanica prodotta da cogenerazione, calcolata come specificato nell’Allegato II; • energia contenuta nell’intero combustibile di alimentazione impiegato per produrre il calore utile e l’energia elettrica da cogenerazione. CHPHη è definito come rapporto tra: • quantità di calore utile prodotto dall’unità; • energia contenuta nell’intero combustibile di alimentazione impiegato per produrre il calore utile e l’energia elettrica da cogenerazione. - 13 -
  • 14. Rendimenti di riferimento RefEηi valori di rendimento di riferimento per la produzione separata di energia elettrica sono indicatinell’Allegato IV e variano in funzione di:• tipo di combustibile impiegato;• anno di costruzione dell’unità di cogenerazione (anno solare nel corso del quale è iniziata laproduzione elettrica). Il rendimento ottenuto va corretto con appositi fattori legati: • alla zona climatica, secondo quanto prescritto dall’Allegato VI, per tener conto della diversa temperatura media annuale rispetto al valore di riferimento di 15°C. • alle perdite evitate sulla rete, secondo quanto prescritto dall’Allegato VII. Il fattore correttivo varia in funzione della tensione di collegamento alla rete e a seconda che l’energia prodotta venga immessa in rete o consumata in loco. Questa correzione non si applica agli impianti che utilizzano combustibili a base di legno o biogas. Considerando i fattori correttivi, rispetto al valore iniziale: la temperatura media della località di installazione RefEη se la tensione di collegamento alla rete quota di energia elettrica immessa in rete - 14 -
  • 15. Rendimenti di riferimento RefHηi valori di rendimento di riferimento per la produzione separata di calore sono indicati nell’Allegato V evariano in funzione di:• tipo di combustibile impiegato• utilizzo che viene fatto del calore (produzione di acqua calda o vapore, uso diretto dei gas di scarico aT < 250°C, uso diretto dei gas di scarico a T ≥ 250°C)a parità di combustibile utilizzato, il rendimento di riferimento è minore quando è previsto l’uso diretto deigas di scarico a T ≥ 250°C.N.B.Nel caso in cui l’unità di cogenerazione venga alimentata con più combustibili, entrambi i rendimentidi riferimento vanno calcolati come media pesata di quelli relativi ai singoli combustibili, utilizzando comepeso i rispettivi contenuti energetici. - 15 -
  • 16. Sintesi procedura di calcolo PES (1) Dati in ingresso: • Energia di alimentazione consumata dall’impianto • Energia elettrica prodotta dall’impianto • Energia termica prodotta dall’impianto DEFINIZIONE DEI CONFINI DELL’UNITA’ DI COGENERAZIONE FUNITÀ EUNITÀ HCHP CALCOLO ηglobale SI NO η globale ≥ ηglobale,soglia ? FCHP ECHP parte CHP Unità EUNITÀ = di HCHP cogenerazioneFUNITÀ = Unità ECHP di FUNITÀ FCHP cogenerazione EUNITÀ parte HCHP NON CHP Unità diCONFINI DELL’UNITÀ DI COGENERAZIONE cogenerazione FNONCHP,E ENONCHP CONFINI DELL’UNITÀ DI COGENERAZIONE - 16 -
  • 17. Sintesi procedura di calcolo PES (2) (eventuale) CALCOLO COEFFICIENTE β La parte CHP dell’unità di DIMENSIONAMENTO UNITÀ VIRTUALE cogenerazione coincide con Calcolo: l’unità di 1.ηnonchp,E cogenerazione 2.Ceff stessa: 3.ECHP ECHP = EUNITÀ 4.ENONCHP FCHP = FUNITÀ 5.FNONCHP,E 6.FCHP Calcolo PES con: CHPHη = HCHP / FCHP CHPEη = ECHP / FCHP SI • PES ≥ 0,1? NO • PES > 0 (per unità di piccola e micro cogenerazione)?LA parte CHP DELL’UNITÀ DI LA parte CHP DELL’UNITÀ DI COGENERAZIONE E’ CAR COGENERAZIONE NON E’ CAR - 17 -
  • 18. Indice• Il GSE• La Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR)• Presentazione delle richieste al GSE - 18 -
