I primi 8 mesi del Governo Berlusconi in Parlamento

1,185 views
1,115 views

Published on

L'attività del Governo Berlusconi in Parlamento sino ad oggi. Dal Dipartimento per i Rapporti con il Parlamento un Pdf di sintesi sui provvedimenti approvat

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,185
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
9
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

I primi 8 mesi del Governo Berlusconi in Parlamento

  1. 1. L’ATTIVITA’ DEL GOVERNO BERLUSCONI IN PARLAMENTO NEL 2008 Roma, 20 dicembre 2008
  2. 2. DIPARTIMENTO PER I RAPPORTI CON IL PARLAMENTO IL GOVERNO IN PARLAMENTO: ALCUNE LINEE DI TENDENZA DELLA XVI LEGISLATURA Premessa .................................................................................................... .. pag. 3 La produzione legislativa del Governo ........................................................ .. pag. 4 Iniziativa legislativa ordinaria del Governo ……………………………….. pag. 5 La problematica dei decreti legge ................................................................ .. pag. 7 Il ricorso alla questione di fiducia................................................................ .. pag. 8 La manovra finanziaria per il 2009 .............................................................. .. pag. 9 L’attività parlamentare di indirizzo al Governo........................................... . pag 10 ATTIVITA’ SVOLTA DAL GOVERNO BERLUSCONI IN SEDE PARLAMENTARE Attività normativa ....................................................................................... pag. 13 Attività di indirizzo e sindacato ispettivo .................................................... pag. 15 - tabella I situazione provvedimenti.......................................... pag. 16 - tabella II atti normativi ........................................................... pag. 21 - tabella III nomine ................................................................... pag. 24 - tabella IV sindacato ispettivo ................................................. pag. 26 - tabella V atti di indirizzo ….………………………………... pag. 27 - tabella VI informative Camera .............................................. pag. 28 - tabella VII informative Senato................................................ pag. 30 2
  3. 3. IL GOVERNO IN PARLAMENTO: ALCUNE LINEE DI TENDENZA DELLA XVI LEGISLATURA Premessa In questi primi mesi di legislatura, sono emerse talune significative linee di tendenza nell’attività svolta dal Governo in Parlamento, che da un lato confermano le criticità emerse nelle scorse legislature e dall’altro evidenziano anche alcune rilevanti discontinuità rispetto al passato. Ciò è avvenuto, in particolare, relativamente a due tematiche, che avevano suscitato, anche nell’esperienza della scorsa legislatura, profonde perplessità, per le conseguenze sul ruolo del Parlamento e, più in generale, per i riflessi sul nostro sistema istituzionale. In primo luogo, si è registrato un ricorso alla questione di fiducia più contenuto e, soprattutto, maggiormente rispettoso del lavoro svolto dalle commissioni parlamentari. A differenza di quanto accaduto negli anni scorsi, infatti la fiducia è stata posta prevalentemente alla Camera, per ragioni essenzialmente procedurali, mancando in quel ramo del Parlamento il meccanismo del contingentamento dei tempi per i d.d.l. di conversione di decreti. Inoltre, il testo sul quale il Governo ha posto la fiducia è stato o (in quattro casi) direttamente quello della commissione di merito o (negli altri quattro casi) un emendamento necessario per riprodurre le disposizioni approvate, o comunque esaminate favorevolmente, dalla commissione parlamentare. In tal modo, cioè, è stata superata la discutibile prassi della presentazione in Aula di maxi- emendamenti governativi recanti disposizioni non precedentemente trattate dalle Camere. La seconda rilevante novità è stata la legge finanziaria. Nel corso del suo esame non si è assistito all’ “assalto alla diligenza”, che ha causato tanti danni nel recente passato alla finanza pubblica. Infatti, grazie alla riforma “sperimentale” delle procedure di bilancio introdotta dal decreto 112, la legge finanziaria è stata 3
