• Save
Mobile altea approach-4-slideshare
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Mobile altea approach-4-slideshare

on

  • 951 views

L'approccio Altea all'introduzione del Mobile in Azienda....

L'approccio Altea all'introduzione del Mobile in Azienda.
- Contesto di mercato: trend tecnologici
- Canali di erogazione dei servizi
- Scenario architetturale
- Approccio Altea
- Scenari di Adozione ed evoluzione
- Mobile Platform (perché ?)

Statistics

Views

Total Views
951
Views on SlideShare
760
Embed Views
191

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

8 Embeds 191

http://www.alteanet.it 168
http://intra03.nautes.eu 11
http://10.10.30.22 5
http://192.168.0.8 2
https://www.linkedin.com 2
http://pinterest.com 1
http://localhost 1
http://www.linkedin.com 1
More...

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial LicenseCC Attribution-NonCommercial License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Mobile altea approach-4-slideshare Presentation Transcript

  • 1. Beyond the Media Tablet in Business L’approccio al Mobile di Altea S.p.A. Giovanni Rota| CTO| Chief Technology Officer www.alteanet.it | altea@alteanet.it | grota@alteanet.it
  • 2. Indice•1 Contesto di mercato: trend tecnologici•2 Canali di erogazione dei servizi•3 Scenario architetturale•4 Approccio Altea•5 Scenari di Adozione ed evoluzione•6 Mobile Platform (perché ?)
  • 3. Contesto di mercato Consumer Trends leads Enterprise initiative Sono «in corso» (almeno) cinque grandi cambiamenti "generazionali" nel panorama informatico. Cambiamenti che stanno avvenendo contemporaneamente: • Le nuove modalità di User Experience assicurate dai nuovi device richiedono di ripensare le «intefacce utente» (Touch, MobileDev), • Le piattaforme di delivery dei sistemi IT si stanno spostando (Mobility, Cloud, Social), • I canali di collaborazione e di comunicazione sono stati «reinventati» ( web, mobile , social), • Linnovazione tecnologica è guidata dal mondo dei consumatori (Apps & Apps Store), • I dati «esplodono» non solo grazie al proliferare delle applicazioni ma anche di device e sensori (BIG Data). I lavoratori chiedono molte di queste innovazioni si aspettano che le loro organizzazioni offrano qualcosa di simile nella capacità a ciò che possono ottenere quasi gratis (o addirittura gratis) sui propri dispositivi personali. Da www.zdnet.com – elaborazione Altea.1
  • 4. Contesto di mercato: trend tecnologici Consumer Mobile Trends Ogni mese circa 7 - 8 milioni gli italiani navigano da smartphones, una quota pari a circa un quarto degli utenti internet da pc. I dispositivi più utilizzati per la navigazione sono principalmente iPhone e iPad che, per traffico dati, superano il 40% della navigazione totale attraverso dispositivi mobile. iOS leader anche nei sistemi operativi I dati di attivazione del 2011 confermano la leadership del sistema operativo Apple, con una crescita rilevante della vendita di tablet iPad, che si attesta a diventare leader indiscusso nel mercato della categoria, con trend positivo anche nei prossimi anni. Fonti: ABI Research, Key4biz, Forrester Research, Gartner Reports, Sparkpr.1
  • 5. Contesto di mercato: trend tecnologici Consumer Mobile Trends Mobile App: oltre 8 miliardi di applicazioni scaricate nel 2010. Apple leader di mercato. Download applicazioni Applicazioni disponibili negli store Apple Apple 5,6 miliardi apps scaricate nel 2010 350 mila apps Superati i 10 miliardi dall’apertura dell’app store. in 90 Paesi Android Market 1,9 miliardi 130 mila apps in 48 paesi Apps scaricate complessivamente negli store Android, RIM e OVI. Fonti: ABI Research, Key4biz, Forrester Research, Gartner Reports, Sparkpr.1
