White Paper sul tema Cloud

  • 1,088 views
Uploaded on

White Paper sul tema del Cloud. …

White Paper sul tema del Cloud.
Un contributo per "uscire dalla Nuvola"

More in: Technology
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
1,088
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2

Actions

Shares
Downloads
44
Comments
0
Likes
1

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Revisione : 5 dicembre2011 PaperWhiteUn contributo per “uscire dalla nuvola”Cloud : Come, Dove, Quando e Perchè …Preparato Altea SpA da Giovanni Rota CTO – Chief Technology Officer Altea S.p.A. Strada Cavalli 42, 28831 Feriolo di Baveno (VB) T +39 0323 280811 F +39 0323 2808110 www.alteanet.it - altea@alteanet.it
  • 2. White Paper CLOUD: Come, Dove, Quando e Perché Altea S.p.A. 1 SOMMARIO 1 Introduzione .................................................................................................................................3 1.1 Come.............................................................................................................................................. 3 1.2 Dove............................................................................................................................................... 3 1.3 Quando .......................................................................................................................................... 3 1.4 Perché ............................................................................................................................................ 4 2 Cosè il cloud ? ..............................................................................................................................4 2.1 LE 5 CARATTERISTICHE DEL CLOUD ............................................................................................... 5 2.2 I 3 MODELLI DI SERVIZIO ............................................................................................................... 5 2.3 I 4 MODELLI DI DISTRIBUZIONE ..................................................................................................... 6 3 Cloud : cosa cambia rispetto alla visrtualizzazione avanzata .........................................................7 3.1 L’OFFERTA DEL “MERCATO CLOUD” .............................................................................................. 7 4 L’offerta cloud di Altea ..................................................................................................................8 4.1 Service Broker ................................................................................................................................ 8 4.2 Solution Developer ........................................................................................................................ 8 4.3 Consultant ..................................................................................................................................... 8 4.4 I «perché» della nostra proposta .................................................................................................. 9 5 l’iT e’ pronto per il cloud ?.............................................................................................................9 6 Piano d’azione (cioè, Cosa fare prossimamente) ...........................................................................9 7 Il parere di un analista internazionale – Gartner ......................................................................... 10 7.1 Cloud Computing: You Get What You Pay For............................................................................. 10 7.2 Gartner’s Global IT Council .......................................................................................................... 10 7.2.1 What are the Rights and Responsibilities of Cloud Service Consumers? ............................. 10 7.2.2 Gartner’s Italian IT Council for Cloud Services ..................................................................... 11 8 About Altea ................................................................................................................................. 12 8.1 Highlights ..................................................................................................................................... 12 1 In copertina Word Cloud del testo del documento (by www.wordle.net) Pagina 2 di 12SPAZIO PER LE FIRME Documento rilasciato ad esclusivo USO INTERNO – INTERNAL USE ONLY Questo documento non deve essere riprodotto, né reso disponibile a terzi o alterato in ogni modo This document must not be reproduced, made available to third persons, or misused in any other way