  4. 4. ricondotta al contenuto che le è proprio, di intervento di regolazione di saldi finanziari e misure fiscali. E tale impostazione è stata mantenuta anche nel corso dell’esame parlamentare, nel quale le Camere hanno svolto un esame coerente ed ordinato, concentrandosi sulle questioni più rilevanti ed apportando solo alcune modifiche qualificanti. Permane, però, a fronte di queste positive tendenze, la difficoltà per il Governo nel pervenire ad un celere esame delle proprie proposte legislative. Ciò rende inevitabile il ricorso alla decretazione d’urgenza per far fronte alle emergenze del Paese. Si tratta di un tema, quello dei tempi delle decisioni parlamentari, che assume una rilevanza cruciale nell’attuale fase storica e su cui è necessaria una riflessione, con un profondo ma costruttivo confronto tra le forze politiche per risolvere “strutturalmente” le problematiche che anche in questa prima parte della nuova legislatura si sono manifestate. La produzione legislativa del Governo: un confronto tra XV e XVI legislatura Entrando maggiormente nel dettaglio, se si pongono a confronto i dati relativi all’attività legislativa del Governo nei primi mesi della XV e XVI legislatura, emergono alcuni importanti elementi. Innanzitutto, la significativa presenza della decretazione d’urgenza nel primo anno di Governo costituisce una costante nelle legislature recenti, evidenziando una certa fisiologicità. Tale strumento è stato utilizzato nella legislatura in corso principalmente per far fronte, anche a causa del lungo periodo di transizione conseguente alla mancata fiducia al Governo Prodi del 24 gennaio 2008, alle gravi emergenze del Paese (emergenza rifiuti, questione Alitalia, sicurezza e crisi finanziaria internazionale). Inoltre, occorre sottolineare la grande attenzione attribuita dall’Esecutivo Berlusconi alla ratifica dei trattati internazionali: 27 disegni di legge di autorizzazione alla ratifica presentati, di cui ben 14 approvati (tra i quali il d.d.l. 4
  5. 5. relativo al trattato di Lisbona), contro i 15 d.d.l. presentati dal governo Prodi nel periodo considerato, nessuno dei quali approvato. Governo Prodi - XV legislatura Governo Berlusconi - XVI (periodo aprile 2006 - dicembre legislatura (periodo aprile 2008 - dicembre 2008) 2006) N. 30* decreti legge N. 18 decreti legge N. 8 questioni di fiducia N. 11 questioni di fiducia N. 52 disegni di legge (19 approvati) N. 51 disegni di legge (5 approvati) di cui 27 di ratifica (14 approvati) di cui 15 di ratifica (0 approvati) di cui 4 di bilancio (4 approvati) di cui 4 di bilancio (2 approvati) di cui 21 ordinari (1 approvato) di cui 32 ordinari (3 approvati) * Comprensivi dei 4 decreti legge adottati il 18 dicembre dal Consiglio dei Ministri e in corso di emanazione Iniziativa legislativa ordinaria del Governo e tempi di approvazione parlamentare Una riflessione sulle difficoltà che attraversa il nostro sistema istituzionale (ed in particolare sulle tematiche della decretazione d’urgenza e della questione di fiducia) non può prescindere da un’analisi dei tempi medi di approvazione dei disegni di legge governativi, che dovrebbero costituire il principale mezzo di attuazione delle politiche del programma di governo, sul quale la maggioranza ha ricevuto l’investitura elettorale. Dai dati analizzati, riportati nella tabella allegata, emerge che nelle legislature XIII e XIV, le ultime che sono arrivate fino alla naturale scadenza, il tempo medio impiegato per l’approvazione definitiva dei disegni di legge ordinari del Governo (per tali intendendosi quelli diversi dai d.d.l. di conversione dei decreti, dai d.d.l. di ratifica dei trattati internazionali e dai d.d.l. finanziaria e di bilancio) è stato superiore ad un anno, rispettivamente pari a 374 e 388 giorni (dalla data di presentazione alle Camere sino all’approvazione). Tali tempi sono stati anche maggiori nel caso dei disegni di legge delega (413 giorni nella XIII legislatura e 420 nella XIV). Altrettanto insoddisfacente è il dato relativo alla percentuale dei disegni di legge ordinari presentati dal Governo e giunti all’approvazione definitiva: il 33% 5
  6. 6. nella XIII, il 60% nella XIV legislatura e (complice lo scioglimento anticipato delle Camere) solo il 17% nella XV legislatura. Tale tendenza alla lunghezza (ed incertezza) dei tempi di approvazione dei d.d.l. governativi, sembra confermarsi anche in questa legislatura, nonostante il mutato quadro politico e a fronte di un contesto internazionale che richiederebbe scelte sempre più celeri. Infatti, ben 20 dei 21 disegni di legge ordinari (esclusi, quindi, i d.d.l. di conversione dei decreti, quelli di ratifica dei trattati internazionali e i d.d.l. finanziaria e di bilancio) presentati dal Governo sono ancora all’esame delle Camere, compresi i 5, importantissimi, disegni di legge collegati alla manovra finanziaria per il 2009. E, realisticamente, non è immaginabile nemmeno una rapida conclusione dell’esame parlamentare all’inizio del nuovo anno, ove si consideri che, a circa 240 giorni dall’inizio della legislatura, solo 4 dei 20 d.d.l. governativi all’esame del Parlamento sono stati approvati da una delle due Camere. XIII LEGISLATURA XIV LEGISLATURA XV LEGISLATURA DDL ORDINARI* 708 176 94 DI INIZIATIVA GOVERNATIVA LEGGI 236 105 16 ORDINARIE* DI INIZIATIVA GOVERNATIVA TEMPI MEDI DI APPROVAZIONE 374 388 185 (in giorni) PERCENTUALE DI 33% 60% 17% APPROVAZIONE * Non sono considerati i disegni di legge di bilancio, rendiconto e assestamento, di ratifica di trattati internazionali e conversione di decreti legge 6