  • 6. Contesto di mercato: trend tecnologici Enterprise Mobility nell’era della “post-consumerizazzione” Nel 2014 il 90% delle organizzazioni supporterà su device “personali” (smartphone e tablet) le applicazioni corporate. Nelle organizzazioni si assiste ad un fenomeno allargato di “post- consumerizzazione” con conseguenze sulle applicazioni enterprise: gli utenti richiedono sempre più alla propria azienda di utilizzare le stesse device che utilizzano frequentemente nella vita personale, con le medesime funzionalità. Fonti: ABI Research, Key4biz, Forrester Research, Gartner Reports, Sparkpr.1
  • 7. Contesto di mercato: trend tecnologici Enterprise Mobility nell’era della “post-consumerizazzione” La prima forma di consumerizzazione è stato il trasferimento delle e- mail su smartphone: settore in cui hanno predominato per molti anni le device Blackberry. Oggi siamo ormai alla soglia dei 300 milioni di individui che utilizzano le mobile e-mail e si fanno strada nuove applicazioni enterprise su mobile (smartphones e tablets) che i lavoratori richiedono con forza, trasversalmente nei vari settori lavorativi. “Smartphones and laptops dominate shipments in mature markets. Many new device types such as tablets and e-book readers will emerge: most mobile knowledge workers will require both a PC or tablet and a smartphone through 2014.” Fonti: ABI Research, Key4biz, Forrester Research, Gartner Reports, Sparkpr.1
  • 8. Contesto di mercato: trend tecnologici Enterprise Mobility nell’era della “post-consumerizazzione” Punti di forza e debolezza dei tablets in azienda Fonti: «Bring Your Own Mobility», M. Basso, Gartner.1
  • 9. Contesto di mercato: trend tecnologici Enterprise Mobility nell’era della “post-consumerizazzione” Consumerizzazione delle applicazioni enterprise: vantaggi e svantaggi Fonti: «Bring Your Own Mobility», M. Basso, Gartner.1
  • 10. Indice•1 Contesto di mercato: trend tecnologici•2 Canali di erogazione dei servizi•3 Scenario architetturale•4 Approccio Altea•5 Scenari di Adozione ed evoluzione•6 Mobile Platform (perché ?)
  • 11. Canali di erogazione dei servizi Quale strada(e) scegliere ? Web Mobile Web Mobile App Enterprise & Consumer2
  • 12. Canali di erogazione dei servizi WEB Rendere un servizio fruibile su web è la condizione minima che permette una rapida comunicazione dei dati e delle comunicazione. Implementazione tecnologica Basso impatto tecnologico e progettuale Nei casi in cui i servizi, in toto od in parte, sono già supportati su web, la progettazione di nuovi servizi da erogare su tale canale non comporta oneri maggiori, né tecnici, né progettuali. Caratteristiche distintive Utilizzo da postazione statica Se l’applicazione web non tiene conto delle specifiche tecniche ed ergonomiche tali da renderla fruibile su mobile, l’applicazione ha il limite di poter essere fruita solo da postazione fissa di lavoro. Inserimento campi «off-sale» L’utilizzo da postazione fissa obbliga il personale di vendita ad inserire le informazioni solo al termine del contatto con i clienti: alcune tipologie di campi a rapido inserimento potrebbero invece essere compilati su device mobile contestualmente all’azione di vendita. In entrambi i casi l’applicazione non può diventare uno strumento di brand awareness, da utilizzare verso il cliente finale.2
  • 13. Canali di erogazione dei servizi Mobile Web Per «mobile web» si intende un’applicazione erogata su web ma ottimizzata dal punto di vista tecnologico e funzionale per essere utilizzata su mobile. Implementazione tecnologica Discreto impatto tecnologico, alto impatto progettuale L’ottimizzazione tecnologica di un’interfaccia per il mobile prevede la sostituzione di ogni elemento non supportabile dalle device più utilizzate: come, ad esempio, la sostituzione degli elementi in Flash, Silverlight, o alcuni formati video. L’ottimizzazione funzionale è molto più complessa e prevede una completa riprogettazione delle interfacce e della modalità di esposizione dei contenuti. Le funzionalità sono dunque «parcellizzate» in