  • 3. White Paper CLOUD: Come, Dove, Quando e Perché Altea S.p.A. 1 INTRODUZIONE Allo scopo di ottenere concreti vantaggi competitivi, le aziende sono costantemente alla ricerca di modalità nuove ed innovative volte a ridurre i costi, massimizzando al contempo il valore. Le aziende hanno la consapevolezza della necessità di tendere allo sviluppo, ma allo stesso tempo sono sotto pressione per ridurre costi e semplificare processi ed organizzazioni. Questa duplice esigenza ha indotto la consapevolezza che idee, strategie e nuovi metodi di lavoro possano produrre risultati migliori rispetto alle formule collaudate da tempo o quantomeno più confacenti alla propria realtà imprenditoriale. E’ in questa crescente ricerca di tecnologie e soluzioni innovative che il Cloud computing ha trovato crescente e veloce di fusione nel settore IT, quantomeno a livello di comunicazione se non (ancora) di diffusa applicazione. Il boom del cloud computing nel corso degli ultimi anni ha portato ad una situazione che è comune a molte innovazioni e nuove tecnologie: se ne parla molto, ma in realtà la corretta comprensione del fenomeno non è così diffusa e, soprattutto, non è così evidente come questo possa rappresentare un potenziale e concreto beneficio per la singola azienda. Pertanto, prima di decidere il salto verso il cloud, per l’azienda è importante capire cosa si intenda per Cloud Computing e come, dove, quando e perché sia possibile o conveniente introdurlo nella propria azienda. 1.1 Come L’approccio al Cloud deve essere legato alla definizione dell’assetto organizzativo, della dotazione tecnologica e del livello di sicurezza sui dati. L’adozione di soluzioni Cloud deve essere preceduta da un’analisi del Sistema IT aziendale e dalla definizione di una strategia evolutiva coerente con le scelte fatte. L’analisi dei sistemi IT deve considerare:  La visione strategica  La loro Governance  I livelli di Security e Compliance da assicurare  L’autonomia richiesta nell’ Application Development  Infrastrutture IT e livello di servizio al Business. 1.2 Dove Per le PMI italiane, il Cloud rimane ancora in una fase embrionale, anche se è evidente l’interesse verso soluzioni Cloud a supporto di attività amministrative e contabili, di gestione del personale e delle trasferte. Le aziende italiane hanno adottato il Cloud, principalmente, nei seguenti ambiti: Risorse Umane, portali aziendali, posta elettronica, Unified Communication & Collaboration, Conservazione Sostitutiva, CRM, sistemi di produttività individuale, scambio documentale, eCommerce, Business Intelligence, Sales Force Automation. 1.3 Quando Il Cloud è la risposta quando si vuole semplificare la struttura IT, adottando soluzioni flessibili, scalabili e che consentano una facile condivisione delle risorse. Il Cloud come priorità tecnologica dei CIO italiani è dimostrato dalla percentuale di aziende mediograndi che hanno già adottato soluzioni Cloud:  Il 63% dichiara di aver adottato almeno un servizio SaaS  Il 49% dichiara di aver implementato soluzioni IaaS  Il 24% dichiara di aver scelto un modello PaaS Pagina 3 di 12SPAZIO PER LE FIRME Documento rilasciato ad esclusivo USO INTERNO – INTERNAL USE ONLY Questo documento non deve essere riprodotto, né reso disponibile a terzi o alterato in ogni modo This document must not be reproduced, made available to third persons, or misused in any other way
