Business plan sienema

  • 2,294 views
Uploaded on

 

More in: Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
2,294
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
44
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. BUSINESS PLAN SIENEMA
  • 2. BUSINESS PLAN Business Idea  Mission  Vision  Storia aziendale  Vantaggio CompetitivoAnalisi interna dell’azienda  Storia dell’azienda  Punti di Forza  Punti di debolezza Analisi esterna dell’ambiente: dell’ambiente:  Demografico  Socio – culturale  Politico - giuridico
  • 3. BUSINESS PLAN Il mercato  Analisi della domanda  Analisi dell’offerta  Analisi dei competitors (Opportunità e Minacce)  Posizionamento Il servizio offerto Il piano marketing Il piano organizzativo Analisi Finanziaria
  • 4. BUSINESS IDEALa nostra idea nasce dalla volontà di voler offrire un servizio nuovo eoriginale allo spettatore cinematografico italiano. Oggi il cinema è ununiverso sempre più variegato, e non vuol più dire solo film mamultisala, multi-servizi, multi-emozionalità, e sempre più un’esperienzasocializzante. Secondo Gfk-Eurisko andare al cinema significa “fareun’esperienza che si caratterizza per alcuni aspetti peculiari: la ritualità,l’atmosfera del cinema, l’esperienza ed il coinvolgimento, il far partedell’evento”. L’evoluzione strutturale dell’esercizio ha evidenza nelcambio del vissuto “esperienza cinematografica”: non più solo visione difilm, ma pacchetto variegato di esperienze; non più solo perappassionati, ma un po’ per tutti. Ecco perché abbiamo deciso di creareuna struttura che dall’esterno assomiglia ad un Multiplex ma cheall’interno possa rappresentare un punto di ritrovo culturale e ricreativoper tutti coloro che amano l’arte in tutte le sue forme. Tutto ciòrafforzato dalla volontà della popolazione senese ad avere un cinemamultisala in città senza dover spostarsi per più di 60 Km per recarsi aquello più vicino.
  • 5. BUSINESS IDEA MissionLa nostra società si propone di offrire ilmeglio dell’offerta cinematografica intempi brevi e in alta qualità, con servizisempre più innovativi e attenti allerichieste del mercato. Il nostro impegnogarantisce la piacevolezza del grandeschermo, le melodie teatrali e artistiche ei più interessanti eventi culturali pertrasformare le semplici occasioni inmomenti sempre unici.
  • 6. BUSINESS IDEA VisionLa pololazione senese e quella delle provincelimitrofe avrà finalmente la possibilità ditrascorrere piacevoli momenti di relax edivertimento senza dover percorrere i lunghichilometri che le distanziano dal primo multisalapresente nella provincia. Il multisala vuole bensposarsi con lo stampo culturale del territorio,sempre rispettandolo e rinforzandolo.La città di Siena avrà un nuovo punto diriferimento per incontri cinematografici edeventi culturali nonché una nuova alternativaper il proprio tempo libero.
  • 7. BUSINESS IDEA La storia aziendaleSiamo 5 amici, imprenditori, che seguendo illoro istinto e per amore del cinema e delterritorio hanno dato vita a ad un grandecomplesso cine-socio-culturale nella splendida cine-socio-Toscana e in particolar modo nella storica eacculturata Siena. Nasce Sienema, un multiplex, Siena. Sienema,polo culturale dove è presente l’arte in tutte lesue sfaccettature: teatro,danza,musica,poesia e sfaccettature: eatro,danza,musica,poesiaovviamente cinema pulsano nel cuore diSienema.Sienema.