più interfacce, rendendo il percorso di navigazione una sorta di «wizard» sempre costituito di piccoli step consequenziali. Caratteristiche distintive Strumento di brand awareness (ad es. per utilizzo «in-store») La possibilità di utilizzare device mobili all’interno di negozi permette di avere a disposizione un ulteriore strumento di promozione in-store. Lo strumento può essere utilizzato dallo store manager per mostrare ai clienti prodotti, sfilate, schede colore, oppure può essere utilizzato direttamente dal cliente, ipotizzando delle postazioni di navigazione su iPad a disposizione dei clienti.2
  • 14. Canali di erogazione dei servizi Mobile App Le mobile apps sono rese disponibili agli utenti negli «application store» delle diverse piattaforme mobili: vengono scaricate dall’utente e installate su smartphones o su tablet. Implementazione tecnologica Alto impatto tecnologico L’implementazione tecnologica è la più rilevante dei 3 canali poiché non si tratta di una «ottimizzazione» ma dello sviluppo di un nuovo applicativo. Mobile App Enterprise & Customer Caratteristiche I punti di forza delle Mobile Apps, siano essere rivolte all’enterprise o all’utente finale, sono riscontrabili in:  rapidità di consultazione per l’utente, grazie all’immediata ricercabilità dell’applicazione,  possibilità di erogare content di alto livello, nei formati ideati per la risoluzione di una specifica device,  perfetta integrazione con le funzionalità native della device: fotocamera, videocamera, sensori, geolocalizzazione (per gli utenti finali che necessitino di indicazioni per raggiungere gli stores)…  rapidità di updating e di interfacciamento.  Brand awareness: per la possibilità di essere utilizzato per azioni in-store, oppure essere reso disponibile su App store e quindi scaricabile dagli utenti finali.2
  • 15. Indice•1 Contesto di mercato: trend tecnologici•2 Canali di erogazione dei servizi•3 Scenario architetturale•4 Approccio Altea•5 Scenari di Adozione ed evoluzione•6 Mobile Platform (perché ?)
  • 16. Scenario architetturale WEB Apps HTML Application Server (WEB APP – WEB SERVICES) Business Systems DATA3
  • 17. Scenario architetturale Disconnetted Apps (Mobile Apps) • UI • Business Logic • (Local) Data Store • Connection management • Data security (on device and OTA) • Version control «Mobile Platform» • • «Data layer» for offline use Data synchronization (SOAP/REST SERVER) • ERP, database, business app integration • Logging & reporting • Messaging (WorkFlow) • LifeCycle Apps  (MDM) Business Systems DATA3
  • 18. Scenario architetturale Disconnetted Apps - Common mobile application architecture Mobile Client • Communication & Presentation Layer • Configuration Connettivity Business Layers • Security Data Layer Local Data and Cache Mobile Support Infrastructure (Unwired Platform) Data Source Services Business Systems DATA3
  • 19. Scenario architetturale Disconnetted Apps - Mobile application implementation Mobile APP Widget (>HTML5 APP) • Communication & • Communication & Java HTML5 interface authoring Objective • Configuration • Configuration (dalvik) Connettivity Connettivity C API for API for Local persistence via iOS • Security • Security Android HTML5 API Local storage/local access via Local folder / sql lite widget container API Mobile Support Infrastructure (Unwired Platform) Application Server Data Source Services (WEB APP – WEB SERVICES) Business Systems DATA Business Systems DATA3
  • 20. Scenario architetturale Esempi di «Integrazione» Apps <> WebApps Richiamo Mob.Apps (es. Catalogo) via «nxa://link/…» «Magazine» «Ritorno/Richiamo» Web-Apps (anche con eventuali «dati aggiuntivi»)3
  • 21. Indice•1 Contesto di mercato: trend tecnologici•2 Canali di erogazione dei servizi•3 Scenario architetturale•4 Approccio Altea•5 Scenari di Adozione ed evoluzione•6 Mobile Platform (perché ?)