  • 4. White Paper CLOUD: Come, Dove, Quando e Perché Altea S.p.A. 1.4 Perché Il Cloud è la fida che non bisogna perdere e consente di ottenere notevoli vantaggi in termini di:  Rapidità di adozione e facilità di accesso alle nuove tecnologie  Miglior controllo dei costi (TCO) e dei livelli di servizio (SLA)  Pay per use (ICT come “commodity”)  Costante aggiornamento tecnologico  Flessibilità (modello “pubblico”, “privato” o “ibrido”)  Accesso in mobilità come in azienda (“anytime & anywhere”) Per le PMI il Cloud rappresenta la possibilità di ridurre il “gap tecnologico” rendendo possibile l’accesso a soluzioni altrimenti difficilmente – o addirittura non - implementabili. 2 COSÈ IL CLOUD ? Secondo il National Institute of Standards and Technology (NIST): “Il cloud computing è un modello per consentire un accesso alla rete comodo e su richiesta a un pool condiviso di risorse di elaborazione configurabili (ad esempio, reti, server, risorse di archiviazione, applicazioni e servizi) di cui può essere effettuato rapidamente il provisioning e il rilascio con un impegno a livello di gestione o interazione con il fornitore del servizio minimi ". Allinterno di questa definizione, NIST stabilisce  5 Caratteristiche principali  3 Modelli di servizio  4 Modelli di distribuzione Fonte Osservatorio Cloud & ICT as a Service, School of Management, Politecnico di Milano, Maggio 2011 Definizione classica del Cloud Pagina 4 di 12SPAZIO PER LE FIRME Documento rilasciato ad esclusivo USO INTERNO – INTERNAL USE ONLY Questo documento non deve essere riprodotto, né reso disponibile a terzi o alterato in ogni modo This document must not be reproduced, made available to third persons, or misused in any other way
  • 5. White Paper CLOUD: Come, Dove, Quando e Perché Altea S.p.A. 2.1 LE 5 CARATTERISTICHE DEL CLOUD Self Service On-demand: L’utilizzatore del servizio può richiedere ed utilizzare le risorse di calcolo e di storage secondo le sue necessità ed è in grado di aggiungere al proprio Cloud queste risorse da solo (self service), senza l’intervento umano del fornitore di servizi (Cloud Provider). Accesso alla rete: Le capacità fornite dal servizio sono disponibili sulla rete e disponibili attraverso meccanismi standard che permettono l’utilizzo ad applicazioni eseguite su piattaforme eterogenee . La rete, intesa come infrastruttura di comunicazione, è una componente essenziale perché garantisce l’accesso alle risorse remote conservate nel Cloud Condivisione delle risorse: Le risorse del fornitore di servizio sono raggruppate allo scopo di servire gli utilizzatori attraverso un modello di erogazione multi-tenant. Le risorse fisiche e virtuali sono assegnate dinamicamente secondo le reali esigenze degli utilizzatori. Questi ultimi hanno visibilità “astratta” dell’effettiva posizione _sica delle risorse utilizzate. Elasticità: le risorse sono fornite in modo veloce ed elastico: l’utilizzatore può quindi riconfigurare le risorse a propria disposizione in base alle sue reali esigenze. L’utilizzatore, potendo acquistare l’uso di risorse in qualsiasi quantità ed in qualunque momento, ha la percezione di una disponibilità potenzialmente infinita. Servizio misurabile: Misurazione dei servizi in “pay-per-use”. L’utilizzo delle risorse può essere monitorato e controllato in modo trasparente per il fornitore di servizio e l’utilizzatore. 2.2 I 3 MODELLI DI SERVIZIO Fonte Osservatorio Cloud & ICT as a Service, School of Management, Politecnico di Milano, Maggio 2011 Cloud- I livelli di servizio SaaS – secondo questo modello l’utente ha la possibilità di utilizzare applicazioni (software) implementate sull’infrastruttura del fornitore di servizi che è responsabile dell’assemblaggio di tutte le risorse, hardware e software. È la modalità più comune e facilmente accessibile di Cloud Computing in quanto le applicazioni possono essere utilizzate direttamente nel browser, senza che l’utente installi nulla sul proprio PC. Pagina 5 di 12SPAZIO PER LE FIRME Documento rilasciato ad esclusivo USO INTERNO – INTERNAL USE ONLY Questo documento non deve essere riprodotto, né reso disponibile a terzi o alterato in ogni modo This document must not be reproduced, made available to third persons, or misused in any other way