  • 8. VANTAGGIO COMPETITIVO GEOLOCALIZZAZIONE FAVOREVOLE SERVIZI EVOLUTI DI PRENOTAZIONE E ACQUISTO BIGLIETTO (CODICI SMS – EMAIL) SERVIZI DI MAILING LIST PER INFO ED EVENTI SALA “ARTS IN PROGRESS” (all’occorrenza per Cineforum, Cortometraggi, Rappresentazioni teatrali, Eventi musicali, Rappresentazioni d’arte)
  • 9. VANTAGGIO COMPETITIVO ARTS IN PROGRESS- Prezzi e Concorrenza PROGRESS- Teatro di Siena - concorrente direttotipologia di spettacolo prezzo full prezzo ridottoprezzo medio per spettacoli € € prosa 16,20 14,60 € €prezzo medio danza 12,00 10,00abbonamento medio (9 € € spettacoli) 133,00 101,50 SPECIALE ABBONAMENTI STUDENTI 9 spettacoli prosa + 5 spettacoli “nuova mente a teatro” + 5 spettacoli danza € 70
  • 10. VANTAGGIO COMPETITIVO ARTS IN PROGRESS- Prezzi e Concorrenza PROGRESS- Multisala PoggibonsiTipologia dispettacolo Prezzo full Prezzo ridotto € €Teatro/danza 19,50 17,33 € €Concertistica 12,00 10,00 NB: riduzioni per fasce detà (GIOVANI E ANZIANI) + segmento studenti- universitari
  • 11. VANTAGGIO COMPETITIVO ARTS IN PROGRESS- Prezzi e Concorrenza PROGRESS- % % inciden incid za enza spettacTipologia di spettacolo prezzo film olo €Film + lettura (autore/attore) 15,00 15 50 €Film + rappresentazione teatrale 18,00 15 55Film in lingua + cineforum con il regista/esperti rigorosamente € madrelingua 13,00 15 35Film + performance musicale e/o € danza 18,00 15 55 €valori medi 16,00
  • 12. VANTAGGIO COMPETITVO ARTS IN PROGRESS- Prezzi e Concorrenza PROGRESS-costi margine€ 9,75 € 5,25€ 12,60 € 5,40€ 6,50 € 6,50€ 12,60 € 5,40€ 10,36 (media) € 5,64 (media)
  • 13. VANTAGGIO COMPETITIVO ART IN PROGRESS- Prezzi e concorrenza PROGRESS- C/R BIGLIETTI Sala AinPRicavi Costi Margine €€ € 183.576316.512,00 132.935,04 ,96 % incidenza media 42% di occupazione 30# posti 200 approx.# occupanti 60
  • 14. ANALISI INTERNA Punti di Forza GEOLOCALIZZAZIONE FAVOREVOLE EVENTI CULTURALI PER OGNI TIPO DI ARTE OPERAZIONI DI FIDELITY
  • 15. ANALISI INTERNA Punti di Debolezza Pirateria DVD Download in streaming tramite Internet Videofonino TV Digitale TV a pagamento
  • 16. ANALISI DEMOGRAFICADati aggiornati al 11/4/2011 sulla basedei dati anagrafici.Età media (uomini 44,84- donne 49,51)Numero famiglie residenti: 25715
  • 17. ANALISI DEMOGRAFICAResidenti per sesso:Sesso M/F TotaleMaschi: 25077Femmine: 29469Totale residenti 54546
  • 18. Residenti per fasce di età e sesso:Fascia detà M F Totale0-4 1059 1011 2070 1.94 % 1.85 %5-9 1073 945 2018 1.96 % 1.73 %10-10-14 1040 916 1956 1.90 % 1.68 %15-15-19 965 924 1889 1.77 % 1.69 %20-20-24 1143 1167 2310 2.09 % 2.14 %25-25-29 1539 1472 3011 2.82 % 2.69 %30-30-34 1654 1684 3338 3.03 % 3.08 %35-35-39 1940 2090 4030 3.55 % 3.83 %40-40-44 1979 2209 4188 3.62 % 4.04 %45-45-49 1896 2207 4103 3.47 % 4.04 %50-50-54 1720 2001 3721 3.15 % 3.66 %55-55-59 1450 1836 3286 2.65 % 3.36 %60-60-64 1702 2013 3715 3.12 % 3.68 %65-65-69 1395 1733 3128 2.55 % 3.17 %70-70-74 1559 1961 3520 2.85 % 3.59 %75-75-79 1264 1710 2974 2.31 % 3.13 %80-80-84 937 1526 2463 1.72 % 2.79 %85-85-89 543 1319 1862 0.99 % 2.41 %>90 219 745 964 0.40 % 1.36 %
  • 19. ANALISI DEMOGRAFICAPopolazione Maschi Femmine TotaleAbitanti 25009 29150 54159Celibi/Nubili 10556 9823Coniugate/Coniuga 13154 13742tiDivorziati/e 517 846Vedovi/e 782 4739
  • 20. ANALISI SOCIO - CULTURALE Laurea 8.219 Diploma Superiore 15.071 Diploma Scuola Media 10.729 Licenza elementare 12.543 Alfabeti privi di titolo di studio Totale 3.687 Analfabeti 315
  • 21. ANALISI SOCIO - CULTURALEIl tasso di disoccupazione del Paeseaumenta e la media del 2010 passaall8,4 per cento - rispetto al 7,8 percento del 2009 – a Siena scende al 4,9per cento, in calo rispetto al 5,1 percento dellanno precedente. Ladisoccupazione giovanile scende al18,9% dal 19,8% del 2009.