  • 22. Approccio Altea Le «componenti» Altea mette, quindi, a disposizione dei propri clienti nella fase «progettuale» Vision : Capacità di «raccontare» la proposta Process Intimacy : Capacità di «applicare il tema» ai processi di business4
  • 23. Approccio Altea Le «componenti» nella fase «realizzativa» Vision : Capacità di «raccontare» la proposta Process Intimacy: Capacità di «applicare il tema» ai processi di business Methodology: Capacità di approccio metodologico al «tema» Technology : Capacità di implementare la soluzione4
  • 24. Methodology Quattro fasi per la mobility in azienda Strategy Infrastucture Development Lifecycle Sviluppare una road map Definire e predisporre Sviluppo applicazioni (e Assicurare il supporto al “sostenibile” l’ambiente “adeguato” eventuali «Integrazioni») sistema nel tempo4
  • 25. Methodology «Declinazioni della Strategy» Altea basa la propria offerta sulla propria caratteristica di System Integrator, quindi con la conoscenza dei processi aziendali e la competenza dei sistemi "core" aziendali (ERP, ma non solo). A queste competenze interne affianca partner "tecnologici" in grado di sviluppare servizi e applicazioni sui nuovi device e partner "consulenziali" capaci di affrontare le tematiche relative a Grafica&Comunicazione / User-Experience / User-Interface Evolute. Con queste competenze "a 360°" Altea può proporre al mercato due approcci diversi al tema del mobile: 1. Top-Down: approccio «strategico» che parte dallanalisi strategica aziendale, individua i processi core, identifica le funzioni in cui lintroduzione dei device mobili possono rappresentare un valore aggiunto, disegna i servizi appropriati (nuovi o da migliorare), definisce un possibile PdL e relativo budget, implementa e rilascia le nuove componenti. 2. Bottom-Up: approccio «tattico» che prevede l’implementazione di una soluzione specifica, ne accompagna levoluzione con lintroduzione di nuovi servizi a copertura di nuove esigenze, identifica nuovi ambiti e nuove applicazioni per coprire ulteriori processi aziendali.4
  • 26. Methodology Strategy - Approccio Top-Down • Scenario del business aziendale • Stato dell’arte • Scenario di riferimento • Action Plan • Valutazione dei servizi esistenti • Architettura complessivo • SWOT Analysis • Benchmark 2. Enumerazione 3. Analisi stato 4. Proposte di 5. Definizione del organica e 1. Analisi scenario attuale miglioramento piano strategico categorizzazione (AS IS) (TO BE) dei servizi • Descrizione delle modifiche ai servizi esistenti o proposta • Descrizione dei servizi progettuale per i • Clusterizzazione dei servizi nuovi servizi. • Definizione dei canali • Rating previsionale • Action Plan riferito al nuovo servizio.4
  • 27. Methodology Strategy – Approccio Bottom- Up Questo tipo di approccio privilegia la realizzazione, e la messa in esercizio, di singole applicazioni a copertura di specifiche esigenze di business. Specifiche soluzioni vengono individuate, ed implementate, per esaudire le diverse esigenze: gestione del catalogo, raccolta ordini, condivisione di contenuti ed in genere tutte quelle funzioni che possono trarre beneficio dall’impiego in mobilità e dalle interfacce «evolute» rese disponibili dai nuovi device. Le singole applicazioni possono, successivamente, essere estese con l’aggiunta di nuovi servizi e funzionalità, possono essere «integrate» tra loro, possono essere integrate ad una «mobile infrastructure» che ne aumenta la capacità di colloquio e interscambio con le dorsali applicative aziendali. La necessità di «inserire» all’interno delle diverse funzioni aziendali le singole «applicazioni» in modo da assicurare efficacia ed efficienza ai processi operativi, integrazione «funzionale» con i sistemi aziendali esistenti e, nello stesso tempo, ridurre al massimo gli elementi di «lock-in» rappresenta l’elemento di sfida per questo tipo di approccio.4
  • 28. Indice•1 Contesto di mercato: trend tecnologici•2 Canali di erogazione dei servizi•3 Scenario architetturale•4 Approccio Altea•5 Scenari di Adozione ed evoluzione•6 Mobile Platform (perché ?)