  • 6. White Paper CLOUD: Come, Dove, Quando e Perché Altea S.p.A. PaaS – l’utente ha a propria disposizione una completa piattaforma di sviluppo (sistema operativo, database, servizi ecc.) su cui creare applicazioni o servizi propri da distribuire poi attraverso Internet. Questo modello di Cloud Computing è quindi destinato allo sviluppo di applicazioni, da distribuire nella infrastruttura cloud. L’utente ha il controllo sulle applicazioni distribuite e sulle configurazioni d’ambiente. IaaS – in questo caso, ad essere “in the cloud” non sono solo i software, ma anche l’hardware, che viene utilizzato in remoto dagli utenti. Le risorse hardware sono assegnate dal fornitore di servizi su richiesta dell’utente nel momento in cui quest’ultimo ne ha la necessità, non sono quindi assegnate a prescindere dal loro utilizzo effettivo. 2.3 I 4 MODELLI DI DISTRIBUZIONE Pubblico – Il cloud pubblico rappresenta un insieme condiviso di risorse per molte organizzazioni con un pool di risorse di elaborazione condivise definite dalla relazione con il cliente. E’ caratterizzato da un ambiente multi-tenant in cui le risorse condivise vengono assegnate e riassegnate in modo dinamico sulla base delle richieste dei vari utenti. Privato – Un "cloud privato" è un cloud (o ambiente di elaborazione virtualizzato) in esecuzione in un data center allinterno della propria infrastruttura o di quello di un fornitore di servizi dedicato alla propria organizzazione. Comunitario – l’infrastruttura Cloud è condivisa da molte organizzazioni, che hanno in comune alcuni interessi, per esempio la missione, i requisiti di sicurezza, le policy, le considerazioni sulla conformità. Essa può essere gestita dalle stesse organizzazioni o da soggetti terzi, e può esistere in forma “on premise” o “off premise”. Ibrido – in questo caso l’infrastruttura Cloud è composta da due o più modelli di distribuzione (public, private, community), che rimangono sì entità uniche, ma sono integrate da tecnologie standard o proprietarie che consentono di effettuare la portabilità dei dati e delle applicazioni. Fonte Osservatorio Cloud & ICT as a Service, School of Management, Politecnico di Milano, Maggio 2011 I modelli di erogazione del Cloud Pagina 6 di 12SPAZIO PER LE FIRME Documento rilasciato ad esclusivo USO INTERNO – INTERNAL USE ONLY Questo documento non deve essere riprodotto, né reso disponibile a terzi o alterato in ogni modo This document must not be reproduced, made available to third persons, or misused in any other way
  • 7. White Paper CLOUD: Come, Dove, Quando e Perché Altea S.p.A. 3 CLOUD : COSA CAMBIA RISPETTO ALLA VISRTUALIZZAZIONE AVANZATA Sono tre le caratteristiche essenziali che concorrono a definire la differenza tra una offerta di cloud computing rispetto a quelle di virtualizzazione avanzata, sia dal punto di vista tecnologico che da quello strategico:  Le risorse possono essere riconfigurate in modo semplice e veloce, senza richiedere interventi “diretti” dal lato del fornitore di servizi.  Le caratteristiche del servizio possono essere modificate e scalate verso l’alto e verso il basso in modo elastico (dove per elastico si può intendere anche la possibilità di una variazione “continua”, es. di ora in ora).  La possibilità di pagare sulla base dell’effettivo utilizzo delle risorse. 3.1 L’OFFERTA DEL “MERCATO CLOUD” Il Cloud è un fenomeno che oggi sta avendo un forte impatto su tutto il mercato ICT, andando a ridefinire le modalità con le quali si creano, erogano e fruiscono i servizi informatici. Soprattutto il mercato dell’offerta sta cavalcando questo nuovo paradigma per poter essere maggiormente incisivo nei confronti dei propri clienti, creando una value proposition valida e attrattiva non solo per le Direzioni ICT, ma anche per le Line of Business (LoB) spesso, promotrici e sponsor delle iniziative cloud. All’interno di questo fenomeno si possono leggere due linee di approccio al Cloud.  