  • 22. SCENARIO POLITICO - GIURIDICO Elezioni imminenti ma esito sostanzialmenteprevedibileCrisi dell’Unisi dell’Unisi Attenta politica culturale Capitale europea per la cultura nel 2019 Decreto della Presidenza del Consiglio deiMinistri dell 8/9/1994: agevolazioni creditizie per 1994:apertura di sale cinematografiche; cinematografiche;soddisfacimento di tutte le condizioni
  • 23. ANALISI DELLA DOMANDA Il nuovo profilo dello spettatore cinematograficoLa prima indagine quali-quantitativa di Audimovie è stata presentata a Milano il 26 novembre. Realizzata daGfk-Eurisko è la più importante ricerca sugli spettatori cinematografici degli ultimi anni. La ricerca ha avuto unaanalisi continuativa con 10.000 interviste personali ed una analisi periodica su 1.000 spettatori cinematografici.I primi dati hanno evidenziato come, anche rispetto ad analoghe e precedenti indagini, l’identikit dellospettatore cinematografico sia cambiato di pari passo alla modifica strutturale del settore. Oggi il cinema è ununiverso sempre più variegato, e cinema non vuol più dire solo film ma multisala, multi-servizi, multi-emozionalità, e sempre più un’esperienza socializzante. Secondo Gfk-Eurisko andare al cinema significa “fareun’esperienza che si caratterizza per alcuni aspetti peculiari: la ritualità, l’atmosfera del cinema, l’esperienza edil coinvolgimento, il far parte dell’evento”.L’evoluzione strutturale dell’esercizio ha evidenza nel cambio del vissuto “esperienza cinematografica”; non piùsolo visione di film, ma pacchetto variegato di esperienze: non più solo per appassionati, ma un po’ per tutti.La ricerca osserva come in questi ultimi dieci anni sia cambiato il luogo “cinema”, passando dalla sala singolaalle multisale “semplici” ai nuovi e più integrati templi dell’intrattenimento fuori città. Ma sono cambiate anchele modalità di accesso al cinema (nuovi orari, meno rigidi, nuove modalità di ticketing e prenotazioni); sonocambiate le condizioni generali di fruizione del film (numerosità e va-rietà delle sale, poltrone comode,immagine ed audio perfetti); ed infine si assiste al trionfo della tecnologia che si ritiene continuerà adespandersi. Il cinema piace, e tanto! Ma la ricerca ha evidenziato anche alcune criticità che possono essere utiliagli esercenti e ai distributori: il prezzo del biglietto, ritenuto oneroso, è so-lo un elemento di un più complessosistema di spesa (una bevanda al cinema può costare fino al triplo rispetto all’esterno), mentre si vorrebberomaggiori riduzioni per i più piccoli; la sensazione che i film passino troppo in fretta in sala; l’as­senza delleseconde visioni; una scarsa diversificazione dell’offerta e, in particolare per gli spettatori ap-passionati e piùmaturi, la sensazione di una progressiva marginalizzazione del cinema più impegnato.
  • 24. ANALISI DELLA DOMANDA Il nuovo profilo dello spettatore cinematograficoI numeri complessivi della ricerca saranno diffusi a breve, alcuni dati, però, confermano letendenze già apparse in analoghe ricerche: lo spettatore cinema è sempre più giovane (il 60%ha meno di 35 anni) e sempre più acculturato (il 18% è laureato contro una media nazionaledell’8%) ed il 44% ha un diploma, contro il 28% della media. Molto significativa l’occupazione,ben il 25% degli spettatori sono studenti, contro il 9% della media nazionale. L’87% deglispettatori va al cinema in compagnia e il 56% sceglie di andarci il giorno stesso. Tra i motivifondamentali della scelta della sala, ben il 39% sono legati al servizio offerto e,sorprendentemente, il 44% sceglie la sala più vicina o comoda da raggiungere. Il 56% deglispettatori valuta la qualità delle sale tra l’ottima ed il molto buona, il 36% buona e solo l’8%insufficiente. La ricerca Audimovie si sofferma, poi, proprio per sua mission, sulla pubblicità ed icanali informativi sul film visto al cinema, mostrando come la pubblicità televisiva sia semprefondamentale (per il 31% degli spettatori), ma anche che il trailer è elemento fondamentaleper ben il 18% del pubblico. La pubblicità al cinema viene, quindi, valutata positivamente,sempre che si rispetti la tipicità del luogo; si è al cinema “per vedere”, e quindi l’aspettativa èper una pubblicità non invasiva e nel contempo coinvolgente. Una pubblicità che utilizzi ilmezzo cinema in modo nuovo, differente dagli altri canali, e soprattutto forte è l’attesa versouna nuova creatività. La pubblicità al cinema, rileva infine la ricerca, viene apprezzata quando èoriginale e diversa dalla pubblicità televisiva. Un dato particolarmente significativo e su cuipoter avanzare più approfondite riflessioni: ben il 65% degli intervistati sostiene che “se alcinema la pubblicità è brutta, la si nota di più”. Un dato, questo, che dovrebbe spingere ad unapianificazione più moderna e innovativa, meno legata alle pianificazioni classiche, e cheintroduca concetti di sorpresa e di spettacolarità tipici della sala cinematografica.
  • 25. ANALISI DELL’OFFERTA Il mercato del cinema in Italia: incassi e presenzeFonte: Ufficio Studi(CED ANICA su dati Cinetel
  • 26. ANALISI DELL’OFFERTA Il mercato del cinema in Italia oggiIl mercato cinema in Italia va forte anchecon meno sostegno pubblico, masicuramente grazie alle incentivazioni fiscalia favore del settore come il tax credit. Il credit.consuntivo 2010 presentato allAnica dal allAnicapresidente Paolo Ferrari è tutto nel segno +,in particolare per il cinema italiano. Dati italiano.straordinari come un +11% di presenze e 11%+17,9% di incassi. Per la produzione, nel 17, incassi.2010 il numero di film prodotti e tornato asalire:salire: 141 titoli, rispetto ai 131 del 2009. 2009.