  • 29. Scenari di adozione Linee di valutazione Mobile «scelta strategica» Mobile Apps come scelta «strategica» aziendale Monitoraggio & Valutazione "in progress" Coerenza tecnologica/applicativa Mobile «disconnesso» Mobile «integrato» ai dai sistemi gestionali sistemi gestionali (Scambio di Dati) (Servizi e Dati) Mobile App(s) per «specifiche e limitate» esigenze5 Mobile «by opportunity»
  • 30. Scenari di adozione Tipologie di scelta Mobile «scelta strategica» Mobile Apps come scelta «strategica» aziendale Convinta Passiva Apps diffuse ed Apps diffuse ma «non integrate (ancora ?) integrate» nell’infrastruttura IT e Monitoraggio & Valutazione "in progress" coerenti con le Coerenza tecnologica/applicativa «business rules» Mobile «disconnesso» Mobile «integrato» ai dai sistemi gestionali sistemi gestionali (Scambio di Dati) (Servizi e Dati) Conservativa Proattiva (Poche) Apps «specializzate» ma (Poche) Apps integrate «specializzate» e «non nell’infrastruttura IT e integrate» coerenti con le «business rules» Mobile App(s) per «specifiche e limitate» esigenze5 Mobile «by opportunity»
  • 31. Scenari di evoluzione Da «Conservativa» a «Convinta»- Diffusione del Mobile in Azienda Mobile «scelta strategica» Mobile Apps come scelta «strategica» aziendale Convinta Cautelativa Apps diffuse ed Apps diffuse ma «non integrate (ancora ?) integrate» nell’infrastruttura IT e Monitoraggio & Valutazione "in progress" coerenti con le Coerenza tecnologica/applicativa «business rules» Mobile «disconnesso» Mobile «integrato» ai dai sistemi gestionali sistemi gestionali (Scambio di Dati) (Servizi e Dati) Conservativa Proattiva (Poche) Apps «specializzate» ma (Poche) Apps integrate «specializzate» e «non nell’infrastruttura IT e integrate» coerenti con le «business rules» Mobile App(s) per «specifiche e limitate» esigenze5 Mobile «by opportunity»
  • 32. Scenari di evoluzione Da «Conservativa» a «Convinta»- Diffusione del Mobile in Azienda Mobile «scelta strategica» Mobile Apps come scelta «strategica» aziendale Convinta Cautelativa Apps diffuse ed Apps diffuse ma «non integrate (ancora ?) integrate» nell’infrastruttura IT e Monitoraggio & Valutazione "in progress" coerenti con le Coerenza tecnologica/applicativa «business rules» Mobile «disconnesso» Mobile «integrato» ai dai sistemi gestionali sistemi gestionali (Scambio di Dati) (Servizi e Dati) Conservativa Proattiva (Poche) Apps «specializzate» ma (Poche) Apps integrate «specializzate» e «non nell’infrastruttura IT e integrate» coerenti con le «business rules» Mobile App(s) per «specifiche e limitate» esigenze5 Mobile «by opportunity»
  • 33. Scenari di evoluzione Da «Cautelativa» a «Convinta»- Necessità Mobile «scelta strategica» Mobile Apps come scelta «strategica» aziendale Convinta Passiva Apps diffuse ed Apps diffuse ma «non integrate (ancora ?) integrate» nell’infrastruttura IT e Monitoraggio & Valutazione "in progress" coerenti con le Coerenza tecnologica/applicativa «business rules» Mobile «disconnesso» Mobile «integrato» ai dai sistemi gestionali sistemi gestionali (Scambio di Dati) (Servizi e Dati) Conservativa Proattiva (Poche) Apps «specializzate» ma (Poche) Apps integrate «specializzate» e «non nell’infrastruttura IT e integrate» coerenti con le «business rules» Mobile App(s) per «specifiche e limitate» esigenze5 Mobile «by opportunity»