Un modello architetturale che punta su innovazione e sull’efficienza;  Una proposizione commerciale, che fa leva sulla flessibilità e sull’efficacia nei confronti del Business. Abbattimento dei costi di investimento iniziali, tempi di attivazione estremamente rapidi, nessuna necessità di dotarsi di costose attrezzature o competenze specialistiche: sono queste le leve che rendono così attraente il Cloud computing per le aziende clienti. L’”Osservatorio Cloud & ICT as a Service” della School of Management del Politecnico di Milano - di cui Altea è sponsor ufficiale – nel recente convegno “Cloud & ICT as a Service : fuori dalla nuvola” ha presentato in anteprima i risultati della ricerca e delle attività di analisi. Dalla ricerca emerge come oggi gli attori del mercato ICT stiano ridefinendo in maniera sostanziale, grazie alla spinta del cloud, il proprio ruolo e la propria strategia. L’Osservatorio ha analizzato i fenomeni in atto nel mercato, identificato quali tipologie di attori sono presenti e quali sono le dinamiche dell’offerta. Emergono cinque ruoli chiave che oggi gli attori del mercato ICT stanno ricoprendo sul mercato.  Service Provider: Rendono disponibili, via internet, i propri servizi all’utente finale in modalità “pay-per-use”.  Component Developer: Sviluppano i componenti di base (HW, SW, TLC) necessari ad abilitare il Cloud. La proposta commerciale può essere indirizzata alle aziende, per sviluppare “cloud interni”, piuttosto che ai Service Provider.  Service Broker: “Compositori” di servizi. Aggregano e rivendono servizi di diversi Service Provider.  Solution Developer: Aggregano e rivendono servizi di diversi Service Provider. Rappresentati, in genere, dai tradizionali System Integrator, realizzano soluzioni per l’utente finale meno generalizzate e più aderenti alle esigenze di ogni singola aziende.  Consultant: Capacità di supportare l’azienda nelle sue decisioni e di accompagnarla nel percorso verso il Cloud. Pagina 7 di 12SPAZIO PER LE FIRME Documento rilasciato ad esclusivo USO INTERNO – INTERNAL USE ONLY Questo documento non deve essere riprodotto, né reso disponibile a terzi o alterato in ogni modo This document must not be reproduced, made available to third persons, or misused in any other way
  • 8. White Paper CLOUD: Come, Dove, Quando e Perché Altea S.p.A. 4 L’OFFERTA CLOUD DI ALTEA Altea, conforme alle tipologie indicate nell’analisi dell’Osservatorio, identifica la propria offerta Cloud nelle tipologie “Service Broker”, “Solution Developer”, e “Consultant”. 4.1 Service Broker Altea, anche grazie ad accordi diretti con Service Provider nazionali ed internazionali, può offrire ai propri clienti soluzioni cloud che coprono la totalità dei modelli di servizio e distribuzione. Altea completa, ed arricchisce, questa tipologia d’offerta affiancando alle soluzioni proposte dai Service Provider il proprio supporto nella identificazione e definizione della soluzione e nell’attivazione, qualora richiesto, di un servizio di presa in carico dei rapporti tra cliente e provider con l’attivazione di un Service Desk in caso di scadimento e/o interruzioni del servizio (con eventuali escalation e azioni correttive). 4.2 Solution Developer Con il progressivo utilizzo del cloud, le aziende devono confrontarsi giornalmente con il problema della sua integrazione con i software ed i sistemi presenti in azienda. Contestualmente all’IT viene richiesto di assicurare la governance degli ambienti in cloud e il relativo utilizzo nel rispetto delle policy aziendali . Altea supporta i propri clienti nel gestire, in modo adeguato, le complessità allinterno e tra tali ambienti ibridi, sviluppando eventualmente componenti e servizi ad-hoc, assicurando così un uso aziendale efficace del software-as-a-service (SaaS). 4.3 Consultant La scelta del giusto modello di cloud (di “Distribuzione”: Pubblico, Privato, Ibrido e di “Servizio”: IaaS, PaaS, SaaS) per uno specifico modello di business richiede approfonditi ragionamenti in termini di sicurezza e organizzazione del processo di implementazione. Altea supporta i propri clienti durante l’intero processo a partire dalla pianificazione, progettazione, individuazione delle soluzioni e dei provider, attivazione ed erogazione dei servizi. Rielaborazione Altea da fonte Osservatorio Cloud & ICT as a Service, School of Management, Politecnico di Milano, Maggio 2011 L’offerta Cloud e Altea Pagina 8 di 12SPAZIO PER LE FIRME Documento rilasciato ad esclusivo USO INTERNO – INTERNAL USE ONLY Questo documento non deve essere riprodotto, né reso disponibile a terzi o alterato in ogni modo This document must not be reproduced, made available to third persons, or misused in any other way
