Your SlideShare is downloading. ×
Comunicato 100 milioni a fine commessa Romeo Gestioni
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Comunicato 100 milioni a fine commessa Romeo Gestioni

171
views

Published on

Rilasciato il comunicato stampa di Romeo Gestioni su come stanno procedendo le dismissioni del patrimonio pubblico del Comune.

Rilasciato il comunicato stampa di Romeo Gestioni su come stanno procedendo le dismissioni del patrimonio pubblico del Comune.

Published in: Real Estate

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
171
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. DIREZIONE MARKETING E RELAZIONI ESTERNECOMUNICATO STAMPAPATRIMONIO COMUNE DI NAPOLI: DISMISSIONI RECORDOLTRE 108MILIONI IN SEI MESI - SVOLTA SOCIALE PER 10.000 ABITANTIROMEO GESTIONI LASCIA DOTE DI 3 MILIARDI DI EURO AL COMUNE DI NAPOLIE PUNTA A DISMISSIONI DELLO STATO CON GRANDE PARTNER INTERNAZIONALENAPOLI, 29 settembre 2012 – Un record economico e sociale per Napoli con il Piano diDismissioni 2012 del Patrimonio Immobiliare del Comune di Napoli portato a compimento daRomeo Gestioni.In sei mesi, infatti (il Piano è scattato ad aprile), sono stati venduti 2700 immobili (nel 90% deicasi di edilizia residenziale pubblica) per oltre 108milioni di euro: una cifra determinante perle esauste casse del Comune di Napoli.Il Piano condotto a termine con un immenso sforzo organizzativo da Romeo Gestioni haconsentito a una popolazione di circa 10mila persone di fascia debole, di passare dal ruolo diinquilini a quello di proprietari, attivando un’imponente “evoluzione sociale” che avrà risvoltidi grande impatto positivo in aree spesso fin qui degradate.Per ottenere questi record a Napoli (si tratta infatti di un processo senza precedenti nellastoria del nostro Paese quando si pensa che la vendita media annua di alloggi ERP sulterritorio nazionale, da parte di tutti gli operatori messi insieme, non arriva a 10mila unità)sono state attivate e portate a termine oltre 54 operazioni tecnico-amministrative per ogniunità immobiliare, per un totale di 145.800 pratiche completate.Un’impresa che Romeo Gestioni ha portato a termine con successo alla vigilia della scadenzadel contratto con il Comune di Napoli (dicembre 2012) e che si aggiunge con soddisfazione adaltri due record di fine commessa: una <dote> di oltre tre miliardi per il Comune di Napoli intermini di valorizzazione del patrimonio immobiliare, e un bilancio di 500 milioni di entrateper Palazzo San Giacomo in 14 anni di partnership con la Romeo.Performance coerenti con la strategia di Romeo Gestioni, che dopo l’accordo internazionalesottoscritto con gli inglesi di Cordea Savills, leader europei dei Fondi Immobiliari, è pronta afornire allo Stato italiano un supporto strategico altamente professionale e di competenzeintegrate per il piano di dismissioni previsto dal Governo Monti.Romeo Gestioni – leader nel settore della gestione dei grandi patrimoni pubblici – ringrazia lafattiva collaborazione al Piano dell’Agenzia del Territorio, del Collegio Notarile di Napoli, deisindacati e della Sovrintendenza, oltre naturalmente a quella degli Uffici Comunali, che non sisono sottratti all’impegno dettato dall’indirizzo dell’Amministrazione del sindaco DeMagistris. 1/2
  • 2. DIREZIONE MARKETING E RELAZIONI ESTERNE<Un’impresa di alto valore collettivo dal punto di vista tecnico-amministrativo, masoprattutto da quello sociale e politico>, ha detto Alfredo Romeo, amministratore delegatodi Romeo Gestioni.<Attraverso il processo delle dismissioni, infatti – ha spiegato Romeo - si attiva la nascita di unnuovo tipo di cittadinanza che finora rappresentava sostanzialmente un onere per lacomunità e che ora invece diventa un interlocutore attivo, portatore di reddito, sostenitore dinuovi diritti civili, propugnatore di una rinnovata esigenza di servizi di qualità. Per di più sitratta potenzialmente – nel caso si attivasse un simile processo per i restanti anni diConsiliatura - di una “nuova comunità” molto numerosa: circa 50mila persone (la popolazionedi una città come Parma)>.<In tal caso – ha concluso Romeo – va detto che in un simile scenario il Comune potrebbecontare su un prospetto operativo da 120/150milioni di euro di entrate all’anno, per unmontante finale di circa 500 milioni di euro (mille miliardi di vecchie lire) da destinare alrilancio della città>. 2/2