  7. 7. La problematica dei decreti legge Anche, quindi, in conseguenza di tale difficoltà nell’approvazione dei disegni di legge governativi, in questi primi mesi di legislatura per la soluzione delle emergenze del Paese si è fatto frequente ricorso alla decretazione d’urgenza. Coerentemente, però, all’atteggiamento di “rispetto” verso le istituzioni parlamentari che l’Esecutivo ha inteso perseguire, si evidenzia che sui testi finali dei provvedimenti si è sempre registrato un rilevante contributo dei parlamentari, sia di maggioranza che di opposizione. Infatti, nel corso del relativo iter di conversione sono state numerose le modifiche apportate su iniziativa di deputati e senatori: circa 400 emendamenti approvati, di cui ben 79 presentati dall’opposizione. XVI legislatura Totale Decreti* 30 Decreti presentati al Senato 14 Decreti presentati alla Camera 12 Decreti convertiti 19 Decreti confluiti in altri ddl di conversione 5 Decreti ancora all'esame del Parlamento 2 Decreti modificati in sede di conversione 19 Decreti modificati in prima lettura dal Senato 11 Decreti modificati in prima lettura dalla Camera 8 Totale Modifiche apportate in sede di conversione 466 Numero medio delle modifiche apportate 25 Modifiche proposte dalla Maggioranza 316 Modifiche proposte dall'Opposizione 79 Modifiche proposte dal Governo 71 * Comprensivi dei 4 decreti legge adottati il 18 dicembre dal Consiglio dei Ministri e in corso di emanazione 7
  8. 8. Il ricorso alla questione di fiducia Come si è detto, il Governo in questi primi sette mesi e mezzo di attività ha fatto un ricorso assai limitato alla questione di fiducia, solo 8 volte per 6 provvedimenti d’urgenza (su un numero complessivo di 30 d.l. adottati) e, nella quasi totalità dei casi (7 su 8), durante l’esame alla Camera dei d.d.l. di conversione di decreti legge, non essendo in quel ramo del Parlamento tali provvedimenti sottoposti al contingentamento dei tempi. Nel corrispondente periodo della XV legislatura il Governo Prodi ha posto la fiducia per 11 volte. In 6 occasioni ha chiesto la fiducia su d.d.l. di conversione di decreti legge e in 5 sull’approvazione di disegni di legge ordinari. Peraltro, gli emendamenti governativi sui quali è stata posta la fiducia – il caso più eclatante riguarda quelli alle leggi finanziarie per il 2007 e per il 2008 – contenevano spesso disposizioni del tutto nuove rispetto al lavoro istruttorio svolto in commissione. CONFRONTO QUESTIONI FIDUCIA POSTE NEI PRIMI SEI MESI DELLA XV E XVI LEGISLATURA ( aprile - dicembre) GOVERNO BERLUSCONI GOVERNO PRODI N. 8 questioni di fiducia N. 11 questioni di fiducia SENATO - Decreto fiscale (31 luglio 2008) - Proroga termini per l’emanazione di atti di natura regolamentare (27 giugno 2006) - Riordino delle attribuzioni della PCM e dei Ministeri (28 giugno 2006) - Disposizioni urgenti per il rilancio economico e sociale, per il contenimento e razionalizzazione spesa pubblica (25 luglio 2006) - Disposizioni per la partecipazione italiana alle missioni internazionali (27 luglio 2006) - art. 2 - Disposizioni per la partecipazione italiana alle missioni internazionali (27 luglio 2006) - intero provvedimento - Legge finanziaria 2007 (13 dicembre 2006) CAMERA - Potere di acquisto delle famiglie ( 24 - Riordino delle attribuzioni della PCM e dei giugno 2008) Ministeri (12 luglio 2006) - Sicurezza pubblica (14 luglio 2008) - Disposizioni urgenti per il rilancio economico - Decreto fiscale (18 luglio 2008) e sociale, per il contenimento e razionalizzazione - Decreto fiscale (5 agosto 2008) spesa pubblica ( 2 agosto 2006) - Decreto Istruzione (7 ottobre 2008) - Disposizioni urgenti in materia tributaria e - Decreto Alitalia (22 ottobre 2008) finanziaria (25 ottobre 2006) - Decreto Spesa Sanitaria (1 dicembre 2008) - Legge finanziaria 2007 (17 novembre 2006) - Legge finanziaria 2007 (20 dicembre 2006) 8
  9. 9. La manovra finanziaria per il 2009 L’approvazione definitiva del disegno di legge finanziaria di ieri rappresenta un risultato importante con riguardo alle modalità dell’esame parlamentare. Ciò è stato reso possibile anche grazie alla riforma della disciplina di contabilità recata in via sperimentale dal decreto n. 112. Il d.d.l. presentato dal Governo constava di soli 3 articoli per un totale di 45 commi, con disposizioni strettamente coerenti alla funzione propria della manovra di bilancio. Negli anni scorsi i d.d.l. finanziaria recavano già in partenza centinaia e centinaia di commi (nel 2006 era di 790 e nel 2007 di 505). Alla conclusione dell’iter il d.d.l. finanziaria risulta composto di 4 articoli e di 62 commi, con un tasso di aumento del 27,4%, mentre nel 2006, dopo l’approvazione finale, i commi erano