  • 27. ANALISI DELL’OFFERTA Il mercato del cinema in Italia: l’andamento dei primi 3 mesi del 2011Dal ciclo gennaio 2011 a marzo 2011 (02/01/2011-02/04/2011)Concessioraria AUDIMOVIE: SIPRA, OPUS,MOVIMEDIATOTALE PRESENZE 3D+2D Nr. Giorni perTipologia Periodo Nr. Complessi Schermi schermo Presenze per schermo PresenzeConcessionarie AUDIMOVIE Totale 370 2.025 91 13.555 27.449.312Altre concessionarie oLibrerie Totale 726 1.182 89 6.858 8.105.827Totale rilevato Totale 1.096 3.207 90 11.087 35.555.139
  • 28. ANALISI DELL’OFFERTA Il mercato del cinema in Italia: l’andamento dei primi 3 mesi del 2011A marzo 2011 si sono venduti 8 milioni 277 mila biglietti (-24,53% rispetto a 24,53%marzo 2010) e si sono incassati 50 milioni 860 mila euro (-32,51%). 2010) 32,51%A compensare la mancanza di blockbuster in 3D, continua, tuttavia, ad esserepositivo l’andamento dei film italiani e di coproduzione, passati da 2,9 a 3,3milioni di biglietti (+12%), con una quota di mercato del 40% rispetto al pur (+12% 40%positivo risultato del marzo 2010, che fece registrare una quota del 27%. I 2010, 27%film Usa scendono dal 74% del 2010 al 49% del 2011. 74% 49% 2011.Nel trimestre gennaio - marzo 2011 si sono venduti complessivamente 36milioni 149 mila biglietti contro i 38 milioni 833 mila biglietti del primotrimestre 2010 (-6,91%) e si sono incassati 230 milioni 140 mila euro (- 91%14,20%14,20%). Nello stesso periodo, i film italiani e coprodotti ottengono una quotadi mercato del 58% (era del 33% nel primo trimestre 2010), mentre i film Usa 58% 33% 2010),si attestano al 32% (erano al 67%). Per quanto riguarda i film delle altre 32% 67%nazioni, la quota più consistente (6%) quest’anno è del Regno Unito, grazie aIl discorso del re, che si classifica al sesto posto della classifica del mese dimarzo 2011, con 3 milioni 74 mila euro. Sempre a marzo, il primo in classifica 2011, euro.è un film italiano, Nessuno mi può giudicare, con 5,8 milioni di euro, seguitoda due film Usa, Rango (4,7 milioni di euro) e Il rito (3,4 milioni di euro). Al euro).quarto posto Manuale d’amore 3 (3,4 milioni), al quinto posto Amici miei -Come tutto ebbe inizio (3,1 milioni di euro). (ANSA). euro). (ANSA).
  • 29. ANALISI DELL’OFFERTA Il mercato del cinema in Italia: l’andamento dei primi 3 mesi del 2011 Ma le differenziazioni non riguardano solo la provenienza, le parti involte nella produzione e nella distribuzione delle pellicole. Si riscontrano percezioni differenti da parte dei clienti per ciò che riguarda pellicole. la struttura dei cinema: numero sale, attrattività delle strutture e dei servizi complementari aggiuntivi. E’ cinema: aggiuntivi. perciò fondamentale andare a considerare i dati riguardanti le affluenze e gli incassi dell’ultimo anno in base alla tipologia della struttura. struttura.Fonte: Ufficio Studi(CED ANICA su dati Cinetel
  • 30. ANALISI DELL’OFFERTA Il mercato del cinema in Italia: Monosala VS MultisalaPossiamo notare un sensibile incremento delle presenze e degli incassi riguardanti lestrutture con più sale. In particolare risulta che le strutture con più di 7 sale continuano amantenere una affluenza ed incassi stabili detenendone più del 50% sul totale italiano.Notiamo anche una flessione dei cinema monosala e di quelli con meno di 5 sale.Questi dati sembrano incoraggiare la nostra scelta.Recenti indagini si sono focalizzate proprio sulle preferenze della gente sulle preferenze riguardo la natura delle variestrutture di cinema. Su un campione di 9700 giovani circa compresi tra i 11 e 30 anni l’indagine si propone di capire lescelte e negli ultimi sei mesi del 2010. In particolare alla domanda sulla scelta del monosala o mulriplex si hanno questiriscontri 18% Monosala 19% Multisala Entrambe 63%
  • 31. ANALISI DELL’OFFERTA Il mercato del cinema in Italia: Monosala VS MultisalaVerificata la propensione del campione a usufruire dei multiplex/multisalaandiamo a vedere le ragioni di tale scelta: E un luogo di aggregazione 7,50%E in un centro commerciale 11% Servizi aggiuntivi 13,80% Possibilità di parcheggio 17,40% Qualità superiore 22,50% Ambiente gradevole 25,50% E più spazioso 33% Maggiore scelta 42%
  • 32. ANALISI DEI COMPETITORS La concorrenza diretta METROPOLITAN (1 sala da 198 posti) posti) NUOVO PENDOLA (1 sala da 223 posti) posti) ODEON (1 sala da 150 posti)
  • 33. ANALISI DEI COMPETITORS I prodotti sostitutivi TV Digitale Tv a pagamento (Sky, Fastweb, Telecom Italia) DVD Internet IPTV