  • 19. Presentazione delle richieste al GSEL’invio dei dati e della richiesta avviene esclusivamente per via telematica utilizzando ilportale RICOGE messo a disposizione dal GSE.Le richieste che si possono presentare sono:• riconoscimento del funzionamento in regime di CAR (a preventivo e a consuntivo);• accesso ai Certificati Bianchi per la produzione dell’anno precedente alla presentazione della richiesta;• accesso ai Certificati Bianchi per la produzione degli anni 2008, 2009 e 2010;• riconoscimento del funzionamento in cogenerazione ai sensi della Delibera 42/02 ai fini dell’accesso ai Certificati Verdi per la cogenerazione abbinata al teleriscaldamento.(CHP/TLR) ai sensi del DM 24 ottobre 2005 - 19 -
  • 20. Riconoscimento CAR a preventivo:Chi può fare • unità di cogenerazione non in esercizio richiesta • unità di cogenerazione entrate in esercizio nello stesso anno solare in cui si presenta la richiesta a consuntivo: • unità entrate in esercizio almeno nell’anno solare precedente a quello in cui si presenta richiesta a preventivo: in qualunque periodo dell’annopresentare richiesta Quando a consuntivo: dal 1° gennaio al 31 marzo di ogni anno (30 aprile solo per le produzioni dell’anno 2011)Alcuni documenti per entrambe le richieste: solo a consuntivo: • relazione tecnica di riconoscimento; alla presentazione della prima richiesta necessari • schema generale di funzionamento; • denuncia di officina elettrica; • schema elettrico completo; • verbale di verifica redatto dall’UTF • schema termico completo; • allegati generati da RICOGE* oppure l’apposito allegato nel caso di *firmati e, se necessario, corredati di fotocopia del soggetto esente documento d’identità. - 20 -
  • 21. Accesso ai CB (produzione anno precedente) a partire dal 1° gennaio 2012Chi può fare unità di cogenerazione entrate in esercizio entro il 31 dicembre dell’anno N-2 (con N=anno di richiesta presentazione della richiesta) N.B. la prima richiesta CB deve essere presentata entro il quarto anno solare dall’entrata in esercizio, pena la decadenza del diritto di accesso. a partire dal 1° gennaio 2013 unità di cogenerazione entrate in esercizio tra il 1° aprile 1999 e il 6 marzo 2007 dal 1° gennaio al 31 marzo di ogni anno (30 aprile solo per le produzioni dell’anno 2011)presentare richiesta Quando • relazione tecnica di riconoscimento;Alcuni documenti • schema generale di funzionamento; • schema elettrico completo; necessari • schema termico completo; • allegati generati da RICOGE* *firmati e, se necessario, corredati di fotocopia del documento d’identità. • certificazione antimafia • denuncia di officina elettrica; • verbale di verifica redatto dall’UTF (oppure l’apposito allegato nel caso di soggetto esente) - 21 -
  • 22. Richiesta CHP/TLR a preventivo:Chi può fare unità di cogenerazione abbinate al teleriscaldamento ai sensi del DM 24 ottobre 2005 e richiesta connesse ad ambienti agricoli (Legge 102/09) a consuntivo: unità di cogenerazione abbinate al teleriscaldamento ai sensi del DM 24 ottobre 2005 che abbiano già ottenuto la qualifica IAFR dal 1° gennaio al 31 marzo di ogni annopresentare richiesta Quando • relazione tecnica di riconoscimento;Alcuni documenti • schema generale di funzionamento; • schema elettrico completo; necessari • schema termico completo; • allegati generati da RICOGE* *firmati e, se necessario, corredati di fotocopia del documento d’identità. - 22 -
  • 23. Accesso ai CB (anni 2008-2010) unità entrate in esercizio tra il 7 marzo 2007 e il 31 dicembre 2009Chi può fare richiesta Fino al 30 aprile 2012presentare richiesta Quando • relazione tecnica di riconoscimento;Documenti necessari • schema generale di funzionamento; • schema elettrico completo; • schema termico completo; • allegati generati da RICOGE* *firmati e, se necessario, corredati di fotocopia del documento d’identità. • certificazione antimafia • denuncia di officina elettrica; • verbale di verifica redatto dall’UTF (oppure l’apposito allegato nel caso di soggetto esente) - 23 -
  • 24. Grazie per l’attenzione - 24 -

×