diventati 1364, con una percentuale di aumento del 72,66%, e nel 2007 1113, con un aumento percentuale addirittura del 136,24%. L’ordinato esame parlamentare ha consentito al Governo, per la prima volta dopo molti anni, di non porre la questione di fiducia. Legge n. 296/2006 (finanziaria per il 2007) Numero commi Incremento % DDL iniziale 790 DDL dopo aula camera 824 4,30 Legge 1364 72,66 Numero di voti di fiducia 3 Legge n. 244/2007 (finanziaria per il 2008) Numero commi Incremento % DDL iniziale 505 DDL dopo aula senato 807 59,80 Legge 1193 136,24 Numero di voti di fiducia 6 Disegno di legge n.1713 (finanziaria per il 2009) Numero commi Incremento % DDL iniziale 45 DDL dopo aula camera 54 20 DDL dopo aula senato 62 27,4 DDL definitivo 62 27,4 Numero di voti di fiducia 0 9
  10. 10. L’attività parlamentare di indirizzo al Governo Per valutare con precisione gli equilibri istituzionali tra Esecutivo e Parlamento, assume particolare rilievo l’attività di indirizzo attraverso la quale le Camere esercitano l’insostituibile funzione di sollecitazione ed aggiornamento del programma di Governo. La legislatura in corso conferma la tendenza, già registratasi nelle precedenti, ad un aumento degli atti di indirizzo (mozioni e risoluzioni) esaminati dalle Aule parlamentari, smentendo il luogo comune che il ruolo delle Camere si riduca all’esame dei provvedimenti governativi. Il dato viene anche confermato da un’analisi “qualitativa”, che evidenzia anche come nell’ambito dell’attività non legislativa si registri una dialettica parlamentare tra maggioranza ed opposizione, e all’interno della maggioranza, di maggiore ampiezza rispetto all’attività legislativa. Nell’attuale legislatura, infatti, di 87 mozioni presentate alla Camera e 77 al Senato, l’opposizione ne ha presentate rispettivamente 47 e 51, mentre per quanto riguarda le risoluzioni in commissione su 102 presentate alla Camera e 11 al Senato, rispettivamente, 58 e 8 sono di maggioranza. NUMERO MOZIONI LEGISLATURA Camera Senato 36 (20 concluse, pari al 55,5%) 51 (19 concluse, pari al 37,2%) XIV 70 (40 concluse, pari al 57%) 54 (15 concluse pari al 27,7%) XV 87 (43 concluse pari al 49,4 %) 77 (16 concluse, pari al 20,8%) XVI NUMERO RISOLUZIONI LEGISLATURA Camera Senato 69 (34 concluse, pari al 9,2%) 6 (5 concluse, pari all’ 83,3%) XIV 93 (42 trattate, pari al 45,1%) 6 (5 concluse, pari all’ 83,3%) XV 102 (37 trattate, pari al 36,3%) 11 ( 10 concluse, pari al 90,9%) XVI 10
  11. 11. Nei primi sei mesi della legislatura in corso sono state discusse alla Camera mozioni di notevole rilievo politico, come dimostrato anche dal livello dei primi firmatari. Tra le altre: - le mozioni Damiano (PD), Cazzola (PDL) e Delfino (UDC) in materia di lavori usuranti, approvate (la prima limitatamente al dispositivo) nella seduta del 17 giugno; - le mozioni Raisi (PDL), Polledri (LNP) e Formisano (UDC) in materia di concorrenza sleale e tutela delle produzioni italiane, approvate l’8 luglio; - le mozioni in materia di recupero del potere di acquisto delle famiglie, discusse congiuntamente nella seduta del 24 settembre, delle quali la mozione Cazzola (PDL) è stata approvata con riferimento sia alle premesse che al dispositivo, la mozione Delfino (UDC) è stata approvata limitatamente al dispositivo, mentre la mozione Turco (PD) è stata approvata limitatamente ad alcune parti del dispositivo; - la mozione Cota (LNP) sulle cosiddette “classi ponte” per gli studenti immigrati, approvata il 14 ottobre; - la mozione Veltroni (PD) sulla politica di bilancio adeguata alla fase di emergenza conseguente alla crisi dei mercati finanziari, presentata il 5 novembre 2008; - la mozione Casini (UDC) sulle detrazioni fiscali per i redditi da lavoro dipendente e riduzione della pressione fiscale sulle famiglie presentata l’11 novembre 2008; - sul contributo della Presidenza italiana alla definizione dell’agenda del G8 nel 2009, sono state approvate il 27 novembre la mozione Fassino (PD) e la mozione Cicchitto (PDL); - le mozioni Casini (IDV), Nirenstein (PDL) ed Evangelisti (IDV) tutte aventi ad oggetto la Conferenza mondiale contro il razzismo e approvate il 4 dicembre. Anche al Senato (dove, peraltro, la percentuale di svolgimento è tradizionalmente più bassa, attestandosi per la legislatura in corso al 18 dicembre 11
  12. 12. al 20,8%, contro il 27,7% e il 37,2%, degli analoghi periodi delle legislature XV e XIV) sono state esaminate mozioni politicamente considerevoli, quali: - la mozione Villari (PD) sulla costituzione della Borsa del gas, approvata il 17 settembre; - la mozione Finocchiaro (PD) sull’adozione di misure urgenti per contrastare la grave crisi occupazionale e la precarietà del lavoro, approvata il 24 settembre; - la mozione Mauro (LNP) sulla riforma del sistema di contrattazione nazionale del pubblico impiego, approvata con riformulazione il 7 ottobre; - la mozione Rutelli (PD), la mozione Divina (LNP) e la mozione Cantoni (PDL) su azioni di contrasto alla pirateria in Somalia, presentata il 18 dicembre. 12