  • 34. ANALISI DEI COMPETITORS I prodotti sostitutivi: la ricerca di mercatoLANICA ha chiesto allIstituto DOXA di svolgere un’indagine volta adapprofondire il rapporto dei giovani con il cinema e a fornire una panoramicagenerale sul consumo di prodotti culturali da parte dei giovani. Visto laparticolare rilevanza dei risultati emersi negli anni precedenti, in riferimentoal comportamento della fascia di età 15-24 anni, l’ANICA ha ritenutointeressante approfondire nel lo studio delle abitudini di consumo di film daparte dei giovani. L’obiettivo della ricerca è quello di individuare gli aspettifondamentali della fruizione cinematografica dell’universo giovanile italiano,indagandone il rapporto con le altre attività del tempo libero. Nella ricercasono stati considerati, inoltre, l’utilizzo e le evoluzioni nel consumo diprodotti culturali attuato attraverso le nuove tecnologie. Particolareattenzione è stata dedicata a determinati comportamenti degli utenti diinternet appartenenti alla fascia di età presa in analisi, come file sharing edownloading di film.
  • 35. ANALISI DEI COMPETITORS I prodotti sostitutivi: la ricerca di mercatoL’indagine quantitativa è stata svolta mediante lasomministrazione di un questionario strutturato a un campionerappresentativo della popolazione giovane italiana, composto di1.216 individui e distribuito su tutto il territorio nazionale. Leinterviste sono state condotte attraverso il sistema CAPI(Computer Assisted Personal Interview) a giovani di etàcompresa tra gli 11 e i 25 anni. Le interviste sono statesottoposte a ponderazione per equilibrare le diverse fasce dietà, in modo da ricostruire le proporzioni dell’universo diriferimento, costituito da 9.700.000 persone, ripartite in2.300.000 individui tra gli 11 e i 14 anni e 7.400.000 individuitra i 15 e i 25 anni.
  • 36. ANALISI DEI COMPETITORS I prodotti sostitutivi: il campione ponderato Età Maschi Femmine Totale11-14 22,1 25,2 47,3 AREA GEOGRAFICA %15-17 15,9 20,0 35,9 Centro 19,4 %18-21 28,6 24,8 53,422-25 33,4 30,1 63,5TOTALE 51,3 48,7 100,0
  • 37. ANALISI DEI COMPETITORS I prodotti sostitutivi: consumi culturali e tempo liberoNell’ambito dell’indagine è stata studiata la diffusione dei diversi strumenti di comunicazione, attraversointerviste a un campione di giovani fra gli 11 e i 25 anni rappresentativo dell’universo della popolazioneitaliana, 9.700.000 persone che vivono in circa 7.200.000 famiglie (un terzo del totale delle famiglie italiane).Sono state inoltre indagate le attività svolte nel tempo libero dai giovani fra gli 11 e i 14 anni, attraversointerviste a un campione rappresentativo dell’universo della popolazione italiana di questa fascia d’età, pari invalore assoluto a 2.300.000 individui. Il DVD, il personal computer, il lettore MP3, il videofonino sonostrumenti molto diffusi fra i giovani: tra gli intervistati, ben l’86,2% possiede all’interno della propriaabitazione un lettore DVD e il 72,2% un personal computer, che nel 47,9% dispone di una connessioneinternet (di cui ADSL il 36,4% e 56K l’11,5%). Risultano ancora poco diffusi i Tvfonini (5,0%) e solo il 4,8%dispone dell’IPTV (es. Fastweb TV), mentre il 21,9% dichiara di avere un abbonamento a SKY e il 15,3% ildigitale terrestre. Per quanto riguarda il modo in cui i giovani fra gli 11 e i 14 anni impiegano il loro tempolibero, diverse sono le attività svolte intensamente: il 72,6% va a feste, il 67,9% frequenta ristoranti/pizzerie,il 66,9% si reca nei centri commerciali. Il cinema, nella classifica delle attività svolte dai giovani appartenentia questo target, si colloca in quarta posizione con il 65,9% e fra le attività a pagamento si colloca al secondoposto. Tra le altre attività svolte nel tempo libero, gli adolescenti hanno dichiarato di assistere alla messa efrequentare l’oratorio rispettivamente nel 57,0% e 30,7% dei casi. Lo sport si colloca solo al settimo posto(56,8%), ma ben il 96,5% degli intervistati che hanno dichiarato di praticare questa attività, vi si dedica 1 opiù volte la settimana. All’interno della classifica si trovano anche: leggere libri/riviste (52,8%), farefotografie (41,7%), suonare uno strumento musicale (22,9%) e realizzare filmati convideocamera/videofonino (19,9%). Si collocano alla fine della classifica le attività di impegno sociale come ilvolontariato (4,4%).