  • 34. Scenari di evoluzione Da «Cautelativa» a «Convinta»- Necessità Mobile «scelta strategica» Mobile Apps come scelta «strategica» aziendale Convinta Passiva Apps diffuse ed Apps diffuse ma «non integrate (ancora ?) integrate» nell’infrastruttura IT e Monitoraggio & Valutazione "in progress" coerenti con le Coerenza tecnologica/applicativa «business rules» Mobile «disconnesso» Mobile «integrato» ai dai sistemi gestionali sistemi gestionali (Scambio di Dati) (Servizi e Dati) Conservativa Proattiva (Poche) Apps «specializzate» ma (Poche) Apps integrate «specializzate» e «non nell’infrastruttura IT e integrate» coerenti con le «business rules» Mobile App(s) per «specifiche e limitate» esigenze5 Mobile «by opportunity»
  • 35. Scenari di introduzione Tipologie di adozione - Conservativa Monitoraggio & Valutazione "in progress" Opportunità Azioni • Ambiente tecnologico «Proofed» • Attivare metodologie di sviluppo che permettono il «riutilizzo del SW» • Scelta tecnologica con «ridotti rischi» • Attivazione monitoraggio «store» aziendale Mobile «by opportunity» • - per «intercettare» evoluzione verso «scelta strategica» • Monitoraggio e valutazione mercato per identificare «piattaforma mobile» • Anticipare il più possibile gli ambienti tecnologici di «probabile» riferimento Sfide • - • Monitorare la «crescita» delle soluzioni mobile in azienda • Evitare sviluppi «locked-in» ed «a isola» • Security • Controllo del TCO • Scalabilità5
  • 36. Scenari di introduzione Tipologie di adozione - Proattiva Coerenza tecnologica/applicativa Opportunità Azioni • Sviluppi in ambiente «definito» • Identificare la piattaforma di «Mobile Support Infrastructure» (e di «MDM») • Possibilità di gestire la diffusione delle soluzioni Mobile in azienda supportati da • Attivare metodologie di sviluppo che Mobile «by opportunity» «adeguata» infrastruttura permettano il «riutilizzo del SW» • Rispondere alle esigenze/richieste aziendali in • Definire mappatura competenze e loro modo coerente/omogeneo disponibilità IN/OUT • - • Definire piano di diffusione del Mobile in azienda Sfide • Fare la scelta tecnologica «corretta» • Giusto bilanciamento, nel tempo, delle competenze IN/OUT5
  • 37. Scenari di introduzione Tipologie di adozione - Passiva Opportunità Azioni • Ambiente tecnologico «Proofed» • Anticipare il più possibile gli ambienti • Scelta tecnologica con «ridotti rischi» tecnologici di «probabile» riferimento • - • Identificare «piattaforma mobile» di riferimento per ridurre il TCO delle soluzioni Mobile «scelta strategica» (e il BYOD ?) • Attivare metodologie di sviluppo che permettono il «riutilizzo del SW» • Evolvere «il prima possibile» Sfide • Evolvere «in tempo» • Evitare sviluppi «locked-in» ed «a isola» • Security • Controllo del TCO • Scalabilità Monitoraggio & Valutazione "in progress"5
  • 38. Scenari di introduzione Tipologie di adozione – Convinta/Strutturata Opportunità Azioni • Introduzione mobile diffusa e «coerente» • Identificare la piattaforma di «Mobile Support Infrastructure» (e di «MDM») • Rispondere alle esigenze/richieste aziendali in modo coerente/omogeneo • Attivare metodologie di sviluppo che permettono il «riutilizzo del SW» • Possibilità di gestire la diffusione delle Mobile «scelta strategica» soluzioni Mobile in azienda supportati da • Definire mappatura competenze e loro «adeguata» infrastruttura disponibilità IN/OUT • Sviluppi in ambiente «definito» • Definire piano di diffusione del Mobile in azienda Sfide • Fare la scelta tecnologica «corretta» • Giusto bilanciamento, nel tempo, delle competenze IN/OUT Coerenza tecnologica/applicativa5
  • 39. Indice•1 Contesto di mercato: trend tecnologici•2 Canali di erogazione dei servizi•3 Scenario architetturale•4 Approccio Altea•5 Scenari di Adozione ed evoluzione•6 Mobile Platform (perché ?)