  13. 13. ATTIVITA’ SVOLTA DAL GOVERNO BERLUSCONI IN SEDE PARLAMENTARE L’attività normativa All’atto dell’insediamento del Governo Berlusconi risultavano adottati e non ancora convertiti n. 5 decreti-legge. Per emendamenti del Governo sono confluiti in tali provvedimenti importanti temi di rilievo quali reti autostradali, settore televisivo e ulteriori norme relative al trasporto aereo. I suddetti decreti-legge sono stati approvati definitivamente e risultano già pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale. Dall’inizio del Governo Berlusconi, in 31 Consigli dei Ministri sono stati deliberati e trasmessi al Parlamento n. 82 provvedimenti di cui: - 30 decreti-legge; - 52 disegni di legge, di cui 27 di ratifica di accordi internazionali. Sono stati, inoltre, deliberati dal Consiglio dei Ministri 6 disegni di legge in via preliminare. Oltre ai 5 in precedenza citati, sono stati approvati definitivamente dalle Camere 24 decreti-legge (compresi 5 assorbiti), 19 disegni di legge di cui 14 di ratifica di accordi internazionali (tra cui la ratifica del Trattato di Lisbona), compresi quelli di cui si prevede l’approvazione prima della sospensione per le festività natalizie. Gli atti normativi deliberati dal Governo Berlusconi, sui quali è obbligatorio il parere delle Camere, ammontano a n. 31, di cui n. 19 decreti legislativi, n. 10 DPR e n. 2 DPCM. Di questi sono stati approvati in via definitiva n. 12 decreti legislativi, n. 7 DPR e n. 1 DPCM. Gli atti normativi trasmessi alle Camere, ai fini dell’acquisizione del prescritto parere da parte delle competenti Commissioni, ammontano al momento a n. 4 decreti legislativi, n. 2 DPR e n. 1 DPCM. 13
  14. 14. Dieci sono le proposte di nomina deliberate dal Consiglio dei Ministri, di cui nove, acquisiti i prescritti pareri parlamentari, sono state deliberate in via definitiva. Nel corso dell’esame parlamentare dei vari provvedimenti il Governo ha fatto ricorso otto volte alla questione di fiducia, ma su 6 decreti-legge in totale. Nonostante il Governo, per effetto della riforma varata nella passata legislatura con la legge finanziaria 2008, sia composto da 21 ministri e 39 sottosegretari, è stata garantita la presenza nelle Aule dei rappresentanti del Governo competenti a seguire i provvedimenti all’o.d.g.. Va rilevato che, il loro limitato numero non ha, inoltre, fatto registrare significative assenze nei lavori delle Commissioni parlamentari. L’esigenza di assicurare la presenza del Governo, oltre che nelle due Assemblee, in 28 distinte Commissioni parlamentari permanenti ( più 12 commissioni speciali tra bicamerali e di inchiesta e organismi quali il Comitato per la legislazione) è in questa legislatura rispetto al passato più problematica, in considerazione della riduzione del numero complessivo dei Ministri e Sottosegretari introdotta con la finanziaria 2008. In particolare sono state oggetto di analisi 217 sedute dell’Assemblea (103 alla Camera dei Deputati e 114 al Senato della Repubblica) e 2944 sedute delle Commissioni (2099 alla Camera, 845 al Senato). L’azione di coordinamento e unitarietà in Parlamento dell’azione del Governo si è esplicata, poi, nel corso dell’esame di 168 progetti di legge (complessivamente tra Camera e Senato) in discussione presso le varie commissioni di Camera e Senato per i quali il Governo ha svolto attività di monitoraggio dell’iter legislativo al fine di verificare la necessità della presentazione di eventuali proposte emendative. Di tali provvedimenti, 124 sono ancora in corso di esame e 44 sono stati approvati definitivamente (33 leggi, 3 deliberazioni monocamerali, 2 risoluzioni bicamerali, 6 progetti confluiti in altri provvedimenti). 14
  15. 15. Tale attività istruttoria di verifica riguarda anche la presenza, ove richiesta, di relazione tecnica. Allo stato sono state istruite 8 richieste di relazioni tecniche. L’attività di indirizzo e sindacato ispettivo Per quanto riguarda l’istituto del Question Time, sono state svolte presso l’Aula della Camera dei Deputati 18 sedute, nelle quali sono stati discussi 106 atti (non più di un atto per ciascun Gruppo Parlamentare) mentre presso l’Aula del Senato sono state svolte 5 sedute per un totale di 10 argomenti discussi. Per quanto riguarda le informative del Governo, si sono tenute 14 sedute presso l’Aula della Camera e 8 sedute presso l’Aula del Senato. Con riguardo alle comunicazioni del Governo presso le Commissioni permanenti della Camera e del Senato si sono tenute 30 comunicazioni/audizioni presso le Commissioni della Camera dei Deputati e 26 presso il Senato della Repubblica. Con riferimento alla trasmissione al Parlamento delle relazioni previste dalle norme vigenti (c.d. Relazioni da obbligo di legge) sono state inoltrate al Parlamento n. 95 relazioni. 15