  • 9. White Paper CLOUD: Come, Dove, Quando e Perché Altea S.p.A. 4.4 I «perché» della nostra proposta In Altea siamo convinti che il Cloud è la sfida che non bisogna perdere e consente di ottenere notevoli vantaggi in termini di:  Rapidità di adozione e facilità di accesso alle nuove tecnologie  Miglior controllo dei costi (TCO) e dei livelli di servizio (SLA)  Pay per use (ICT come “commodity”)  Costante aggiornamento tecnologico  Flessibilità (modello “pubblico”, “privato” o “ibrido”)  Accesso in mobilità come in azienda (“anytime & anywhere”) Per le PMI il Cloud rappresenta la possibilità di ridurre il “gap tecnologico” rendendo possibile l’accesso a soluzioni altrimenti difficilmente – o addirittura non - implementabili. 5 L’IT E’ PRONTO PER IL CLOUD ? L’”Osservatorio Cloud & ICT as a Service” della School of Management del Politecnico di Milano ha individuato gli aspetti più significativi in relazione alla capacità dell’IT aziendale di governare e gestire le iniziative Cloud in modo efficace ed efficente. Vendor Scouting & Management: Cambiano i fornitori e l’offerta è sempre più dinamica, occorre cambiare le modalità di ricerca e valutazione dei fornitori. Contract Management: Il cloud richiede modelli nuovi e diversi di gestione dei contratti e dei processi stessi di sourcing. Risk Management: Con il cloud occorre ripensare i criteri con cui un azienda identifica, analizza, quantifica e monitora i rischi e le minacce legati alla disponibilità delle risorse ICT. Enterprise Architecture: A fronte della potenziale dinamicità e componibilità del Sistema Informativo, per non perdere controllo e affidabilità occorre sviluppare e far evolvere nel tempo un disegno architetturale. Resource Management: Per sfruttare flessibilità ed elasticità che il cloud consente occorre conoscere, monitorare e prevedere le esigenze di utilizzo di risorse ICT. Demand Management: La Direzione ICT per creare valore deve diventare proattiva: ciò richiede di ripensare il processo di ricezione e stimolo della domanda ICT proveniente dalle line. Change Management: Con il clou il Sistema Informativo diventa potenzialmente privo di inerzie nel seguire e nello stimolare il cambiamento dei processi. 6 PIANO D’AZIONE (CIOÈ, COSA FARE PROSSIMAMENTE) CIOs, IT operations and sourcing management dovrebbero …  Nell’immediato ▪ Sperimentare l’utilizzo delle soluzioni cloud (e “scoprire” dove, se, questo è già utilizzato in azienda).  Nel breve ▪ Utilizzare la “virtualizzazione” come catalizzatore per guidare la modernizzazione IT (tecnologia, processi, persone). ▪ Fare l’inventario dei servizi cloud esistenti. ▪ Individuare nuove opportunità emergenti in seguito all’offerta di cloud computing e di servizi industrializzati.  Nel medio termine ▪ Sviluppare una strategia complessiva di sourcing “cloud-enabled”, creare una task-force pluridisciplinare per creare consenso sullutilizzo dei servizi cloud. ▪ Aggiornare / potenziare le vostre abilità di sourcing. Pagina 9 di 12SPAZIO PER LE FIRME Documento rilasciato ad esclusivo USO INTERNO – INTERNAL USE ONLY Questo documento non deve essere riprodotto, né reso disponibile a terzi o alterato in ogni modo This document must not be reproduced, made available to third persons, or misused in any other way
  • 10. White Paper CLOUD: Come, Dove, Quando e Perché Altea S.p.A. 7 IL PARERE DI UN ANALISTA INTERNAZIONALE – GARTNER 7.1 Cloud Computing: You Get What You Pay For 7.2 Gartner’s Global IT Council 2 IT Council outcomes represent a broad collection of views (industries, geographies, IT Organization model). 7.2.1 What are the Rights and Responsibilities of Cloud Service Consumers? 1. The right to retain ownership, use and control of ones own data. 2. The right to service-level agreements that address liabilities, remediation and business outcomes. 3. The right to notification and choice about changes that affect the service consumers business processes. 4. The right to understand the technical limitations or requirements of the service up front. 