  • 40. Perché una piattaforma… Approccio Tattico • Problematiche di Security • TCO “fuori controllo” • Architettura “poco gestibile” • Non scalabilità Sfide della Mobility • Supportare ogni stakeholder • Supportare in modo sicuro ogni tipo di device • Portare in mobilità ogni processo di business e di analitica • Gestire il TCO e il TCD • Accedere ai vari backend per supportare i diversi use cases6
  • 41. Perché una piattaforma… Vantaggi di una piattaforma (in estrema sintesi) • Ridurre il TCO • Semplificare lo “sviluppo del Mobile”6
  • 42. Perché una piattaforma… … e perché scegliere SUP Crea Consente agli sviluppatori di creare applicazioni a livello enterprise, incluse le applicazioni lightweight basate sul Web o le applicazioni personalizzate native mediante ununica piattaforma di sviluppoConnetti ConsumaConsente lo scambio Consente aglidi dati dai sistemi di utenti aziendali diback-end tradizionali, utilizzareinclusi database, applicazioni aservizi Web e livello enterprise suapplicazioni come dispositivi mobiliSAP, a più dispositivi aziendali omobili mediante la personali inclusimodellazione grafica BlackBerry,di MBO (Mobile Windows Mobile,Business Objects) iOS e Android Controlla Consente di tenere i dati enterprise sotto controllo mediante trasferimenti protetti per la crittografia end-to-end e la protezione avanzata delle applicazioni6
  • 43. Perché una piattaforma… Gartner - Magic Quadrant for Mobile Enterprise Application Platforms (MEAP) Mobile AD is challenging, compared with Web or traditional AD, considering that mobile has: • Higher development costs, because skills must be maintained for multiple platforms, tools, and, in some cases, programming or database languages • Separate software stacks for each major OS, and delivery methods for data transport • Complexities with testing, including the need to take different form factors into account • An increase in software defects • Conflicts with managing network connections on mobile devices • An inability to administer security and devices from a central point of control • Reduced battery performance because applications use divergent delivery methods/paths • Higher support and service costs MEAPs providing multichannel capability provide benefits by: • Providing code reuse for multiple device, multiple OS and multiple network support • Reducing and collapsing the amount of transport and network layer software needed for incremental solutions • Providing prebuilt UIs for small-form-factor devices (this is significant because of the nuances of building optimal user experiences, which are key to user adoption) • Reducing or avoiding testing and integration costs by reusing subsystems of the above elements, and, in the case of MEAP vendors, using fourth-generation techniques, by improving the productivity of programmers and targeting those whose cost basis is lower6
  • 44. Riferimenti Altea S.p.A. - Strada Cavalli, 42 - 28835 Feriolo di Baveno (VB) Other offices: Milan - Turin - Bologna - Ancona www.alteanet.it altea@alteanet.it Contact : Communication | ALTEA s.p.a. M +39 333 6087759 | AlteaCommunication@alteanet.it AlteaSuggest This document must not be reproduced, made available to third persons, or misused in any other way All the trademarks that have been reproduced are the property of the respective companies