  16. 16. Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO PER I RAPPORTI CON IL PARLAMENTO XVI LEGISLATURA 27 31° CONSIGLIO DEI MINISTRI Aggiornato al 22.12.2008 _______________________________________________________________________________________________________________ SITUAZIONE PROVVEDIMENTI GOVERNO BERLUSCONI Approvati Deliberati dal Da presentare in All’esame del % di approvati definitivamente Consiglio dei Ministri Parlamento Parlamento definitivamente dal Parlamento DECRETI LEGGE 30 4 24 (*) (**) 2 80% DISEGNI DI LEGGE 25 5 (**) 18 20% 2 DISEGNI DI LEGGE DI 27 8 14 (**) 5 52% RATIFICA 14 Totale 82 43 25 52% Deliberati dal Consiglio Deliberati dal Consiglio Da presentare in All’esame del % di approvati dei Ministri in via dei Ministri in via Parlamento Parlamento definitivamente preliminare definitiva DECRETI LEGISLATIVI 19 4 3 12 63% N.B. i provvedimenti derivanti da stralci sono inseriti in altra tabella (v. ultima pagina) * sono compresi il DL n. 107 (v.n.10) confluito nel DL n. 90 (v.n. 2); il DL n. 113 (v.n. 19) e il DL n. 114 (v.n. 20) che sono confluiti nel DL n. 97 (v.n. 8); il DL n. 150 (v.n.42) confluito nel DL n. 147 (v.n.41); il DL n. 157 (v. n.55) confluito nel DL n.155 (v. n.53) ** sono compresi i D.L. n. 171 (v. n. 59) e n. 172 (v. n. 58) e i ddl e le ratifiche di cui ai nn. 45 e 46 e nn. 35, 39, 51, 52, 60 della tabella di cui si prevede, in base al calendario dei lavori parlamentari, l’approvazione entro il 22 dicembre DELIBERATI STATO ITER IN PARLAMENTO DAL PRESENTATI APPROVATI CAMERA SENATO CAMERA SENATO PROVVEDIMENTI N° Tipo IN CONSIGLIO DEFINITIVAMENTE DEI MINISTRI PARLAMENTO Comm Aula Comm Aula Comm Aula Comm Aula IL Senato DL n.85 riordino Ministeri e P.C.M. 09/07/2008 12/05/08 16/05/2008 1 DL Legge n.121 del 14/07/08 (App. Sen. Mod. Cam. AS 585 - B) (AS 585) Camera DL n. 90 emergenza rifiuti regione 09/07/2008 21/05/08 23/05/2008 2 DL Legge n.123 del 14/07/08 Campania (App. Cam. AS 832 ) (AC 1145) DL n. 92 sicurezza pubblica (App. Senato 23/07/2008 Sen. Mod. Cam. AS 692-B ) 21/05/08 26/05/2008 3 DL Legge n.125 del 24/07/08 FIDUCIA CAMERA (AS 692) DL n.93 materia fiscale Camera 17/07/2008 (App.Cam. AS 866) 21/05/08 28/05/2008 4 DL Legge n.126 del 24/07/08 FIDUCIA CAMERA (AC 1185) Senato Sicurezza pubblica 21/05/08 03/06/2008 5 DDL 5/11/08 (AS 733) Trattato di Prum. Banca DNA Senato Delega istituzione ruoli tecnici Corpo 21/05/08 15/07/2008 6 DDL 18/12/08 di polizia penitenziaria D (AS 905) Camera DL n. 95 riordino ruolo magistratura 17/07/2008 30/05/08 30/05/2008 7 DL Legge n.127 del 24/07/08 onoraria (App.Cam. AS 867) (AC 1212) DL n. 97 materia fiscale e proroga Senato 30/07/2008 30/05/08 termini (App.Sen. Mod. Cam. 03/06/2008 8 DL Legge n.129 del 02/08/08 AS 735-B) (AS 735) Senato Ratifica Trattato di Lisbona 31/07/2008 30/05/08 11/06/2008 9 RAT Legge n.130 del 02/08/08 (App.Sen.AC 1519) (AS 759) Camera DL n. 107 ulteriori norme smaltimento Confluito nel DL n. 90 13/06/08 17/06/2008 10 DL convertito in L.123/2008 rifiuti Campania (AC 1303) (AC 1303) Camera Intercettazioni telefoniche 13/06/08 30/06/2008 11 DDL II (AC 1415)
  17. 17. DELIBERATI STATO ITER IN PARLAMENTO DAL PRESENTATI APPROVATI CAMERA SENATO CAMERA SENATO PROVVEDIMENTI N° Tipo IN CONSIGLIO DEFINITIVAMENTE DEI MINISTRI PARLAMENTO Comm Aula Comm Aula Comm Aula Comm Aula IL Senato Ratifica Italia - Francia gestione 31/07/2008 13/06/08 30/06/2008 12 RAT Legge n.136 del 04/08/08 Tunnel di Tenda (App.Sen. AC 1557) (AS 857) Senato Ratifica Convenzione interessi 31/07/2008 13/06/08 30/06/2008 13 RAT Legge n.135 del 04/08/08 finanziari (K3) (App.Sen. AC 1558) (AS 858) DL n.112 manovra finanza pubblica Camera (App.Cam.Mod.Sen. AC 1386-B) 05/08/08 18/06/08 25/06/2008 14 DL Legge n.133 del 06/08/8 FIDUCIA CAMERA SENATO E (AC 1386) CAMERA COLLEGATO Sviluppo economico e stabilizzazione Camera AS 1082 della finanza pubblica (AC 1441-bis) 18/06/08 02/07/2008 15 DDL 24/9/08 2/10/08 I e II v. STRALCI COLLEGATO D (AC 1441) Camera II Misure contro gli atti persecutori 18/06/08 02/07/2008 16 DDL 11/12/08 (AC 1440) Camera Misure contro la violenza sessuale 18/06/08 01/07/08 17 DDL II (AC 1424) Senato Ottimizzazione produttività lavoro 18/06/08 26/06/08 18 DDL 13/11/08 18/12/08 pubblico COLLEGATO D (AS 847) Senato Confluito nel DL n. 97 DL n. 113 proroga di termini (AS 859) 27/06/08 30/06/08 19 DL convertito in L.n.129/08 (AS 859) Senato DL n. 114 aumento materie prime Confluito nel DL n. 97 27/06/08 03/07/08 20 DL convertito in L.n.129/08 settore pesca (AS 875) (AS 875) Camera Sospensione processo alte cariche 22/07/2008 27/06/08 02/07/2008 21 DDL Legge n.124 del 23/07/08 dello Stato (App. Cam. AS 903) (AC 