5. The right to understand the legal requirements of jurisdictions in which the provider operates. 6. The right to know what security processes the provider follows. 7. The responsibility to understand and adhere to software license requirements. 2 Council reports freely downloaded and distributed from: http://gartner.com/technology/research/reports/global-it-council.jsp. Pagina 10 di 12SPAZIO PER LE FIRME Documento rilasciato ad esclusivo USO INTERNO – INTERNAL USE ONLY Questo documento non deve essere riprodotto, né reso disponibile a terzi o alterato in ogni modo This document must not be reproduced, made available to third persons, or misused in any other way
  • 11. White Paper CLOUD: Come, Dove, Quando e Perché Altea S.p.A. 7.2.2 Gartner’s Italian IT Council for Cloud Services  Based on Gartner Global Council principles and guidelines  Activities and specific drill down based on specific Italian CIOs issues and expectations  Driven by the Italian Analysts Community  Members are Italian CIOs from Public and Private sectors  Council Kick off meeting on Jan 2011 IT Council Survey: Key Findings  Still lack of clarity regarding cloud computing definition….  Most of Italian CIOs are at the evaluation stage: Private Cloud is the first step  Key drivers for cloud adoption are cost efficiency, agility and speed  Security and data privacy are the top concerns.  Providers adoption criteria’s: specific skills and ability to meet technical and business needs  Cloud will drive increase in staff productivity, IT processes’ automation and increase IT focus on business outcomes. Cloud Budget Allocation  Overall, Italian CIOs expect to increase the spending on cloud computing  50% of the organizations surveyed expect to spend 1% to 5% of their annual IT budget in 2011 and double it in the following years Pagina 11 di 12SPAZIO PER LE FIRME Documento rilasciato ad esclusivo USO INTERNO – INTERNAL USE ONLY Questo documento non deve essere riprodotto, né reso disponibile a terzi o alterato in ogni modo This document must not be reproduced, made available to third persons, or misused in any other way
  • 12. White Paper CLOUD: Come, Dove, Quando e Perché Altea S.p.A. 8 ABOUT ALTEA Altea è Consulenza aziendale, System Integration e non solo. Altea è ormai stabilmente posizionata tra le più significative realtà nazionali nelle classifiche delle società ICT grazie ai risultati conseguiti in oltre 18 anni di attività ed al riconoscimento espresso nel tempo dai propri Clienti. L’innovazione è il motore che muove Altea e che la lega al mondo della Ricerca. In questo quadro di rapporti di collaborazione di lungo termine si inserisce la recente sponsorizzazione all’Osservatorio Cloud & ICT as a Service. L’osservatorio ha recentemente pubblicato una ricerca finalizzata a comprendere l’impatto del Cloud sulle organizzazioni, identificando gli elementi di innovazione per le aziende e le tipologie di approccio al Cloud dei diversi fornitori. In questo contesto Altea si qualifica come Service Broker, Solution Developer e Consultant, potendo contare su competenze eterogenee, che comprendono la capacità di affiancare le aziende nell’adozione di servizi architetturali e applicazioni software in the Cloud. 8.1 Highlights  Fondata nel 1993  Oltre 200 dipendenti e collaboratori  Focalizzazione su Tecnologie e Processi  Crescita costante e Partnership consolidate a livello internazionale  Da oltre 4 anni presente nel Top 100 Italia Software e Servizi. Dal 2005 presente nella classifica Europe’s 500 Enterpreneurs for Growth, tra le aziende a maggior sviluppo innovativo e occupazionale. Contacts: AlteaCommunication@alteanet.it Web. www.alteanet.it Sede principale: Strada Cavalli 42, 28831 Feriolo di Baveno (VB) Altre sedi: Torino, Milano, Bologna, Ancona T. + 39 0323 280811 M. +39 333 6087759 Pagina 12 di 12SPAZIO PER LE FIRME Documento rilasciato ad esclusivo USO INTERNO – INTERNAL USE ONLY Questo documento non deve essere riprodotto, né reso disponibile a terzi o alterato in ogni modo This document must not be reproduced, made available to third persons, or misused in any other way