  • 38. ANALISI DEI COMPETITORS I prodotti sostitutivi: possesso di strumenti di comunicaz. in famiglia comunicaz. Bene/Servizio Totale Centro 11-14 15-17 18-25 Lettore DVD 86,2 91,7 85,8 86,6 87,0 Personal Computer 72,2 83,2 75,1 69,1 71,9 Hi - Fi 69,4 84,3 64,2 69,9 71,3 ADSL 36,4 42,1 34,6 29,7 39,1 Valori % Abbonamento SKY 21,9 23,7 24,7 22,9 20,5 Digitale Terrestre 15,3 18,9 11,3 18,5 15,9 IPTV 4,8 4,2 3,7 5,2 5,0 10-30mila 30-100mila 100- >250mila Bene/Servizio Totale <10mila ab. ab ab. 250mila ab. ab. Lettore DVD 86,2 78,3 93,5 79,2 83,5 93,1 Personal Computer 72,2 67,7 67,6 69,1 81,6 83,4 Hi - Fi 69,4 54,3 77,8 66,8 68,7 79,8 ADSL 36,4 33,6 35,6 33,4 36,2 43,7 Abbonamento SKY 21,9 21,1 19,4 12,8 32,1 30,0 Digitale Terrestre 15,3 14,0 12,1 6,8 31,1 21,8 IPTV 4,8 0,2 1,8 7,1 10,8 10,9Base: totale interviste (N=1216). Possibili più risposte. Famiglie in Italia con presenza di popolazione 11-25 anni: circa 7.200.000 unità
  • 39. ANALISI DEI COMPETITORS La fruizione dei film non in sala “Mi piace riunire o riunirmi a casa con Valori % amici e familiari per vedere un buon film” Non indicato 1,9 Per niente 7,9 Poco 14,7 Abbastanza 55,5 Molto 20,1Base: totale interviste (N=1216)
  • 40. ANALISI DEI COMPETITORS La fruizione dei film non in sala “Ti capita di vedere film su…” Valori % Nessuno di questi 13,6 Videofonino 1,1 TV a pagamento 16,2 Personal Computer 18 DVD 61,6 TV 63Base: totale interviste (N=1216). Possibili più risposte.
  • 41. ANALISI DEI COMPETITORS La fruizione dei film non in sala “Preferisci vedere i film al cinema Valori % oppure in DVD” 1,0 PC/Console 4,0 TV a pagamento 13,5 Indifferente/Dipende 26,4 DVD 55,1 CinemaBase: totale interviste (N=1216)
  • 42. ANALISI DEI COMPETITORS I prodotti sostitutivi: downloading di film da internetIl 15% dei giovani che utilizzano internet ha dichiaratodi aver scaricato film per uso personale o per farne unacopia su DVD. La negli ultimi trenta giorni varia: oltre10 per il 6,5% del campione, da 6 a 10 film per il 7,3%,da 3 a 5 film per il 22,7% e da 1 a 2 film per il 27,6%.La media è di 2,6 film scaricati al mese da ciascunintervistato che ha effettuato il download. I ragazzihanno una propensione maggiore a effettuare ildownload (36,1%) rispetto alle ragazze (26,4%). Ildownloading è un’attività praticata soprattutto daigiovani di età compresa tra i 18 e 25 anni, rispetto agliadolescenti.
  • 43. ANALISI DEI COMPETITORS La fruizione dei film non in sala “Ti è mai capitato di scaricare film da internet, per uso personale, in famiglia, o per farne una copia su DVD?” 2 15 Valori % No Non sa 83 SìBase: intervistati che usano il computer (N=1171)
  • 44. IL SERVIZIO OFFERTOIl multiplex Sienema è un multisala dinuova generazione che dispone di diecisale.sale. Nove di queste sale saranno adibitealla proiezione delle pellicole di ultimauscita, mentre la decima sala, la «Arts inProgress» sarà destinata ad ospitareeventi cinematografici, culturali e teatrali. teatrali.
  • 45. IL SERVIZIO OFFERTOLa sala più capiente dispone di 350 postimentre il resto delle sale sarà cosìorganizzato: Una sala da 200 posti; Una sala da 180 posti; Tre sale da 160 posti; Tre sale da 150 postiRicordiamo la sala Arts in Progress, che saràpreparata ed allestita all’occorrenza.
  • 46. IL SERVIZIO OFFERTOLa nostra sala più capiente è attrezzata contecnologie 3D (che non si riferiscono soloagli occhialini o alla modalità di riproduzionema anche ad un particolare schermoconcavo e alla predisposizione di sedili contecnologia che simula i movimenti delleazioni).azioni).