1442) Camera 08/10/2008 Rendiconto esercizio finanziario 2007 27/06/08 30/06/08 22 DDL Legge n.168 del 17/10/08 (AC 1416) Camera 08/10/2008 Assestamento anno finanziario 2008 27/06/08 30/06/08 23 DDL Legge n.167del 17/10/08 (AC 1417) Senato 23/07/08 Ratifica Italia - Islanda per evitare le 31/07/2008 27/06/08 Camera ** doppie imposizioni (App.Sen. AC 24 RAT Legge n.138 del 04/08/08 16/07/08 1559) (AS 937) Senato Modifiche al cpp accertamenti medici 18/07/08 06/08/08 25 DDL II (AS 995) Camera Ratifica Convenzione abolizione pena 09/10/2008 18/07/08 28/07/08 26 RAT Legge n.179 del 15/10/08 di morte (AC 1551) Camera Ratifica Italia- Repubblica dominicana 09/10/2008 25/07/08 06/08/08 27 RAT Legge n. 176 del 15/10/08 protezione investimenti (AC 1626) Camera Ratifica italia- Nuova Zelanda attività 09/10/2008 25/07/08 06/08/08 lavorativa familiari personale 28 RAT Legge n. 177 del 15/10/08 (AC 1627) diplomatico Camera Ratifica Convenzioni Ginevra 09/10/2008 25/07/08 06/08/08 29 RAT Legge n. 178 del 15/10/08 emblema aggiuntivo (AC 1628) DL n.134 ristrutturazione di grandi Senato 24/10/08 imprese in crisi FIDUCIA CAMERA 28/08/08 28/08/08 30 DL Legge n.166 del 27/10/08 (AS 999) Camera DL n.137 istruzione e università 29/10/08 28/08/08 01/09/08 31 DL Legge n.169 del 30/10/08 FIDUCIA CAMERA (AC 1634) Senato 27/06/08 Legge comunitaria 2008 D 06/10/08 32 DDL XIV 28/08/08 AS 1078 Delega per il riordino normativa Camera procedure di amministrazione 28/08/08 02/10/08 33 DDL II e X straordinaria D (AC 1741) Camera Ratifica Emendamento Convenzione 09/10/2008 28/08/08 17/09/08 34 RAT Legge n. 175 del 15/10/08 trasferimento rifiuti pericolosi (AC 1665) Senato Ratifica K3 mutua assistenza AC 1927 28/08/08 02/10/08 35 RAT 12/11/08 19/11/08 11/12/08 doganale AS 1074 D Senato DL n. 143 funzionalità del sistema 05/11/08 11/09/08 16/09/08 36 Legge n.181 del 13/11/08 giudiziario L (AS 1018) Senato Misure contro la prostituzione 11/09/08 06/10/08 37 DDL I e II AS 1079 17
  18. 18. DELIBERATI STATO ITER IN PARLAMENTO DAL PRESENTATI APPROVATI CAMERA SENATO CAMERA SENATO PROVVEDIMENTI N° Tipo IN CONSIGLIO DEFINITIVAMENTE DEI MINISTRI PARLAMENTO Comm Aula Comm Aula Comm Aula Comm Aula IL Senato Delega al Governo in tema di 11/09/08 06/10/08 38 DDL II e XII precursori di droghe D AS 1080 Senato Ratifica Convenzione sull’Istituto AC 1930 11/09/08 21/10/08 39 RAT 19/11/08 19/11/08 11/12/08 forestale europeo AS 1132 Senato Ratifica Protocollo protezione dei beni AC 1929 11/09/08 02/10/08 40 RAT 19/11/08 19/11/08 II e III culturali AS 1073 Senato DL n.147 partecipazione italiana 19/11/08 19/09/08 23/09/08 41 DL Legge n.183 del 20/11/08 missione in Georgia (AS 1038) Senato DL n.150 proroga missioni Confluito nel DL n.147 23/09/08 30/09/08 42 DL convertito in L.183/08 internazionali (AS 1061 ) Senato DL n. 151 contrasto alla criminalità 27/11/08 23/09/08 02/10/08 43 DL Legge n.186 del 28/11/08 organizzata (AS 1072) Camera DL n.149 adempimenti comunitari in 18/11/2008 23/09/08 26/09/08 44 DL Legge n. 184 del 19/11/08 materia di giochi (AC 1707) Camera AC 1713- AS 1209 Legge Finanziaria 2009 23/09/08 30/09/08 45 DDL 05/11/08 13/11/08 11/12/08 B 05/12/08 17/12/08 (AC 1713) Camera AC 1714- AS 1210 Bilancio pluriennale 2009-2011 23/09/08 30/09/08 46 DDL 05/11/08 13/11/08 11/12/08 B 05/12/08 17/12/08 (AC 1714) Senato DL n. 154 spesa sanitaria e 03/12/08 03/10/08 07/10/08 47 DL Legge n. 189 del 04/12/08 autonomie locali FIDUCIA CAMERA AS 1083 Senato Mod. legge 516/88 intesa Chiese 03/10/08 09/10/08 48 DDL I avventiste AS 1106 Senato Mod. legge 516/88 intesa Tavola 03/10/08 09/10/08 49 DDL I Valdese AS 1107 Senato Federalismo fiscale 03/10/08 15/10/08 50 DDL I – V -VI COLLEGATO D AS 1117 Senato Ratifica Accordo Comunità europee e AC 1931 03/10/08 21/10/08 51 RAT 19/11/08 19/11/08 18/12/08 Tagikistan AS 1133 Senato Ratifica Accordo Italia –Stati Uniti AC 1928 03/10/08 16/10/08 52 RAT 12/11/08 19/11/08 11/12/08 ispezioni su sfida AS 1128 Camera DL n. 155 stabilità delle banche e del 03/12/08 08/10/08 09/10/08 53 DL Legge n. 190 del 04/12/08 risparmio AC 1762 Camera Ratifica Italia – Stati Uniti doppie 10/10/08 13/11/08 54 RAT III imposizioni AC 1907 Camera Confluito nel DL n.155 DL n. 157 stabilità sistema creditizio 13/10/08 13/10/08 55 DL convertito in L. 190/08 AC 1774 Senato DL n. 162 infrastrutture, 17/10/08 23/10/08 56 DL 18/12/08 autotrasporto, e finanziamento G8 AS 1152 Camera DL n. 158 disagio abitativo 17/10/08 20/10/08 57 DL 16/12/08 AC 1813 Camera DL n. 172 rifiuti Campania AS 1280 31/10/08 06/11/08 58 DL 27/11/08 16/12/08 17/12/08 Scade 05/01/09 AC 1875 DL n.171 rilancio settore Senato AC 1961 AS 1175- agroalimentare 31/10/08 04/11/08 59 DL 25/11/08 26/11/08 18/12/08 11/12/08 B Scade 03/01/09 AS 1175 Camera Ratifica adesione al Trattato del Nord 31/10/08 13/11/08 60 RAT 18/12/08 Atlantico di Croazia e Albania AC 1908 Senato DL n. 180 sistema universitario AC 1966 06/11/08 10/11/08 61 DL 27/11/08 28/11/08 11/12/08 Scade 09/01/2009 AS 1197 Ratifica Accordo Italia – Russia 13/11/08 cooperazione nella lotta alla 62 RAT criminalità Camera Ratifica CE – Ucraina navigazione 13/11/08 63 RAT 12/12/08 satellitare civile Camera Istituzione Garante per l’infanzia 19/11/08 64 DDL 11/12/08 18
  19. 19. DELIBERATI STATO ITER IN PARLAMENTO DAL PRESENTATI APPROVATI CAMERA SENATO CAMERA SENATO PROVVEDIMENTI N° Tipo IN CONSIGLIO DEFINITIVAMENTE DEI MINISTRI PARLAMENTO Comm Aula Comm Aula Comm Aula Comm Aula IL Camera Commercio interno del riso 19/11/08 05/12/08 65 DDL AC 1991 Senato Legge-quadro sulla qualità 19/11/08 05/12/08 66 DDL architettonica AS 1264 Camera Ratifica attuazione Accordi Stati Uniti 19/11/08 12/12/08 67 RAT – U.E. e Italia estradizione AC 2014 Ratifica Italia – Libia Trattato di 19/11/08 68 RAT amicizia e cooperazione Senato DL n.185 misure per il sostegno 29/11/08 famiglie, lavoro e impresa 28/11/08 Camera ** 69 DL V e VI Scade 28/01/09 2/12/08 AC 1972 Ratifica Italia-Iraq Trattato di amicizia 28/11/08 70 RAT e cooperazione Senato Ratifica Convenzione NU diritti 28/11/08 16/12/08 71 RAT III persone con disabilità AS 1279 DL n. proroga di termini previsti da disposizioni legislative e finanziarie 18/12/08 72 DL urgenti DL n. semplificazione normativa 18/12/08 73 DL DL n. proroga partecipazione 18/12/08 74 DL italiana a missioni internazionali DL n. misure straordinarie in materia di risorse idriche e protezione 18/12/08 75 DL dell'ambiente Tutela dei segni distintivi delle Forze armate e costituzione della Società 18/12/08 76 DDL difesa servizi Spa Modifiche allo statuto del Fondo 18/12/08 monetario internazionale e aumento 77 DDL quota di partecipazione dell'Italia Ratifica adesione Rep. ceca, Estonia, Cipro, Lettonia, Lituania, Ungheria, 18/12/08 Malta, Polonia, Slovenia e Rep. 78 RAT slovacca a Convenzione su doppie imposizioni Ratifica Convenzione Italia - Belarus 18/12/08 79 RAT per evitare doppie imposizioni Ratifica Convenzione Italia - Slovenia 18/12/08 80 RAT per evitare doppie imposizioni Ratifica Convenzione Italia - Croazia 18/12/08 81 RAT per evitare doppie imposizioni Ratifica Protocollo che modifica la 18/12/08 Convenzione su Organizzazione 82 RAT idrografica internazionale 19
  20. 20. SITUAZIONE STRALCI DERIVANTI DA PROVVEDIMENTI GOVERNO BERLUSCONI Disegni di legge derivanti da stralci Approvati da un ramo del Parlamento Approvati definitivamente dal Parlamento 2 0 2 STATO ITER IN PARLAMENTO PRESENTATI APPROVATI CAMERA SENATO CAMERA SENATO PROVVEDIMENTI N° Tipo IN DEFINITIVAMENTE PARLAMENTO Comm Aula Comm Aula Comm Aula Comm Aula Sviluppo imprese (AC 1441- ter) artt. 3, da 5 a 13, 05/08/08 da 15 a 18, 22, 31 e 70 1 DDL 22/10/08 4/11/08 AS 1195 X COLLEGATO v.n. 15 D Delega in materia di lavori usuranti (AC 1441-qtr AS 1167 05/08/08 App.Cam.) artt. 23, 24, 32, da 37 a 39, da 65 a 67 2 DDL 2/10/08 28/10/08 I e XI COLLEGATO v. n. 15 D 20
  21. 21. Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO PER I RAPPORTI CON IL PARLAMENTO XVI LEGISLATURA 27 31° CONSIGLIO DEI MINISTRI Aggiornato al 18.12.2008 ATTI NORMATIVI GOVERNO BERLUSCONI SOTTOPOSTI AL PARERE DELLE CAMERE Deliberati dal Consiglio Deliberati dal Da presentare in All’esame del dei Ministri in via Consiglio dei Ministri Parlamento Parlamento preliminare in via definitiva DECRETI LEGISLATIVI 19 4 3 12 DPR 10 3 0 7 DPCM 2 0 1 1 Totale 31 7 4 20 Assegnati alle Pareri Commissioni APPROVATI DAL Commissioni DELIBERATI C.d M. IN VIA TRASMESSI DAL C. d. M IN N° Tipo PROVVEDIMENTI DEFINITIVA E ALLE VIA CAMERE PUBBLICATI IN CAMERA SENATO CAMERA SENATO PRELIMINARE G.U. CdM 23/9/08 2/07/08 D.Lgs 3/10/08 Ricongiungimento familiare 28/05/08 28/05/08 2/7/08 XIV 1 D.Lgs 21/05/08 27/05/08 n. 160 I - XIV I 3/07/08 I (3) G.U. n. 247 del I 21/10/08 26/06/08 CdM 23/9/08 01/07/08 V D.Lgs 3/10/08 03/06/08 04/06/08 2/07/08 V Status rifugiato (4) 2 D.Lgs 21/05/08 29/05/08 n. 159 I - V -XIV I-V XIV 9/07/08 G.U. n. 247 del I 10/07/08 21/10/08 I 8/07/08 16/07/08 Delega 10/06/08 11/06/08 XIV I Diritto di circolare (5) 3 D.Lgs 21/05/08 04/06/08 prorogata da I - V -XIV I-V 16/07/08 17/07/08 L. 133/08 I V CdM 1/8/08 22/07/08 18/06/08 D.Lgs 4/8/08 18/06/08 IX – XIV 24/07/08 Trasporti su strada (8) IX - V- 4 D.Lgs 13/06/08 18/06/08 n.144 VIII -V VIII 24/07/08 XIV GU n. 218 del V 17/9/08 CdM 1/8/08 23/0708 18/06/08 D.Lgs 4/8/08 Costituzione delle società 18/06/08 II e VI 17/07/08 II e VI - 5 D.Lgs 13/06/08 18/06/08 n.142 II II 24/07/08 per azioni (9) XIV GU n. 216 del XIV 15/9/08 22/07/08 Delega 18/06/08 Approvvigionamento tessuti 18/06/08 XIV 22/07/08 rinnovata 6 D.Lgs 13/06/08 18/06/08 XII - V- XII - V 24/07/08 XII DDL e cellule umani (10) XIV XII - V Comunitaria 08 21

×