  • 47. IL SERVIZIO OFFERTOLa nostra struttura consta di un bar e di unristorante che potranno allietare e dareulteriore confort e servizi al nostro pubblico. pubblico.Sia le sale cinema, che gli ambienti comunie le sale dei servizi aggiuntivi sarannocoordinati in tinte e tessuti, con colori eaccessori che richiamano l’ambientecinematografico dei grandi successi ecapolavori della storia del cinema. cinema.
  • 48. IL PIANO DI MARKETING Il logoIl logo cerca di richiamare un po’ quella che è l’immagine cinematografica dellapellicola con una scrittura molto riconducibile al mondo cinematografico. I cinematografico.colori scelti sono l’oro e il rosso scuro che bene si integrano tra loro e che in uncerto qual modo vogliano rappresentare la classicità (l’oro) e il richiamo all’arteteatrale (il rosso della tenda teatrale). Un logo semplice, sostanzialmente, ma teatrale).facilmente imprimibile nella mente. mente.
  • 49. IL PIANO DI MARKETING Le sponsorizzazioni Logo sponsor sul retro del biglietto Sale intitolate con naming sponsor (contratto di durata minima biennale, massima quinquennale) Spazio promozionale dedicato ad esposizioni permanenti o periodiche di imprese Tessere abbonamento con logo sponsor 15 spazi a parete su pannelli retroilluminati 30 schermi di servizio sparsi per la galleria per spot aziende e trailer film 1 maxi schermo Atrio centrale per sponsor Corner aziende sponsor interni alla struttura
  • 50. IL PIANO DI MARKETING Le promozioni interne YES WEEK-END: Conservando il biglietto del venerdì o del sabato o WEEK-END: della domenica e torni il lunedì a 4,00 € per i film in 2D e 6,00 € per i film in 3D. I LOVE OLD: Per conoscere e rivedere capolavori della storia del OLD: cinema italiano ed internazionale dagli anni 50 a fine anni 90. 90. MERCOLEDI’ UNIVERSITARIO: Per tutti gli studenti universitari che UNIVERSITARIO: presentano il proprio libretto con gli esami sostenuti il prezzo del biglietto è pari a 5,00 €. JEUDI D’ESSAI: Per gli appassionati e per chi vuole esplorare il D’ESSAI: mondo del cinema d’essai ogni giovedì saranno trasmessi le opere che hanno segnato questo genere a soli 4,00 €. CHILDREN CINEMA: Il lunedì le madri e i padri possono portare il CINEMA:proprio figlio al cinema con solo 2,00 € (per bambini fino a 10 anni). anni).
  • 51. IL PIANO DI MARKETING Le promozioni interne ABBONAMENTO  FULL: FULL: 9 spettacoli tra cinema, teatro, arte, concerti e danza a soli € 133,00; 133,00;  NUOVE MENTI: 9 spettacoli prosa + 5 spettacoli cinema + 5 spettacoli danza per tutti gli studenti di scuole superiori e università a soli € 70,00; 70,00;  SENIOR: 9 spettacoli a soli € 99,00 (per gli over 70); 99, 70)  TEENAGER: 9 spettacoli a soli € 101,50 (per gli under 101, 18) 18);  YOUNG: 9 spettacoli a soli € 109,00 (per fasce d’età 109, 19-25) 19-25)
  • 52. IL PIANO DI MARKETING La distribuzione Dalle precedenti analisi risulta come l’offerta dei servizi del multiplex debbano essere orientati a:• offerta delle pellicole nel minor tempo possibile; possibile;• dare la possibilità di ospitare convegni, mostre e eventi culturali; culturali;• offrire una serie di eventi teatrali
  • 53. IL PIANO DI MARKETING La distribuzioneCi proponiamo quindi di rendere disponibile tuttoquesto attraverso una serie di accordi e dipartnership con: con: Pro loco Arci Ragazzi Siena Associazione Filmclub Associati Ares Teatro Siena Metateatro: Maschera d’arte Metateatro: …
  • 54. IL PIANO DI MARKETING La distribuzionePer quel che riguarda la disponibilità a ospitare eventiculturali, il multiplex mette a disposizione la sua sala «Artsin progress». progress».L’obiettivo è quello di arrivare ad ospitare eventi dicarattere regionale come EUROPA CINEMA (attualmente ospitato a Lucca- Lucca- Viareggio) FILMVIDEO,Festival Internazionale del Cinema (attualmente svolto a Montecatini) FRANCE’ CINEMA (attualmente svolto a Firenze)
  • 55. IL PIANO DI MARKETING La distribuzioneL’accordo con i produttori cinematografici avverràtenendo sempre in conto la possibilità che ildistributore debba fornire a noi esercenti unospettacolo privato. privato.Una volta d’accordo, il distributore dovrà assicurare uncontratto scritto o verbale imponendo un minimogarantito, ovvero un prezzo che saremo obbligati acorrispondere alla distribuzione appena verrà staccatoanche un solo biglietto e una percentuale sugli incassivariabile solitamente dal 30 al 50% applicabile qualora 50%lammontare della percentuale superi il minimogarantito.
  • 56. IL PIANO DI MARKETING La distribuzioneLa nostra offerta sarà distribuita tenendo conto delleprincipali tecnologie, sempre in rispetto con gli orariabitudinari degli spettacoli: 16.50 19.00 21.15 22.35Naturalmente gli orari delle diverse sale sialterneranno e saranno soggetti a modifica in basead esigenze di stagionalità, pellicola riprodotta,affluenza degli spettatori.
  • 57. IL PIANO DI MARKETING La distribuzioneTali orari non si applicano alle mostre e aglieventi culturali. culturali.Tali attività saranno infatti soggetti alledisponibilità dei principali attori e personedirettamente coinvolte nel servizio. servizio.
  • 58. IL PIANO DI MARKETING La distribuzioneNei giorni in cui non sarà presente alcun tipodi evento che non riguardi la proiezione dipellicole, le nostre strutture saranno aperteal pubblico a partire dalle 16.00 e 16.chiuderanno all’1.00 all’1Tali orari sono soggetti a modifica nellegiornate ospitanti eventi culturali. culturali.
  • 59. IL PIANO DI MARKETING La comunicazione FACEBOOK TWITTER CARTELLONISTICA SIENA E PROVINCIA MESSAGGI PUBBLICITARI RADIOFONICI SITO INTERNET www.sienema.it www.sienema. SPAZI PUBBLICITARI SU QUOTIDIANI LOCALI E REGIONALI
  • 60. IL PIANO DI MARKETING Il prezzo Spettacoli 1 2 3 4 5lun 6,5 6,5 7,5 7,5 7,5mar 6,5 6,5 7,5 7,5 7,5merc 6 6 6 6 6gio 6 6 7 7 7ven 8 8 10 10 10sab 8 8 10 10 10dom 8 8 10 10 10
  • 61. IL PIANO DI MARKETING Il posizionamento TARGET MEDIO – ALTO  Pubblico generico  Cinefili  Appassionati di musica  Appassionati di Pittura e Teatro
  • 62. ANALISI FINANZIARIA DEBITI € 9.035.067,86ATTIVO € 11.673.214 EQUITY € 2.638.146,43
  • 63. Tasso occupazione delle sale 59% (986/1660) Spettacoli 1 2 3 4 5 lun 25% 25% 35% 35% 35% mar 25% 25% 35% 35% 35% merc 60% 60% 60% 60% 60% gio 50% 50% 50% 50% 50% ven 60% 60% 80% 80% 80% sab 80% 80% 90% 90% 90% dom 80% 80% 90% 90% 90%
  • 64. ANALISI FINANZIARIA FREE CASH FLOWRicavo ristorante 420000Ricavo Bar 200000Ricavo Biglietti 3569352RICAVO GESTIONE CARATTERISTICA 4189352Costo pulizia 100000Costo personale 936000Costo biglietti 1108787COSTI GESTIONE CARATTERISTICA 2144787RISULTATO OPERATIVO 2044565
  • 65. ANALISI FINANZIARIAEQUITY -€ 2.638.146,43CAPITALE TERZI -€ 9.035.067,86Ke 13%Kd 9%WACC 0,09904
  • 66. ANALISI FINANZIARIA FLUSSITEMPI IMPORTI ATTUALIZZATI SOMMATORIA FLUSSI 0 -11673214,29-€ 11.673.214,29 1 2044564,68 € 1.860.318,71 -€ 9.812.895,58 2 2044564,68 € 1.692.676,07 -€ 8.120.219,51 3 2044564,68 € 1.540.140,55 -€ 6.580.078,95 4 2044564,68 € 1.401.350,77 -€ 5.178.728,18 5 2044564,68 € 1.275.068,03 -€ 3.903.660,15 6 2044564,68 € 1.160.165,27 -€ 2.743.494,88 7 2044564,68 € 1.055.616,96 -€ 1.687.877,92 8 2044564,68 € 960.490,03 -€ 727.387,89 9 2044564,68 € 873.935,46 € 146.547,57 10 2044564,68 € 795.180,76 € 941.728,33 11 2044564,68 € 723.523,04 € 1.665.251,37 12 2044564,68 € 658.322,75 € 2.323.574,12 13 2044564,68 € 598.997,99 € 2.922.572,11 14 2044564,68 € 545.019,28 € 3.467.591,39 15 2044564,68 € 495.904,86 € 3.963.496,25
  • 67. ANALISI FINANZIARIAUltimo flusso € 14.764.741,71Totale € 15.983.848,83
  • 68. ANALISI FINANZIARIA CFC Break even time € 6.000.000,00 € 4.000.000,00 € 2.000.000,00flussi di cassa €- -€ 2.000.000,00 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 -€ 4.000.000,00 -€ 6.000.000,00 -€ 8.000.000,00 -€ 10.000.000,00 -€ 12.000.000,00 tempo
  • 69. GRAZIE A TUTTICAIAZZO FABIANA – GIORDANELLI MIRKO LAZZARI IMMA – LEO ANDREA MARCHESE VINCENZO